venerdì, Maggio 24, 2024
In EvidenzaNewsUbi Majo

IL MAJO DESNUDO, lo spin-off dell’Ubi Majo: il Majometro dei crociati prima di Parma-Sampdoria

(Luca Savarese) – Ecco il Majo desnudo, un’occhiata artistica a Parma-Samp, pennello quindi che passa a Gabriele Majo

Ciao Gabriele. Allora la bella prova dei crociati contro il Cagliari di mercoledì in Coppa Italia, potrà essere un bel propellente, soprattutto a livello psicologico, per la squadra per oggi?

“E’ quanto ha auspicato lo stesso Roberto Donadoni nella conferenza stampa di ieri, ricordando, tuttavia, come campionato e Coppa Italia siano due realtà ben diverse. Indubbiamente, però, il risultato positivo di mercoledì sera, sommato alla consapevolezza che due turni interni vinti potrebbero ridare slancio alla disperata rincorsa salvezza, spingeranno i nostri a gettare il cuore oltre l’ostacolo, nonostante la rosa – al di là di altisonanti nomi che stordiscono più dell’oppio – sia la medesima che ci ha sin qui accompagnato più Nocerino arrivato solo ieri, il quale speriamo possa divenire il nuovo Parolo, sfruttando gli spazi e i suggerimenti di Cassano, come già ho scritto nella riflessione di ieri pomeriggio”.

Il 4 maggio scorso, l’ultimo Parma-Samp, era a posizioni invertite: gli emiliani lottavano per l’Europa, i liguri per una tranquilla salvezza. Oggi a lottare è il Parma, messo molto peggio della Samp lo scorso anno, mentre loro, viaggiano alla grande. Sentieri diversi, per due campionati diversi?

“Spesso succede che a un campionato disputato a livelli superiori rispetto alle proprie potenzialità ne segua poi un altro ben al di sotto e proprio i cugini doriani c’erano passati prima di noi quando si sacrificarono a scendere in cadetteria al nostro posto, mentre noi ci salvammo grazie al calcio semplice ma efficace di Colomba subentrato al pioniere del propositivismo Marino. Ovviamente la speranza è che i nostri riescano ad evitare la condanna dalla quale sembrano destinati da inizio stagione, magari contando sul mercato da nababbi pompato dai media che credono in Taci: io, tuttavia, mantengo il mio scetticismo vedendo che i bonifici per cui tutto da tempo è predisposto faticano ad arrivare. Ai blucerchiati auguro di cuore di non pagare tra un anno l’attuale grandeur misteriosa come la nuova proprietà dei crociati.”

Nocerino, un nome ben più noto e con maggior esperienza rispetto a Lila, potrà essere un grimaldello che ci vuole, portando un bagaglio di carattere e sudore, che nella sua carriera, non gli sono mai mancate?
Credi infine in Eto’o come possibile fiore all’occhiello per Mihajlovic per cercare il terzo posto oppure, il camerunense in blucerchiato, è destinato a diventare un’operazione simile a quella che la Samp fece con il suo connazionale, Oman-Biyik, che nel 1997-98, con la maglia blucerchiata, mise insieme appena 6 presenze?

Per quanto riguarda Nocerino, beh certamente avrà voglia di rifarsi dopo le ultime due negative esperienze, specie quella in granata, dove è stato impiegato in pochissime circostanze, a causa – a suo dire – di un comportamento “poco corretto” del mister Ventura che secondo lui lo trattava per cretino. L’unico dubbio può riguardare la condizione fisica, non tanto perché abbia patito degli acciacchi – eventualità esclusa ieri da Donadoni in conferenza stampa – quanto perché viene, come detto, da un lungo periodo di inattività e dovrò riacquisire il ritmo partita.
Su Eto’o, che dire, si tratta senz’altro di un colpo ad effetto, per certi versi simile all’arrivo di Cassano al Parma, specie se consideriamo che in entrambi i casi si tratta di fuoriclasse in una fase calante della carriera e che si trovano ad affrontare un’avventura in provincia, benché ambiziosa. Cassano giunse a Parma all’età di 31 anni, Eto’o ha quasi 34 primavere e a quei livelli la differenza la si potrebbe sentire. Una bella scommessa quella di Ferrero, magari più cinematografica che altro – si vocifera che nel contratto sia inserita la realizzazione di un film sulla vita del camerunense dal titolo ‘La mia Africa’ – comunque senz’altro destinata a regalare emozioni ai tifosi della Sampdoria. Ripeto, l’attaccante ex Inter ha un’età abbastanza ‘avanzata’ e pensare che possa ripetersi ai livelli del triplete è pura utopia, certo, la sua classe in un campionato livellatosi verso il basso, potrebbe tranquillamente fare la differenza. Staremo a vedere, difficile sbilanciarsi ora. Il personaggio non è comunque destinato, per mille motivi, a diventare una meteora”.

Buona partita e forza crociati!

LA DANZA DI MATISSE

Henry Matisse nato a Le Cateau-Cambresis nel 1869 e morto a Nizza nel 1954, capì che la sua vocazione era l’arte, quando, ventenne, dopo essere stato ricoverato in ospedale per un’appendicite, nel periodo di convalescenza, si dedicò alla pittura. Nell’ultima fase della sua vita si volse ad un tipo di azione artistica creata con continui tagli di grosse forbici su grossi fogli, di questo dipinto ne fece due versioni. La prima risale al 1909 ed è conservata al Moma di New York, la seconda si trova invece a San Pietroburgo all’Ermitage. Le linee appaiono semplificate ed i colori piatti poi c’è un gran senso del ritmo, quello che il Parma dovrà cercare di avere oggi contro la Samp! Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

11 pensieri riguardo “IL MAJO DESNUDO, lo spin-off dell’Ubi Majo: il Majometro dei crociati prima di Parma-Sampdoria

  • Visto ke il Viperetta e la sua banda è in giro x la città

    Fanno i brillanti dicendo ke la Doria vince facile

    Daje Cassano famoli misti sti RomaTristi

    FORZA CROCIATI

  • quando lo fanno cda del parma

    • L’assemblea dovrebbe nominare il nuovo dopo il 20. Salvo complicazioni.
      Cordialmente
      Gmajo

  • Simone B.

    Chi si loda si imbroda….dai crociati giochiamo da leoni e poi il risultato viene da solo anche senza punte

    • Una fede incrollabile… Sicuramente ti stai guadagnando il paradiso…

      • Simone B.

        Be Manlio, non venirmi a dire che la Samp è più forte di noi??? Suvvia

        • E quando maio avrei detto? A parte che non avrei detto uno sproposito osservando il responso della classifica…

  • Raffaello

    vincere contro quel “montato” del viperetta mi farebbe godere molto!!!

  • Calma e gesso.
    Io sono per i piccoli passi ma continui; qualche scatto ogni tanto certo ma soprattutto continuita’

    • Bene. Poi i punti persi andando in campo sempre con gli stessi quando li recuperiamo? O è stato predisposto un girone di ritorno in cui tutte le altre 19 squadre si vedranno spezzate le reni dai prodi gialloblù?

  • Majo, perché non crea una nuova rubrica, tipo “Inside Majo” dove i suoi lettori possono porle domande per conoscere il vero Majo, il Majo uomo: gusti, passioni, vita privata (nei limiti del lecito), spiritualità, abitudini ecc. Io sarei molto interessato!

I commenti sono chiusi.