DONADONI: “L’AIC HA FATTO IL PUNTO CON I CURATORI PER LA PROSECUZIONE DELL’ESERCIZIO PROVVISORIO. I TIFOSI? LI VORREMMO SPONTANEAMENTE VICINI” – il video della conferenza

DONADONI: “L’AIC HA FATTO IL PUNTO CON I CURATORI PER LA PROSECUZIONE DELL’ESERCIZIO PROVVISORIO. I TIFOSI? LI VORREMMO SPONTANEAMENTE VICINI” – il video della conferenza upload by COMeSER Technology

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

9 pensieri riguardo “DONADONI: “L’AIC HA FATTO IL PUNTO CON I CURATORI PER LA PROSECUZIONE DELL’ESERCIZIO PROVVISORIO. I TIFOSI? LI VORREMMO SPONTANEAMENTE VICINI” – il video della conferenza

  • 7 Aprile 2015 in 21:04
    Permalink

    ditegli che e’ l’allenatore del tavecchio fc se non ottiene risultati il suo presidente lo dimissiona

  • 7 Aprile 2015 in 21:05
    Permalink

    Anche io vorrei che il Parma fosse fatto spontaneamente di giocatori BUONI

  • 7 Aprile 2015 in 21:36
    Permalink

    se avessimo avuto una squadra un po adeguata adesso sarebbero cazzi,pensate un po se fossimo in corsa per salvarci nonostante tutto,che pensi al disatro tecnico a cui ha contribuito che la memoria mi funziona ancora bene nonostante anedda o guiotto.adesso vuole i tifosi vicini ma se l’anno prossimo saremo fortunatamente a kilometri e kilometri di distanza nello spazio e nel tempo

    • 7 Aprile 2015 in 23:50
      Permalink

      infatti a me sta tiritera della dignità,,,,professionalità……. mi ha un po’ fiaccato magari vado un po’ controcorrente ma,,,,mi chiedo cosa è cambiato da settembre quando non prendevano lo stipendio giocatori e staff tecnico??….un cazzo!!!non prendono lo stipendio da allora,ma la differenza è che da quando la lega calcio ci ha sottomesso costringendoci ad accettare la carità, x coprire le loro malefatte organizzative,e per evitare multe salatissime dai broadcoster siamo diventati una squadra che va in campo concentrata, attenta,con voglia di far bene….e abbiamo sono portati via punti da roma e da milano….a pensar male tutta sta litania dell orgoglio dell appartenenza si potrebbe tradurre così” guardateci siamo ultimi…senza stipendi..allo sbando!!! ma guardate che professionisti e con che impegno scendiamo in campo….ce lo meritiamo un contratt0 per l anno prossimo?? costiamo anche poco…magari anche niente”….a me girano perché avrei voluto vedere lo stesso senso di appartenenza,grinta,e impegno dall inizio del campionato..senza dover sentire tali proclami che suonano come una televendita,.ora forse saremmo magari ancora li a poter sperare in una rocambolesca salvezza…e saremmo magari più papetibili,e….la loro vetrina ce l avrebbero avuta lo stesso…anche migliore!!invece ora siamo qui rassegnati al nostro destino,,, sbandierando che parma siamo noi…e altre cagate simili perché non sappiamo più a cosa attaccarci,
      Inoltre cosa che mi fa ancora più incazzare è che la lega e anche i giocatori come scusa, usano come scudi umani i poveri dipendenti, facciano una colletta i calciatori per i dipendenti se li hanno così a cuore e se sono così attaccati alla gente e al territorio….e poi incrocino le gambe come avevano minacciato di fare se le cose non fossero cambiate….sono cambiate sostanzialmente? non direi perché io credo che alla fine carità o meno di Tavecchio ,che si finisca o no il campionato noi finiremo in D e dipendenti e fornitori avanzeranno i soldi …mi auguro per loro che non sia cosi ma il timore è forte-…..alla fine i calciatori non sono assolutamente esuli da colpe…per andare a riprendercela non era possibile, ma conservarla si ….non averci mai veramente provato è un peccato mortale che pagheremo noi tifosi,loro giocheranno altrove…..e parma saremo noi…e solo noi ….ma in D e abbandonati da tutti

  • 7 Aprile 2015 in 22:13
    Permalink

    Immagino che domani i Boys faranno 90 minuti di “ritiratela, ritiratela, ritiratela”.

  • 7 Aprile 2015 in 23:24
    Permalink

    Beh anch io avrei voluto tifare real Madrid ma tifo Parma e per questo il mio sostegno va sempre e sopratutto alla maglia giallo blu o crociata che sia…questa e’ la situazione questa e’ la squadra e questi sono i giocatori, certo non e’ bello non vedere mai tre passaggi di fila o un contropiede tre tocchi e gol ma così è’ e finché non cambieranno le cose la maglia del Parma va sostenuta comunque.
    Se siete così snob e borghesi da tifare solo quando si vince dovete accendere la playstation e scegliere teal o Bayern.
    Come siamo limitati …non avremo mai la sportività vera come in Inghilterra dove la maglia viene sempre sostenuta oltre ogni situazione…ah e’ vero noi siamo a Parma e se piove o si perde non di tifa perché la pioggia e perdere ci fa un po’ schifo…

  • 8 Aprile 2015 in 11:21
    Permalink

    Ma il Parma è spontaneamente ultimo o mi sbaglio?

    • 8 Aprile 2015 in 18:59
      Permalink

      E’ ultimo e basta.

  • 8 Aprile 2015 in 22:57
    Permalink

    Se i giocatori incrociano le gambe è un problema, giá lo fa la mia compagna e questo non è bello, anche se le sue gambe sono corte e tozze, io mi ci divertivo lo stesso, qualche galloppata la facevo, nonostante l’età e la panza. Varela, aprile almeno tu…

I commenti sono chiusi.