lunedì, Marzo 4, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

L’INSEDIAMENTO IN MUNICIPIO DEL SINDACO OSIO: “GLI IMPRENDITORI PARMIGIANI? GRANDISSIMI NEL PROPRIO SETTORE, MA INESPERTI DEL MONDO DEL CALCIO…” – video intervista di Gabriele Majo

L’INSEDIAMENTO IN MUNICIPIO DEL SINDACO OSIO: “GLI IMPRENDITORI PARMIGIANI? GRANDISSIMI NEL PROPRIO SETTORE, MA INESPERTI DEL MONDO DEL CALCIO…” – video intervista di Gabriele Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

22 pensieri riguardo “L’INSEDIAMENTO IN MUNICIPIO DEL SINDACO OSIO: “GLI IMPRENDITORI PARMIGIANI? GRANDISSIMI NEL PROPRIO SETTORE, MA INESPERTI DEL MONDO DEL CALCIO…” – video intervista di Gabriele Majo

  • Altro che inesperti, sono delle vecchie volpi, pronte a prendere il controllo del club senza metterci quasi niente e facendo pagare una quota pure ai tifosi…

  • Mara Majonchi

    A me che il Parma venga fatto ripartire dalla D come Domodossola per favorirne l’acquisto a bassissimo prezzo di qualche prosciuttaio o casaro locale non fa piacere! Con i piccoli e pavidi investitori di provincia non si va da nessuna parte ed è forte il rischio di rimanere in serie D come Domodossola fino alla vecchiaia!
    Per questo proporrei il Parma ad investitori di levatura internazionale. Alla larga i pidocchiosi locali che si sono sempre tirati indietro lasciando il Parma ad Albanesi, Bergamaschi ed ancor peggio … bresciani. Meglio un cinese che un altro italiano come quelli visti dal dopo Ceresini (ultimo proprietario degno della massima stima) in poi.

  • Vekkia Maniera

    Caro Sindaco Attento ke ti Fanno le Scarpe

    Certo però ke Bello Ritornare in Cittadella

    Anke Domani regalate le Maglie Spero

    IL Tuo Sorriso è Sempre Con Noi

    CIAO MATTEO !!!!!!!!!

  • Direttore mettera l intera conferenza stampa ?

    • Certo. E’ già in fase di caricamento, però ci vorrà del tempo perché è lunga. Sarà divisa in due spezzoni

  • Massimo Catalano

    Meglio, come nuovo proprietario, uno straniero ricco che un italiano povero! Saluti, Massimo Catalano

    • Mara Majonchi

      Sarebbe meglio un massimo dirigente montenegrino o mandarino che un altro monterotondino.

      • Massimo Catalano

        Un montenegrino onesto è meglio di un monterotondino indagato!
        Saluti Massimo Catalano

        • Ghirardello

          Dei primi non di ha traccia, dei secondi son pieni i fossi…..

  • majo qual’è percentuale dai per la b?sempre la stessa?

  • Inesperti? No, mediocri che vorrebbero vivacchiare in D. Sai che figo essere senza ambizione ma parmigiani.
    P.s: era con Fabris?

      • Vedo che ormai lavorate bene insieme 😀

        • Io faccio coppia fissa con raimondi, mentre lui con trupo (e il triangolo con gallerani)

  • The Return

    Ernesto e Calisto parmigiani veri

  • Ernesto e Calisto si, come attaccamento al loro gioiellino sono stati dei grandi. Poi Calisto ne ha fatte di tutti i colori fuori dal calcio, ha perso il senso del limite… sta pagando e lasciamolo pagare in galera.

    • Ghirardello

      Come minimo….,ma roba da chiodi….

      • Scusi Ghirardello, ma lei di dove è? Per chi tifa? No, perché nei suoi interventi non vedo trasudare una particolare simpatia per il Parma e la sua storia. Anche Tanzi, lo vogliamo ammazzare? Farabutti quanto lui sono fuori, lui è (giustamente) in galera da anni ma bisogna parlarne comunque male. Come presidente fu un ottimo presidente (del Parma Ac). Si può anche dirlo senza per questo giustificarne le gravi colpe alla guida della Parmalat.

        • Ghirardello

          Tanzi come hai detto te nel primo intervento sta bene dove sta… (e cioè in gabbia) tutto il resto è davvero relativo.

  • A dire il vero, nel loro campo molti imprenditori pramazá sono in serie A, ma se sono veramente pidocchiosi col calcio che se ne “vadino”, loro e le loro industrie del cavolo, l’orgoglio ed il cuore di Pärma rimedierá ben presto alla perdita di qualche migliaio di posti lavoro, purchè rimangano Melli, Lucarelli e Manfredini. Pagati dai cinesi? Pasensia veh

  • Che se ne stiano lontano dal Parma, io non li voglio e non mi terranno legato a un nuovo parmino da d

I commenti sono chiusi.