martedì, Maggio 28, 2024
NewsUbi Majo

IL MAJO DESNUDO, lo spin-off dell’Ubi Majo: il Majometro dei crociati prima di Parma-Atalanta

(Luca Savarese) – Dopo due settimane di astinenza forzata dai giochi, il Parma torna ad essere presente nel novero delle gare della domenica, a calcare ancora il prato, il sapore, in fondo, più vero di tutti. Questa bagarre è stata lunga e logorante e non è ancora finita. Parma, dunque, di nuovo in campo in una situazione a dir poco surreale. Campionato, quindi, per il momento salvato, di fronte sul ritrovato terreno di gioco, sarà la Dea atalantina, che ha appena salutato le ali di Colantuono, per accogliere lo scettro di Edy Reja. Addentriamoci nel clima di questo Parma-Atalanta, andando a far le nostre consuete quattro chiacchiere, con Gabriele Majo, che tutte le tribolazioni dei crociati, hanno portato a bucare gli schermi quasi più di Carlo Conti durante i giorni di Sanremo…

L’Atalanta abbraccia Reja, direttore; noi riabbracciamo il campionato?

“Verrebbe da dire di sì, anche se debbo ammettere che la scelta di accettare il ‘soccorso rosso’ della Lega Calcio va un po’ contro ciò che avevo auspicato –  sebbene sia indubbio che a tutti, sottoscritto compreso, faccia piacere tornare ad assaporare il clima partita – poiché ritengo che il crac del Parma potesse servire a far saltare il banco e a dare la possibilità all’intero sistema calcio di ripartire da nuove e più solide basi. L’Atalanta viene a farci visita sfoggiando un nuovo allenatore, quel Reja che da più parti nei mesi scorsi era invocato anche qui a Parma…”.

Sei stato su qualsiasi piattaforma mediatica, diffondendo non poco il nome di stadiotardini.it. Ora, qui, ai microfoni del nostro Majo desnudo, dove non compare il tuo volto ma la tua penna, come sintetizzeresti tutta questa odissea?

Fare una sintesi efficace di tutto questo marasma è indubbiamente un’impresa ardua. Verrebbe da dire che ci troviamo di fronte ad un epilogo annunciato, leggendo con attenzione i bilanci di tutti questi anni erano molti i segnali di tensione finanziaria in casa crociata, sebbene la gran cassa mediatica locale e nazionale abbia sempre ‘tenuto bordone’ alla dirigenza. Diciamo che questo nascondere la polvere sotto il tappeto, questo additare me come altri a nemici del Parma, non ha certo giovato. Se solo si avesse avuto più coraggio nell’ammettere di fronte alla piazza le vere difficoltà, magari a quest’ora – sia pur ridimensionati – avremmo ancora speranze di sopravvivenza e forse ci ritroveremmo in mani più affidabili. Una volta che i buoi sono fuggiti, la cessione a Taci è stato un tardivo tentativo di evitare l’inevitabile”.

In questo periodo qual è la cosa più sensata e quella meno sensata che hai sentito a proposito del Parma?

“Carissimo, mi perdonerai per la scarsa lucidità, ma in questo periodo sono decisamente – come si suole dire – “sotto battuta”. Partendo da quella meno sensata, sebbene sia difficile indicarne solo una, direi l’appoggio a Rezart Taci, indubbiamente accolto quasi con un tappeto rosso, presentato come l’abile scacchista pronto a fare le mosse decisive per salvare il Parma, addirittura con l’appoggio di ingenti capitali russi – vedi Kerimov – peraltro mai materializzatisi. Venendo a quella più sensata, senza dubbio le perplessità dei giocatori di fronte all’ piano di salvataggio –  quasi un elemosina della Lega Calcio, un chiaro tentativo di salvare il carrozzone ed evitare richieste di indennizzo milionario da parte delle emittenti televisive qualora il Parma non riuscisse a portare a termine il campionato. E’ evidente a tutti che le istituzioni calcistiche pensino soprattutto a salvare il sistema, quello stesso sistema che con le proprie storture ha permesso che la situazione del Parma arrivasse a questo punto, senza preoccuparsi di ciò che sarà della nostra squadra una volta che il campionato sarà concluso”.

Questa volta invece che il dipinto, il protagonista di questo appuntamento, sarà una pellicola, dato che la pellicola del campionato del Parma, da oggi, ricomincerà a girare. Il film è proprio Il ritorno.

ll ritorno è un film del 2003 diretto da Andrej Zvjagincev, vincitore del Leone d’oro alla 60ª Mostra Cinematografica di Venezia. Due giovani fratelli, Vanja e Andrej, sono molto attaccati l’uno all’altro, forse per sopperire alle difficoltà di un’infanzia vissuta senza padre. L’improvviso ritorno del genitore dopo dodici anni di assenza, scuote le esistenze dei due ragazzini. Con il riluttante assenso della madre, Vanja e Andrej si imbarcano in quella che credono essere una vacanza di pesca con il taciturno e misterioso genitore, dove scopriranno la verità.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

38 pensieri riguardo “IL MAJO DESNUDO, lo spin-off dell’Ubi Majo: il Majometro dei crociati prima di Parma-Atalanta

  • Finalmente una pagina del sito senza il nome di manenti. Lo so e’ solo un caso, il suo nome purtroppo dovremo sentirlo ancora.
    Però il cerchio si stringe e il suo nome piano piano sparirà!

  • Trovo vergognoso scendere in campo oggi, è una farsa…io avrei preferito la linea dura!!!!
    Tuttavia credo sia stato fatto un compromesso nello spogliatoio in quanto certi giocatori avranno spinto x giocare (i vari Nocerino, Mariga, Varela, Cipolla e altri giocatori che si vogliono rilanciare) mentre altri magari più attaccati alla maglia tipo Massimo e Alessandro spero volessero non giocare!!!!!
    Occhio che oggi ne succederanno delle belle….dentro e fuori

    • Ma non dire castroberie….
      Fino al 19 giocano se poi nn viene concesso il fallimento con esercizio provvisorio nn giocano piu’.
      Non giocare ora nn avrebbe senso sarebbe controproducente
      Si tratta di mediare contrattare , nn giocando ora si chiderebbero le trattative e D certisssima

  • Coragio dai…e’ quasi finita…
    Si fa questa inutile partita ora, la prossima lontano e poi basta….
    Si arriva all’udienza del 19 marzo e sapremo un po’ di piu’ sulla sorte del Parma….credo ci siano piu’ probabilita’ che non lo si finisca sto’ campionato del piffero…

  • Gradirei che i nostri, dopo la parola data venerdì ai burattinai romani e non, rinunciassero a scendere in campo, sodomizzando ben bene loro e tutto il carrozzone. Utopia, lo so… SEMPRE MALEDETTAMENTE ATTACCATO ALLA MAGLIA CROCIATA!!!

  • Non giocare significa perdere le partite 3-0 a tavolino. E magari ci vuole anche un Presidente che ritiri la squadra. Tutti quelli che pensano che non giocare sia eroico o utile per ti tempi a venire, che si scoperchia il pentolone, ecc… su quali basi pensano che se la FIGC perde decine di milioni dai diritti televiisivi si scoperchia tutto? e poi che cosa si scoperchia, che tutte le quadre hanno decine di milioni o centinaia di milioni di debiti? basta andarsi a leggere i rapporti di Covisoc e dopo averli letti dovrebbe essere il Coni a mandare un bel commissario in Federazione a scoperchiare il pentolone.
    Se si vuole che il campionato non sia falsato, le partite devono essere giocate con impegno senza dar nulla per perso. Questa è dignità, altro che mollare tutto. e poi, se il Mano non acaccia la pila, almeno i dipendenti riescono a portare a casa i prossimi stipendi.
    Oggi tutti al Tardini e poche balle. Forza Parma!

  • Facciamo cosi`: vinciamo contro Atalanta e Sassuolo, poi non giochiamo piu`. Questo si che sarebbe falsare il campionato.

    • Lo hai già falsato pareggiando a Roma!

  • Parliamoci chiaro x il parma c sono due strade D o B.
    X avere la B o ci salva Manenti ma non c credo o si va verso un fallimento con esercizio provvisorio e x questo servono i soldi x finire la stagione altrimenti nn viene concesso dal tribunale.
    Bene i soldi c sono a patto che si giochi da qui sal 19.
    Xcio’ e’ doveroso giocare e chi nn vuole giocare non fa il bene del Parma ma esercita la rivenficazione di un ogoglio distorto personale.
    Poi una volta concesso il codi detto fallimento pilotato si potra tornare a trattare e magari se le cose nn si mettono come vorremmo nn giocare ma per ora e’ giusto cosi.

  • Toglietevi dalla testa che se il Parma si ritira la serie A (lega) debba pagare a sky delle penali xche’ non e’ cosi’ e previsto dal contratto che una squadra nn finisca il campionato…
    Dobbiamo pensare solo al nostro interesse

    • Di questo non sono certo..hai visto i contratti?

      • Dichiarazione della federazione non smentita da sky che alla domanda ha risposto che si trattava di tutelare lo spottacolo e la sua immagine

  • vecchia guardia

    Maio ti risulta che tavecchio stia lavorando per trovare possibili acquirenti del parma per il dopo fallimento?

    • C’è chi lo ha scritto. Per me è una pia illusione. Al benefattore interessa non aver noie con la pay. Poi se come al solito parma nn sapra’ trovare una proprietà per la squadra di calcio non sarà un problema di tavecchio

      • Giustamente ognuno fa i suoi interessi e penso che quello del Parma citta tifosi e nn sia di ottenere il massimo la serie B se possibile e di cons3guenza dare continuita economica a tante famiglie che con la D riceverebbero un danno ancora piu grande

  • Ghirardi grazie!

    Melli belle parole, ma tu dov’è tini questi anni? Facile adesso accusare….. Meglio stare in silenzio….

  • L’Italia è un paese democratico. Pertanto, se c’è qualcuno che intelligentemente sostiene che oggi sia giusto non scendere in campo, c’è qualcun altro che al contrario, e stupidamente, pensa l’esatto contrario. Io non sono complice né della Lega né della Federazione. Le loro porcate non le faranno nel MIO nome. Oggi non seguirò nessuna partita, gli altri facciano quel che gli pare.

    • Se guardi o meno una partita nn lo fai in nome ne di lega ne federazione solo x amore del calcio ….
      Graxiw x lo stipido.

      non giocare oggi quali vantaggi porterebbe sen piegarsi al proprio ogogloo ferito?

      • Di niente.

    • senti amico vorresti dire che chi va allo stadio oggi è stupido ed invece chi non ci va è intelligente?
      ma tu non eri quello che avevo detto che non avrebbe più scritto qua? sei coerente come manenti non sarai mica suo parente per caso? 🙂

  • Il campionato nn e’ mai falsato x parte del gioco anche questo poi potra bruciare a che ha perso punti con noi ma e’ la vita….
    X quel xhe riguarda l’inutilita’ delle partite …. a me piace guardarle me le gusto comunque nn avro la tensione che si nasconde dietro a un obbiettivo ma assisto comunwue a uno spettacolo …. considerato che mi guardo anche la smichevoli …..

  • Scusi ,Direttore,quando si deciderà sulle ulteriori penalizzazioni del parma ? Sembra che la Corte attenda gli ulteriori sviluppi (fallimento,andamento sul campo,etc)

    • Non penso stia attendendo sviluppi che non c’entrano con la fattispecie in oggetto

      • Mi spiego meglio:ho la folle convinzione che il parma quantomeno lotterà per la salvezza(le concorrenti procedono in retromarcia).in tal caso la federazione irrogherà penalizzazioni che stroncheranno ogni velleità,e ciò per evitare che salti il banco con pacifichi ricorsi delle concorrenti

  • Direttore mi perdoni il mio fare forse continuativo ma sembra che sia io e atri tre o quattro seguono questa tesi e mi spiego meglio. Apro Parmalive e leggo una lettera aperta a Ghirardi e Leonardi da parte del santo Melli e non soffermandomi sulle parole anche forse dettate da una delusione ma vorrei fargli io delle domande al sig. Melli cosi almeno anche la gente di Parma come me sappia veramente chi e’ il Sig. Melli:
    1) perche non ha denunciato prima ?
    2) perche ancora non si e’ dimesso
    3) perche la sua compagna componente del cda non ha denunciato prima ?
    4) perche la sua compagna non si e’ dimessa ?
    5) perche la sua compagna in piena trattativa Ghirardi/Taci ha rinnovato il contratto di 2 anni ?
    6) perche entrambi non dichiarano di avere appartamenti di proprieta’ affittati a calciatori del Parma (interesse di un introito mensile)
    7) perche non ha denunciato i famosi 100.000 euro prestati a Ghirardi prima ?
    8) perche va nei giornali e denuncia delle cose e poi avanti ne dice altre ?
    9) perche dopo il passaggio a Taci la sua compagna era sotto braccio con l’amm.re di Taci tutti i giorni a Collecchio.
    se cosi pensa di uscire pulito da una vicenda sporca bhe mi auguro che la magistratura indaghi sulla storia dei 100.000 euro a Ghirardi (come sono stati dati contanti ?) E mi auguro che la magistratura indaghi anche sulla sua compagna ricordo sempre COMPONENTE DEL CDA.
    Possibile mai che tutti noi parmigiani dobbiamo credere a un calciatore che ci ha fatto sognare ma come uomo e’ un bugiardo lui, la compagna, quanto Ghirardi e Leonardi.
    Mi auguro che questo leccare continuo da finto santo e salvatore della patria finisca e che tutti come me aprino gli occhi.
    Grazie
    Matteo b
    P.s. direttore mi scuso e le chiedo una gentilezza di darmi un suo parere alle singole mie domande.

    • semmai dovrà essere il nuovo eroe a replicare. Io ho già detto sia in tv che su stadiotardini che avrebbe avuto il dovere di cantare prima e che la canzone appare stonata anche per questo.
      In effetti la storia dei 100000 eueur
      euro prestati al ghiro potrebbe interessare l’attivissima (ora) procura parmigiana.
      Ritengo meno significativa la storia dell’appartamento,
      Cordialmente
      Gmajo

    • Set ca te rot al Bali con sta storia ed Melli?!?!non sarai mica Leonardi o ghirardi è?!?!

      • Michele io sono Ghirardi e Leonardi come te sei Melli o Levat o Serena….ma non farmi ridere…apri gli occhi e guardati intorno. 70.000+110000= 180000 piu circa 4000 di affitti fanno 184000 pero’ adesso fa’ il salvatore della patria, perche non rassegnano le dimissioni e non rescindono i contratti d’affitto ??? Vedi vedi vediamoci i propri interessi. Melli complice fino a ieri del Ghiro e del Leo. Questa e” la verita’.

  • bella quella del paese democratico: chi è x non scendere in campo è intelligente, chi invece è per scendere in campo è stupido.
    Chi non viene intelligentemente allo stadio, è meglio che vada stupidamente a reggio a vedere la reggiana.
    Forza crociati

    • quello che scrive cose intelligenti……e ci aggiungerei anche un non esistono piu’ le mezze stagioni

    • Ci vediamo a giugno.

  • La colpa è di Ghirardi, il resto è una delle tante vicende italiane.
    Il tifoso quando la squadra gioca va al campo, il resto è roba da politici e sindacalisti e poltronati vari

  • alessiomontecatini

    Nn so se avete visto la lettera di melli a ghirardi e leonardi….da premio oscar.complimenti sandro!!

  • Vedo che si perde di vista l’ intrto quadto e si c sofferma sui partivolari che possono sviare
    Purtroppi da fuori e’ sempre facile giudicare e si puo sbagliare anche da dentro
    Penso che Melli se tornasse in fietro denuncerebbe tutto prima ormao quel che e’ stato….
    Penso anche che nn era l’ unico a sapere allora si puo fare la stessa sccusa a tanti compresi cslciatori nn piu’ a Parma ma ebidentemente speravano e credevano ancora in Ghirardi e Leonardi e sono stati fragati traditi

    Resta pero la lettera molto bella di Melli che prendo cosi com’e’ senza giuducare nessuno xche’ dalla nostra podizione e’ troppo facile e presintuoso dare sentenze

  • Grazie direttore anche se la storia dell’appartamenti non e’ meno interessante perche sta a significare il suo interesse oltre al contratto (dovrebbe anche dire team maneger piu pagato in italia 70.000 netto) esiste il reale interesse del suo coinvolgimento al parma, compresa la compagna mi sembra un contratto appena rinnovato da 110.000 euro netti. Allora e’ salvatore della patria o interessi personali ?????

  • Alborghetti al Tardini. Ma non era fuori gioco?

  • gia’ il dire che chi la pensa come te sia intelligente e chi invece è contrario è uno stupido la dice lunga ….meno male che esisti e che ci illumini con la tua saggezza
    grande!!

  • Ghirardi grazie!

    Ma basta parlare di certa gente…. Tanto sono degli zombie….

I commenti sono chiusi.