lunedì, Maggio 20, 2024
News

CASSANO AL GENOA? TROPPO CARO PER PREZIOSI, CHE VIRA SU PAZZINI E BORRIELLO

GENOVA – nostro servizio – (Gabriele Lepri) – Ormai non fa più notizia il nome di Antonio Cassano legato a Genova. Il giocatore del Parma ogni qualvolta che si apre una sessione di mercato viene sempre legato a Genova, sponda Sampdoria. E sempre lo sarà  finché FantAntonio giocherà a pallone: a Genova, come noto, Antonio ha trovato moglie e messo su famiglia e la Sampdoria, non più tardi di un anno fa, l’aveva definita la sua Nutella…. Ha del clamoroso invece il nome di Cassano accostato al Genoa a causa dell’infortunio di Matri costretto ai box fino a fine febbraio. Fonti genovesi sostengono che Antonio, dopo il rifiuto di Mihajlovic a dicembre nell’averlo in rosa già a gennaio, malgrado il benestare di Osti e di Ferrero, si sarebbe proposto a Preziosi. Il Genoa è alla ricerca di una punta e Cassano nel modulo di Gasperini potrebbe giocare da falso nueve, come già accaduto la passata stagione con i gialloblù. Preziosi, però, dato l’alto ingaggio del giocatore, avrebbe rifiutato la proposta. Il monte ingaggi attuale del Genoa non supera i 900.000 mila euro e non sono ammesse distinzioni. Il Genoa sta rientrando da una situazione economica non semplice ed andare a toccare un tasto così importante significherebbe vanificare un minuzioso lavoro di attenta esamina dei costi. A Gasperini l’idea Cassano sarebbe piaciuta, ma ad una certa parte della tifoseria l’idea sarebbe stata indigesta. Inoltre qualche problema si sarebbe potuto creare col rientro di Matri previsto a fine febbraio. Cassano non potrebbe giocare da esterno nel tridente di Gasperini: gli attaccanti nel modulo del mister rossoblu devono anche rientrare e difendere,cosa improbabile da chiedere a Cassano. Inoltre Cassano non si sarebbe abbassato lo stipendio, motivo per cui la trattativa pare bloccata. La famiglia Cassano è molto legata alla situazione ingaggio e per nessun motivo lo scoglio si sarebbe potuto abbattere. Più facile, quindi, che il Genoa possa virare su Pazzini, molto gradito a Gasperini o su Borriello, stimato da Preziosi ma non considerato al centro del progetto da Gasperini dati i pochi minuti di gioco accumulati dalla punta della Roma in tutto il 2014 tra West Ham e Roma stessa. Pazzini e Borriello: due nomi già accostati anche al Parma quali possibili rinforzi di mercato.
L’idea Cassano, dunque, resta solo una lontana ipotesi per il Genoa anche se FantAntonio vorrebbe fare uno sgambetto a Mihajlovic che non lo ha voluto con se già a gennaio passando quindi al Genoa. Mihajlovic avrebbe addirittura minacciato le dimissioni qualora fosse arrivato Cassano. Una cosa però è certa: il nome di Cassano accostato a varie squadre farà ancora parlare… Gabriele Lepri

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

8 pensieri riguardo “CASSANO AL GENOA? TROPPO CARO PER PREZIOSI, CHE VIRA SU PAZZINI E BORRIELLO

  • Simone B.

    Che Cassano sia più caro di Pazzini ci credo poco….
    Finalmente Osso ha convocato Haraslin….è dovuta arrivare la coppa Italia…mah…
    Speriamo che dopo l’uscita di ieri il Sassuolo ci dia Sergio, lui è il centravanti che ci serve…se tiene fisicamente…ci può aiutare tantissimo

      • Stitico? Quanti gol ha fatto a Parma quel bravo ragazzo di Floccari?

        • Amico, serve uno che faccia un gol una partita sì e una no…

          Anzi, meglio ancora una partita sì e una partita sì…

  • Simone B.

    Io di centravanti che si muovono bene come Sergio ne ho visti pochi, ovvio sto parlando del nostro livello attuale…e poi che tecnica…

    • Della tecnica ce ne facciamo una pippa, amico mio. Serve uno che la butti dentro anche con le natiche. Uno tipo Amauri…

  • Simone B.

    Spero tu stia scherzando…come fai ad avere il coraggio di parlare di AMAURI dopo che abbiamo fatto carte false per liberarcene!!!!!!
    Majo questo paragone è inaccettabile, ne perdi in credibilità.
    In un girone ha fatto un tiro nello specchio, però a Maggio si sbloccherà ahahahah

    • Amauri era una provocazione per te (e i suoi denigratori più o meno qualificati).

      Carte false per liberarcene non corrisponde al vero, e comunque se ce ne siamo liberati era per l’ingaggio.

      Quello che serve è uno meno stitico: uno come Inzaghi. Di quelli di cui si parla quello che mi aggrada è Gilardino.

      Cordialmente

      Gmajo

I commenti sono chiusi.