domenica, Giugno 16, 2024
News

SU FACEBOOK IL COMMIATO DI MARCHIONNI AL PARMA

image(gmajo) – C’è modo e modo di utilizzare i social network: se nottetempo abbiamo documentato un Massimo Barbuti al vetriolo su Facebook  con la società – rea di non averlo ascoltato quando, temporibus illis, le aveva suggerito di acquistare Simone Zaza – stasera, con piacere, trascriviamo le parole di commiato alla comunità crociata (ma prima ancora a presidente, foto (3)dirigenti, tecnici e compagni e pure allo sponsor Folletto) di Marco “Marchino” Marchionni, ceduto due settimana fa alla Sampdoria dopo il positivo biennio trascorso al Parma, ove era tornato dopo la precedente esperienza di oltre dieci anni fa. Proprio ripensando alla lunga militanza, e al fatto che fosse un calciatore simbolo di questo club, dopo il suo repentino trasferimento, noi di stadiotardini.it avevamo auspicato un suo saluto a questo ambiente, con qualche espressione di riconoscenza che ci pareva doverosa. Ebbene: siamo stati accontentati. Egli, appunto, ha affidato al più popolare dei social network il proprio pensiero, dopo esser tornato in visita a “Collecchiello” pochi giorni fa.

“Ho sempre preferito I fatti alle parole, ma ci tengo a salutare squadra, tifosi e Società.
A volte le svolte sono necessarie per la carriera di un calciatore e questo mi ha portato ad una nuova tappa nella Mia vita professionale.
Ho giocato in diverse città e Società tutte esperienze che mi hanno arricchito, ma posso dire che nessuna ad oggi lo ha
fatto come Voi.
Voglio dire grazie a chi è stato, e ad oggi è per me, Presidente Tommaso Ghirardi e alla sua famiglia.
Grazie all’AD Pietro Leonardi Che ha contribuito a farmi crescere come uomo e professionista.
Grazie alla società, dalla dirigenza, ai tecnici.
Grazie allo staff medico e sportivo, insostituibile supporto pratico e psicologico nella vita di un calciatore.
Un grazie speciale va anche allo Sponsor Folletto, nella persona di Patrizio Barsotti, che in questi anni è sempre stato disponibile e presente per me e la mia famiglia sia come uomo che come professionista.
Grazie ai miei compagni, quelli storici, ma anche quelli più recenti.
Con un pensiero in più per quei colleghi, amici veri con cui ho condiviso gioie che portero’ con me.
E grazie a tutti voi Tifosi
Quando ci rincontreremo sarò un avversario leale.
Nel mio modo di essere, di fare ho sempre cercato di dare ciò che avevo dentro, in termini di forza fisica e mentale e questo anche grazie a voi.
Un abbraccio e buon campionato!”

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

L’ITALIA DI CONTE VINCE IN NORVEGIA, SEGNA ZAZA E BARBUTI SI SFOGA SU FACEBOOK: “DUE ANNI FA AVEVO FATTO UNA RELAZIONE SU DI LUI PER IL PARMA, MA NON MI HANNO CAG…”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “SU FACEBOOK IL COMMIATO DI MARCHIONNI AL PARMA

  • Alfredo

    Bravo Marchino

I commenti sono chiusi.