IL NUOVO PARMA NON HA TROPPA FRETTA DI CAMBIARE: NESSUN TESSERAMENTO “URGENTE” PER LA GARA CON LA FIORENTINA. SE ARRIVERANNO I QUATTRINI DALL’8 IL TUFFO SUL MERCATO. TACI E’ IN ITALIA

IMG-20150104-WA0003(gmajo) – Il primo giorno di mercato si chiude con un nulla di fatto: anche se i siti specializzati davano già per fatta l’operazione Nocerino (il giocatore verrebbe girato in prestito dal Milan, proprietario del cartellino, senza contropartite al Torino che l’ha avuto sinora a titolo temporaneo), per ora il centrocampista non sarà a disposizione di Roberto Donadoni, che pure aveva convocato solo 21 giocatori, senza rimpinguare le assenze per squalifica, infortunio e Coppa d’Africa con un paio di Primavera per raggiungere i fatidici 23 quasi per lasciar posto a qualche arrivo last minute. La logica che starebbe alla base della scelta di non tesserare immediatamente qualcuno sarebbe quella di non aver rimpianti più avanti in caso di occasioni migliori: insomma, secondo Leonardi, la partita di domani è sì fondamentale, ma ancora non decisiva e se si può fare qualcosa di migliorativo poi ci si mangia le mani. In più non si vorrebbe dare proprio la sensazione della disperazione nel prendere qualcuno la prima sera e mandarlo in campo già il giorno successivo. Un imagemediano, tuttavia, a Roberto Donadoni avrebbe davvero giovato, stante lo stop a Galloppa e l’assenza per doveri nazionali di Acquah. E’ chiaro che, come ricordato durante il question time dallo stesso tecnico con un sorriso amaro, lui ormai è abituato a fare di necessità virtù per defezioni assortite che hanno scandito (e condizionato) la prima parte di stagione, però se si vuol davvero cambiare la rotta si tratta di aggiungere qualità a man bassa ad un organico inferiore rispetto a quello della passata stagione e minato da una serie di infortuni da record (e, sempre come ha sottolineato Donadoni, anche se Paletta e Cassani sono tornati a disposizione è ovvio che non possano essere già allo stesso livello di eccellenza di un anno fa). Insomma, domani, per precisa scelta strategica, non c’è ancora alcuna novità di rilievo, anche se potrebbe non esser estraneo allo stallo il fatto che i famosi quattrini previsti per oggi non abbiamo ancora fatto capolino nelle casse, benché tutto sia predisposto e a Collecchio ci sia abbastanza fiducia, al punto da pensare che ci si possa tuffare a capofitto sul mercato dal 7 gennaio in poi, imagesperando che nel frattempo, con l’anno nuovo, cambi la musica deludente sino ad ora suonata, anche se gli interpreti restano, per ora, gli stessi. Oggi, intanto, come preannunciato ieri da StadioTardini.it, Rezart Taci sarebbe regolarmente arrivato in Italia, anche se non è prevista la sua presenza domani a Parma per la gara con la Fiorentina: c’è, infatti, la volontà di sistemare prima un po’ le cose, prima di apparizioni pubbliche. L’Epifania può aspettare…

L’ELENCO DEI 21 CONVOCATI DI DONADONI PER PARMA-FIORENTINA

Portieri: Cordaz, Iacobucci, Mirante.
Difensori: Cassani, Costa, De Ceglie, Felipe, Gobbi, Lucarelli, Mendes, Paletta, Rispoli, Ristovski
Centrocampisti: Lodi, Lucas Souza, Mariga, Mauri
Attaccanti: Bidaoui, Cassano, Palladino, Pozzi

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DONADONI: “LA QUOTA SALVEZZA? I TRE PUNTI CON LA FIORENTINA… RINFORZI? NON ABBIAMO BISOGNO DI GIOCATORI CONCLAMATI, MA CHE CAPISCANO LA REALTA’ DOVE ANDRANNO A CALARSI” (video)

IL MERCATOLOGO / REZART TACI ARRIVA DOMANI IN ITALIA (MA NON A PARMA), COINVOLTA NELL’OPERAZIONE ANCHE LA SORELLA ANIKA. PREVISTI IMPORTANTI INVESTIMENTI SUL MERCATO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

55 pensieri riguardo “IL NUOVO PARMA NON HA TROPPA FRETTA DI CAMBIARE: NESSUN TESSERAMENTO “URGENTE” PER LA GARA CON LA FIORENTINA. SE ARRIVERANNO I QUATTRINI DALL’8 IL TUFFO SUL MERCATO. TACI E’ IN ITALIA

  • 5 Gennaio 2015 in 18:21
    Permalink

    l’assenza di Lila si fara’ sentire

  • 5 Gennaio 2015 in 18:24
    Permalink

    Dopo le affermazioni del mister su mariga è lecito attendersi sia gobbi che de ceglie, son poche le alternative.
    Per il resto vediamo se arrivano sti benedetti soldi, a livello di strategia mi fido del Leo anche se di tempo per indugiare ce n’è poco

  • 5 Gennaio 2015 in 18:33
    Permalink

    L’assenza di Lila sicuramente non si fara’ sentire, mentre se te caro Assioma la smetti di cercarti 4 minuti di popolarita’ sputando nel piatto ogni santissimo articolo o notizia che esce, forse sentiremo la tua grandissima mancanza, perche’ se smetti di scrivere qui e ritorni nel tuo triste anonimato, fai perdere molto a stadiotardini.it perche’ poi si privera’ dei tuoi messaggi tristi pessimisti e di poca, ma molto poca, anzi pochissima sostanza. Grazie
    Matteo b

    • 5 Gennaio 2015 in 18:54
      Permalink

      e magari se ti incontro ti sputo in un occhio dai 🙂

  • 5 Gennaio 2015 in 18:35
    Permalink

    lila avrebbe giovato sì

    • 5 Gennaio 2015 in 18:41
      Permalink

      Lì si fa lunga: credo che sia una corsa contro il tempo il poterlo avere col Verona…

      • 5 Gennaio 2015 in 18:55
        Permalink

        ahahahah

  • 5 Gennaio 2015 in 18:39
    Permalink

    servirebbe anche una punta ….Pozzi puó giocare o cosa fa????

    • 5 Gennaio 2015 in 18:40
      Permalink

      Una tripletta al San Sepolcro, pardon San Secondo…

      • 5 Gennaio 2015 in 18:59
        Permalink

        i tre pozzi….si mangia bene

  • 5 Gennaio 2015 in 18:48
    Permalink

    Domani si vince. Non so perche’ ma la vedo cosi

    • 5 Gennaio 2015 in 19:54
      Permalink

      sgrat sgrat 🙂 , ecco vedi preferirei delle dichiarazioni cosi’ da parte dell’allenatore che le solite supercazzole 🙂

  • 5 Gennaio 2015 in 18:55
    Permalink

    Majo ma se la pecunia non arriva…..cambia qualcosa? oppure nulla di che?

    • 5 Gennaio 2015 in 22:11
      Permalink

      Beh, se la pecunia non dovesse arrivare (ma a Collecchio c’è ottimismo, tutto è predisposto, vabbè che c’è ottimismo e predisposizione già dal 29 dicembre, ma non è che si sia riempita la cassa…) penso che le cose cambierebbero un po’…

  • 5 Gennaio 2015 in 19:08
    Permalink

    Per chi invoca Pozzi…non è in grado di giocare…attualmente è un ex giocatore al pari sembra di mariga e di galloppino…
    Vabbè che Osso vuol fare lo stratega ma è una brava persona e non da in pasto al Tardini giocatori che non si reggono in piedi…lo ha già fatto troppe volte con AMAURI….dio benedica sempre il Torino che ci ha tolto almeno questo peso…

  • 5 Gennaio 2015 in 19:15
    Permalink

    mo co dit ,avercelo amauri , oh ma non ne becchi una 🙂

  • 5 Gennaio 2015 in 19:47
    Permalink

    Galloppa non è un ex calciatore!!!
    E lo ha dimostrato in questo inizio di stagione! deve solo trovare la forma atletica migliore e questo lo può fare solo giocando…
    Donadoni e salute permettendo è un tassello fondamentale nel centrocampo del Parma, insieme a Mauri.
    E’ quanto di più simile (come modo di giocare) al Parolo della scorsa stagione.
    E merita la seria A ! e anche di medio-alta classifica!!!

    • 5 Gennaio 2015 in 20:18
      Permalink

      Ho detto attualmente…so anch’io che se stesse bene, dopo Mauri è il centrocampista più forte della squadra, non ha mica i piedi di acquah per fortuna….purtroppo ha perso il passo per la serie A stando fuori 3 anni…penso sia impossibile rivederlo ad alti livelli…

  • 5 Gennaio 2015 in 19:56
    Permalink

    Si a Torino sono molto contenti, in 16 partite non hai mai centrato lo specchio…farà gol l’ultima di campionato di testa in fuorigioco…quello si che è un pacco fatto bene altro che l’Europa legue….
    Assio,
    Se domani fa gol lucas…mando 10 bottiglie di champagne a Galderisi…è la sua partita!!!!!

  • 5 Gennaio 2015 in 20:03
    Permalink

    Davanti giochiamo con cristallo palladinador…c’mé semà balord…mai così grami davanti…nemmeno in c…auguri a noi.

  • 5 Gennaio 2015 in 20:18
    Permalink

    Direttore teleducato dice che domani taci potrebbe essere al Tardini… I soldi a quando li hanno spostati adesso???? Continuano a prenderci in giro….. Non siamo neanche riusciti a far arrivare il transfer di lila che sono 10 giorni che è’ a parma…. Siamo alla frutta il ciccione ci ha fatto il regalo di inizio anno…

    • 5 Gennaio 2015 in 20:54
      Permalink

      Teleducato temo abbia ripreso la GdP: era palese che Taci domani non fosse al Tardini. Purtroppo non sempre si tiene il cervello in posizione “on”…

      Per quanto concerne Lila: è vero che, col consenso del Pas Giannina, si sta allenando a Collecchio da alcuni giorni, però è altrettanto vero che il mercato apre oggi. Pare che serva un viaggio sia in Grecia che in Albania, per via dei permessi di soggiorno, che deve svolgere lo stesso giocatore. Infatti potrebbe essere a rischio la sistemazione di tutte le pratiche burocratiche prima della gara col Verona…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 5 Gennaio 2015 in 20:22
    Permalink

    Assio,
    Stasera gufiamo la Regia, anche se tenere la Spal non è il massimo, scegliamo il male minore…
    Quest’anno ci tocca godere delle disgrazie altrui…grazie alla fiildura di Carpenedolo…catvena….

    • 6 Gennaio 2015 in 08:27
      Permalink

      infatti mi sono astenuto

  • 5 Gennaio 2015 in 20:36
    Permalink

    Quello in mezzo ai due Taci nella foto ha una voglia che ricorda Gorbaciov. Sarà’ lui il russo?:)

  • 5 Gennaio 2015 in 20:51
    Permalink

    speravo di cominciare il 2015 con una formazione diversa, invece siamo sempre I soliti, con in più paletta e Cassani..ma il problema è dalla cintola in più purtroppo…che paur quadrado..

  • 5 Gennaio 2015 in 21:15
    Permalink

    Ma la faccia di Sgorbiaciov?
    Io già x il segno che ci ha sulla testa l’avevo sempre detto ke era un VOLIOSO, ma qui secondo me si esagera.

    W ANIKA PRESIDENTE!
    NO ALLE VECCHIE DEL COORDINAMENTO.
    Ke io dico si alle quote rosa, mo miga ed veci, ke qui siamo a FORZA PARMA mica a villa Parma.

  • 5 Gennaio 2015 in 22:48
    Permalink

    A PARTE LA DIATRIBA TRA PESSIMISTI E OTTIMISTI , ARRIVANO I SOLDI SI O NO,
    MI CHIEDO IN QUANTE PIAZZE D ITALIA DOPO 13 SCONFITTE E 1 PAREGGIO SU 16 GARE I CALCIATORI E L ALLENATORE POSSONO STARSENE TRANQUILLI E PROGRAMMARE IL LORO FUTURO ALTROVE !!!! I VECCHI DIRIGENTI, GHIRARDI COMPRESO, POSSONO STARSENE TRANQUILLI SENZA VERE CONTESTAZIONI DOPO UNA MAREA DI BALLE E FALSITA’ SPARSE A JOSA SENZA RENDERE CONTO NULLA A NESSUNO LASCIANDO DEBITI PER DECINE DI MILIONI A FORNITORI DELLA CITTA’.
    A GENOVA, ROMA, MA ANCHE IN CITTA’ PIU’ PICCOLE COME BERGAMO O A VERONA E LA STESSA BRESCIA L’ARMATORE E L’AMMIRAGLIO NON SE LA SAREBBERO COSI’ SPASSATA A FARE I LORO PORCI AFFARI???? (L’EVENTI SPORTIVI FA UTILI PER 3 MILIONI E LA SOCIETA’ A VALLE CONTROLLATA OVVERO PARMA CALCIO PERDE 13 MILIONI DI EURO: MAI VISTO DI SOLITO E’ IL CONTRARIO!)
    ALLORA CARO MAJO IL MULINO BIANCO NON ERA SOLO A COLLECCHIO MA ANCHE A PARMA!!!!! NON E’ ORA DI FARE UN PO’ DI PRESSIONE – SEMPRE NEL LECITO PER CARITA’ – A QUESTI SMIDOLLATI GIOCATORI E A DONADONI? QUESTI SONO BALORDI MA NON DA 6 PUNTI ALLA 17^ GIORNATA.
    MA CON UN AMBIENTE COSI TRANQUILLO LA FAMOSA ISOLA FELICE, DOVE OGNUNO FA I FATTI SUOI, NESSUNA CONTESTAZIONE, NESSUNO CHE LI PRENDA A ….. IN CULO COME IN PASSATO ABBIAMO FATTO PER MOLTO MENO E IO ME LO RICORDO BENE CON L’ALLENATORE CORSI OPPURE LO STESSO MALDINI L’ANNO DELLA RETROCESSIONE E LUI CON LE PALLE MOLLO’ ANCHE QUALCHE SCHIAFFONE A NOI TIFOSI !!!!!
    ECCO DICO BALORDI I GIOCATORI BALORDI I DIRIGENTI MA ANCHE I TIFOSI ………. (E STENDO UN VELO PIETOSO SU QUELLO DEFINITO CENTRO DI COORDINAMENTO OVVERO I GIULLARI DI GHIRARDI E ADESSO CERCHERANNO DI DIVENTARLI DEL NUOVO PRESIDENTE. SIA CHIARO NEL LECITO ALLA VECCHIA MANIERA UN PO’ DI CONTESTAZIONE DURA CI STAVA …….. BASTA CON LA STORIA NON PRENDONO I SOLDI NEPPURE A BARI LI PRENDEVANO EPPURE GIOCAVANO E BENE COSI COME LA REGGINA CHE CON UNA GRANDE PENALIZZAZIONE SI SALVO ‘E CI SAREBBERO TANTI ESEMPI.
    QUA’ NELL ISOLA FELICE I GIOCATORI SE NE APPROFITTANO E ORA DI FARLI LAVORARE ….. ALTRIMENTI NON LAMENTIAMOCI SE ALLA 20 GIORNATA SIAMO GIA’ RETROCESSI
    SE QUESTI SI IMPEGNAVANO COMPRESO L’ALLENATORE (CHE GIA’ ALL’INIZIO NON AVEVA VOGLIA DI STARE A PARMA SE NO MICA ANDAVA A ROMA A SENTIRE LOTITO) CREDETEMI CI SI POTEVA SALVARE SENZA TANTE BALLE SOLDI SI SOLDI NO TACI SI TACI NO, ALMENO TRE SQUADRE EMPOLI CESENA E CHIEVO SONO INFERIORI A NOI PER CUI LA COLPA E’ ANCHE E SOPRATUTTO OLTRE CHE DELL AMMIRAGLIO ANCHE DELL ALLENATORE E DEI GIOCATORI !!!!!
    NESSUNO CREDE PIU’ ALLA SALVEZZA A COLLECCHIO PER CUI COME FANNO ALCUNI TIFOSI A CREDERCI

    CONSIGLIO DI FARE UN MINIMO DI PRESSIONI ALLA SQUADRA E MAGARI ANCHE ALLA NUOVA PROPIETA’ SE NO QUELLI FANNO COME LA VECCHIA NELL ISOLA FELICE FARANNO I FATTI LORO E DI DINNARI SI NE VEDRANNO POCHI

    • 5 Gennaio 2015 in 23:06
      Permalink

      Bravo Renzi…non fa una grinza…
      Questo è il PD che vogliamo…non quello di dall’Oglio

  • 5 Gennaio 2015 in 22:50
    Permalink

    Domani altra sconfitta con questi mercenari, il presidente verrà allo scoperto quando saremo matematicamente in b creda a me direttore…

    • 5 Gennaio 2015 in 22:52
      Permalink

      In quel caso penso che non verrà neppure allo scoperto. Del resto, finora, mica si è scoperto direttamente…

  • 5 Gennaio 2015 in 22:53
    Permalink

    assio hai visto osso, osso hai visto assio?
    ma lasciate lì per piacere

  • 5 Gennaio 2015 in 23:09
    Permalink

    Luca,
    Lascia stare Assioma che sta festeggiando la vittoria della Reggiana a Ferrara…
    Abbi fede domani Osso ti stupirà…

  • 5 Gennaio 2015 in 23:16
    Permalink

    Direttore non verrà allo scoperto perché non c’è nessuno o spera ancora che arrivino i soldi…. Credo che lei lo sappia perfettamente che non arriverà nessun giocatore importante e non arriverà mai il bonifico che è’ già stato rinviato diverse volte, ma non ha le palle per dirlo…

    • 5 Gennaio 2015 in 23:21
      Permalink

      Se avessi la sicurezza che ha lei stia pur sicuro che le palle per dirlo ce le avrei, essendo l’unico ad aver avuto le palle di dire le cose come stavano per la licenza uefa ed altri argomenti scabrosi correlati mentre tutti voi pensavate ai complotti…
      Il fatto è che io la sicurezza che ha lei che i soldi non arrivino non ce l’ho: è chiaro che razionalmente di dubbi ne ho parecchi e non li ho certo nascosti, ma preferisco aspettare a sparare sentenze come fa lei. Del resto il conto si allunga…

      Saluti

      Gmajo

  • 5 Gennaio 2015 in 23:36
    Permalink

    CON QUESTO ACQUISTO ALMENO SANNO COME FARE LE TRASFRTE , SPENDENDO POCO DI TRASPORTI
    Secondo quanto riportato da TuttoUdinese.it oltre ai friulani, anche Parma, Cesena e Genoa sono molto interessate all’attaccante romeno del CSKA Sofia Sergiu Bus (22). Il giocatore è nel giro della nazionale U21 del suo paese dove ha collezionato 7 presenze e 4 marcature. Con il club in questa stagione ha segnato 10 reti in 19 partite. Il suo contratto è in scadenza nel 2016 e la sua valutazione è di 1,5 milioni di euro.
    Ovviamente è una battuta ma i continui rinvii non giovano ad ambiente e giocatori. Oltre tuitto , credo che anche il signor Leonardi si stia giocando la carriera da dirigente. Non so quanta credibilità abbia ancora verso i giocatori ( e a questo proposito chiedo al signor Simone che mi pare molto ben informato sugli umori di spogliatoio un commento) e verso operatori di mercato. Se non arrivano i soldi ( e io penso che non ci siano proprio) , si va verso l’esclusione dal campionato. Al riguardo allego copia articolo 16 delle Carte federali
    La decadenza e la revoca della affiliazione sono deliberate dal Presidente Federale.
    2. Le società decadono dall’affiliazione alla F.I.G.C.:
    a) se non prendono parte ovvero non portano a conclusione, a seguito di rinuncia od esclusione,
    l’attività ufficiale;
    b) se non provvedono, nei termini previsti, al versamento della tassa di rinnovo dell’affiliazione e
    della tassa di partecipazione all’attività ufficiale.
    Il Presidente Federale, sentita la Lega di competenza, può mantenere l’affiliazione della società
    ove ravvisi casi di forza maggiore o di particolare rilevanza, determinandone la collocazione negli
    organici dei campionati, sentito il Comitato o la Divisione interessata relativamente alle
    disponibilità di fatto esistenti negli stessi, e disponendo a tale fine, in casi eccezionali,
    l’ampliamento della composizione numerica di uno o più gironi in cui si articola la relativa attività.
    3. La revoca dell’affiliazione di una società per gravi infrazioni all’ordinamento sportivo può essere
    deliberata, a seconda della infrazione, anche su proposta della Co.Vi.So.C., dei Consigli Direttivi
    delle Leghe e del Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica.
    4. Costituiscono gravi infrazioni all’ordinamento sportivo:
    a) la violazione dei fondamentali principi sportivi, quali la cessione o comunque i comportamenti
    intesi ad eludere il divieto di cessione del titolo sportivo;
    b) la recidiva in illecito sportivo sanzionato a titolo di responsabilità diretta;
    c) la reiterata morosità nei confronti di enti federali, società affiliate e tesserati;
    d) le rilevanti violazioni alle norme deliberate dal Consiglio Federal

  • 5 Gennaio 2015 in 23:49
    Permalink

    Vorrei capire una cosa… ma Mariga?? l’abbiamo preso i primi di settembre visto che era svincolato… ma io dico… possibile che dopo 4 mesi non sia ancora in condizione per giocare??? non ci credo che gente che si è operata alla schiena a settembre è gia arruolabile e lui no.
    con la carenza che c’è a centrocampo uno come mc farebbe comodo e come!!

    • 6 Gennaio 2015 in 00:32
      Permalink

      Mariga è reduce da infortuni piuttosto complessi in serie. Donadoni non è affatto convinto delle sue condizioni: ne ha parlato oggi, in conferenza stampa, rispondendo alle domande del collega Mattia Fontana di Eurosport, confermando le stesse sensazioni riferite dal nostro inviato molto speciale Alessandro Dondi al derby Parma-San Secondo di sabato.
      Ecco le risposte di Donadoni a Mattia Fontana di Eurosport:
      “Mah… Lo avete visto anche voi: Mac è un giocatore che ancora alterna cose che trasmettono sensazioni estremamente buone e positive ad altre meno. Nella partita con il San Sepolcro (ovviamente intendeva dire San Secondo, nda) direi che ha trovato delle difficoltà e non è stato, forse, il Mac che mi aspettavo o che speravo di vedere, per cui devo fare veramente dei ragionamenti perché è importante che ci sia soprattutto contro una squadra come la Fiorentina, che è una squadra che gioca molto con palla al piede e che cerca molto il possesso palla e quindi che ti fa correre, avere dei giocatori che abbiano quanto più benzina e che da questo punto di vista possano dare delle certezze”.
      Fontana ha quindi chiesto a Donadoni se Mariga abbia problemi di inserimento, perché a lui sembra che dal punto di vista fisico stia dando buone risposte, mentre sbaglia qualche pallone di troppo in impostazione. Il mister non si è trovato d’accordo:
      “No, un giocatore Mariga non ha assolutamente alcun tipo di problema dal punto di vista dell’inserimento. E’ un giocatore che ha capacità ed esperienza per inserirsi in un qualsiasi tipo di squadra e qui a maggior ragione. Il suo, più che altro, è ancora un problema di tipo fisico, che non deve essere visto, solo, come capacità di corsa, perché quando si tratta di correre soltanto, correre dritto diventa facile per tutti, ma lui ha subito veramente un intervento per un problema al ginocchio pesante, difficile e già averlo quasi superato è stato non dico un miracolo, ma poco ci manca”.
      Non è giusto paragonare infortuni incommensurabili tra loro: quello di Mariga è ben diverso rispetto a quelli di Cassani e Paletta. A proposito dei quali, in conferenza stampa, ho posto proprio io una domanda a Donadoni, definendoli, con un luogo comune, che però rispecchia la realtà, come gli unici nuovi acquisti. E già che c’ero gli ho chiesto pure di Biabiany. Ecco la trascrizione della sua risposta:
      “Sul discorso di Gabri (Paletta, nda) adesso il problema è solo quello di trovare la condizione e quella che è proprio la vicinanza della gara, perché tornando dopo qualche mese, chiaramente non è mai semplice per nessuno, anche se la tendenza è sempre quella di dire: va bene, adesso sta bene, quindi è normale che ci si aspetti subito una prestazione al 100%, ma poi ci sono tante altre componenti, però direi che è avviato molto bene.
      Cassani, anche lui, ci tiene molto e ci sta mettendo tutta l’energia e volontà possibile per poterci essere, e quindi, sicuramente, è a disposizione, però, anche lì, c’è un percorso da fare, che ancora lo deve avvicinare a quella che sarà la sua piena efficienza, però sono contento di questo.
      Per quanto riguarda Biabiany, negli ultimi giorni non lo abbiamo visto, quindi non ha ancora cominciato a fare nulla, e ancora non c’è possibilità di poterlo utilizzare e quindi vedremo cosa ci riserverà il futuro”.

      Cordialmente
      Gmajo

  • 5 Gennaio 2015 in 23:55
    Permalink

    Mi complimento col sig. Massimiliano, i giocatori sono al corrente della situazione che i soldi non arriveranno, è il sig. Leonardi ormai per la squadra non ha più credibilita i bonus se li è giocati tutti. La lega calcio tiene mano a questo teatrino sol per evitare di falsare il campionato. Il parma è’ fallito entro un mese il buon Giordano uscira allo scoperto dicendo che la cordata non vuole esporre nessun proprietario ma saremo già retrocessi. Potete credere o meno a queste cose ma almeno guardate i fatti, cosa c’è di nuovo nel parma calcio da quando ghirardi dice di aver venduto???

    • 6 Gennaio 2015 in 00:12
      Permalink

      Se così fosse, egregio, la squadra dovrebbe esporsi e non parlarne con lei.

      Vale anche per loro il ragionamento che da secoli faccio per i fornitori: anziché alimentare il cicaleccio, buttino il prete nella merda dicendo chiaramente come stanno le cose, anziché far finta che sia il Mulino Bianco.

      Io non ho mai scritto – al contrario di colleghi che compongono per testate autorevoli – che a Parma si chiacchierava di debiti vs. fornitori: siccome le chiacchiere e gli spifferi non mi piacciono, non ho mai ospitato delazioni anonime in quel senso: però, sapendo del problema, non ho esitato a parlarne non appena una persona ha accettato di metterci la faccia (mi riferisco al dirigente della Tep da me intervistato in esclusiva) e di non starsene nascosto a bisbigliare o a lamentarsi. Se il Parma si trova in una certa situazione è anche perché, con questi comportamenti, si è alimentato il fenomeno. Ancora oggi (e penso che il signor Massimiliano non mi possa certo contraddire) ci sono creditori che preferiscono non presentare istanze di fallimento, benché consigliati dai loro legali, per paura di perdere commissioni e/o lavori. Comodo che la faccia ce la mettano gli altri. Bisogna prendersi responsabilità o, come dice lei, avere le palle.

      Se Leonardi non ha credibilità com’è che che giocatori e allenatore gli tengono bordone?

      Dimenticavo: lei, Simone, mi ha dato dell’eunuco: ma il cursus honorum di Giordano chi lo ha tirato fuori ed illustrato?

      Saluti

      Gmajo

  • 6 Gennaio 2015 in 00:36
    Permalink

    Ma Simone è un giornalista?no perché con tutte le dritte che riesce ad aver farebbe le scarpe a un sacco di professionisti. ma per piacere…che pesantezza Majo le devo tirare le orecchie, a quanto pare il filtro su certi messaggi non funziona benissimo..

    • 6 Gennaio 2015 in 00:44
      Permalink

      Eh, caro lei… Massimiliano lo esalta e lui si espone. Comunque che qualcosa strusi mi pare evidente, ma i giocatori nom dovrebbero lamentarsi coi tifosi. Cosa che spesso avviene,.,
      Accetto la tirata d’orecchie, ma faccio fatica a tagliare i commenti, nonostante i buoni propositi…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 6 Gennaio 2015 in 00:54
    Permalink

    ma scusi direttore, se veramente I giocatori non avessero garanzie in merito di stipendi dopo tutto questo tempo, non pensa che la bomba sarebbe già scoppiata? Non credo che uno come cassano se ne sia buono buono a subire una situazione del genere senza fare I casini che tanto bene generalmente gli riescono. Così come penso che basterebbe una sola testa calda della rosa x far scoppiare pubblicamente il bubbone . d invdce che succede? I giocatori si sfogano con Simone..ma x piacere..Un po di buon senso, nulla di più..Non diamo credibilità a certa gente.

    • 6 Gennaio 2015 in 01:01
      Permalink

      Il fatto è che non c’è solo simone, ci sono anche altri che dicono più O meno le stesse cose citando come fonte i giocatori.
      Di quel che accade nelle segrete stanze è difficile aver certezza, ma anche nel mondo dei procuratori e tra gli operatori di mercato si avverte di un certo malessere in casa parma, nonostante il cambio di proprietà.
      Io, però, preferisco attenermi ai fatti e giudicare quel che accade. Dicono che taci farà il presidente e caccera’ tutti i soldi bene, se accadrà ne prenderò atto e ne sarò felice, se invece sarò stato preso pei fondelli lo riferiro’…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 6 Gennaio 2015 in 00:56
    Permalink

    Lasciando stare le mie dritte che come dice il direttore i giocatori non dovrebbero lamentarsi con i tifosi, io chiedo solo chi riesce a spiegarmi tutte queste aspettative da cosa nascono. Ad oggi un avvocato romano con origini meridionali dice di essere il presidente è che ci sarà un cordata cipriota russa che porterà soldoni nelle casse del parma per ripianare i debiti, e investirà perché non vogliono retrocedere….. Bene ad oggi soldi non se ne sono visti e forse è’ stato acquistato un perfetto sconosciuto dal nome lila che non si capisce neanche quanto è come sia stato pagato. Tutto il resto è’ come il giorno del raduno a luglio….. Attendo argomentazioni …

    • 6 Gennaio 2015 in 01:16
      Permalink

      Lasciamo perdere le origini meridionali di Giordano che non c’entrano. Al limite preoccupa il suo cursus honorum e aggiungerei pure qualche amicizia. I facili entusiasmi derivano dall’illusione taci. Ora si tratta di capire se questi ci metterà la faccia e i soldi o se è solo uno specchio per le allodole. Il dubbio mi resta perché sono come San Tommaso. Del resto di incongruenze ce ne sono parecchie e non le ho certo taciute.
      I soldi che dovevano arrivare oggi sono gli stessi attesi dal 29, adesso il giorno buono diventerà il 7 o l’8. E intanto vediamo che partita ci viene fuori con la Fiorentina…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 6 Gennaio 2015 in 08:53
    Permalink

    ho l’impressione che si stia viaggiando sulla falsa riga della vecchia gestione…….poche idee ma confuse, tante chiacchiere ,
    comunicazione pessima,la mano destra non sa quello che fa la mano sinistra (preiti-leonardi),
    concludendo se vogliamo essere obbiettivi (fregandocene delle senzazioni ottimistiche barra pessimistiche che ci dividono) si puo’ affermare che oggi 6 gennaio 2014 il parma fc
    1) e’ controllato da una holding con sede a cipro di cui non si sa nulla se non che e’ stata fondata con 1000 euro di capitale etc etc..
    2) ha un presidente avvocato romano che sta al calcio di parma come la bellucci sta alla mazzamauro
    3) a tuttoggi non si e’ visto uno scudo (come diceva mia nonna)
    4) non siamo riusciti neanche a tesserare in tempo un ragazzo di 28 anni che gioca nel pas giannina ed e’ a parma dal 31 dicembre perche’ gli fa vedere come si gioca a calcio con la grinta
    5) se taci oggi fosse in tribuna gli chiederei di ridarci i 2 punti di penalizzazione ,che secondo quell’altro soggetto di carpenedolo,che ci siam beccati per colpa sua e della sua riservatezza

    grazie a tutti e buon divertimento

    • 6 Gennaio 2015 in 12:12
      Permalink

      Buongiorno Assio,
      per farmi curriculum provo a risponderti io, ke io se fossi responsabile dei tifosi ti risponderei sempre. Ke nn dico ke quello ke c’è adesso nn va bene (potrei anke pensarlo ma nn lo direi xchè sn un signore), ma cm vedi nn ti ha risposto e io si. E tra i due secondo me è meglio quello che risponde. Poi Taci (ke saluto prostrandomi ben bene ke più anofficial nn si può) vedrà lui cosa fare ke a me va sempre bene, ke io nn lo dico per me ma x la NOSTRA GIENTE.
      1) Ok io sarei andato a Ibiza ke c’è più figa, però il Cipro va bene uguale. Poi tieni conto ke eravamo fuori dalla stagione e siamo andati con un allahst-minute (cm dice il Mullah Dondi)
      2) Si ma cm si dice in matematica: se i fattori sn degli invertiti, il prodotto cambia parkè jen di culà, quindi: la mazzamurro la mettiamo nel settore degli invalidi cn gli sfigati e le vecchie del coordinamento, mentre da noi arriva Anika cle bela bombè!!! Se poi te nn ti piace io ti posso dare una vecchia del Petitot ke io nn la toccherei neanche cn quello di Majo.
      3) nn sarà mica bello lo Scudo? Cmq se lo vuoi vedere devi andare alla Fiat.
      4) magari lui ha detto NO ALLA TESSERA e vuole la away che tiene in pungo il Bepi (e prego Al-Majo di allegare la diapositiva relativa)
      5) i punti dovremmo farceli dare indietro dagli anglo-torinisti del complotto del fiume limaccioso, che era così limaccioso e pieno di lidga che siamo finito come il relitto perfetto. Che poi se Taci è riservato a me piace e ne sono FIERO, ke io nn sn un nemico (e qui ci vorrebbe la diapositiva di Majo), e preferisco le persone riservate ai capannoni o ai mandarini che sento il Pino Daniele, dailà, ke io già nn sopportavo l’Arbre Magic e l’Abete. E te lo dico senza fare del razzismo ma cantandoti io, mica pini o abeti, POROPPOPPERO-PERO’, torna nella tua terra Terò….

      • 6 Gennaio 2015 in 13:08
        Permalink

        i fattori invertiti sono dei contadini gay che coltivano solo zucchine ? 😀

  • 6 Gennaio 2015 in 09:22
    Permalink

    dai majo “squilibrato” mi sembrava equilibrato (beccati sto ossimoro)
    🙂

    • 6 Gennaio 2015 in 09:28
      Permalink

      Poi glieli paghi tu i danni e la parcella a malvisi?

  • 6 Gennaio 2015 in 09:45
    Permalink

    eh ma quello sta facendo il bagno nel sangue 🙂 sai cosa gliene fotte di parma del parma,la vita va avanti, escono nuovi giocattoli tecnologici tutti i giorni

  • 6 Gennaio 2015 in 13:08
    Permalink

    Le societa che hanno i soldi il mercato lo hanno fatto, noi purtroppo siamo rimasti al palo? Come mai, la situazione economica e quella precedente, fra 1 al tardini, speriamo sempre nel solito miracolo sportivo.

  • 6 Gennaio 2015 in 13:26
    Permalink

    ci stanno facendo il giochino delle tre carte

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI