BARALDI CONFERMA A PARMATODAY L’ANTICIPAZIONE DI STADIOTARDINI.IT: “COLLABORARE CON PIAZZA? HO GIA’ DATO LA MIA DISPONIBILITA’… E ZANETTI NON C’ENTRA NULLA”

image(gmajo) – Ha suscitato molto dibattito la rivelazione lanciata stamani da StadioTardini.it dell’incontro di ieri sera al De La Ville tra i rappresentanti italiani di Mike Piazza Gilberto Gerali e Maurizio Franzone e il manager Luca Baraldi: l’ex dirigente del Parma (prima in epoca Tanzi e poi durante il commissariamento di Bondi) ha confermato a Guglielmo Trupo di Parma Today la nostra primizia, rivelando di aver già dato la propria disponibilità a collaborare con lo yankee: "Si dovrà fare imageun grande sforzo per accelerare e farsi trovare pronti. Io ho dato la mia disponibilità a Mister Piazza, anche se con lui non ho ancora parlato di persona. Mi sono limitato a conoscere i suoi più stretti collaboratori, Gilberto Gerali che conosco da un po’ di tempo e l’avvocato Franzone. Mi hanno contattato, mi sono messo a lavoro e ho dato la mia disponibilità per cercare di risolvere la mia situazione. Dato che qualche esperienza l’ho avuta in questo ambito, ho detto subito sì ". Secondo Trupo il compito di Baraldi sarà quello di fare il sarto: cercare di cucire gli "strappi" tra le parti e negoziare la pesantissima eredità dei contratti futuri che la nuova società, sia quella di Piazza o di Corrado, si appresta ad accogliere una volta poste le firme e depositato l’atto di vendita dal notaio. "Ancora non abbiamo parlato di ruoli: non abbiamo definito nulla durante la cena (durata più o meno un paio di ore) ma a breve, penso già oggi pomeriggio o al massimo stasera, incontrerò di nuovo i collaboratori di Piazza per definire nel dettaglio la strada da proseguire. Penso che sarò delegato a fare da tramite tra acquirenti e giocatori, parlerò con loro, molti li conosco, parlerò con la Figc, con la Lega, con l’Aic e con chi ci sarà da parlare, ovviamente con i curatori. La situazione è delicata è il tempo è tiranno, ma ho dato la mia disponibilità a 360° e per amore del Parma sono disposto anche a fare i salti mortali. Ah, ci tengo a precisare che Zanetti, con il quale ho un ottimo rapporto, non c’entra nulla con la mia discesa in campo". 

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

GLI AMERICANI PUNTANO SU BARALDI? IERI SERA IL MANAGER AVVISTATO AL “DE LA VILLE” A COLLOQUIO CON GERALI E FRANZONE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

85 pensieri riguardo “BARALDI CONFERMA A PARMATODAY L’ANTICIPAZIONE DI STADIOTARDINI.IT: “COLLABORARE CON PIAZZA? HO GIA’ DATO LA MIA DISPONIBILITA’… E ZANETTI NON C’ENTRA NULLA”

  • 15 Giugno 2015 in 14:52
    Permalink

    Che c’è da confermare….quando lo dice il nostro direttore…..

  • 15 Giugno 2015 in 15:11
    Permalink

    Direttore ha più spie lei del KGB

  • 15 Giugno 2015 in 15:13
    Permalink

    Potrebbe essere la mossa decisiva Baraldi sa bene come muoversi in ambito lega figc aic ed è con Mr. Piazza

  • 15 Giugno 2015 in 15:20
    Permalink

    Forse domani sulla GdP lo scrivono… complimenti per l’ennesimo scoop Direttore

  • 15 Giugno 2015 in 15:27
    Permalink

    Beh! … Se cominciano a reclutare personaggi del genere vuol dire che gli americani fanno proprio sul serio!

  • 15 Giugno 2015 in 15:30
    Permalink

    Grande Direttore complimenti vivissimi!!! è fiducioso lei???

  • 15 Giugno 2015 in 15:30
    Permalink

    La faccia tosta non gli manca di certo, speriamo dia una mano davvero

  • 15 Giugno 2015 in 15:34
    Permalink

    Un ottimo giornalista ha sempre bisogno di avere vicino un provocatore. Lei è fortunato direttore….

  • 15 Giugno 2015 in 15:35
    Permalink

    Magari Barilla come main sponsor….

  • 15 Giugno 2015 in 15:45
    Permalink

    direttore lei arriva sempre prima di tutti è un grande, cm al solito fate sempre dell’ottimo lavoro. per questo io mi fido del buon majo onipotente…….

  • 15 Giugno 2015 in 15:50
    Permalink

    Una curiosità prematura….ma tant’è qui bisogna far passare il tempo di tanta (per noi) attesa…potrei sempre stirare…ma…vedremo..
    Baraldi ha preferenze o simpatie verso qualche allenatore in particolare? Anche se non sarà suo compito avevo questa curiosità

    • 15 Giugno 2015 in 15:54
      Permalink

      Adesso mi pare prematuro…

      Non credo sceglierà lui, però

    • 15 Giugno 2015 in 16:15
      Permalink

      E se fosse Prandelli…

        • 15 Giugno 2015 in 16:24
          Permalink

          Anche con Baraldi abbiamo già dato… Due volte..

  • 15 Giugno 2015 in 15:52
    Permalink

    ehhh figa direttore come la godo quando arriva prima di tutti ! lei è veramente il n°1 dell’informazione sportiva a Parma !

    • 15 Giugno 2015 in 15:54
      Permalink

      Grazie,

      peccato che poi ci siano degli scorretti a copia incollare ignorando, ma tant’è…

      • 15 Giugno 2015 in 15:59
        Permalink

        bravo direttore è quello che penso io tutti i copia incolla li prendono da stadiotardini.it .secondo me quanta invidia hai majo la gente deve schiattare per questo e tutti nn ti arrendi davanti a tutti sei in grande e basta……

      • 15 Giugno 2015 in 16:00
        Permalink

        L’avevo capito e visto da un”pezzo” è per questo che sto sempre su stadiotardini…per me una grande scoperta..e una continua conferma..GRAZIE!!!

      • 15 Giugno 2015 in 18:06
        Permalink

        faccia qualche nome, su 😉

  • 15 Giugno 2015 in 15:55
    Permalink

    Non il nuovo DG, ma piu` che altro un consulente.

    • 15 Giugno 2015 in 16:06
      Permalink

      Baraldi ha troppa personalità e carisma per avere solo un compito defilato … in my opinion of course

      • 15 Giugno 2015 in 17:29
        Permalink

        Infatti credo che sarà una sorta di super consulente con ampi poteri. Lui e il nuovo DG lavoreranno a stretto contatto.

          • 15 Giugno 2015 in 17:59
            Permalink

            Ho letto che sarebbe il nuovo AD.

          • 15 Giugno 2015 in 18:30
            Permalink

            Adoro quando fa così 😀

  • 15 Giugno 2015 in 15:56
    Permalink

    Questa sera in trasmissione voglio proprio vedere come reagisce il cubetto d’oltrenza. Mi sembra proprio che abbia brindato un po’ troppo presto! Majo mandalo in agitazione e fallo partire come un “stopai”.

  • 15 Giugno 2015 in 15:56
    Permalink

    Si si….ma dai un pò di gossip…avrà una simpatia di sicuro magari emersa nei tempi passati…. ok… soprassediamo. .;)

  • 15 Giugno 2015 in 15:57
    Permalink

    Sempre detto, fari puntati su Baraldi 🙂
    E complimenti per lo scoop!

  • 15 Giugno 2015 in 15:58
    Permalink

    Non solo è bravo Majo….ma anche intelligente…e riesce ad interpretare nel modo giusto certe imbeccate…;) Tutta esperienza….;)

  • 15 Giugno 2015 in 16:05
    Permalink

    Ubi MAJO minor cessat

  • 15 Giugno 2015 in 16:06
    Permalink

    direttore se il parma lo acquistano io dico a senzazioni se lo prende mike piazza nn lo so i curastars vedono più affascinanate l”americano …

    • 15 Giugno 2015 in 16:12
      Permalink

      Mayo l’ha detto migliaia di volte che i curatori sono più “affascinati” da Mike….

  • 15 Giugno 2015 in 16:23
    Permalink

    Secondo me gliela stiamo gufando un po’ troppo all’americano…!! Ad ogni modo penso che tra poco Majo farà un altro scoop….perchè in questa storia ormai abbiamo capito che quando un contendente fa una mossa…poco dopo l’altro risponde…..occhio…

  • 15 Giugno 2015 in 16:25
    Permalink

    Ho profondo rispetto per i tifosi di tutte le squadre, e mi rendo conto di quanto possa risultare difficile accettare che la propria squadra del cuore possa scomparire. Noi a Brescia ci siamo andati veramente vicini pochi mesi fa per cui ne sappiamo qualcosa. Vorrei però farvi presente che al Brescia sono stati comminati 6 punti di penalizzazione che ci sono costati la retrocessione in Lega Pro nonostante stipendi e contributi siano stati completamente regolarizzati dalla nuova proprietà. Il Brescia non ha mai avuto alcun tipo di aiuto da alcun organo sportivo. A chi rinfaccia che è a causa di un bresciano se vi ritrovate in questa situazione rispondo che fortunatamente a Brescia ci sono anche persone serie e aggiungo che il bresciano che odiate fino a pochi mesi fa lo adoravate. Semmai rinfaccio io a voi il fatto che un parmigiano ha costruito un blasone sulla pelle di tante persone, io ne sono una vittima, creando una voragine a livello internazionale. Sono una persona seria che analizza la realtà non vorrei che anni di malagestione avesse nel tifoso del Parma creato una realtà distorta per cui il fine giustifica i mezzi, come leggo sempre più spesso. Invidio il vostro attaccamento alla fede nella squadra, cosa che purtroppo a Brescia esiste sempre meno, ma credo sia fondamentale l’essere obbiettivi, non dimenticando i tanti creditori che la prenderanno comunque in saccoccia. Inoltre molte squadre non credo accetteranno il lavoro dei curatori poichè è evidente si crei una situazione di due pesi e due misure. Io da tifoso vedo nella retrocessione del Brescia perlomeno la possibilità di ripartire con un progetto serio senza legami pesanti con chi ci ha trascinato così in basso; è chiaro che la società la veda in modo diverso e faccia il possibile per giocarsi le chance di ripescaggio. Leggendovi, noto però che non viene minimamente accettato chi la pensa diversamente o comunque vi dice che una situazione del genere è imbarazzante soprattutto per voi stessi.

    • 15 Giugno 2015 in 17:29
      Permalink

      Grazie antani, apprezziamo molto che tu sia venuto qui a spiegarci la situazione e cosa ne pensi di Parma…ma sappi…che non ce ne frega un cazzo!

    • 15 Giugno 2015 in 17:32
      Permalink

      Vedi caro tifoso,
      Il 19 un tribunale dello Stato (malmesso fin che vuoi) Italiano sentenziera’ l’ammontare del debito sportivo che l’eventuale nuovo acquirente dovra’ onorare.
      Di fronte a una sentenza giudiziaria puoi fare tutti i reclami di questo mondo che inevitabilmente finiranno a schifio come si dice in Trinacria.
      Debbo dire obestamente che tribunale e curatori hanno fatto un gran lavoro di cucitura e una gran opera giuridiszionale per permettere al Parma Calcio di sopravvivere.
      Ti chiedo amichevolmente: ma a voi di Ghirardi e family cosa ne pensate?
      Un saluto

    • 15 Giugno 2015 in 18:10
      Permalink

      Mi hai convinto, dovrebbero darvi una medaglia e lo scudetto d’ufficio, poi un po’ di “sono cazzi vostri” ve li offro io.

    • 15 Giugno 2015 in 18:58
      Permalink

      Antani, perché perdi il tuo tempo per scrivere corbellerie? Di che cosa dovrebbero vergognarsi i tifosi del Parma, quale nefandezze hanno mai compiuto, avere tanto amore per la propria squadra sarà un vergogna per te ma non per noi.
      Secondo te dovremmo andare in tribunale e dire ai curatori: non vendete il Parma fatelo sparire! Di quale aiuto parli, dei 5 milioni prestati dalla lega per finire la stagione? Se non li avessero dati si sarebbe scatenata la guerra tra Sky e la lega con penali esorbitanti. Prima di indicare ad altri la vergogna, guardati in casa tua che si specula su cavilli burocratici per avere quanto non meritato sul campo di gioco. Usa il tuo tempo per altro che è meglio. A Parma non prendiamo lezioni di civiltà ne di senso del pudore.

  • 15 Giugno 2015 in 16:25
    Permalink

    Ma il Brescia, che sta tanto scalpitando per essere ripescato, ce li avrebbe i requisiti visti i punti di penalizzazione che ha avuto? C’è Calcio e Calcio stasera? con Boni e sigla nuova?

      • 15 Giugno 2015 in 17:08
        Permalink

        Assolutamente imperdibile!

  • 15 Giugno 2015 in 16:26
    Permalink

    Avremo un patron americano che si è fatto i soldi con la mazza. Sempre meglio di uno bresciano che col Parma si è allargato la panza.

    • 15 Giugno 2015 in 17:40
      Permalink

      La panza l’aveva anche a Carpenedolo. Se vuoi ti ribadisco il concetto di Tanzi perchè dimostri di non averlo ben chiaro.

      • 15 Giugno 2015 in 18:15
        Permalink

        Hai ragione Antani, Ghirardi è buono e bravo e Tanzi è cattivo cattivo cattivo, condivido il fatto che uno come Ghirardi possa girare a testa alta Brescia e frotte di buoni uomini di locali si diano da fare per difenderlo e sbarleccargli il culo. Grazie della lezione.

      • 15 Giugno 2015 in 18:28
        Permalink

        Antani bello il tuo pistolotto, ma alla fine della fiera se ci salviamo sarà perché qualcuno tira fuori una trentina di milioni per il Parma. Se voi a Brescia non avete trovato nessuno che lo facesse saran pur caxxi vostri.

  • 15 Giugno 2015 in 16:27
    Permalink

    Direttore…sbaglio o questa potrebbe essere anche una buona notizia per la sua futura vita professionale?? Lei ha già lavorato con Baraldi….

    Certi copia-incollatori non avranno mai uno spazio commenti di questo livello..direttore sia orgoglioso di tutto questo 😉

    • 15 Giugno 2015 in 16:52
      Permalink

      È storia vecchia son passati undici anni e tanta acqua sotto i ponti…

      • 15 Giugno 2015 in 17:08
        Permalink

        se se

        Ricordati che, in quel caso, hai promesso un posto anche a me. 🙂

      • 15 Giugno 2015 in 17:34
        Permalink

        Ma a volte le storie si ripetono,come diceva Vico

      • 15 Giugno 2015 in 21:07
        Permalink

        tanta acqua sotto i ponti che hanno forgiato il giornalista

      • 15 Giugno 2015 in 21:08
        Permalink

        tanta acqua sotto i ponti che hanno forgiato il giornalista.

  • 15 Giugno 2015 in 16:34
    Permalink

    cm mai in giro si sente parlare più di piazza che di corrado mah se ne sta in silenzio il manager torinese …….

  • 15 Giugno 2015 in 17:00
    Permalink

    Chi parla troppo e prima del tempo dimostra di essere poco serio o meglio un saltimbanco (senza riferimento a nessuno in particolare). Lo stile di Corrado è irreprensibile. Fatti non pugnette!

    • 15 Giugno 2015 in 17:09
      Permalink

      be non mi sembra che piazza se ne sia uscito dicendo che aveva preso Baraldi…è stato un sguup di majo

  • 15 Giugno 2015 in 17:04
    Permalink

    mi piace l’idea Baraldi, per tanti motivi ma il primo perchè ama il Parma.

  • 15 Giugno 2015 in 17:06
    Permalink

    I saltimbanchi che hanno parlato prima del tempo, annunciando interessamenti o acquisizioni si sono dileguati nel nulla, come un peto nell’aria (non faccio nomi ma sono ben noti). Corrado invece non parla e già per questo si distingue dai saltimbanchi.

  • 15 Giugno 2015 in 17:12
    Permalink

    Scusi sig.ra Mara, ma quando ha sentito il sig. Piazza parlare troppo?? A me risulta che abbia rifiutato qualsiasi tipo di intervista proprio per mantenere il basso profilo. Diversamente, con tutto il rispetto, mi pare che Corrado non abbia usato la stessa strategia…anzi…intervista contro upi docet…,) Ha parlato un paio di volte Gerali? beh gli sono state fatte domande e lui ha risposto, tra l’altro in modo molto cauto, senza fare proclami. E i “fatti-non pugnette” di Corrado quali sarebbero? lasciamo stare va che è meglio…..

  • 15 Giugno 2015 in 17:15
    Permalink

    In effetti tutte e due le cordate sembrano oltre ogni aspettativa. Se penso a quelle che erano le prospettive, qualche settimana fa ci avrei messo la firma per ritrovarmi il 15 giugno ancora speranzoso ed ottimista. La partita è ancora aperta ed i giocatori sono seriamente impegnati nell’impresa.

  • 15 Giugno 2015 in 17:17
    Permalink

    Ma Baraldi che lavoro fa? Attualmente chi gli paga lo stipendio? Vive di rendita?

    • 15 Giugno 2015 in 18:44
      Permalink

      Forse ho già risposto prima, ma baraldi credo non abbia problemi di stipendio, o meno di quelli che ho io…

  • 15 Giugno 2015 in 17:24
    Permalink

    Majo però un commento verso gli utenti bresciani che stanno spuntando come funghi e sostengono che addirittura ci dovremmo imbarazzante x l occasione? Certe castronerie mi stanno davvero infastidendo..

  • 15 Giugno 2015 in 17:26
    Permalink

    Guidolin allenatore dunque?

  • 15 Giugno 2015 in 17:30
    Permalink

    Baraldi ha un pò la faccia da teschio. Siamo sicuri che l’eventuale incarico non lo farà schiattare del tutto? ….prematuramente parlando…

    • 15 Giugno 2015 in 17:50
      Permalink

      Si tiene in forma andando in bici…
      Sta meglio di me e di lei…

      • 15 Giugno 2015 in 18:04
        Permalink

        beh veramente io sono moooooooooooolto meglio di Baraldi

  • 15 Giugno 2015 in 17:33
    Permalink

    Leggendo gli articoli , al termine della giornata emerge un solo dato di fatto: grande Majo. Sempre sul pezzo, bilanciato su tutto. Complimenti davvero!

    • 15 Giugno 2015 in 17:45
      Permalink

      Al termine della giornata? È ancora lunga…
      Grazie mille
      Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 17:36
    Permalink

    Direttore ,ho letto un articolo di Fabris su parmafanzine, in riferimento ai contratti futuri ed al fatto che per molti di essi non sarebbe così impossibile disfarsene! Lei cosa ne pensa? non so se ha letto l’articolo

    • 15 Giugno 2015 in 17:44
      Permalink

      Si l’ho letto e l’ho trovato molto preiti-centrico. È una tesi che però potrebbe anche avere il suo perché se ingaggiassero imborgia…

  • 15 Giugno 2015 in 17:38
    Permalink

    Personalmente su Baraldi sono molto scettico per i suoi trascorsi; ma e’ opinione personale.
    Certamente le cordate hanno bisogno subito di due figure fondamentali:
    1. Un manager che conosca tutti gli antri di Lega e Figc(e Baraldi li conosce)
    2. Una volta assunto il controllo della squadra di un DG con i controfiocchi
    Staremo a vedere

    • 15 Giugno 2015 in 18:24
      Permalink

      Penso che Baraldi conosce il sistema calcio da molto tempo, conosce personalmente molti giocatori implicati, immagino il 100% dei procuratori, conosce di persona a Parma le autorità cittadine, le personalità influenti, i giornalisti, la lingua e l’aria che tira, nessuno è perfetto ma vista l’esperienza e le conoscenze dato che non c’è tempo è uno che se lo ingaggiano oggi domani è già operativo a 360 gradi, io ritengo sia una scelta buona.

  • 15 Giugno 2015 in 17:40
    Permalink

    Il gruppo Piazza si sta lanciando in un’opera di divulgazione che certamente il tifoso comune apprezza tanticchia.
    Il silenzio del gruppo Corrado di fronte a tali iniziative incece mi lascia perplesso

  • 15 Giugno 2015 in 18:09
    Permalink

    Mi sono fatta l’idea che i curastars non vedono l’ora di rifilare il fardello ed andarsene in vacanza. Perciò potrebbero mollare qualcosa (non proprio quella cosa che si potrebbe pensare) per alleggerire il fardello socio-intestinale. Insomma potrebbero aiutare e favorire la digestione delle due cordate anche ammorbidendo il bolo da ingoiare.

  • 15 Giugno 2015 in 18:26
    Permalink

    Ora tutti buon Majo la leccano ed anch’io lo faccio simbolicamente ovviamente ( simbolicamente perché purtroppo non è la Rosy) E’ l’urlo del web.Majo di qua, Majo d la, è la star indiscussa del giornalismo a Parma ma s’è chiesto cosa succederà se tutto andrà a puttana? Non pensa che invece delle “leccate” prenderà delle graffiate dalla gente illusa ? Certo, finisse il Pama in serie B, ALLE PROSSIME ELEZIONI PUO’ CANDIDARSI ALLE ELEZIONI PER ELEGGERE IL NUOVO SINDACO e vincerebbe a mani basse, con una percentuale così detta bulgare. Ma lei dottor Majo come le dicevo in altro post, è fortunato, è TERRIBILMENTE FORTUNATO ad avermi al suo fianco ma la fortuna si sa, aiuta gli audaci. La sprono a dare il meglio di se e vedo che, anche se questo, NON L’AMMETTERÀ’ MAI, inconsciamente accetta i miei consigli e questo lo fa perché a lei l’intelligenza non manca di certo.Sono un PROVOCATORE, mi ha tolto la maschera, complimenti. Sono un provocatore e lo ammetto ma lo faccio a fin di bene.Lancio il sasso nella PICCIONAIA dove ci sono corvi e poi…..

  • 15 Giugno 2015 in 18:29
    Permalink

    Franzone non è avvocato….

  • 15 Giugno 2015 in 20:48
    Permalink

    Bara – ldi? Un po’ cadaverico, al va trop dal barber.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI