domenica, Giugno 23, 2024
In EvidenzaNews

ANCHE JORQUERA E’ TRA I DIFFERENZIATI: PERCHE’? BOH

(gmajo) – Anche il bollettino odierno del Parma F.C., dopo la seduta di allenamento pomeridiana,  non è certo stato redatto da Gorbaciov: visto che poco prima l’unica vedetta informativa a Collecchio – Nicolò Fabris, di Parma Fanzine – aveva già informato la comunità crociata che “in campo non c’erano Jorquera, Costa, Pozzi e Palladino”, l’estensore non ha potuto esimersi dal riferire che “Cristobal Jorquera, Andrea Costa, Raffaele Palladino e Nicola Pozzi hanno svolto un lavoro differenziato in palestra”. Orbene: io, adesso, prendo spunto dal cileno, poiché è l’ultimo in ordine di tempo ad finire in infermeria – e di quel poker, sinceramente, è quello che di più mi preoccupa in vista di una eventuale assenza (al momento, a mio giudizio, è preferibile a Lodi in cabina di regia) – ma, di grazia, si potrà mai informare la nostra gente, del perché uno lavora in modo differenziato? Perché da una sindrome influenzale, o un affaticamento al polpaccio, a una aritmia ce ne passa: patologie che, ovviamente, ho scelto a caso non avendo la minima idea del perché Jorquera oggi fosse in palestra, sempre fosse in palestra, e non sul campo. La stessa curiosità, tuttavia, vale anche per Raffaele Palladino: non che il tifoso crociato medio sia particolarmente preoccupato delle sue condizioni, dal momento che in questi anni l’eccezione era quando era disponibile e non viceversa, però non mi pare sia mai stato spiegato ai commoventi tifosi perché è finito ai box. Lo stesso dicasi per Nicola Pozzi, che era tronato tempo fa tra i disponibili, salvo poi, di nuovo, sparire nel nulla, creando quello che qualche nostro lettore definisce un grande mistero. Quindi cos’ha Jorquera? “Boh” direi che sia la risposta migliore. Magari non è neppure infortunato, solo che magari, sfruttando la sosta, Donadoni ha programmato di non farlo troppo affaticare, così come contro lo Shakhtar Donetsk, la scorsa settimana, aveva fatto riposare un po’ tutti i senatori, anche se nelle interviste a seguire aveva parlato di acciacchi… Con maggiore trasparenza, fcparma.com, riferisce che “Soufiane Bidaoui ha cominciato il suo percorso riabilitativo post operatorio, mentre Mattia Cassani e Gabriel Paletta hanno proseguito i propri”. Quei curiosoni dei supporters, magari, vorrebbero pure sapere i tempi di recupero: io, però, in questo caso li invito alla calma perché dopo gli interventi chirurgici non bisogna mai avere fretta. “Alla seduta non ha partecipato l’infortunato Jonathan Biabiany ed erano assenti Afriyie Acquah e Ishak Belfodil, stasera impegnati rispettivamente con Ghana e Algeria negli spareggi per l’accesso alla fase finale della Coppa d’Africa 2015”. Ottimo e abbondante: per “domani, giovedì 16 ottobre, è prevista una sessione pomeridiana (ore 15) a porte chiuse”. Circa quella odierna, di sessioni, invece, questo è quanto dispensa la comunicazione ufficiale: “L’avvicinamento alla sfida di Serie A Tim 2014-2015 in programma domenica a Bergamo contro l’Atalanta, per il Parma Fc oggi pomeriggio al Centro Sportivo di Collecchio è consistito in esercitazioni tecnico-tattiche per reparti e di squadra, con una imagepartita finale in famiglia”. Per meglio conoscere in cosa siano consistite queste esercitazioni attingiamo ancora al lavoro di Parma Fanzine (fornitore anche della foto a corredo), che, facendo un po’ fatica, ha scorto alla lontana delle nuove prove tecniche di 3-5-2 (alla faccia di Paolo Grossi che, non avesse già dubbi abbastanza, imagetramite il suo pezzo odierno sulla GdP aveva cercato di far riflettere l’allenatore su questo cambio di strategia proprio con l’Atalanta che a propria volta potrebbe convertirsi, per necessità o per convinzione, al 4-3-3): “Abbiamo raccolto ulteriori indizi riguardo questo possibile cambio di veste tattica. La squadra infatti si è spostata sul campo sintetico, a circa 500 metri dalla terrazza aperta ai tifosi, per provare alcuni movimenti difensivi. Ad indossare la pettorina sono stati in 5, presumibilmente tre centrali e due terzini, che si sono limitati a difendere la porta dagli attacchi dei “blu”. Proprio quest’ultimo particolare, ovvero il fatto che gli arancioni non abbiano mai fatto possesso palla ma si siano limitati a perfezionare i movimenti tattici ci fanno capire come proprio lì, a distanza da occhi indiscreti (ma noi facciamo quello che possiamo) Donadoni abbia forse voluto provare la fase difensiva di questo sempre più probabile 3-5-2”. L’attento Fabris, poi, ha anche aggiunto: “C’è però un ulteriore indizio che conferma la nostra ipotesi: su un altro campo, molto più vicino alla nostra postazione, Cassano e Coda hanno provato con Bortolazzi degli scambi stretti e dei movimenti al limite dell’area. Una ricerca dunque della migliore intesa, visto che la probabilità che siano proprio loro due a formare l’attacco crociato è sempre maggiore”.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DONADONI SEMBRA ORMAI CONVINTO DI PASSARE AL 3-5-2 MA GROSSI GLI INSINUA UN DUBBIO: “E SE L’ATALANTA SCHIERA IL 4-3-3?”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

7 pensieri riguardo “ANCHE JORQUERA E’ TRA I DIFFERENZIATI: PERCHE’? BOH

  • Simone B.

    Comunque non penso avesse chances di giocare domenica… Se Acquah torna in buone condizioni dalla nazionale completerà il centrocampo con Lodi e Mauri…

  • francesco reggiani

    direttore..quanti misteri irrisolti

  • Sulla comunicazione infortuni non dico più nulla. Guardando al passato il differenziato di alcuni del mercoledì mi pare non significhi automaticamente infortunio ma una sorta di personalizzato (in palestra) per curare qualche acciacco, vedremo domani e soprattutto domenica. È una mia supposizione

    • Diciamo che di solito c’è la tendenza a dimenticarsi qualcuno negli elenchi, per cui se un differenziato viene dichiarato… Poi tutto è possibile, io stesso, nel pezzo, l’ho scritto…

    • Ok grazie, me lo ero perso “live” dal momento che stavo andando dallo stadio a calcio e calcio… Però ciò non toglie che non ci siano state comunicazioni ufficiali in merito.

      Cordialmente

      Gmajo

I commenti sono chiusi.