Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

43 pensieri riguardo “BUCCI: “LA COVISOC AVEVA SEGNALATO DELLE IRREGOLARITA’ DEL PARMA, PERO’ HANNO FATTO ANDARE AVANTI LE COSE FINO A QUESTO PUNTO CREANDO QUESTA SITUAZIONE” (video)

  • 20 Marzo 2015 in 11:46
    Permalink

    Un grandissimo in bocca al lupo a Luca Bucci…grandissima persona…di quelle rare nel mondo del calcio….

  • 20 Marzo 2015 in 11:51
    Permalink

    Ma Bucci al Parma che faceva? Allenava i portieri?

  • 20 Marzo 2015 in 12:20
    Permalink

    Infatti oltre al magico duo, sarebbe da indagare per bene all’interno della FIGC. Chi non controlla ha sempre colpa.

  • 20 Marzo 2015 in 12:25
    Permalink

    Luca Bucci! Un idolo..

  • 20 Marzo 2015 in 12:27
    Permalink

    Dal gesto dell’ombrello indirizzato alla Juventus al dover parlare di furti, e che furti!, in casa propria…che strana la vita: è proprio per questo che io prima di lanciare improperi contro gli altri, mi preoccuperei di ciò che accade in casa mia. Ma questo, me ne rendo conto, non è un modo di fare tipicamente italiano.

    • 20 Marzo 2015 in 13:17
      Permalink

      ma smettila di scrivere baggianate…
      il gesto con la juve pur sopra le righe è poi stato seguito con un indagine che ha mandato la juve in serie b con penalizzazione…
      mi sembrano due cose diverse caro…

      • 20 Marzo 2015 in 13:33
        Permalink

        Un gesto contro la juve non e’ mai sopra le righe…
        Poi che a Parma sia successa la vergogna delle vergogne e’ altra faccenda…

    • 20 Marzo 2015 in 13:23
      Permalink

      Invece lei è svedese, vero Russo?

      • 20 Marzo 2015 in 15:08
        Permalink

        Napoletano. E in passato ne ho avute anche per i miei conterranei. Non ho paura delle mie idee e, soprattutto, di esprimerle.

    • 20 Marzo 2015 in 15:07
      Permalink

      Lei è libero di definirle come vuole, le mie affermazioni. Ormai ci ho fatto il callo, a certi improperi. Però, a livello di indagini, glielo ripeto, noi non siamo messi meglio. Tecnicamente saremmo dovuti fallire già nel 2003 barra 2004…e altrettanto tecnicamente dovremmo sparire dal professionismo anche stavolta (una qualsiasi azienda coi debiti del Parma, sarebbe già fallita da tempo)…però, se salvano noi, va bene; se salvano gli altri, gli altri hanno gli agganci giusti…

    • 20 Marzo 2015 in 18:47
      Permalink

      che cagata…

  • 20 Marzo 2015 in 12:47
    Permalink

    BUONGIORNO DIRETTORE MI SA DIRE NOVITA SU ALFREDO SCACCIA GRAZIE

    • 20 Marzo 2015 in 12:55
      Permalink

      Non per esser scortese, ma su quel personaggio può trovare maggiori informazioni altrove. Io non conoscendolo nel dubbio mi astengo.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 20 Marzo 2015 in 12:57
    Permalink

    Si parla di 218 milioni di buco (Dagospia).

    • 20 Marzo 2015 in 13:29
      Permalink

      Complimenti per le sue letture ma da ieri yale importo è notorio essendo stato scritto sulla sentenza declaratoria il fallimento.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 20 Marzo 2015 in 13:03
    Permalink

    Caro GIOVANNI te le do io le notizie su Scaccia: e’ un mitomane in cerca di notorieta’. Non lzhai ancora capito?

      • 20 Marzo 2015 in 13:33
        Permalink

        cosa sarebbe direttore questa ss Parma 2015 ?

        • 20 Marzo 2015 in 13:37
          Permalink

          La società fondata dal tipo con la quale penso concorrera’ all’asta fallimentare. Se vincerà lui il parma assumerà quella denominazione,
          Cordialmente
          Gmajo

    • 20 Marzo 2015 in 14:18
      Permalink

      Come minimo…e’ un mManenti in versione ciociara.
      Tutto qua.

  • 20 Marzo 2015 in 13:40
    Permalink

    E che società sarebbe? Non trovo info da nessuna parte..

      • 20 Marzo 2015 in 15:35
        Permalink

        Andiamo bene….
        Fa il paio con Mapi group con sede a Nova Goriza….

  • 20 Marzo 2015 in 14:06
    Permalink

    Meno male che c è lucarelli a ricordare che la colpa è di Ghirardi perché ormai sembra sia derivato tutto da lega figc e manenti.
    La presunta iscrizione di di Taranto nel registro degli indagati sarà sicuramente una bufala

    Ps x majo:
    – son stato l unico a rendere onore al Torino, se hai tempo postali, altrimenti sembriamo tutti caproni, mica x altro..
    – su scaccia, nello specifico, posso capire ma x favore dacci una mano come sempre a decifrare ciò che verrà

    • 20 Marzo 2015 in 14:08
      Permalink

      Eh, una cosa per volta, ragazzi… Al momento sono impegnato sul fronte cronaca nera, diciamo così…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 20 Marzo 2015 in 14:11
    Permalink

    Direttore ma le caso il parma cambierebbe nome??
    Poi tornerebbe parma fc o rimarrebe comunque parma 2015?

    • 20 Marzo 2015 in 16:27
      Permalink

      Chi acquista la società’ può decidere di ricomprare il marchio, e pure i trofei mi pare. La Fiorentina per un anno si chiamo’ Florentia Viola, poi Della Valle ricompro’ tutto.

      • 20 Marzo 2015 in 19:46
        Permalink

        Sono situazioni differenti, le leggi sono cambiate da allora.

        Cordialmente

        Gmajo

  • 20 Marzo 2015 in 14:11
    Permalink

    che vergognosi che siete…. finite la stagione grazie ai 5 mln regalati dalla lega…… la stessa lega che vi aveva fatto concedere un prestito di 8 mln di € ad inizio campionato dando come garanzia il paracadute x le retrocessioni , i ***** ghirardi e leonardi a piede libero e statene certi che un papocchio per farvi fare la serie B se lo inventeranno pure…. dovete scomparire e fare i campionati che avete fatto fino agli anni 90 ovvero serie d e serie c questo siete e questo resterete

    • 20 Marzo 2015 in 16:16
      Permalink

      Dovrete rosicare ancora, Giuseppe…
      Coraggio…

    • 20 Marzo 2015 in 16:35
      Permalink

      Brusa brusa

    • 20 Marzo 2015 in 18:52
      Permalink

      che ignoranza abissale….. fino al 1990 abbiamo fatto 30 campionati di B e 29 di C. Poi dal 1990 in avanti che succede? siamo saltati direttamente al 2015? non contano dli ultimi 25 anni?
      Povero mentecatto 😀

  • 20 Marzo 2015 in 15:09
    Permalink

    gabriele,e pc direttore
    onore a te e a chi ha reso onore al toro
    io spero che nel cammino purtroppo interrotto dallo zenit il tifoso parmense serio si sia IDENTIFICATO UN POCO ANCHE LUI
    parma non merita questo scempio che viene invece amnistiato a chi(strisciate e romane) è colluso coi poteri forti ed è piu’ debitorio ed indebitato del parma
    siete in questo sciempio a causa di ghirardi e c.,l’augurio è di uscirne fuori al piu’ presto e ritornare velocemente al rango che vi compete
    speriamo un domani di competere con voi per traguardi prestigiosi
    onore ai tifosi parmensi

  • 20 Marzo 2015 in 15:11
    Permalink

    Azz..Direttore… nn è che la GDF è venuta anche a Stadiotardini?… quel 0,1 % potrebbe averli fatti muovere… ci rassicuri va!

    • 20 Marzo 2015 in 15:46
      Permalink

      Allo stadiotardini si, a stadiotardini.it ancora no

  • 20 Marzo 2015 in 15:53
    Permalink

    Riporto alcune notizie del sig. Alfredo Scaccia per fare un quadro del personaggio, innanzitutto è appena stato deferito con provvedimento del 5 giugno 2014 ed inibito lo scorso luglio.
    Riporto la sentenza:
    la Procura federale ha deferito alla Commissione disciplinare territoriale presso il Comitato Regionale Lombardia-LND:
    – I Sig.ri: Alfredo Scaccia e Mario Celani ai sensi dell’art. 1, comma 5 del CGS, per la violazione dell’art. 1, comma 1, del CGS, per aver svolto l’attività nella loro supposta veste di Presidenti della US Calcio Colognese, quale si è estrinsecata agendo illegittimamente in nome e per conto di quest’ultima, attraverso la reiterata richiesta di pagamento di fatture insolute (in particolare Celani), il conferimento di incarichi tecnici (carica di allenatore della prima squadra conferita da Scaccia al Sig. Marco Cecilli in sostituzione del dimissionario Sig. Sergio Porrini), e intrattenendo copiosa corrispondenza con gli Organi federali anche attraverso l’utilizzo di una carta intestata solo apparentemente riconducibile alla Società, ma, in realtà, diversa nella collocazione del logo societario e per la mancanza del timbro ufficiale, rispetto a quella normalmente in uso a quest’ultima, con l’aggravante, in tal caso, di aver agito ingannando la buona fede altrui circa la loro effettiva veste di soggetti titolari dei poteri di rappresentanza della compagine sociale in parola;
    – la Società US Colognese, ai sensi dell’art. 4 comma 2, a titolo di responsabilità oggettiva, nelle violazioni ascritte ai deferiti Scaccia e Celani.
    Nessuno dei deferiti compariva in primo grado.
    Con decisione del 03.07.2014 (C.U. N. 2/LND) la Commissione disciplinare territoriale ha ritenuto sussistenti e provati gli addebitati contestati, infliggendo ai deferiti le seguenti sanzioni:
    – Scaccia Alfredo 1 (uno) anno e 6 (sei) mesi di inibizione;
    – Celani Mario 2 (due) anni di inibizione;
    – US Calcio Colognese € 2.000,00 (euro duemila/00) di ammenda.
    Per non sbagliare persona sono andato a leggere alcuni giornali della zona che riportavano all’epoca del suo insediamento:
    “La Colognese volta pagina e lo fa di colpo e in modo radicale, anche come connotazione geografica. La società infatti passa nelle mani di una cordata di imprenditori provenienti dal Centro Italia, che ha come referente l’avvocato laziale Alfredo Scaccia, in passato presidente di Frosinone (dal 1988 al 1990) e Isola Liri (dal 1998 al 2001), che per ora ha assunto la carica di responsabile dell’area tecnica, ma che in futuro potrebbe anche rivestire direttamente il ruolo di presidente. L’operazione salva di fatto la società che si barcamenava da tempo in gravi difficoltà economiche e sempre sull’orlo del fallimento.”
    “Afredo Scaccia, a capo di una cordata di imprenditori laziali, aveva recentemente rilevato il sodalizio di Cologno al Serio da Giacomo Cavalleri. I supporter gialloverdi speravano in un rilancio della squadra, ma per il momento la Colognese si è segnalata per essere una stazione arrivi-partenze con vari colpi di scena.”

    In zona deve esserci una buca!!!

    • 20 Marzo 2015 in 17:23
      Permalink

      Premessa: da quel poco che ho letto ieri ispira poca fiducia anche a me.
      Sulla vicenda da lei citata però, se non erro od ometto qualcosa, credo che successivamente gli abbiano dato ragione sulla base di ulteriore documentazione comprovante l’effetiva legittimazione ad agire in qualità di presidente (verbale assemblea)

  • 20 Marzo 2015 in 16:40
    Permalink

    Bravo massari, ammetto che mi stavo facendo nuovamente abbindolare!!
    Ottimo lavoro….

  • 20 Marzo 2015 in 17:41
    Permalink

    Quanti cantanti saltano fuori, che è San Remo?

  • 20 Marzo 2015 in 19:11
    Permalink

    Sig.majo una domanda ma se si presenta un nuovo aquirente si deve aspettare l’asta o si puo procedere anche prima Grazie

    • 20 Marzo 2015 in 19:14
      Permalink

      No: si deve aspettare asta fallimentare.

      Cordialmente

      Gmajo

I commenti sono chiusi.