MIRANTE A STADIOTARDINI.IT: “GIOCHEREMO? DIPENDE DA QUELLO CHE CI DIRANNO DOMANI I CURATORI. L’ACCORDO LEGA-FIGC? NOI GIOCATORI NON ABBIAMO ACCETTATO NIENTE MA CHIESTO SOLO GARANZIE”

MIRANTE A STADIOTARDINI.IT: “GIOCHEREMO? DIPENDE DA QUELLO CHE CI DIRANNO DOMANI I CURATORI. L’ACCORDO LEGA-FIGC? NOI GIOCATORI NON ABBIAMO ACCETTATO NIENTE MA CHIESTO SOLO GARANZIE”

VIDEO INTERVISTA DI GABRIELE MAJO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

13 pensieri riguardo “MIRANTE A STADIOTARDINI.IT: “GIOCHEREMO? DIPENDE DA QUELLO CHE CI DIRANNO DOMANI I CURATORI. L’ACCORDO LEGA-FIGC? NOI GIOCATORI NON ABBIAMO ACCETTATO NIENTE MA CHIESTO SOLO GARANZIE”

  • 19 Marzo 2015 in 20:03
    Permalink

    Direttore , stasera parlerete anche di Scaccia?

    • 19 Marzo 2015 in 20:10
      Permalink

      Credo che siano più affezionati a lui sull’altra rete tv cittadina. Però non conosco la scaletta di Angella…

    • 19 Marzo 2015 in 21:56
      Permalink

      Sarebbe come parlare di nulla…

  • 19 Marzo 2015 in 22:23
    Permalink

    Aleeeoohooaleeeoooooohoh
    Aleeeoohooaleeeoooooohoh
    Aleeeoohooaleeeoooooohoh
    È finalmente il fallimento

  • 19 Marzo 2015 in 22:24
    Permalink

    Direttore, mi sono perso una parte della trasmissione, perciò le pongo qua la domanda: di quanto è possibile ridurre i debiti sportivi?

    • 19 Marzo 2015 in 22:31
      Permalink

      Non ne abbiamo parlato ma direi metà o due terzi

      • 19 Marzo 2015 in 22:37
        Permalink

        Beh, non sarebbe affatto male, anche se resterebbero ancora troppi anche per un imprenditore con soldi.

  • 19 Marzo 2015 in 22:37
    Permalink

    Non ho capito il ringraziamenti finale di Angella. Non prendevano un euro prima e continuate a non prenderne ora no?

  • 19 Marzo 2015 in 22:47
    Permalink

    Appunto. Ringraziamenti un po’ forzati. Poi ringraziare Boni?andiamo bene… Bella figura che ha fatto Meldola telefonata con Giordano! Mi sono vergognato io x lui

  • 19 Marzo 2015 in 22:57
    Permalink

    Direttore, ma la situazione dei giocatori che hanno messo in mora la societa’ come finisce adesso? Cambia qualcosa?

    • 20 Marzo 2015 in 00:31
      Permalink

      Dipende: se vengono saldate le pendenze entro la scadenza non succede niente (e penso che nel piano della Lega fosse predisposto), se no si liberano svincolandosi

      Cordialmente

      Gmajo

  • 19 Marzo 2015 in 23:01
    Permalink

    Io dico che il calcio italiano è il migliore, quando non c’erano tutti questi stranieri dominavamo l’europa!!! Ora facciamo ridere!!! Dai la dirigenti e compagnia bella andate tutti a casa !!! Basta mangiare dei soldi

I commenti sono chiusi.