Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

57 pensieri riguardo “IL MERCATOLOGO / A SAN SIRO, STASERA, L’ULTIMA DI PALETTA IN MAGLIA CROCIATA: MA PROPRIO IL MILAN POTREBBE ESSERE LA SUA NUOVA SQUADRA…

  • 1 Febbraio 2015 in 15:55
    Permalink

    La risoluzione del contratto di Felipe è l’unica buona notizia da 7 mesi a questa parte, se poi si aggiungesse anche Lodi…

    • 1 Febbraio 2015 in 17:27
      Permalink

      sottoscrivo il tuo pensiero e mi chiedo che cazzo è passato in testa a leonardi di fare un contratto così lungo a felipe… aveva ancora 3 anni di contratto!!!pazzesco !!

      • 1 Febbraio 2015 in 17:33
        Permalink

        evidentemente riteneva potesse avere una resa differente, ma non credo sia questo il problema principale. si tratta di fare scommesse che alle volte si vincono e altre si perdono. diciamo che il leo aveva la propensione a prendere suoi ex giocatori, forse per avere un certo consenso nello spogliatoio.
        saluti
        gmajo

        • 1 Febbraio 2015 in 21:42
          Permalink

          Esatto lo sanno tutti che Felipe è un uomo di Leonardi…
          Comunque concordo che è l’unica notizia positiva da mesi..

  • 1 Febbraio 2015 in 15:57
    Permalink

    il fumo ti uccide eh ?

  • 1 Febbraio 2015 in 16:03
    Permalink

    Se partono sia paletta che Felipe cosa facciamo il girone di ritorno con 3 centrali contati di cui uno è Santacroce?

  • 1 Febbraio 2015 in 16:14
    Permalink

    Via paletta mendes Felipe chi gioca in difesa?6

  • 1 Febbraio 2015 in 16:47
    Permalink

    Quando hanno intenzione di parlare e spiegarci come vanno le cose sti pagliacci?

    • 1 Febbraio 2015 in 16:59
      Permalink

      la prossima volta che andrannoa cena col farinaio,chi va al mulino si infarina….

  • 1 Febbraio 2015 in 16:51
    Permalink

    Si stanno cedendo tutti per salvare la squadra dal fallimento ma non l’avete ancora capito???? o sperate ancora nella salvezza in A……. Ma chissenenfrega della serie A, oggi ci sono cose molto più importanti

  • 1 Febbraio 2015 in 16:57
    Permalink

    scusa eh ma secondo me te stai capendo meno

    • 1 Febbraio 2015 in 17:36
      Permalink

      Probabile ma spero di no

  • 1 Febbraio 2015 in 16:58
    Permalink

    Nessuno dice/scrive che la Roma è seconda dopo aver rubacchiato punti a destra ed a manca; nessuno dice che il Napoli è stato preso per mano dalla Lega e portato al terzo posto senza la volontà del rettangolo del gioco (bello vincere rubando con Lazio, Genoa e scusatemi se me ne dimentico qualcuna); nessuno dice che è la seconda volta che alla Juventus capita di dover finire le partite prima della fine effettiva del tempo di recupero (successo con la Sampdoria e oggi a Udine).

    C’è una parte di me che tifa per il fallimento del Parma, perché a stare in questo calcio di merda, mi è venuto lo schifo; c’è un’altra parte di me che spera che a Parma arrivi qualcuno, anche un mafioso, stracarico di soldi che sia in grado di mettere in riga tutte queste squadre evidentemente favorite dal Palazzo, talvolta anche di più della squadra che per antonomasia passa per quella maggiormente favorita (ossia la Juventus).

  • 1 Febbraio 2015 in 17:03
    Permalink

    Ah, poi mi piacerebbe che la procura aprisse una specie di inchiesta sul comportamento di Di Natale prima delle sfide contro il Napoli. Negli anni passati in più di una circostanza ha saltato la trasferta di Napoli per infortuni più o meno misteriosi; oggi invece, da diffidato, è andato a cercarsi un giallo che gli risparmiarà la trasferta partenopea per almeno la quarta volta nelle ultime stagioni. Per me ci sono gli estremi perché la procura federale gli chieda spiegazioni.

  • 1 Febbraio 2015 in 17:05
    Permalink

    Ma cosa stai dicendo??? Ma cosa vuoi salvare….

  • 1 Febbraio 2015 in 17:11
    Permalink

    Ma è vero che taci potrebbe assistere alla partita stasera?

    • 1 Febbraio 2015 in 17:12
      Permalink

      ma vi interessa ancora il fumo? basta diversivi…

      • 1 Febbraio 2015 in 17:17
        Permalink

        e domani arriva l’arrosto?

          • 1 Febbraio 2015 in 17:56
            Permalink

            Majo, mi spiega sto fatto di tutti che le domandano di domani? che mi sono perso?

          • 1 Febbraio 2015 in 17:58
            Permalink

            ultimo giorno di mercato
            mercato… magari arriva il socio russo di taci con il suo carico di rubli per prendere tre top player e festeggiare a caviale. tutto è predisposto…

  • 1 Febbraio 2015 in 17:14
    Permalink

    che significa ridurre il monte ingaggi della squadra se poi taci non paga i restanti giocatori (ridicoli) se volevano mettere su un supermercato non c era bisogno che venissero a parma .questi son stati messi li solo per svuotare la squadra poi a fine campionato ci lasciano perchè si dovranno ricomprare tutti i giocatori e a quel punto a nessuno non converrà più investire nel parma .sto bruciando letteralmente perchè non si può fare niente . ma nessuno che non riesce a mettere alle strette kodra quando è in tribuna e farsi dire le cose come stanno (in modo educato)giornalisti armatevi di biro fatevi dire e scrivete vogliamo sapere .

  • 1 Febbraio 2015 in 17:25
    Permalink

    Io stavolta non ho capito il senso, prob x colpa mia, ma lei parla di risoluzioni e cessioni varie (ok), poi dice che arriva livaja e un difensore e conclude dicendo di ritenere probabile risultati migliori che in passato.. Non che ci voglia molto ma vuol sottintendere che si mira ad allontanare mele marce?

    • 1 Febbraio 2015 in 17:38
      Permalink

      magari poi sarà più preciso il mercatologo, autore dell’articolo, però non credo volesse alludere a una pulizia etnica delle mele marce, anche perché l’operazione in corso è chirurgica come le bombe intelligenti degli americani… la considerazione che i superstiti più i nuovi possano far meglio dei dipartiti penso sia un auspicio basato sul poco onorevole score registrato nelle prime 20 giornate…
      cordialmente
      gmajo

      • 1 Febbraio 2015 in 18:39
        Permalink

        Paletta al milan compresa la partita di stasera doppio colpo di Galliani saluti

        • 1 Febbraio 2015 in 18:43
          Permalink

          paletta siamo stati noi di stadiotardini.it i primi a dirlo. Sulla partita di stasera ne riparliamo al termine. anche se questi discorsi non mi piacciono.
          saluti
          gmajo

  • 1 Febbraio 2015 in 17:32
    Permalink

    ma anche se non arriva un centrale fa niente,,,,,siamo già spacciati da due domeniche…..speriamo piuttosto che arrivi qualcuno( il piano c …quelle persone serie con avvocati del territorio ) che ci garantisca di restare se non in b ma tra i profesionisti,,,,,io di questa gente russi ciprioti albanesi mi sono già rotto le palle

  • 1 Febbraio 2015 in 17:44
    Permalink

    La penso come Andrea. Si vende il vendibile; si lasciano andare a costi zero i prestiti che rinunciano ai loro mesi di stipendio. Si tira una riga e si vede quanto bisogna scucire per quelki rimasti evitando il fallimento. Potrebbe essere un’idea tanto la B e’ certa

    • 1 Febbraio 2015 in 17:53
      Permalink

      certo che se anziché programmare l’andiamocela a riprendere si fosse seguito il mio programma da fantacalcio di rifondazione forse se non la categoria si salvava la società senza questi giri sull’ ottovolante…
      cordialmente
      gmajo

      • 1 Febbraio 2015 in 17:59
        Permalink

        direttore hai ragione ma quelli che erano alla guida questa estate ci raccontavano delle favole e mai e mai avrebbero ammesso che le cosa andavano male….
        anzi dicevano andiamo a riprendercela…

        • 1 Febbraio 2015 in 18:01
          Permalink

          apposta. nel vedere che si fa ora con tutto compromesso quello che si doveva fare questa estate (e che Leonardi aveva bollato come fantacalcio) mi duole il cuore…

          • 1 Febbraio 2015 in 18:06
            Permalink

            la cosa peggiore è che uno degli artefici di quella cosa è che il bollatore è ancora un dirigente della società

          • 1 Febbraio 2015 in 18:09
            Permalink

            come dicevo anche a calcio e calcio Leonardi ha convincenti interessi personali per agire in modo concreto per evitare al parma una triste fine. viceversa, nonostante la propaganda di mat, non capisco la logica delle mosse dello scacchista.
            cordialmente
            gmajo

          • 1 Febbraio 2015 in 18:59
            Permalink

            Bravo Majo, concordo in tutto e per tutto. Una logica c’è in tutte queste operazioni e meno male che l’interesse di Leonardi finalmente collima con quello della società

          • 1 Febbraio 2015 in 18:59
            Permalink

            Bravo, alla sopravvivenza leonardi doveva pensare già in estate

  • 1 Febbraio 2015 in 17:55
    Permalink

    Devono tagliare tutti i giocatori con ingaggio superiore ai 300 mila euro netti,così da avere costi sostenibili in.b

  • 1 Febbraio 2015 in 17:59
    Permalink

    Ma chi fa i gol?? Nemmeno Livaja è un bomber, ne ha fatti 5 in tutta una stagione..i 3 punti si fanno solo vincendo e il Parma non ha nessun interesse a pareggiare 0-0 !

    • 1 Febbraio 2015 in 18:08
      Permalink

      Livaja tra l’altro non so in stato di forma sia perché il campionato russo è fermo dal 8 dicembre e riprenderà il 7 marzo..

    • 1 Febbraio 2015 in 20:28
      Permalink

      amico Caro,
      oò Parma ha interesse a sopravvivere.
      Tutto il resto è fantasia

  • 1 Febbraio 2015 in 18:38
    Permalink

    chissà come andrà a finire tutta questa storia…dì sicuro almeno finiremo dì essere li zimbello del campionato italiano. Non so nemmeno se riuscirò a vedere la partita. mi fa troppl male assistere a questo sciemlio.

    • 1 Febbraio 2015 in 18:44
      Permalink

      con la juve avevamo fatto bella figura. non mollare mai…

    • 1 Febbraio 2015 in 19:10
      Permalink

      Dai Simone,che magari facciamo il colpaccio, se parma e’ quasi affondato, loro sono con acqua alla gola, io al posto di donadoni butterei dal primo minuto Haraslin, cosi almeno si abitua.

  • 1 Febbraio 2015 in 18:56
    Permalink

    Stasera si gioca in giallo, ci sono buone possibilità di fare risultato, peccato che non serva a niente….vedere il Palermo a 30 punti ci fa capire che retrocediamo nel campionato più abbordabile degli ultimi 25 anni….

  • 1 Febbraio 2015 in 19:02
    Permalink

    Mi piace l’idea di giocare a San Siro con tre punte. In questa situazione occorre cercare motivi di soddisfazione impensati, per cui fermiamoci qui senza analizzare chi sia la punta centrale…

  • 1 Febbraio 2015 in 19:30
    Permalink

    Majoa se paletta è sul mercato…perché farlo giocare stas?!?!Per vedere se si rompe che cosi non lo vendiamo più?!?! Io non credo…

    • 1 Febbraio 2015 in 20:04
      Permalink

      Infatti non gioca…come sempre sky sbaglia le formazioni

      • 1 Febbraio 2015 in 20:33
        Permalink

        E mo’ adesso si è svegliato Pedullà, senza manco citare chi per primo l’ha buttata fuori, ovvero stadiotardini.it, stanotte a mezzanotte (nel majo desnudo) e il mercatologo alle 15…

  • 1 Febbraio 2015 in 19:52
    Permalink

    Espugneremo san siro e ci salveremo… questo allenatore e questi ragazzi meritano un miracolo! La dignità e l’orgoglio spesso travalicano ogni limite

  • 1 Febbraio 2015 in 19:52
    Permalink

    ma sinceramente, pensate sul serio che i giocatori abbiano le motivazioni x scendere in campo e dare tutto? Con tutto quello che sta accadendo intorno a loro non riesco a credere che scenderanno in campo motivati. Se poi consideriamo che mezza squadra e con le valige in mano allora ecco che priorio la mia fiducia scema del tutto..

  • 1 Febbraio 2015 in 19:53
    Permalink

    Vorrei approfondire tutte questo via vai di gente che rinuncia a stipendi arretrati rescindendo o accettando la prima offerta utile. La Taci &Co acquista là quota di maggioranza per 8mln di euro + DEBITI(STIPENDI ARRETRATI E FORNITORI).1- I Fornitori sono stati pagati, o così sembra. 2- capitolo stipendi, vedendo che la stagione è nera, salvarsi !?? un miracolo Missione impossibile. Allora io imprenditore che ci tengo ai soldi devo ridurre le perdite, Andare in serie B vuol dire tanti soldi in meno e già dovrei pagare GLI STIPENDI ARRETRATI. Allora io Taci penso, perché pagare della gente che comunque se vado in B devo svendere… li lascio liberi fin da adesso, magari rinunciano agli stipendi arretrati, riduco il DEBITO DI GHIRARDI e a giungno riparto con un parco giocatori snello ed un monte ingaggi alla portata di una B. Se dovessi metterci i soldi io, farei lo stesso..meglio in B con la primavera e ripartire da zero per tornare subito in serie A.

    Non so se sia questa la realtà, ma imprenditorialmente ha una logica.

  • 1 Febbraio 2015 in 20:31
    Permalink

    Paletta e Lodi ARIA alla Svelta

    Uno è Mezzo Rotto

    L’ altro Mezzo Pacco

    Facciamo giocare la Primavera

    Sono Migliori e Corrono di Più

  • 1 Febbraio 2015 in 22:03
    Permalink

    Aggiornamento dell’ultima ora: complicazioni per l’arrivo di Livaja che pregiudicano il tesseramento del calciatore.

  • 1 Febbraio 2015 in 22:44
    Permalink

    Ovvero che problemi?

    • 1 Febbraio 2015 in 23:00
      Permalink

      Che e’balordo sembra che quelli dell atalanta abbiano avvisato per farci un favore

  • 1 Febbraio 2015 in 23:01
    Permalink

    Che e balordo sembra se ne siano accorti in extremis

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI