martedì, Maggio 28, 2024
In EvidenzaNews

PIOVANI A DONADONI: “HA MAI PENSATO DI DIMETTERSI VEDENDO LA SITUAZIONE E CHE NON ARRIVANO RINFORZI?” E IL TECNICO: “CI SONO ANCORA 12 GIORNI. POI VALUTERO’…”

(gmajo) – E’ stato Sandro Piovani della Gazzetta di Parma a farsi portavoce di una domanda che al termine di Parma-Sampdoria 0-2 era un po’ nella mente di tutti, in sala stampa e fuori: “Roberto, hai mai pensato, obiettivamente, visto che le cose non si sviluppano come magari abbiamo pensato, io non ci sto più a questo gioco? I rinforzi non arrivano…” E lui: “Beh: abbiamo ancora dieci o dodici giorni: passati questi dieci o dodici giorni è chiaro che faremo delle valutazioni più precise. Adesso le energie servono solo per costruire qualcosa e tirare fuori qualcosa da tutto quello che si ha a disposizione. Tutto il resto è tempo perso”, Il popolare giornalista ha quindi proseguito: “Pensi veramente che ci sia la possibilità di arrivare alla salvezza, oppure, secondo te, a questo punto sarebbe quasi meglio costruire una squadra in proiezione futura?”. E il tecnico: “No: abbiamo tutto il girone di ritorno, quindi abbiamo il dovere assoluto, l’obbligo, ancora di credere di poter fare meglio e non è molto difficile fare meglio, quindi, in questo senso, dobbiamo cercare di lavorare, cercando di sforzarci in ogni piccola cosa per fare ancor meglio, perché gli avversari non possono arrivare prima di noi, non devono arrivare prima di noi, non devono vincere i contrasti o i tackle o i contrasti in area, ma dobbiamo essere i primi noi ad andare a colpirla”. Poco prima la firma prezzemolina Vanni Zagnoli gli aveva domandato quanto possa aver influito lo stesso allenatore nella metamorfosi di rendimento del Parma passato dal sesto posto in classifica alla fine dell’ultimo campionato all’attuale ultimo: “Risposte in questo senso servono a poco. E’ chiaro che quando si fa bene si fa bene tutti insieme e quando si fa male, si fa male tutti insieme: non mi sono mai tirato indietro in un senso o nell’altro. Non amo nascondermi e so assumermi le mie responsabilità, però mi sembra semplice dire un allenatore che ha fatto quello che ha fatto è chiaro che ha dimostrato di essere un allenatore di un certo tipo: è chiaro che adesso che sei ultimo in classifica lo si mette in discussione. Ma questo fa parte della vita e quindi non mi spaventa. Io continuo a lavorare, continuo a lottare, continuo a mettermi in gioco, e se dovessi dar retta a tutti non farei il mestiere che faccio, ma farei qualcos’altro”.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

62 pensieri riguardo “PIOVANI A DONADONI: “HA MAI PENSATO DI DIMETTERSI VEDENDO LA SITUAZIONE E CHE NON ARRIVANO RINFORZI?” E IL TECNICO: “CI SONO ANCORA 12 GIORNI. POI VALUTERO’…”

  • si al portafoi !

  • Raffaello

    “e se dovessi dar retta a tutti non farei il mestiere che faccio, ma farei qualcos’altro”.
    E sarebbe meglio!!!

  • piglia per il culo anche i giornalisti

  • oggi oltre che le mani in tasca ha guardato per terra tutta la partita,il suo collega vinceva 2 a 0 urlava come un pazzo e quando un giocatore della doria ha sbagliato un passaggio a momenti entra in campo e gli da…

    • Se bastasse urlare il Milan con superpippa le vincerebbe tutte

      • o magari mi darebbe la parvenza che stia guardando la partita con interesse e passione
        ti co dit ?

        magari a parti invertite al milan lo avrebbero gia’ spedito da un bel po ti co dit ?

        • dico che stai dicendo cazzate1

  • Crociato74

    Direttore, oggi qualcuno ha visto Taci allo stadio??

  • Direttore c’era taci?erano presenti anika Giordano e il nuovo ad

    • Ormai mi rifiuto di inseguire queste notizie di colore, che non servono a un cazzo. Tornerò a parlare di Taci e della bella Anika dopo che avranno cacciato la pila. Delle loro apparizioni non me ne frega più niente. Il tempo dei diversivi è terminato. altri colleghi oggi erano in orgasmo perché c’era TikiTaka o come diavolo si chiama il nuovo AD albanese, c’è chi ha aggiunto un’altra sorella a Taci, chi ha visto sua mamma come in Amici miei c’era chi ha visto la Madonna: ma di queste robe non voglio più occuparmene.

      Cordialmente

      Gmajo

      • Ed ha pienamente ragione.
        O costoro fanno i fatti o è anzi meglio che siano non elogiati ma perseguiti.

  • Le risulta se domani veramente arrivino quei 3?

      • Infatti.
        Comunque non arrivano, è fallimento pilotato.

        • caro gustavo chiedi a majo cosa ne penso che a settembre mi ha anche dileggiato :-),nonostante per certi versi ci fossi gia’ passato in prima persona,secondo me una bella pianificazione tecnica come minimo c’e’ stata,il fatto e’ che non hanno sbagliato una mossa ! perche’ ? perche’ a perma as pieza magner e bevor !

      • Dai non essere pessimista.
        Le ultime fanno pena(noi di piu’ certo) ma se arriva qlc buono non e’ persa

        • io pessimista ? guerda in co a son ande’ a cater di otimista a la vileta fa ti

  • Simone B.

    Guai a Taci se versa un euro a questi miserabili e al loro condottiero in panchina…che ridia la patata bollente nelle mani del bresciano è che venga nella M..DA con noi…
    Ci meritiamo proprio la B anche come tifosi…a proposito esiste ancora un tifo organizzato a Parma???? Invece di andare a mettere 2 striscioni Leonardi vattene non sarebbe meglio cantare qualche volta???? Sembra di giocare sempre in trasferta….

  • oggi non ha messo manco i 60 euro del biglietto 🙂

  • Eppure ha raggione direttore

  • Gustavo illuminami. cosa sarebbe un fallimento pilotato?

  • Majo glielo dici tu lunedi’ dove mettersi il pizzino ?

    sempre nel lecito eh ?

    salutami Angella speriamo che facciano la lunezia cosi’ facciamo calcio e calcio da La Spezia due squadre in b

    le mej che vuna in…….bo ?

      • ma io sono un inguaribile ottimista checche’ se ne dica …..ci farei un FIRMONE cosi’

        ma e’ dura per gli ostrogoti del blog capirla 🙂

        • insomma ti dicevo giovedi’ ..un po come l’avvocato della juve che nella sua arringa disse ci accontentiamo di una seri c con penalizzazione ! 😀

          • Appunto un avvocato semo

  • Possiamo essere la squadra più forte che sia mai retrocessa, con un’adeguata campagna acquisti.

  • E’ tutto predisposto… per la serie B…

  • Piantatela di rompere il caxxo la squadra gioca senza punte questo e’il grave problema.,.e venderei.anche.paletta nn mi sembra sto fenomeno…criticate taci in tanto e unico.che.ci sta mettendo soldi e faccia

    • Ma quali soldi? Ma quale faccia? Quando li metterà tanto di cappello. Per ora non ha messo un euro!

      Saluti

      Gmajo

      • 60 please 😀

  • vanni zagnoli

    Caro direttore, mi inquieta la domanda di Piovani a Donadoni. Penso a quando chiese a Leonardi se Colomba era già in discussione, dopo 4 giornate. Dopo 17 o 18 venne esonerato. La proprietà spera nelle sue dimissioni?
    Affiderà la panchina a Crespo, una garanzia, al pari di Donadoni, Stramaccioni, Seedorf e tanti altri grandi nomi? Saluti dalla sala stampa del Tardini, anche ai colleghi che sono in uscita.

    • Penso che le situazione di allora, rispetto all’odierna sia del tutto differente. A parte che allora potrei citare la partita Inter-Parma, terza giornata della stagione 2009-2010, quando Leonardi delegittimò Guidolin, reo di aver fatto una gara tattica e non propositiva, al cospetto dei nerazzurri (in quei tempi ancora bei forti), che ci batterono solo grazie a una prodezza individuale al 70′, e a una rete a tempo scaduto con squadra sbilanciata alla ricerca del pari.

      E’ chiaro che se Donadoni si dimettesse la società risparmierebbe due soldini, d’altra parte, sinora, il tecnico non ha ancora percepito compensi in questa stagione, tranne luglio…

      Io fossi Crespo la panchina non la accetterei, e spero che abbiano il buon senso di non proporgliela.

      Saluti

      Gmajo

      • Simone Caberti

        Ma che panchina, Hernan ci serve la davanti a cercare di buttarla dentro, meglio lui in pensione che quelli che abbiamo al momento…
        I propongo 2 allenatori, uno in campo e uno in panca, Hernan a gestire da metacampo in su cosí il Dona con solo mezza squadra da gestire magari ce la fa…

  • Se c è la volontà di inserire diversi giocatori tanto vale valutare se cambiare anche il tecnico, se non arriva nessuno si può anche dimettere che è uguale.
    Si parla sempre della punta ma se si vuole ragionare in una certa ottica anche gente come gobbi e lucarelli, con tutto il rispetto, deve essere sostituita.
    La sconfitta di oggi non mi ha affatto meravigliato, sono nettamente più forti e lo hanno dimostrato anche grazie all auto di giocatori scarsi e molli gestiti da un tecnico che oggi, per quanto possibile, ha fatto più danno che utile

  • vecchia guardia

    Se in settimana non si chiarisce pigliamo a calci in culo sti buffoni

  • Raffaello

    se il milan mette Sacchi come tutor di inzaghi il Parma potrebbe mettere Mazzone come tutor di donadoni
    P.S. i nomi in minuscolo non sono casuali…

    • Si cosi al milan han bisogno di due ricoveri coatti

  • Raffaello

    se il milan mette Sacchi come tutor di inzaghi il Parma potrebbe mettere Mazzone come tutor di donadoni
    P.S. i nomi in minuscolo non sono casuali…

  • Speriamo almeno che la reggiana venga in B anche se sta perdendo 2-0

    • finalmente una gioia ! grazie di esistere regia ! 🙂

  • Ci vorrebbe un traduttore esplicatore per vanni zagnoli i suoi interventi sono sempre cosi amletici…..ci metterei zagnoli e il suo computerino con cui va a letto come allenatore…….ah nooooo non si puo e’una testa quadra dimenticavo

    • Vicofertile

      Gli interventi di Zagnoli sono chiari come il tovagliolo di Dondi …

  • Fossi in donadoni manderei l ammiraglio a fare in c..o siao al 18 e ancora non gli ha dato una punta degna…..cosa aspetta a portare una punta il 2 febbraio quando saremo gia retrocessi doveva gia averlo pronto il 2 gennaio !!!! O l ammiraglio non le vede piu le partite?

  • Simone B.

    Senza soldi e coi risultati che fa il mister facile che arrivi una punta….
    Lui si dovrebbe vergognare dopo 19 giornate di non avere dato uno straccio di gioco e di averne perse 15 su 19….

  • Simone B.

    Oggi nel primo tempo siamo riusciti a prendere l’ennesimo contropiede stagionale su corner a nostro favore e a momenti prendiamo gol….Osso quando cazzo capirai di tenere un uomo in più indietro sui corner a nostro favore…maledetto te e la tua parrucca…
    Bidoui peggio di Toni calvo…

  • Ma purtroppo con questa società inesistente il Donadoni continua il suo lavoro con questi risultati.Questa è una squadra che và completamente rifondata l’unico che salve è il giovane Mauri.

  • filippo1968

    mi associo a lillo l’ intervento da compiere sul mercato per primo…con la massima urgenza era quello per procurarsi una punta, una punta in grado di assecondare l estro di cassano, capace di muoversi la davanti, invece sono arrivati 2 centrocampisti che per caratteristiche ci servivano sicuramente, uno un tignoso muscolare a centrocampo che però si è infortunato, e visto l andazzo della squadra gli converrà curarasi con calma per recuperare tanto ormai non c è più fretta visto che il destino è segnato , e un altro che non gioca titolare da due anni ,e si è visto infatti oggi impalpabile e fuori fase ma che possiamo ormai far tranquillamente giocare per fargli fare minutaggio giocando, magari a fine prestito se vorrà restare l anno prossimo, lo abbiamo già pronto e per la B Nocerino farebbe davvero comodo.
    Detto ciò questa è una squadra che fa il “tikitaka di provincia” una squallida imitazione di quello blaugrana ….ha nelle corde questo gioco e fino ad oggi sentivo tutti dire che preferivano vedere giocare e perdere, piuttosto che giocar male …..ora il parma gioca,,,,,(perché prova ad imbastir gioco ma…si vede che non riesce a causa dei suoi limiti strutturali ) gioca male e perde i ,PRIMO perché ci sono giocatori non all altezza, SECONDO perché al mercato tutti e tre i reparti sono stati mal assemblati sia numericamente che a livello di compatibilità tecnico e tattico TERZO perde proprio in virtù di quella mentalità data da Donadoni che a sua volta non ha nel suo dna di allenatore,la mentalità pugnace per allenare e stimolare una squadra in questa situazione questa squadra non sa lottare con l intensità giusta…..ma siccome tutto si può riassumere in un solo concetto ,”GHIRARDI INCOMPETENTE E BUFFONE” siamo tutti d accordo su questo credo… e lo sappiamo tutti!! come le cose scritte sopra quindi,basta lamentarci di gente come palladino bidoui ghezzal lodi felipe belfodil jorquera rispoli Iacobucci,souza SONO QUESTI!!!….non è che da un giorno all altro diventano fenomeni il loro valore è questo fine, dicasi lo stesso per l allenatore è inutile chiederne la testa ORA…andava cacciato prima !!dopo PARMA SASUOLO 1-3….adesso è inutile ….a meno che,,,…non si entri nell’ ottica da parte della PSEUDO SOCIETà che bisogna programmare la B e allora si manda via Donadoni si prende uno che conosca la b ,,,ma anche la A ..butto un nome a caso …Novellino e si comincia programmare un mercato adatto , funzionale ,e quindi si potrebbero lasciar stare i vari varela rodriguez e gilardino che tanto verrebbero qui per una missione che non puoi compiere nemmeno con mesi e cr 7,e a giugni ti salutano e rimani con mezza squadra da rifare.
    saluti

    • Se rinforzano veramente la squadra in settimana ce la si puo’ ancora giocare

      • Beato te che ci credi ancora. Io, pur essendo uno frigido che sta con i piedi per terra, mi sono già illuso due o tre volte e non è da me, per cui non intendo più concedere la mia fiducia ad ufo a una squadra che ha dimostrato di non saper vincere due partite in stecca (immaginarsi doverne centrare 10 su 19 partite) e in una società che, pur sapendo che c’erano in ballo 40 milioni da salvare (alias la serie A) ha tintognato senza prender nessuno, e che si è rivolta al Piano B. Noi siamo dei malati terminali che ci sforziamo di credere di esser più forti della morte che è già in noi.
        Cordialmente
        gmajo

        • Guarda io penso che questi i soldi li abbiano ma purtroppo pee vari motivi per poter arrivare a destinazione debbono fare il giro del mondo in 80 giorni e quindi non siano predisposti nelle urgenze

  • Co gal da fer Donadoni con na manga ed balod dal genar…?
    Quante stronzate su Donadoni si leggono qui…
    Ma daiiii…

    19 partite senza una punta? poi si parla di moduli…
    Quelli che criticano Donadoni rimpiangono i vari Baldini, Di Carlo, Colomba o Marino…?
    Lo rimpiangeremo Donadoni.

    • Egregio Alle,

      La invito a non generalizzare, in quanto, come spesso specifico, qui non esiste un pensiero unico ed ognuno è libero di dire quello che vuole (sempre nel lecito, checché se ne dica).

      Per quanto concerne l’allenatore, capisco che lei possa essere un estimatore di Roberto Donadoni, però se la squadra di cui lui è il coach perde 15 partite su 19 lei capirà bene che qualche responsabilità ce l’avrà pure, prima di tutto quella di aver accettato di continuare a guidarla pur essendo chiaro che il giochino si era rotto, con tanto di squadra spremuta, dopo un anno fa. Egli avrebbe fatto bene, peraltro dopo esser stato a colloquio con la Lazio, a cambiar aria, favorendo un sano progetto di rinnovamento che avrebbe dovuto partire, come modestamente io dissi fin da maggio, se non prima, con l’inizio della preparazione a questa stagione, cercando di piazzare altrove tutti i pezzi migliori, per costruire una squadra di prospettiva (che forse avrebbe avuto meno problemi di questa).

      Poi, se la squadra ha questo rendimento, sarà anche colpa del personale umano, ma con Ibrahimovic, forse, vincerei lo scudetto anch’io.

      Quindi niente alibi per il signorino Roberto, che anzi è stato anche troppo coccolato e viziato in precedenza dalla società che lo ha accontentato in tutto e per tutto.

      Poi se schiera formazioni non sempre ottimali, se i cambi sono tardivi e sovente non azzeccati, se le sue squadre giocano sistematicamente solo un tempo (era così anche l’anno scorso) penso che qualche responsabilità possa avercela pure lui.

      Infine: è stucchevole ricordare altri allenatori, come lei ha fatto, ma le faccio presente che, grazie a Colomba (il quale al contrario degli aziendalisti gli attributi per cantare a Ghirardi che gli aveva messo a disposizione una squadra non all’altezza li aveva avuti) il Parma si era salvato dopo i disastri del calcio propositivo di Marino, per cui gli porti rispetto.

      Saluti

      Gmajo

    • una serie di luoghi comuni alla donadoni,sei il suo vice ?

  • IMPROBABILE

    Donadoni resterà allenatore del Parma, perché solo la malasorte gli ha impedito di andarsela a riprendere. Lui non si dimettera perché i nuovi proprietari miliardari gli hanno aumentato lo stipendio e stanno allestendo una squadra che farà 40 punti nel girone di ritorno. Oltre i tre campioni che firmeranno domanj fra le 7 e le 9 arriveranno due grandi attaccanti e due terzini strepitosi entro venerdì, inoltre hanno assunto Moggi col ruolo di AR cioè Arbitrer Relations. Il Majo sarà responsabile dei rapporti con i tifosi del Torino e Boni si occuperà di varie ed eventuali.

  • In pratica la Dasastro è la società creata per smantellare il Parma. Una scatola vuota con la faccia di Taci che vende i giocatori e i beni che hanno mercato, liquida con quello che c’è i vari debiti partendo da quelli privilegiati per evitare revocatorie..E poi porta i libri in tribunale… Giordano operazioni di questo tipo ne ha già fatte. E’ così, vero Majo?

    • Sì, Giordano ne ha già fatte tante così. Infatti, fin quando Taci non si è affacciato, sia pure da garsunon, e chi appariva come presidente era il solo Giordano ero molto convinto la sorte che ci sarebbe toccata era proprio quella da lei descritta. E’ pur vero che Taci ufficialmente non si è presentato, però è entrata in gioco la sorella, tutti i suoi uomini: perché, quindi metterci la faccia lui, quando potevano benissimo bastare gli altri attori?

      E poi che senso hanno queste mirabolanti nomination per il mercato, alcune delle quali confermate non solo da Di Marzio o dai giornalisti e dirigentiin quota Parma, ma anche da procuratori e altri club? Questi presunti arrivi cozzano rispetto alla prospettiva del fallimento.

      Insomma tutto e il contrario di tutto. Non ho le idee chiare.

      Cordialmente

      Gmajo

      • Secondo me.. tutto questo apparire di Taci & Co. con relativo passaggio di quote MA NON VENDITA della società, questo far girare voci su calciatori in arrivo da parte di mercatologi e giornalisti vari, ha il solo scopo di dare una parvenza di regolarità al prosieguo del campionato… che altrimenti potrebbe risultare falsato se una società fallisce a stagione in corso. Con il rischio di ricorsi (sport molto in voga in Italia) da parte di quelle società che si dovessero ritenere danneggiate dal campionato del Parma…

  • vanni zagnoli

    Per Vicofertile, in chiusura c’è stato un lapsus, intendevo Inzaghi che è una garanzia in termini negativi, non Donadoni. A volte devo essere criptico per non accusare colleghi o società o situazioni particolari, altre volte è stanchezza. Mi scusi.

I commenti sono chiusi.