domenica, Giugno 16, 2024
Fotogallery Amatoriale

IL BACKSTAGE DEL FOTOSERVIZIO ESCLUSIVO DI STADIOTARDINI.IT AL RIVER CON ROSY MAGGIULLI CHE VESTE LE NUOVE MAGLIE DEL PARMA – Fotogallery amatoriale

image(gmajo) – Che io sia un po’ de coccio è ormai piuttosto notorio: e così, incurante dei buoni consigli di chi mi dice che così facendo rischierei di rovinare tutto quello di buono che è stato fatto prima (alias i due servizi “professionali” del fotografo Luigi Vetrucci che ha immortalato – in esclusiva per StadioTardini.it Rosy Maggiulli vestita con le nuove maglie del Parma, la crociata e la blu), ho deciso lo stesso di proporre una delle nostre celebri fotogallery amatoriali imagecon il backstage dalla Piscina River, location del servizio. Pur conscio che il confronto con gli scatti di Vetrucci sia ampiamente impietoso, credo che anche questa produzione artigianale possa lo stesso risultare simpatica e in linea con quel tipo di linguaggio delle immagini sfocate, di traverso, (no, non dal buco della serratura, cosa pensate?) senza alcuna tecnica di base, che caratterizzano i nostri soliti album di famiglia.

rosy crociata gazzetta di parma 03 08 2014 articoloColgo l’occasione per ringraziare i vari organi di informazione che nelle ultime ore hanno ripreso, citandoci, le foto di Rosy Crociata e Rosy in blu, inclusa la versione cartacea della Gazzetta di Parma di oggi, che ha inserito quattro scatti nella pagina sportiva sotto la corrispondenza da Avellino del Memorial Taccone di ieri sera e che già ieri aveva postato sulla versione on line alcuni fotogrammi subito balzati in vetta alla hit parade delle gallery più cliccate.

imageSi chiude qui, dunque, la trilogia di StadioTardini.it dedicata a Rosy e alle nuove casacche del Parma: l’idea di valorizzarle grazie alla ex gieffina mi era nata dopo averla vista come “bagnante” al River nei giorni in cui era stata annunciata la presentazione ufficiale da parte del Parma a Collecchio. Proprio al Direzionale avevo avuto modo di incrociare la stessa Rosy il 21 novembre scorso, ospite della 23^ Festa Gialloblù del Parma Club Traversetolo dell’ottimo Paolo Benecchi, quando aveva posato con alcuni calciatori, tra cui Massimo Gobbi, ed altri. Da simpatizzante del Parma Calcio – lei è pugliese di nascita, ma da anni rosy maggiulli in posa con la maglia blu del parma 2014 15 per il fotografo Luigi Vetrucci foto amatoriale di stadiotardini it risiede a Fidenza – Rosy ha accettato con entusiasmo la proposta di StadioTardini.it, prestandosi amichevolmente come modella, così come un grazie va al bravissimo fotografo Luigi Vetrucci, suo professionista di fiducia, che ha saputo così bene immortalarla con i colori della nostra squadra del cuore.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

ESCLUSIVA STADIOTARDINI.IT– ROSY MAGGIULLI INDOSSA LA NUOVA MAGLIA BLU DEL PARMA SU UNA MACCHINA D’EPOCA SPORTIVA – Fotoservizio di Luigi Vetrucci

ESCLUSIVA STADIOTARDINI.IT– AL RIVER ABBIAMO VESTITO ROSY MAGGIULLI CON LA NUOVA MAGLIA CROCIATA – Fotoservizio di Luigi Vetrucci

ROSY MAGGIULLI A COLLECCHIO, OSPITE DEL PARMA CLUB TRAVERSETOLO – Fotogallery amatoriale della 23^ Festa Gialloblù

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

10 pensieri riguardo “IL BACKSTAGE DEL FOTOSERVIZIO ESCLUSIVO DI STADIOTARDINI.IT AL RIVER CON ROSY MAGGIULLI CHE VESTE LE NUOVE MAGLIE DEL PARMA – Fotogallery amatoriale

  • backstage migliore delle foto ufficiali, bravo Majo ne vogliamo altri così!

    • Beh, migliori delle foto ufficiali mi pare un po’ esagerato… Anche se avendovi abituato all’amatoriale vi ho rovinato il gusto…

  • Marcello dimissionario

    Majo non sarà un gran fotografo ma sa cosa fotografare…

    • Se è per quello il fotografo luigi vetrucci sa ancor meglio di me cosa fotografare… mi piangeva il cuore non pubblicare alcuni suoi scatti, però ho voluto non eccedere. Del resto anche con le amatoriali sono stato un severo censore applicando lo stesso metro…

      • Marcello dimissionario

        Secondo me invece dietro al fatto ke non vengano pubblicate certe foto ci sono i tifosi del TORINO, per guardarsele loro, anke se al River ci arriviamo prima noi perchè è in provincia di Parma. Secondo me è ingiusto e centra anche il PALAZZO. Poi intorno alla piscina ho visto ke ci sono degli alberi… quindi magari degli ABETI, che guarda caso…. è il plurale di ABETE. Saranno mica tutte coincidenze eeeee?

  • Beh, come impatto emotivo le amatoriali battono le professionali come quasi sempre accade! La 79 e 88 sono da cardiopalmo.

  • Mi scuso in anticipo per il fuoripista.

    Da oggi il prezzo della Gazzetta dello Sport è aumentato di altri 10 centesimi: da 1,30 è passato a 1,40. Ma fosse questo l’unica nota stonata della rosea in edicola oggi. C’è anche altro materiale sul quale val la pena di riflettere. I giornalisti del quotidiano di via Solferino hanno fatto il CHECK UP alla Serie A. Ebbene, ho scoperto che la Serie A si compone di sole sei squadre, per la precisione: Milan, Inter, Juventus, Roma, Fiorentina e Napoli, dal momento che alle altre sette – che a questo punto mi vien da pensare che abbiano la peste – è stato dedicato il solito pentolone di notizie più o meno fondate. Mi sarei aspettato una pagina per ognuna delle 20 partecipanti, ma tant’è…

    Questione Tavecchio: io sono contrario alla sua elezione a presidente federale non per via di quella frase di cui ormai è stato già detto tutto, ma perché è un personaggio i cui programmi e le cui idee trovo che siano poco funzionali allo sviluppo del nostro calcio. Eppure la Gazzetta, dal giorno successivo all’uscita sulle banane, non perde occasione per immergerlo due o tre volte al giorno nella merda e ritirarlo su urlando a tutta voce che dovrebbe chiamarsi fuori dalla corsa alla presidenza. Per carità, che quella frase sia una frase infelice, non lo metto in dubbio. Però, al netto dei morti da stadio, che naturalmente non possono finire che in prima pagina, vorrei che i rosei mi spiegassero perché non stigmatizzano con altrettanta violenza e aggressività gli accoltellati da stadio, per esempio. E specialmente quelli “fatti” da alcune calorosissime piazze in occasione di incontri di Europa League e Champions, vittime tifosi del Liverpool, Steaua e Galatasaray, solo per citarne alcune. Per capirci, spesso quelli della rosea riducono a trafiletto fatti di una violenza inaudita, mentre strillano in prima striscioni inneggianti a questo o a quel vulcano e frasi che, sì, sanno di razzismo, ma che restano pur sempre parole…mica coltellate. Insomma, trovo che la rosea negli ultimi tempi non sia il regno della coerenza. Se chiudesse i battenti per un po’, non sarebbe male (dal mio punto di vista).

    • Bel fuoripista, che avrebbe meritato la dignità di un pezzo da Columnist: ma proprio, questa, è una partita persa…

    • Appresa la notizia ho comprato stadio

  • Caro Direttore, forse non sai (o non ti sei ancora reso conto) che sono molto più seguito (e insultato) come semplice commentatore che come Columnist…pardon, Kolumnist.

I commenti sono chiusi.