lunedì, Luglio 22, 2024
NewsTutto il Calcio minuto per minuto

DOTTO (RADIO RAI): “CAMBIARE ALLENATORE? IO CAMBIEREI IL PRESIDENTE…”

emaniele dotto radio raiTORINO – dal nostro inviato – Gabriele Majo – Avremmo voluto trasmettervi il video, come al solito, purtroppo, però quella odierna è stata una giornataccia non solo per il Parma battuto sette a zero dalla Juventus, ma anche per noi di StadioTardini.it, che abbiamo avuto non pochi problemi di collegamento per gli aggiornamenti in tempo reale (al tanto celebrato Juventus Stadium non funziona il WI-FI riservato alla stampa, e nel contempo, come in altri stadi, le utenze Vodafone vanno a rilento) e anche con le nostre strumentazioni in quanto la video intervista con Emanuele Dotto, che per Tutto il Calcio Minuto per Minuto ha commentato la débacle dei verde-vestiti è venuta completamente senza audio. A questo punto, andando a memoria, vi riferirò i concetti principali espressi dal radiocronista, iniziando da quella che è stata una battuta, anche se con un fondo di verità: alla mia classica domanda, classica dopo un 7-0, oltre alle sole 2 vittorie e 9 sconfitte, se a suo avviso sarà esonerato l’allenatore, Dotto ha risposto: “cambiare l’allenatore? Io cambierei il presidente”. Secondo il giornalista radiofonico c’è “il rischio concreto che il Parma possa tornare quello di tanti anni fa”, cioè quello che non calcava il palcoscenico della massima serie. Secondo Dotto il Parma starebbe pagando il ridimensionamento estivo: “Forse prima non ci si era resi conto di vivere al di sopra delle proprie possibilità. E anche Cassano è un lusso”. In particolare Dotto si è detto “preoccupato” per l’enorme numero di gol subiti: “sono 28! Sono troppi. Donadoni dovrà cambiare qualcosa. Dovere darvi una mossa”. Insomma, continuando con prestazioni come l’odierna diventa difficile salvarsi: “E poi ho sentito anche i risultati dagli altri campi. Il Chievo, ad esempio, ha meno qualità rispetto al Parma, ma è più abituato a lottare nei bassifondi”. Durante l’introduzione a Tutto il Calcio Minuto per Minuto Emanuele Dotto ha anche riferito con dovizia di particolari l’iniziativa benefica del Parma andato in campo con la maglia verde. e quella collaterale di stadiotardini.it con Rosy Maggiulli che in anteprima aveva posato per l’obiettivo di Luigi Vetrucci con un esemplare della casacche che poi saranno vendute all’incanto al Pensa Pulito Village di Folletto il 13 e 14 dicembre in Piazza Garibaldi, dimostrandosi un amico di stadiotardini.it: “Ma io sono anche un amico del Parma – ha concluso the voice – e per questo dico che dovete cambiare qualcosa. Così non va. 28 gol presi sono troppi”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

72 pensieri riguardo “DOTTO (RADIO RAI): “CAMBIARE ALLENATORE? IO CAMBIEREI IL PRESIDENTE…”

  • Adesso è proprio una maglia da collezione, da vendere in piazza Garibaldi

  • cambiare presidente sicuro, ma aggiungerei anche l’intera compagine societaria e dirigenziale (il problema è che, come si è visto durante le ridicole finte-dimissioni del Ghiro) nessuno vuole comprarsi questa decrepita squadra e questa ancora più decrepita società!
    temo che ricorderemo a lungo questo campionato, come uno dei peggiori della storia del Parma!!
    GHIRARDI DIMETTITI (MA PER DAVVERO STAVOLTA!)

  • Io credo che Tommaso Ghirardi debba fare una conferenza stampa dove si assuma le responsabilità della situazione conscio del fatto che i problemi,le dinamiche MALATE che si sono create in questa stagione le ha fatte da solo. Pietro e Roberto sono solo personaggi passivi.
    Io credo che Angelini Guido ed Enrico Bondi con molto molto meno siano stati più intelligenti e capaci in situazioni simili economicamente, almeno non hanno gettato disperazione e desolazione sulla squadra.

  • filippo1968

    il fine benefico è l unica cosa che me la fa digerire …per il resto io calerei il sipario su questa maglia che non ha nulla a che vedere con la nostra storia…una forzatura che fa comodo solo allo sponsor

  • Mi piacerebbe avere il numero del cell. del nostro GRANDE presidente per girargli tutti gli sms che mi hanno mandato gli “amici” gobbi,per fargli capire cosa si prova visto che lui non prova un cazzo per questa maglia…..grazie presidente per questa bella giornata di merda….anzi stagione!!!!!!

  • alessandro

    Non ho mai visto nessun commentatore o critico permettersi di fare una simile dichiarazione.
    Questo fa chiaramente capire lo spessore e la caratura nazionale di questa società e di questa dirigenza.
    Altro che complotto. Qui il Parma e i suoi macchinatori si sono giocati la reputazione dappertutto.

  • Quoto Dotto al 100%
    La B e’ certa; l’unica cosa che deve fare il Presidente (o chi per lui)e’ darsi da fare a trovare un acquirente.
    PS: avbia il buon gusto di vendere senza chiedere la Luna. E si accontenti di rimetterci quello che e’ giusto ci rimetta

  • In estate solo stadiotardini e teleducato avevano sollevato dubbi sulle boiate di questa società e sulle fregnacce raccontate ai tifosi, adesso vedo che gli effetti della sbornia collettiva stanno svanendo. Manfredini dov’è?

  • Andrea Casoli

    Arriva il nuovo presidente tra lunedì e martedì. Parma ceduto a Pizzarotti

  • Christian Palazzi

    Pizzarotti chi?

    • Il Sindaco, of course… Perché andando avanti di questo passo…

      Cmq, a parte le battute, direi che la storia di Pizzarotti è piuttosto campata per aria. Viceversa starebbe maturando qualcos’altro in un altro senso. Ma dovete portare pazienza qualche giorno…

      Cordialmente

      Gmajo

      • grazie Prez

        Majo, non le chiedo nomi, ma potrebbe essere un po’ meno enigmatico? Ci sarebbe già qualcuno pronto a rilevare il Parma da questa sciagura di prez? (Non mollare)

      • Andrea Casoli

        Majo però non può scagliare la pietra e non dare qualche notizia in più….. Chi sarebbe questo ipotetico compratore? C’è da stare tranquilli o da mettersi le mani nei capelli?

        • È prematuro parlarne adesso. Portate pazienza. Il mio intervento precedente era per smentire la pista pizzarotti. Ma che ci sia qualcosa in corso è un altro discorso.
          Cordialmente
          Gmajo

          • Andrea Casoli

            Majo abbia pietà di noi tifosi….. Qualcosa bolle in pentola, si vocifera che i dipendenti del Parma siano già stati avvisati. Il bollito sarà pronto in settimana?

          • Io, come noto, ho i miei talponi: ma per il momento consiglio calma e gesso. Come scrivevo poc’anzi anche ad altri io ci tengo alla mia credibilità. Per cui prima di sbilanciarmi preferisco essere sicuro del fatto mio. E al momento, allo stato dei fatti, non lo sono affatto.

  • SPIACE DIRLO IN QUESTO CORO UNANIME. SENZA GHIRARDI IL PARMA SAREBBE IN PRIMA CATEGORIA !

    A Parma nessuno (dopo Tanzi ) ha messo un Euro nella squadra e se non ci fosse Ghirardi sarebbero in tanti a pontificare, senza sbertucciare un centesimo per i Crociati.

    La realtà è dura, ma la verità è questa: a denti più o meno stretti, dobbiamo dire al Presidente di non mollare !

    • vai tranquillo che ce la fara’ anche il diversamente obeso a farci partire da dove ti meriti

      • VORREI VEDERE LA TUA BELLA FACCIA DA DIVERSAMENTE INUTILE CHE HAI TU…PREGHERÓ PER TE…

    • Ardiccio, per favore dai!!! Se uno fa il presidente in serie deve sapere che ogni anno ci deve lasciare una qualche milionata e se non lo fa e’ giusto prenda armi e bagagli e se ne vada perche’ quantomeno doveva avere il coraggio e la responsabilita’ di dirlo senza fare la sceneggiata alla Mario Merola. Acchi nisciuno e’ fesso! Capito mi hai?

    • bravo ARDICCIO…SEI L’UNICO CHE HA SCRITTO QUALCOSA DI RAZIONALE E DICO AGLI ALTRI CHE HANNO COMMENTATO …TRANQUILLI CHE CI ANDIAMO IN SERIE B CON GENTE COME VOI DI SERIE C

  • Francesco

    Manfredonia stara’ mangiando a casa di squarcia poveretti…. Ma tanto per loro la prossima là vinciamo…

  • che tristezza ragazzi. mi hanno fatto passare la voglia di tifare x La squadra della mia città. Grazie presidente x averci ridotto in questo stato

  • Francesco

    Casoli spara meno cazzate e si più costruttivo. Voi nullatenenti siete il male del parma!!!

  • Ragazzi tutto questo perche voi tifosi vi siete sempre paragonati alla Juve ma nn ce paragone noi siamo una squadra Provinciale cheé gia un miracolo essere dove siamo…Per me va bene cosi Sabato nessuno ha scritto dopo la vittoria contro L inter come mai???. Cmq sono anche daccordo che quest’ anno la societá ha le sue colpe mal che vada andiamo in B. Personalmente ho unbel ricordo della cadetteria….i giocatori sicuramente non mancano

    • Che siamo una provinciale il vostro Grillo parlante lo ha spesso ricordato. E che dovremmo ricordarci che i tempi quando ci misuravamo alla pari con la juve sono ormai da tempo finiti, pure.., certo che tutta la settimana il più forte gruppo editoriale cittadino ha continuato con gli Amarcord di allora, quasi la vittoria con l’inter ci avesse fatto tornare invincibili…
      Però sul fatto della b io lascerei perdere coi suoi romanticismi, anche perché se perdiamo la categoria mi sa che il capitombolo sarà maggiore.
      Infine: è fisiologico che la gente incaxxata si sfoghi dopo i risultati negativi, non dopo una vittoria,,,
      Cordialmente
      Gmajo

      • Ciao Marco, colgo il tuo intervento per esternare qualche riflessione che covo da qualche anno:
        Partendo dal presupposto che Ghirardi ha avuto il “merito” (come sempre sottolineo che al Dottor Bondi gli arrivarono 9 e dico 9offerte di cui solo 3 le abbiamo conosciute Ghirardi, Sanz e Valenza…le.altre 6 di quell’ “asta” sono sconosciute e data la peculiarità del amministatore,della situazione..etc non mi stupirei di nulla ) di prendere il Parma e lui a livello puramente di diritto può fare quello che più gli aggrada senza che nessuno possa rivendicare chissà cosa…
        Data la premessa partiamo da un po di pensieri, il fatto che il mondo del calcio ha delle regole, e se decidi in maniera autonoma di entrarci sai che devi avere requisiti per poter partecipare, e una volta che ci sei dentro non è detto che ti puoi ritirare quando e come vuoi (vedi il Buon Foglia e Amadei….) ; e non puoi avere la presunzione che ha avuto il nostro propietario,calcio lo fai se hai soldi perché è un buco nero dove buttarli.
        Il Parma dal punto di vista romantico non è una provinciale perché 2coppe Uefa,1Coppa delle Coppe,1Supercoppa Europea,3Coppe Italia, 1Supercoppa Italiana nei suoi primi 14anni di serie A dubito che qualcuno li possa aver fatti e la nostra bacheca è molto più ricca di tanti palmares di presunte “big” (Napoli,Lazio,Fiorentina,Roma…etc) storiche italiane.
        Qui.di provinciale si ma solo sulla carta topografica della città.
        Se tu compri una squadra del genere è chiaro che i tifosi si aspettano di proseguire o almeno tentare di proseguire su questa strada e se tu non lo capisci forse era meglio fare valutazioni migliori prima.
        Chi stabilisce una squadra big ? I tifosi? La storia? Lo stadio? Se vuoi te lo dico io I SOLDI. Una big è una squadra che può spendere più soldi delle altre del suo campionato e prendere i giocatori migliori. La dimostrazione pratica sono il Chelsea, Manchester City,PSG,Malaga,Monaco…tutte squadre che a suon di petroldollari giocano la Champions e vincono campionati nei nostri anni,ma nel passato non giocavano neanche nel primo dei loro campionati nazionali. Il calcio romantico è finito, adesso vige il calcio Business.
        E caro mio Ghirardi il calcio si fa con biadini, e tanti, e comprare il Parma significa non solo prendere i meriti ma anche il dovere “morale” di condurlo in rispetto dei tifosi. Se non lo puoi mantenere o gestirlo un club dello spessore nostro lascialo ma fallo per davvero.
        Ultimo appunto marco con il tuo ragionamento i campionati sarebbero giocati da sole 16 squadre ogni anno delle solite città e questo equilibrio sarebbe immutabile ; così che scudetti del Verona e della Doria sarebbero impossibili.

  • stefano55

    manfredini dov’e’? a farsi una bottiglia di MALVASIA!!!!

    • no a quest’ora c’e’ la vendita di pentolame di fine gita

      • Siamo ancora in viaggio… Notizie su Manfredini ce le può dare il manno che è sul suo torpedone. Io sono sull’altro…’

    • grazie Prez

      Sarà al telefono con il prez (grazie, non mollare) che gli starà spiegando che è tutto ok e poi lui verrà a ripetercelo in tv.

  • Francesco Mannella

    Chi dice “mi va bene così” gode ad essere umiliato ed è uno dei mali del Parma. Oggi marco c’eri a Torino a prendere sette pere, mangiare merda e venire umiliato? Se c’eri avrai goduto altrimenti….l’é comda da stèr a cá

    • non ho nulla da obbiettare a chi perde la domenica per una schifezza simile,e te lo dice uno che ne ha passate anche di peggio (calcisticamente parlando) ,grazie a questa societa’ mi sa che tornero’ al tardini (se non lo abbattono prima) quando avranno preso la cittadinanza in lussemburgo

    • Francesco ne ho viste di sconfitte se sapessi…….peró quello che nn ho mai capito é il paragonarsi continuamente con la Juve poi voglio dire prenderne 7 o 3 cosa cambia le ha prese pure la Roma

  • filippo 75

    Ghirardi vattene…

  • scusatemi,ma con i tempi che corrono,chi e’ quel pirla che compera una societa’ di calcio?questo abituale frequentatore del ristorante cocchi(ghirardi) non ha capito la lezione.ci vuole umilta’,soldi,e entrare nello spirito della citta’(vedi carpi,sassuolo modena,chievo che con un bilancio limitato,hanno discreti giocatori,divertono,e non fanno drammi se vanno in serie b.al parma e’ mancato un progetto,e’ stato il rifugio ben pagato di giocatori a fine carriera(lucarelli,amauri,cassano con ingaggi stratosferici,e adesso se ne’ pagano le coneguenze,poi la sceneggiata della mancata qualificazione in uefa ha fatto ridere l’italia cacistica

  • Avremmo sicuramente perso comunque ma mi spiegate perché Mirante è ancora titolare ? Le sue prestazioni e quest’anno sono imbarazzanti!
    Cmq giriamo pagina e concentriamoci sulla partita con l’empoli sono quelle le ns. Sfide importanti ,nella pochezza del calcio italiano l’odiata Juve gioca comunque un altro sport.
    Forza Parma

  • Antonella Schena

    bisogna trovare chi si prende la società…. :/

  • Francesco

    Ragazzi qui manca la presidenza la dirigenza i giocatori il cuore la voglia oltre ai soldi…. In compenso abbiamo debiti con tutti ogni dirigente va in televisione e riesce a pronunciare “in b non ci andiamo”….. Non c’è più niente ci aspettano i dilettanti….

  • Mi scusi Majo ma come mai dice che se andiaramo in B il Parma sparisce? Ce il paracadute poi abbiamo un sacco di fiocatori

  • È un fiume limaccioso

  • febbredacalcio

    ciao majo,
    cos’è che starebbe maturando, l’ennesima pia illusione ?

  • Francesco

    Direttore non so dove trovo la forza ma vorrei che lei domani sera pubblicizzasse questa iniziativa: vista l’umiliazione e le tante figuracce che stiamo facendo noi tifosi, dovrebbe chiedere al direttore Leonardi di fare entrare per parma Empoli la gente gratis, le famiglie gratis …. E’ la partita della sopravvivenza se si perde o non si vince siamo già retrocessi…

  • Simone B.

    Oggi è stata una vergogna e tutti lo sappiamo, ma sapevamo anche da una settimana che avremmo perso…anche le altre 18 squadre di seri A oggi avrebbero perso magari non 7 a zero, però sempre 0 punti.
    Se non abbiamo recitato il de profundis dopo il Sassuolo ( a parte il lungi-mirante Assioma che aveva predetto tutto dopo Formello) dobbiamo aspettare x onestà la partita coi cugini empolesi…
    Pietro vuole confermare Osso mentre Big Tom lo vuole cambiare…chi la spunterà??? Io mi gioco 10 euro su Pietro!!!

    • E a te chi lo ha detto che Big Tom vuole mangiare l’osso, mentre Pietro no?

  • Lentamente stiamo toccando il punto più basso di questi 100 anni di storia, se retrocedessimo per davvero faremo la fine del Brescia, eppure qualcuno ha avuto la strana idea di pensare che questa è una retrocessione voluta per abbassare i costi. Majo davvero ha qualche buona notizia?

    • Non ho detto che ho buone notizie, anche perché le indiscrezioni che ho debbo ancora vagliarle a fondo. Quello che so è che la pista Pizzarotti, a quanto mi consta, è campata per aria. Però ci sarebbero altre opzioni in atto. Ma lo stato dell’arte ancora non lo conosco.
      Cordialmente
      Gmajo

  • Luca Russo

    Mi piacerebbe sapere quali sarebbero state le reazioni della platea se avessimo perso 7-0 con l’Inter e vinto per 2-0 contro la Juve…….

  • ARDICCIO

    ALLFREDO vede cose che probabilmente molti non vedono: anch’io non vedo la fila di persone pronte a smenarci qualche milionata di euro per il Parma.

    E perchè non si vedono queste folle oceaniche di potenziali acquirenti ?

    Perchè – caro Alfredo – qui a Parma il portafogli se lo tengono stretto, elargiscono , gratuitamente, solo badilate di chiacchiere !

    Grazie a Ghirardi si ta facendo (male purtroppo ) la Serie A.

    Suvvia, l’analisi è questa, anche se a Parma, nessuno è fesso !

  • Con i se e con i ma non si va da nessuna parte…

  • quindi siccome a parma non c’e’ nessuno che vuole la squadra (a che cifra? regalata?) di che i tifosi del parma se la vadano a pija in tar culo tanto mi son brehan e la mamma mi compra la playstation

  • Mi riferivo al post di Luca Russo, “se avessimo perso 7-0 con l’Inter e vinto 2-0 con la Juve cosa sarebbe successo?” Non lo trovavo un ragionamento costruttivo.

    • Ok allora postalo utilizzando la funzione “in risposta a”, se no non si capisce…

  • sig majo ci sarebbe davvero una trattativa x l’aquisto della societa

    • Ci sono dei rumors. Ma sono incontrollati. Io ci tengo alla mia credibilità, per cui non ho la smania di voler essere il primo a dire qualcosa che poi, come al solito, si rivela una panzana. Per cui calma e gesso.

      • Federico

        Bravo Majo, come direbbe il sempreverde Giovanni Trapattoni :” don’t say Cat if is not in the sac”

      • Ciao Gabriele. Sono assolutamente d’accordo con te nel non volere alimentare facili entusiasmi. Fai quindi benissimo a non sbilanciarti. Ti chiedo solo se a tuo giudizio – laddove dovesse andare in porto la trattativa di cui accenni – il Parma finirebbe in buone mani o se, al contrario, sarebbe l’inizio di un lento ridimensionamento? Per intenderci… se la società dovesse esser rilevata dalla sola energy T io non sarei molto tranquillo…

        • Una volta nutrivo una certa fiducia in Energy, ma certi sviluppi mi hanno lasciato alquanto perplesso.

          Comunque, per quanto ne so io, Energy non sta intervenendo. Anzi, direi tutt’altro.

          Cordialmente

          Gmajo

  • ma anche STRUNZ ! VAS IS STRUNZ ?

  • Andrea Casoli

    Le dico quanto ho saputo da Mirante stamattina: cessione in corso a cinesi

    • Campa cavallo.

      E comunque si prende lei la responsabilità di attribuire a Mirante tale affermazione…

      • Andrea Casoli

        Ovvio

  • gianluca

    Direttore, lei sa dove è finita la famosa valiglia dimenticata dal figlio di Sanz in hotel prima di sparire?potremmo aprirla e nel caso ci sia un quadro finanziare il cambio di tecnico aiutando il presidente con colite spastica permanente.
    Scherzi a parte una cosa che vorrei qualcuno mi spiegasse meglio è la questione relativa al centro tecnico di Collecchio. Non fa parte delle disponibilità del Parma Calcio nel senso che è di proprietà di un’altra società della famiglia del diversamente magro? Quindi quando ci propinano la storia che sono stati investiti soldi in immobili è l’ennesima presa per i fondelli nel senso che tali immobili non sono cmq del Parma.

      • ma va ? quando le spara assioma certe battute

  • Simone B.

    Si Mirante le a Napoli incò dailà conta meno bali….

  • Federico

    Majo dai sveliamo un po di dettagli? Le cordate interessate al Parma sono 2 e non una, di cui una Albanese con interessi in Italia e nel mondo, e sembra che le trattative di cessione siano state accellerate a causa della scadenza di pagamenti al 30 novembre che la signora Pasotti non vorrebbe fare.
    Dell’altra si sa poco, penso siano italiani, quello che so per certo che il buon Baraldi sta pressando Zanetti da diversi giorni….

    • Scusate, ma io ho una mia credibilità che cerco di non sputtanare essendo l’unica cosa che mi è rimasta. Per cui al giochino non concorro. Io vi comunicherò notizie quando avrò certezze e non gabole. Penso che si siano già sputtanati anche troppo coloro che ci hanno propinato Pellegrini, Moratti, Pizzarotti e c.

    • E comunque il 30 novembre sarebbe un po’ troppo in là per i pagamenti. Le scadenze sono prima

  • gianluca

    faccio una domanda idiota. Ma la signora Pasotti se non voleva fare i pagamenti perchè ha acquistato il Parma calcio?Pensava fosse un gioco gratuito?

  • mamma tu compri solo profumi per te,per il tuo piccolino non compri piu’ balocchi

I commenti sono chiusi.