Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

172 pensieri riguardo “IL FUMO DI MANENTI: “FIDATEVI DI ME…” – I video della conferenza di presentazione della nuova proprietà (che però non ha ancora mostrato alcun bonifico o fideiussione)

  • 11 Febbraio 2015 in 17:02
    Permalink

    direttore basta dai….
    voltiamo pagina e non diamo spazio a certi individui….
    sono schifato…….
    leonardi spero non si faccia piu vedere………….

  • 11 Febbraio 2015 in 17:06
    Permalink

    Meno male che c’era Gerevini. Il giornalismo a Parma semplicemente non esiste. Majo, credo che Lei sia un buon cronista e la trovo di gran lunga il migliore nel fare interviste, ma oggi non è stato ficcante. Non mi risponda piccato, è solo la mia opione. Sui gazzettari stendiamo un velo pietoso, fino a ieri cenavano con Tommy mentre i debiti salivano alle stelle. Scribacchini del nulla. E i ragazzi giovani validi nel frattempo sono costretti ad aprire blog o farsi pagare 5 euro a pezzo dai network sciacalli. Che miseria.

    La conferenza stampa non la commento, pura immondizia.

    • 11 Febbraio 2015 in 17:13
      Permalink

      io non ho bisogno di fare l’esibizionista né sono in competizione con nessuno o essere ficcante, ma fare domande utili. Poi che ci sia fa genuflettersi dinnanzi a Gerevini è un altro discorso

      • 11 Febbraio 2015 in 17:28
        Permalink

        Niente, lei proprio non riesce a sostenere una critica bonaria nemmeno da una persona che la clicca 50 volte al giorno. Me ne rammarico. Per me Gerevini è stato il migliore, non ho le ho dato del coglione e mai mi permetterei.

        • 11 Febbraio 2015 in 17:40
          Permalink

          La sua è una critica stupida, scusi se glielo dico e non è che io me la prenda e non faccia l’offeso lei. Ragioni: se io prendo il microfono per 21° vuol dire che altri 20 lo hanno avuto in mano prima di me, magari chiedendo le stesse cose, forse con sfumature diverse. Io ho chiesto quello che mi interessava e pensavo di esser stato abbastanza ficcante come scelta di argomenti e tematiche, oltre che come educazione e tatto. Gerevini, al di là che qualche errore commesso o imprecisione pronunziata, si è trovato a fare uno di quei muro contro muro che esaltano voi tifosi, o i telespettatori che godevano i teatrini Boni-Schianchi. A me interessa fare opera di divulgazione, e cercare di esser concreto su temi importanti. Con Gerevini che lo rintuzzava Manento è caduto in polemica (e ha sbagliato), anche se mi rendo conto che per voi possa esser stato un momento elevato.
          Saluti
          Gmajo

          • 11 Febbraio 2015 in 17:46
            Permalink

            Ho capito il suo punto di vista, lei capisca il mio. Gerevini diciamo che gli ha detto quello che un po’ tutti volevano dirgli nei denti. Nazionalpopolare? E va bene, me lo conceda. Boni non me lo nomini, e nemmno Schianchi, due persone che non stimo.

          • 11 Febbraio 2015 in 17:50
            Permalink

            Sì ma Boni ha fatto lo schianchi, che aveva fatto il boni il 19 dicembre.

            Anche il match Gerevini-Manenti avrebbe dovuto esser evitato. Capisco che piacciano i ring, ma non è così che si fa qualcosa di costruttivo.

            Cordialmente

            Gmajo

          • 11 Febbraio 2015 in 19:33
            Permalink

            Questa è la classica lite tra innamorati. Ke poi fate la pace e finite a fare all’ammore. Ke io allora kiamerei i Caramba x mettervi in GAY-offa, ke x PAR-CONDITO allora voglio due lesbike ke litigano ke nn è giusto ke limonano solo in parrokkia.

          • 11 Febbraio 2015 in 21:45
            Permalink

            infatti majo mi è piaciuto per il tatto. ora tutti buoni a fare i gradassi con manenti, perché non lo hanno fatto col ciccione?

          • 11 Febbraio 2015 in 23:40
            Permalink

            Insomma signor Majo… Gerevini è l’unico che ha chiesto chi fosse Manenti e cosa facesse per vivere (in toni pacatissimi)… Personalmente sapere del perché abbia acquistato il Parma (per fare un esempio) non me ne può fregare un’emerita cippa… Tanto rispondo tutti alla stessa maniera e tutti ugualmente ci prendono per i fondelli.

  • 11 Febbraio 2015 in 17:08
    Permalink

    ….ma si è presentato con la ciunga in bocca?..e sguardo fisso da ebete lobotomizzato..non ce credo!!!!!!

  • 11 Febbraio 2015 in 17:09
    Permalink

    …. Tutto è predisposto ….

  • 11 Febbraio 2015 in 17:13
    Permalink

    ..ma si è presentato con la ciunga in bocca?? e sguardo fisso da ebete lobotomizzato..non ce credo!!! tipo i preti ke si vestono in jeans …terrificante,mamma mia che film horror… san valentino di sangue in 3d from parma

  • 11 Febbraio 2015 in 17:18
    Permalink

    Mapi Group, Mapi Fashion , Mapi Food, Map…er favore! Ho ascoltato tutta la conferenza stampa:
    ok, non abbiamo niente da perdere…
    ok, non costa molto dare fiducia per qualche giorno…
    Credo che qui tutti abbiamo la necessità di credere in qualcosa…nel miracolo…ci cibiamo di ogni minima parola o barlume di luce. Ma mi chiedo…a mente fredda…qualora fossimo spettatori esterni della vicenda…cosa penseremmo di tutto questo? Mah…sbaglio o Manenti ha parlato di banche che avrebbero interesse a non far fallire il Parma, in quanto creditrici e che quindi lo finanzierebbero ulteriormente? Che delirio…

  • 11 Febbraio 2015 in 17:18
    Permalink

    Direttore come commenta le parole di Leonardi? (“Oggi non parlo, in troppi si sono puliti l’anima, per cui oggi ho scelto di non fare dichiarazioni. Parlerò più avanti”.)
    Ricordo che anche un altro dirigente (il responsabile del più grande scandalo della storia del calcio italiano) si professava innocente e parlò di “anima”…

  • 11 Febbraio 2015 in 17:19
    Permalink

    Speriamo che il 16 lo mettano in mora e mettiamo fine a questa falsa…giuro che quando ha parlato dei pellets volevo darmi fuoco

  • 11 Febbraio 2015 in 17:19
    Permalink

    Direttore molossi ha detto che il parma fc finisce qui…
    Non possiamo sperare in una messa in mora lunedi e fallimento pilotato modello bari???
    Non esiste la minima speranza????
    Proviamoci almeno….

    • 11 Febbraio 2015 in 17:22
      Permalink

      assolutamente no. e comunque sarebbe una cosa scandalosa nei confronti di dipendenti e fornitori.

      Andava semmai fatto tutto prima, in quel senso lì…

      • 11 Febbraio 2015 in 17:48
        Permalink

        Ma Majo fallendo sia con un fallimento pilotato sia con uno normale nessuno prende più niente.Col pilotato per lo meno non so va nei dilettanti

        • 11 Febbraio 2015 in 17:49
          Permalink

          Il pilotato è impossibile. Ve lo mettete in testa o no? E’ impossibile

    • 11 Febbraio 2015 in 17:33
      Permalink

      Io dico che Molossi deve proprio avere otto etti di pelo sullo stomaco. Il Parma l’ha distrutto Ghirardi e l’Upi ha chiamato Taci per finire il lavoro di sbudellamento. Ma nel frattempo lui era impegnato a rispondere alle lettere delle persone che blisgano per strada sul suo “quotidiano” (io ci incarto il pesce prelevando le copie nella differenziata).

      • 11 Febbraio 2015 in 17:44
        Permalink

        Sulla prima parte di questo commento sono discretamente d’accordo

        • 11 Febbraio 2015 in 17:51
          Permalink

          Insomma Direttore, Ghirardi e Leonardi ormai hanno perso la faccia e la città li detesta (mi pare pure normale). Ciò che non mi sembra normale, mi perdoni, è che Via Mantova ne esca col sedere lindo, quando per anni erano talmente intimi da chiamare l’ex patron “Tom”. Poi, ovviamente, in questa piccola città loro sono un gruppo di potere, nessuno dirà niente e loro potranno continuare belli tranquilli a fare il loro giornalino.

          • 11 Febbraio 2015 in 17:53
            Permalink

            Non mi parli di sedere lei, però, dopo la reprimenda che mi aveva fatto…

            E’ ovvio che Gdp-Upi debbano fare un po’ di riflessioni… Specie chi twitta che il Parma è morto. Dio che goduria se sto elemento impresentabile ci mettesse comunque i soldi…

          • 11 Febbraio 2015 in 17:56
            Permalink

            Ha ragione, faccio ammenda e lasciamo perdere i sederi. Ecco, io penso la sua stessa identica cosa. Se l’impresentabile mette i soldi godo come un riccio anche e soprattutto per questi personaggi qui.

  • 11 Febbraio 2015 in 17:20
    Permalink

    Al Ghiro & scudiero converebbe iniziare a chiedere al buon Lucianone Gaucci come espatriare a Santo Domingo (dove non esiste l’estradizione per reati fallimentari e contro il patrimonio). Prevedo per lui tempi duri… soprattutto dopo aver letto le valutazioni della Società di Revisione. Al resto si aggiunge pure una bella incauta vendita….

  • 11 Febbraio 2015 in 17:25
    Permalink

    ho capito direttore ma non è che andando a fare la serie d i soldi ai dipendenti e fornitori vengono ridati, non cambierebbe nulla, se mai avremmo piu potenza economica come citta… opinione personale

    • 11 Febbraio 2015 in 17:28
      Permalink

      Teoricamente questi, che comunicativamente parlando sono sottozero, ti eviterebbero appunto la d, mantenendo la categoria ed evitando il fallimento, quindi con speranze per i lavoratori di mantenere il posto e per i fornitori di continuare a sperare che prima o poi possa recuperano almeno parte del credito. Dalle macerie solo gli avvoltoi recuperano qualcosa…

  • 11 Febbraio 2015 in 17:28
    Permalink

    Per la 2° parte del video, quanta manca circa?

    • 11 Febbraio 2015 in 17:31
      Permalink

      Un po’… Purtroppo allo Stadio Tardini non era in funzione il wi fi, sicché sono dovuto venire in redazione (casa mia) per caricare grazie a COMeSER che mi ha messo a disposizione una connessione veloce i video. Quindi temo che mi perderò la parte iniziale di Parma-Chievo per attendere appunto che il video sia completo su youtube. Poi sono convinto che quando tornerò al tardini il wifi miracolosamente funzionerà. Capisco le ristrettezze e i vari problemi (che risolveremo indubbiamente grazie a Mapi Channel) ma che a una conferenza stampa di presentazione di una nuova proprietà (sia pure piuttosto “fashion”, anzi “Mapi Fashion”) la sala non sia attrezzata è semplicemente indecoroso.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 11 Febbraio 2015 in 17:47
        Permalink

        Ora Sky uscirà con la notizia: il Parma non ha i soldi per il WiFi?

  • 11 Febbraio 2015 in 17:29
    Permalink

    Senza documenti era inutile farla, figuravano meglio a spostarla.
    Si sono anche contraddetti sulle modalità dei presunti pagamenti e sulla volontà di pagare tutto entro il 16.
    Mapi channel, fashion etc vanno nella direzione del megalomane, mi aveva illuso alborghetti che mi pareva una persona seria.
    Comunque sia vale il solito ritornello, siamo virtualmente falliti da 3 mesi andiamo avanti e vediamo che succede, magari evitando di farci ridere dietro con queste conferenze

    • 11 Febbraio 2015 in 17:49
      Permalink

      Se l’avessero spostata avrebbero lo stesso fatto una figura di cacchetta. Semplicemente non andava convocata, come non andava fatto il comunicato stampa, così come non dovevano farla giordano e leonardi il 19.
      Ora, pur volendo dargli un credito che non meritano, io stesso penso che si stiano solo facendo pubblicità, e in questo senso c’è una inquietante frase di Alborghetti verso l’inizio.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 11 Febbraio 2015 in 23:42
        Permalink

        Se si stanno facendo pubblicità alla faccia di Parma, la colpa è anche di questa Italia senza valori che glielo permette. ..In un paese serio, gente che prende impegni e fa proclami, poi non mantiene la parola data verrebbe ”emarginata” e considerata inaffidabile quale è, altroche’ pubblicità gratis. .. E idem dicasi di Taci. Di Ghirardi evito appositamente di parlare perché si è comportato ancora peggio…

  • 11 Febbraio 2015 in 17:29
    Permalink

    Ma perché direttore è proprio impossibile che arrivino i primi soldi tra oggi è domani?

    • 11 Febbraio 2015 in 17:47
      Permalink

      In realtà la prima tranche asseriscono che sia in arrivo, io un po’ di fiducia vorrei dargliela ancora, nonostante capisco sia più facile, dopo la pessima esibizione di oggi, aver perso ogni speranza.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 11 Febbraio 2015 in 17:54
        Permalink

        Sei lei ha un minimissimo lumicino di speranza, allora ce l’ho anche io.

        • 11 Febbraio 2015 in 17:58
          Permalink

          Minimissimo, eh… Purtroppo c’è il rischio di fare la figura dei coglioni a crederci, dopo il cabaret di infima qualità odierno (meglio Ferrari & Frigeri…)

  • 11 Febbraio 2015 in 17:31
    Permalink

    ….Non e’ che in modo “criptico”….il Manenti….quando ha parlato di …settore…Gastronomico , si sia proposto di rilevare pure il noto locale di panini e ora anche di Frambo/magliette ??
    In quel momento della “Inferenza Stampa” sono scoppiato in una grassa disperata risata….

    Enzo Dallai

    P.s.: Sempre + , buon lavoro Majo

  • 11 Febbraio 2015 in 17:37
    Permalink

    siamo messi male proprio

  • 11 Febbraio 2015 in 17:39
    Permalink

    Tanta, troppa, fuffa. Ma ha ragione il direttore; erano l ‘unica alternativa. Aspettiamo gli eventuali pagamenti. Personalmente nutro ben poche speranze. Sperema be’

    • 11 Febbraio 2015 in 17:43
      Permalink

      Anch’io, dopo averli visti all’opera dal vivo la prima volta, sono piuttosto deluso. Anche se resto convinto che a questa nuova stecca comunicazionale (la precedente era relativa a certe scelte circa il comunicato stampa) possa esser superata dai fatti, se ci saranno.

      Io avrei evitato la conferenza e atteso il momento opportuno, l’hanno voluta fare mettendosi a rischio? Per me è una cavolata. Ora è fisiologico che il livello di fiducia sia sotto zero e pure la preoccupazione.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 11 Febbraio 2015 in 19:07
        Permalink

        Temo che la carenza comunicativa sia figlia della mancanza di fatti da comunicare, cosa ben piu’ grave. Ma aspettiamo qualche giorno prima di allestire le forche in piazza (in sesnso figurato of course). Saluti perplessi.

  • 11 Febbraio 2015 in 17:40
    Permalink

    E’ evidente a tutti che siamo finiti in mani a dir poco preoccupanti e che Boni aveva ragione.. ! Guardiamo il lato positivo, a breve sarà tutto finito! Preferisco il fallimento che essere preso per il culo! Mi dispiace per i dipendenti che perderanno il lavoro anche se da un anno è come se non lo avessero, anzi spendono pure i soldi per la benzina per andare a Collecchio !

    Voto 0 a Ghirardi e Leonardi, i veri artefici di questa situazione e che spero finiscano ai raggi x della magistratura, anche se ,conoscendo la trafila giudiziaria italiana, e le sentenze ridicole, non credo proprio che se la vedranno brutta!

    Voto 0 al sindaco, perchè è nel suo dovere salvaguardare un patrimonio della città come la squadra di calcio,non a caso esiste l’assessorato allo sport!

    Senza voto a chi ha speculato su questa situazione,dato che ha fatto quello che farebbe una qualsiasi persona con il loro background! Il problema è chi glielo ha permesso di fare!

    Voto 0 alla lega…. in fondo chi se ne frega del Parma, mica abbiamo un bacino di utenza vasto da tutelare? Senza il Parma, le televisioni ed i giornali vendono lo stesso!

    • 11 Febbraio 2015 in 17:41
      Permalink

      Non capisco su cosa avesse ragione Boni però…

      • 11 Febbraio 2015 in 18:04
        Permalink

        quando tutti e dico tutti abbiamo dato un credito su 100 a questi nuovi arrivati, lui non ne ha dato proprio, partendo dal presupposto che vogliano solo farsi pubblicità e che il Parma è una società che nessuno comprerebbe! Personalmente la mia fiducia è passata da uno a zero,ma spero vivamente di essere smentito

  • 11 Febbraio 2015 in 17:42
    Permalink

    Questi sono i punti che ho trovato più interessanti della conferenza stampa:
    0-(piccola premessa) Per Sky più interessante parlare di Morata che dei vari argomenti dibattuti
    1- In diretta satellitare Gallerani ha ripetuto che la neve di Collecchio è dovuta all’assenza di soldi (i primi 15-20 minuti li hanno trasmessi)
    2- Manenti e Alborghetti che non rispondono alle domande specifiche su cifre, persone e aziende
    3- Manenti e Alborghetti che si arrabbiano perché i giornalisti vogliono delle risposte
    4- I giornalisti che vogliono vederci chiaro solo ora mentre prima dormivano (è riferito ai giornalisti in generale)
    5- I tifosi devono dire grazie alla Rai e a Televideo

    Io avevo e ho ancora fiducia in questa presidenza sia perché è l’unica possibilità che abbiamo e sia perché non possono essere certamente peggio di quelli di prima.
    Majo secondo me lei ha fatto bene a fermarsi con le domande: quello che volevano dire l’avevano già detto, le domande a cui volevano rispondere avevano già risposto.

  • 11 Febbraio 2015 in 17:43
    Permalink

    Mah che dire….a me sembrano 2 personaggi imbarazzanti. Giuro che dopo i primi minuti di conferenza stampa mi vergognavo per loro. Non erano in grado di esprimere un concetto con una sintassi degna di tale nome. Ma lasciamo perdere la forma, io ho visto solo fumo, fumo, fumo, come giustamente titola Majo.
    Sono pessimista

  • 11 Febbraio 2015 in 17:44
    Permalink

    Questo qui è semplicemente comico…. sperema ben….

  • 11 Febbraio 2015 in 17:50
    Permalink

    “non è un’ utopia pensare che si possano vincere 10 partite su 17 ”

    cit. Manenti

    • 11 Febbraio 2015 in 17:55
      Permalink

      Credo, tuttavia, che sia il minore dei problemi… Spero Manenti vinca la partita dei quattrini. Magari stasera dopo Parma-Chievo potrebbe venire a concludere lo show mostrando il primo bonifico, visto che sono così convinti che sia arrivato…

  • 11 Febbraio 2015 in 17:51
    Permalink

    Quella che gli è venuto un flash guardando il televideo è il top!!!!
    Ma come si può concedere spazio e visibilità a certa gente?
    Nessun documento,nessun nome di chi c’è dietro e poi fashion group channel……mo mama…a sema mis propria mel bombè!!

  • 11 Febbraio 2015 in 17:52
    Permalink

    Non vedo per quale motivo si debba fare teatrino o bleffare x pochi giorni????
    O i soldi ci sono o non ci sono.
    Io mi chiedo se ci sono quale banca presta sodi a chi non da garanzie vere tangibili? nessuna
    perchio’ penso che dietro ci debba essere qualcuno che da certe garanzie.
    Io banca non presto soldi per un progetto che nasce sui debiti….
    Tutto questo mi fa essere fiducioso

  • 11 Febbraio 2015 in 17:53
    Permalink

    a Leonardi non è riuscito a strappare nessuna dichiarazione a telecamere spente?

    • 11 Febbraio 2015 in 17:59
      Permalink

      Se volevate vedere il video il prima possibile non mi restava che venire via. Leo sarà bello sentirlo a tempo opportuno, mica rubacchiargli due battute inutili…

      • 11 Febbraio 2015 in 18:20
        Permalink

        Scommette che avra’ ragione ancora lui il Leo e magari saremo a lui debitori di qualcosa?

  • 11 Febbraio 2015 in 18:01
    Permalink

    Non avrei mai pensato di poterlo dire, ma preferisco fallire cge andare avanti così. è tutto troppo imbarazzante..ho vergogna

    • 11 Febbraio 2015 in 18:06
      Permalink

      Io penso che il fallimento sia la peggiore delle ipotesi

      • 11 Febbraio 2015 in 18:52
        Permalink

        Fino ad ora la pensavo come te, ma ora ho provato ad immedesimarmi in un dipendente:

        – 6 o 7 o 12 mesi che non mi pagano, arriva Taçi che tira per le lunghe e perdo altri 3 mesi di stipendio

        – arriva sto elemento e vedo altri 3 mesi che se ne vanno

        forse pure per loro sta diventando l’opzione piú vantaggiosa…

        E poi, dopo il fallimento, con uno Zanetti che senza debiti potrebbe comprare, i dipendenti potrebbero venire riassunti e finalmente tornare a guadagnare… Problema differente per i fornitori, in quel caso é cacca grossa!

  • 11 Febbraio 2015 in 18:02
    Permalink

    L’orgoglio e’ una brutta bestia
    che brutta curva

  • 11 Febbraio 2015 in 18:09
    Permalink

    Scusate io non difendo nessuno!ma perché non aspettare il sedici ormai?vedremo come va e anche lui verrà preso a calci dai calciatori e tifosi ora si fa della polemica sterile perché tutti vogliamo risposte!è inutile stare così male!
    A me dopo la pessima figura di oggi rimane solo un piccolo piccolo piccolo barlume di speranza!
    Palladino ha Twittato che è un giorno buono sarà un segno?

    • 11 Febbraio 2015 in 18:22
      Permalink

      Il nuovo ammiraglio e armatore hanno già detto che entro il 16 pagano solo i contributi (per non prendere ulteriori penalizzazioni) e qualche mensilità…e il resto verso il 18-20-22…dunque scordiamo che per il 16 saldino tutto…ovviamente essendo mooooooooolto ottimisti

  • 11 Febbraio 2015 in 18:10
    Permalink

    mal la più probabile a questo punto. se Manenti non dice da dove arrivano I soldi penso proprio che non ne abbia..è tutto troppo assurdo.

  • 11 Febbraio 2015 in 18:12
    Permalink

    E’ inutile star qui a discutere su Manenti.
    Bisogna serenamente aspettare il 16; se paga bene se no si chiude bottega.
    Se e’ vestito bene o male, se nastica il cg, se ha la barba son cazzate monumentali.
    Il 16 si scopron le tombe

  • 11 Febbraio 2015 in 18:23
    Permalink

    L’abito non fa il monaco. Sono stati talmente scandalosi e imprdsentabili……. che magari chissa’…………

  • 11 Febbraio 2015 in 18:48
    Permalink

    Il video della seconda parte risulta non disponibile..

    • 11 Febbraio 2015 in 18:55
      Permalink

      E’ al 95% della elaborazione. Tra pochi istanti, spero, sarà dispobinile

      Cordialmente

      Gmajo

      • 11 Febbraio 2015 in 18:58
        Permalink

        ora, finalmente, è disponibile. Buon divertimento con il match Gerevini-Manenti…

        • 11 Febbraio 2015 in 20:10
          Permalink

          Majo oggi lei mi sembra incisivo come Palladino…..

          • 11 Febbraio 2015 in 20:18
            Permalink

            Ma che cavolo volete, si può sapere? Che minchia è la incisività?

            Si ascolti le mie domande e vedrà che sono pertinenti e incisive. I duelli rusticani li facciano pure altri. Non è nel mio stile

  • 11 Febbraio 2015 in 19:05
    Permalink

    Ci sarà da fidarsi di uno così che fonda Mapi Fashion?!? Ok tutto il resto, ma Fashion proprio noooooo!
    Comunque concordo con Majo, aspettiamo 5 giorni e poi sapremo!

  • 11 Febbraio 2015 in 19:15
    Permalink

    Qui siamo oltre le vette, che credevo inarrivabili, di Albertini e Valenza. Quest’uomo è un minorato mentale, un mitomane che avrebbe bisogno di cure.

    Ghirardi, nonostante quello che pensa Majo, voleva sbarazzarsi del parma, anche a costo di farlo fallire tramite Taci. Confida certamente nella legislazione italiana, che è molto morbida circa reati finanziari ed ha depenalizzato il falso in bilancio.
    Potrebbe però avere sottovalutato l’impatto che questa sceneggiata sta avendo, anche su quotidiani nazionali, grazie alle prodezze di Taci e di questo minorato qui.

    Secondo me quello che rischia veramente è leonardi, anche da come si comporta si capisce che teme che da un fallimento possano venire fuori delle sue spese o operazioni, diciamo così, esotiche…

    • 11 Febbraio 2015 in 19:18
      Permalink

      Io, al contrario di lei, parlo con le poche certezze che posso avere in mano in base a fatti concreti analizzai razionalmente. Dire che Ghirardi voleva servirsi di Taci per fare fallire il Parma è una colossale c****ata

  • 11 Febbraio 2015 in 19:27
    Permalink

    Allora finalmente ci e’ arrivato ? Le avevo suggerito di essere duro in conferenza stampa questo becca per il culo i tifosi e la citta’ gia parla di alcuni mesi pagati e non tutto…………ma vsda a cagare se non ha soldi cosa viene a fare l avevo detto questi ci fa perdere altro tempo

  • 11 Febbraio 2015 in 19:36
    Permalink

    Il fallimento è, chiaramente, una soluzione sub ottimale x ghirardi. Ora Ghirardi, da buon bresciano, pensa prima a salvare i suoi soldi, poi, prima che qualcuno gli possa contestare qualcosa … campa cavallo.

    Ricordiamoci che non stiamo parlando di un drago della finanza , di gordon gekko. Stiamo parlando di uno che ha fatto 100M di debiti netti in 6 anni.

    • 11 Febbraio 2015 in 19:38
      Permalink

      Ma non diciamo cavolate. Il fallimento è visto con terrore da Ghirardi e Leonardi. Soprattutto ora. Usate la testa, va là…

      • 11 Febbraio 2015 in 19:43
        Permalink

        Da leonardi poco ma sicuro, vedendo come cerca disperatamente di trovare fantomatici presidenti.

        Ma secondo lei se io cedo il parma a 1 euro a Pietro Doca, Fabio Giordano & Co, non metto in conto l’ipotesi fallimento?

        Allora sono più cretini di quello che penso io.

        P.S Provi a chiedere a Leonardi come è stato il viaggio a Dubai…

      • 11 Febbraio 2015 in 21:05
        Permalink

        Due domande, Majo.
        1. Che Leonardi e Ghirardi vedano con terrore il fallimento è una sua opinione, corroborata dalla logica, o lei lo sa perché glielo ha riferito qualcuno?

        2. Perché “soprattutto ora” il fallimento dovrebbe terrorizzarli, rispetto, che so, a un mese fa?

        Grazie

  • 11 Febbraio 2015 in 19:44
    Permalink

    INDUBBIAMENTE la conferenza di oggi è imbarazzante.
    Se fossi in lui mi defilerei già domani.
    Rimangono alcuni quesiti nella mia testa che non trovano completa risposta
    1) se solo hai un barlume di credibilità commerciale, cosa vieni a fare 6 giorni prima della dead-line. Sei un mitomane da T.S.O ( cit. Alborghetti)?
    Purtroppo non trovo risposta perchè non riesco a farmi entrare in testa un simile concetto
    2) se per sbaglio sei serio e domani metti davvero soldi, chi te lo fa fare di andare a fare una figura come quella di oggi
    3) se vuoi solo far vedere che esisti, cosa ti costava gestire una conferenza stampa con una persona capace, invece di esporti tu e e il tuo braccio destro, alla gogna mediatica ( meritata perchè sembrava di essere su scherzi a parte)
    In animo, so che questa storia durerà poco. E credo che sia stato un disperato tentativo di salvare una società, saccheggiata da oltre 7 anni.

  • 11 Febbraio 2015 in 19:46
    Permalink

    piuttosto che rimanere nelle mani di questi personaggi preferisco davvero fallire, almeno da farla pagare a Ghirardi e Leonardi. basta, devono pagare x quello che ci hanno fatto!

  • 11 Febbraio 2015 in 19:46
    Permalink

    e a questo aggiungo, che anche stasera la squadra ha dimostrato una pochezza disarmante.

  • 11 Febbraio 2015 in 20:09
    Permalink

    Majo non la vedo incisivo. Mi aspettavo una decisa presa di distanza da Manenti. Ho la sensazione che non si voglia dire la verità’ ai tifosi

      • 11 Febbraio 2015 in 20:30
        Permalink

        Majo, Majo la vedo suscettibile ma comunque non convincente, non se la prenda, stia sereno

        • 11 Febbraio 2015 in 20:44
          Permalink

          Senta di sentire delle cavolate non ne ho voglia, né tanto meno delle provocazioni. Quindi la chiuda qui senza insistere oltre.

  • 11 Febbraio 2015 in 20:23
    Permalink

    signori secondo le mie fonti domani max venerdi arrivano i soldi

    • 11 Febbraio 2015 in 20:30
      Permalink

      Lasciamo lì con le chiacchiere. Aspettiamo i fatti.

  • 11 Febbraio 2015 in 20:24
    Permalink

    Majo non si permetta.Io non dico stupidaggini, dico che non c’è’ rispetto per i tifosi e da lei mi aspettavo una presa di posizione chiara, ma tant’è…..

    • 11 Febbraio 2015 in 20:29
      Permalink

      Io dico quel che mi sento. Sono deluso dalla conferenza stampa (che avrei evitato), che è stata un pessimo teatrino. Ora, però, aspetto le scadenze.

  • 11 Febbraio 2015 in 20:32
    Permalink

    Credetimi ho parlato con un agente coinvolto perchr ho interessi in Lussemburgo..e da li partiranno i soldi

    • 11 Febbraio 2015 in 20:42
      Permalink

      Senti, lascia stare che di sentire delle balle o anche solo delle chiacchiere non ne ho voglia. Ne ho già sentite parecchie oggi nella inutile e controproducente conferenza stampa. Ora aspetto i fatti.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 11 Febbraio 2015 in 20:45
    Permalink

    Sto facendo alcune ricerche dopo aver guardato i video della conferenza… Manenti ha nominato alcune banche che lo finanzierebbero ,tra queste Sberbank, la più grande banca della Russia, il cui maggior azionista è Kerimov! Sia chiaro che ho solo riportato una curiosità,dato che solo il primo dei pessimisti in questo caso, anzi dei realisti! Ormai Kerimov spunta ogni volta che si parla di Parma!

    • 11 Febbraio 2015 in 20:52
      Permalink

      Va bene tutto, ma secondo voi Kerimov si sceglie sto qua come rappresentante?
      Io seguirei la pista Kazaka, Manenti mi sembra un chiaro esempio di Kazzaro italiano…

      • 11 Febbraio 2015 in 21:54
        Permalink

        mica ho detto che ci sia dietro Kerimov,specie dopo aver sentito le argomentazioni di Manenti! Ho solo detto che ormai sembra che lo vogliano per forza accostare al Parma! Personalmente credo che la nostra sia una morte lenta e dolorosa… prima finisce questa storia,meglio è! Bisogna essere realisti… è una società destinata a morire a breve,vorrei solo che ci evitassero di prendere per il culo! Spero di essere smentito con i fatti! Se arrivasse almeno un primo bonifico di 10 milioni, allora è giusto dare fiducia,dato che uno non sputtana dei milioni solo per farsi pubblicità!

  • 11 Febbraio 2015 in 20:50
    Permalink

    Investitori stranieri interessati alla città =mafia cinese sto male andatevene tutti a casa

  • 11 Febbraio 2015 in 20:55
    Permalink

    cucu’ il parma non c’e’ piu’,trovarsi un lavoro un avvenire.

  • 11 Febbraio 2015 in 21:06
    Permalink

    Io capisco che la gente sia stanca di essere presa per i fondelli, e anche che questi personaggi sono impresentabili. Quello che continuo a non capire é cosa costi aspettare pochi giorni prima di partire col fuoco incrociato. E ancor meno questa smania di fallimento che, a prescindere dalla categoria da cui dovremmo ripartire e da chi prenderebbe poi la società,significa che il possibile godimento nel vedere affondare i due artefici del disastro lo si pagherebbe anche con le tante persone che rimarrebbero senza lavoro e/o senza soldi

    • 11 Febbraio 2015 in 21:30
      Permalink

      e io cosa ci posso fare,preferisci che continuino a lavorare gratis per due delinquenti ?

      casomai gli auguro di trovarsi un lavoro,ma si dovevano scantare un po prima,come e’ successo a me

      • 11 Febbraio 2015 in 22:33
        Permalink

        E noi cosa possiamo fare per curare Assio?

  • 11 Febbraio 2015 in 21:07
    Permalink

    PAGLICCI RIDICOLI MEGLIO LA D CHE QUESTE MERDE

  • 11 Febbraio 2015 in 21:23
    Permalink

    majo guarda che non è una balla..io non so come si i permetti di darmi del bugiardo.

  • 11 Febbraio 2015 in 21:27
    Permalink

    Cioè questo vende stufe a pellets?..avevamo già il ns folletto..

  • 11 Febbraio 2015 in 21:29
    Permalink

    Majo..mi sa che torno ad essere molto pessimista..i soldi secondo non ci sono

  • 11 Febbraio 2015 in 21:32
    Permalink

    Vuole sviluppare i prodotti italiani?..ma che cazzo dice!

  • 11 Febbraio 2015 in 21:37
    Permalink

    Secondo me non ci sono le possibilità che questo paghi ne lunedi ne mai..deve avere anche qualche problema di testa e di nervi..non sa quello che dice..a casa mia e una persona pericolosa!

  • 11 Febbraio 2015 in 21:38
    Permalink

    Dopo la conferenza Alborghetti l’ha fatto il nome da far venire i brividi?
    Dico a voi giornalisti perché io i brividi li ho già dalle 14 31…

    Gianluigi

  • 11 Febbraio 2015 in 21:54
    Permalink

    Caro direttore io sono veramente triste perché il mio Parma sta morendo, io ho creduto alle promesse di Ghirardi e Leonardi, credo sarà difficile riprendersi da questa brutta storia, spero che lei continui a farci compagnia con i suoi articoli sempre attenti e ragionati, le chiedo scusa se spesso in passato la ritenevo, a torto, un giornalista troppo critico verso la passata gestione. Faccio ammenda e mi tolgo il cappello davanti a lei aveva ,capito tutto!!!!
    Cordialmente Michele Sabini abbonato di curva nord

  • 11 Febbraio 2015 in 21:58
    Permalink

    Le incertezze della società e la sconfitta odierna sembrano davvero chiudere speranze e prospettive future sia sportive che economiche.
    Una vera e propria pietra tombale.

    La piazza avrà libero arbitrio sul raziocinio e sui ragionamenti.

    Un clima torbido quindi che accresce la confusione e che farà da contorno alla situazione attuale: vedremo spettacoli tristi.

    Enrico Boni sparerà BONIBOMBE ATOMICHE: prepariamoci a qualche esplosione nucleare per domani a Calcio e Calcio !

    Si salvi chi puo’.

  • 11 Febbraio 2015 in 22:10
    Permalink

    uhuhuh non paga neanche piu’ il callista uhuhuhu che sfigato che sei…..cat vena un cancor ti e leonerdi

  • 11 Febbraio 2015 in 22:17
    Permalink

    Majo,

    Manenti ha detto che i soldi arrivano al massimo Venerdì pomeriggio?

  • 11 Febbraio 2015 in 22:17
    Permalink

    Minuto 26:20 (seconda parte). MAJO ECCO questo passaggio (la successiva risposta di Manenti) è capitale e a mio avviso dimostra che questo piano è realmente tutto basato su un primo apporto di capitale (se ci va bene) con la speranza (di Manenti) che poi dietro piovano “altre” aziende interessate ad entrare nella combricola.

    Manenti ha trovato (e più avanti teorizzo come) forse una decina di milioni da qualche “credulone” dell’est e poi sta cercando di montare un piano allucinante (non riesce nemmeno ad entrare nei dettagli talmente è campato per aria) nelle speranza di coinvolgere velocemente qualcun altro. Il 16 pagheranno 10 milioni (forse), prendono tempo e nel frattempo cercano a destra e a manca qualcuno che entri in questa specie di “aeroplanino’ progettuale (si ricorda Majo del “giochino” dell’aeroplanino che ha addiritturamesso in crisi l’Albania del post Hoxha ?). Un colpo di poker, o la va o la spacca e se va male chi ci rimette è solo qualche allocco che è stato abbindolato in chissà quale modo e ha messo in totale 8/10 milioni di euro su un piano puramente “teorico”. Tutto legale of course, i soldi sono stati dati con tanto di ricevuta, mica presi con la forza.

    ISTRUZIONI PER RACIMOLARE SOMME IMPORTANTI UTILIZZANDO SEMPLICI “LEVE”.
    Casi simili sono già successi, è sufficente riuscire a convincere qualche nome “grosso” (magari anche legato direttamente a Gazprom) coinvolgendoli con piccolissime ciffre (10/20 mila euro max). I pretesti possono essere molteplici e non voglio elencarli in questa sede ma se vuole le faccio qualche esempio che ha recentemente coinvolto aziende come VIVENDI, EDF, ecc.. .
    Il primo step (coinvolgere il grosso nome) é il più difficile, ma poi è sufficente per presentarsi da un secondo interlocutore presentando un “piano” nel quale figura tra gli investori anche il famoso nome altisonante di cui sopra (magari con tanto di logo stampato sul foglio del famoso piano). Il più delle volte è sufficente per affascinare il secondo interlocutore che anche lui metterà 10/20 mila euro. E qui inzia l’effetto vortice che raccoglie tutto al suo passaggio.

    L’importante, REGOLA N°1, all’inizio bisogna chiedere piccole somme, più il nome è importante più la somma richiesta dev’essere piccola. Quando si raccimolano 4 o 5 marchi di un certo rilievo poi è un gioco da ragazzi coinvolgere i più creduloni (per lo più piccole aziende ) che loro, sono pronte a sganciare 2 o 3 centomila euro, sperando nella promessa di legare il loro business a cordate e nomi importanti che apriranno sicuramente mercati internazionali. “Casso con tutti sti marchi dev’essere qualcosa di grosso, anch’io voglio il mio posto al sole” pensa lo speranzoso piccolo imprenditore.

    Un castello “quasi” campato per aria dove le fondamenta sono costituite, praticamente in modo a loro ignaro (sembra impossibile ma è in questo modo che avviene), da vere e grosse aziende multinazionali, vittime e cernefici della loro stessa importanza.

    In questa teoria (lascio il dubbio per pura pietà cristiana), Mamenti non ci mette un euro, nemmeno per comprare il Parma, la sua “scatola” MAPI fa transitare nelle banche qualche euro (di altri) che effettivamente verserà nelle casse del Parma per far vedere che c’è dietro un progetto serio (è la fase dell’aeroplanino in cui si paga la cena a tutti). A quel punto tutti ad osannarlo e ci sarà solo da aspettare che qualche altro pesce caschi nella rete del famoso piano (addirittura quinquennale ahahahah) che inizia veramente a farci immaginare che dietro ci sia la Gazprom (si, effettivamente c’è ma ha investito… diciamo 10 mila euro ?) sperando che ora arrivino altri soldoni e altri gossi nomi locali da coinvolgere nel vortice.

    Lei Majo dirà “ma a quale scopo ?” “Cosa ci guadagna” ?

    I RISCHI ? NESSUNO !
    Se va bene tanto meglio e Manenti vince il premio Oscar dell’economia con un progetto puramente basato su un aeroplanino che per miracolo non atterra più e si mantiene in volo.

    Mal che vada ( e qui mi segua tra le righe), chi potrà mai sapere quanti sono i soldi realmente recuperati grazie ad un vero progetto (l’acquisto del Parma) e quelli che sono stati pagati per la prima tranche di pagamenti ?
    Chiamiamola commissione di consulenza trattenuta a monte ?
    La gente va pagata Majo e quando lei è il referente unico e padrone della “holding” la parcella la stabilisce lei.

    Se il piano fallisce amen, questi portano i libri in tribunale e chiedono scusa a tutti… nessuno potrà sapere esattamente cosa è successo e tutti lo avranno voluto di loro spontanea volontà. Tutto legale, tutto perfetto. Tutti diremo che comunque ci hanno messo 10 milioni quindi probabilmente non erano in cattiva fede. A proposito quant’è il 10% di 10 milioni ? Ripeto tutto legale al 100% CHAPEAU ! Saluti

  • 11 Febbraio 2015 in 22:20
    Permalink

    grazie per la risposta.

  • 11 Febbraio 2015 in 23:06
    Permalink

    Visto il mio fortissimo desiderio di vendetta e giustizia che ho in questo momento, volevo chiederle Majo:

    Cosa rischierebbero effettivamente Ghirardi e Leonardi in caso di un fallimento della società?

    Nel caso difficile( che mi auguro con tutto il cuore) che ci saltiamo momentaneamente fuori da questa situazione, i 2 ne uscirebbero puliti in tutto e x tutto?

    Grazie

    • 12 Febbraio 2015 in 02:28
      Permalink

      In caso di fallimento credo che si aprirebbero indagini della magistratura, poi starà loro giudicare se ci sia una eventuale bancarotta semplice o fraudolenta in base a come interpreteranno certi movimenti e alle risposte degli interessati.

      Con questo passaggio di quote, invece, soprattutto Ghirardi potrebbe trovarsi sul groppone una richiesta di risarcimento danni…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 11 Febbraio 2015 in 23:09
    Permalink

    Una conferenza stampa da MITOMANI.L’ho sempre detto che questo è un mitomame.LA MITOMANIA È UNA BRUTTA MALATTIA INGUARIBILE.Scommettete che ora se ne andranno dicendo che i soldi erano arrivati ma c’era troppa ostilità e hanno preferito andarsene altrove.Oggo allo stadio era un mortorio.M’ha scosso.Allo stadio non andrò più,poi con un arbitraggio così…….

  • 11 Febbraio 2015 in 23:18
    Permalink

    A Brescia ridiamo ancora quando si parla di Manenti…
    Vedrete che il bonifico non arriverà mai….E’ un bidone colossale questo…Mi spiace per voi…Noi questa farsa l’abbiamo già passata l’anno scorso…

  • 11 Febbraio 2015 in 23:24
    Permalink

    Neve permettendo. .

      • 12 Febbraio 2015 in 00:19
        Permalink

        Ha parlato di tre tranche da 10? So che lei lo ha ipotizzato nella sua domanda ma non ricordo che abbiano confermato…

        • 12 Febbraio 2015 in 00:22
          Permalink

          Si, hanno confermato, pur usando il condizionale. La prima pare già arrivata, ma sono come San Tommaso… Aspetto che me lo confermino i beneficiati…

          Cordialmente

          Gmajo

          • 12 Febbraio 2015 in 00:41
            Permalink

            Reputa possibile che quetsi abbiano la forza finanziaria per adempiere agli obblighi di questo mese (circa 20 milioni) ma debbano letteralmente andare a caccia di altri investitori per reggere il gioco a lungo? So che sembra assurdo, illogico, ma ho questa impressione…

          • 12 Febbraio 2015 in 00:48
            Permalink

            E’ difficile farsi una idea. Ma se pagassero le prime tre chance il futuro sarebbe più roseo. Aspettiamo i primi fatti: sulle parole stendiamo un velo pietoso…

          • 12 Febbraio 2015 in 01:02
            Permalink

            Credo che se lei dice che pare essere arrivata la prima tranche, deve averglielo comunicato uno che ne sa… conoscendo la sua prudenza nel dare certe news, caro Majo, mi viene in mente un noto dirigente come suo informatore…

          • 12 Febbraio 2015 in 01:08
            Permalink

            Ribadisco che non mi confronto con una sola fonte, e che comunque le medesime non è mia abitudine rivelarle.

          • 12 Febbraio 2015 in 01:14
            Permalink

            Ed è più di una fonte che le ha detto che la prima tranche è arrivata? Se così fosse, mi addormenterei più sereno.

          • 12 Febbraio 2015 in 01:28
            Permalink

            La fonte più attendibile, in questo specifico caso, sono coloro che debbono ricevere. Speriamo di avere conferme anche da loro nelle prossime ore. Apposta non enfatizzo più di tanto il rumor

          • 12 Febbraio 2015 in 01:50
            Permalink

            Anche perché se tutto fosse confermato, ci vuole subito un’articolessa. Una volpe come lei non sprecherebbe questa bomba nei commenti.

          • 12 Febbraio 2015 in 02:06
            Permalink

            Veramente lo scoop del passaggio di mano lo avevo iniziato a scrivere nei commenti fin dalle 23, salvo postare alle 4 l’articolessa…

  • 11 Febbraio 2015 in 23:37
    Permalink

    è una situazione talmente assurda che non riesco nemmeno a trovare le giuste parole per descrivere il mio stato d’animo
    vedere quello che sta succedendo alla squadra del mio cuore..quella che andavo a vedere quando la curva nord aveva 5 gradini fa veramente tanto male
    la passione di una vita calpestata in modo vergognoso da gente sconosciuta che si muove per interessi occulti rovinando forse per sempre il sogno di continuare a vedere la maglia crociata farsi onore in stadi importanti italiani ed europei

  • 11 Febbraio 2015 in 23:43
    Permalink

    Direttore,
    Sarebbe interessante sapere chi ha incassato materialmente i 2.5 mln della cessione di paletta…. Sicuramente gli albanesi, hanno speso un euro per l acquisto. Direi che il saldo è positivo..
    Siamo in dirittura di arrivo. Come chicca della conferenza di servizi di oggi segnalo la scuola calcio del Parma in California

    • 11 Febbraio 2015 in 23:56
      Permalink

      Non diciamo cavolate: la cessione di Paletta comporta movimenti economici attraverso la cassa di compensazione della Lega Serie A. Non se li è intascati Taci.

  • 12 Febbraio 2015 in 00:00
    Permalink

    Sperando che alla fine i soldi saltino fuori, ma a farsi ”pubblicità” cosi – cioè comprando una squadra senza metterci un euro per pagare i debiti ecc – in Italia la si passa liscia? Perché se è cosi potrebbero arrivare anche altri Taci e Manenti……persone che vogliono far parlare di sé nel bene e nel male (soprattutto nel secondo) saranno già alla porta…

  • 12 Febbraio 2015 in 00:01
    Permalink

    tranquillo majo dopo aver visto il video anch io sono più tranquillo e la penso come te sicuramnete e’ valido manenti e anche alborghetti tutto procede!!!!! con il parmigiano e reggiano e mapi fashion non ci sono problemi peccato pero’ che voi giornalisti sarete tagliati fuori perché con mapi web w e mapi tv tutte le interviste la fara’ la tv del presidente a voi solo le bricciole

    grandissimo boni !!!

  • 12 Febbraio 2015 in 00:05
    Permalink

    Fallimento, fallimento, fallimento…. Siete consci di quel che state sperando? Siete consci che siamo in Italia? Credete davvero che auspicare il fallimento significhi vedere in galera la… “duade”?
    Io probabilmente vivrò nel mio mondo, ma un tifoso che auspica la serie D alla propria squadra è pazzesco… Come dissi un’altra volta, un conto è fare l’abbonamento in qualsiasi categoria e un altro è sperare di finirci…
    Anche il tempismo della contestazione dei Boys lo trovo sbagliatissimo soprattutto perchè, pur rivolta ai vecchi e non ai nuovi, fatta nel giorno in cui qualcuno si è presentato mettendoci la faccia… Vorrà dir poco? Possibile, anch’io non sono proprio stato entusiasta della conferenza, ma esiste una sola risposta a tutto ciò… E sappiamo tutti qual è…
    E sperare fino in fondo non equivale a prendere badilate nei denti… Quelle le abbiamo già prese, tutti, indistintamente da Ghirardi purtroppo…

    • 12 Febbraio 2015 in 00:20
      Permalink

      Bravo

  • 12 Febbraio 2015 in 00:07
    Permalink

    Questa conferenza stampa in sintesi non ha dato certezze, mi aspettavo uno straccio di prova e invece purtroppo è paragonabile, se non peggiore di quella dell avvocato Giordano, se non altro lunedì sapremo con certezza tutto.
    Oggi, come tante altre volte, sono andato allo stadio ed è stato veramente uno strazio insopportabile, non sono una persona che vive di calcio, (salvo essere un umile arbitro di seconda categoria) o che è super tifosa, sono semplicemente innamorato della città in cui son nato e dei suoi punti di forza, aziende, cultura e sport. Vedere questa situazione mi fa male.
    Stavo pensando quanto sarebbe bello tornare a parlare di formazioni, moduli, di sport.
    Ormai purtroppo siamo ad una situazione paragonabile ad una perversa puntata di forum.
    Per come la vedo io credo che in qualche modo, lega,figc,coni,aic e banche debitrici cercheranno di portare a casa la stagione, per il quieto vivere e per salvarsi la faccia. Poi quest’estate chissà, magari ci sarà un altro ribaltone. Il mio sogno sarebbe un Parma in mano a gente di Parma. Magari con meno sogni di gloria ma con più sincerità e voglia di fare.

    • 12 Febbraio 2015 in 00:34
      Permalink

      A Parma chi vorrebbe non può e chi puo’ non vuole fare niente x la nostra squadra…

  • 12 Febbraio 2015 in 00:47
    Permalink

    Majo, ha fatto la fine di Dorando Pietri…dopo esser stato (giustamente) sospettoso verso tutte le boiate che ci hanno propinato, ha concesso un’apertura di credito proprio ai due più grandi cialtroni mai visti a Parma.

    • 12 Febbraio 2015 in 00:49
      Permalink

      Me lo verrà a dire dopo il 17. Per ora aspettiamo

  • 12 Febbraio 2015 in 00:54
    Permalink

    Oggi i boys mibsono piaciuti. GHIRARDI E LEONARDI SBEFFEGGIATI.OTTIMO e ottimo anche lo striscione.Ora pero’ bisogna per Ghirardi e Leonardi ALZARE L’ASTICELLA con cori e striscioni AL VETRIOLO.

    • 12 Febbraio 2015 in 01:11
      Permalink

      Poi cosa succede? Che ci danno 50 milioni o 50 punti in classifica?

  • 12 Febbraio 2015 in 00:58
    Permalink

    Direttore oggi lei già sapeva che i milioni era 30 e divisi in tre tranche. La sua fonte è di primissima mano. Tutti sospettano sia Leonardi e lei nega. Bene, tanto se non è Leonardi è un personggio della stessa caratura. Lei sa cose che nessuno si sogna, addirittura la suddivisione dei bonifici. Che le devo dire, Majo, si sceglie davvero bene le fonti, complimenti!

    • 12 Febbraio 2015 in 01:10
      Permalink

      Grazie. Comunque bastava ascoltare con attenzione la conferenza odierna per arrivarci. Lo si capiva molto bene: lo hanno detto gli stessi interlocutori. Comunque, se non ricordo male, c’era stato un commento in questo senso anche di un nostro lettore in tarda mattinata…

      Come dicevo anche a Gustavo (è curiosissimo il fatto che vi colleghiate sempre insieme) io di fonti ne ho sempre più di una…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 12 Febbraio 2015 in 01:16
    Permalink

    Cosa vuol dire che mi collego assieme a Gustavo? In che senso?

    • 12 Febbraio 2015 in 01:27
      Permalink

      Che vi collegate in contemporanea: quando si connette l’uno si connette anche l’altro. Ma vi conoscete?

      • 12 Febbraio 2015 in 01:45
        Permalink

        Di persona non lo conosco. Però quando leggo i suoi commenti spesso intervengo anche io perché la pensiamo più o meno uguale o, comunque, mi stimola ad intervenire. Anche se lo trovo un po’ troppo malizioso, dato che si definisce un cattolico di ferro.

        • 12 Febbraio 2015 in 02:32
          Permalink

          Confermo, non conosco Adam Rollo. E confermo la mia fede convinta. Purtroppo sono un peccatore e il pettegolezza o la malizia talvolta prevalgono sulla carità che tutto sopporta e mai giudica. Caro Majo, quante volte ci dimentichiamo che come giudichiamo saremo giudicati… quanta malevolenza anche io ho avuto talvolta nei suoi confronti e, me lo conceda, forse anche lei qualche volta nei miei. Brutta bestia il peccato. Dovremmo sempre pensare che non conosciamo nè il giorno nè l’ora e che dobbiamo sempre farci trovare pronti, e invece spessissimo lo dimentichiamo e ci abbandoniamo alle passioni e alle polemiche.

  • 12 Febbraio 2015 in 01:19
    Permalink

    Gabriele io sono molto diffidente. Secondo me entro il 17 pagano solo una parte e il resto non lo pagheranno mai. Comunque anche se entro il 17 pagano qualcosa ma non saldano tutti gli arretrati ai giocatori per me è un buffone come diceva l’amico qui sopra.
    I soldi li hai o non li hai, c’è poco da disquisire in tranche. Io sono strasicuro che una parte la pagano, i problemi saranno gli altri. Penserete mica che il Parma si possa autosostenere di sponsorizzazione di stufe a pallet o ripieni di anolini da esportare all’estero? Io non voglio aggiungere nulla, ma il teatrino e tutto il giochino messo in scena mi pare di averlo capito. Mi stupisco che Alborghetti abbia accettato l’incarico, anche se poi si è subito cautelato parlando di temporary management.

    Conferenza stampa inutile che si sarebbe dovuta evitare

  • 12 Febbraio 2015 in 01:58
    Permalink

    direttore credo che se sono arrivati i primi 10 milioni sia una grande notizia,meglio rozzi ma che mettono soldi che con giacca e cravatta senza soldi e sopratutto senza aver mai messo la faccia,è impressionante come fa ha sapere sempre tutto sono sicuro che i soldi sono arrivati quello che dice lei è legge,complimenti direttore

    • 12 Febbraio 2015 in 02:05
      Permalink

      no, no calma & gesso… Ci siamo già passati col “tutto predisposto”. Sarà anche tutto predisposto, ma voglio sentirmelo dire dai beneficiati

  • 12 Febbraio 2015 in 09:16
    Permalink

    come vi avevo già anticipato oggi arrivano i soldi.

    • 12 Febbraio 2015 in 09:21
      Permalink

      to bele dit ed laser li ed racconter dil caneli. oppure ti identifichi e dici chi sei e perché ne sei certo. e comunque di annunci oggi arrivano i soldi ce ne abbiamo pieni tutti le balle. annunceremo quando saranno arrivati. per cui la piantidi scrivere menate. saluti
      gmajo

      • 12 Febbraio 2015 in 10:45
        Permalink

        majo ma lei che è giornalista professionista e ha una certa aplomb perchè non risponde mai alle provocazioni di questi quadrotti?!?!Perchè mi lascia rispondere sempre a me che sono gretto e scurrile?!?!

        • 12 Febbraio 2015 in 10:47
          Permalink

          Perché farei meglio a bannare gli uni e gli altri. io non scado in queste scaramucce da campanile

          • 12 Febbraio 2015 in 10:58
            Permalink

            scaramucce da campanile?!?!? Veramente la stavano prendendo per i fondelli(per non scrivere altro) a lei…

          • 12 Febbraio 2015 in 11:01
            Permalink

            ho cose più importanti da fare che perdermi dietro a ste quisquillie

  • 12 Febbraio 2015 in 09:39
    Permalink

    arrivano arrivano majo.. li porta babbo natale….ahahahahahah.. buon fallimento bagolini.

    • 12 Febbraio 2015 in 10:20
      Permalink

      ah ecco…passa da Parma che ti raccontiamo cosa si prova ad aver alzato le coppe più belle e ad aver avuto i giocatori più forti!25 anni di soddisfazioni…voi forse non ne avrete mai neanche uno…anzi forse si la vostra più grande gioia sara il nostro fallimento,fa ti come siete messi…godete delle disgrazie altrui!
      Cerco un reggiano tutto l’anno…

  • 12 Febbraio 2015 in 10:46
    Permalink

    Crociato mi fai pena…..
    Direttore se ha novità ci informi…grazie….

  • 12 Febbraio 2015 in 11:18
    Permalink

    Caro maio visionando la conferenza stampa o notato l espressione di alborghetti mentre parlava manenti e molti giornalisti tra cui raimondi mediaset che ridacchiavano quasi increduli alle spiegazioni di manenti.
    Mi dispiace dirlo ma siamo diventati la barzelletta d italia.

    • 12 Febbraio 2015 in 11:22
      Permalink

      Se questa barzelletta dovesse cacciare il grano sarebbe una barzelletta indubbiamente meno ridicola. Solo quello fa la differenza. E ieri dovevano evitare la dannosissima conferenza…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 12 Febbraio 2015 in 11:34
    Permalink

    Meglio l’arrosto di Ghirardi al fumo di Manenti.. Infatti il Ghiro ci ha mangiati.. Portiamo pazienza e poi si vedrà.

  • 12 Febbraio 2015 in 11:49
    Permalink

    Salve Direttore,
    torno un attimo a questioni di classifica, per quel che può valere in questo momento. Gli ulteriori 2 punti di penalizzazione attesi da tempo (che nulla hanno a che fare con la scadenza del 16 febbraio che se disattesa ne farebbe arrivare altri..), arriveranno certamente ? Se si quando ?
    grazie e buon lavoro.

    • 12 Febbraio 2015 in 13:02
      Permalink

      Ormai stanno per arrivare e saranno (minimo) due

  • 12 Febbraio 2015 in 13:49
    Permalink

    Direttore, a proposito dei punti in classifica c’è almeno speranza di riavere il punto tolto a novembre? Alcuni la settimana scorsa, alla luce dell’accoglimento del ricorso della Reggina in lega Pro, si erano rivelati possibilisti…Io ho paura di finire sotto zero in classifica…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI