martedì, Maggio 21, 2024
Calcio & CalcioFotogallery AmatorialeIn EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

CALCIO & CALCIO / Il video integrale della nona puntata del talk show di Teleducato e la fotogallery amatoriale dal backstage

CALCIO & CALCIO / Il video integrale della nona puntata del talk show di Teleducato, web registrazione a cura di Alex Bocelli

LA FERRARI ONORA VERDI – video clip di Alex Bocelli

In piazzale San Francesco a Parma il 25 ottobre 2014 più di 20 Ferrari Testarossa fanno bella mostra di sé onorando le opere del ” Maestro” Giuseppe Verdi.
L’evento è stato organizzato dal ‘Club dei 27’ gruppo di appassionati verdiani che ha sede a Parma c/o Casa della Musica in
P.le San Francesco, 1.
www.clubdei27.com
info@clubdei27.com
…”Ci nutrimmo di lui come del pane.
Ci nutrimmo di Lui come dell’aria libera ed infinita…
Diede una voce alle speranze e ai lutti.
Pianse ed amò per tutti.”…
(G. D’Annunzio)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

10 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO / Il video integrale della nona puntata del talk show di Teleducato e la fotogallery amatoriale dal backstage

  • Chiedo: ma se questa squadra avesse ancora parolo cambierebbe qualcosa? Niente, i problemi sono dietro..cassani e paletta sono due leader lo volete capire o no?? Non c’è delio rossi o eddy reja o apolloni che ci può salvare

  • Leonardi e Donaadoni si dovevano dimettere e cosi’ poteva succedere che Ghirardi li avrebbe confermati avendo le mani legate. Ghirardi avrebbe visto la mossa da uomini dei “suoi soldati” ritrovando la fiducia smarrita….
    Bellissimo… altro che tomba o trapattoni a mai dire gol….

    • Io non so se la trascrizione proposta da Giova coincida alla lettera con quanto effettivamente da me pronunziato iersera a Calcio & Calcio, ma può darsi che nella foga della diretta .- peraltro interrotto da Angella, che è così maniaco dei tempi televisivi che non si accorge di quanto ne perde facendo smarrire il filo del discorso a chi sta cercando di veicolare dei concetti importanti – possa non essermi espresso correttamente e di questo me ne scuso. Il concetto, peraltro, lo avevo già anticipato nello spazio commenti di stadiotardini.it rispondendo a qualcuno. Il teorema sopra riportato, comunque sia, non è esatto ideologicamente nella conclusione, in quanto non è Ghirardi che avrebbe trovato la fiducia smarrita nei suoi soldati (che secondo quanto riportato da Giova sarebbero Ghirardi e Leonardi): a ritrovare la fiducia dei soldati (che sono i calciatori, nella mia metafora) sarebbero appunto gli ufficiali (Leonardi e Donadoni, cioè coloro che dimettendosi avrebbero compiuto un atto da uomini).
      Cordialmente
      Gmajo

  • filippo1968

    inutile pensare alla mentalità propositiva data al parma in questi anni…….se si retrocede sai cosa ci facciamo con quella??..un cazzo!!!e donadoni andrà a proporla da un altra parte e noi ? ci arabatteremo anaspando in b……se entro domenica non arriva qualche punto dovremo separarci da donadoni…..inutile pensare che possa arrivare un mediocre…l importante è che arrivi un motivatore salvare la categoria è troppo importante .

    • Signori miei, se la serie B fosse solo un declassamento sportivo, con la morte nel cuore uno potrebbe anche accettarla, facendo parte della legge dello sport, che prevede che ci sia chi vince e chi perde: il fatto gli è che specie ultimamente la perdita della categoria si traduce in un vero e proprio bagno di sangue di natura economica, per cui il problema non è tanto tornare a Frosinone o a Crotone o giocare il sabato, quanto la sopravvivenza stessa del club. Per cui la serie A e i suoi ricchi guadagni va tutelata il più possibile. E’ una questione di sopravvivenza.

      Cordialmente

      Gmajo

  • MA SALTA DONADONI SE PERDE DOMANI PAOLO

    • Facciamo una tregua fino a dopo la partita col Torino. Adesso non serve star qui a tirare fuori degli altri nomi.

      E poi Leonardi ha appena confermato senza riserve Donadoni (io se fossi in lui comincerei a preoccuparmi…)

  • IO LO SONO GIA PAOLO TU
    MA REIA POTTREBBERE IL GIUSTO O DELIO ROSSI CRESPO E APPOLONI NO POCA ESPERIENZA DUNQUE VADO, IN CONTRO TENDENZA AL TUO ARTICOLO CHE SUGGERIVA APPOLINI COME TECNICO. Ma io sabato ho visto mentamente svuotata, forse donadoni in estate si sentiva gia’ della lazio o del milan le colpe seno anche della presidena con un tira e molla che non mi piaciuto non stato coerente con se stesso per poi tornare a mercato finito una comica, lasciando solo il povero leonardi per tre mesi deludendo anche i tifosi non facendo mercato e oin debolendo la rosa, rispetto alla passata stagione tutti devo riflettere molto in societa’.
    questa la mia analisi sul momento del Parma

I commenti sono chiusi.