IL GUARDIAN PORTA BALOTELLI AL PARMA E REPUBBLICA GLI TOGLIE CASSANO: NEL GIORNO DELL’INSEDIAMENTO DI ANIKA TACI A COLLECCHIO GIRANO LE VOCI PIU’ CLAMOROSE DI MERCATO…

appostamento a collecchio(gmajo) – Anika Taci si è insediata a Collecchio: la sorella di Rezart – presidente in pectore che tra circa una settimana potrebbe esserlo anche ufficialmente: una nuova assemblea dei soci, infatti, potrebbe nominare il CdA definitivo e soprattutto chi lo presiederà – come raccontato dalle giovani vedette dell’informazione locale Fabris & Trupo, a bordo della Mercedes che fu di Ghirardi, guidata dall’autista che fu di Tommaso, ma anche di Tanzi, Cambi e Bondi, è arrivata verso le 10.30 al Centro Sportivo: Pietro Leonardi, che come sempre ne sa una più del diavolo, ha avuto l’illuminante idea di accompagnarla a vedere da vicino la struttura e i campi e a conoscere personalmente Donadoni, così i due giovani cronisti, che non dormono da piedi (e che hanno ricevuto con questo scoop un premio per l’impegno profuso a sorbirsi ore e ore di allenamenti “live”), hanno potuto immortalarli insieme e far decollare una nuova operazione mediatica. I famosi soldi (quelli per pagare gli stipendi arretrati e fare il mercato)  non sono ancora arrivati (ma tutto è predisposto), però i riflettori restano puntati sui due fratelli teoricamente così riservati, (anche se Anika, esperta di comunicazione – oltre che di marketing, commerciale e anche attenta ai forzieri di famiglia – conosce a menadito tutte le abitudini dei giornalisti), se uno è il teorico e il pratico dei celeberrimi “patti di riservatezza” (ma, poi, curiosamente, gioca ad apparire negli stadi nei settori più improbabili) e l’altra ha evitato, in uscita, di farsi immortalare  da coloro che erano rimasti, intirizziti dal freddo, all’esterno di Alcatraz ad aspettarla. Magro bottino, per costoro, dal momento che, pur appostati con invidiabili teleobiettivi, i fotoreporter non sono riusciti a scattare foto alla sua uscita poiché erano in controluce rispetto ai fari accesi dell’auto che l’avrebbe accompagnata fuori dal Direzionale, peraltro non dal cancello all’esterno del quale erano piazzati, bensì da quello del settore giovanile. I vetri della vettura, poi, erano oscurati per cui niente da fare anche in quel senso. L’unica soddisfazione per Elisa Contini della Gazzetta di Parma, la prima ad accorgersi della accensione di una luce in un ufficio della struttura con all’interno una bionda, e per Marco Vasini di Parma Repubblica, esser riusciti ad immortalarla all’interno del Direzionale. Anika ha lasciato Collecchio verso le 17,45: io avevo mollato la presa un quarto d’ora prima, poiché il sole era già tramontato e mi aspettavano per amorevoli cure al reparto Maxilo Facciale dell’ospedale Maggiore di Parma dove le dottoresse e le infermiere hanno cercato di fare del loro meglio per rendermi presentabile per stasera a Calcio & Calcio, nonostante l’infortunio di venerdì sera, la frattura del mio marchio di fabbrica, il setto nasale. Nel giorno della prima volta di Anika Taci a Collecchio (sarà lei la guida operativa di diversi dipartimenti del club, anche se potrebbe non esser stata cooptata nel Cda:, peccato perché potrebbe essere strategica la sua presidenza, già da me più volte caldeggiata) si sono registrate (ma non credo che le cose siano correlabili) voci di mercato piuttosto clamorose: la prima, verso l’ora di pranzo, allorché sono arrivati in Italia gli effetti della bomba sganciata in Inghilterra dal Guardian e cioè “Balotelli al Parma” (ipotesi che al nostro Mercatologo era stata anticipata giorni addietro da uno dei nostri talponi, ma noi non gli avevamo imagecreduto), la seconda verso ora di cena allorché Repubblica (in un pastone di mercato da Roma a firma di Giulio Cardone esperto di cose di casa Lazio, più che liguri) ha rivelato di una ben avviata trattativa tra il Parma e il Genoa per la cessione di Cassano. Ma come: c’era già chi favoleggiava che i due bad boys di Prandelli avrebbero potuto riunirsi nel nuovo superpotente Parma di Taci e invece, alla fine, si dice che FantAntonio potrebbe passare proprio ai rivali della sua Nutella Sampdoria? La notizia non so quanto possa avere fondamento, soprattutto perché sarebbe un pessimo biglietto da visita per i Taci se il loro primo atto (lasciamo perdere l’arrivo di Lila, da oggi imageufficialmente il numero 3 crociato, dopo che l’ostruzionistica Lega si è degnata, finalmente, di concedere il transfer) fosse la dismissione della Ciliegina del Centenario. Poi a tutto c’è rimedio, per carità, in quanto se arrivassero due giovani di prospettiva altrettanto forti e di qualità ci si potrebbe anche fare una ragione… Le intenzioni dei nuovi padroni, infatti, stando ad indiscrezioni che si raccolgono in ambito calciomercato e non solo, sarebbero proprio quelle di allestire uno squadrone da Champions già adesso (sarebbero state impartite disposizioni per non fare un mercato da nozze coi fichi secchi), al fine di riuscire a salvare la categoria (pur sapendo che servirà una media di circa 2 punti a partita) e gli annessi soldoni dei diritti tv (al di là delle briciole garantite dal paracadute), mission da ieri tornata proibitiva, ma tant’è. Sono tutti discorsi, però, che avranno un senso quando anziché essere solo “tutto predisposto” il famoso Tir pieno zeppo di banconote sarà arrivato a destinazione…

BALOTELLI A PARMA? IL SERVIZIO DI MICHELE ANGELLA DAL TG DI TELEDUCATO, web registrazione a cura di Alex Bocelli

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

21 pensieri riguardo “IL GUARDIAN PORTA BALOTELLI AL PARMA E REPUBBLICA GLI TOGLIE CASSANO: NEL GIORNO DELL’INSEDIAMENTO DI ANIKA TACI A COLLECCHIO GIRANO LE VOCI PIU’ CLAMOROSE DI MERCATO…

  • 12 Gennaio 2015 in 21:00
    Permalink

    Balotelli ? sarebbe meglio recuperare Coda.

  • 12 Gennaio 2015 in 21:11
    Permalink

    ormei i polon tor anca ronaldo…se poi la vogliono buttare sulla coppa italia il discorso cambia mercoledi’ ci giochiamo un bel po di quel che e’ rimasto

  • 12 Gennaio 2015 in 21:23
    Permalink

    Ragazzi ma come si fa a pensare a fare calciomercato e di salvezza!!!! Qui c’è’ gente malata!!!

  • 12 Gennaio 2015 in 23:02
    Permalink

    Dai che ci salviamo con lila….

  • 12 Gennaio 2015 in 23:25
    Permalink

    ma taglia corto !!!!…. fai degli articoli lunghissimi solo di RICAMI “mercedes che fu di ghirardi…autista che fu di Tizio e Caio…” SCANTOT MAJO !!

    • 13 Gennaio 2015 in 11:33
      Permalink

      in effetti un po’ prolisso (e, spero, non prolasso… eheheh!!!) un po’, effettivamente, lo è signor Majo 😀

      • 13 Gennaio 2015 in 11:49
        Permalink

        Me ne rendo perfettamente conto. Ma nella mia vecchia osteria si mangia pesante e tradizionale: chi preferisce il fast food ha un’ampia scelta…

    • 13 Gennaio 2015 in 11:39
      Permalink

      Se mi scantassi i suoi commenti finirebbero subito nel cestino.

      Se non le garba la mia prosa ricamata può anche cambiare canale: l’offerta non manca, e penso che non sentirei la Sua mancanza.

      Per il resto, come testimoniato anche da quesiti di altri lettori cui sto meno sugli zebedei rispetto a lei (ho forse trombato la sua morosa?), sono appunto questi particolari che a lei paiono insignificanti che aggiungono qualche curiosità in più.

      Saluti

      Gmajo

  • 13 Gennaio 2015 in 01:37
    Permalink

    Vogliono fare già ora una squadra da Champions? Certo…cn Ke soldi?

    • 13 Gennaio 2015 in 01:39
      Permalink

      Quelli della nuova potentissima società, of course, che domande!

      • 13 Gennaio 2015 in 18:16
        Permalink

        Se Bau….no soldi no party!

  • 13 Gennaio 2015 in 09:17
    Permalink

    Direttore non vedo più l’entusiasmo di tanti almeno sul fatto di salvare il fallimento…. State iniziando a salire tutti sulla barca che porterà i libri in tribunale…. Peccato sono stati 25 anni molto belli… Speriamo almeno che il futuro possa vedere al comando un parmigiano vero con pochi soldi e molte idee… Taci vatla tor in tal cul!!!!!

    • 13 Gennaio 2015 in 11:19
      Permalink

      Non ho difficoltà ad ammettere che sono un po’ scombussolato: nel senso che fatico a trovare un filo logico a una situazione che di logico non ha nulla. Non c’è una equa via di mezzo tra le ipotesi più ottimistiche, direi da Champions, e quelle più pessimistiche del funerale. Non ci resta che vivere giorno per giorno con le antenne dritte pronti a cogliere segnali che possano essere davvero importanti, al di là dei diversivi (vedi le apparizioni della Taci Family).

      Cordialmente

      Gmajo

  • 13 Gennaio 2015 in 09:28
    Permalink

    Quando questa nuova societa’ paghera gli stipendi arretrati dei calciatori e comprera’ qualche giocatore degno di indossare la maglia crociata?
    Ai posteri l’ ardua sentenza qualche novita majo?

  • 13 Gennaio 2015 in 10:44
    Permalink

    Ma Ghirardi non aveva cambiato l’autista?

    • 13 Gennaio 2015 in 11:15
      Permalink

      Lo aveva cambiato qualche anno fa quando sostituì Francesco, suo storico chauffeur dai tempi di Carpenedolo, con l’attuale, Fausto, che, come ricordato nell’articolo – anche se il ricamo ha infastidito, non si capisce bene il perché, l’umano Massimo – era stato a suo suo tempo l’autista di Tanzi, Cambi e Bondi.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 13 Gennaio 2015 in 11:55
    Permalink

    Ghirardi era meglio che se la guidasse lui l auto e facesse un buco minore se poi si pensa di chi era prima l autista cambi e tanzi allora e’ l ‘autista che porta sfiga eliminiamo lui e ol parma riprende a volare altro che osso

    • 13 Gennaio 2015 in 11:59
      Permalink

      E’ stato autista anche di Bondi che non mi pare abbia avuto particolari problemi.

      Comunque non facciamo ragionamenti da ignoranti: la sfiga non esiste. Esistono le nostre azioni. Vabbè: la mia caduta in bicicletta è inspiegabile, al di là dei recenti strali di un qualificato iettatore… Ma al di là di questo, come può pensare che le colpe dei destini di Cambi, Tanzi o Ghirardi possano essere addossate al suo autista, che peraltro è pure bravo?

      Cordialmente

      Gmajo

  • 13 Gennaio 2015 in 12:31
    Permalink

    Scusate ma l’affascinante Anika ha specificato il martedi di quale mese e anno arriveranno i soldi ? Visto che tutto e’ PREDISPOSTO?

    • 13 Gennaio 2015 in 12:43
      Permalink

      Quelli sono dettagli ininfluenti… L’importante è che sia tutto predisposto…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI