CALCIO & CALCIO PIU’ / DA TORONTO IL GIORNALISTA MOLINELLI SCETTICO SUL “PARMA ALLA CANADESE”. L’AVVOCATO GERMI: “MANENTI VANTAVA GANCI CON LUKOIL E CHELSEA”

(Evaristo Cipriani) – CASETTA (O FONDO) IN CANADA’  – Il collegamento telefonico con la redazione del quotidiano Il Corriere Canadese (organo di stampa in lingua italiana nato nel 1954 a beneficio della numerosa comunità italiana presente nel Paese nordamericano) ha aperto ieri sera la 28esima puntata stagionale di Calcio & Calcio Più su Teleducato (clicca qui per vedere la web registrazione). imageAlla cornetta da Toronto (dove erano da poco passate le ore 16) è intervenuto il giornalista Leonardo Molinelli, origini toscane, ma trasferitosi da alcuni anni oltreoceano. Molinelli ha parlato delle voci relative all’interessamento di alcune importanti realtà canadesi nei confronti del Parma: “I nomi che sono emersi sono quelli della Omers Private Equity e della Alberta Investment Management Corporation, si tratta di due fondi di investimento molto forti e molti facoltosi con attività diversificate in più settori, 20150326_210934sono realtà che avrebbero la forza economica di comprare addirittura il Barcellona, più che il Parma”. Lo stesso redattore del Corriere Canadese ha poi aggiunto: “Personalmente sarei molto cauto su questo tipo di piste, noi qui non siamo a conoscenza di nessun interessamento verso realtà sportive e credo che non sia nei loro piani, anche se mai dire mai…”. Molinelli ha poi fatto riferimento anche alla voce (intercettata e rilanciata proprio da Teleducato nei giorni 20150326_210613scorsi) di un interessamento per il Parma da parte della Maple Lief Sports Investiments, la potente holding che detiene la proprietà del Toronto Fc (la squadra di Giovinco) oltre che dei Toronto Raptors di Nba: “Loro potrebbero si essere interessati al Parma, tuttavia vi posso rivelare che abbiamo sentito un loro dirigente, non ha voluto commentare questa indiscrezione, ma ci ha fatto capire che per il momento non c’è niente”.

20150326_210523NO TAV – Enrico Boni si è presentato in studio con un cartello con la scritta “No Tav”: nulla a che vedere con il movimento contro l’alta velocità ferroviaria in Val di Susa, Tav sta evidentemente per Tavecchio. “Basta credere a Tavecchio, sta diffondendo notizie ad arte come quella dei fondi canadesi per tenersi buoni i giocatori e i tifosi gialloblu, ma del Parma a lui non gliene frega niente”. Il dibattito ha rivolto le proprie attenzioni anche sugli esiti del Consiglio 20150326_210753della Figc di ieri che ha accolto le proposte avanzate dai giocatori del Parma sulle acquisizioni delle società di calcio e sulla loro gestione. Sul punto il nostro direttore Majo ha messo sul tavolo l’ipotesi che il salvataggio del Parma possa essere una sorta di “risarcimento” da parte del Palazzo (e di Lotito in particolare) nei confronti della stessa società crociata (soprattutto per il fatto che, secondo, alcuni rumors sarebbe 20150326_220734stato il presidente della Lazio a presentare Taci a Ghirardi). Lo stesso Majo ha evidenziato come, a suo modo di vedere, le nuove norme varate dalla Figc servano più ad evitare l’ingresso di nuovi Manenti, ma non mettano al riparo da nuovi Ghirardi: “Non dimentichiamoci che il debito lo ha creato Ghirardi che era ben introdotto e considerato nel mondo del calcio italiano”.

20150326_210934RETROSCENA MANENTI – In studio è riapparso ieri sera anche l’avvocato Massimiliano Germi che, come ha spiegato Angella, negli ultimi tempi era stato coinvolto nelle vicende gialloblù in quanto aveva ricevuto dalla società l’incarico di curare alcuni aspetti legati all’udienza fallimentare dello scorso 28 gennaio. Il legale parmigiano nelle sue visite a Collecchio aveva avuto modo di conoscere sia Manenti che Alborghetti e in particolare ha rivelato alcune curiosità sul faccendiere lombardo ora in carcere: “Manenti diceva di avere appoggi 20150326_210822all’interno della Lukoil (il colosso petrolifero russo, nda) e di essere in rapporti con l’osservatore del Chelsea Paul Hughes”. Secondo l’interpretazione fornita da Germi, inoltre, “Manenti, inizialmente, era convinto di poter immettere i soldi nel Parma attraverso suoi canali con l’est Europa, poi in un secondo tempo, resosi conto delle difficoltà burocratiche e bancarie per effettuare questo tipo di operazione si sarebbe rivolto ai malavitosi con cui è stato arrestato per tentare il colpo disperato della truffa delle carte di credito”.

20150326_211023TIFOSI IN STUDIO E A CARPENEDOLO – Ospiti di Teleducato ieri sera anche due giovani tifosi abbonati di Curva Nord, che domenica parteciperanno alla manifestazione a Carpendolo, nel paese di Tommaso Ghirardi per esprimere tutta la propria indignazione verso le malefatte dell’ex amato presidente. Marco e Francesco, questi i nomi 20150326_223525dei due ragazzi, non aderenti a nessuna associazione del tifo organizzato, erano in studio di rappresentanza di un gruppo di una ventina di amici che ogni domenica seguono insieme la partita in curva. “Ci sentiamo truffati e presi in giro – hanno affermato i due – e il problema non è tanto economico, quanto morale”. I giovani sostenitori crociati si sono detti 20150326_223815pronti a seguire il Parma anche in D. Boni si è dichiarato contrario all’iniziativa: “Io sono un sostenitore di questo tipo di iniziative populiste, ma una cosa del genere è fuori tempo massimo, andava fatta molto prima, il problema è che ai tifosi manca un vero condottiero”. Majo ha espresso dubbi sull’utilità della manifestazione, ma si è detto convinto che tutto possa avvenire nell’ambito della goliardia e di un atteggiamento scanzonato. Evaristo Cipriani

CLICCA QUI PER VEDERE LA 28^ PUNTATA DI CALCIO & CALCIO PIU’

image

Visualizza album

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY AMATORIALE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

30 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO PIU’ / DA TORONTO IL GIORNALISTA MOLINELLI SCETTICO SUL “PARMA ALLA CANADESE”. L’AVVOCATO GERMI: “MANENTI VANTAVA GANCI CON LUKOIL E CHELSEA”

  • 27 Marzo 2015 in 14:12
    Permalink

    Ma Manenti millantava dell’Hughes più famoso (Mark) o di quello meno famoso (Paul)?

  • 27 Marzo 2015 in 14:32
    Permalink

    direttore ho avuto difficoltà a con ettermi al sito sia ieri che stamani, ho pensato l avessero hackerato o mi avesse bannato…tutto bene?

    • 27 Marzo 2015 in 15:08
      Permalink

      Si. I web master mi hanno segnalato che ci possono esser stati disservizi con la versione bianca dopo una serie di aggiornamenti della piattaforma. Comunque consiglio come browser google chrome che è perfettamente funzionante. Anche se ormai mi paiono sistemati anche gli altri.
      Cordialmente
      Gmajo

    • 27 Marzo 2015 in 15:10
      Permalink

      Senti billi…
      Cmq non è che io sia molto più ottimista… Vediamo di non illuderci per l’ennesima volta, poi se va bene si gode di più…

  • 27 Marzo 2015 in 15:02
    Permalink

    Caro Mayo , strano che continui ad uscire il nome di quella società petrolifera …
    Fedun leonid.

    • 27 Marzo 2015 in 15:30
      Permalink

      Quindi non era nafta mosca il collegamento con la roma.. comunque sia sei un personaggio interessante (ma su manenti come colui che doveva solo portare il parma al fallimento non ci hai azzeccato)

    • 27 Marzo 2015 in 19:04
      Permalink

      Mat, di sicuro sei un reggiano. E fessi quelli che ti danno corda.

      • 27 Marzo 2015 in 22:46
        Permalink

        Mat grazie….

  • 27 Marzo 2015 in 15:23
    Permalink

    Mat ma davvero ancora non hai capito che Lukoil la tirava in ballo Manenti per farsi bello ? Oh ma sei fuori o sei nato cosi’ ? A proposito, ma il vero “padrone” del Parma non doveva essere quel tipo in macchina con lui ? Prosit !

  • 27 Marzo 2015 in 15:27
    Permalink

    Majo scusa ma come interpreti questa frase di Molinelli : “abbiamo sentito un loro dirigente, NON HA VOLUTO COMMENTARE questa indiscrezione, ma ci ha fatto capire che PER IL MOMENTO non c’è niente” .
    Non credi che se fosse un abbaglio avrebbe dovuto dire chiaro e netto “Circolare, noi non c’entriamo niente” come fece la Gazprom a precisa domanda ?

    • 27 Marzo 2015 in 16:18
      Permalink

      Mah: queste smentite comunque le si leggano non valgono nulla… Né in un caso né nell’altro…

      Se Manenti avesse avuto dietro un eventuale giro strano di Gazprom secondo lei la casa madre lo avrebbe ammesso? Oppure se avesse avuto un giro pulito si rivolgeva a Manenti?

      Per quanto concerne il fondo dipende chi han sentito, ma non trattandosi di risposta ufficiale ancor di più il vale il discorso fatto sopra: cioè non aggiunge e non toglie nulla.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Marzo 2015 in 17:53
    Permalink

    Manenti l’unica cosa che ha, avrebbe dovuto avere,avra’ pure in futuro saranno le manette ai polsi.
    In quanto al nuovo presunto compratore canadese fondo di investimento, mi pare davvero che sia fumosa assai come pista…
    Ma parecchio davvero….

    • 27 Marzo 2015 in 19:48
      Permalink

      Ma mangiati i Tortellini alla Montagnola va là !!!!

      Tolasùdolsa Manga Lèrga !!!!

      • 28 Marzo 2015 in 00:06
        Permalink

        Ahah ci sta la battuta!
        Cmq tolasùdolsa anca ti, mi e tutti…che stiamo meglio…
        Poi, se si palesa la D, sono la prima che si incavola ma x ora calma e gesso come dice il ns Majo 😉

        • 28 Marzo 2015 in 06:45
          Permalink

          Ke fai di Bello oggi cibbi la Tifosa

          Domani ci sei al Presidio !!!!

          Se Vuoi venire ci Penso io

          Magari mi fai Cambiare ideaa !!!!

          Buona Giornata e Non solo !!!

  • 27 Marzo 2015 in 19:58
    Permalink

    ripeto colui che ha messo in giro sta notizia di un fondo interessato all’acquisizione del parma fc probabilmente o non sa come funziona un fondo di investimento, oppure non ha soldi investiti in quel fondo,piu’ facile la seconda che hai detto (cit quelo).

    se permettete dove sputtanano i miei soldi mi interesserebbe eccome,fra l’altro sono convinto che qualcuno pensi anche che sia una sorta di ente di beneficenza…si col cazzo,e’ gente che gestisce soldi di altri cercando di farli fruttare

    • 27 Marzo 2015 in 20:32
      Permalink

      e con una squadra di serie b l’unica cosa che frutta sono i miei maroni

    • 28 Marzo 2015 in 02:51
      Permalink

      Verissimo.
      Prova a spiegarlo a quel simpaticone di vekkia maniera.

  • 27 Marzo 2015 in 21:44
    Permalink

    I fondi di investimento non regalano i soldi ma le investono avete pensato al tardini e a collecchio?

    • 28 Marzo 2015 in 08:53
      Permalink

      e che minchia c’e’ da investire su un immobile del comune o a collecchio che diventera’ proprieta del MPS proprio un bell’nvestimento ,ma si affitteranno i campi per i tornei di calcio estivi come faceva il baarbiere a san prospero 50 euro a squadra piu’ o meno rientrerebbero dall’investimento in 200 anni

      • 28 Marzo 2015 in 09:48
        Permalink

        Concordo pienamente

      • 28 Marzo 2015 in 22:55
        Permalink

        Second mi le’ na caseda.
        Di riffa o di raffa se uno compra il Parma riuscirà ad avere anche Collechiello. È se ha soldi veramente a mettersi d’accordo col comune per il Tardini impiega un nanosecondo.

  • 27 Marzo 2015 in 22:04
    Permalink

    Direttore cosa significa che la corte d’appello sospende il punto di penalizzazione e da inibizione a ghirardi e leonardi per la storia uefa ??

    • 28 Marzo 2015 in 11:14
      Permalink

      Significa che visto che c è stato il fallimento il procedimento non può continuare con le parti originarie ma spetta agli organi fallimentari valutare se proseguire oppure no

  • 29 Marzo 2015 in 07:20
    Permalink

    Pare che il fondo sia Gem Global Yield Fund Limited, 3,4 mld di dollari di capitale

I commenti sono chiusi.