IL RITORNO DEL DESAPARECIDO ALBERTINI E IL TAGLIO DI CAPELLI DI ANEDDA E GUIOTTO (ANCHE SE PREFERIREMMO QUELLO DEL DEBITO SPORTIVO). GIOVANISSIMI: SCAMPATO PERICOLO TRASFERTA A PALERMO

DSC06679(gmajo) – Da un po’ di tempo a questa parte in tanti mi chiedevano che fine avesse fatto Demetrio Albertini: oggi, proprio mentre stavo lasciando la mix zone, l’ho incrociato all’uscita della Tribuna Vip intanto che stava accontentando dei fan che desideravano esser immortalati con lui. L’interrogativo più frequente, in pramzan, era: “ma co fal?”. Intanto lo abbiamo rivisto…  Poco più in là, nell’antistadio, scortati dalla responsabile dell’ufficio stampa  della Curatela Veronica Boldrin, c’erano anche i due CuraStar Anedda & Guiotto: con tutte le autorizzazioni del caso, al fine DSC06683di poter offrire la prova documentale ai nostri lettori, molto interessati alla capigliatura del leader dei commercialisti, ho potuto finalmente immortalarlo in alcuni scatti fotografici che testimoniano che era vera la notizia, da me diffusa qualche tempo fa, che si era tagliato i capelli, venendo incontro alla grandi richieste del pubblico virtuale. Per simpatia con Anedda, anche Guiotto è andato dal barbiere. E ora che le chiome sono state domate con opportuni tagli, l’auspicio – in ottica possibile vendita del Parma – è che ulteriori tagli possano aggiungersi ai “debiti sportivi”, che secondo stime ufficiose si attestano attorno ai 32 milioni di euro (cifra che, come scrivevo sabato, DSC06680milioncino o spiccioli avanti e indietro sarebbe stata inserita in tutta fretta nella virtual data room giovedì sera, prima dell’asta del giorno successivo, alias venerdì 22), peraltro replicabili per una o più stagione a venire, salvo nuove norme regolamentari (vedremo il consiglio federale di martedì cosa riserverà). La cifra, ancora, è ritenuta molto alta affinché qualche compratore possa salvare l’azienda sportiva. così come non è matematico che il giudice delegato Pietro Rogato (anche lui oggi DSC06681presente all’Ennio per l’ultima in A dei crociati) conceda ulteriori nuove aste o trattative private. Del resto per farlo andrebbe prolungato l’esercizio provvisorio con ulteriori nuovi esborsi da programmare, giacché i costi non possono superare i ricavi. A proposito: i Giovanissimi del Palermo sono riusciti nella impresa di farsi eliminare dal Torino, e così la trasferta del giorno 31, per gli ottavi di finale, vedrà i Giovanissimi Crociati (0-0 il ritorno casalingo con il Vicenza, decisivo il 2-4 in gara 1) andare in trasferta nel capoluogo subalpino con un risparmio di qualche migliaio di euro rispetto alla DSC06682temutissima (poiché costosissima) gita in Sicilia. In palio la Final Eight (da venerdì 19 a lunedì 29 giugno 2015 a Chianciano Terme e dintorni) che chissà se avranno poi mai la possibilità di giocarla (conditio sine qua non l’acquisto all’asta del Parma giovedì, oppure, appunto, la prosecuzione dell’esercizio provvisorio). Non ce l’hanno fatta, invece, gli Allievi Nazionali che oggi, in gara secca a Verona, sono stati eliminati dal Chievo 2-1 dopo i tempi supplementari.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL DEBITO SPORTIVO? DA GIOVEDI SERA LA CIFRA APPROSSIMATIVA E’ IN DATA ROOM… PLAY OFF GIOVANISSIMI: IL TERRORE DI DOVER AFFRONTARE IL 31.05 UNA COSTOSISSIMA TRASFERTA A PALERMO…

COMUNQUE VADANO A FINIRE LE ASTE BISOGNERA’ GARANTIRE ALLE SQUADRE DEL SETTORE GIOVANILE IL PROSEGUIMENTO DELL’ATTIVITA’ ANCHE A GIUGNO: SPECIE PER QUELLE APPRODATE AI PLAY OFF

ORA SIAMO PIU’ VICINI ALL’ALFA CHE ALL’OMEGA. MA PER SPERARE IN UN NUOVO CALENDARIO DI ASTE SARA’ NECESSARIO PROLUNGARE L’ESERCIZIO PROVVISORIO: CON QUALI SOLDI?

IL CONSIGLIO FEDERALE DI MARTEDI 26 MAGGIO ULTIMA OCCASIONE PER EVENTUALI MODIFICHE “SALVA-PARMA” DELLE NOIF

 

A HERNAN CRESPO IL 20° “TARDINI D’ORO” DEGLI EX GIALLOBLU’. A JOSE’ MAURI IL “TARDINI D’ARGENTO”. AD ANDREA ADORANTE (GIOVANISSIMI 2000 PARMA FC) IL “DANTE BONI” – foto e video

ANTICIPAZIONE AL 19 GIUGNO DELL’UDIENZA PER LA VERIFICA DEL DEBITO SPORTIVO: UNA NOTA DELLA CURATELA UFFICIALIZZA L’INDISCREZIONE LANCIATA DA STADIOTARDINI.IT

DEBITO SPORTIVO, L’UDIENZA PER L’ESAME DELLE INSINUAZIONI E RELATIVA QUANTIFICAZIONE E’ FISSATA PER IL 19 GIUGNO. LE DOMANDE DOVRANNO PERVENIRE ENTRO IL TERMINE PERENTORIO DEL 31 MAGGIO

IL MERCATOLOGO / LA MANCATA AMMISSIONE AL PASSIVO DEL FALLIMENTO PUO’ ESSERE PORTATA DAI CALCIATORI DAVANTI AGLI ORGANI DI GIUSTIZIA SPORTIVA E NE RISPONDEREBBE LA NUOVA PROPRIETA’

TOMMASI A STADIOTARDINI.IT: “I CURATORI NON MOSTRANO I MUSCOLI: LE PROVANO TUTTE PER SALVARE UNA SOCIETA’ CHE RISCHIA DI CHIUDERE. MA LA LORO TESI DOVRA’ ESSER RISCONTRATA”

IL MERCATOLOGO: “LA SORPRENDENTE MOSSA DELLA CURATELA RENDE PIU’ APPETTIBILE LA VENDITA DEL PARMA, MA PORTERA’ A UN PROLIFERARE DI CAUSE E/O NUOVE TRANSAZIONI”

PUGNO DI FERRO DELLA CURATELA: “NON DOVUTI I CREDITI AVANZATI DA CHI NON HA DISPUTATO UNA GARA UFFICIALE CON IL PARMA FC”. CHIESTA LA REVOCATORIA DEI PAGAMENTI ANTECEDENTI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

30 pensieri riguardo “IL RITORNO DEL DESAPARECIDO ALBERTINI E IL TAGLIO DI CAPELLI DI ANEDDA E GUIOTTO (ANCHE SE PREFERIREMMO QUELLO DEL DEBITO SPORTIVO). GIOVANISSIMI: SCAMPATO PERICOLO TRASFERTA A PALERMO

  • 24 Maggio 2015 in 23:18
    Permalink

    Cura-style 😀

  • 24 Maggio 2015 in 23:24
    Permalink

    Mi sbaglio direttore o rispetto a qualche giorno fa il pessimismo sta prendendo il sopravvento? Non abbiamo più spettanze a questo punto, siamo realisti… Game over

    • 24 Maggio 2015 in 23:37
      Permalink

      Io dico che bisogna sempre mantenere un certo equilibrio. Non disperiamo, pur rendendoci conto della situazione

  • 24 Maggio 2015 in 23:36
    Permalink

    Ciao Gabriele, sono d’accordo con te sul fatto che 32 mln sono tanti, dato che la previsione iniziale era intorno ai 20 25 mln, credo però che se realmente c’è qualcuno interessato e i curatori stanno lavorando “per lui”, questa differenza tra realtà e previsione del debito non cambia le cose, se invece i curatori stanno lavorando per rendere appetibile la società questo le complica e non poco. Tu cosa ne pensi?

    • 24 Maggio 2015 in 23:38
      Permalink

      Sono d’accordo. Ritengo più razionale l’opzione numero 2…

  • 24 Maggio 2015 in 23:46
    Permalink

    Mah, l equilibrio cui vorrebbe davvero, ma su un piatto della bilancia abbiamo 32 milioni + 6, sull altro piatto una x grossa come iuna casa. L equilibrio faccio davvero fatica a trovarlo…

  • 25 Maggio 2015 in 00:08
    Permalink

    Guiotto ma in du èt cate’ l’aroloj?L’è brut bonbe’ e po’ quand as ga la la pansa i giuboten picen i van mia ben!

    Anedda par piaser….a t’è fat la berba dal barber mia i cavi’!

  • 25 Maggio 2015 in 00:19
    Permalink

    Ragazzi se veramente i conti sono questi o arriva un investitore estero o siamo nella cacca

    • 25 Maggio 2015 in 01:02
      Permalink

      Dici?….

    • 25 Maggio 2015 in 09:56
      Permalink

      Avevo risposto poco prima a un altro che mi chiedeva la stessa cosa. Non ho i dettagli, ma solo l’importo raccolto conferendo con una molteplicità di soggetti informati sui fatti.

      • 25 Maggio 2015 in 10:21
        Permalink

        buongiorno direttore per noi giovedi sarà l’ ultimo destino ho sei speranzoso? poi una precisione su teleducato , parla che un compratore c”è ma nn si sa chi è? tu cosa ne pensi anche per angella sarà la forza della disperazione…..

        • 25 Maggio 2015 in 10:53
          Permalink

          Si appunto…
          Io sono abituato a parlare di cose certe…

          • 25 Maggio 2015 in 10:56
            Permalink

            direttore di certo ora nn c’e proprio niente, stiamo apettando il miracolo ma forte è che accade….

  • 25 Maggio 2015 in 10:20
    Permalink

    Allora questi presunti 32 quanti saranno giovedì mattina??

    togliendo solo Amauri e Marchionni saremmo già sui 28….

    Penso che domani sera avremo una fotografia più chiara!!!

    • 25 Maggio 2015 in 10:52
      Permalink

      Con i se non si va da nessuna parte. E comunque li convinci tu amauri e marchionni posto che il tuo calcolo sia corretto? E a 28 ml tu hai già il compratore in mano?

      • 25 Maggio 2015 in 11:19
        Permalink

        ma scusa non era 2 fra quelli che si battevano il petto in maglia crociata????
        che tutti applaudivano a più riprese???

        Domani alla riunione metteranno una norma ad hoc per questi arrichiti che non sono neanche in grado di stoppare un pallone, per tagliarli fuori!!

        Cmq anche se giovedì dovesse andare male penso che Rogato programmerà altre 2/3 aste al ribasso….senò sarebbe stato da pazzi fare l’esercizio provvisorio per nulla!!!!!

        • 25 Maggio 2015 in 11:31
          Permalink

          Esercizio provvisorio per nulla? Ma no, abbiamo chiuso la stagione in serie A…

          Di quel che farà Rogato ne discuteremo dopo che lo avrà fatto. Anche perché a furia di dire che farà altre aste o trattative private va a finire che anche la V va deserta…

  • 25 Maggio 2015 in 11:37
    Permalink

    Purtroppo il calcolo è corretto dei 74 milioni, 11 erano di imposte e quelli non si riducono al massimo si rateizzano, 20 erano degli esodati e tolti gli 8 non riconosciuti siamo sui 12 e di questi molti esodati vogliono il 100%, ne restano circa 43 di tesserati ed altri che quasi in blocco hanno accettato la riduzione del 75% per cui anche li sotto i 10 non si scende.
    Va detto che chi paga il debito sportivo si può insinuare nel passivo del fallimento e vista la tipologia dei pagamenti sarà sicuramente privilegiato. Non incasserà più del 20% però qualcosa gli ritorna.

  • 25 Maggio 2015 in 11:48
    Permalink

    è questione di logica!!! se non vende, l’esercizio provvisorio è stato controproducente, a meno che non venga sganciata l’elemosina della Lega.
    Non sarebbe meglio per tutti convertirla in un decerto salva Parma?????

    Dai dicci qualcosa sul tuo amico Amauri!!!! oltre ad essere stato uno dei peggiori centravanti mai visti al Tardini, adesso si è dimostrato quello che è anche fuori dal campo!!!

    • 25 Maggio 2015 in 11:58
      Permalink

      L’elemosina della lega non è un “se”: è stata sganciata (o dovrà esserlo). Tutto ha ruotato attorno all’elemosina: senza, l’esercizio provvisorio non ci sarebbe mai stato…

      Sulle cazzate che spari nelle ultime due righe non ti replico neppure. Non sono mica Boni. Io non ho amici tra i calciatori né passati, né presenti…

  • 25 Maggio 2015 in 14:56
    Permalink

    Direttore Giordano denunciera’ Taci, in piu’ conferma I 32 mln da lei anticipati. Complimenti ci ha preso un’altra volta.

    • 25 Maggio 2015 in 19:10
      Permalink

      Credo che il benzinaio del paese delle aquile farà un uso non proprio ortodosso di quei pezzi di carta….

  • 25 Maggio 2015 in 22:14
    Permalink

    Boh, o non si capisce più nulla (debito, contratti, 100 giocatori sulla schiena del non piocione che acquisterà il Parma) o si è già capito tutto: il Parma non è razionalmente acquistabile da nessuno ma ci si è provato fino in fondo e bravi i curatori comunque vada. Il debito “sportivo” non è quello che ha la performance migliore sul giro, 32, 28 o 15 (milioni di euro). Ma se è tutto predisposto come dite, che ci agitiamo a fare? Si andrà in B a prescindere dal debito, se nulla è invece predisposto, se prevalesse l’approccio al calcio come business, saremmo fregati. Se infine un imprenditore gettasse decine di milioni di euro per passione o per “aiutare” il Parma e la parmigianità…sarebbe da interdire. Una cordata? Ma non esiste dai che più imprenditori affidino milioni ad una entità che non possono controllare. Realismo, su ragas!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI