IL RINVIO DI PARMA-CHIEVO / ACCORSI (AB GLOBAL SERVICE): “NON E’ VERO CHE LA SOCIETA’ NON SI POTEVA PERMETTERE GLI SPALATORI. IL RINVIO DECISO DAL GOS”

VIDEO INTERVISTA DI GABRIELE MAJO

IMG_1199(gmajo) – Nei giorni scorsi, tanto per non farci mancare un po’ di veleni, ché le acque sono così tranquiilline, sulle frequenze satellitari era stato raccontato che Parma-Chievo non poteva esser disputata poiché la società non aveva neppure i soldi da potersi permettere degli spalatori, al contrario di Modena dove il campo era stato sì spalato, ma utilizzando mezzi che avrebbero però causato l’inagibilità del campo per il fango, con lo stesso identico risultato del rinvio. Ora, IMG_1204che il Parma sia piuttosto male in arnese, è risaputo, ma al fine di superare l’emergenza Big Snow qualche fondo, raschiando il barile, lo si è trovato, per potersi garantire un intervento straordinario con dei professionisti del settore, AB Global Service, che, come ci racconta in questa video intervista il titolare Luca Accorsi ha lavorato indefessamente – circa una ventina gli uomini impiegati – per oltre 48 ore al fine di riuscire a garantire il totale sgombro della neve, pur in IMG_1206presenza di notevoli difficoltà per la caratteristica della precipitazione (50 i cm caduti) che aveva reso la coltre particolarmente pesante. Due collinette sorte al Tardini rappresentano i punti di raccolta della neve raccolta, mentre per domani è previsto il totale sgombro degli spalti, così come nelle ore precedenti si è lavorato nell’antistadio e nelle vie di fughe per rendere agibili, logicamente oltre il terreno di gioco che era stato protetto da dei teloni con lo sgombero effettuato IMG_1201attraverso il mitico trattorino utilizzato a febbraio 2013 le cui caratteristiche principali sono, oltre le ruote posteriori più larghe, la mega pala in teflon con spazzole, lunga m 3.20, che con due sole passate consente di sgombrare la neve posta sui teloni (larghi 6 metri, cad.), senza stracciarli e rovinare il terreno sotto stante, velocizzando le operazioni. AB Global Service è partner green del Parma Calcio: per quanto concerne gli interventi “snow”, il contratto è a chiamata: pur essendo uno dei famosi fornitori con una notevole esposizione nei IMG_1209confronti del club, con senso di responsabilità si è messo a disposizione per dare una mano al Parma in questo momento delicato e transizione. Riconosciuta la serietà del presidente uscente Ermir Kodra nel rispettare i termini dell’accordo raggiunto per questo intervento straordinario, Accorsi auspica che la nuova proprietà possa garantire alla società una solidità e una continuità per il futuro. Mettere il bastone tra le ruote, ci ha fatto chiaramente capire, sarebbe stato comunque controproducente.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

17 pensieri riguardo “IL RINVIO DI PARMA-CHIEVO / ACCORSI (AB GLOBAL SERVICE): “NON E’ VERO CHE LA SOCIETA’ NON SI POTEVA PERMETTERE GLI SPALATORI. IL RINVIO DECISO DAL GOS”

  • 9 Febbraio 2015 in 18:30
    Permalink

    Direttore, vorrei esprimere tutta la mia felicità per il suo nuovo incarico. Buon lavoro!

    Adam Rollo.

    • 9 Febbraio 2015 in 18:32
      Permalink

      Ancora…

      A parte che porta male, io non ho alcun incarico ed è inutile che facciate dello spirito. E poi, se Manenti secondo voi non ha pila, è mitomane ed è un bidone…

  • 9 Febbraio 2015 in 18:40
    Permalink

    Mi perdoni, Carissimo. Ma un amico mi ha fatto notare che il Parma ha divulgato questo articolo attraverso i suoi canali ufficiali. Mi è sembrato un indizio…

    Manenti non ha una lira, questo è vero…speriamo ce l’abbia chi ha dietro…

    Adam Rollo.

    • 9 Febbraio 2015 in 18:50
      Permalink

      Semplicemente era un video che poteva interessare. Manco lo sapevo che lo avessero ripreso. Me lo ha segnalato Fabris: io, come noto non bazzico Facebook…

  • 9 Febbraio 2015 in 18:44
    Permalink

    dicono che non e’ vero eh ? vediamo quando scade la fattura a 60-90 giorni sti imbambiti

  • 9 Febbraio 2015 in 18:45
    Permalink

    Buon lavoro a lei e Leonardi, direttore! E felicitazioni. Il plenipotenziario le avrà sicuramente detto se ci sono finanziatori dietro Manenti… Ci faccia sapere!

      • 9 Febbraio 2015 in 19:02
        Permalink

        Va bene, va bene, non se la prenda… a me piace farla arrabbiare ogni tanto… Ora passiamo alle cose serie: dal momento che Manenti non ha attività e soldi, lei sa se ci sono dei finanziatori dietro? Se non ci fossero, è chiaro che sarebbe un bluff.

        • 9 Febbraio 2015 in 19:03
          Permalink

          La GazProm e la Lukoil. Anche se niente Ceci: Taci non ce li aveva dietro…

          • 9 Febbraio 2015 in 19:05
            Permalink

            No, Majo, volevo una risposta seria. Lei ha qualche indizio su eventuali finanziatori di Manenti? Perché se non ne avesse credo che sarebbe anche suo dovere segnalare l’imminente bluff.

          • 9 Febbraio 2015 in 19:12
            Permalink

            Non faccio chiacchiericcio… Ma non lo aveva scritto Schianchi?

          • 9 Febbraio 2015 in 19:15
            Permalink

            Ma chi lo legge Schianchi, sia serio…

  • 9 Febbraio 2015 in 19:13
    Permalink

    Ma che mi importa Schianchi… Lei sa qualcosa oppure nulla?

  • 9 Febbraio 2015 in 20:02
    Permalink

    Ti rispondo io gli stipendi e l’irpef devono esssere pagati entro il 16 febbraio pena la messa in mora della societa’

    Come mai il nuovo CDA si riunira’ il 20 di febbraio.

    Ai posteri l’ardua sentenza

    SEMPRE FORZA PARMA

  • 10 Febbraio 2015 in 01:02
    Permalink

    Ma quando sarai responsabile comunicazione potrò ancora salutarti o sarai troppo importante ? Sappi che in fondo ti ho sempre voluto bene, non essere rancoroso.
    PS sono pronto a dare la mano al nuovo presidente, basta che non mi rubi l’anello.

I commenti sono chiusi.