Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

84 pensieri riguardo “Guarda "Baraldi: servirà una impresa, ci aspetta un Mortirolo…" su YouTube

  • 15 Giugno 2015 in 19:25
    Permalink

    Se parla di Montirolo vuol dire che la corsa gli piace moltissimo. Mi cal conos a dig cal veda l’ora ed fer la rampigheda! Penso che Baraldi non ha problemi se la cava molto bene come grimper.

  • 15 Giugno 2015 in 19:30
    Permalink

    Ma la persona che ha salutato Baraldi alla fine del video è Ceresini? È passato “all’altra sponda?” 😉

    • 15 Giugno 2015 in 19:34
      Permalink

      Confermo. Era Fulvio col quale si è poi intrattenuto qualche minuto riferendogli che le complicanze maggiori sono i contratti in essere x il futuro.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 19:38
    Permalink

    Mortirolo, con la erre, scusi la pedanteria

  • 15 Giugno 2015 in 19:43
    Permalink

    Ecco perchè è venuto in bici 😀

  • 15 Giugno 2015 in 19:54
    Permalink

    Io direttore sinceramente non capisco quale gran lavoro dovrebbero fare in 4 giorni, se non sono riusciti a farlo in tre mesi. Non capisco se è’ tutta una messa in scena o se ce stanno prendendo in giro la gente per una cosa infattibile…

    • 15 Giugno 2015 in 20:26
      Permalink

      Penso sarebbe ora che vi toglieste dalla testa che la gente perda del tempo per prendervi in giro

    • 15 Giugno 2015 in 20:58
      Permalink

      Posso sperare che GHIRARDI vada in galera? o A QUESTO MONDO non si può nemmeno sperare nella giustizia e accennare a quello che uno pensa. Spero che su questo forum ci sia libertà di pensiero.Fossi un giudice gli darei l’ergastolo. Purtroppo le teste di gallina non sanno che se quei contratti non vengono eliminati o per lo meno molto ma molto ma molto ANNACQUATI, i giocatori con LE TESTE DI GALLINA con i suoi procuratori COL CERVELLO DI GR.4,8 la prenderanno come noi nel CULO.

  • 15 Giugno 2015 in 19:57
    Permalink

    direttore oggi c’era la riunione dei pioccioni al Regio… 🙂 c’è un servizio molto ampio ovviamente su tvparma… sembra di vedere una pubblicità sulla depressione… mi stavo deprimendo anch’io e ho cambiato canale…. ma mama che pena
    dammi delle belle notizie tu dai dai… 🙂

    • 15 Giugno 2015 in 20:26
      Permalink

      Se non avessi avuto da seguire il vertice di baraldi mi sarei scirippato l’upi dal vivo… Gli è andata bene… Perché c’è mancato poco che mi trovassero lì…

  • 15 Giugno 2015 in 19:59
    Permalink

    vai Gabry!! stasera al dibattito ti vogliamo carico come Baraldi !!! per Boni si avvicina l’addio

  • 15 Giugno 2015 in 20:08
    Permalink

    mortirolo ? o coppa COBRAM

    ocio che l’ultima volta che ho sentito qualcuno rimontare in sella (cit)
    lo ha fatto alla bersagliera …senza sellino

  • 15 Giugno 2015 in 20:15
    Permalink

    Forse mi son perso delle puntate oggi, ma se Baraldi, per conto di Piazza, si impegna a scalare il Mortirolo, non penso che lo faccia anche per conto di Corrado. Così come Corrado, se ha ottenuto dei risultati nelle trattative con i giocatori, non penso che lo abbia fatto per far piacere a Piazza. Non è che i Curastars stan tirando la corda da tutte due i capi? speriamo che non si tracci sul più bello. Spero che qualcuno entro domani faccia un’offerta non revocabile e poi via alle contrattazioni con i tesserati nella consapevolezza di essere proprietario del Parma FC

    • 15 Giugno 2015 in 20:24
      Permalink

      Luca, mi sa che fino alla cristallizzazione del debito sportivo nessuno dei due avanzerà un’offerta

      • 15 Giugno 2015 in 20:30
        Permalink

        allora lavorano per Ammore :-))

        grande Nuovo Magico Parma

        Voglio un teletesto al più presto!

  • 15 Giugno 2015 in 20:18
    Permalink

    Direttore intanto corrado che sta facendo?

    • 15 Giugno 2015 in 20:24
      Permalink

      ha cercato di ridurre il debito con munari e morrone…

      • 15 Giugno 2015 in 20:26
        Permalink

        Che tradotto significa che è decisamente avanti. O sbaglio?

  • 15 Giugno 2015 in 20:38
    Permalink

    Majo mi fa ridere tv parma che ribadisce piazza in vantaggio!..non hanno nessuna conferma di ciò, a meno che baraldi abbia parlato..non so fino all’ultimo cercano di sbilanciarsi..x me pari sono!

  • 15 Giugno 2015 in 21:00
    Permalink

    Direttore, ancora con la sigla con la faccia del ******* ?

  • 15 Giugno 2015 in 21:03
    Permalink

    Buona sera Direttore, sul sito di Di Marzio danno Gobbi al Chievo. ha notizie in merito? grazie

    • 15 Giugno 2015 in 21:06
      Permalink

      Per ora no, sono stato impegnato su altri fronti

      • 15 Giugno 2015 in 21:10
        Permalink

        Grazie Direttore

        • 15 Giugno 2015 in 21:12
          Permalink

          A lei

          Cmq ha visto aggiornamento di dondi dalla redazione?

      • 15 Giugno 2015 in 21:10
        Permalink

        Da più fonti confermano il passaggio di Gobbi al Chievo Verona, sembra con due anni di contratto. Le varie fonti, Sky in testa, ipotizzano già domani le firme e annesse visite mediche.

        • 15 Giugno 2015 in 21:11
          Permalink

          Grazie al redivivo alessandro dondi dalla redazione…

  • 15 Giugno 2015 in 21:05
    Permalink

    Baraldi è gia un po che lavora sotto traccia..non si vede da un po e il motivo c’era! ..è lui uno degli apparecchiatori!

  • 15 Giugno 2015 in 21:14
    Permalink

    Majo, le do un consiglio. Questa sera a calcio & calcio lasci fuori dallo studio il buonismo e tiri fuori le palle. BONI L’HA SEMPRE OFFESA, NON PORGA SEMPRE L’ALTRA GUANCIA. GLI RENDA PAN PER FOCACCIA. Tutti parteggiano per lei e non certamente per Boni che vuole affossare come un becchino il Parma. Per questo ci faccia giustizia, attacchi i suoi punti deboli. Non faccia la fighetta sopportando da lui tutto. FACCIA L’UOMO.

      • 15 Giugno 2015 in 22:44
        Permalink

        Ma così è come se godesse nel prenderla da Boni in quel posto…………..

        ..

        • 16 Giugno 2015 in 01:10
          Permalink

          Io non sono favorevoli ai muro contro muro o duelli rusticani. io vinco con la forza della mente, non a sbraiare…

          Saluti

          Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 21:19
    Permalink

    Giornalismo di serie D quello sonnachioso di TV Parma. Opprimente, strapaesano, leccoso, autoreferenziale a livello Cttadadella, con quel dialetto enfatico che Chiesa fa finta di non capire. E Schianchi che è ancora tutto compreso nel suo scrivere sulla GdS, si crede Brera? Tu, Majo, li hai surclassati. Sono vecchi, insopportabilmente vecchi, da sempre. Tu hai aperto alla vivacità dei nuovi mezzi, dei nuovi ritmi. Questo è il tuo merito di giornalista. Non è captazio benevolentiae (che me ne farei?) ma un riconoscimento che si estende ad averci tranquilizzato sulle tette della Rosy: tutta roba naturale.

  • 15 Giugno 2015 in 21:19
    Permalink

    Geniale Boni che fa irritare Franzoni! Dio che rabbia che mi fa!

      • 15 Giugno 2015 in 21:26
        Permalink

        Ormai non fa più ridere, ma proprio per niente.

      • 15 Giugno 2015 in 21:30
        Permalink

        Sinceramente, non me ne voglia Enrico, l’uscita di stasera è stata semplicemente indecorosa.
        Null’altro da aggiungere.

  • 15 Giugno 2015 in 21:26
    Permalink

    Allenatore:donadoni!

      • 15 Giugno 2015 in 21:30
        Permalink

        Direttore, qual’è la sua sensazione?

      • 15 Giugno 2015 in 23:10
        Permalink

        E Guidolin con Piazza lo vede fattibile? O si tratta di “un’esclusiva” di Corrado?

        • 16 Giugno 2015 in 01:06
          Permalink

          Mah… Il primo a parlarne era stato Melli a Calcio & Calcio, e Melli lo vedo più in quota Corrado che Piazza. Però tutto è possibile. Lo stesso Baraldi non mi avrebbe stupido se fosse stato ingaggiato da Corrado, ma evidenetemente Piazza è stato più convincente

          Cordialmente

          Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 21:31
    Permalink

    ..perché lo vuole già corrado?

  • 15 Giugno 2015 in 21:33
    Permalink

    Upi appoggia piazza e come?..ma dai..grande majo sul brescia! Giusto la lega ci deve la B..patto col diavolo..la B la vogliamo ora!

  • 15 Giugno 2015 in 21:36
    Permalink

    tempo fa zazzaroni tritò di un fondo americano che aveva contattato prandelli…che cesare scelga noi come purgatorio per ripulirsi dopo i suoi ultimi fallimenti?

  • 15 Giugno 2015 in 21:39
    Permalink

    Ma Boni è un piazzista moderato? 😀

  • 15 Giugno 2015 in 21:46
    Permalink

    Dopo aver sentito boni…e in contemporanea baraldi su TVparma penso che upi si sia schierata con piazza….non crede direttore? Ah dica a boni di non tirarsi indietro Parma in b e lui fora dal bali!

    • 16 Giugno 2015 in 01:14
      Permalink

      Upi schierata con Piazza, allora mi sa che è un vantaggio per Corrado, viste le ultime scelte geniali. Comunque Baraldi non mi sembrava molto in quota upi,…

      • 16 Giugno 2015 in 02:35
        Permalink

        beh, è uno che è sempre stato invitato da tvparma, leggi upi, e per qualche stagione di barsport era ospite fisso. Gli vogliono bene.
        Detto questo piazza ha fatto la scelta giusta chiamando lui. Speriamo bene ora.

        • 16 Giugno 2015 in 08:47
          Permalink

          Nella apparecchiata upi cocoon Baraldi non era tra i commensali appunto per la voglia di catarsi degli industriali.

  • 15 Giugno 2015 in 21:58
    Permalink

    Ragazzi sagramola del brescia è incavolato nero!..

  • 15 Giugno 2015 in 22:01
    Permalink

    ma xke’ ha sempre la bottiglia di vino sul tavolino??? mica è a casa sua

      • 16 Giugno 2015 in 15:51
        Permalink

        mi vergogno per lui mamma mia roba indecente sembra che sia casa sua urla come un pazzo isterico

  • 15 Giugno 2015 in 22:13
    Permalink

    A Tv Parma Guidolin non esclude di tornare. Che sia lui il mister già bloccato da Piazza?

    • 16 Giugno 2015 in 01:12
      Permalink

      Ne aveva parlato per primo Melli a Calcio & Calcio quando le cordate ancora non si sapeva da chi fossero composte, ma mi sembrava più riconducibile a Corrado che a Piazza. Però i colpi di scena e i sorpassi non mancano, sicché…

  • 15 Giugno 2015 in 22:19
    Permalink

    Io non ho ancora capito bene il passaggio del debito sportivo. Chi lo certifica? Il giudice Rogato o la Figc? Mi spiego meglio se Rogato il 19 dice che ok il debito sportivo e’ di 22,2 la Figc puo’ poi dire al momento dell’iscrizione che non e’ quello?

    • 16 Giugno 2015 in 01:11
      Permalink

      Indubbiamente il peso del tribunale non è da poco, ma ricordo che il “debito sportivo” è una convenzione della figc prevista dalle noif, e non certo parte dell’ordinamento italiano.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 22:43
    Permalink

    Boni seguiva tv parma c’era Guidolin al telefono..chr testa quadra ragaz..

  • 15 Giugno 2015 in 22:44
    Permalink

    Ma gobbi era in scadenza di contratto?

  • 15 Giugno 2015 in 22:51
    Permalink

    Direttore a TV Parma baraldi è’ stato tutt’altro che ottimista… Per me ci stanno prendendo in giro alla fine con la storia del debito futuro il Parma non lo prende nessuno…

    • 16 Giugno 2015 in 01:09
      Permalink

      Questa storia del “ci stanno prendendo in giro” sinceramente mi ha un po’ rotto i coglioni. C’è della gente che sta cercando di darsi da fare e non sta interpretando nessuna parte per prendere per il culo i tifosi come credete, sentendovi al centro del mondo.

      Poi se Baraldi fosse pessimista non avrebbe accettato l’incarico, mettendoci la faccia. Per cui, come ha detto nella intervista da noi, sarà una impresa, ma evidentemente ci crede. Non credo che dopo due ore avesse già cambiato idea. Va beh che era nel covo della D…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 15 Giugno 2015 in 22:56
    Permalink

    Copio ed incollo anche io…da intervista a Baraldi:
    “”La Federazione ha dato ampie garanzie sul debito sportivo, la cifra giusta sarà nota il 19. Sotto questo punto di vista ci hanno spiegato che la cifra sarà blindata da eventuali azioni dei creditori nei confronti della società…”

    • 16 Giugno 2015 in 01:07
      Permalink

      Grazie della trascrizione. Io di queste garanzie sarei più certo se fossero messe nero su bianco. Verba volant, specie quando si ha a che fare con dei galantuomini…

  • 15 Giugno 2015 in 23:11
    Permalink

    Direttore Corrado è sempre attivo?tutte le testate parlano che lui sia più avanti nelle trattative coi giocatori

    • 16 Giugno 2015 in 01:04
      Permalink

      Che sia più avanti con le trattative lo diciamo da un pezzo, non mi pare che sia una novità. la novità è l’ingaggio di Baraldi da Piazza, che ovviamente è il bomber giusto per la rimonta…

  • 15 Giugno 2015 in 23:25
    Permalink

    Purtroppo staaera non sono riuscito a seguire tutta la puntata, sono arrivato a metà dell intervista a Franzone..immagino che Boni abbia fatto la solita figura da cafone i ignorante vero? Ma in fin dei conti non me la prendo nemmeno con lui che è un poveretto, ma la grande delusione è Angella che continua ad ospitarlo.. Che tristezza

  • 15 Giugno 2015 in 23:54
    Permalink

    Majo non crede che la mossa di ingaggiare baraldi sia notevole ma tardiva? In una settimana di tempo non può fare miracoli.. Anche dalle sue parole si evince una certa preoccupazione di non farcela

    • 16 Giugno 2015 in 00:59
      Permalink

      E allora cosa ha accettato a fare?

      Se ne stava nel suo orticello della D e aspettava… Adesso, al di là delle parole, deve arrivarci in fondo. Se no chi glielo ha fatto fare di metterci la faccia. Vuol fare de becchino lui e portare il Parma al funerale?

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Giugno 2015 in 00:56
    Permalink

    Registrazione?? Ce la fa stasera

    • 16 Giugno 2015 in 01:03
      Permalink

      Vediamo se per le 2… Però non prometto nulla…

  • 16 Giugno 2015 in 01:07
    Permalink

    Direttore alla fine c’è una certezza che finiremo in mano ad una delle due cordate? Oppure entrambe possono tirarsi indietro?

    • 16 Giugno 2015 in 01:15
      Permalink

      Entrambe possono tirarsi indietro. Anche se in quel caso ci sarebbe da pensare a cosa è servito tutto questo…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Giugno 2015 in 09:01
    Permalink

    Del perché baraldi abbia accettato l ha ben spiegato lui stesso, purché gli hanno chiesto una consulenza e x il bene del Parma ha accettato.. Magari sarà anche lautamente retribuito.non ha nulla da perdere. Se va bene sarà portato in trionfo da tutta Parma e ne verrà fatta una statua in sostituzione di Garibaldi, se va male non è certo colpa sua. In una settimana non avrebbe potuto fare miracoli verrà detto. Ecco perché ha accettato a mio parere. Ma sia chiaro, sarò ben felice di sbagliermi nell eventualità!

    • 16 Giugno 2015 in 09:21
      Permalink

      Io penso che se accetti di scendere in campo poi non puoi giocare a nascondino. Se Baraldi ha accettato di prendere in mano la patata bollente avrà senza dubbio calcolato i ricavi in termini economici e d’immagine per la sua persona. E quali fossero le condizioni in cui versava il Parma lo sapeva molto bene, avendo predicato la serie D sino al giorno prima e l’impossibilità del salvataggio con la B. Non a caso la mia domanda – ieri sera tagliata da Angella, che le ha lasciate tutte, meno quella che era la più importante – verteva proprio a sapere il perché di questa metamorfosi del suo pensiero (anche se di fatto la risposta era più fumo che arrosto).
      In caso di insuccesso, insomma, non penso che basterà come esimente la consapevolezza che in una settimana non poteva fare i miracoli.
      Amore per il Parma? al di là degli aspetti romantici, Baraldi, dopo le ultime vicissitudini professionali, penso giochi tutte le sue fiche in questa mission impossible, consapevole che il conto da pagare sarà elevatissimo se non riuscirà l’impresa. O la va o la spacca…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 16 Giugno 2015 in 09:41
    Permalink

    Su radio Parma poco fa balestrieri, parlando del Parma, ha detto che ci sarebbero una serie di società che sosterrebbero che il paracadute nell eventualità non spetterebbe al Parma. Le risulta? Anche in caso di b intendeva

    • 16 Giugno 2015 in 10:31
      Permalink

      È una tesi balzana di alcuni club di cui già a suo tempo vi accennai anch’io. Per costoro il parma sarebbe una società nuova rispetto a quella che ha concluso il campionato e per questo non ne avrebbe diritto. Ma la società nuova acquista il ramo sportivo della vecchia pagandone, sia pure in parte, il debito
      Per cui secondo me sono tesi temerarie, ma siamo in italia, il paese del diritto, sicché…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 16 Giugno 2015 in 10:05
    Permalink

    Volevo dire balestrazzi..

  • 17 Giugno 2015 in 21:29
    Permalink

    Comunque vada, io direi che ci si è provato, l’alternativa era fallire da ragionieri. Non si può mettere con le spalle al muro chi si è sbattuto, Baraldi compreso, non mi è simpatico ma non gli getterò la croce addosso in caso di flop. Altrimenti spiegatemi cosa volevate voi che attribuite a destra e a manca epiteti di piociò ecc., comodamente seduti a giudicare pronti al sospetto ed allo scetticismo, i milioni al buio ce li debbono però mettere gli altri, “noi” mille euro non ce li metteremmo, o sbaglio?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI