INADEMPIENZE CO.VI.SO.C.: DEFERITI IL PARMA, GHIRARDI, LEONARDI E IL PRESIDENTE DEL COLLEGIO SINDACALE BASTIANON

image(da www.figc.it) – A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., il Procuratore federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi, rappresentanti legali pro-tempore del Parma e la società stessa a titolo di responsabilità diretta e oggettiva.
Ghirardi e Leonardi sono stati deferiti “per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovute ai tesserati per le mensilità di novembre e dicembre  2013, nei termini stabiliti dalla normativa federale”   e “per non aver utilizzato per il pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di novembre e dicembre 2013 il bonifico bancario, sul conto corrente indicato in sede di ammissione al Campionato di competenza”.
Inoltre Leonardi e Mario Bastianon, presidente del Collegio Sindacale del Parma, sono stati deferiti “per aver prodotto alla Co.Vi.So.C. in data 17 febbraio 2014 la dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici”.

Per consultare il dispositivo clicca qui

IL DISPOSITIVO

Roma 30 ottobre 2014

Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale  Sezione Disciplinare:
I Sigg. GHIRARDI Tommaso e LEONARDI Pietro, rappresentanti legali pro-tempore della Società Parma F.C. S.p.A.;
per la violazione di cui all’art. 85, lettera A), paragrafo VII) delle N.O.I.F., in relazione all’art. 10, comma 3, del
C.G.S.:
per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli
emolumenti dovute ai tesserati per le mensilità di novembre e dicembre 2013, nei termini stabiliti dalla normativa
federale
e, per la violazione di cui all’art. 85, lettera A), paragrafo VI) delle N.O.I.F., in relazione all’art. 1 bis, comma 1,
del C.G.S.,
per non aver utilizzato per il pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di novembre e
dicembre 2013 il bonifico bancario, sul conto corrente indicato in sede di ammissione al Campionato di
competenza;
Il Sig. LEONARDI Pietro, legale rappresentante pro-tempore della Società Parma F.C. S.p.A. ed il Sig.
BASTIANON Mario, Presidente del Collegio Sindacale della Società Parma F.C. S.p.A.:
per la violazione degli artt. 1 bis, comma 1, del C.G.S. e 8, comma 1, del C.G.S.
per aver prodotto alla Co.Vi.So.C. in data 17 febbraio 2014 la dichiarazione attestante circostanze e dati contabili
non veridici;
la Società PARMA F.C. S.p.A.:
a titolo di responsabilità diretta ed oggettiva, ai sensi dell’art. 4, commi 1 e 2, del C.G.S., per le violazioni
disciplinari ascritte ai propri legali rappresentanti pro-tempore ed al Presidente del Collegio Sindacale.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DEFERIMENTO / LEONARDI IN UNA NOTA DEL PARMA: “ATTO DOVUTO E PREVEDIBILE. NON SI CREINO ALLARMISMI. SONO FIDUCIOSO: NON VI SARANNO ULTERIORI CONSEGUENZE NEGATIVE”

DEFERIMENTO / STASERA LEONARDI IN STUDIO A CALCIO & CALCIO PIU’ (TELEDUCATO, ORE 21): PER OGNI CAPO D’IMPUTAZIONE SI RISCHIA MINIMO UN PUNTO DI PENALIZZAZIONE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

52 pensieri riguardo “INADEMPIENZE CO.VI.SO.C.: DEFERITI IL PARMA, GHIRARDI, LEONARDI E IL PRESIDENTE DEL COLLEGIO SINDACALE BASTIANON

  • 30 Ottobre 2014 in 16:42
    Permalink

    Direttore, si rischiano punti di penalizzazione?

    • 30 Ottobre 2014 in 16:45
      Permalink

      Sto cercando di documentarmi al fine di dare una risposta precisa…

  • 30 Ottobre 2014 in 16:46
    Permalink

    si

  • 30 Ottobre 2014 in 16:47
    Permalink

    2 punti

  • 30 Ottobre 2014 in 16:47
    Permalink

    Grazie…posso esprimere un parere?
    E’ un parere un pò grossolano, se vuole anche poco “professionale” ma….a’gh n’ho do bali grosi c’mé ‘na cà ed Ghirèrdi e ‘d c’là societè chi ‘d pajàss…abasta!
    Inanelliamo figure di merda a ogni pié sospinto….che dò bali….

  • 30 Ottobre 2014 in 16:49
    Permalink

    La resa dei conti.I due cazzari ora cosa racconteranno?Rimangono pendenti l’inchiesta della GDF di Padova e i mancati pagamenti a favore dei club che hanno cresciuto Bajza ed Ampuero.Queste sono rogne con implicazioni sportive concrete.
    Il tempo e’ giudice sostanzialmente onesto.Sono curioso di ascoltare la proprietà’ sperando che non dica :”Cosi’ fan tutti,ce l’hanno con noi”.

  • 30 Ottobre 2014 in 16:52
    Permalink

    Io trovo grave questo passaggio “deferiti Leonardi e Mario Bastianon, presidente del collegio sindacale del Parma, sono stati deferiti “per aver prodotto alla Covisoc, in data 17 febbraio 2014 la dichiarazione attestante circostanze e dati contabili non veridici” …. cioè han dichiarato anche il falso?

  • 30 Ottobre 2014 in 16:57
    Permalink

    Ma è sempre riferito alla licenza uefa, nulla di nuovo. Il deferimento era automatico………

    • 30 Ottobre 2014 in 17:53
      Permalink

      sì che tanto c’è la fila di imprenditori parmigiani

  • 30 Ottobre 2014 in 17:00
    Permalink

    Bhe ma che avessero anche dichiarato il falso…..questo no….

  • 30 Ottobre 2014 in 17:01
    Permalink

    Più che eventuali punti di penalizzazione mi preoccupa il resto.
    Sul sito del parma ancora nulla, staranno valutando di chi è il complotto

    • 30 Ottobre 2014 in 17:02
      Permalink

      Beh il fatto che la notizia sia uscita dopo la partita col Torino è un chiaro complotto…

      • 30 Ottobre 2014 in 17:05
        Permalink

        Comunque c’è da dire che il Torino c’è sempre in mezzo, volente o nolente….non sarà un complotto ma portano una sfiga che la metà basta (si fa per ridere….)

      • 30 Ottobre 2014 in 17:30
        Permalink

        Oltre che coprirci di ridicolo per i risultati sportivi , si è persa credibilità già da un po di tempo a questa parte. Mi sembra chiaro che la società (ma quale?) sia allo sbando.
        Lo avevo già espresso in altre occasioni e non mi stanco di ripeterlo: società molto carente dal punto di vista della gestione della comunicazione.
        In questo quadro penso che cambiare allenatore possa servire a poco anche se si rischia di arrivare alla sosta del 16 novembre con soli 3 punti.

        Christian

  • 30 Ottobre 2014 in 17:03
    Permalink

    Se ci tolgono dei punti potremmo finire il campionato con il segno meno davanti. Credo sarà un record imbattibile. Non è che ci premieranno magari con l’Europa League.
    Non ho più parole… e poi devo sentire quello che non da la mano a Cairo perchè è stato scorretto.
    Roba che neanche il presidente del Quebec (si lege Che bec)

  • 30 Ottobre 2014 in 17:04
    Permalink

    E poi anche questo… per la violazione di cui all’art. 85, lettera A), paragrafo VI) delle N.O.I.F., in relazione all’art. 1 bis, comma 1,
    del C.G.S.,
    per non aver utilizzato per il pagamento degli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di novembre e
    dicembre 2013 il bonifico bancario, sul conto corrente indicato in sede di ammissione al Campionato di
    competenza; …. si sarà una cazzata ma come fai a sbagliare una banalità del genere? Voglio dire…Io non sono tenuto a saperlo ma tu, società di calcio, lo saprai pure che se non usi il c/c dichiarato vieni deferito? O no? Se non lo sanno sono incompetenti…. comunque io credo di poter affermare che la gestione del Parma viene effettuata in un modo veramente molto molto molto approssimativo….scadenze non rispettate, conti correnti sbagliati….ma che roba è?

  • 30 Ottobre 2014 in 17:11
    Permalink

    Penso che i deferiti fossero già informati di tutto questo, non credo che lo siano venuti a sapere su internet…… Quindi non credo ci sia da preoccuparsi di eventuali penalizzazioni….

  • 30 Ottobre 2014 in 17:13
    Permalink

    sbagliare il conto su cui fare un bonifico è allucinante. Direttore ma oggettivamente siamo nelle mani di chi?

    • 30 Ottobre 2014 in 17:20
      Permalink

      no no è peggio…han ciccato il conto da cui è partito il bonifico….supponiamo che io abbia tre conti correnti e ne dichiari uno poi devo usare quello per tutti i pagamenti…ecco, loro ne hanno usato un altro….per me è paradossale nel senso che se sai com’è la regola, e devi saperlo se vuoi gestire una squadra di calcio, non puoi ciccarla….

      • 30 Ottobre 2014 in 17:31
        Permalink

        forse lo sapevano ma ne hanno usato un altro comunque

  • 30 Ottobre 2014 in 17:23
    Permalink

    Scusate ma che fosse stata pagata in ritardo tutti lo sapevamo o sbaglio? Penso che questo deferimento fosse obbligatorio, il parma ha fatto il ravvedimento del pagamento e quindi credo che sia finita con il non ottenimento dell’Europa League….

    • 30 Ottobre 2014 in 17:29
      Permalink

      ma hai letto i motivi dei deferimenti????? han dichiarato il falso, hanno fatto partire i bonifici da un conto corrente non dichiarato all’atto dell’iscrizione e non han comunicato di aver pagato l’irpef….

  • 30 Ottobre 2014 in 17:24
    Permalink

    Dai su…adesso sono sicuro che fra poco suonerà la sveglia e ci accorgeremo che è tutto solo un brutto sogno. Stasera si gioca in europa league e siamo a metà classifica con l obiettivo di andarcela a riprendere. È così vero?qualcuno faccia solare questa benedetta sveglia!!!!!

  • 30 Ottobre 2014 in 17:29
    Permalink

    Noo.. e perchè preoccuparsi? al massimo arriva la finanza domani mattina, cosa vuoi che sia in confronto e eventuali punti di penalizzazione..
    Dopo l’accusa aspettiamo la replica della società

  • 30 Ottobre 2014 in 17:30
    Permalink

    Certo che in Italia siamo dei fenomeni.
    Ma chissenefrega da che conto corrente è partito il bonifico, basta che abbiano pagato, no?
    La prossima volta chiederanno anche che si sia vestiti in doppio petto quando si paga?
    Ridicola questa parte!

    • 30 Ottobre 2014 in 20:08
      Permalink

      è lo stesso cazzo di motivo per cui non abbiamo ottenuto la licenza uefa,non abbiamo rispettato una regola!!…..c è una regola ? ..si….bene !…va rispettata,una volta che il regolamento è chiaro ci si lamenta secondo convenienza, siamo il paese dei “furbetti” noi e noi pretendiamo di farci le regole da soli……….il conto è quello …se lo sai perché devi rischiare di farlo su un conto non autorizzato?….perché evidentemente piace cercarsi del freddo per il letto,manteniamo almeno la dignità noi tifosi perchè il parma f c l ha già persa da un pezzo…..

      • 30 Ottobre 2014 in 20:15
        Permalink

        E’ la stessa identica storia della Licenza Uefa: la causa è sempre la stessa, ovvero il famoso mancato pagamento Irpef. Del resto il Parma a suo tempo si difendeva dicendo che non era stato sanzionato in campionato… E puntualmente è arrivato il deferimento…

    • 30 Ottobre 2014 in 17:49
      Permalink

      niente

  • 30 Ottobre 2014 in 17:34
    Permalink

    Gentile Majo, io aspetto di vedere la segnalazione fatta che esito avrà, e credo che da questo molto dipenderà il futuro di Ghirardi a Parma nel breve termine… La mamma non le manda a dire a Tommaso.
    Spero che non vi siano implicazioni sportive (leggasi pti di penalità) altrimenti sarebbe qualcosa di veramente agghiacciante.
    Per il resto credo per esprimere giudizi su figure di merda da parte di altri club o in giro per l’Italia direi che ben pochi possono parlare Juventini (tra agnelli e calciopoli hanno da sciacquarsi la bocca),interisti (passaporti,prescrizioni),milanisti (scommesse, Silvio) ,Napoli (neanche a parlarne), Fiorentina (Della valle gli amici del Luciano nazionale, e non è Battisti…)…etc
    Per me l personalmente la tragicità è un’altra….La verità è che il calcio è in mano a persone con moralità e fedine sportive ed a volte penali sporche come il bitume, e in mezzo a questa cozzaglia di persone ho sempre ritenuto il proprietario del Parma Fc una persona di caratura molto diversa, se vogliamo non acuto, ma almeno dal punto di vista morale e sportivo assolutamente inopinabile ed indiscutibile. Ma tutti i fatti che stanno succedendo mi stanno portando a rivalutare seriamente le mie idee su di lui…e questo mi sta deludendo moltissimo, perché lui forse ha sbagliato a prendere una società come il Parma perché poi non è stato in grado di mantenerla come dovrebbe, ha sbagliato acquisti e collaboratori, allenatori…ma mai avrei pensato che dovesse usare mezzucci squallidi per pagare o non pagare spese.
    Detto ciò sinceramente se è vero che siamo in un sistema di giustizia garantista, per cui Tommaso e Pietro sono innocenti fino (se ci sarà) alla condanna..
    Se però 3 indizi fanno una prova……

  • 30 Ottobre 2014 in 17:36
    Permalink

    ma basta parlare di queste cose, sono aspetti di cui si deve occupare la società che ha dipendenti preposti per questo. tutte le società hanno di questi problemi, certo che se ogni volta che esce qualcosa si tende ad amplificare la cosa allora ci martelliamo le palle da soli, magari a qualcuno piace o gode a trattare con maniacalità ossessivo compulsiva questa aspetti. SIAMO TIFOSI IL NOSTRO COMPITO è TIFARE, sennò fatevi una squadra vostra.

    • 30 Ottobre 2014 in 17:39
      Permalink

      piu’ che una pecora mi sembri una capra 🙂

      • 30 Ottobre 2014 in 17:40
        Permalink

        poi se permetti dal TIFO sono passato a tirare il COLERA

      • 30 Ottobre 2014 in 17:46
        Permalink

        e tu un caprone! 😀 vai a tifare reggiana e lascia lavorare leonardi..sempre a metter becco, ma a voi cosa cambia? sono soldi vostri? non vi hanno pagato lo stipendio?? il compito di un tifoso è sostenere la squadra SEMPRE e credere alla buona fede di chi amministra, se non credi alla buonafede smettila di seguire il calcio e datti alla bocciofila

        • 30 Ottobre 2014 in 17:54
          Permalink

          a tifare reggiana ci va tua mamma

        • 30 Ottobre 2014 in 18:12
          Permalink

          Purtroppo Pecora il calcio come lo intendi tu non c’è più, e calcio e finanza sono strettamente correlati sotto quella parola che si chiama Business.
          Il Calcio lo.fai con i soldi,non con tifosi sindaco,stadio etc….(City,Psg,Chelsea…etc) e i calciatori visto che sono professionisti vanno dove c’e il denaro…E se la mia squadra già ne ha pochi e poi di quei pochi sono male spesi o addirittura bruciati per errori amministrativi permetti che mi bruci il culo, e abbia una annessa delusione?
          Nessuno ha detto che non tiferemo più la squadra semplicemente si fanno considerazioni su eventi capitati riguardanti la società…che si riverseranno sull’aspetto sportivo 100%.
          Oltre a questo la credibilità di una persona che parla di morale, rispetto,civiltà risulta essere compromessa.
          Poi se tu sei tifoso vero io mi ricordo bene i cori (non proprio attestati di stima) rivolti ad Enrico Bondi, o a Guido Angielini….ed era una Curva intera a farli….

    • 30 Ottobre 2014 in 17:55
      Permalink

      Scusami, io rispetto il parere di tutti ma cosa sarebbe stato amplificato? c’è un provvedimento di deferimento motivato e pubblicato alla lettera da diversi organi di informazione..
      Noi dobbiamo tifare e lo facciamo ma dobbiamo rimanere anche sintonizzati sul pianeta terra, se succede un altro crack la squadra ce la dobbiamo fare davvero perchè il parma sparisce.
      Poi ognuno è libero di tenere la testa sotto la sabbia.
      Ora,come ho già detto, aspettiamo di conoscere la posizione del parma, non è giusto ragionare solo sull’accusa.
      Spero vivamente che chiariscano, magari con qualcosa di meglio della storia del prestito ai giocatori

  • 30 Ottobre 2014 in 17:37
    Permalink

    certo che da quando si è materializzato il nuovo socio, ce ne stanno capitando di ogni….e se provassimo con un esorcista? 🙂

    Comunque concordo pienamente con chi trova grave, anzi gravissimo, il fatto che Leo e il presidente del collegio sindacale, siano stati accusati (e condannati, quindi forse qualche prova c’era…) per falso!

    • 30 Ottobre 2014 in 18:02
      Permalink

      Accusati si, Condannati no. Bisogna aspettare il processo

  • 30 Ottobre 2014 in 17:39
    Permalink

    Mi scusi majo, io non mene intendo molto,in poche parole hanno commesso lo stesso errore per cui ci hanno tolto la licenza uefa.perche se è cosi come ha detto il presidente il calcio è un mondo di ladri e lui però è tra i primi

  • 30 Ottobre 2014 in 17:51
    Permalink

    Penso che solamente la Energy possa immettere liquidità per tirarci fuori da questa situazione

  • 30 Ottobre 2014 in 18:13
    Permalink

    Questo ciccione non ha una lira sarebbe meglio lasciasse subito il parma onde evitare ulteriori sputtanamenti

  • 30 Ottobre 2014 in 18:17
    Permalink

    ma dai cosa stai li a rispondere ad uno che ti dice lascia lavorare leonardi …sono soldi tuoi ?……..vai a tifare la reggiana….vai a giocare a bocce…….probabilmente col parma ci campa,spero che ti arrivi lo stipendio tutti i mesi ,anzi a te no

  • 30 Ottobre 2014 in 18:24
    Permalink

    Scusate, Squarcia ha già prodotto un articolo dove ringrazia il Prez?

    • 30 Ottobre 2014 in 18:33
      Permalink

      Non credo, sarà a pesca nei pressi di qualche fiume limaccioso…

      • 30 Ottobre 2014 in 18:55
        Permalink

        Luca, questa è veramente bella (“il fiume limaccioso ….”). A buon intenditor …!

  • 30 Ottobre 2014 in 19:04
    Permalink

    Io esprimo la più totale e servile (e me ne vanto!!!) solidarietà a GHIRARDI e LEONARDI. Andate, andate a striccare la mano al Kairo, che il giorno dopo vi arrivano quelle cose qui. E’ un caso?????????? secondo me no.
    Sui non veridici, voglio far presente che “in vino veritas”, ma se uno non beve aRcolici???? Dobbiamo costringerlo a bere xkè se no non è veridico????? Ci sono i non-veridici cm i non-veRgani, quelli ke non mangiano la carne. Poi ci sono Al Majo e il Mullah Dondi ke nn mangiano il gosino di Reggio xkè sono talebani. Se uno ha scelto di essere nonveridico secondo me va rispettato, o siete dei nonveridicofobici?????? Su la!
    Era facile (non facial, sia kiaro) leccare il culo al PRES st’estate. Ma adesso si vede ki gli vuole veramente BENE. E io gli voglio bene. E ce ne vorrebbe di gente così in società, mica come voi. Che se io avessi un sito mio, sarebbe molto più anofficial di quello del Bepi, dopo il tramonto di una iKea. Che io a Majo (e si sappia!!!!) gli darei il Veleno, di Baroni, ma già ciucciato!
    Inadempienza con coer-Enza!
    FORZA PARMA!

  • 30 Ottobre 2014 in 19:21
    Permalink

    La notizia più bella che il lettore medio di stadiotardini poteva augurarsi (assieme alla retrocessione)

    • 30 Ottobre 2014 in 19:23
      Permalink

      Luca adesso basta. Quindi da questo momento sei ufficialmente bannato dal momento che pur frequentando questo sito non perdi occasione per attaccarlo.

      E’ una pessima notizia per tutti noi.

      E ora vai pure a divertirti da altre parti.

  • 30 Ottobre 2014 in 20:49
    Permalink

    guarda penso ad un pistoiese parma degli anni 70 dove saremmo stati in quindici ,e lo compatisco

I commenti sono chiusi.