lunedì, Marzo 4, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

MELLI ALLA FESTA DEL PARMA CLUB TRAVERSETOLO: “CHI CI HA GESTITO PRIMA HA FATTO DELLE GROSSE MAIALATE, MA ANCHE QUALCOSA DI BUONO: IL SETTORE GIOVANILE E LA SCELTA DEI GIOCATORI” (video)

MELLI ALLA FESTA DEL PARMA CLUB TRAVERSETOLO: “CHI CI HA GESTITO PRIMA HA FATTO DELLE GROSSE MAIALATE, MA ANCHE QUALCOSA DI BUONO: IL SETTORE GIOVANILE E LA SCELTA DEI GIOCATORI” – video

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

12 pensieri riguardo “MELLI ALLA FESTA DEL PARMA CLUB TRAVERSETOLO: “CHI CI HA GESTITO PRIMA HA FATTO DELLE GROSSE MAIALATE, MA ANCHE QUALCOSA DI BUONO: IL SETTORE GIOVANILE E LA SCELTA DEI GIOCATORI” (video)

  • A breve messaggio di Matteo!

    • 🙂

      Beh, una volta tanto il nuovo eroe melli ha riconosciuto qualcosa di buono fatto dai suoi vecchi padroni e/o superiori…

      • Un colpo al cerchio e uno alla botte 😀

        • Ghirardello

          Esatto.
          Frasi di circostanza,ringraziamenti,auspici e poco altro…(vabbe’ che eravamo a margine di una festosa cena tra tifosi..), ma davvero a sentire questi del calcio ci si chiede se lo sanno che la democrazia cristiana e’ sparita da vent’anni……

  • Per quanto riguarda il settore giovanile se veniamo divorati dai MILLEPIEDI perdendolo tutto oltre alla squadra anche il settore giovanile qualcuno mi spieghi perché Melli ha sviolinato così verso un uomo che ha rovinato il Parma.Tra un po prevedo per GHIRARDI la beatificazione parmigiana.da parte di Melli e del ” buon ” Majo

    • Ghirardello

      ….prevedo inondazioni….

  • Melli non può non sapere che l unico merito di ghirardi o per essere molto piu precisi la famglia ghirardi….sul settore giovanile e stato scegliere palmieri come direttore

    Da li in avanti gli unici interventi non d facciata sono stati tagli continui al budget la chiusura della palazzina d via Confalonieri il continuo taglio d trasporti ecc ecc

    Con l avvento di leonardi poi non si poteva proprio parlare

    S da più spazio adesso che lui non c è più di quando è stato vinto lo scudetto con gli allievi vissuto addirittura come un fastidio

  • vecchia guardia

    CHE TIFOSI MAMMA MIA

    CURVA NORD

    • Vecchia gurdia, hai ragione, siamo tifosi da vergogna,io compreso, CE LA SIAMO PRESI CON UN SANT’UOMO COME gHIRARDI. Bisogna rimediare alla nostra svista e osannare Ghirardi, il più grande persidente dei 100 anni del Parma. Vecchia giardia, perchè non vai con Melli a Carpenedolo a baciargli i piedi O SE PRFERISCI IL CULO?

  • Vedi caro michele, io non volevo commentare nuovamente San Melli, ma visto il tuo invito a farlo sono ben contento di farlo: io credero’ a San Melli solo quando dara’ una giustificazione attendibile sul rinnovo dei contratti suoi e della compagna effettuati nel mese di Ottobre 2014 in piena trattativa tra il Ghiro e il Taci, ripeto fino all’infinito che il San Melli sapeva della situazione economica come tanti altri ora Santi, che la compagna era mel CDA, che se lui come dichiarato anziche’ vedere solo il suo orticello fatto di un buon contratto a lui e un buonissimo contratto alla compagna, orticello con tre appartamenti in affitto a due giocatori del Parma e un dirigente, quindi altri flussi e introiti che la famiglia del Santo riceve attraverso il Parma, avesse denunciato con lo stessa tenacia cio’ che accadeva al Parma dal 2010 e dimostrando la sua coerenza dimettendosi…..ecco dopo tutto questo anche io saro’ pronto a beatificarlo.
    Saluti

    • Ghirardello

      Cristallino.

    • Bravissimo… Melli non dovrebbe parlare, soprattutto in questo momento Così delicato x la storia del parma

I commenti sono chiusi.