LEONARDI A SKY: “IL PARMA E’ LA COSA PIU’ IMPORTANTE PER GHIRARDI: TUTTI I GIOCATORI SONO RIMASTI PER LUI. NOI ABBIAMO SUBITO UNA GRANDISSIMA INGIUSTIZIA”

image(di Vito Aulenti, da ParmaLive.com) – Intervenuto nel corso di Speciale Calciomercato, nota trasmissione firmata Sky, l’amministratore delegato ducale Pietro Leonardi ha parlato di Cassano, Ghirardi, obiettivi della squadra, ma anche di calciomercato, che potrebbe regalare a Donadoni un giocatore di qualità come Nicola Bellomo.

Cassano – “Non posso che parlarne bene, sia dal lato umano che tecnico. Con me è sempre stato impeccabile. E’ tornato con un entusiasmo incredibile, siamo contenti di questo, ci auguriamo che possa ripetere le gesta dello scorso anno. Antonio male ai Mondiali? Non ha avuto tanto minutaggio. Cassano deve giocare continuità per trovare la giocata importante. Va saputo prendere, lui è attaccato a questa realtà. Parma fa bene a parecchie persone, a partire da me. Fanno fatica tutti ad andarsene da qui, nonostante la situazione che si è venuta a creare”.

Bellomo – “Parto dal presupposto che è un ottimo giocatore, però è del Chievo. Ha dimostrato qualità, è un ragazzo interessante, se ci saranno le condizioni per prenderlo, perché no? Mi piacerebbe gestire Bellomo, ma di mezzo c’è il Chievo… Lui ha qualità, e, come sapete, a me piacciono i giocatori di qualità”.

‘Operazione Ghirardi’ – “Questa sera ci siamo parlati, abbiamo fatto una bella chiacchierata tutti insieme. Noi abbiamo l’obiettivo di far bene, ma soprattutto quello di far riappassionare il nostro presidente. Ci hanno tolto un risultato ingiustamente, capiamo il presidente, però stiamo facendo di tutto per farlo tornare. Per lui la cosa più importante penso sia il Parma, ecco perché tutti i giocatori sono rimasti. Noi abbiamo subito una grandissima ingiustizia, ma proprio per questo motivo abbiamo un obbligo morale nei confronti di Ghirardi, che in questi anni ci ha messo tempo e risorse. È stato ingiusto trattarlo in quella maniera”.

Scuffet – “Non c’era la convinzione forte di venderlo da parte dell’Udinese. Questo è un predestinato, non gli mancheranno le opportunità in futuro. Credo che, quella di restare ad Udine, sia stata una decisione presa da tutte le componenti, non solo dal calciatore. Ha fatto una scelta che gli fa onore. Il calcio è fatto anche di queste cose: qui a Parma mi son successe cose del genere con Cassano, Amauri, Mirante, Paletta e Biabiany”.

Obiettivo Europa – “Che cosa ho detto ai giocatori stasera? ‘Andiamocela a riprendere’: è una battuta molto usata ultimamente per dire che quello che ci hanno tolto, dobbiamo andare a riprendercelo per forza. Magari ci impiegheremo più anni, ma noi ce la metteremo tutta. Questo discorso ci deve dare la voglia di stupire, la giusta carica agonistica, quella che abbiamo avuto l’anno scorso”.

Biabiany-Inter – “Ho smentito più di una volta l’esistenza della trattativa. La nostra è stata solo una chiacchierata fatta nel momento delle comproprietà, ma è stata subito smontata quando ci è stato proposto un mega scambio. Se arriva un’offerta che accontenta noi e i giocatori, il Parma non tiene controvoglia nessuno. Ad oggi possiamo dire che nonostante quello che è stato detto o scritto, abbiamo venduto solo Parolo e abbiamo ripreso giocatori come Feddal, Bidaoui, Belfodil e Ristovski”.

Portieri – “Attualmente ne abbiamo sei, ne resteranno quattro. Coric giocherà con la Primavera. E’ arrivato a metà dello scorso anno e ci sembra giusto che si alleni ancora con noi. Quelli con più probabilità di andar via sono Russo e Bajza, che è giusto che vadano a giocare. Iacobucci, invece, dopo una grande stagione a Latina, lo teniamo volentieri con noi accanto a Mirante e Cordaz”

(Trascrizione a cura di Vito Aulenti per ParmaLive.com -Twitter: @vitoaul)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

39 pensieri riguardo “LEONARDI A SKY: “IL PARMA E’ LA COSA PIU’ IMPORTANTE PER GHIRARDI: TUTTI I GIOCATORI SONO RIMASTI PER LUI. NOI ABBIAMO SUBITO UNA GRANDISSIMA INGIUSTIZIA”

  • 22 Luglio 2014 in 10:09
    Permalink

    Ma la teoria del “Gombloddo” resiste a tutte le sentenze? SI!!!!

    • 22 Luglio 2014 in 21:11
      Permalink

      Anche Ruby ha resistito a tutte le sentenze tranne l’ultima…quindi aspettiamo e vediamo

  • 22 Luglio 2014 in 10:10
    Permalink

    Il chiarimento/correzione del tiro sugli obiettivi mi fa piacere.
    Bellomo fa parte di quelle operazioni che a mio avviso sono le più consone alla nostra realtà, giocatore ancora da completare ma molto interessante. A Donadoni spesso non è stato riconosciuto di saper lavorare molto bene sulla crescita dei singoli, non solo Parolo, Paletta e Biabiany ma anche Acquah, Benalouane, Sansone etc.
    Fa piacere anche l’ormai prossimo ritorno di Cassani, a un certo punto temevo avessero la meglio i soldi di Squinzi. Riportarlo qui a certe condizioni vorrebbe dire un’ottimo lavoro della società.
    Ho letto anche i propositi di Belfodil..speriamo, dalle sopraciglia in giù è un giocatore con un gran potenziale

    • 22 Luglio 2014 in 12:32
      Permalink

      Beh, non è che abbia molto ridimensionato la portata del suo proclama… E comunque i danni li ha già fatti: basta sentire parlare i calciatori o vedere le maglie dei manfrediniani…

      • 22 Luglio 2014 in 12:38
        Permalink

        Le maglie dei manfrediniani sono imputabili ai soli manfrediniani secondo me. Tutti adulti e vaccinati

      • 23 Luglio 2014 in 08:21
        Permalink

        Dai ma che danni e danni. Lo capisce abche un neonato che e’ un motto per tenere su l’ambiente, per dare compattezza e motivazioni dopo uno shock profondo.
        E’ come un pugile che ha preso un uno-due ed e’ al tappeto e all’angolo gli dicono dai rialzati che ce la puoi fare. E’ un incoraggiamento.
        Secondo me una politica che paghera’ in fatto di abbonamenti e di sentimenti.
        Vedremo chi avra’ ragione

    • 22 Luglio 2014 in 21:13
      Permalink

      Ma il mansardine e’ la parte piu’ importante. Se piove dal tetto si rovinano tutti gli affreschi

  • 22 Luglio 2014 in 10:36
    Permalink

    Questo bellomo che ruolo ricoprirebbe nello scacchiere donadoniano?

      • 22 Luglio 2014 in 21:14
        Permalink

        Esatto Bellomo e’ un bel trequartista quindi al Don non serve

  • 22 Luglio 2014 in 10:52
    Permalink

    Ho letto che Leonardi era molto contento della campgna abbonamenti…allora i soli 3500 ipotizzati sono una bufala??
    anche a me sembrava un numero un pò esiguo, in quanto tutte le persone che conosco (frequentatori del tardini) lo hanno sottoscritto. Inoltre alla tabaccheria di via Parigi mi hanno detto che ne hanno fatti tantissimi..forse è la sola che ne ha fatti??
    CMQ a parma storicamente molti aspettano gli ultimi 15 giorni indipendentemente dal prezzo, quindi penso che alla fine arriveremo a 11-12.000, e sarebbe un successo!!!!

    • 22 Luglio 2014 in 11:15
      Permalink

      Quando avevamo dato i nostri “exit poll”, tre fonti diverse tra loro, senza sapere l’una dell’latra, mi hanno riferito di circa 3.000 sottoscrizioni. Dunque, pur prendendo sempre con un certo beneficio d’inventario tale cifra, ne avevamo parlato in trasmissione, mercoledì scorso a Calcio & Calcio.

      Dopo il programma qualche fonte – sia pure non ufficiale – del Parma Calcio mi aveva fatto sapere informalmente, ma senza dare i numeri, che eravamo piuttosto lontani dalle cifre reali.

      Io, tutta questa aria di mistero attorno agli abbonati, proprio non la capisco: ieri sera Leonardi, nell’intervista ha detto che la campagna abbonamenti sta andando bene, ma mica ha detto quanti sono. Mi si obietterà che potevo chiederglielo io: certo, ma glielo poteva anche chiedere qualcun altro. Perché se glielo avessi chiesto io sarebbe sembrata una domanda provocatoria, e mi sa anche un po’ briga dover sempre esser io a interpretare la parte del rompiballe…

      La tua previsione, comunque, mi pare un po’ troppo ottimistica: non credo si supereranno i soliti 10.000…

      Concordo, invece, sul fatto che ci sarà una certa ressa verso la fine della campagna: motivo per cui, dovessi fare io una revisione della modalità delle campagne abbonamenti, eviterei una apertura così a lungo nel tempo (peraltro molto dispendiosa per pagare il personale) cercando di ottimizzare un po’.

      In più, sarò ripetitivo, ma spero che a furia di insistere (ormai sono 2-3 anni che vado a dietro) mi diano retta: IL PARMA DEVE PESCARE NEL BACINO D’UTENZA DEI VECCHI ABBONATI PERSI NEL CORSO DEGLI ANNI, OFFRENDO LORO LA POSSIBILITA’ SEMPLICEMENTE MOSTRANDO UN QUALSIASI VECCHIO ABBONAMENTO, DI TORNARE AD ABBONARSI ALLE STESSE CONDIZIONI DEGLI ABBONATI DELL’ULTIMO ANNO. MAGARI UNA “SANATORIA” DA FARSI UNA VOLTA, CHE CONSENTA A TUTTI DI RIPENSARCI E TORNARE INDIETRO…

      Cordialmente

      Gmajo

    • 22 Luglio 2014 in 21:16
      Permalink

      Guarda io sono andato a rifare l’abbonamento 2 giorni dopo scaduta la prelazione e ho dovuto modificare di cinque file il mio posto perche’ attorno era gia’ tutto prenotato. A lume di naso ci deve essere un bel numero di abbonamenti

  • 22 Luglio 2014 in 10:55
    Permalink

    quando Leonardi si espone su cosi’ tanto su un calciatore vuol dire che non e’ un obbiettivo plausubile,piuttosto quel “abbiamo subito una grandissima ingiustizia” ne sa tanto di resa incondizionata,sembra che consiglio di stato e cas si siano gia’ espressi

    • 22 Luglio 2014 in 12:31
      Permalink

      Non mi provocare, assioma, che sulla “grandissima ingiustizia”, che per me tale non è, ho fatto una fatica boia a non chiosare…

      Comunque la mia sensazione è che possa essersi già espresso il Consiglio di Stato, con esito negativo (stando agli spifferi di toro.it), ma non penso che ci siano news, invece, dal fronte Tas: quindi non penso si tratti di una resa incondizionata, quanto il reiterarsi della vecchia tesi del complotto che io ho già avuto modo di stigmatizzare.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 22 Luglio 2014 in 13:28
        Permalink

        ci sono personaggi in italia che dopo il terzo grado di giudizio parlano ancora di ingiustizia e di malafede dei giudici,e contano molto di piu’ di leonardi,io aspetterei a chiosare,da losanna dove ho un cugino di terzo grado che lavora in una fabbrica di cucu’ mi giungono notizie diverse

        • 22 Luglio 2014 in 21:21
          Permalink

          Se chiedi alla nipote di Mubarak lei ti spieghera’ come i giudizi, giusti o ingiusti che siano, possono cambiare anche all’ultimo.
          Pensa che nella patria del liberismo, gli uSA, un ottimo avvocato (100dollari ogni 25 minuti) ha fatto scarcerare un fanoso atleta di football dopo che questi aveva ammazzato moglie e amante. Questa e’ la legge bellezza

  • 22 Luglio 2014 in 11:11
    Permalink

    Ma io non creto ke c’è landiamo a riprendere, perke noi siamo una piazza da serie b, meglio fa spazzio a piazze + importanti tipo bari o reggio emilia.

  • 22 Luglio 2014 in 11:43
    Permalink

    Gabriele,
    concordo in pieno col tuo ultimo punto. Proprio ieri parlavo con mio collega (abbonato pluriennale) che non ha potuto rinnovare l’abbonamento in prelazione in quanto è stato in vacanza per 3 settimane ed è tornato a sessione scaduta. Era un pò scocciato e si lamentava di dover pagare cifra piena dicendo che forse non lo avrebbe sottoscritto. In effetti non tutte le persone stanno dietro quotidianamente alle comunicazioni della società e ne possono rimanere fregate.
    Cmq relativamente alla squadra penso che possiamo fare ancora molto bene, abbiamo un Belfodil in più rispetto all’anno scorso. Il nostro problema negli ultimi anni è sempre stato il finalizzatore, chissà che se ingrana l’algerino, si possa bissare l’andamento della passata stagione.
    Riguardo la cessione illustre io sarei per Paletta lo vedo meno indispensabile rispetto a Mirante e Biabiany, anche se penso che alla fine anche Biabiany partirà.
    Saluti,
    Simone

    • 22 Luglio 2014 in 12:24
      Permalink

      Leonardi sostanzialmente dice che non sono necessarie cessioni eccellenti: certo è lui che conosce i conti meglio di tutti, ma, a mio modo di vedere, per una gestione virtuosa ne andrebbe ceduto anche più di uno, cercando nel contempo di far crescere altri prodotti, evitando di farne marcire qualcuno… Insomma: se anche andassero via tutti e tre io non mi fascerei la testa…

      Detto questo: puoi riferire al tuo amico che, attraverso la promozione “porta un crociato” se trova un amico/famigliare/conoscente che scelga il suo medesimo settore può beneficiare (sia lui che l’amico) di un forte sconto. Ad esempio: se si trattasse di un abbonato di Curva Nord, in prelazione avrebbe spesi 145, come nuovo abbonato ne spende 200, ma se porta un crociato (cioè un nuovo abbonato) ne spende 120, quindi ancor meno che in prelazione. L’unico sbatti è trovare una persona e recarsi insieme a sottoscrivere l’abbonamento al Tardini.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 22 Luglio 2014 in 12:36
    Permalink

    “Dobbiamo andare a riprendercela per forza. Magari ci impiegheremo più anni, ma noi ce la metteremo tutta”. Eccola…la prima marcia indietro di Leonardi: magari ci impiegheremo più anni.

    Ancora con ‘sta storia dell’ingiustizia? Fosse ancora in vita al Festivalbar, questo disco (direi quasi rotto) sarebbe diventato il tormentone dell’estate…

  • 22 Luglio 2014 in 13:02
    Permalink

    Il commento di Claudio è serio?

    • 22 Luglio 2014 in 13:12
      Permalink

      No: è ironia allo stato puro… Perfettamente riuscitagli…

  • 22 Luglio 2014 in 13:24
    Permalink

    Sarà che n’in pòs pù…ho bisogno di ferie…ma non l’ho afferata, pardon

  • 22 Luglio 2014 in 13:30
    Permalink

    Be insomma perdere il portiere è cosa nn da poco…ricordo l’anno sciagurato della retrocessione che con delucia e Bucci siamo rovinati verso il basso…è vero che quell’anno abbiamo avuto una sfiga mai vista…però sul portiere non si scherza. Iacobucci è bravo ma in un ambiente ipercritico come Parma temo che alla prima gatta possa essere crocifisso…e non ci sarebbe un secondo con esperienza da serie A per eventualmente cambiarlo.

    • 22 Luglio 2014 in 13:59
      Permalink

      Non è che se si vende Mirante si giochi con undici giocatori di movimento… L’anno della retrocessione, in effetti, la scelta del portiere lasciò alquanto a desiderare, ma con tutti quelli che controlliamo oggi e che abbiamo in ritiro penso non ci saranno problemi di successione al bravo Mirante (che va ceduto perché è il momento giusto, se si vuole fare un po’ di pila). Iacobucci? E’ grande, grosso, maggiorenne e vaccinato: le iper critiche parmigiane (ma ragazzi, tutto il mondo è paese) non gli faranno un baffo… E comunque si era detto che in caso di cessione di Mirante sarebbe arrivato Viviano.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 22 Luglio 2014 in 13:40
    Permalink

    Quando le maglie? ho letto in giro sabato..è probabile?grazie

    • 22 Luglio 2014 in 13:55
      Permalink

      Top secret… Ma sarà una presentazione sobria (dicono in giro)…

  • 22 Luglio 2014 in 14:48
    Permalink

    …a proposito di giocatori ke sono rimasti per lui…nella fotogallery di ieri manca Amauri…ke se ne stava a Marina di massa con “la tata” hanno scritto su internet…invece quella fotografata era sua moglie!!!GULP che figure

  • 22 Luglio 2014 in 15:56
    Permalink

    Allora frequentiamo li stessi posti, Majo. Quando la vedo le offro un gin

  • 22 Luglio 2014 in 16:02
    Permalink

    Direttore SEGNALAZIONE,trovato il sito:”Oggi.it – Notizie, Gossip, Vip, Spettacoli: il sito delle famiglie …”…stavo addocchiando stamane le foto delle tipe vips in bikini succinti ;-),e ho visto ke c’era Ama,ma c’era un altro titolo ore fa…ora hanno korretto,ma dentro il testo è ancora da correggere..ke imbranati,vadi(alla Fantozzi)a vedere…c’è scritto tata e invece la tipa con il maglioncino sotto il sole è la moglie,e invece …si è fatto anche un nuovo tatuaggio sul fianco,quando vede Amauri gli chieda cosa c’e scritto che non si capisce ‘na mazza.Grazie

  • 22 Luglio 2014 in 16:15
    Permalink

    Anche quello che hai scritto te non si capisce una mazza

  • 22 Luglio 2014 in 16:21
    Permalink

    🙂 eppure mi sembrava di essere stato kiaro…in caso c’è la” tata pronta a intervenire” 🙂

  • 22 Luglio 2014 in 17:03
    Permalink

    ciao Borea RIP,son gia’ passati 40 anni ? 🙁

  • 22 Luglio 2014 in 18:09
    Permalink

    …e ke è Borea RIP, un chewingum,un nuovo tipo di cicche? tu fumi le borea RIP? saran anche buone..ma no,quello ke volevo dire è solo ke quelli di Oggi.it hanno scritto ke Ama era in spiaggia in Toscana nel weekende,che era un bravo papà ma che c’era la tata in caso pronta lì per dargli il cambio nel caso i bambini fossero impazziti.ma sta benedetta donna era la moglie ke ora sarà molto felice di essere stata declassificata a TATA MATILDA.sarà ke quelli di Oggi sono abituati alle strafighe e lei non lo è,.. però c’ha un bel naso dai. All right?

  • 22 Luglio 2014 in 18:32
    Permalink

    oh ,non e’ mica colpa tua

  • 22 Luglio 2014 in 18:43
    Permalink

    …e ke vuoi ke te dica io, son stufo di fare sudoku sotto l’ombrellone…era una divagazione..estiva..gossippara. viva il parma.

  • 22 Luglio 2014 in 19:09
    Permalink

    Direttore deve guardare la fotogallery non il video,ci sono ben 45 foto! la moglie è quella con il pullover azzurro a maniche lunghe in spiaggia e i calzoncini.ma si trovano solo su Oggi.itmi sono accorto perchè ero andato a vedere la d’amico

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI