mercoledì, Giugno 19, 2024
News

ANEDDA E ALBERTINI OGGI DA TAVECCHIO PER DIRGLI CHE SENZA L’ABBATTIMENTO DEL DEBITO SPORTIVO L’ESERCIZIO PROVVISORIO NON POTRA’ PROSEGUIRE OLTRE IL 30 APRILE

image(Comunicato Stampa) – Angelo Anedda, curatore fallimentare del Parma FC S.p.A. e Demetrio Albertini, coadiutore dei curatori, hanno incontrato questa mattina a Roma il Presidente della F.I.G.C. Carlo Tavecchio e il suo staff, per illustrare ai massimi vertici della Federazione lo stato attuale dell’esercizio provvisorio ed il percorso da compiere per la sua eventuale prosecuzione. L’incontro, che si è svolto in un clima cordiale e collaborativo, ha avuto quale argomento principale la situazione debitoria del Parma Calcio e l’auspicabile conclusione del campionato da parte della società crociata, anche in vista del termine del 30 aprile concesso ai curatori dal Giudice Delegato dott. Pietro Rogato. Entro quel termine, infatti, i curatori dovranno riferire anche sulla possibilità di un abbattimento del debito sportivo pregresso a un livello compatibile con una ragionevole possibilità di vendita dell’azienda sportiva, in assenza del quale l’esercizio provvisorio non potrà proseguire.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

13 pensieri riguardo “ANEDDA E ALBERTINI OGGI DA TAVECCHIO PER DIRGLI CHE SENZA L’ABBATTIMENTO DEL DEBITO SPORTIVO L’ESERCIZIO PROVVISORIO NON POTRA’ PROSEGUIRE OLTRE IL 30 APRILE

  • Dovrebbero parlarne anche con Tommasi.

  • Una bella forma di pressione. Adesso pure la Lega chiederà ai giocatori di fare i bravi.

    • La forma di pressione non è ai giocatori: quanto alla Lega e alla Figc stessa. I giocatori, se anche non si gioca più, sai che gliene impipa… Piuttosto ai vertici del calcio, che il Parma arresti la sua corsa il 30 aprile, potrebbe provocare un certo fastidio… Insomma, come ipotizzavo ieri nei commenti e oggi nella Opinione potrebbe esser una sorta di pressione al Palazzo del Calcio per farsi sganciare più denari per l’esercizio provvisorio stesso, quindi potrebbero esser andati a batter cassa, detto volgarmente, oppure anche a vedere se far cambiare qualche normativa circa il deposito sportivo. Comunque la carta che stanno giocando è l’interruzione del 30 aprile, che, ribadisco, ai calciatori, e alla stessa aic (che non risulterebbe esser stata presente all’incontro, stando la nota della curatela), potrebbe interessare fino lì…

      Cordialmente

      Gmajo

      • MI sono spiegato male. La pressione è alla Lega, che a sua volta farà pressione ai giocatori, se non vuol metterci altri soldini…

      • 2 dubbi sulla capacità di pressione sulla Lega e sulla FIGC. In data 30 aprile al Parma resteranno solo più 5 partite da giocare. E’ davvero così forte il pericolo che i broadcaster facciano causa alla FIGC per l’1,3% delle partite totali? Secondo, chiedere più soldi significa chiedere un nuovo consenso alla Lega. Sicuro che questa volta il voto sarebbe a favore? Tenete conto che i 5 mln (in realtà 4,9) ora come ora non verrebbero sborsati da nessuna società, ma semplicemente prelevati dal fondo multe.

        • Se non ricordo male le penali che dovrebbe pagare la lega a sky scattano dopo la 4°partita della serie A che salta…5 è il n° perfetto…

  • Comunque ai calciatori qualcosa interessa…se salta l’esercizio provvisorio non beccano un euro!

    Finito soldi,finito amore!

  • Majo ma sto debito x abbassarsi..cosa e chi deve prodigarsi, tavecchio? I giocatori con i loro stipendi e poi? Spiegalo ai tifosi..solo tu puoi farlo..buona diretta direttore!

  • Ormai, che potesse saltare l’esercizio provvisorio non me l’aspettavo né me lo aspetterei tutt’ora però….. la situazione potrebbe essere molto complessa e può essere che ci siamo un po’ tutti illusi tra sorrisi rassicuranti, Tardini pieno e vittoria sulla Giuve. Ripeto ossessivamente la mia tesi: se l’obolo dei famosi 5 milioni (a proposit, el drè river o miga?) è a titolo di prestito sono cazzi acidi per il rendiconto economico sul quale punta il focus qualunque esercizio provvisorio. Spero SINCERAMENTE di sbagliarmi, vorrei il Parma in B, che giâ di suo è un campionato triste (ricordo le partite del Parma qualche anno fa), figuriamoci la D per uno come me che, confesso, ha visto colpi di luce calcistica con Cassano e, udite udite, anche con Morfeo. Giocatori irregolari, inaffidabili, forse anche negativi per la squadra (ma su Antonio di questo si potrebbe discutere a lungo) ma con un tocco che ce ne sono pochi, persino mia moglie se ne accorgeva e forse pure mia zia….

  • Edoardo Porcari

    evvai..finalmente la finiamo con questa pagliacciata…

  • Ma cazzo, un mese fa falliti, serie D, poi la quasi salvezza col regalo di Tavecchio ed il gol di Mauri, ora di nuovo ritiro squadra e la D col tristissimo dotor Orlandè e la so erre (a pera che al sia soltant lu al “dotor”, ma va’ va’, smumiot che at ghe miga al dottorato, su), la B come Bologna, la D come ‘sto cavolo di Domodossola che stufa al solo pronunciarla, la lega Pro ex C….direttore, dacci un equilibrio, un centro di gravità permanenti a noi, tuoi adepti qui su Stadiotardini.it

  • Filippo Melegari

    Ora voglio proprio vedere…sarei anch io per finirla qui….noi moriremo .. ma così facciamo un bel funerale collettivo

I commenti sono chiusi.