LUCARELLI: “E’ INUTILE CHE FIGC E LEGA CI ACCOMPAGNINO FINO ALLA FINE DEL CAMPIONATO PER POI LASCIARCI FALLIRE. LA MESSA IN MORA POTREBBE PARTIRE, MA NON SERVE” (video)

LUCARELLI: “E’ INUTILE CHE FIGC E LEGA CI ACCOMPAGNINO FINO ALLA FINE DEL CAMPIONATO PER POI LASCIARCI FALLIRE. LA MESSA IN MORA POTREBBE PARTIRE, MA NON SERVE” (video)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LUCARELLI ALL’INGRESSO IN TRIBUNALE: “NON SONO PER IL FALLIMENTO SUBITO: IO SPERO CHE MANENTI RIESCA A TIRARE FUORI QUELLO CHE SERVE PER SALVARE QUESTA SOCIETA’” video

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

99 pensieri riguardo “LUCARELLI: “E’ INUTILE CHE FIGC E LEGA CI ACCOMPAGNINO FINO ALLA FINE DEL CAMPIONATO PER POI LASCIARCI FALLIRE. LA MESSA IN MORA POTREBBE PARTIRE, MA NON SERVE” (video)

  • 23 Febbraio 2015 in 18:27
    Permalink

    …interessante quel “non siamo gli unici che hanno problemi economici ma nessuno ne parla…”

    • 23 Febbraio 2015 in 18:34
      Permalink

      Interessante anche il “andiamo anche a Genova in macchina se necessario….e Tavecchio dicendo che giocheremo si piglia responsabilita’ che non gli competono”….
      Tradotto significa se ci sganciano qualcosa andiamo la e giochiamo altrimenti magari (come volevano fare domenica con l’udinese) prima del fischio di inizio se ne vanno….con figura di merda planetaria per tutto il sistema….
      Quindi….fate un po’ voi..
      Io almeno l’ho letta cosi’ la faccenda.

    • 23 Febbraio 2015 in 19:11
      Permalink

      Credo che il Capitano non sia molto distante dalla verità. Tanto per fare un esempio…visto che sono di Napoli…qua gira una voce, che ci tengo a precisare non è provata da alcun documento e/o bilancio ufficiale, che il proprietario del Napoli abbia utilizzato il Napoli come strumento per ripianare il bilancio della sua azienda cinematografica…peraltro, sempre a proposito del Napoli, mi pare strano che in concomitanza dell’entrata in vigore delle nuove regole sui controlli sui conti delle società, e in modo particolare l’obbligo di non avere debiti verso l’estero, l’attuale proprietario abbia cercato, senza dare troppo nell’occhio, di cedere le sue quote al miglior offerente. Qui si era parlato di sceicchi qatarioti…pare non se ne sia fatto più niente. Ma non è un caso che la necessità di vendere si sia palesata a pochi mesi da un cambio di regole…

      Evidentemente la pratica, messa in atto da alcune società, di far sapere ai quattro venti quanto siano bravi a tenere i conti in ordine, è solo una mossa di propaganda, ma di arrosto c’è ben poco.

  • 23 Febbraio 2015 in 18:28
    Permalink

    Grande Capitano 111 STRavekkio stattene a Roma !!!

    idem x er Prete Trigoria Senza Storia !!! BUFFONI !!!!

    CARICA CROCIATI !!!!

  • 23 Febbraio 2015 in 18:37
    Permalink

    Sempre di più leader. Grazie capitano, grazie davvero.

  • 23 Febbraio 2015 in 19:04
    Permalink

    Ce ne sono di squadre che stanno per scoppiare…mi piace quando Alessandro ha messo tavecchio al suo posto!

  • 23 Febbraio 2015 in 19:31
    Permalink

    cosi non ce li ha nessuno. Grazie Ghirardi

  • 23 Febbraio 2015 in 19:33
    Permalink

    Ci riprovo…
    Ritieni che nella nottata del 16 i soldi ci fossero stati e sono stati bloccati da un potere occulto ?

    • 23 Febbraio 2015 in 19:40
      Permalink

      Qualcosa del genere. I bonifici, secondo le informazioni raccolte, risultavano partiti, e appunto il discorso cro derivava da questo. Ma poi qualcosa si deve essere inceppato. Ma non vedendo le cose direttamente, e raccogliendo a spizzichi e bocconi solo indizi da più persone da far combaciare tra lor, risulta difficile ricostruire un quadro chiaro e verosimile.

      Ma mi sono fatto l’idea che, al di là delle problematiche che ha già di per sé, ci sia un palese ostracismo e ostrzionismo

      Cordialmente

      Gmajo

      P.S. LO DICO A TE E A TUTTI COLORO CHE HANNO COMMENTI IN GIACENZA DA ORE: IN GIORNATE CONVULSE COME QUESTE, PURTROPPO, LA MODERAZIONE PUO’ AVVENIRE CON ORE E ORE DI RITARDO, COSI’ COME NON RIESCO A RISPONDERE A TUTTI. SCUSATE IL DISAGIO, MA NON HO IL DONO DELLA UBIQUITA’.

      SALUTI

      GMAJO

      • 23 Febbraio 2015 in 19:49
        Permalink

        fammi vedere i documenti e lascia li di andare a dietro ,non so perche’ tut ti presta a questo penoso teatrino

        • 23 Febbraio 2015 in 19:50
          Permalink

          Assioma non fracassarmi i maroni anche te. Io non mi sto prestando ad alcun teatrino.

          • 23 Febbraio 2015 in 20:01
            Permalink

            allora fammi vedere i documenti,forza, scattagli una foto e postala ,i bonifici il cro

            dai che manenti te li mette a disposizione

  • 23 Febbraio 2015 in 19:52
    Permalink

    Lucarelli GRANNDE UOMO!!!

  • 23 Febbraio 2015 in 19:55
    Permalink

    No comment.
    La fantascienza non mi è mai piaciuta.
    Su una sola cosa concordo con te, dato che la fine è già scritta, che almeno si faccia saltare il banco con tutte le conseguenze del caso.

  • 23 Febbraio 2015 in 20:01
    Permalink

    Lucarelli è il nostro condottiero. E’ il nostro guerriero. E’ lui il capitano E’lui il generale di questa battaglia infinita. QUANDO IL GIOCO SI FA DURO ENTRANO IN SCENA I DURI E LUI è UN DURO.

  • 23 Febbraio 2015 in 20:13
    Permalink

    Leggete bene le dichiarazione del ds del Cesena o voi che sperate in un aiuti dalla lega ecc…. Col cavolo che non ne subiremo delle conseguenze una volta terminato il campionato….ci va bene se partiamo dalla D…..mi sbaglio direttore?

    • 23 Febbraio 2015 in 20:17
      Permalink

      Apposta che dico no agli aiuti federali e di lega…

    • 23 Febbraio 2015 in 20:35
      Permalink

      Sì, ma cosa ci aspettavamo? E’ meglio non accettarle le caramelle dagli sconosciuti…

      Col Parma in D finalmente potrò fare il tifo per la serie A a 8 squadre…sai che spasso un giorno vedere una grande finire all’ottavo posto e non poter sentirla dire di essere in corsa per un posto in Champions…

      Spero che le procure di tutta Italia siano scrupolose e puntuali come quella di Parma, quando sarà il caso…

      • 23 Febbraio 2015 in 22:39
        Permalink

        Ma meglio se pensiamo a sfangarla noi x l’ennesima volta e a non sparire dal calcioe che qualcuno ci metta i soldi…mal comune non è mezzo gaudio stavolta…le grandi se la cavano sempre!

  • 23 Febbraio 2015 in 20:27
    Permalink

    Lega e FGCI come FMI. No grazie!

  • 23 Febbraio 2015 in 22:06
    Permalink

    Sono Manenti quello vero, domani il sindaco non mi vede. Io sto lavorando più di lui per il bene della squadra e di tutti. Chiamatemi che ve lo dico a voce. In fede, Giampiero Manenti

  • 23 Febbraio 2015 in 23:17
    Permalink

    Buonasera Direttore.
    Anzitutto vorrei complimentarmi con Lei per la Sua professionalità e ringraziarLa per il Suo lavoro.
    Seguo il Parma da oltre 25 anni e questa situazione mi addolora profondamente.
    Aldilà di questo, riflettevo sulla possibilità (nel caso vi siano effettivamente risorse finanziarie su cui contare) di fruire di una procedura concordataria prevista nel nostro ordinamento quale quella del concordato preventivo.
    Cosa ne pensa in merito?
    Con i miei migliori saluti.
    Fabrizio

    • 24 Febbraio 2015 in 04:59
      Permalink

      Grazie per i complimenti.
      La procedura concorsuale potrebbe in effetti esser prevista nel piano di rientro che Manenti dovrà esser esposta entro il 12, sempre che nel frattempo abbia portato i denari, se no, non essendoci più un euro nelle casse, lo stato di insolvenza sarà manifesto.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 24 Febbraio 2015 in 00:02
    Permalink

    Direttore la stimo molto ma sinceramente non può credere a una persona del genere in più senza vedere un straccio di documenti, è evidente che questo individuo è stato piazzato li dalla vecchia dirigenza e se si presenta con dei soldi sono semplicemente soldi che sono stati rubati in passato nelle casse del Parma

  • 24 Febbraio 2015 in 00:33
    Permalink

    e anche stasera a teleducato è andato in onda il solito teatrino di censura degli sms contro giuli e contro dall’olio. (sottolineo: tutti civili. mentre alcuni sms in linea con la linea editoriale sono stati letti anche se ben più violenti)

    • 24 Febbraio 2015 in 12:57
      Permalink

      Senta, Luca, anziché lamenatrsi e inviare al sottoscritto, ogni lunedì, questo genere di messaggi da vittima, provi a formulare un concetto (pro o contro, come ama dire lei) che dia un contributo alla trasmissione. Vedrà che non glielo censurerò, non sono mica uno juventino…

      Ieri sera messaggi pro o contro Dall’Olio non ne sono arrivati. Trattavasi di semplici domande, che nulla avevano a che vedere con la corrente politica del nostro ospite. Se la vuol pensare diversamente, cosa vuole che le dica? Non so che farci, avremo un folto numero di telespettatori comunisti…

  • 24 Febbraio 2015 in 01:53
    Permalink

    Direttore come crede che possa andare a finire ??
    Una sua impressione? ?

  • 24 Febbraio 2015 in 08:37
    Permalink

    Ieri sera bella puntata!
    Da tifoso legatissimo al Parma e alla Città non trovo niente male l’idea che una prossima cordata in caso di fallimento possa acquisire il titolo della Pro-Piacenza…alla fine non ci sarebbero problemi di identità in quanto si prenderebbe il nome della nostra città e si giocherebbe al Tardini che avrebbe più senso tenerlo aperto in serie c che in d.
    Per il resto direttore vorrei capire davvero perchè Manenti non ha la possibilità di dare ai giocatori una garanzia bancaria reale anche certificata da una “conferenza” del direttore di Banca dove sono depositati i soldi…che mi dice?

    • 24 Febbraio 2015 in 08:54
      Permalink

      Che i palliativi non servono, ma solo soldi veri e pronti.
      Sulla stampa di oggi si legge che documenti attestanti 100 milioni li han visti giocatori e Donadoni: apposta che ha avuto credito. Ma questi soldi o entrano nella piena disponibilità del parma e sono usabili immediatamente per pagare il dovuto oppure amen. Le dichiarazioni, a sto punto, non servono…

      • 24 Febbraio 2015 in 10:00
        Permalink

        Perfettamente d’accordo.
        Ecco perchè rinnovo la mia idea che l’ipotesi migliore e più realistica (sempre ben inteso che vi siano effettivamente soldi) sia quella del concordato preventivo (a proposito, grazie Direttore per la risposta che ha dato al mio intervento alle 4.59!!! Ma ogni tanto Lei dorme?!?! Probabilmente no… Ora mi spiego perchè Lei fa scoop e altri giornalisti no….)
        Comunque ritengo che solo l’ipotesi della proposta di un concordato giustifichi l’intervento di Manenti (o chi per lui) in una situazione debitoria del genere. In questo modo il monte debiti potrebbe diminuire notevolmente.
        Forse non sarà “eticamente” ineccepibile, ma è previsto dalla legge (e comunque i dipendenti dovrebbero ricevere il 100%).

    • 24 Febbraio 2015 in 09:44
      Permalink

      Manento non può dare garanzie perchè non ha uno straccio di lavoro, non ha una società reale che produce reddito, manenti non ha niente. Quando entra in una banca i direttori lo sbattono fuori.
      Ma tu ad uno che non ha nessuna garanzia gli daresti milioni di euro con la consapevolezza che questo non te li darà più indietro?

      • 24 Febbraio 2015 in 10:02
        Permalink

        Se tutti quelli che devono prendere i soldi gli stanno ancora concedendo credito vorrà pur dire qualcosa?

        • 24 Febbraio 2015 in 10:13
          Permalink

          chi di speranza campa disperato muore

    • 24 Febbraio 2015 in 14:26
      Permalink

      I direttori di banca devono mantenere il segreto sennò la banca si becca una causa e loro vengono licenziati e una causa a loro volta!!!!! Cosi difficile da capire?!?! il pro parma risultante dalla fusione col pro piacenza non sarebbe il parma calcio attuale con all’attivo 8 coppe ecc…sarebbe tutta un’altra squadra. ……..e sinceramente a me l’idea non va giù. .

  • 24 Febbraio 2015 in 09:13
    Permalink

    Quello che intendo io è che qualcuno dell’ istituto bancario ci metta la faccia dicendo perché questi soldi non possono entrare nelle casse del club!
    Sinceramente un foglio possiamo farlo anche noi due! Se ci sono problemi perché non vengono comunicati??
    Altra domanda e se davvero dietro a Manenti ci fosse qualcuno che spinge per un concordato?sé non ho capito male è un accordo con fornitori e dipendenti per diminuire e rateizzare il debito? in modo da non scontentare nessuno?
    Lotito sembra che stia giocando una parte importante né sa qualcosa?

    • 24 Febbraio 2015 in 10:07
      Permalink

      A Lotito interessa salvare il banco della Lega. A parte che nel giro Taci mi sa che non fosse estraneo.

      Per il resto, ribadisco: niente palliativi ma soldi. Lasciamo perdere direttori di banca e menate varie. Cosa vuoi che ti vengano a dire: I soldi sono quelli del sequestro Moro e capirete bene che non possiamo riciclarli? Suvvia: non facciamo gli ingenui.

      Dietro a manenti non c’è nessuno che spinge per il concordato. Anche perché per quello non ci sarebbe stato bisogno di Manenti. Così come sarebbe ora che la si lasciasse lì di sparare cavolate che c’è dietro Ghirardi. Tom vede MapiMan col fumo negli occhi.

      Saluti

      Gmajo

  • 24 Febbraio 2015 in 09:18
    Permalink

    direttore, ma se il Mano presentasse una banale istanzina di concordato preventivo così detto “con riserva”, il tribunale nominerebbe un commissario giudiziale ma sarebbe costretto a concedere dai 30 ai 60 giorni di tempo per la presentazione definitiva del piano ed allegati obbligatori. La cosa positiva è che così facendo verrebbero bloccate tutte le azioni esecutive e sterilizzate le istanza di fallimento. Oltre ad avere il tempo di resistere agli assalti e a metterla in quel posto a Tavecchio.

    • 24 Febbraio 2015 in 10:04
      Permalink

      Non me ne intendo, sono ignorante in materia. Ma se è possibile why not?

  • 24 Febbraio 2015 in 09:21
    Permalink

    Mi scuserà signor Majo, per la mia ennesima invasione di campo, ma la seguo anche attraverso il rotocalco televisivo che va in onda il lunedì ed il giovedì attraverso un’emittente locale a cui ella partecipa come ospite “fisso”. Ultimamente la vedo sempre più “preso” da quello che passa attraverso il suo cell. piuttosto che dal dibattito televisivo… Forse è chiaro che prima di chiudere la vicenda, bisognerà attendere lo spegnersi anche dell’ultimo “riflettore” …quello della speranza. E allora è meglio spendere qualche giorno di riflessione, prima di dare fuoco alle polveri. Già l’ho detto ieri che personalmente non sono d’accordo a vedere ritirato il Parma dal campionato…(come mi pare sia dell’idea lei, solo per fare un dispetto alla Lega) se non altro per una questione d’orgoglio e di fede d’appartenenza sportiva. A prescindere dalle sorti finali della classifica (ormai segnate) finire col rispetto dovuto alla tifoseria è il segnale più importante di continuità da offrire in questo difficile momento (più di quella societaria)… E se domenica prossima fossero i Parma clubs a portare materialmente i giocatori del Parma a Marassi sui propri pullman, sarebbe un gesto storico da ricordare !

  • 24 Febbraio 2015 in 09:46
    Permalink

    la butto li’ tanto per sdrammatizzare una situazione ormai insostenibile…ma se dovessimo vincere 9 partite e salvarci? voglio vedere il caos che farebbero le squadre che retrocedono al nostro posto.

    • 24 Febbraio 2015 in 14:14
      Permalink

      Tanto non succede. ..questo scenario si che sarebbe da asini che volano. ..non abbiamo chi la mette dentro!!!! Al massimo possiamo pareggiare col catenaccio..La partita con la roma docet…..e mi è sembrata una delle mosse più asture di donadoni di tutti i tempi…se non hai chi segna, tutti in difesa x salvare il salvabile quindi massimo massimo faremo un punto a partita e cmq ce ne toglieranno a iosa…la retrocessione è l’unica cosa certa in tutto questo marasma! (E neanche la B è certa. ….)

  • 24 Febbraio 2015 in 09:49
    Permalink

    Per quanto riguarda il discorso della pro Piacenza se non ho capito male si tratterebbe di acquistare il titolo e non fondersi con essa. Pratica questa che già avviene spesso nei campionati dilettantistici che una squadra acquista il titolo di un altra, quindi non capisco da dove proviene il disgusto.
    Per quanto concerne il nome si pensi alla Florentia viola che poi ha ripreso il nome Fiorentina

  • 24 Febbraio 2015 in 09:50
    Permalink

    Salve Majo,
    Una domanda molto breve che potrebbe avere un suo perchè..Cambierebbe qualcosa a livello legislativo se venissero portati i libri in tribunale da superMapi o sarebbe la stessa identica cosa nel caso di un fallimento indetto dal tribunale nella famosa data di metà Marzo?
    Grazie in anticipo

    • 24 Febbraio 2015 in 10:01
      Permalink

      Per gli effetti sui precedenti amministratori – che in questo impeto vendicativo è la cosa che pare di più interessare alla gente – non cambierebbe niente

      • 24 Febbraio 2015 in 10:44
        Permalink

        Majo non ho fatto la domanda x puro impeto vendicativo( anche se credo che sia normale che tutta la città voglia vendetta, o perlomeno accertare le reali responsabilità, perchè per il resto possiamo solo aspettare e ancora aspettare), ma x sapere se aveva un senso x Manenti tirare la corda così a lungo, se c’è insomma un intenzione di prendere tempo .. Insomma x capire se ci fa o ci è!

        • 24 Febbraio 2015 in 10:50
          Permalink

          Con l’impeto vendicativo non mi riferivo a lei, quanto alla Curva in generale

  • 24 Febbraio 2015 in 09:50
    Permalink

    Mapi Mapi man, I gotta be a Mapi man, Mapi Mapi man , I Gotta be a Mapi! Onore a quest’ uomo… dopo aver fatto passare come vero un documento da 100 milioni, dopo aver preso in giro Corioni per due mesi, sta tenendo per le palle il Parma! Per uno che non ha una lira, si sa muovere bene! Ma per ottenere i finanziamenti dalle banche, voleva dare in garanzia la Mapi group e la sua Mapi mobile? Considerando le prese per il culo in entrambi i casi, almeno Taçi era davvero un imprenditore che ha agito in maniera razionale anche se speculativa! Questo è da internare!!

  • 24 Febbraio 2015 in 10:01
    Permalink

    Direttore la puntata di ieri di calcio e calcio non la mette a disposizione sul blog?

  • 24 Febbraio 2015 in 10:22
    Permalink

    Barilla
    Bonatti
    Chiesi
    Parmalat (si Parmalat, porta il nome della città anche come sponsor perche no)
    Pizzarotti
    etc. etc.

    Ma questi potrebbero fare benissimo pure una serie B accollandosi i debiti, ritornare in serie A poi, con una gestione oculata, significherebbe gli introiti milionari dei diritti televisivi

    • 24 Febbraio 2015 in 11:32
      Permalink

      Parmalat non è neanche più italiana, sai quanto gliene frega del Parma o di Parma, purtroppo.

    • 24 Febbraio 2015 in 14:22
      Permalink

      Chiesi….come no….lo sai che la moglie diTanzi era una Chiesi?!?! Non ci metteranno mai un euro nel Parma.. Pizzarotti non ne ha bisogno di pubblicita col calcio , non gli verrebbe in tasca niente…e considera la crisi immobiliare quindi escludi ogni ditta del settore. Barilla ha sempre detto no,figurati adesso! Parmalat sulla maglia del parma farebbe subito pensare a una continuità con tanzi…figurati se lo farebbero! Rosi di Parmacotto è messo male pure lui…troppa crisi ragazzi…siamo in guai seri in citta! Non abbiamo nessuno dalla ns parte in città. ..forse Dallara ma chissa se poi ci metterebbe dei soldi e tanti quanti ne servono ..

  • 24 Febbraio 2015 in 10:28
    Permalink

    Certo che Boni e Dall’Olio sono due cime, eh. Fondersi con una squadra che rischia di retrocedere.

    • 24 Febbraio 2015 in 10:44
      Permalink

      ieri hanno specificato che l’interesse è se la pro-piacenza dovesse mantenere la categoria…è normale che se dovesse retrocedere conviene partire dalla D da soli…

  • 24 Febbraio 2015 in 10:38
    Permalink

    Secondo me una notizia, che non mi pare sia stata ripresa in questo spazio commenti, è che domani all’appuntamento con il sindaco ci sarà anche Alborghetti. Questo ha affermato il PIzza ieri sera ai microfoni di Carlo Chiesa. E la telefonata al Sindaco l’ha fatta direttamente Alborghetti, non Manenti.

  • 24 Febbraio 2015 in 10:49
    Permalink

    Direttore se Manenti avesse pronto un piano di rientro potrebbe già presentarlo domani al Sindaco e a Donadoni? Si potrebbe già partire a lavorare in quel senso da subito?
    La due-diligence è terminata? ci sono notizie positive o negative in questo senso?

  • 24 Febbraio 2015 in 10:49
    Permalink

    Majo io credo che tutti ci auspichiamo che sto cavolo di manenti li cacci.. ma la realtà porta verso altre strade.. il possibilismo non deve diventare retorica.. ok essere come la svizzera.. ma ignorare i fatti oggettivi oppure non dargliene peso è un po troppo. Immaginiamo che arrivino i soldi ok.. ma se fa così per ogni scadenza!? .. ribadisco comunque che lui non ha un sesterzo! Ormai che credibilità può avere.. ma hai sentito le testimonianze dei calciatori.. sono tutte negative! Attenzione gli stiamo dando troppa importanza.. deve andarsene da parma subito!

  • 24 Febbraio 2015 in 10:53
    Permalink

    Direttore , ieri pomeriggio mi è capitato di ascoltare Palla in tribuna e devo dire di essere schifato dal servizio che Milano e compagnia bella forniscono in quella trasmissione radiofonica. Sono riusciti a parlare con Manenti in diretta, il quale era palesemente scocciato nel parlare con costoro, e lo capisco benissimo. Una volta terminata la conversazione telefonica lo hanno dileggiato e deriso, da veri uomini, con il macellaio capogruppo e Gallerani in collegamento telefonico. Tutti a fare la voce grossa quando ormai non era più al telefono…complimenti vivissimi alla redazione di radio Parma.Che schifo!Il solito teatrino indecente portato avanti anche da Bar Sport, motivo per il quale non no vedo più se non quando ce la pubblicità su Calcio & Calcio, che ritengo molto più istruttivo e professionale, con contenuti davvero interessanti e trattati in maniera ineccepibile…discorso Boni a parte ovviamente, peccato che ci sia anche lui, lo vedrei bene a Bar Sport. Ora le chiedo, perchè non prova a chiamarlo anche lei il signor Manenti, dato che mi sembra di aver capito che sembra avere stima nei suoi confronti?

    • 24 Febbraio 2015 in 11:00
      Permalink

      Diciamo che ultimamente mi sono astenuto dal chiamarlo per via del fatto che, o ci si ricava una intervista per bene, dove dice qualcosa (ma è sempre piuttosto di fretta) o è inutile proporre articoli interlocutori. Anche perché c’è gente che non capisce la mia funzione di giornalista distaccato e obiettivo e mi fa indossare la Mapi-Divisa solo perché non appartengo al codazzo superficiale o peggio di chi lo ritiene il nemico da combattere. Io non è che abbia in lui chissà quale fiducia (lo 0,1% come amo ripetere) ma ritengo giusto – in virtù di operazioni di cui sono a conoscenza – non affossarlo e concedergli opportunità.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 24 Febbraio 2015 in 11:23
      Permalink

      Simone T. concordo con te, proprio per quanto scrivi ho smesso di ascoltare Palla in Tribuna! Milano e Gallerani fanno sempre i bulli quando la controparte non può ribattere. Lanciano insinuazioni e ridacchiano come se stessero chiacchierando nel salotto di casa, invece di essere ai microfoni della radio della città. Le uniche notizie che danno poi le “rubano” da altri network e ti dirò di più a chi glielo ha fatto notare, con un sms non letto in diretta, è stato risposto, via sms, di cambiare stazione!!!
      Questo è il livello dell’informazione di Parma, allucinante!

  • 24 Febbraio 2015 in 11:01
    Permalink

    ..prima di andarsene però deve mettere giù la Volvo..

    • 24 Febbraio 2015 in 11:04
      Permalink

      Ma basta con queste insinuazioni di bassa lega ! Io sono garantista: non mi va che si dia del ladro a qualcuno.

  • 24 Febbraio 2015 in 11:04
    Permalink

    Majo.. opportunità?? Una ne aveva e l’ha fallita! Basta e avanza.. a parole ha comprato e estinto i debiti del parma.. ahahahah

  • 24 Febbraio 2015 in 11:08
    Permalink

    Ma che bassa lega Majo.. bisogna stare attenti.. questo invece di cacciarli i soldi li vuole vedrai.. alla fine ha fatto sempre così.. è la storia che ce l’ha fatto conoscere.. ha scritto anche una lettera al tribunale di parma.. MAI RICEVUTA!.. ci piglia anche per i fondelli.. BASTA.

  • 24 Febbraio 2015 in 11:23
    Permalink

    Pro Vercelli: zero soldi
    Cartiere Pigna: zero soldi
    Brescia: zero soldi
    16 Febbraio: zero soldi
    Steward Tardini: zero soldi
    Pulmini e macchinari da ricomprare a collecchio: zero soldi
    devo andare avanti?

    .. ma di che parliamo??

    • 24 Febbraio 2015 in 11:39
      Permalink

      anche zero denti se andiamo avanti cosi……

  • 24 Febbraio 2015 in 11:38
    Permalink

    Ma allora grazie a Manenti se avevamo una piccolissima speranza DI GIOCARE IL PROSSIMO CAMPIONATO IN SERIE B Manenti ce l’ha affossata NON PORTANDO I LIBRI IN TRIBUNALE. Gli farò una bella fattura.

    • 24 Febbraio 2015 in 11:45
      Permalink

      Caro Velenoso, io ti ho riammesso, ma non venir qui a sparare cazzate sotto mentite spoglie. Se avessi letto il mio articolo di ieri con una certa attenzione, anziché venire qui a far l’esibizionista, avresti capito perfettamente CHE NON E’ AFFATTO POSSIBILE al di là di quanto vi fanno credere altri più superficiali per non dire altro CHE IL PARMA POSSA GIOCARE IN SERIE B COL FALLIMENTO PILOTATO, giacché i costi sono di circa 70 MILIONI che immagino non ce li metta tu, né Molossi, né l’Upi, né Dallara, né Baraldi, né Zanetti né chi vuoi tu. QUINDI CERCA DI CAPIRE UNA VOLTA PER TUTTE CHE IN SERIE D CI SIAMO COMUNQUE. E L’UNICA SPERANZA, VANA FIN CHE SI VUOLE, DI RESTARE IN B E’ LEGATA ALL’IMPROBABILE SOLUZIONE MAPI-MAN.

      http://www.stadiotardini.it/2015/02/lopinione-di-majo-il-parma-ha-troppi-debiti-sportivi-non-si-salva-nemmeno-con-il-fallimento-pilotato-lega-e-figc-pensano-solo-alla-regolarita-del-campionato.html

      L’ARTICOLO DI CUI SOPRA, MODESTIA A PARTE, DOVREBBERO LEGGERLO TUTTI I FALLIMENTARISTI DELL’ULTIMO GIORNO E IL SINDACO, COMPRESI TUTTI QUELLI CHE SI SONO FATTI IMBAMBOLARE. SVEGLIA: IL FALLIMENTO PILOTATO E’ LETTERALMENTE IMPOSSIBILE POICHE’ FINANZIARIAMENTE INSOSTENIBILE PER QUALSIASI IMPRENDITORE CON IL CERVELLO.

      Manenti, a mio modo di vedere, fa benissimo a non portare i libri in tribunale, perché è assurdo che si pieghi al ricatto di Lega e FIGC interessati solo a pararsi il culo per non pagare danni a Sky, ma che una volta accompagnati al 30 giugno ci faranno fallire lo stesso. Allora: se ti svegli e lo capisci bene, se no continua a berti le balle che ti propinano altri che non fanno neanche due calcoli con la matita!

      Saluti

      Gmajo

      • 24 Febbraio 2015 in 14:32
        Permalink

        Grande direttore! Almeno, se siamo con le pezze al sedere x la situazione del parma e la cosa rode non poco, evitiamo di leggere cavolate sterili e farci del male ulteriore x nulla…

  • 24 Febbraio 2015 in 11:46
    Permalink

    Per valutare l’attendibilità di uno come Mapi, come non bastassero le frottole raccontate sinora, basti dire che ha sostenuto di aver scritto alla Prefettura giovedì che la partita con l’Udinese si poteva giocare, era tutto ok.
    La Prefettura ha risposto di non aver mai ricevuto né una comunicazione dal Parma calcio, ed ancor meno il piano di utilizzo degli steward per la partita (che è obbligatorio).
    Il che è tutto dire.
    Se permettete, tra i due credo alla Prefettura, che (con tutti i suoi difetti) è una istituzione dello Stato.
    A Manenti non credo neppure se lo giura in chiesa davanti a Dio.
    Qua si fallisce, punto e basta.
    L’unica possibilità per restare nei pro è comprare il titolo dalla Pro Piacenza, se vi sarà ancora la possibilità.

  • 24 Febbraio 2015 in 11:49
    Permalink

    Eh va beh Majo ma anche te… riammetti velenoso per incazzarti nuovamente?Bannarlo è la migliore soluzione, mi dia retta!

    • 24 Febbraio 2015 in 11:56
      Permalink

      Capitan Pizza, secondo me, non ha ben capito la cosa…

  • 24 Febbraio 2015 in 11:57
    Permalink

    Majo incomincio a pensare a una sorta di tuo masochismo..

    • 24 Febbraio 2015 in 12:09
      Permalink

      Caro Ninetto, se sono masochista o meno sono stracazzi miei. A me, però, sembra più masochista chi si beve delle robe che non stanno in piedi come i fallimenti pilotati, senza sapere di quel che parlano, e senza uno straccio di due conti della serva per capirne la sostenibilità. Oppure di chi si fa infinocchiare da Lega e FIGC.

      Io non sono masochista: è che mi leggete volendo capire quel che vi fa comodo. Se io concedo lo 0.1% è perché non sono un coglione e so perfettamente che tipo di elemento è Manenti. Però ve l’ho spiegato fin dall’inizio il discorso: ma fin che fate i tifosi che non accendono il cervello e che si basano solo sulle apparenze (uno che gli puzza l’alito non è detto che debba esser una cattiva persona) resterete fossilizzati in idee stupide. Voi vi siete messi in testa, perché è il vostro naturale modo di pensare, che io abbia un secondo fine per sostenere Manenti. Ma la differenza è che io non agisco per secondi fini (questo lo lascio fare alle persone piccole piccole, che non hanno la mia statura morale) e in secondo luogo io non sostengo manenti, semplicemente non lo avverso. Ma per i cervellini il fatto che uno non attacchi vuol dire che sostiene. Capitelo una buona volta: io non sono della vostra pasta. Io sono diverso. Fatevene una ragione. Io sono neutrale come la svizzera e non è retorica: io guardo gli eventi globalmente e cerco di ragionare. Qui, invece, c’è il dagli a quel cane a Manenti, per cui se uno non dà a quel cane a Manenti è pagato da Manenti. Ma zio cantante, lo capite o no qual è il compito del giornalista? Cazzo: sono stato l’unico a cercare di aprirvi gli occhi per la faccenda licenza uefa e devo ancora leggere degli imbecilli in malafede che una volta mi dicono che sono un uomo di leonardi, una volta di manenti, solo a seconda di quel che vogliono leggere. Io sono un uomo libero e dico quel cazzo che mi pare.
      Gabriele Majo

  • 24 Febbraio 2015 in 12:04
    Permalink

    Ma non sono 70 milioni sarebbero 50. Ovvio che tutto verrebbe rivisto perchè un fornitore debitore del Parma ammettiamo di 10.000 euro col fallimento non prenderebbe niente mentre si potrebbe mediare e questo accontentarsi della metà. In parole povere o la metà o niente e penso che accetterebbe di essere saldato per la metà. o forse anche meno Quindi se tutti facessero così da 50 milioni la cifra sarebbe 20-25 milioni . Purtroppo però Manenti NON PORTANDO I LIBRI CONTABILI IN TRIBUNALEci sta portando col suo comportamento tra i dilettanti e QUESTO E’ UN DATO DI FATTO.

    • 24 Febbraio 2015 in 12:21
      Permalink

      Senti, se mi permetti la valutazione che ho fatto non è frutto del mio sacco e basta, ma anche di esperti che conosco cifre e situazioni. Ma anche fossero 50 è un fardello che nessuno di buon senso potrebbe caricarsi sulle spalle.

      E poi, scusami se te lo dico, sei di una ignoranza bestiale. Ma cosa cazzo c’entrano i fornitori? Quelli, caro mio, altro che rito vodoo, quelli dovrebbero accendere il cero davanti a manenti e sperare che faccia il miracolo, perché con il tuo cazzo di fallimento pilotato loro non prenderebbero un cazzo. Non so se ti è chiaro: ma se il Parma fallisce in modo pilotato o normale ai fornitori non cambia nulla. Quello che dovresti cercare di capire è che i 70 milioni sono solo di debito sportivo. E nel debito sportivo i fornitori non ci sono. Nel debito sportivo, come spiegato nell’articolo che ti ho già segnalato, ma che evidentemente non hai letto con l’attenzione dovuta, ci sono gli stipendi, l’irpef, e i debiti con associate italiane ed estere. Dunque non i fornitori. E la zuppa che io ho calcolato (inclusi, però, il costo teorico all’asta di 10 ml e la restituzione del prestito di 5 ml) è pari a circa 70 milioni, e ho anche già fatto uno sconto che immagino i calciatori concedano accontentandosi di 10 ml contro il 17,5 del pregresso (per le mensilità successive i regolamenti lo vietano). Con lo stato puoi fare una rateizzazione, ma lì sono circa 30 milioni che non te li tira via nemmeno Gesù Cristo.

      Quindi prima di venir qui a pontificare o ti prepari o lasci perdere.

      Saluti

      Gmajo

  • 24 Febbraio 2015 in 12:05
    Permalink

    Si puo’ fare una ipotesi su cosa sta facendo Manenti oggi visto che ha spostato a domani l’incontro col sindaco? Davvero dovrebbe esserci anche Donadoni? Se ne sentono tante e’ vero …apprezzo il suo modo di affrontare la situazione..davvero e non lo dico per piaggeria..grazie cmq e sempre

    • 24 Febbraio 2015 in 12:14
      Permalink

      Grazie a lei paola. Che all’incontro di domani ci sia anche Donadoni lo ha ufficializzato il sito ufficiale. Il perché del rinvio da oggi a domani non saprei spiegarlo.

  • 24 Febbraio 2015 in 12:14
    Permalink

    Al di là del sarcasmo sull’aspetto fisico e lo stile di mapi fashion, le storie con Brescia e Pigna.. si tratta di un personaggio di un ignoranza bestiale.. non in grado di articolare un concetto.. un discorso sensato.. basta sentire il linguaggio che usa.. penso che per giudicare il personaggio sia sufficiente guardare lo spezzone di conferenza stampa in cui risponde piccato e arrogante al giornalista che gli chiedeva dei documenti bancari “lei mi mostri il suo estratto conto”.. o quando Alborghetti interviene per “spiegare” i concetti che lui non riesce a veicolare.. vivendo all’estero da anni in diversi paesi ne ho conosciuti di elementi.. parassiti che vivono millantando di essere chissà chi e di conoscere chissà chi.. prendendo per i fondelli.. cercando di metterlo in quel posto alla gente perbene.. vivendo di espedienti e millantando affari e business.. personaggi che mi fanno vergognare del passaporto che ho in tasca.. purtroppo personaggi alla Manenti sono una specialità tutta italiana. sarei curioso di capire capire quali sono questi “documenti” segretissimi che indicano la disponibilità di 100 milioni .. cioè vuole farci credere che qualche miliardario dell'”est”.. che non si vuole esporre.. deve lavare 100 milioni.. magari belli sporchi.. facendo giri assurdi di banche.. rischiando di farsi beccare da finanza interpol e chi più ne ha più ne metta.. per far gestire una squadra di calcio a questo soggetto ? E adesso va in giro per le banche con sto foglio in mano pretendendo prestiti da 16 milioni ? Ne ho sentite purtroppo molte di storie, anche tristi, di persone che collezionano mogli e lasciano in giro figli tra Italia e Polonia e si ritrovano a 50 anni a dover pagare alimenti e mutui a destra e a manca.. il lavoro di rappresentante non basta.. e se ne inventano di tutti i colori.. pensare che uno di questi sarebbe diventato presidente della squadra che rappresenta un pezzo della mia vita e mi teneva legato alla mia città, sarebbe stato difficile da immaginare.. e mi mette un pò di tristezza.. devo riconoscergli che rispetto ad altri soggetti della sua stessa specie ha una bella faccia tosta e un certo spirito di iniziativa.. sempre che non sia stato messo li da qualcuno a cui poteva far comodo.. ma non mi addentro nel discorso non avendo elementi.

    • 24 Febbraio 2015 in 12:28
      Permalink

      Se pensa che possa esser stato messo lì da Ghirardi le assicuro che (per gli elementi di mia conoscenza diretta) questo non è assolutamente possibile. Non si lasci travisare dai luoghi comuni imperanti. Ghirardi è incazzato come una biscia per il “golpe” Manenti. Così come il resto del “sistema” che non si aspettava questo colpo di scena e che non a caso si è mosso con tutte le forze a disposizione per rompergli le uova nel paniere.

      • 24 Febbraio 2015 in 13:22
        Permalink

        Mi fido della sue fonti dirette.. ma a logica viene da pensare che almeno a livello mediatico .. per i responsabili delle malefatte possa essere utile confondere le acque e lasciare che un personaggio del genere senza un minimo di credibilità, ma con pelo sullo stomaco senza niente da perdere attiri su di sè l’attenzione.. e magari speravano che riuscisse a ottenere non si sa come finanziamenti per rimettere in piedi la baracca ?
        Per le uova del paniere da rompere.. mi scusi ma penso che nel paniere di Manenti ci sia ben poco da rompere.. forse qualche uovo marcio.. il campionario di dichiarazioni e frasi senza senso, pronunciate spesso con arroganza e maleducazione.. mai corrisposte a prove o argomentazioni valide sono tipiche di millantatori e personaggi di cui sopra.. ce ne sono a migliaia in giro per il mondo.. e sono spesso personaggi molto divertenti.. lui non è da meno… fa solo un pò tristezza sentirlo chiamare presidente del Parma.
        Mi piacerebbe davvero sapere cos’era il “foglio bancario da 100 milioni” di cui parlava Lucarelli, e su cosa si basava la fiducia iniziale dei giocatori, che notoriamente sono esperti contabili.
        Saluti

  • 24 Febbraio 2015 in 12:16
    Permalink

    Grande Majo…ti stimo!

  • 24 Febbraio 2015 in 12:18
    Permalink

    Direttore: ricevuto forte e chiaro.. non ho mai insinuato che tu sia a favore di manenti, e me ne guardo bene. Comunque il tuo chiarimento è stato esaudiente.

  • 24 Febbraio 2015 in 12:24
    Permalink

    Grande sono con te!
    E’ inutile cerchiamo sempre la scorciatoia , la via più breve…. Qui i colpevoli sono tanti ma non possiamo prendercela con Manenti se non porta i libri in tribunale! Scusate questo è uno stato fondato anche sul diritto per cui non capisco perchè si debba farsi beffe di un diritto inviolabile come quello della proprietà privata….e poi è inutile pensare ad improbabili salvatori con un’asta fallimenttare….anche tv parma ieri sera ha ammesso, finalmente, che è diffcile che uno venga prenda il Parma a 30 mil di euro(Majo magari uno riesce a spalmare un pò i deniti per questo scrivo 30 milioni e non 70) ma vi rendete conto di quanti sono 30 milioni e poi deve aggiungere almeno 10 per fare il campionato di B!!!!!!!!!!!!! Ma scherziamo… E per favore basta pensare in aiuti esterni, intanto tutti i presidenti non sono daccordo (vedasi interviste del ds e del presidente del cesena) e poi non sono per aiutare il Parma ma per evitare di pagare penali con sky e probabilmente con soldi che hanno già messo in bilancio…. alla fine se va bene è serie C….a meno che il matto non tiri fuori il coniglio dal cilindro (sto anch’io allo 0,1% di possibilità)….

    • 24 Febbraio 2015 in 12:35
      Permalink

      Guarda che se anche li spalmi 70 milioni sono 70, non diventano 30. In budget li devi mettere. Aggiungendo, poi, che quella è la cifra di acquisto e poi c’è il mantenimento…

  • 24 Febbraio 2015 in 12:38
    Permalink

    Meglio La PRO PARMA che essere pro manenti (come Majo).
    non è e non sarà mai il nostro presidente

    Manenti…… SI NU MUORT E FAM

    • 26 Febbraio 2015 in 10:22
      Permalink

      Io non sono pro manenti. Semplicemente non gli sono contro

  • 24 Febbraio 2015 in 12:54
    Permalink

    Majo però una cosa me la devi spiegare, se questo presidentone non tira fuori i soldi ne domani ne andare ai primi di marzo.. cosa succede? Non ti chiedo di leggere nella sfera di cristallo, ma tecnicamente senza soldi per affrontare qualsiasi aspetto sportivo e non cosa ci aspetta?.. a parte la possibile messa in mora dai calciatori..

  • 24 Febbraio 2015 in 12:56
    Permalink

    Lugaresi e Foschi non ci aiutano perché se falliamo i vari Defrel e Djuric rimangono al cesena al 100%.. ovvio!! Avvoltoi..

  • 24 Febbraio 2015 in 13:11
    Permalink

    Però majo se questo ragionamento ha un senso le cifre vanno messe tutte

    Ripartire dalla d significa ripartire completamente da zero
    Non c è più una sede un centro in cui allenarsi le attrezzature eccecc

    Perderesti ogni asset d tua proprietà da mauri a cerri alla metà di Defrel fino ad ogni ragazzo delle giovanili e lei sa che le parlo per conoscenza diretta
    Senza contare che per risalire dalla d i soldi che servono nn sono 50 milioni ma cremonese docet nn molti meno

    Non so se alla fine i 2 investimenti siano così diversi tra serie d e serie b

  • 24 Febbraio 2015 in 13:41
    Permalink

    E intanto oggi il tgparma parla di movimentazioni sospette sui conti del parma, in particolar modo accenna a costi di ampliamento del Tardini di 8.000.000 che non si capisce a cosa si riferiscono. (i costi di ampliamenti che vengono capitalizzati e non spesati subito in conto economico non sono manutenzioni, per i meno esperti di contabilità). Impossibile che siano gli skybox, ricordo che Baraldi per 1 milione fece tutte le suite all’entrata, ricoperte subito con sponsor locali e non che le occuparono. Che roba è questi 8 miloni? Queste erano le domande da fare a Leonardi e la Gdp doveva mandarci i colleghi della pagina economica!
    Infine, Gabriele sai bene che ti stimo e so che se dici una cosa la dici perchè la pensi e non faccio cattivi pensieri come fanno alcuni tifosi su di te, ma io non sono d’accordo con te quando a calcio&calcio hai sdrammatizzato i 400.000 euro per le lenzuola. Ma neanche il caeser palace di las vegas spende così tanto e a collecchio ci saranno venti letti. Non regge l’ipotesi sponsorizzazione che avevi accennato per giustificare l’operazione: prima di tutto perchè non esiste logica contabile tra debiti e ricavi con compensazioni, poi perchè qui si parla non di lavaggio di lenzuola ma di fornitura di lenzuola per 400.000 euro!!! Benissimo, se io fossi un revisore vorrei vedere la fornitura di lenzuola da 400mila euro. Serve un grande magazzino.
    Dai che tutto piano piano esce, e si sentono i primi tintinniii

  • 24 Febbraio 2015 in 14:11
    Permalink

    Sig. Majo,

    Le chiedo la cortesia di aitarmi a capire un concetto che non riesco a farmi entrare in testa.

    Detto che sono d’accordo con lei quando ipotizza che ben difficilmente si troveranno personaggi disponibili a sobbarcarsi i pesanti oneri conseguenti ad un eventuale fallimento per gestire una società in serie B (per usare sue parole: “Ma anche fossero 50 è un fardello che nessuno di buon senso potrebbe caricarsi sulle spalle”), non riesco davvero a giustificare il suo 0,1% di possibilità dato a Manenti per un esborso che sarebbe addirittura superiore rispetto a quello di cui sopra.

    In due parole: perché concede a Manenti più possibilità di quelle che concede ad eventuali altri soggetti? Solo perché Manenti – o coloro che da Manenti si fanno rappresentare – non sono “persone di buon senso” ?

    Ringrazio in anticipo per un suo chiarimento.

    • 25 Febbraio 2015 in 09:15
      Permalink

      Manenti, che ci piaccia o no, ha acquistato il parma. Se lo ha fatto è perché immagino possa aver in mano fondi esteri un po’ particolari le cui logiche rsulano da quelle degli imprenditori normali. Non credo ci voglia Einstein per capire la differenza. E la stessa cosa sarebbe stata con taci i cui capitali particolari non sono mai pervenuti, vero motivo della sua uscita di scena, altro che conti diversi…
      Uno dei nomi di imprenditori di buon senso che potrebbero piacere all’upi o al sindaco, è quello del re del caffè zanetti, il quale, tifoso bolognese, per acquistare il bologna non si è smosso dai 6 milioni che aveva messo in budget finendo per lasciarlo agli americani. Secondo lei ne getta 70 per il parma? Ha altri nomi plausibili da proporre?
      Saluti
      Gmajo

I commenti sono chiusi.