AMARCORD STRAORDINARIO / CRESPO RITROVA CHIESA (DA AVVERSARIO) E LA SUA PRIMAVERA, FINALMENTE, PUO’ BRINDARE AL PRIMO SUCCESSO

Chiesa crespo 3(Alessandro Dondi) – Un tuffo nel passato questo pomeriggio sul campo del settore giovanile del centro sportivo di Collecchio, il Re degli Amarcord: la sfida tra le formazioni primavera di Parma e Sampdoria, Crespo contro Chiesa, due leggende della Parma calcistica sono tornate ad incrociarsi da vicino dopo avere fatto faville per tre stagioni sotto la guida di Ancelotti prima e Malesani poi. Crespo e Chiesa, i gemelli del goal – 139 reti in due – capaci di portare il Parma prima in Champions chiesa 3League e poi a conquistarsi le celebri tre coppe in cento giorni, quegli stessi trofei che ancora oggi fanno bella mostra di sé sul sobrio ma blasonato torpedone del club. Sarebbe presuntuoso voler sintetizzare in poche righe la bellissima favola di questa eccezionale coppia goal – una delle migliori in assoluto sul panorama europeo – personalmente ricordo con grande ammirazione la prova di Enrico ed Hernan nella gara di Coppa Uefa quando ubriacarono letteralmente la difesa del Bordeaux, segnando una doppietta a testa nel 6-0 rifilato alla formazione transalpina. Una prestazione senza pari, un eccellente mix di tecnica, tattica ed agonismo, un chiesa crociatoParma stellare quello di Malesani, che poteva appunto contare su una coppia d’attacco fatta di due grandi uomini prima che di due campionissimi. Entrambi giunti a Parma nell’estate del 1996, quella della rivoluzione che abbiamo potuto ricordare alcune settimane fa in un nostro Amarcord, Enrico Chiesa arriva nel ducato dopo la straordinaria esperienza alla Sampdoria, in Liguria si è consacrato grazie alle 22 reti messe a segno nel campionato 1995/96. Riccardo Sogliano lo porta in gialloblù, dove in tre stagioni metterà a segno 45 reti, quasi sempre decisive, chiesa crespo 1divenendo anche il miglior marcatore della storia crociata nelle coppe europee con 16 goal. Nel 1999 Chiesa si trasferisce alla Fiorentina, dove va a comporre un’altra eccezionale coppia con Gabriel Omar Batistuta, dove resterà per tre stagioni segnando qualcosa come 42 reti. Poi sarà la volta della Lazio e del Siena, di cui indosserà anche la fascia di capitano, prima di chiudere la carriera nel Figline in Lega Pro con un bottino complessivo di 197 reti tra i professionisti. Si tratta probabilmente dell’attaccante più completo ad avere mai vestito la maglia del Parma, definito da Gigi Riva in persona come il suo erede: “Chiesa mi somiglia nella velocità dell’esecuzione e nella potenza del tiro. È un giocatore completo. C’è una cosa che mi piace di lui: è chiesa 2un introverso, come lo ero io. Parla poco, ma ha le idee chiare.” Personaggio che assieme a Crespo ha fatto la storia del Parma, consentendo alla squadra crociata, ai tempi vestita di gialloblù, di conquistare per la seconda volta Coppa Uefa – ultimo successo per un’italiana – e Coppa Italia oltre alla prima Supercoppa Italiana. Nella sfida andata in scena questo pomeriggio a prevalere è stato il Parma di Crespo, vittorioso per 2-1 grazie ai goal di Jeraldino e Nyantakyi, al termine di un incontro molto combattuto. Ci voleva proprio la sfida all’ex compagno di tanti successi, per regalare a Valdanito il primo successo in campionato, caratterizzato fino ad chiesa migliazzioggi da un cammino piuttosto zoppicante. I due gemelli ora separati a fine partita hanno concesso insieme una intervista ad Alberto Rugolotto di Tv Parma, il quale voleva sapere chi dei due sarebbe arrivato per prima ad allenare in serie A, ma entrambi lo hanno bellamente dribblato. Una sintesi di un paio di minuti della amabile conversazione andrà in onda tra poco nel Tg Sport al termine del Tg Parma delle 19.30, mentre l’integrale sarà conservata per Bar Sport di lunedì sera. Alessandro Dondi (le foto di oggi da Collecchio sono tratte dai social ufficiali del Parma FC).

LE PRECEDENTI PUNTATE DI AMARCORD DI ALESSANDRO DONDI

1. CARLO ANDREA BOCCHIALINI, PARMIGIANO DI NASCITA E PRODOTTO DELLA CANTERA GIALLOBLU’ CROCIATA (04.07.2014)

2. I TORTI DI CASA NOSTRA: PARMA-BARI 3-0, LA NEBBIA E L’ARBITRO PEZZELLA… (11.07.2014)

3. L’INDIGESTO BISCOTTO DI PARMA-VERONA 1974/75 (18.07.2014)

4. HARRY BARBIERI: LA DURA VITA DA “TIFOSO STRAJE” NEGLI ANNI 60 E QUEL LAZIO-PARMA 0-1 CON GOL DELL’INFORTUNATO CORRADI SU RILANCIO DEL PORTIERE RECCHIA (25.07.2014)

5. GISO TOSCANI, UNA VITA DI SACRIFICIO E DEDIZIONE FORGIATA DALLA GUERRA (01.08.2014)

6. LE INDELEBILI ORME DI ARRIGO SACCHI (08.08.2014)

7. I DIFFICILI ANNI ’60: QUEI DERBY COL SAN SECONDO, LA PARMENSE E LA VITTORIA DI VAREDO… (15.08.2014)

7 bis. AMARCORD (STRAORDINARIO): 18 AGOSTO 1987, QUANDO IL PARMA DI ZEMAN BATTE’ IL REAL MADRID (18.08.2014)

8. QUANDO COSTACURTA AZZOPPO’ IMPALLOMENI… (22.08.2014)

8 bis. SOTIRIS NINIS E’ GIA UN AMARCORD… (23.08.2014)

9. IL PORTIERE POLIGLOTTA ANDREA GUATELLI, CRESCIUTO NEL VIVAIO CROCIATO, SOGNA DI POTER TORNARE A VESTIRE LA MAGLIA DEL PARMA (29.08.2014)

9.bis AMARCORD STRAORDINARIO (E A RICHIESTA): A PROPOSITO DI ARLIA, ECCO A VOI MARLIA… (31.08.2014)

10. VITALI, VITALI, PER SEMPRE VITALI… (05.09.2014)

11. LA FUGACE MA SIGNIFICATIVA ESPERIENZA GIALLOBLU’ DI SUPERPIPPO INZAGHI (12.09.2014)

12. MICHELE UVA E LA RIVOLUZIONE DEL DOPO SCALA (19.09.2014

13. SILVANO FLABOREA, MAESTRO DEL TALENT SCOUTING E TUTOR DI GEDEONE CARMIGNANI (26.09.2014)

14. QUEL GOL LAMPO DI SORCE CHE NEL ’91 FRUTTO’ LA VITTORIA DEL PARMA DI SCALA SUL GENOA DI BAGNOLI (03.10.2014)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.