Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

42 pensieri riguardo “IL ‘TACI’ PARMIGIANO: "NON POSSO PARLARE, PATTO DI RISERVATEZZA" (video)

  • 20 Dicembre 2014 in 17:45
    Permalink

    Ho aprezzato ma prepara i ceci gabrie.e

    • 20 Dicembre 2014 in 17:48
      Permalink

      Per kerimov? AhAhAh… sono tranquillissimo. Sono decisamente meno tranquillo per il nostro Parma. Preferisco, appunto, patire un po’ io sui ceci, che faccia una pessima fine il Parma…

      • 20 Dicembre 2014 in 19:42
        Permalink

        Io,portò anche la corona di spine…a marzo si avvicina la Pasqua 🙂

        • 20 Dicembre 2014 in 19:44
          Permalink

          Sì, ma prima c’è la quaresima. E’ mi sa che il digiuno ci farà smagrire…

  • 20 Dicembre 2014 in 17:56
    Permalink

    Dai un po di ottimismo siamo vicini al natale aspettiamo la prima scadenza 29 iva 31 bilancio poi forse sapremo qualcosa di più

    • 20 Dicembre 2014 in 18:52
      Permalink

      Ma sì, non guastiamoci la settimana di Natale, però non credo che la politica dello struzzo porti a grossi risultati…

  • 20 Dicembre 2014 in 17:57
    Permalink

    Non ho parlato di kerimov puo essere il presidente del leyton orient nonché agon channel

    • 20 Dicembre 2014 in 18:11
      Permalink

      In quel caso non mi genufletto perché io ho escluso che sia Kerimov. Che ci possa essere Agon Channel (pur non credendoci molto, anche perché mi stavo scordando che la tv ce l’ha lo stesso taci) l’ho scritto giusto stamattina. Quindi in quel caso (sia pure improbabile) non mi dovrei sottoporre all’auto-tortura

  • 20 Dicembre 2014 in 17:59
    Permalink

    direttore ma ha informazioni che portano a cattivi pensieri o le sue sono solo sensazioni?no perché adesso fino Linus di Radio deejay si è messo a parlare del parma e a parlare di Giordano addirittura dice che ha un passato poco limpido…Se si hanno notizie in merito a quello può essere il nostro futuro tiriamole fuori, perché ormai è una gara a chi la spara più pessimista…

    • 20 Dicembre 2014 in 18:16
      Permalink

      Beh, c’era un interessante e significativo articolo ieri del Corriere della Sera dell’ottimo Gerevini (chapeau): immaginavo che oggi ci fosse il seguito, ma, invece, c’era solo un breve trafiletto. Non escludo, tuttavia, che possa tornare alla carica.

      Purtroppo non avevo fatto in tempo a recensirlo, ma in giro trovi sicuramente chi l’ha fatto.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 20 Dicembre 2014 in 18:07
    Permalink

    Faccio a tutti una domanda meglio fallire e retrocedere in 4 serie o tentare il miracolo voi cosa preferite?

    • 20 Dicembre 2014 in 18:18
      Permalink

      Proponi il sondaggio alla GdP. Io sono contrario ai sondaggi sul web. Comunque temo che la fine non possa che essere analoga sia con gli attuali che con i precedenti. Apposta che è bene non illudersi. poi facciamo sempre in tempo a stappare lo champagne. Anzi, lo facciamo ancor più volentieri…

  • 20 Dicembre 2014 in 18:20
    Permalink

    bene constato con piacere che stai diversificando gli argomenti come ti avevo consigliato, da qui a maggio parlare di calcio giocato sara’ impossibile.

  • 20 Dicembre 2014 in 18:21
    Permalink

    eh siccome qui siam disfattisti,poi voglio vedere chi viene con me in snoccioni a fontanellato nel caso che…..

    • 20 Dicembre 2014 in 18:57
      Permalink

      a te non andrebbe bene NEMMENO se ci comprasse l’UNICEF, sono sicuro ci vedresti del marcio anche lì

      • 20 Dicembre 2014 in 19:03
        Permalink

        Sì ma tra l’Unicef e l’Anonima Anonimi c’è differenza

      • 20 Dicembre 2014 in 19:38
        Permalink

        UNICEFFI 😉

    • 20 Dicembre 2014 in 19:45
      Permalink

      Se ci salviamo un giretto a piedi a Fontanle’ in compagnia lo faccio io…a piedi non in snocioni

      • 20 Dicembre 2014 in 19:46
        Permalink

        A piedi è comoda… Comunque a piedi vengo anch’io

  • 20 Dicembre 2014 in 18:54
    Permalink

    io vorrei sapere se tutte le squadre HANNO giornalisti che mettono in discussione ogni COSA che la società FA e indagano meglio del tenente COLOMBO.. no così eh, è GIUSTO una CURIOSITA’.
    grazie

    • 20 Dicembre 2014 in 19:05
      Permalink

      Lasciando perdere lo spessore umano, provi a fare un salto a roma e napoli e vede che ore sono. A gente come lei sta bene prenderlo sempre in quel posto, ma non pretenda che altri abbiano il suo stesso hobby.

      • 20 Dicembre 2014 in 19:18
        Permalink

        peccato che in quel posto l’abbiamo preso tutti in quel posto, nonostante TUTTO… se servisse a qualcosa le darei ragione

        • 20 Dicembre 2014 in 19:42
          Permalink

          Osvaldo, siccome vedo che sei anche nell’altra piazza virtuale, prova un po’ a dirgli che un giornalista professionista ha stanato il taci dell’ispettore serafino…

          • 20 Dicembre 2014 in 20:36
            Permalink

            Perché quello era taci, eh? E l’altro doca, eh? Ride bene che ride ultimo…

    • 20 Dicembre 2014 in 19:08
      Permalink

      Non mi spaventano… Tanto nelle clausole vessatorie del contratto c’è scritto (in piccolino) che posso indossare le ginocchiere… Me lo ha suggerito l’avvocato Giordano…

    • 20 Dicembre 2014 in 19:39
      Permalink

      Giancarlo ? si ,fara’ le radiocronache come negli anni 70 dai campi di serie C

    • 20 Dicembre 2014 in 19:11
      Permalink

      Per me sono delle panzane colossali. (Kerimov, ovviamente: su Taci ho già spiegato che tutti gli indizi veri, reali e palpabili portano lì).

      E poi queste voci di sport mi sembrano poco fresche: è da ieri sera che Sky la mena con sta roba. Ma mica perché lo dice Sky è il Vangelo.

  • 20 Dicembre 2014 in 19:19
    Permalink

    può cortesemente riassumere ciò che ha scritto il buon gerevini?grazie

    • 20 Dicembre 2014 in 19:25
      Permalink

      E’ un po’ lunghetto. Se porti pazienza ancora un po’ vediamo se domani scrive qualcosa, semmai lo recensisco assieme al nuovo. Mi sembra strano che abbia partecipato alla conferenza, peraltro in modo attivo (facendoci a tutti una lezione di giornalismo “duro”, ma essenziale e non spettacolare solo per aizzare le folle dopo le retromarce) per poi far uscire uno striminzito trafiletto non firmato.

      Comunque, per par condicio, ricordo nuovamente che Giordano ha dichiarato di non essere mai fallito, al di là del fallimento riferito da Gerevini nel suo pezzo, fallimento che risalirebbe al 4 aprile 2014.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 20 Dicembre 2014 in 19:37
        Permalink

        articolo pesante, ma ben documentato ……

  • 20 Dicembre 2014 in 19:44
    Permalink

    Non capisco. ma come fa un avvocato a fallire?

    • 20 Dicembre 2014 in 19:47
      Permalink

      Beh, speriamo di non averne un esempio concreto vicino…

  • 20 Dicembre 2014 in 19:46
    Permalink

    Continuo a farmi delle domande ma senza ricevere delle risposte. Ma circa 2 settimane fa’ in questo sito non era stato pubblicato un comunicato stampa da parte dell’ufficio stampa (scusate il giro di parole) di taci dove smentiva il suo interesse per il parma ? E poi altra domanda se possibile avere una risposta, sempre tempo fa’ majo aveva affermato che esisteva una cordata cipriota interessata al parma ? Quale cordata era ? E per quale motivo tale cordata era interessata al parma ? In attesa di risposte saluto con piacere.
    Matteo

    • 20 Dicembre 2014 in 19:59
      Permalink

      Salve Matteob, le debbo anche un’altra risposta (anche se lei dice che io in questo spazio commenti non dovrei metterci becco per far esprimere solo a voi utenti le chiacchiere da bar, ma dal momento che l’oste sono io, ogni tanto potrò pure intervenire nelle discussioni dei clienti, clienti che peraltro non è che poi mi paghino il conto…), però con piacere le rispondo, intanto, alle presenti richieste.

      Intanto specifico che la cordata di cui parlavo io – per conoscenza diretta – era qatariota e non cipriota. Ed era interessata solo e unicamente al Parma in serie A, motivo per cui c’è stato un raffreddamento, a parte che era difficile inserirsi a trattare quando altri (cioè gli attuali gestori) erano forti di una proposta irrevocabile d’acquisto, sia pure inizialmente non andata a buon fine per inadempienza del candidato acquirente, piccolo contrattempo che intanto ci costa altri due punti in classifica (minimo) di penalizzazione – e visto questo precedente, capirà che non è che possa avere chissà quale fiducia. A parte che anche costoro di Cipriota hanno solo la società, poiché dietro lo schermo possono arrivare da ogni parte del mondo: a mio giudizio, ad esempio dall’Albania e lo dico forte degli indizi già ampiamente spiegati che ho a disposizione.
      I qatarioti erano interessati al Parma poiché coinvolti da una persona – che io conosco e nella quale ripongo fiducia – che aveva stretti addentellati con loro, desiderosi, appunto di approdare alla serie A italiana, senza, però rovinarsi troppo.
      Circa la nota stampa dell’ufficio stampa di Taci, non eravamo stati noi a contattarlo, bensì il collega Michele Angella di Teleducato: è evidente, come da lui stesso rimarcato in quella occasione, che, stante “il patto di riservatezza” in atto non potesse che negare la pista. Del resto, però, mi pare che pur essendoci ampie tracce di Taci in tutta questa storia, egli non si sia concretamente palesato, appunto proseguendo nell’onda lunga del comunicato di un mesetto fa da lei citato.

      Cordialmente
      Gmajo

      • 20 Dicembre 2014 in 21:36
        Permalink

        Sig. Majo nel mio post precedente dove affermavo che sarebbe (quasi come un piccolo consiglio) piu’ carino fare gli articoli e lasciare i commenti alle persone che leggono o sognano era semplicemente per farle capire che magari una tale persona potrebbe fraintendere la sua ricerca o investigazione per arrivare alla verita’ pensando invece come ho gia’ letto che la sua e’ una battaglia personale contro quello e questo e magari per raggiungere altri interessi, per questo mi sono permesso di darle un piccolo consiglio nel limitarla a scrivere solo i suoi articoli per i quali li trovo anche interessanti. Poi come ho gia’ scritto prima che dopo aver visto come hanno ridotto il nostro paese i vari politici o dopo aver visto gli attuali presidenti di serie a non rimarrei esterefatto se dietro giordano ci sia uno piu’ pulito o piu’ sporco di altri presidenti, e mi creda che trovare un personaggio pulito che investe nel calcio e’ come affermare che il figlio di cicciolina sia di un unico padre. Tornando a Taci vorrei una sua opinione in merito se eventualmente sua lui il vero priprietario e vorrei se possibile che esprima un suo parere netto e chiaro se lei e’ positivo o negativo nei confronti di Taci, ovviamente se reputa Taci una persona negativa le chiederei gentilmente le motivazioni almeno anche noi possiamo valutare se positivo o negativo il personaggio Taci.
        grazie
        Matteo

        • 20 Dicembre 2014 in 21:47
          Permalink

          Però mi perdoni…qui è stato sempre detto, da chi indossa gli occhiali scuri della prevenzione, che Majo era ed è nemico di Tommaso Ghirardi. Adesso che Ghirardi formalmente non fa più parte del mondo Parma, di chi sarebbe nemico il Direttore Majo? Degli ultimi arrivati? E perché mai, dato che tra il Direttore e gli ultimi arrivati non ci sono mai stati contatti, né professionali né personali, prima di ora? Alcuni commenti, e le ipotesi che veicolano, faccio fatica a capirli…

    • 20 Dicembre 2014 in 20:06
      Permalink

      Ecco, appunto, era proprio quello che cercava Simone. Al quale spero di poter fare successivamente una sorpresa.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 20 Dicembre 2014 in 21:55
    Permalink

    bene ora che ho letto l articolo posso finalmente affermate che siamo nella merda più totale. sempre che chi ha scritto l articolo sia affidabile. ma mi sembra di capire di si……purtroppo. Questo articolo dovrebbe essere pubblicato anche nei cartelloni lungo le vie cittadine.penso che il calcio a parma sia finito.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI