DESERTA ANCHE LA QUINTA ASTA Guarda il video "Dal notaio Almansi: nessuna offerta" su YouTube

(Comunicato Stampa) – I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, comunicano che alle ore 12.00 di oggi 28 maggio 2015 nessuna offerta vincolante per l’acquisto è stata consegnata al notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato dott. Pietro Rogato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva dell’azienda sportiva del Parma FC.
Già nelle prossime ore i curatori si confronteranno con il Comitato dei Creditori e con il Giudice Delegato per le necessarie decisioni sul futuro dell’azienda sportiva e per l’eventuale prosecuzione dell’esercizio provvisorio.

Dal notaio Almansi: nessuna offerta. Il video di StadioTardini.it da Youtube: https://youtu.be/AXYomb1wE1Q

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

53 pensieri riguardo “DESERTA ANCHE LA QUINTA ASTA Guarda il video "Dal notaio Almansi: nessuna offerta" su YouTube

  • 28 Maggio 2015 in 12:23
    Permalink

    TRISTEZZA…

  • 28 Maggio 2015 in 12:32
    Permalink

    Quindi extra time?

  • 28 Maggio 2015 in 12:45
    Permalink

    Che delusione!siamo peggio della carta straccia!!!speriamo che il giudice conceda le trattative private mi sembra la soluzione ideale per un lieto fine perché è quello a cui puntano le cordate

    • 28 Maggio 2015 in 12:55
      Permalink

      Penso che le cordate, che poi secondo me è una sola, si dovranno accontentare di un nuovo calendario di aste, o una singola asta. Reputo più difficili trattative private che prestano il fianco ad eventuali disquisizioni.

  • 28 Maggio 2015 in 12:47
    Permalink

    Una nuova asta avrebbe senso solo con un compratore pronto. Altrimenti finisce qui.

    • 28 Maggio 2015 in 12:49
      Permalink

      Ormai mi sto convincendo anch’io che il compratore ce l’hanno in mano e stanno cercando di sosdisfare le sue richieste

      • 28 Maggio 2015 in 12:55
        Permalink

        E quanto ci vorrà ancora?

      • 28 Maggio 2015 in 12:56
        Permalink

        E come direbbe Boni… Ormai lo ha capito anche Majo!

        Scherzo ovviamente, apprezzo molto la tua fredda analisi dei dati ma per noi tifosi questo era chiaro come il sole anche perché in caso contrario ci sarebbe quello che nessuno vuole, la serie D

        Parlando di Boni e di serie D, non oso immaginare Calcio&Calcio questa sera… portarti i tappi per le orecchie che il saltimbanco sará incontenibile!

      • 28 Maggio 2015 in 12:58
        Permalink

        dipende quali sono le richieste…se vogliono 10 milioni di debito possiamo chiudere baracca e burattini

      • 28 Maggio 2015 in 13:07
        Permalink

        Direttore benvenuto nel gruppo , stona un pochino
        quell’ “ormai ” che suona un po’ di rassegnazione.

        • 28 Maggio 2015 in 13:25
          Permalink

          E perché mai “rassegnazione”? Io cerco solo di valutare gli elementi in modo razionale in base agli sviluppi. Nessuna rassegnazione.

      • 28 Maggio 2015 in 13:10
        Permalink

        Si, ma per soddisfare il quale (avra’ magari fissato lui il prezzo) bisognera scendere di prezzo e iimagino non di poco…
        Come?….
        La societa’ potra’ pure essere valutata meno…ma e’ roba di poco conto…
        Sul debito sportivo (un macigno) si e’ gia fatto tutto il fattibile e forse anche con manovre ai limiti della legalita’…..
        Boohhhh……la vedo storta…

        • 28 Maggio 2015 in 13:22
          Permalink

          E’ stato fatto il fattibile, ma si sta lavorando ancora. Ad esempio Pavarini, che secondo ParmaFanzine stamani era ancora tra gli “impuntati”, oggi, verso le 12,45 si sarebbe convinto facendo un bel taglio dei propri emolumenti. E quindi ne potranno seguire altri in tempo utile per una nuova asta.
          Marchionni ha fatto imbrusiare i curatori con l’intervista concessa a stadiotardini.it, ma è palese che accoglieranno la sua offerta di ridursi del 50% gli emolumenti, a meno che non sperino di spuntare un ulteriore sconto. Ma a loro ha creato problemi con Amauri, perché li sperano di spuntare 75-80% anche perché questi, assistito da Pocetta, avrebbe incassato in precedenza una buona somma prima di accettare di andare, e quindi si spera di rientrare di una cifra maggiore. Ma è chiaro che il precedente di Marchionni può causare problemi. Ma ogni caso è diverso…

          Insomma: stamani non si era pronti. Andare al prossimo appuntamento penso che si possano sistemare le cose, con un po’ di buona volontà di tutti.

          Cordialmente

          Gmajo

          • 28 Maggio 2015 in 13:30
            Permalink

            ho capito ma…calendarizzazioni…mosse ulteriori…?
            Qua l’esercizio provvisorio sta terminando..(mancano 3 giorni mi pare..) e se non succede una fava e’ morte sicura…
            O no?….

          • 28 Maggio 2015 in 13:41
            Permalink

            E’ stato prolungato di due settimane (minkia, ma allora sono rikki…) e in più ci sarà una unica asta decisiva

          • 28 Maggio 2015 in 16:52
            Permalink

            lascia perdere Majo, Ghirardello confonde i suoi sogni con la realtà

      • 28 Maggio 2015 in 13:13
        Permalink

        Se Rogato concede un’altra asta (soprattutto se fosse a strettissimo giro) può solo voler dire che il compratore c’è. Altrimenti non avrebbe alcun senso.
        Pensa che possa essere Corrado?

        A cosa allude, direttore, quando afferma che eventuali trattative private presterebbero il fianco a disquisizioni?

  • 28 Maggio 2015 in 12:54
    Permalink

    Majo spiegati meglio!! Sei improvvisamente diventato ottimista?? O hai news dai tuoi talponi?

  • 28 Maggio 2015 in 13:01
    Permalink

    È Segafredo Zanetti! Secco!

  • 28 Maggio 2015 in 13:14
    Permalink

    Il Parma è appetibile nonostante l’ingente debito sportivo solo se sul piatto della bilancia viene messo il centro sportivo di Collecchio come osso da brodo unito alla polpa. Se si vorrà speculare anche sul centro di Collecchio non regalandolo o facendo pagare a chi acquisterà il Parma solo una cifra simbolica,di facciata, tutto andrà a puttana. Nessuno riscuoterà più un cinque, la squadra andrà tra i dilettanti e il centro di Collecchio verrà adibito a campo rom tanto ……per fare un favore ai parmigiani. Il buon Majo mi dirà che il centro di Collecchio non si potrà regalare e allora preparatevi alla serie D ……come Domodossola.

    • 28 Maggio 2015 in 13:49
      Permalink

      Ciao V come Velenoso: non so quanto il direzionale possa rientrare nella partita, ma il fatto che ci si dissangui con due settimane aggiuntive di esercizio provvisorio, vuol dire che il compratore c’è…

      • 28 Maggio 2015 in 13:52
        Permalink

        Mahhh..in passato abbiamo visto compratori certificati farsi di nebbia a cose fatte…
        In ogni caso la sensazione puo’ essere quella.
        Data ufficiale quindi di ultima asta?

      • 28 Maggio 2015 in 15:56
        Permalink

        Stranamente m’e’ venuto come nick name una V.Non voglio nascondermi,somo sempre io VELENOSO

  • 28 Maggio 2015 in 13:17
    Permalink

    Chiaro direttore che c’è un compratore pronto.
    Ma sa stamane riflettevo… Secondo me è stata sbagliata la comunicazione, le voci insistenti di un interesse han fatto altro che aumentare le speculazioni sul debito. Se fossero trapelate voci più pessimistiche probabilmente anche i più dissidenti si sarebbero ammorbiditi…
    Crede sia giusta la mia considerazione?
    Inoltre stamane leggevo un articolo del sempre ottimo fabris in cui si diceva che molti contratti presentavano delle falle dobbiamo aspettarci un altro pugno di ferro dei curatori o giudice?
    I miei più sinceri saluti.
    Sempre sul pezzo direttore, orgoglioso di tifare Parma sempre e comunque.

    • 28 Maggio 2015 in 13:47
      Permalink

      Non so cosa intenda per falle Fabris, chiaro che i contratti erano figli dello stile Leonardi, fatti anche per venire incontro alle esigenze di giocatori e procuratori…

      Che la comunicazione fosse sbagliata non direi: voglio dire. E’ palese che si stia cercando un compratore, e che per averlo il debito sportivo va abbassato. Che ci fosse o meno alla porta cambia poco. Anche perché se non si raggiungono certe cifre ragionevoli è notte fonda per tutti, anche per chi cerca di tenerlo duro.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 28 Maggio 2015 in 13:20
    Permalink

    Direttore ma la cordata é del palazzo??

  • 28 Maggio 2015 in 13:29
    Permalink

    Già da stamattina mi sembrava che avessi maturato la sensazione che un interessato (Corrado da tramite per gli americani?) ci sia, allora non era un mio delirio da stress asta.
    Speriamo nell ulteriore asta, la trattativa privata sarebbe una porcata

    • 28 Maggio 2015 in 13:42
      Permalink

      Infatti sei stato accontentato. Ulteriore asta e niente porcate (a parte che si fanno anche extra trattative private…)…

  • 28 Maggio 2015 in 13:30
    Permalink

    E lei ha gia qualche idea di chi possa essere?

    • 28 Maggio 2015 in 13:41
      Permalink

      Con precisione no. Ma mi sa che si vada in direzione Giordano. Magari con Corrado…

  • 28 Maggio 2015 in 13:36
    Permalink

    Si majo..convengo con te che ci sia ua apparecchiata privilegiata del palazzo..altrimenti non si spiegherebbero tutte ste proroghe e quant’altro dai curastar e giudice!..il commensale vuole pranzare bene e spendere non dico poco ma il giusto!..se poi è una cordata imbastita da lotito aspettiamoci delle belle!

    • 28 Maggio 2015 in 13:40
      Permalink

      Io credo che sia buona la pista che riconduce a Giordano. però potrei anche sbagliarmi.

      nel frattempo apprendo che ParmaFanzine ha intercettato Lucarelli e Guiotto offrendo la ghiotta primizia che l’esercizio provvisorio sarà prolungato di due settimane, con una sola asta. La notizia, a breve, sarà ufficializzata anche da un comunicato stampa, che vedremo se conterrà indicazioni precise.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 28 Maggio 2015 in 13:53
        Permalink

        Una sola Asta che guarda a caso sarà fatta su misura…perchè in queste due settimane si toglieranno o taglieranno dal conto ancora un po’ d’irriducibili che vogliono le loro spettanze,nel mentre magari anche il palazzo e l’altra procedura fallimentare (quella di eventi sportivi) alleggerisce le pretese su Collecchiello…

      • 28 Maggio 2015 in 13:53
        Permalink

        Io punto su Corrado…

        • 28 Maggio 2015 in 13:56
          Permalink

          Eh, ma non sarebbe da solo… Secondo me sarebbe in compagnia di Giordano…

          • 28 Maggio 2015 in 14:35
            Permalink

            direttore che si ha la volta buona ,ormai è una storia infinita speriamo si chiuda in bene …..

  • 28 Maggio 2015 in 13:48
    Permalink

    Altre due settimane di ansia e sofferenza…che palle!
    Poi speriamo che a Giordano non gli venga la temperatura se no è la fine

  • 28 Maggio 2015 in 14:36
    Permalink

    Che parceda ragaz!..speriamo majo di non attirare antipatie già più di quelle che abbiamo attirato!

  • 28 Maggio 2015 in 14:51
    Permalink

    Via le MELE marce!!!

    Giordano ANCORA! Dai la ma second ti!

    No a ricatti del PALAZZO!!!!

    A testa alta SEMPRE forza Parma!!

    BASTA paias!!!!!

    • 28 Maggio 2015 in 15:05
      Permalink

      E allora se è a testa alta sempre accontentati della catartica D dei cocoon… (che manco più loro vogliono, i catartici…)

  • 28 Maggio 2015 in 15:22
    Permalink

    Credo che l’intuizione di V come velenoso possa avere piu’ di un fondamento…innegabile che il centro di collecchio colutamente tenuto fuori dalla faccenda, rappresenti invece una fetta appetitosissima.
    Come e se riesca ad entrare in ballo e in quale modo puo’ essere o meno la chiave di volta per la buona riuscita o meno dell’operazione.

  • 28 Maggio 2015 in 15:49
    Permalink

    Direttore ma secondo lei alla fine chi sara a mettere i soldi? The space? La controllante vue entertainment o altri? Grazie direttore

    • 28 Maggio 2015 in 15:57
      Permalink

      Credo che la pista The Space sia valida.

      mentre rettifico la mia precedente idea circa Giordano, che è out da questo discorso.

      • 28 Maggio 2015 in 16:11
        Permalink

        Che e’ sta the space Majo?….
        Pista suggestiva …foss’anche per il solo fatto (so bene che non basta) che non e’ caldeggiata da azzeccagarbugli di oltre Tevere alcuno…. e che mi guardo bene dal nominare….

  • 28 Maggio 2015 in 16:00
    Permalink

    Ok grazie per le dritte direttore…the space come la vede in termini di disponibilita economica?

  • 28 Maggio 2015 in 16:01
    Permalink

    Ma se il debito sportivo si saprà dopo il 23 come si fa ad acquistare il Parma prima del 15 se non si saprà ancora quello che un eventuale compratore dovrà sborsare?

    • 28 Maggio 2015 in 18:45
      Permalink

      Il debito sportivo, a spanne, sarà ben chiaro già a inizio giugno, dal momento che l’ultimo termine per le insinuazioni è il 31 maggio, come ha ben scritto in un suo commento il lettore massimiliano

  • 28 Maggio 2015 in 16:20
    Permalink

    REZART TACI

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI