PALMIERI A STADIOTARDINI.IT: “LE SPESE PER CHIANCIANO SONO GIA’ STATE COPERTE DA BARILLA ED ALTRI. L’AFFILIAZIONE? ABBIAMO GARANZIE CHE NON SARA’ REVOCATA SINO AL 28”

image(gmajo) – Un contributo spese per la Final 8 di Chianciano da Magico Parma? No grazie. Francesco Palmieri, capo del settore giovanile gialloblù, parlando con StadioTardini.it, ha negato che ci sia bisogno di risorse per portare a termine l’appendice di stagione dei ragazzini classe 2000 che domani giocheranno le semifinali dopo aver battuto in gara 1 il Bologna e in gara 2 il Genoa: “E’ da più di un anno che c’è una grande persona che ci sta aiutando: si tratta di Guido Barilla. Lui non vorrebbe che io lo dicessi, perché lo fa disinteressatamente, ma assieme ad altri, come Angelo Gandolfi che ha messo a disposizioni i pullman, ci ha consentito in questi anni di raggiungere risultati stratosferici con il settore giovanile, di cui si è parlato solo quest’anno, per via delle note vicissitudini e che in precedenza era ignorato. In questi anni abbiamo costruito un piccolo impero calcistico che ho stato abbattuto, e io sono davvero arrabbiato per questo, dopo le notizie di oggi. Per il soggiorno a Chianciano della intera rosa e di tutto lo staff devo dire grazie a Guido Barilla, ma anche a due imprenditori miei amici che a propria volta hanno dato un supporto, Franco e Benedetto. Non ci serve nient’altro”. Il problema più che di carattere economico, però, poteva essere, come spesso denunciato da StadioTardini.it, di carattere burocratico: da oggi pomeriggio, infatti, con la interruzione dell’esercizio provvisorio, sancita dal giudice delegato Pietro Rogato, sentiti i curatori e il comitato dei creditori rappresentato da Capitan Lucarelli, in ossequio a quanto disposto dalle Noif dovrebbe essere revocata l’affiliazione alla FIGC con lo svincolo automatico di tutti i calciatori, dalla prima squadra al settore giovanile: “Debbo ringraziare per l’interessamento il curatore Guiotto che alle 8.30 di stamani mi ha telefonato per riferirmi della impossibilitò della prosecuzione dell’esercizio provvisorio, perché si erano ritirati i due candidati compratori. Io mi sono dato da fare muovendo il presidente del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC Vito Roberto Tisci, che conosco molto bene, oltre al presidente federale Carlo Tavecchio, ottenendo rassicurazioni che avremmo potuto concludere regolarmente la Final Eight di Chianciano, dal momento che la nostra stagione si concluderà il 28 e fino a quella data non sarà revocata l’affiliazione. Vi dirò di più abbiamo voglia di andare avanti fino in fondo e di vincere per dimostrare ancora una volta l’eccezionalità di quello che è stato fatto dal nostro vivaio, nonostante tutto, in questi anni. Quindi non abbiamo bisogno di niente. Grazie a Guido Barilla che è una persona di uno spessore incredibile e una persona per bene, tutte le nostre necessità sono state risolte”.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

48 pensieri riguardo “PALMIERI A STADIOTARDINI.IT: “LE SPESE PER CHIANCIANO SONO GIA’ STATE COPERTE DA BARILLA ED ALTRI. L’AFFILIAZIONE? ABBIAMO GARANZIE CHE NON SARA’ REVOCATA SINO AL 28”

  • 22 Giugno 2015 in 21:00
    Permalink

    Vorrei lanciare una proposta: chi ne ha la possibilità, vada a sostenere i ragazzini del 2000. Se riuscissimo ad accorrere in massa, daremmo ancora una volta la dimostrazione di essere una piazza diversa dalle altre. Questo è l’ultimo Parma rimasto in vita: SOSTENIAMOLO FINO ALLA FINE.

  • 22 Giugno 2015 in 21:08
    Permalink

    direttore voglio ringraziarti per la paziensa che ai avuto con noi lettori,per la marea di domande che ti abiamo fate. oggi non ti voglio fare una domanda, pero voglio aprofitare della tua paggina,per mandare in quel paeze, per primo il brescano ***** ,poi quel albaneze di ***** (anche se il mio pasano) e sempre un pezzo di ******, quel manenti testa di ****. e tutti i avoltoi che non vedono l’ora di sbranarci vivi. fedelisimo sempre a Parma. (scuzate la scrittura in ita)

  • 22 Giugno 2015 in 21:15
    Permalink

    Signor Majo se non vuole più che scriva su questo forum me lo dica senza mezze parole almeno poi trarrò le mie conclusioni. So che è impegnato e anzi non so nemmeno come trova il tempo per rispondere quasi a tutti ma vedo che altri commenti molto ma molto più tosti dei miei e molto più lunghi dei miei vengono pubblicati per cui me lo dica chiaramente. Figli e figliastri? Penso proprio di si. Dimenticavo la tortellata di S.Giovanni al Toscanini che in altro post gli avevo detto esserci mercoledi’, c’è invece domani sera.
    L’aspetto, Io ci sarò.

    • 22 Giugno 2015 in 21:36
      Permalink

      Zio cantante se è di coccio!!!Ho oltre 250 commenti in moderazione anche più vecchi e magari più sensati dei suoi. Deve avere pazienza. E mi scuso anche con gli altri per il ritardo, ma non sono nembokid

      • 22 Giugno 2015 in 22:59
        Permalink

        Scusato. L’aspetto domani sera al Toscanini A proposito HA UNO ZIO CANTANTE? Magari ho un suo disco,

          • 23 Giugno 2015 in 01:07
            Permalink

            Domani al Toscanini ci sono i tortelli d ‘erbetta che sono i migliori che abbia mai assaggiato.Porti anche la Rosy….

    • 22 Giugno 2015 in 22:52
      Permalink

      Velenoso devi baciare dove passa il Direttore già per quello che ti ha pubblicato in questi mesi. Fosse per me non avresti pubblicato niente. Ti rendi conto che hai delle grane serie? Mi chiedo se te ne rendi conto perché ogni tanto un messaggio normale lo si deve pur scrivere.

  • 22 Giugno 2015 in 22:21
    Permalink

    Perchè Barilla non si mette insieme a Piazza per farci risalire subito?

    • 23 Giugno 2015 in 02:00
      Permalink

      Barilla è nella equity company degli industriali. Piazza lasciamolo dov’è, nel suo mondo di tette siliconate

      Cordialmente

      Gmajo

      • 23 Giugno 2015 in 08:02
        Permalink

        Se mi fotti le battute voglio qualcosa….una foto con dedica della Rsy…la maglietta del blog…qualcosa insomma…
        senno’ e’ troppo facile…

  • 22 Giugno 2015 in 22:24
    Permalink

    Direttore là prego Urlanden no mi uccida ma Urlanden a palla in tribuna che esulta è troppo. Non ce la faccio questo è troppo. Urlanden va a dar via il c… piocion

  • 22 Giugno 2015 in 22:29
    Permalink

    Allora io sono vostro rivale ma vorrei fare un appunto se me lo permette , lei è un giornalista molto qualificato è molto bravo , spero che il sito rimarra’ attivo secondo me ora avendo una società pulita potrete magari avere un giusto programma è ritornare almeno in lega pro cosi almeno si fa il vero derby almeno me lo auguro

  • 22 Giugno 2015 in 22:35
    Permalink

    Direttore grazie di tutto e spero che stadiotardini.it non si chiude.
    Lei e una voce sincera professionista che ama parma. Grazie
    Parma vivra per sempre.

    • 23 Giugno 2015 in 01:58
      Permalink

      Grazie mille. Davvero di cuore, sapendo quante volt non ci siamo trovati d’accordo su un vostro connazionale…

  • 22 Giugno 2015 in 22:45
    Permalink

    10000 abbonati in serie d se amate il parma e siete tifosi del parma stupiamo il mondo il parma siamo noi non molliamo risorgeremo e torneremo grandi

  • 22 Giugno 2015 in 22:48
    Permalink

    Ringraziamo barilla per aver fatto continuare il sogno dei ragazzini e non aver aiutato a salvarsi una grande squadra conosciuta in tutto il mondo grazie barilla

  • 22 Giugno 2015 in 22:59
    Permalink

    Direttore, ma veramente sostiene l’UPI?

    • 22 Giugno 2015 in 23:04
      Permalink

      Ho già detto che l’upi non c’entra. Non esser de coccio

  • 22 Giugno 2015 in 23:03
    Permalink

    E’ vero da quello che si sente dire che Leonardi assunto dal Latina ( vergognati Latina) HA MESSO GLI OCCHI SU MOLTI GIOCATORI DEL PARMA ora ovviamente a parametro zero? SE così fosse sarebbe la cosa PIU’ BASTARDA degli ultimi 10 anni.A PROPOSITO, se fossi in lui comincerei a prepararsi per un soggiorno in Via BURLA.

  • 22 Giugno 2015 in 23:26
    Permalink

    Spero che Piazza e Barilla si ricontattino per prendere il P arma in D.

    • 22 Giugno 2015 in 23:59
      Permalink

      Barilla è in squadra con gli industriali. Lasciamo perdere Piazza…

      • 23 Giugno 2015 in 00:41
        Permalink

        Non conosco gli ultimissimi aggiornamenti, ma, come detto più parti, Barilla aveva contattato M.P. per fornirgli un appoggio nella trattativa ormai defunta. Chissà che non riesca a tirarlo dentro per la giacca, soprattutto JP Morgan, piazza da solo conta non può fare molto. Mi sembra che Gerali, nell’intervista a Balestrazzi, non abbia chiuso la porta definitivamente, ha parlato di “spiraglio aperto”.
        Ho il timore che questa cordata sia più un’elemosina perché “dovuta” alla città da parte dei propri imprenditori, tante persone insieme vanno bene per non sparire, ma in caso di una eventuale risalita, già in lega pro, servirebbe un solo uomo al comando e lì potrebbe tornare utile M.P. con JP Morgan e magari con Barilla.
        Saluti Majo, non faccia morire uno dei pochi siti che forniscono informazioni di qualità.

        • 23 Giugno 2015 in 01:42
          Permalink

          Ci penserò, ci sto pensando, ma è pur vero che dopo sei /sette anni di puro volontariato debbo tornare nel mondo produttivo. L’ideale sarebbe attraverso stadiotardini.it

          Cordialmente

          Gmajo

  • 22 Giugno 2015 in 23:43
    Permalink

    Direttore questa cordata è quella che si parlava della Parmalat come sponsor ?

    • 22 Giugno 2015 in 23:56
      Permalink

      Si. Magari adesso farà il derby con la Barilla…

  • 22 Giugno 2015 in 23:58
    Permalink

    Ora industrialotti di parma cacciate la pila vogliamo la a in 5 anni

    • 23 Giugno 2015 in 08:05
      Permalink

      Tifosotti di parma, cacciate la pila: azionariato diffuso. Chi non ci sta taccia. È’ comodo fare i froci col c*lo degli altri

  • 23 Giugno 2015 in 00:06
    Permalink

    Balilla ti sei sprecato. Palmieri bofò. No pasta, solo paste.

  • 23 Giugno 2015 in 00:06
    Permalink

    stadiotardini anche in d!

  • 23 Giugno 2015 in 00:08
    Permalink

    Io non ho capito niente… Di questa “Fenice” fino ad ora se ne era parlato? Non ha niente a che fare con i Cocoon e il piano illustrato da Orlandini ad aprile?

    • 23 Giugno 2015 in 01:46
      Permalink

      Il progetto è lo stesso, e comprendere la creme della imprenditoria di Parma. Orlandini & i cocoon sono presenti in modo marginale

  • 23 Giugno 2015 in 00:09
    Permalink

    Direttore,

    nel caso di cordata, di nuova società e di serie D,
    è possibile bloccare tutta la rosa della primavera? almeno da partire con una base su cui fare poi innesti..

    stesso discorso per altre squadre giovanili..
    sarebbe un peccato perdere tutto questo patrimonio.

    grazie per il suo prezioso ed equilibrato servizio di informazione.

  • 23 Giugno 2015 in 00:37
    Permalink

    boni anche a rez lo prendono per i fondelli puvrein ahaha ma fino a metà trasmissione mi è piaciuto dopo ha cominciato a sclerare

  • 23 Giugno 2015 in 00:49
    Permalink

    Speriamo che il figlio di barilla continui a giocare a calcio ……..se no la vedo dura ……palmieri poteva risparmiarsi la sviolinata barilla ha preso il giocattolo al figlio come la sciora ghirardi…..ne piu nr meno ma per la citta e per i tifosi poteva fare di piu questa e la realta poi capisco che non si possa dire d altronde ha parma riverivano tanzi anche dopo il crack come una divinita

  • 23 Giugno 2015 in 01:12
    Permalink

    In D perdi tutto il patrimonio giovanile ma se dalla D veniamo ripescati in Lega Pro che ne è di tutte le giovanili dato che in Lega Pro non si perdono?

    • 23 Giugno 2015 in 01:18
      Permalink

      si perdono, perché prima di esser ripescato appunto vai in lega pro (sempre ti ripeschino)

  • 23 Giugno 2015 in 01:30
    Permalink

    Salve a tutti, sono della provincia di Bari e avevo 10 anni quando ho iniziato a rifare per quella grandiosa squadra che annoverava tra le proprie file fior di campioni….per il Parma ho pianto di fronte alla TV, ho esultato come un dannato è fatto a botte anche con qualke amico juventino ed interista. Fino a qualke anno fa la domenica in caso di sconfitta dei crociati, n rivolgevo la parola nemmeno alla mia ragazza…….adesso sono attonito e immobile, n ho più voglia di seguire uno sport è una squadra che sono parte integrante della mia vita…..fate riposare i crociati in pace, seppelliteli assieme ai miei ricordi più belli…..n iscrivete la squadra alla serie D…..il grande Parma rimarrà vivo nei ricordi dei suoi tifosi….solo ed esclusivamente nei ricordi di chi lo ha amato…è tutto finito…staccate la spina definitivamente…..il calcio ha Parma n ha più senso d’esistere…..

    • 23 Giugno 2015 in 07:16
      Permalink

      Il Parma tra pochi giorni sarà di nuovo vivo,
      se vuoi venire quando inizia il campionato noi saremo lì pronti ad accogliere i crociati al suono della marcia trionfale…..come sempre.

      • 23 Giugno 2015 in 08:31
        Permalink

        Io sarô di coccio ma vorrei che qualcuno intervisti Gerali. Inutile nascondersi, io credo che la maggioranza dei tifosi gradirebbe molto un suo coinvolgimento in D al posto dell armata Brancapiocione dailà poche balle e niente morale, voglio pragmatismo e ambizione non elemosina forzata

        • 23 Giugno 2015 in 09:58
          Permalink

          Sono stato al telefono con Gerali una mezzoretta, e posso confermare che finora, almeno, il coinvolgimento di Piazza per la D è solo altamente ipotetico, e derivante dai tanti inviti ricevuti in questo senso.

          Non accetto che si definisca armata brancopiocione il soggetto che potrebbe dare un serio futuro al Parma. Piantatela con i luoghi comuni puerili, pensate a un progetto di larga veduta anziché innamorarvi del primo arrivato come al solito… Immaturi!

          Cordialmente

          Gmajo

          • 23 Giugno 2015 in 12:58
            Permalink

            Risulta che la cordata Ferrari/del rio abbia incassato le firme di Barilla e piazzarotti stamattina

          • 23 Giugno 2015 in 15:56
            Permalink

            Come in ritardo, sono in diretta! (Ho detto firma, nero su bianco) Grande mano, grazie del tuo lavoro
            Ce la fanno in tempo secondo te?

  • 23 Giugno 2015 in 09:51
    Permalink

    Ragazzi abbiamo ancora uno scudetto da vincere venerdì alle 18,00 a Chianciano semifinale dei ns. Giovanissimi nazionali venite a sostenerli e a sostenere tutti coloro che in questi mesi hanno lavorato gratis per arrivare fino qui

    • 23 Giugno 2015 in 10:05
      Permalink

      Vediamo di fare una promozione… Grazie per l’invito

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI