IL COLUMNIST / LA GAZZETTA DELLO SPORT E QUEL TRAGHETTO LEGA-FIGC PER CONCLUDERE (PIU’ O MENO REGOLARMENTE) IL TORNEO

(Luca Russo) – Se un tifoso del Parma leggesse la Gazzetta dello Sport data in pasto all’opinione pubblica questa mattina, o per meglio dire le pagine che la rosea ha inteso dedicare al malandato club un tempo facente capo a Tommaso Ghirardi, gli toccherebbe mettersi le mani nei capelli. E il perché è presto detto: tra le notizie riportate dal quotidiano sportivo più famoso e diffuso d’Italia, non ce n’è nemmeno una che sia in grado di restituire il sorriso ai tifosi Crociati, depressi (sportivamente parlando, e ci mancherebbe altro) per via delle pessime condizioni in cui versa la squadra gialloblù. Volete qualche esempio? Eccoli: c’è Crespo che ci racconta della formazione Primavera che va in trasferta e al ristorante a sue spese; c’è Lucarelli il quale sospetta che Lega e Federazione vogliano salvare il Parma non tanto per salvare il Parma, ma per non ledere FullSizeRender (3)ulteriormente l’immagine già tanto martoriata della Serie A; c’è l’avvocato Mattia Grassani che ci ricorda nei dettagli quale sia l’iter della procedura fallimentare (il che equivale a spiegare ad un malato e ai suoi familiari in che modo finirà); e c’è Marco Iaria, valido giornalista del quotidiano roseo, che ci fa sapere che “c’è un piano per traghet­ta­re il Parma fino alla fine della sta­gio­ne, per evi­tar­gli lo sprofon­do tra i di­let­tan­ti, per por­ger­lo nelle mani di un nuovo proprietario, per farlo ri­par­ti­re dalla Serie B. Ed è un piano che stan­no ela­bo­ran­do Figc, Lega e Co­mu­ne di Parma, dopo l’aper­tu­ra del ta­vo­lo per­ma­nen­te ag­gior­na­to a do­ma­ni mat­ti­na. Il fal­li­men­to pi­lo­ta­to non è una novità nel cal­cio – basti pen­sa­re al Bari nella scor­sa sta­gio­ne – ma l’ipo­te­si allo stu­dio, que­sta sì che non ha pre­ce­den­ti. Si trat­ta, di fatto, di af­fi­da­re il Parma da qui a giu­gno alla ge­stio­ne col­le­gia­le di Federazione e Lega, con quest’ul­ti­ma a farsi ca­ri­co delle in­com­ben­ze per por­ta­re a ter­mi­ne il cam­pio­na­to. Un eser­ci­zio prov­vi­so­rio con le istitu­zio­ni cal­ci­sti­che a fare da garan­ti. Ma perché que­sto av­ven­ga sono in­di­spen­sa­bi­li una serie di passag­gi. Il piano di sal­va­tag­gio, infat­ti, può scat­ta­re solo dopo la dichia­ra­zio­ne di fal­li­men­to e la conces­sio­ne dell’eser­ci­zio provvisorio (da qui la necessità di anticipare l’udienza fallimentare, la via meno in­do­lo­re per gli emi­lia­ni visto che nei fan­to­ma­ti­ci fondi este­ri nes­su­no spera più). A quel punto la Figc e la Lega si pro­por­ran­no come sog­get­ti ga­ran­ti della ge­stio­ne ordina­ria di que­sti mesi, in at­te­sa dell’asta e di un com­pra­to­re. Il giudice dovrà dare l’ok va­lu­tan­do anche una con­di­zio­ne che i traghetta­to­ri po­treb­be­ro pro­por­re: fare in modo che il nuovo pa­tron del Parma paghi su­bi­to i soldi an­ti­ci­pa­ti dalle isti­tu­zio­ni cal­ci­sti­che per la gestio­ne cor­ren­te di que­sta an­na­ta, oltre che il prezzo del titolo fissato dall’asta e i debiti sportivi pregressi. Sa­reb­be, in par­ti­co­la­re, la Lega a farsi ca­ri­co delle spese. A quan­to am­mon­ta­no? Circa 5 mi­lio­ni dovrebbe­ro ba­sta­re per por­ta­re a ter­mi­ne il cam­pio­na­to”. Ecco: anche quella che ai nostri occhi potrebbe apparire come una buona notizia, e cioè sapere che Lega e Federazione stanno adoperandosi perché il Parma non finisca tra i dilettanti, in realtà, dal mio modestissimo punto di osservazione, buona non la è per niente. Ve ne spiego il motivo. Se dovesse andare in porto l’operazione di salvataggio del malandato Parma per merito di Lega e Federazione, dopo ci troveremmo nella condizione di dovergli addirittura dire un bel grazie, sebbene proprio Lega e Federazione col loro sistema di (non) controlli abbiano vigilato solo tardivamente sulla gestione lacunosa di Tommaso Ghirardi, contribuendo ad affossare ulteriormente e definitivamente la nostra squadra del cuore, operazione questa che peraltro era già stata avviata e portata a buon punto da Armatore ed Ammiraglio. Insomma, come tifosi saremmo in qualche modo costretti ad essere riconoscenti nei confronti di chi, insieme al bresciano che viene dal paesello, è stato il nostro carnefice. Una beffa nella beffa. Con la conseguenza, poco carina, che allo stadio poi ci toccherebbe tenere la lingua a bada, senza aver più la possibilità di lamentarci dei torti arbitrali a nostro danno, dei favori elargiti alle solite grandi barra strisciate e del trattamento ricevuto dal Palazzo, espressione metaforica cui si fa ricorso per indicare i poteri forti, perché in fondo l’aver evitato l’inferno dei dilettanti dipenderebbe proprio dai poteri forti e dalle elemosina di Lega e Federazione (anche se in tal senso ha ragione il capitano Lucarelli: “Salvano il Parma solo per salvare il campionato”), nei confronti dei quali diventeremmo debitori. Se questo è il futuro che ci si prospetta, beh lasciatemi dire che preferisco continuare ad insistere con Manenti – e cercare di salvare soprattutto gli arretrati di dipendenti, collaboratori e fornitori – invece che banchettare al tavolo apparecchiato da Lega, Federazione e Sindaco. Luca Russo

54 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / LA GAZZETTA DELLO SPORT E QUEL TRAGHETTO LEGA-FIGC PER CONCLUDERE (PIU’ O MENO REGOLARMENTE) IL TORNEO

  • 22 Febbraio 2015 in 13:21
    Permalink

    Si Bravo Luca Russo, continua con Manenti, sei consapevole che non si potrà nemmeno giocare a Genova con Manenti? che a Collecchio dove vivono i ragazzini delle giovanili non hanno l’acqua calda per farsi la doccia? mica negli spogliatoi ma dove vivono, in pieno inverno Manenti non è in grado di garantirgli di vivere in modo salubre.
    Te secondo me quando il Parma sarà in serie D manco ci metterai più piede in Emilia.

  • 22 Febbraio 2015 in 13:22
    Permalink

    Direttore non dica CORBELLERIE 🙂 se la lega ci da una mano molto bene se vuole la ringrazio io anche se tutti sanno che non lo fanno per il Parma o x Parma ma per il giocattolo (motivi economici).
    Non penso che nessuno stia zitto x eventuali torti arbitrali perlomeno non meno di quanto lo sono stati negl’anni .
    xcio’ basta con questo orgoglio guradiamo cosa e’ meglio x noi e basta.
    Di orgoglio si puo’ morire!

  • 22 Febbraio 2015 in 13:24
    Permalink

    dai basta con manenti… ma hai letto le parole di lucarelli??? non gli crede più nessuno… i giocatori scrivono che vogliono un presidente…. galloppa va via quando vuole.. la squadra decide a suo piacimento di non allenarsi… ormai è come se non ci fosse

  • 22 Febbraio 2015 in 13:33
    Permalink

    Pieno di tv nazionali e locali davanti al Tardini !!!!

    Tornatevene nel Vostro Orticello ke è Meglio !!!!

    Stesso discorso Vale x le Forze del Disordine !!!!

    FORZA PARMA !!!!

  • 22 Febbraio 2015 in 13:55
    Permalink

    Direttore, andrà alla manifestazione delle 14 oppure teme di prendere dell’acqua, delle uova marce da Boni o che i Boys le facciano cadere gli occhiali in terra?

  • 22 Febbraio 2015 in 14:18
    Permalink

    Continuare con manenti..non capisco ..e come?

  • 22 Febbraio 2015 in 14:57
    Permalink

    Però oggi l accoppiata iaria – grassani ha fatto anche informazione, cosa sempre più rara, soprattutto sulla rosea

  • 22 Febbraio 2015 in 15:05
    Permalink

    Ciao a tutti sono una tifosa del Parma che abita a Torino.Come tutti voi sto ascoltando le varie notizie che arrivano ogni gg riguardo la situazione finanziaria della nostra squadra e sono profondamente dispiaciuta ed in pena..che questa squadra sia finita nelle mani sbagliate…in bocca agli sciacalli.Volevo proporre ai tifosi del Parma dal momento che oggi si radunano davanti allo Stadio di sottoscrivere un c/c come si fa nei casi d’ emergenza per raccogliere fondi per le spese minime indispensabili x salvaguardare l’ orgoglio…titolo ” io sto con il Parma”…e’ una proposta…x fare qualcosa e non guardare inermi la disfatta…fatemi sapere…grazie Amelia…tifosa del Parma sempre…anche se dovessimo finire in interregionale…

  • 22 Febbraio 2015 in 15:53
    Permalink

    Ok ma Manenti dov’e?

  • 22 Febbraio 2015 in 16:07
    Permalink

    Non mi trovo d accordo, per il semplice fatto che se cosi fosse non saremo sicuramente in debito x la situazione che si è venuta a creare ma semplicemente avrebbero provveduto a pezzare una loro precedente mancanza, perché non dobbiamo dimenticare che se si è arrivati fino a questo punto e anche x colpa della Lega e della figc, le quali avrebbero dovuto vigilare e accorgersi molto prima che le cose a Parma non andavano come avrebbero dovuto. quindi in debito x nulla, anzi tutt altro.

  • 22 Febbraio 2015 in 16:11
    Permalink

    Via tutti dal Parma sono il primo a dirlo, via Ghirardi, via Leonardi, via Manenti, via Taci, tutte persone ignobili, allora via anche il sindaco che ha appoggiato ghirardi e taci e soprattutto via due persone vermi che stanno solo proteggendo il proprio sedere e che oggi con noi non dovevano stare, Melli e Levati, sono il peggio che il parma potesse avere due volta bandiera schifosi che hanno visto i loro porci comodi fino a ieri andando a farsi rinnovare il contratto da ghirardi due mesi prima che vendesse a taci e a farsi belli alle feste con foto e altro. Vergogna per tutti i nomi sopra elencate ma senza escludere neassuno. I vermi voltagabana e traditori….tradiscono ieri, oggi e domani e tradiscono sempre. Fuori dalle balle.

  • 22 Febbraio 2015 in 17:10
    Permalink

    il tragheto di caronte

  • 22 Febbraio 2015 in 17:30
    Permalink

    Ma Majo io alla lega e alla FIGC li ringrazio eccome se ci fanno rimanere in serie B. Tu Majo non si sa per quale torbido motivo la cosa non ti va. Il fallimento pilotato l’hai sempre visto come il fumo negli occhi. La pensi come lo 0,001 dei parmigiani o parmensi anzi dirò che sei l’unico a pensarla in questo modo. Io alla lega o alla FIGC se fanno di tutto per non farci scomparire umiliandoci nei dilettanti, e ci tengono in B CON UNA SOCIETà SERIA,GLI BACIO ANCHE IL CULO.

  • 22 Febbraio 2015 in 17:35
    Permalink

    Fortuna che il capitano ha detto subito di no a una strumentalizzazione così meschina. Giù le mani dal Parma!

  • 22 Febbraio 2015 in 17:43
    Permalink

    Invece di venire al Tardini sarebbe vene che andassero sotto casa di Ghirardi bilancio in mano e fargli qlc domandina

  • 22 Febbraio 2015 in 17:50
    Permalink

    Cito: “Se questo è il futuro che ci si prospetta, beh lasciatemi dire che preferisco continuare ad insistere con Manenti”. Io non sono di Parma ne’ tifo Parma ma come fate a parlare ancora di Manenti? Ormai non lo considerano nemmeno piu’ i giornali. Non vi e’ bastato vedere dove aveva la sede in Slovenia? Non vi e’ bastato leggere la pantomima che aveva inscenato a Brescia? Le continue promesse? Piani industriali da paura? Ma dai, solo in Italia diamo credito a gente cosi’. Svegliamoci. Io sono tifoso dell’Hellas Verona e siamo andati molto vicini a sparire anche noi, ma vi assicuro se si fosse presentato uno come Manenti non lo avremmo fatto entrare nemmeno in sala stampa per fare quella specie di conferenza stampa, vestito da barbone con il chewing gum in bocca (per non parlare dei termini e contenuti utilizzati).

  • 22 Febbraio 2015 in 17:52
    Permalink

    Eccerto, non scendiamo a compromessi, noi contro il testo del mondo, la lega e figc cercano di dare una mano per non crollare definitivamente e per sempre? Buah che schifo! Duri e puri noi vogliamo il Derbi con il Fidenza!
    Tanto si sa, domani mattina manenti arriva con 100 milioni e fra due anni siamo in Champion e la mette in quel posto a tutte queste persone che stanno cercando in qualche modo di pararci il culo….
    Ah già dovevano intervenire prima… Come? Chi lo sa? Controlli? Hanno tolto la licenza uefa e hanno ammesso il parma al campionato perché risultava a posto con i parametri… Per il resto lo volete capire che sono società private??? Qui può intervenire solo e soltanto la giustizia ordinaria se ritiene opportuno.
    Luca russo ti piace così tanto la serie D? Il Fidenza gioca tutte le settimane… Ti fai un bel sito, stadioballotta.it Così chi avrà voglia di leggere i tuoi fantastici articoli potrà farlo li….

  • 22 Febbraio 2015 in 18:08
    Permalink

    Majo, visto che ha l numero di telefono di Manenti, lo convinca a portare i libri contabili del Parma in tribunale se veramente lei è un amico del Parma e non un nemico come qualcuno di Carpenedolo le aveva detto.

    • 22 Febbraio 2015 in 18:21
      Permalink

      Egregio quel che mi sento di fare o meno nell’interesse del Parma non ho bisogno che me lo suggerisca lei o chicchesia. Io, comunque, resto dell’idea che Manenti non debba portare i libri in tribunale, ma i soldi. Se ce li ha. Se no ci pensi la procura, adesso così solerte, e tutto l’ambaradan mediatico. Io non mi schiero col partito del fallimento. Saluti
      Gmajo

      • 22 Febbraio 2015 in 18:24
        Permalink

        comunque bravo bell’idea la tua andiamo avanti con sta pagliacciata che cosi’ hai da scrivere

        • 22 Febbraio 2015 in 18:40
          Permalink

          Perché se no non avrei da scrivere? La vena poetica non l’ho ancora esaurita. Del resto come te. manenti è la vera scheggia impazzita del calcio malato…

          • 22 Febbraio 2015 in 18:53
            Permalink

            il problema e’ che ci si e’ infilata su per il bombardino a noi la scheggia della bomba ghirardi

          • 22 Febbraio 2015 in 18:58
            Permalink

            casomai avessi 😀

            secondo me non sei piu’ tu,sei rimasto scosso da tutta sta storia e si che ti pensavo refrattario…:-)

          • 22 Febbraio 2015 in 20:40
            Permalink

            Manenti non è proprio nulla….nulla di nulla…
            Il calcio però resta malato..e pure molto..
            Taluni dicono proprio marcio….

      • 22 Febbraio 2015 in 18:38
        Permalink

        Beh, però se non porta i soldi il fallimento è inevitabile, non è questione di opinioni e partiti…

      • 22 Febbraio 2015 in 19:22
        Permalink

        Majo, Majo sta difendendo l’ indifendibile…. Non è’ che lei è’ in cordata con Manenti ?

    • 22 Febbraio 2015 in 18:53
      Permalink

      MapiTSO sta solo aspettando che qualcuno gli offra due lire per farsi da parte. E’ un nullatenente che è riuscito a prender il Parma ad un euro per le note vicende cerca di sbancare il lunario. Dorme a Collecchio perchè non ha i soldi per l’albergo. Stiamo parlando di un personaggio, probabilmente malato, di uno squallore unico. Ma deve stare attento: se tira troppo la corda rischia. Basterebbe che la Finanza lo convochi per accertamenti. Prenderebbe la Mapicar e non lo vedremmo più. Non escludo, anche se non lo auspico, che qualcuno gli appioppi pure due ceffoni. Gli avvoltoi stan sui coglioni a tutti. Qualcosa del genere successe al Toro prima di Cairo. Tal Giovannone, un personaggio tipo Mapimagnate, non voleva ceder le azioni a Cairo (nonostante si fosse impegnato pure pubblicamente con Chiamparino). La sera, gli ultras granata, assaltarono l’hotel dove alloggiava e intervenne la Digos per metterlo al sicuro. A quel punto cedde e si dileguò.
      Tanto la deadline di Mapiman è il 19/3 visto che non pagherà mai. I suoi documenti bancari e i suoi Mapicro saranno utilizzati nei cessi di Collecchio. Unico utilizzo che se ne può fare.

  • 22 Febbraio 2015 in 18:23
    Permalink

    oggi eri li per far numero insomma

    • 22 Febbraio 2015 in 22:08
      Permalink

      Assio ti aspettano al Mapei Stadium dai così ti divertì

  • 22 Febbraio 2015 in 18:24
    Permalink

    ma lei pensa ancora che manenti tiri fuori i soldi…ma mi faccia il piacere…fallimento subito

    • 22 Febbraio 2015 in 18:42
      Permalink

      Lei si tenga la sua idea. Io mi tengo – e manifesto – la mia. Il fallimento è propedeutico solo agli interessi di Lega e Figc, che poi col cavolo, a campionato conchiuso, lasciano il parma in b…

      • 22 Febbraio 2015 in 18:56
        Permalink

        e’ proprio li che casca il musso volante,non riesco a capire questa tua presa di posizione a favore di un dissociato mentale,cosa sei diventato una onlus ? salutami il malato immaginario

      • 22 Febbraio 2015 in 18:57
        Permalink

        Direttore ricevendo tanti post sicuramente non ti ricorderai cosa ti dissi la mattina stessa dello scoop su manenti… ti dissi che mi sembrava in film già visto… ho aspettato 2 settimane perché l’età mi ha insegnato che a volte ci vuole pazienza prima di fare o dire certe cose.
        Ora la anche la mia di pazienza è finita e pur restando dell’idea che un fallimento è sempre una brutta cosa credo che ormai non ci siano più altre soluzioni.
        Sarà solo il tempo a dirci se l’anno prossimo saremo in B o in D o forse il Parma non esisterà più di sicuro c’è che manenti non ci può aiutare anzi…
        ed proprio qua che volevo farti questa domanda se vuoi provocatoria (ma non troppo) ti chiedo mettiamo il caso che manenti non si faccia più vivo cosa succede?

        • 23 Febbraio 2015 in 02:32
          Permalink

          Sarebbe una certa delusione, perché secondo me SuperMapi non molla ed è bella questa scheggia impazzita nell’incellophanato mondo del pallone (trito e ritrito, come direbbe la Fanerani)

  • 22 Febbraio 2015 in 18:40
    Permalink

    Ma Majo quello i soldi li ha come mia zia Genoveffa che vivecon una pensione minima.Ma ragioni,lui soldi.non ne ha per niente altrimenti avrebbe tirato fuori qualcosa per gli stuard e se anche avesse qualcuno dietro con la pila,questo avrebbe tutto l’intetesse a partecipare all’asta se vi sarà un fallimento piotato.Ne avrebbe tutto l’interesse.Pagherebbe l’acquisizione del Parma molto meno della metà rimamendo in B.CONVINCA IL SUO AMICO A FARE QUELLO CHE DEVE FARE.Ormai è braccato ormai il MITOMANE lo abbiamo mascherato.Ma lei crede ancora in lui.PENSO SIA L’UNICO IN ITALIA.Potessi scommettere una cena con lei….

  • 22 Febbraio 2015 in 18:43
    Permalink

    Luca Russo: “andare aventi e insistere con Manenti”
    GabRiele Mayo:” Manenti debba portare i soldi se ce li ha”

    Domani La vostra pazienza sarà premiata, il Mapimatto non si presenterà con i bonifici tanto attesi ma con una valigia piena di soldoni e metterà tutto a posto.
    Continuate a crederci!
    Vi stimo !

  • 22 Febbraio 2015 in 18:43
    Permalink

    Lucarelli ha dichiarato che domani rappresentanti dei giocatori incontreranno i procuratori che hanno chiesto il fallimento, obbiettivo comune (così dice) quello di anticipare l’udienza fallimentare attualmente fissata al 19 marzo.
    Bene, con tutto il bene per il Parma e con tutto il rispetto, ma questo summit mi sembra piuttosto unico che raro!
    Non ricordo, a memoria, che si sia mai visto, almeno a Parma, un incontro tra la Procura e i dipendenti di un’azienda “fallenda”, per concordare l’anticipo dell’udienza fallimentare.
    Ma forse la memoria mi inganna.
    D’altronde stiamo vedendo cose mai viste prima e questa potrebbe essere l’ennesima dell lista.
    ps: con tutto il dovuto rispetto per i dipendenti del Parma e per le loro famiglie, mi sembra che all’improvviso il fallimento del Parma FC sia rappresentato come una tragedia, ma mi sembra che tutta questa mobilitazione non ci sia minimamente stata quando sulla strada si sono trovate i dipendenti e le famiglie di centinaia di altre aziende del territorio, fallite più o meno recentemente. Ma in quel caso non c’era la tv a seguire la tragedia.

  • 22 Febbraio 2015 in 18:51
    Permalink

    Se aspettiamo ancora a portare i libri contabili in tribunale
    svanisce il fallimento pilotato.Majo lei era partito così bene in questa telenovela poi si vede che MANENTI le ha fatto il lavaggio del cervello e ora si vede l’ha convinta che i soldi arriveranmo.Lei dice di avete una probabilità su mille che paghi ma mi creda anche se ci fossero 10 probabilita’ su 100. sarebberp.poche e bisognerebbe ugualmente PORRE FINE A QUESTA PAGLIACCIATA e portarei libri contabili intribunale CON URGENZA

  • 22 Febbraio 2015 in 18:54
    Permalink

    Carissimo Assioma io ero li, il direttore non era per far numero ma era per il suo lavoro…ma te dove eri ?? E se anche te eri li perche’ non sei venuto dietro a me quando ho urlato al duo Melli e Levati che sono degli schifosi traditoti e complici insieme al sindaco del tacere per anni e per i loro interessi…me’..??? Assioma dove eri ?? Ricevere nella nostra manifestazione e contestazione Melli, Levati e il sindaco solo per propaganda politica e per difendere il suo potere indistriale mi ha fatto schifo. Ripeto, e consiglio anche alla gdp come ha scritto ieri “via i mercenari” mettendo la foto di Ghirardi, Leonardi, Taci e Manenti, ma devono rettificare il titolo e aggiungere anche quella del sindaco, di Melli e di Levati. Piazza pulita.

    • 23 Febbraio 2015 in 02:28
      Permalink

      Davvero molto interessante. Rende bene il perché della situazione

  • 22 Febbraio 2015 in 19:02
    Permalink

    Sono pienamente d’accordo con quanto scritto da luca russo ,gabriele majo e a cio’che pensa lucarelli. A figc e lega calcio del parma non gliene frega un tubo !!
    Dovevano intervenire gia’ quest’estate con i loro organi di control e bloccare la gestione scellerata della “cicala” di carpenedolo.

    • 22 Febbraio 2015 in 19:17
      Permalink

      Michi,
      Peccato che Lucarelli chieda il fallimento anticipato mentre Majo e Russo credano ancora in manenti o in qualche cosa che ancora non si è capito.

  • 22 Febbraio 2015 in 19:17
    Permalink

    Ho scoperto questo interessante sito in questo triste periodo quindi non avevo ancora avuto la fortuna di leggere questo columnist. Beh incredibile, due articoli da restare a bocca aperta dal mio punto di vista su due! Questo poi è incredibile!!! Cioè riassumendolo in due parole di potrebbe dire: meglio fallire e ripartire dalla serie d con la fine del calcio a Parma perché se no non possiamo più urlare dietro alle strisciate allo stadio????? Fantastico!
    Ps: lo so il riassunto può essere fatto meglio e la risposta facile può essere che non ho capito il senso. Ci tengo a rassicurare che l’ho capito benissimo, ma anche a rileggerlo girandolo in diversi modi mi sembra sempre un capolavoro

  • 22 Febbraio 2015 in 19:26
    Permalink

    il problema di dover essere riconoscenti a lega e f igc è il problema minore
    il problema enorme sarebbe quello di ripartire dalle sabbie mobili della serie D
    rimanere in B è un vantaggio per tutti…per i tifosi , per i dipendenti che forse salverebbero almeno il posto di lavoro ,per il settore giovanile che è di prim’ordine e anche per i giornalisti che avrebbero ancora la possibilita di scrivere i loro articoli evitando magari di doversi trovare un altro lavoro

  • 23 Febbraio 2015 in 08:38
    Permalink

    L’incoerenza del tifoso medio italiano è un qualcosa di sorprendente. Vi girano le scatole se gli arbitri, nel dirigere una gara tra una ‘grande’ squadra ed una ‘provinciale’, favoriscono la prima invece che la seconda; ma vi tappate la bocca ed il Palazzo diventa improvvisamente un’istituzione amica e di cui fidarsi nel minuto in cui si adopera per la vostra squadra del cuore, allestendo una porcheria senza precedenti (che se l’avessero fatta per una delle strisciate o le altre quattro grandi del nostro campionato vi sareste stracciati le vesti), peraltro nemmeno con lo scopo di tutelare la vostra squadra del cuore ma solo il campionato.

    Ieri sera tra i cinguettii dei telespettatori rilanciati dalla DS in sovrimpressione, ce n’erano diversi di protesta nei riguardi del Parma raccomandato, del Parma aiutato per la seconda volta in una decina di anni, del Parma che se venisse salvato allora dovrebbero salvare anche tutte le altre…

    Vedete, a me han sempre suggerito che in alcuni ambiti della vita reale devo essere io a mettermi nella condizione di fare un favore agli altri e non gli altri a farne uno a me, così poi dopo si evita di dover dire grazie a chi in realtà ti ha aiutato non tanto per aiutarti ma per un altro fine…

    Se dovesse andare in porto il piano di salvataggio di Lega, Federazione e Sindaco, dopo abbiate l’accortenza di dirgli grazie e non ritenervi più vittime di questo sistema brutto, sporco, cattivo e ingiusto, perché ne fareste parte al pari delle grandi/strisciate.

  • 23 Febbraio 2015 in 09:16
    Permalink

    Sparire noi spariamo..D? Ok..ci vado senza l’aiuto di nessuno..faccio saltare il banco? Meglio..e poi nessuno ci rinfaccera niente. In B non ci andiamo. Punto allora non voglio che dicano che ci hanno favorito.muoia Sansone e tutti i filistei….

  • 23 Febbraio 2015 in 10:19
    Permalink

    I casi sono due
    1)Manenti arriva con i soldi e sistema tutto(mi scappa da ridere solo a scriverlo)
    2)i soldi non ci sono e si va in serie D. Chi è quel matto che spende 50 milioni per fare la seria B?

    Ipotesi “finiamo il campionato in modo regolare “.
    Grazie alla Lega e alla FIGC? Grazie alla COVISOC? Cioè grazie a quelli che dovevano controllare e non lo han fatto?
    Io non voglio l’elemosina.
    Alla Lega interessano solo i soldi delle tv e delle scommesse.
    Se dobbiamo morire,allora moriamo tutti insieme.

  • 23 Febbraio 2015 in 12:21
    Permalink

    Interventi di Luca Russo e Paola da quotare in pieno.

I commenti sono chiusi.