CALCIO & CALCIO PIU’ / IL “BENVENUTO” DI BONI AD ALBERTINI: “NON SERVE A NIENTE: E’ QUI SOLO PERCHE’ E’ AMICO DI DONADONI”. POI TUONA: “LEGGE SALVA-PARMA? SAREBBE VERGOGNOSA”

DSC03336(Evaristo Cipriani) – IL “CURATO”  CURATORE – A Enrico Boni la nomina di Demetrio Albertini come assistente dei curatori fallimentari del Parma (quelli che il nostro Gabriele Majo ha ribattezzato i “curastar”  Anedda & Guoitto) proprio non va giù. Il popolare Saltimbanco ieri sera a Calcio & Calcio Più, su Teleducato (clicca qui per vedere la web registrazione), ha così commentato l’entrata in scena dell’ex campione del Milan: “A parte che non mi piace il DSC03343suo stile da curato, ma poi mi domando: Albertini cosa viene a fare? Non serve a niente, è qui solo perché è grande amico di Donadoni, il quale si è sdebitato dopo che era stato Albertini a volerlo Ct della Nazionale!”. Secondo l’opinionista di Sant’Ilario, insomma, sarebbe servito un direttore sportivo a tutto tondo per cercare di risolvere il problema della riduzione del debito sportivo. In grafica il conduttore Michele Angella ha indicato gli aspetti ritenuti positivi della nomina di Albertini e quelli invece imagepiù discutibili. Nel primo caso: l’esperienza, la conoscenza del diritto sportivo, l’appeal mediatico e la capacità di attrarre, vista la sua caratura, eventuali investitori sia per il presente che per il futuro. A suscitare dubbi sull’incarico invece il fatto che Albertini non abbia il profilo del direttore sportivo, sia “nemico” di Carlo Tavecchio (e in questo momento una scelta in contrapposizione con il imagepresidente federale potrebbe in effetti risultare inopportuna), senza dimenticare che lo stesso Albertini ha ricoperto dal 2007 al 2014 il ruolo di vicepresidente della Figc. “Albertini ha fatto parte del Palazzo negli anni in cui il calcio italiano ha vissuto una regressione pazzesca e non tanto in termini di risultati – ha sottolineato Angella inoltre lui è stato ai vertici di quella Federazione che delle strane gestioni del Parma non si era mai accorta, quindi attenzione quando si parla di Albertini come uomo nuovo o immacolato”.

DSC03354LEGGE SALVA-PARMA? – Era stato il nostro direttore Gabriele Majo, già nel pomeriggio di ieri, ad ipotizzare una strada già segnata per il salvataggio del Parma in B, con una volontà comune di Figc, Lega e Aic, attraverso una possibile rivisitazione delle Noif, (Norme Organizzative Interne Federali) in merito alle regole di iscrizione ai campionati. Secondo Majo si potrebbe andare o verso una reintroduzione del Lodo Petrucci (per cui il Parma ripartirebbe dalla Lega Pro) oppure ad un cambiamento dei parametri sui pagamenti dei debiti sportivi (possibile spalmatura oppure copertura parziale). Majo ha poi specificato: “Non sarebbe tanto una legge salva-Parma quanto una 20150402_213109legge in grado di salvare tutte quelle società che rischiano di finire presto come il Parma e a quanto pare ce ne sono diverse, anche in A”. Per Boni un cambio delle normative sarebbe “immorale” e “vergognoso”: “Qui c’è gente che pur di preservare la B passerebbe addosso alla propria madre, ma bisogna avere il coraggio di dire no a pasticci, agevolazioni o soluzioni all’italiana”. Concorde, in parte, anche il terzo interlocutore in studio, Gianluca Camorani, presidente DSC03333dimissionario del Parma Club Cittadella Crociata: “Se la B arriva attraverso il rispetto delle regole attuali va bene, ma se giunge dopo un cambio delle regole allora la cosa mi metterebbe un po’ a disagio”. Majo sul punto ha posto un dubbio non da poco: “Ammesso che si creino tutte le condizioni normative perché il Parma riparta dalla B, siamo sicuri che la città sia pronta? Siamo sicuri che ci sia qualcuno in grado di rilevare la società?”.

DSC03340CORDATE LOCALI (UNA O DUE?) – Per il momento, infatti, almeno a livello locale, l’orizzonte sembra essere quello della D. Negli ultimi giorni, come ampiamente documentato da StadioTardini.it, che per primo ha rivelato la notizia, sono usciti allo scoperto i rappresentanti di una cordata parmigiana che vedrebbe coinvolti i grandi nomi dell’imprenditoria del territorio e che sta cercando l’appoggio dei tifosi, i quali sarebbero parte attiva nella società, attraverso la costituzione imagedi un comitato i cui aderenti dovrebbero versare la cifra di 500 Euro. Secondo quando sostenuto da Angella ci sarebbe però un’altra cordata (definita nella grafica “Young”, in contrapposizione alla “Classic” del duo Foglia-Orlandini) che farebbe riferimento al socio di Eventi Sportivi Marco Ferrari e al fondatore di buongiorno.it Mauro del Rio: anche in questo caso il piano prevedrebbe la ripartenza dalla D. Majo, tuttavia, non si è detto convinto dall’interpretazione del collega: “Secondo me il progetto è uno e a DSC03339quanto ne so l’idea sarebbe venuta a Marco Ferrari, ora, però, a quell’idea hanno in un qualche modo iniziato a lavorare anche altri e forse questo sta creando un po’ di confusione”. Sempre il nostro direttore ha escluso, al momento, il coinvolgimento di Luca Baraldi, così come ha affermato di ritenere improbabile che imprenditori locali decidano di appoggiare, in minoranza, un progetto di investitori esterni: “Marco Ferrari da questo punto di vista ha già dato con Ghirardi…”.

DSC03341PAUSA PASQUETTA – La programmazione sportiva di Teleducato, secondo quanto annunciato da Angella, tornerà giovedì prossimo (9 aprile, sempre alle 21), osservando dunque un turno di riposo lunedì, giorno festivo di Pasquetta: “Ringrazio per la disponibilità mostrata tutto il team di Calcio & Calcio, dagli opinionisti ai tecnici – ha detto il conduttore nel finale di puntata – tuttavia per esigenze aziendali di natura DSC03330organizzativa lunedì dobbiamo fermarci…”. Piuttosto chiaro il riferimento alle vicissitudini che l’emittente di via Barilli sta attraversando anche a seguito dell’inchiesta che vede coinvolto l’editore Pierluigi Gaiti, indagato per truffa ai danni dello Stato e falso, in relazione all’ottenimento dei finanziamenti pubblici per il settore. In bocca al lupo dunque alla banda di Teleducato! E buona Pasqua a loro e ai nostri clementi lettori.  Evaristo Cipriani

CLICCA QUI PER VEDERE LA 29^ PUNTATA DI CALCIO & CALCIO PIU’

image

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

NUOVO PARMA: ECCO TUTTI I PUNTI SALIENTI DEL COCOON PIANO ILLUSTRATO IERI SERA DA ORLANDINI AL CENTRO CIVICO DI MEDESANO

LA “D-MANIA” DEI CATARTICI CHE CERCANO DI RICOSTRUIRSI UNA VERGINITA’: LA SERIE D GENEREREBBE DANNI OCCUPAZIONALI E PER IL TERRITORIO MA E’ PIU’ SOSTENIBILE

NUOVO PARMA: PER UNA CORDATA DI INDUSTRIALI SI STA MUOVENDO L’EX PRESIDENTE FOGLIA CHE STA INCONTRANDO IL TIFO ORGANIZZATO: IERI SERA IL PETITOT, STASERA MENDI, MERCOLEDI IL CCPC

NUOVO PARMA – ORLANDINI AL CENTRO CIVICO DI MEDESANO HA INCONTRATO IMPRENDITORI E TIFOSI. VIDEO INTERVISTA A ROBERTO CHIAPPONI, PRESIDENTE PARMA CLUB HAPPY LIFE FELINO

MANFREDINI DOPO L’INCONTRO CON ORLANDINI AL CCPC: “NEL NUOVO PARMA SPAZIO IN SOCIETA’ ANCHE PER I TIFOSI” (video)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

37 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO PIU’ / IL “BENVENUTO” DI BONI AD ALBERTINI: “NON SERVE A NIENTE: E’ QUI SOLO PERCHE’ E’ AMICO DI DONADONI”. POI TUONA: “LEGGE SALVA-PARMA? SAREBBE VERGOGNOSA”

  • 3 Aprile 2015 in 13:40
    Permalink

    Vorrai sapere cosa gli ha fatto Donadoni a Boni. Insopportabile l’attacco nei suoi confronti.

  • 3 Aprile 2015 in 13:48
    Permalink

    Voglio fondare un Boni fans club.
    Le trasmissioni risulterebbero piatte e perderebbero quell’aura di imprevedibilita’ senza di lui, e’ una specie di scheggia impazzita (ma poi mica tanto) che fa da contraltare all’istituzionalita’ vescovile noiosa di Angella.
    Constato che sul blog e’ poco amato, benone…proprio per questo c’e’ bisogno di iniziative a suo sostegno.

    • 3 Aprile 2015 in 13:55
      Permalink

      Arrivi tardi. Lo ha fondato anni fa Lorenzo Fava

    • 3 Aprile 2015 in 14:20
      Permalink

      Mandami 10 euro sulla paypal ke poi puoi fondarlo:
      ilmarcello@ilmarcellodellaparmigjanità.it

      se vuoi iscriverti io sn anke il Despota del Manenti Club x la campania Manenti Sindaco dal titolo “Speedy Pizza Tzi Nisò” ke se vuoi dare dei contributi mi dai la tua carta di credito ke poi ci penso io a fare tt.

      E intato aiutiamo il Parma ke anke questo è una specje di azionariato popolare, ke catti sempre su i soldi alla NOSTRA GJENTE:
      http://www.gazzettadiparma.it/news/news/262744/Ultraottantenni-derubati-della-pensione.html
      #SiamoQuelliDelGAS #QuelliDellaPosta #SignoraFirmiQui #LaTuaPensioneSaveParma

  • 3 Aprile 2015 in 14:14
    Permalink

    *OFF-TOPIC*
    Direttore, lei sa gli spostamenti della squadra domani a Milano? Dove mangeranno a pranzo? Grazie

  • 3 Aprile 2015 in 14:22
    Permalink

    Ma io mi chiedo….Solo Parma città fa 190.000 abitanti,possibile che bisogna andare a prendere uno a Sant’ilario per sparare delle cavolate(e mi sto trattenendo parecchio)?

    Su 190.000 persone non c’è nemmeno uno che sia disponibile per sostituire Boni?!?!?!

      • 3 Aprile 2015 in 17:59
        Permalink

        No Majo, l’è stupid e basta.

        • 3 Aprile 2015 in 18:05
          Permalink

          Eppure è il valore aggiunto. Sarà anche triste ammetterlo, però è così… Siete tutti qui a parlare di lui, no? Gli state dando ragione. A lui e a chi lo ha messo lì…

          • 3 Aprile 2015 in 18:32
            Permalink

            Dipende, io quando parla lui spesso cambio e mi occupo di altre cose (email, letture…) in particolare se interrompe gli altri. Poi se voi pensate che sia un valore aggiunto fate come volete ma una delle poche trasmissioni calcistiche intelligenti perde il 30% del suo valore per appiattirsi sul solito urlatore.

          • 3 Aprile 2015 in 18:47
            Permalink

            Majo per favavore, non stiamo parlando di lui stiamo solo dicendo che ne faremmo volentieri a meno e non aggiungo altro per educazione.

  • 3 Aprile 2015 in 14:49
    Permalink

    majo a che ora è oggi la conferenza di Albertini?

  • 3 Aprile 2015 in 15:01
    Permalink

    Majo, a quanto ammonta il paracadute??? Viene spartito un tot tra le 3 retrocesse??? Il Cesena non dovrebbe beccare un euro giusto???

    • 3 Aprile 2015 in 15:29
      Permalink

      La previsione più attendibile spazia tra i 12 e i 15 milioni

      • 3 Aprile 2015 in 16:03
        Permalink

        mmmm bene… facciamo 12… ipotizziamo che il debito sportivo in realtà è di 70 milioni e non di 74 (per le rinunce di cassano e palettone)…
        70-12 di paracadute sono 58…
        ipotizziamo che si riescano a tagliare i due terzi della somma… arriviamo a 19 milioni…
        bè, a 19 milioni il parma in B lo compriamo anche a noi lettoori di stadiotardini 😀

      • 3 Aprile 2015 in 19:22
        Permalink

        Ma il paracadute non è già stato utilizzato da Bombolo?

        • 3 Aprile 2015 in 19:32
          Permalink

          Le notizie al riguardo sono piuttosto contraddittorie. E lo stesso Albertini, sebbene sollecitato al riguardo dal sottoscritto non è riuscito a fare molta chiarezza.
          Cmq stando ai comunicati dei curatelli alla fine dovrebbero esserci per l’importo stimato tra 10 e 12 ml Circa

  • 3 Aprile 2015 in 15:02
    Permalink

    che si vergogni lui.
    ma chi è??? e cosa ha fatto nella vita di utile??

  • 3 Aprile 2015 in 15:10
    Permalink

    Boni sparisca e non si faccia più vedere, coglione

  • 3 Aprile 2015 in 16:03
    Permalink

    Secondo me nn bisogna avere della vergogna davanti alle leggi, ke è un pò cm andare a figa, ke se ti abitui poi nn ti vergogni +, ke anzi gli puoi anke kiedere delle sesso BANALE al primo appuntamento.

    • 3 Aprile 2015 in 16:24
      Permalink

      Tu se uno che glielo chiede mi sa…

    • 3 Aprile 2015 in 16:39
      Permalink

      Complimenti per la pagina fb, ma si può solo mandare messaggi..

  • 3 Aprile 2015 in 16:28
    Permalink

    Chiediamo ad Albertini se serve Boni

  • 3 Aprile 2015 in 17:23
    Permalink

    boni va a cagher !

  • 3 Aprile 2015 in 19:15
    Permalink

    Per quanto mi riguarda,Ha ragione Boni.A costo di salvare la B si perde la Dignità.SVENDUTI AI POTERI FORTI.

    • 3 Aprile 2015 in 19:41
      Permalink

      Te 6 di reggio come lui, compresi i termini populistci del secolo scorso. Momama che tristesà

  • 3 Aprile 2015 in 19:26
    Permalink

    Boni sarà anche un male necessario per alzare gli indici di ascolto della trasmissione, ma Angella è un conduttore incapace di gestire gli interventi di Boni che interrope troppo spesso gli altri ospiti per dire cose banali. E poi diventa davvero insopportabile quando attacca Donadoni che meriterebbe, a mio parere, ben altro rispetto.

  • 3 Aprile 2015 in 21:30
    Permalink

    Quoto in tutto e per tutto Boni
    e Ghirardello
    e non tengo Bologna e Regia

  • 3 Aprile 2015 in 21:31
    Permalink

    Concordo in pieno. Ci vuole parita’ e rispetto.
    Cordiali saluti e Buona Pasqua

  • 3 Aprile 2015 in 21:32
    Permalink

    e poi in serie b ci si sarebbe andati comunque per demeriti sportivi
    (sul campo)

I commenti sono chiusi.