ANGELLA, DAL TG DI TELEDUCATO: “GLI OCCHI DELLA PROCURA SUGLI INTRECCI TRA NOVA GORICA E PADOVA COL PARMA TARGATO GHIRARDI-LEONARDI”

(Michele Angella, dal TG di Teleducato) – Nova Gorica e Padova. Le attenzioni dei magistrati della Procura di Parma starebbero prendendo le strade che conducono alla Slovenia e al Veneto per verificare i rapporti che intercorrevano tra le locali società di calcio ed il Parma targato Ghirardi-Leonardi. Valzer di calciatori, dirigenti e di sponsorizzazioni andati in scena soprattutto nell’estate 2013. Accordi, collaborazioni, partnership sui quali gli inquirenti che stanno lavorando sul fallimento del club crociato intendono vederci chiaro.

Partiamo dalla pista estera: il Parma non è mai stato ufficialmente proprietario del Nova Gorica, ma di fatto nella primavera del 2013 aveva stretto un rapporto di collaborazione con la società della ex Jugoslavia e aveva un peso fondamentale nella sua gestione. Oltre dieci giocatori di proprietà gialloblu tesserati (tra cui Massimo Coda), Gigi Apolloni messo lì come allenatore, l’avvocato Silvia Serena (compagna di Sandro Melli) consulente legale del Parma inserita nel comitato esecutivo, Michele Dal Cin, (figlio di Franco, l’ ex numero uno della Reggiana) ed ex collaboratore del Parma, nominato direttore sportivo, il dirigente Giuseppe Spalenza, inviato sul posto direttamente da Pietro Leonardi. Nova Gorica che nell’estate 2013 svolge la preparazione pre-campionato a Collecchio, che ha divise griffate Errea e che ha come sponsor Energy Ti Group. Un’operazione strana dal punto di vista sportivo, quella del Parma oltre confine, visto che in Slovenia vennero mandati non giocatori della Primavera per farsi le ossa, ma elementi ormai più che maturi e con scarse prospettive. Tutta questa operazione sarebbe ora vicina ad essere messa ai raggi X dai magistrati di vicolo San Marcellino.

Anche i rapporti tra Parma e Padova potrebbero essere presto messi sotto i riflettori e portare a sviluppi clamorosi. Anche in questo caso tutta una serie di intrecci: presidente del Padova Diego Penocchio, prima numero 2 e socio di minoranza gialloblu, AD Andrea Valentini, uomo molto vicino a Pietro Leonardi ed ex manager di STS, la società che si occupava della logistica e della sicurezza per conto del Parma Fc. Oltre a giocatori spediti in Veneto in prestito. Rapporti che nel giugno 2014 erano giù finiti all’attenzione della procura di Padova, la quale sta ancora indagando e nei giorni scorsi ha passato al setaccio tutti i conti biancoscudati della stagione 2013/14. Secondo quanto riporta la stampa della città euganea Diego Penocchio sarebbe accusato di evasione fiscale per 1 milione di Euro, inoltre a suo carico ci sarebbe l’ipotesi di distrazione di fondi. (di Michele Angella, dal TG di Teleducato delle ore 14 del 25.03.2015)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

17 pensieri riguardo “ANGELLA, DAL TG DI TELEDUCATO: “GLI OCCHI DELLA PROCURA SUGLI INTRECCI TRA NOVA GORICA E PADOVA COL PARMA TARGATO GHIRARDI-LEONARDI”

  • 25 Marzo 2015 in 15:54
    Permalink

    Se EVENTI SPORTIVI sono ancora di proprietà di MANENTI presumo che questo ******* potrebbe guadagnarci sul PARMA ancora tantissimo o sbaglio? Se così fosse sarebbe TUTTO DI UN’ASSURDITA EPOCALE. Sarebbero leggi da giungla.

    • 25 Marzo 2015 in 16:31
      Permalink

      Penso che sia l’ultimo dei problemi. E.S., infatti, mi sa che segua la sorte della controllata, per cui non si arricchisce proprio nessuno. E basta con quesrto populismo di bassa lega. Perché in ogni caso Eventi Sportivi è una società di cui Manenti detiene il 66,5% delle quote: ci sono soci di minoranza direi piuttosto consistenti, e per fare un prelievo dalle casse il signor Manenti come chiunque altro deve esser autorizzato. Pena aggravare la posizione.
      Mi dissocio, infatti, da Angella che ha cavalcato questa cosa: le società non sono dei loro padroni. Se no sono distrazioni. E non credo che uno possa distrarre mentre è al gabbio con il 33% dei soci che vigilano.

      Saluti

      Gmajo

  • 25 Marzo 2015 in 15:58
    Permalink

    Ne vedremo delle belle…altroche’….
    Non crederete mica che con la gabbia a Manenti (che e’ l’ultimo arrivato ..e non solo..in questa vicenda) si sia conclusa la facceda deliquenziale targata Parma….
    Tempo al tempo…di gabbia ci caveremo la voglia..
    Checche’ ne dicano garantisti e signori che badano a dire “se sei cosi’ sicuro perche’ non sei andato tu i nprocura prima a far denuncia”…si stanno preparando altre celle…anche spaziose visto il contenuto in procinto di arrivare…
    Altroche’….

    • 25 Marzo 2015 in 23:23
      Permalink

      A parte che dissento, come noto, dagli interventi forcaioli, sottolineo nuovamente che manenti non è finito al gabbio per reati connessi al fallimento del Parma, quanto a quelli di una truffa informatica. Il Parma c’entra solo perché se fosse andato a buon fine l’operazione, anziché l’accusa di autoriciclaggio, Manenti avrebbe potuto immettere quelle risorse che aveva previsto col suo lucido piano criminale.

      Per quanto concerne la bancarotta fraudolenta del Parma, penso che i presupposti per la carcerazione preventiva di Ghirardi e Leonardi non ci siano, dal momento che non c’è il pericolo di inquinamento delle prove e della reiterazione del reato. rimane quello del pericolo della fuga, ma se non decidono di andare a passare le ferie in qualche paradiso estero nessuno li blinderà.

      Poi se per caso ci fosse qualche bancarotta a Eventi Sportivi il quadro potrebbe cambiare.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 26 Marzo 2015 in 00:08
        Permalink

        Direttore… Essere garantisti quando ci sono legittimi dubbi è un conto, e lo comprendo.
        Qui si parla di una serie di FATTI che lasciano poco spazio a dubbi: li ho lasciati io oltre 200ML di debiti? Sono io che ho emesso fatture false per poi “scontare” in banca denaro contante? Ho tesserato io oltre 200 giocatori? Sono io che sono stato intercettato e visto con personaggi “lievemente” borderline????
        MI AUGURO CHE QUESTI PERSONAGGI POSSANO PAGARE IL MASSIMO DELLA PENA PER OGNUNO DEI REATI CHE HANNO COMMESSO!!!

        ps: domenica sará presente a Carpenedolo per commentare la manifestazione dei tifosi???

        • 26 Marzo 2015 in 00:14
          Permalink

          Penso di esserci, direi di sì.

          Sul fatto dei 200 ml di debiti: io più che a malversazioni penso a soldi non immessi.

          Cordialmente

          Gmajo

          • 26 Marzo 2015 in 16:37
            Permalink

            Allora Direttore ci vediamo a Carpenedolo!

            AVANTI |+| CROCIATI

  • 25 Marzo 2015 in 16:48
    Permalink

    FINALMENTE leggo di un’inchiesta sui rapporti Parma-Padova.
    Non può che farmi felice: devono pagare, sti derelitti!

  • 25 Marzo 2015 in 17:43
    Permalink

    Ottima notizia. Scoperchiare tutta la melma senza fare sconti a nessuno.

  • 25 Marzo 2015 in 17:44
    Permalink

    Confermo in pieno quanto riportato dal Direttore. Anche qualora ES dovesse incassare i canoni di locazione non significa che questi finiscano nelle tasche del Sig. Manenti. Tecnicamente il Sig. Manenti potrebbe, in quanto socio di maggioranza, distribuire degli utili o deliberare un compenso a suo favore in quanto amministratore unico. Ogni altro movimento finanziario non troverebbe giustificazione. l’unica strada da seguire per fare cassa è l’azione di responsabilità verso i precedenti amministratori.

    • 26 Marzo 2015 in 00:48
      Permalink

      Ma spero bene che Manenti non ci guadagni sennò noi siamo i coglioni e lui e’ il furbo… Se arriviamo a questo, vorrebbe dire che la giustizia ha falle pazzesche… (e non me ne stupirei troppo)

  • 25 Marzo 2015 in 18:22
    Permalink

    crede che ci siano strani giri con gli sponsor quindi?
    fatture di sponsorizzazioni gonfiate ecc?
    quindi anche loro sono/sarebbero sotto la lente di ingrandimento?
    un umma umma tra di loro ?
    strano anche della falsa firma per avere un anticipo dalla banca tedesca, scoperto all arrivo a settembre della richiesta di escussione e poi denunciato quando e’ saltato x aria tutto.
    come maii non prima ? anche la vendita nello shop senza contratto mi sembra una cosa fatta cosi in casa, tra amici.
    Scomettiamo che la suddetta ditta non deve avere nulla dallla societa?
    Mi corregga se sbaglio
    la ringrazio x tutte le risposte che da a tutti noi tifosi
    cordialmente

    • 25 Marzo 2015 in 23:16
      Permalink

      Non mi pare che l’ispettore Angella abbia fatto riferimento a giri di sponsor nel suo pezzo.

      In effetti la storia dello store, invece, era un po’ contorta… Strano non ci fossero contratti…

      Cordialmente

      gmajo

  • 26 Marzo 2015 in 00:47
    Permalink

    Pienamente d’accordo.
    A parer mio la gabbia è già allestita.
    Poi che a Majo interventi forcaioli non piacciano e per dare del ladro a chi ruba preferisca attendere 10 anni di processi con 3 gradi di giudizio è cosa meritoria ma forse eccessiva…

  • 26 Marzo 2015 in 12:15
    Permalink

    Grazie per averci dato PENOCCHIO…. e c’era pure qualcuno che prendeva in giro i nostri colori perchè ci lamentavamo di essere satelliti del Parma …. che qualche giornalista di questo sito definiva LUMINOSA GALASSIA…..
    Attendiamo con ansia la gattabuia per questo figuro

  • 26 Marzo 2015 in 12:38
    Permalink

    Ah! …Ironiche un bel paio di p….

I commenti sono chiusi.