GENOA-PARMA 2-0 (FINALE) – CON UN GOL PER TEMPO (FALQUE’ E PAVOLETTI) I PADRONI DI CASA SI SBARAZZANO DEI GIALLOBLU

DSC03933

GENOA-PARMA 2-0

Marcatori: 13’ Falqué, 31’ st Pavoletti

GENOA (3-4-3) – Lamanna; Roncaglia, Burdisso, De Maio; També (15’ st Kucka), Rincon, Bertolacci (36’ st Mandragora), Bergdich; Falqué, Borriello (16’ st Pavoletti), Perotti
A disposizione: Perin, Sommariva, Izzo, Niang, Lestienne, Edenilson, Laxalt
All: Gasperini

PARMA (3-5-1-1) – Mirante; Santacroce (6’ st Cassani), Lucarelli, Feddal; Varela, Lila (34’ s.t. Mauri) Lodi (18’ st Jorquera), , Nocerino, Gobbi; Ghezzal; Belfodil
A disposizione: Bajza, Iacobucci, Mauri, Costa, Palladino, Taider, Mariga, Erlic, Esposito, Coda
All: Donadoni

Arbitro: Sig. Claudio Gavillucci di Latina

Assistenti: Sigg. Tonolini e Vivenzi

IV Ufficiale: Sig. Paganessi

Arbitri Addizionali: Sigg. Mazzoleni e Pairetto

Ammoniti: Lila, Roncaglia, Belfodil, Falqué, Nocerino, Jorquera, Kucka, Lucarelli

Recupero: 2’ + 4’

Spettatori: 16.502 abbonati (170.781 Euro) + 1.066 paganti (20.155 Euro).

IL FILM DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

2’ Bomba carta fatta scoppiare dai tifosi del Genoa

3’ Lila redarguito verbalmente per intervento su Rincon

4’ Gomitata di Lucarelli sul mento di Perotti: Gavillucci lascia correre

5’ Spreca occasione il Genoa con Falqué

7’ Risposta Parma: Belfodil pesca in area Lila, ma la difesa rossoblù libera in angolo

8’ Iniziativa di Bertolacci. Sfera sul fondo

13’ Borriello ha portato via il suo giocatore, e messo in mezzo per Falqué che con il piattone sini porta in vantaggio i padroni di casa GENOA-PARMA 1-0

16’ Borriello dolorante al quadricipite sinistro è costretto a lasciare il campo: al suo posto Pavoletti

17’ Mirante sventa pericolo

18’ Assist di Bertolacci per Perotti che non riesce a intervenire e Mirante libera

19’ Ammonito Lila per gioco falloso (l’arbitro gli mostra il tre: per dirgli è il terzo intervento falloso…)

21’ Genoa ancora pericoloso con un colpo di testa. Segue mischia in area e Parma costretto a liberarsi in corner

22’ Due corner consecutivi contro il Parma, con Mirante che sul secondo si ritrova il pallone tra le mani a centro area

23’ Colpo di testa di Pavoletti da posizione insidiosa, ma sciupa banalmente il raddoppio colpendo male e spedendo alto

25’ Ghezzal prova a portare i suoi fuori dal fortino, ma sciupa commettendo fallo in attacco

28’ Di nuovo doppio corner contro il Parma. Il primo dalla destra, il secondo dalla sinistra, ma Mirante nell’area affollatissima trova lo spazio per liberare

31’ Pavoletti scattato sul filo del fuorigioco , solo davanti a Mirante pasticcia incredibilmente. Per la seconda volta ha sulla coscienza un facile raddoppio mancato

33’ Il pallone entra nuovamente in rete, ma l’arbitro aveva già fischiato prima un fallo di Pavoletti: non si può neppure parlare di gol annullato

34’ Varela cerca di far filtrare un pallone in area ma non ci riesce

35’ Conclusione Lila, abbondantemente fuori

37’ Lucarelli intercetta traversone di Bergdich, che poi riprende il pallone, ma la difesa crociata si salva in angolo

40’ Lila in area dopo gli sviluppi di un calcio di punizione di Lodi, respinto dai rossoblù, non riesce a trovare il modo di concludere a rete

44′ Varela in area, servito da Ghezzal, viene anticipato

45’ Due minuti di recupero

45’ Ammonito Roncaglia per fallo su Nocerino. Era diffidato salterà il prossimo match

46’ Punizione pericolosa del Parma con Lodi, con sfera messa fuori

AL RIPOSO GENOA-PARMA 1-0: Al 13’ Falqué porta in vantaggio i padroni di casa su assist di Perotti, che poi sciupano più volte l’occasione del raddoppio. Crociati stanchi messi alle corde

SECONDO TEMPO

3’ SuperMirante neutralizza con la punta una conclusione ravvicinata di Perotti

5’ Tentativo di Ghezzal: alto

6’ Sostituzione Parma: Fuori Santacroce, dentro Cassani

7’ Bravo Feddal a interrompere una combinazione Pavoletti-Falqué

10’ Ammonito Belfodil

13’ Bel pallone di Cassani che pesca Ghezzal, la cui conclusione area termina alta

14’ Belfodil sfiora un altro giallo, ma l’arbitro lo grazia

15’ Secondo cambio Genoa: Fuori També dentro Kucka

16’ Ammonito Falqué

18’ secondo cambio Parma: tra i fischi di Marassi fuori Lodi dentro Jorquera

20’ Varela, che ci aveva provato già due minuti prima, fa filtrare un pallone in area, ma il tentativo non riesce

23’ Lucarelli ferma bene Bertolacci, a seguire conclusione altissima di Perotti

24’ Tiro cross di Falqué neutralizzato da Mirante

25’ Ammonito Nocerino per fallo su Pavoletti

26’ Nuova bomba carta dei tifosi del Genoa

26’ Conclusione tesa a cercare l’angolino di Falqué su calcio di punizione con sfera fuori

28’ Mirante si supera in volo plastico per neutralizzare su tiro di Kucka dopo insidioso contropiede rossoblù

29’ Nocerino prova a concludere in porta: palla fuori

31’ Il raddoppio è di Pavoletti, al primo gol in serie A GENOA-PARMA 2-0

33’ Ammonito Jorquera per fallo su Bertolacci

34’ Terzo cambio Parma: fuori Lila, dentro Mauri

36’ Bertolacci esce in barella, sostituito da Mandragora

38’ Ammonito Kucka per fallo su Varela

38’ Zuffa furibonda a centrocampo. Gavillucci pesca nel mucchio Lucarelli e lo ammonisce…

41′ José Mauri ci prova ma lo ferma Lamanna

44’ Lamanna stavolta sventa su Belfodil

45’ Sono 4 i minuti di recupero

47’ Tiro debole di Belfodil che non impensierisce Lamanna

49’ GENOA-PARMA FINISCE 2-0

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

25 pensieri riguardo “GENOA-PARMA 2-0 (FINALE) – CON UN GOL PER TEMPO (FALQUE’ E PAVOLETTI) I PADRONI DI CASA SI SBARAZZANO DEI GIALLOBLU

  • 15 Aprile 2015 in 18:46
    Permalink

    Sembriamo un po’ stanchi.

  • 15 Aprile 2015 in 19:24
    Permalink

    come la temperatura di santa maria di leuca…non pervenuti

  • 15 Aprile 2015 in 19:47
    Permalink

    Figa ragazzi…attacco inesistente..

  • 15 Aprile 2015 in 19:48
    Permalink

    Ci siamo svegliati un po’.

  • 15 Aprile 2015 in 20:00
    Permalink

    E via che Osso vuol tornare protagonista Mauri in panchina e dentro i pattinatori….meglio perdere così non avremo rimpianti per la classifica finale!!!!!

    • 15 Aprile 2015 in 22:20
      Permalink

      Ma infatti è un allenatore che non capisco. ..

      Cmq Lucarelli è tornato e il risultato lo dice…

  • 15 Aprile 2015 in 20:06
    Permalink

    Alè! Domani prevedo un Boni scatenato 😀

  • 15 Aprile 2015 in 20:14
    Permalink

    Bravi genoani che scatenano una rissa a partita ormai finita. Minchioni loro e il loro presidente.

  • 15 Aprile 2015 in 20:27
    Permalink

    Abbiamo limitato i danni, io nel pomeriggio ho detto che era più facile che ci comprasse qualcuno piuttosto che vincere in casa del Grifone, sinceramente pensavo di prendere un imbarcata tipo Juventus Stadium….
    Meglio concentrarci su cose importanti tipo i tribunali, che tanto le formazioni di Osso le dobbiamo sorbircele ancora 2 mesi

  • 15 Aprile 2015 in 20:37
    Permalink

    se questa squadra vale 25 milioni io son la brunetta dei ricchi e poveri,ma mica solo per oggi eh ? piuttosto investo 50 milioni in cani stracci oil

  • 15 Aprile 2015 in 20:37
    Permalink

    Bentornata normalità insomma…

    • 15 Aprile 2015 in 22:24
      Permalink

      Bentornata x te….. Io penso che una squdra e un allenatore cosi non meritino lo sipendio che pure gli spetterebbe di diritto… Quelli che ci mettono l’impegno ogni domenica sono pochi. ..molti non dovrebbero giocare in questa serie…La classifica parla chiaro

  • 15 Aprile 2015 in 20:41
    Permalink

    Gruppo sazio perché dopo tre partite decenti si sente a posto. Spero di vederne pochi di sti broccacci l’anno prossimo.

    • 15 Aprile 2015 in 22:55
      Permalink

      No no…non ne vedi nessuno…

      • 16 Aprile 2015 in 14:38
        Permalink

        Le piacerebbe, eh, Ghirardello? Tanto lei appare solo quando il Parma perde, non quando si vince… Bel coraggio! Approfittare dell’anonimato per fare il gufo ma solo quando le fa comodo. Visto che domenica dopo la vittoria sulla Juve, lei era sparito. Abbia almeno la dignità di qualificarsi.

  • 15 Aprile 2015 in 21:47
    Permalink

    Ma Coda, che con tutti i suoi limiti è l’unica vera punta che ha il Parma, perchè non gioca? Non credo che i due che hanno giocato stasera li davanti siano dei fenomeni visto che non segnano entrambi dal 2013!

    • 15 Aprile 2015 in 22:26
      Permalink

      Ma Donadoni quest’anno fa pena. ..mi spiace x lui. ..ha avuto una involuzione come Belfodil…

  • 15 Aprile 2015 in 21:58
    Permalink

    L’attacco del Parma non segna sin dall’inizio del campionato, mica c’entra il tribunale o il fallimento. L’attacco è il peccato originale della stagione, lo dico anche ai detrattori di Cassano, quante palle bellissime ha servito Antonio ma davanti non c’era chi ci doveva essere (an ghera nisò)? Oppure ho visto delle altre partite rispetto alla realtá?

      • 15 Aprile 2015 in 22:38
        Permalink

        Il Parma è retrocesso la 2 giornata di campionato quando ha perso l’unico giocatore insostituibile che aveva in rosa…infatti era l’unico che anche nel passato giocava sempre anche da infortunato…ovvero Biabiany…

        • 15 Aprile 2015 in 22:44
          Permalink

          Considera che altrimenti sarebbe stato venduto… Ghiro e Leo hanno cercato di rifilare il pacco al Milan ma gli è andata male…
          Detto ciò, ci tengo a sottolineare che spiace davvero che Belfodil si sia dovuto ritirare. .. Di fronte alla salute, il calciomercato e i risultati calcistici passano in secondo piano…

          • 15 Aprile 2015 in 23:18
            Permalink

            Certo Biabiany…oggi sono particolarmente stanca e ho dei lapsus 😐

  • 16 Aprile 2015 in 07:02
    Permalink

    Cibbi,
    Lascia stare Lucarelli, io ho visto solo il primo tempo, ma ieri c’era una squadra che andava in moto e una col calesse, quindi quelle partite qua al 99% le perdi sempre…cosa vuoi che facciano i 3 difensori poveretti puntati sistematicamente da gente che va il triplo di loro…
    Io piuttosto mi sono incazzato perché in serie A non è ammissibile giocare con i tacchetti sbagliati, si può che c’erano giocatori nostri che pattinavano invece di correre??? Si sa che Gasperini fa bagnare il campo, non sarebbe neanche un gobbo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI