CARPI-PARMA 1-1, IL VIDEO DELLA INTERVISTA DI DONADONI SUL CASO CASSANO E SULL’ULTIMA AMICHEVOLE E LA FOTOGALLERY AMATORIALE

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DI MAJO CON LE DICHIARAZIONI DI DONADONI SUL CASO CASSANO

image

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DI MAJO CON LE DICHIARAZIONI DI DONADONI SU CARPI-PARMA 1-1

image

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

ESCLUSIVA – SCHIANCHI A STADIOTARDINI.IT: “SE ABBIAMO SCRITTO LA NOTIZIA DELLA CASSANATA E’ PERCHE’ E’ VERA. DEL RESTO LA SOCIETA’ NON HA SMENTITO…” (video intervista)

DONADONI E QUEI PROBLEMI IN ATTACCO: “BELFODIL, PALLADINO E BIABIANY POTEVANO FAR MEGLIO INDIVIDUALMENTE. AMAURI? E’ ANCORA LONTANO DA UNA CONDIZIONE OTTIMALE”

DONADONI E LA CASSANATA: “IN SETTIMANA SI ESPRIMERA’ MEGLIO LEONARDI. QUELLO CHE HANNO SCRITTO I GIOCATORI RISPECCHIA LA VERITA’”

CARPI-PARMA 1-1 (finale) – IACOBUCCI VANIFICA IL GOL DI AMAURI

CARPI-PARMA 0-0 (parziale primo tempo): I GIALLOBLU NON SEGNANO, MA SONO PENALIZZATI DA UN RIGORE NON CONCESSO PER UN “MANI” SU TRAVERSONE DI PALLADINO

IL TIFOSO UGO MAZZONI E IL CASO DELLA CASSANATA: “NON E’ CHE FANTANTONIO VUOLE ANDARE AL MILAN?” (video)

ANGELLA: “ANDARSELA A RIPRENDERE, DANDO VIA CASSANO, E’ UN CONTROSENSO: MA LUNEDI’ PROBABILMENTE LEONARDI INCONTRERA’ BOZZO, MANAGER DI FANTANTONIO”

CHI HA RIVELATO ALLA GAZZETTA DELLO SPORT LA “CASSANATA”? BIABIANY CINGUETTA: “SPIE NON CE NE SONO. SONO ALTRI CHE FANNO USCIRE QUESTE BUGIE QUANDO GLI CONVIENE”

FIOCCANO LE SMENTITE, MA LA ROSEA INSISTE: LA NOTIZIA DELLA CASSANATA E’ ORA LA PRINCIPALE DELLA HOME PAGE DI GAZZETTA.IT

CAROLINA RITWITTA ANCHE ALE LUCARELLI CHE SMENTISCE CATEGORICAMENTE LITIGI DI FANTANTONIO CON I COMPAGNI. NESSUNO, PERO’, CINGUETTA DI LEONARDI E DONADONI…

E LA MARCIALIS RITWITTA BIABIANY: “CASSANO NON HA LITIGATO CON NESSUN COMPAGNO DI SQUADRA”

PERCHE’ STUPIRSI DELLE CASSANATE DI CASSANO? LA SFURIATA DI GIOVEDI DI FANTANTONIO SVELATA DALLA GAZZETTA DELLO SPORT CHE SCRIVE: “ORA IL PARMA PUO’ FARLO FUORI”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

10 pensieri riguardo “CARPI-PARMA 1-1, IL VIDEO DELLA INTERVISTA DI DONADONI SUL CASO CASSANO E SULL’ULTIMA AMICHEVOLE E LA FOTOGALLERY AMATORIALE

  • 24 Agosto 2014 in 00:51
    Permalink

    Penso che una persona più in difficoltà di donadoni sulla vicenda cassano sia difficile trovarla. Non sapeva cond sviare. Sono proprio curioso di sentire le dichiarazioni di don Leonardi in settimana. .chissà quante cose avrà da dirci. Questa si è una notizia!

    • 24 Agosto 2014 in 00:59
      Permalink

      Una sola considerazione: posto che come ha riferito Schianchi nella nostra intervista esclusiva dietro a questa storia possono esserci implicazioni di mercato, è giusto che Cassano possa esser messo fuori rosa, o multato o venduto perché ha mancato di rispetto (così dicono) a Leonardi? Donadoni e i suoi compagni quante ne hanno mandate giù e magari lo stesso Leonardi li invitava a pazientare… Però prima di aggiungere altro aspetto di avere ulteriori dettagli in mano. In effetti nel rispondere su Cassano, Donadoni era un po’ in imbarazzo… Probabilmente in cuor suo sa che una cassanata all’anno la si può anche perdonare per il bene comune, suo soprattutto, visto che l’allenatore è il primo a pagare quando le cose non vanno…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 24 Agosto 2014 in 08:31
    Permalink

    Oggi la gdp parla solo di un battibecco con donadoni senza far nessun riferimento a litigate con Leo. .in poche parole caso smontato così come l ipotetico incontro fra Leo e Bozzo.

    • 24 Agosto 2014 in 09:55
      Permalink

      Egregio Gio,

      ma tu non eri di Torino? No, dico, perché capisco chi è di Parma e dice: “lo ha scritto la Gazzetta” e allora diventa vangelo e verità rivelata, ma uno che è di Torino…

      E poi, dico io: perché dovrebbe avere più credibilità la Gazzetta di Parma rispetto alla Gazzetta dello Sport? Cosa cambia? Era forse presente il cronista della Gazzetta di Parma durante il fattaccio? Non mi risulta, visto il “buco” gigantesco che gli ha dato la Gazzetta dello Sport! Mi risulta anzi che l’autore dell’articolo di oggi fosse in ferie nel giorno del fattaccio.

      Perché la Gazzetta di Parma abbia titolato solo sul presunto litigio con Donadoni non mi è dato a sapere, però, forse, serviva a limitare un po’ i danni per non esser stata sul pezzo sull’argomento del giorno, o per averlo taciuto ieri.

      Che il litigio fosse anche con Leonardi ce lo ha confermato “Cittadella Crociata”, al secolo Gianluca Camorani, il quale ieri, intervenuto nel nostro spazio commenti, lui che giovedì era a Collecchio e che si professa un “governativo” (cioè un “leonardiano”) ha sottolineato pubblicamente che lo scontro principale è stato con il Plenipotenziario. E se vogliamo la differenza principale rispetto al solito (come scrive la Gazzetta di Parma di oggi atteggiamenti del genere Cassano ne ha spesso in allenamento con Donadoni e C.) è appunto che stavolta lo scontro è stato con Leonardi, di qui la “gravità” della cosa. (A parte che ribadisco: se Donadoni & C. hanno sempre sopportato Cassano senza problemi, anche perché hanno imparato a conoscerlo e a convincerci, perché deve venire giù il mondo per la lesa maestà a Leonardi?).

      Comunque che la Gazzetta di Parma o taccia o ometta parzialmente cose essenziali o le “addometischi” quando parla del Parma Calcio mi pare abbastanza acclarato: ad esempio se uno analizza la vicenda della lettera del Tas a Teleducato e vede come hanno trattato l’argomento, si evincerà che della famosa regola 37 cui il Parma avrebbe potuto adire non hanno scritto una riga. Quindi che adesso neghino il litigio Leonardi-Cassano non fa testo (anche se io ste cose, sarò de coccio, ma non le capisco).

      E poi non è lei a dire sempre: aspettiamo la fine a giudicare? Ebbene, stavolta glielo dico io: aspettiamo la fine della telenovela e forse le cose saranno più chiare.

      Tra l’altro nel pezzo della GdP si fa capziosamente riferimento ai tweet di Biabiany e Lucarelli (ritwittati dalla Marcialis) come se smentissero in toto i litigi, quando invece (come correttamente ha valutato anche TMW) i gioatori hanno smentito litigi con loro. Ma non con Donadoni e Leonardi. E ieri, interrogato dal sottoscritto, Donadoni sul tema è parso piuttosto in imbarazzo, ma di fatto confermando che qualcosa c’è stato e scocciato perché questa cosa è uscita dal segreto delle stanze di Collecchio. E chi sarà mai stato a parlare? Poi si riguardi il passaggio della mia intervista a Schianchi che dice: “la società non poteva smentire una cosa realmente accaduta”: quindi non capisco perché le sue parole debbano valere meno di quelle dell’articolista del giorno dopo della GdP…

      Sul discorso incontro con Bozzo la GdP dice che la cosa non trova conferme, non che non ci sarà. E comunque lo scriva ad Angella, mica a me. Io non ho scritto che ci sarà quell’incontro, appunto perché sono abituato a scrivere notizie di cui ho la certezza. Ma anche qui aspettiamo gli sviluppi: siamo solo all’inizio della manovra.

      Saluti

      Gmajo

  • 24 Agosto 2014 in 09:53
    Permalink

    se c’ero il gli chiedevo se si vuol presentare a cesena con cla squedra chi,visto che ci cala una settimana e pare che jorquera l’ha visto bene per esempio

  • 24 Agosto 2014 in 12:17
    Permalink

    Sinceramente mi trovo a condividere il pensiero del centrocampista sampdoriano Angelo Palombo che, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha parlato, tra le altre cose, del talento sprecato da alcuni giocatori come Antonio Cassano: “Certi giocatori dovrebbero essere gestiti in un modo diverso. Credo che ogni gruppo accetterebbe trattamenti particolari per quelli che ti fanno vincere le partite”. E fra l’altro mi sembra il medesimo pensiero espresso dal giornalista Schianchi, se non sbaglio…

  • 24 Agosto 2014 in 17:11
    Permalink

    si ma in campo devi almeno camminare

  • 24 Agosto 2014 in 18:58
    Permalink

    Mi stavo chiedendo il motivo per cui nessuna emittente televisiva locale, ma potrei anche sbagliarmi, ha trasmesso qualcuna delle partite amchevoli fin qui disputate dal Parma. Che ci sia del denaro da pagare a qualche società che ne detiene i diritti? Ma allora il canale di Parma Channel che ci sta a fare? Boh!

    • 24 Agosto 2014 in 20:32
      Permalink

      Salve Enzo,

      fino a qualche anno fa le amichevoli estive erano (almeno quelle…) prerogativa delle tv locali cui il Parma Calcio di fatto regalava (magari in cambio di spot pubblicitari sulal campagna abbonamenti) il diritto (per quelle da lei organizzate) di trasmetterle ed era un modo, come dire, di penetrare nel territorio, di essere vicini alla comunità, cercando di creare interesse per la nuova squadra del cuore. Ricordo, ad esempio, durante il mio mandato di capo ufficio stampa, che addirittura c’era stata la trasmissione in diretta da Folgaria di alcune partite sul canale di E Tv Parma, l’unica del territorio dotata di Fly (collegamento via satellite). Poi i tempi sono cambiati: il Parma, teoricamente, ha un proprio canale televisivo (613 DDT) che in epoca di spending review a me pare un vero spreco e non una risorsa (se è free comporta solo spese e non credo che sarebbero in tanti ad abbonarsi se fosse a pagamento, dal momento che è diffuso in ambito locale e i numeri di riferimento non sono da squadra metropolitana), che non so se abbia diffuso o meno almeno le sintesi delle partite. A Collecchio, per i primi test, avevo visto la troupe che filmava le telecronache di Bertelli, poi, invece, nelle ultime due trasferte non mi pare di aver visto operatori del canale tematico, tanto è vero che non sono state filmate neppure le conferenze di Donadoni a Carpi o Mauri e Cassani a Varese. Probabilmente sarà per la turnazione. Ma al di là dei canali tematici, non sarebbe stato male, come si faceva una volta, almeno per le partite di cui il club ha i diritti, metterli a disposizione delle tv private gratuitamente: a parte che loro stesse per produrle avrebbero non pochi problemi dacché la mannaia della riduzione dei costi è caduta inesorabile (eh sì perché si preferisce spendere in super manager che taglino i costi, anziché tagliare i supermanager e offrire prodotti di qualità…) anche nelle tv più abbienti, immaginarsi in quelle che stanno su col fil di ferro…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 24 Agosto 2014 in 21:24
    Permalink

    ci va male come a san violino

I commenti sono chiusi.