martedì, Febbraio 27, 2024
In EvidenzaNews

DIETRO AL “PACCO” AI MANFREDINIANI POTREBBE ESSERCI LA RICERCA DA PARTE DEL PLENIPOTENZIARIO DI RISORSE PER LA SCADENZA DI LUNEDI’ 17

(gmajo) – Un pacco a fin di bene. E nel caso potrebbe risultare un pacco dono ben accetto anche a chi è rimasto visibilmente deluso per la mancata partecipazione di Pietro Leonardi ieri sera all’incontro prefissato con i presidenti dei vari club aderenti al Centro di Coordinamento raccoltisi in gran numero (circa una cinquantina) nella sede di Via Minghetti. Secondo indiscrezioni raccolte da StadioTardini.it – ma, attenzione bene, non confermate dal diretto interessato che non abbiamo disturbato – la ragione per cui ha dato buca ai fedelissimi sarebbe da ricercarsi nel suo febbrile lavoro di ricerca di risorse per soddisfare, almeno in parte, alle inderogabili scadenze fissate per lunedì 17. C’è chi sostiene che egli possa aver bussato anche alla porta del Credito Sportivo, anche se razionalmente mi risulta difficile ipotizzare come l’istituto potrebbe venire incontro alle attuali stringenti necessità del Parma. In effetti, però, è stato lo stesso Leonardi a riferire al presidente del CCPC Angelo Manfredini che si era dovuto trattenere a Roma, disertando, così, l’assemblea del tifo organizzato (comunque radunatosi, poiché all’ordine del giorno c’erano anche le manifestazioni pro alluvionati e l’imminente Natale Gialloblù), anche se nella Capitale, di porte a cui bussare ce ne potrebbero esser diverse altre (tra l’altro a StadioTardini.it risulta che Leonardi si fosse trattenuto a Roma anche prima della gara con il Torino, probabilmente per le stesse identiche finalità probabilmente all’origine della bidonata di iersera). Oggi, StadioTardini.it, aveva chiesto via SMS ad Angelo Manfredini la disponibilità ad essere intervistato, ma il presidente del CCPC ha declinato l’invito essendo impegnato tutto il giorno. Sulla mancata partecipazione di Leonardi alla riunione di ieri mi ha scritto: “Non vedo niente di strano”, anche perché lo stesso Baffo si era prodigato a predicare (o a ricordare) ai suoi sottoposti che la riunione col Mega-direttore era già stata calendarizzata da mesi, indipendentemente dalla repentina fuga di notizie sul pessimo stato di salute dei conti economici crociati, e dalla batosta per 7-0. Ma va da sé che proprio questi ultimi accadimenti sarebbero stati l’oggetto del fuoco di fila dei presidenti aderenti al CCPC, rimasti non poco delusi per il mancato incontro chiarificatore (per quello che può chiarificare) col Leo. StadioTardini.it ne ha sentito più di uno, anche intanto che Simone Burani, leader dei Danè interveniva a Palla in Tribuna, senza nascondere il suo disappunto suo e di altri. Trascrivo solo la parte di conversazione che sono riuscito a sentire, essendomi sintonizzato alle 14,10, dunque da quando il primo ospite di Marco Balestrazzi era già collegato: “Chiarezza. Questo è quello che chiediamo, per questa situazione che nessuno si aspettava… Siamo in balìa di eventi e voci che girano e questo non mi sta bene personalmente… Se il cambio di società ci deve essere, ci sia, nelle condizioni giuste così; non possiamo andare avanti… Taci? Qatar? Sono come le voci di mercato d’estate: si parla di un sacco di giocatori poi quelli che arrivano sono altri… Io ti ripeto: l’importante è la chiarezza con la gente”. Balestrazzi ha ricordato il coro della Curva: “Nelle difficoltà…” e citato la marcia di accompagnamento della squadra dopo il crac Parmalat, osservando che “nelle difficoltà i tifosi del Parma sanno dare il meglio”. Burani ha annuito e mandato un messaggio neppure troppo cifrato a Ghirardi: “Noi ci siamo sempre stati e ci saremo sempre, anche se qualcuno ci ha chiesto dov’eravamo”. (Tom durante il faccia a faccia dai cancelli del Monumentale dopo la sconfitta col Sassuolo). “Se qualcuno pensa che siamo tifosi occasionali ha sbagliato persone. Noi ci siamo sempre: in A, in B, in C, sempre… Cambiano le dirigenze, le proprietà, i giocatori, gli allenatori, ma non i tifosi. Noi siamo sempre qua”. Ipotizziamo che ieri sera Leonardi abbia saltato la serata per trovar fondi, fatto sta che molti iersera, hanno rimarcato come, con questa assenza, il Plenipotenziario abbia perso ancora qualche punto agli occhi della gente. C’è chi ha mandato messaggi, piuttosto indignati, alla redazione di Calcio & Calcio: “Smobilitare mare e monti per poi tirare un pacco del genere”. Altri hanno scritto di “presa per il c. fuori dal normale”. Qualcuno ha ipotizzato che non sapesse cosa dire, che avesse finito gli argomenti, ma non credo che l’abilità oratoria manchi a uno come Leonardi. L’auspicio è che davvero fosse a Roma per cercare di salvare il salvabile.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

37 pensieri riguardo “DIETRO AL “PACCO” AI MANFREDINIANI POTREBBE ESSERCI LA RICERCA DA PARTE DEL PLENIPOTENZIARIO DI RISORSE PER LA SCADENZA DI LUNEDI’ 17

  • In effetti e’ quello che penso anch’io….a Roma alla ricerca di fondi o di finanziatori

  • Auguri…

  • Marcello che vorrebbe farsi assumere dal Parma x il Cento-uno-ario come direttore del marchettin (o qualsiasi altra cosa)

    A me se vengono anke i Qatarrosi mi va bene, basta ki spudacion miga partera. E neanke nel parterre.

  • io ho notizie diverse,ricordo che anche lui ha un paesello a cui tornare

  • Maurizio

    Vedrete che in qualche modo x le scadenze della prossima ci pensera’ Ghirardi. Cosi almeno la smetteremo per un po’ con tutte le bufale di Taci e Qatar. Tanto del 7-0 non se ne ricorda piu’ nessuno. Non credo proprio Majo che il Leo cercasse fondi
    × il Parma, piu’ probabile una nuova squadra x lui. Vedra che il Leo a Parma ha vita molto corta, x me non mangia il panettone

    • Intanto con il Parma ha un contratto che scade nel 2017, anzi nel 2019. E a Roma non ci sono squadre che siano interessate alle sue prestazioni.

      Bufale su Taci non so (secondo me le parti spifferano quello che loro fa comodo) ma sul Qatar, come le ho già detto, e non mi va di ripetermi oltre, le garantisco che la ipotesi è vera e reale e fondata. Questo non significa che vada in porto per i motivi che ho già spiegato ieri.

      Guardi che il 7-0 con la Juve rispetto al serio rischio di sparire e alla sputtanata nazionale di Ghirardi sulla rosea non è niente.

      Che Ghirardi provveda alle prossime scadenze – con gli attuali chiari di luna – mi pare una pia illusione: e se già arrivassero a coprire parte della spesa evitando uno dei due punti di penalizzazione secondo me sarebbe già un discreto risultato.

      Poi è liberissimo di credere alle fiabe o ai complotti come tanti quest’estate, quando il vostro povero Grillo Parlante cercava di farvi aprire gli occhi…

  • Direttore ma ora che ci diranno?Leonardi ha sempre detto che nn se ne sarebbe mai andato perché dopo che per anni ha preparato la tavola oggi poteva godersi i risultati…Ghirardi nell’intervista di presentazione di energy parlava che grazie a quest’accordo potevamo rivivere annate come quella del centenario…. Oggi siamo ad un passo dal fallimento….Ed io da Napoli pieno di ansia ha seguire trattative che forse non sono mai iniziate senza che la proprietà dia un minimo di spiegazioni

  • e’ da 7 anni che non ricordo passasse una settimana senza sentire nessuno della societa’

    ed in mezzo c’e’ il 7-0 di torino

    ma esiste ancora la societa’ parma fc ?

  • dal primo gennaio pare che ci chiameremo as parmense e faremo il derby con lo scanderbeg di taci 🙂

    • simone B.

      Il Leo era a Roma x lavoro…dormienti…
      Secondo voi con chi era???

      • con la rosy maggiulli a farsi fare lo scontrino

        • simone B.

          Seeeee magari la Maggiully…le un po’ pu brut…
          Assio ci risolleviamo…

          • Simone, basta fare il bambino. Te l’ho già scritto tre volta con le buone. La prossima volta ti banno per sempre. Chiaro=?

  • Maurizio

    Non sono certo io a credere alle fiabe e ai complotti, su questo sono sicuramente d’accordo con lei Direttore. Ne voglio difendere Ghirardi. Dico solo che da questa situazione solo Ghirardi ci puo’ mettere una pezza, altri se guarderanno bene . Lo so che e’ solo una speranza….. ma almeno non costa nientemeno

  • Taci e saltato x quelli del qatar mi auguro…chi sarebbe l mediatore italiano?baraldi?

    • No. Baraldi è uomo di fiducia di Zanetti. Il Re del Caffè non è interessato alla patata bollente.

  • Non ci sono Qatarioti. Taci o niente.

    • Taci ha negato ogni interesse (si guardi la puntata di Calcio & Calcio, anche se forse è solo “tattica”).

      I Qatarioti esistono, eccome. E quello glielo dico io.

      Ma lei chi è per poterlo dire? Ghirardi? Schinelli?

      Se vuole dare contributi intelligenti lo spazio è a sua disposizione: se deve scrivere cavolate vada pure altrove.

      Saluti

      Gmajo

      • maio che esistano i qatarioti e’ vero,infatti esiste uno stato che si chiama “quatar”, sariss mei “quater” tut con do badiledi ed merda 🙂

  • Crociato

    Ormai ho passato più tempo a parlare con lei negli ultimi giorni che con mia madre nell’ultima settimana… !! Se Majo dice che ci sono i qatarioti, è perchè lo sa per certo! Lo vedo troppo convinto su questa informaziome! E vi dico pure che conosce il mediatore! Il punto è che colui che ha smontato il giocattolo ( il mio presidente era e rimane Tanzi), sta facendo i capricci perchè vuole recuperare somme che non hanno logica! Speriamo che la mamma lo sgrida e gli dica di tornare a casa, così forse si arrende! Ma non lo capisce che i tifosi lo vogliono via da Parma? Ma perchè Manfredini non organizza una manifestazione pro cessione piuttosto che la solita sagra familiare ?

  • simone B.

    Se Majo facesse parlare quelli che sanno realmente le cose…..
    Ragazzi state tranquilli a gennaio si vende….al 95%…
    Pensate al campo….a ghe da vensor col ‘Empoli

  • Gabriele, pensi che i soci possano procedere con un’azione di responsabilità verso Leonardi quale amm. delegato se venissero confermati punti di penalizzazione e se ce ne saranno altri in futuro?

    • Mah… Nei giorni scorsi avevo inserito in un titolo la possibilità di “azione di responsabilità” poi, però, qualcuno mi ha scritto che la mia era una tesi curiosa. Io, tuttavia, penso sia una possibilità. Però anche Tommaso Ghirardi è amministratore delegato, quindi, come osservato da quel lettore, è difficile che possa agire contro sé stesso…

    • Ma ragass… L’AD fa le cose approvate dal CDA!!! Mo co dziv!!! E il CDA chie’ se non Ghirardi??? Ma su la

  • simone B.

    Su dai se Ghirardi non paga sarebbe un pollo…
    Ha già l’acquirente in mano basta girare a 17/18 punti…e la vendita è matematica….penso che Leonardi rimarrà con noi…è un caposaldo dei nuovi investitori

    • Ahahah, scusate se rido, ma non capisco uno possa pensare di girare a 18 punti con questa rosa, con un solo attaccante di ruolo, con una difesa del genere, con il punteggio attuale e con la probabile penalizzazione di almeno 1 punto. Per non parlare di quella aggiuntiva in caso di mancata vendita o di impossibilità nel reperire i 17 mln entro lunedì…
      Secondo me girare girare a 18 è fantascienza pura, vorrebbe dire essere in media salvezza, al momento cosa lontana anni luce, sarei felicissimo di essere smentito. Se questo fosse parte dell’accordo di cui voi eravate a conoscenza, saremmo davvero spacciati.

  • simone B.

    Non mi stupirei se mi banni qui è come la Stasi c’è la censura…se ti ho detto che non dirò mai il nome neanche sotto tortura cosa vuoi di più..non son mica un ciarlatano come Assioma…ti lascio l’esclusiva don’t worry….
    Invece di sparare cazzate organizziamo un strip della Rosy in caso di salvezza sia sul campo che in società…..Facciamo il tutto esaurito al tardini come negli anni 90’……

    • tu sei solo ano senza il ciarlat…..poi ti piace l’osso iabo’

  • Non so se il Leo stesse cercando disperatamente dei fondi a Roma ma sicuramente non sarebbe stato facile neppure per lui inventarsi qualcosa da dire anche perche e’ quello che piu’ di tuttj ha venduto l’idea e la convinzione della gestione virtuosa. Non e’ facile vendere la ciabatte agli Eschimesi.

  • Luca Russo

    Poche ore fa son stato di passaggio allo stadio Tombolato di Cittadella. Ho rivisto le tribune dalle quali cinque anni or sono ritornammo a respirare l’aria della massima serie. Eravamo al secondo anno e mezzo di gestione Ghirardi. 3500 Crociati in viaggio, un caldo bestiale, qualche carosello sulla Bologna-Padova e la festa finale in piazza Garibaldi. Io ero perfino ancora in buoni rapporti con chi poi avrebbe iniziato ad insultarmi (per motivi che non mi va di rimarcare ulteriormente) due o tre anni più tardi. Non posso e non voglio credere che debba essere quella la nostra ultima grande gioia calcistica (posto che l’effetto Europa League è stato vanificato dal diniego della licenza UEFA).

  • simone B.

    Ma pensare positivo qualche volta???mai…
    Martedì trarremo le conclusioni…secondo me trova i soldi x pagare

  • Ugo Mazzoni

    In ogni modo non mi era parsa giusta la scelta di presentare le spiegazioni solo ai presidenti dei Parma Club. Tutti gli abbonati paganti avrebbero dovuto essere invitati perchè aventi gli stessi diritti di sapere. E poi non è il momento certo di fare delle riunioni carbonare. Quindi spero che presto ci siano spiegazioni per tutti coloro che vogliono davvero bene alla squadra.

    • Hai ragione Ugo, anche se c’è da dire che un conto è incontrare una cinquantina di presidenti, radunati dal Baffo, un conto mettere insieme 10.000 abbonati. Detto questo, però, trovo anch’io odioso che il confronto debba avvenire solo con gli “organizzati”. Peraltro, se si presta fede a loro, l’incontro era in calendario da tempo, ma visto l’evolversi della situazione (sia dal punto di vista sportivo, sia per quella che sarebbe la delicata situazione societaria pitturata da Schianchi, non si capisce bene imbeccato da chi, quanto dice che la gente è giusto che sappia) era senza dubbio indelicato che il Plenipotenziario si spiegasse solo con loro.
      Cordialmente
      Gmajo

  • Francesco

    Vi ricordate quanti soldi ha messo Ghirardi qualche mese fa per cercare, invano, di rispettare tutte le norme UEFA per entrare in Europa League (l’ha detto anche nella conferenza di dimissioni)? Circa 15 milioni! Ora vuoi vedere che si rischia grosso, addirittura il fallimento nel breve periodo causa debiti? Ma dai!!! È chiaro che qualcuno (media, acquirenti?) ha interesse a sputtanare la società! Non credo che il Parma (da cinque anni nella parte sinistra della classifica con tutti i risvolti economici positivi, seppur di minima entità, guidato da colui il quale ora si vuole la testa a favore di Taci, cordate mediorentali–> leggi Valenza, Sanz) sia messo peggio di molte squadre di serie A e B, che navigano tutte in brutte, ma solide condizioni con mezzi e mezzucci vari per far quadrare i conti!!!

    • Se non ti è chiaro a sufficienza chi abbia manovrato i giornalisti amici io non so che dirti. È un problema tuo. Chi mai avrà interesse a sputtanare il povero ghirardi?
      Sulle piste, se mi consente, si limiti a trovare analogie con sanz e valenza se si riferisce a taci e lasci perdere i mediorientali.
      Circa l”amministrazione virtuosa continui pure a credere alle fiabe. E anche sui mega versamenti… Tra l’altro a cosa mai saranno serviti i soci.di minoranza se non per buttar soldi nel calderone? Poi se eventi.sportivi avanza quasi 40 ml dal parma non è che tutti quei.soldi ce li abbia messi il munifico, eh…

I commenti sono chiusi.