Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

235 pensieri riguardo “IL MERCATOLOGO / TRA PARMA CALCIO 1913 E MAGICO PARMA IO PREFERISCO PARMA IN LEGA PRO

  • 26 Luglio 2015 in 03:40
    Permalink

    Quindi il caro Mercatologo è Pro Corrados mi pare di leggere… ma se non hanno neanche presentato uno straccio di staff al momento?

    Il progetto di Parma Calcio 1913 è biologico nel senso che si parte con poco e si cresce maggiormente col passare degli anni, per ora si è programmato un mese con un certo budget sopratutto in funzione di newco 2.

    • 26 Luglio 2015 in 10:07
      Permalink

      A me sembra che sia più una suggerimento…direi quasi un voler argomentare una pulce nell’orecchio..

      orecchi di parma calcio 1913 e non di…bah che lo nomino a fare l’altro…

      • 26 Luglio 2015 in 12:34
        Permalink

        beh l’altro, del ripescaggio, aveva fatto il proprio populistico cavallo di battaglia.
        cordialmente
        gmajo

        • 26 Luglio 2015 in 13:08
          Permalink

          Vero vero…ma l’impressione è che l’altro faccia degli annunci sensazionali e del piagnisteo la propria campagna…qui mi sembra che le cose siano state dette una volta molto chiaramente e poi sono solo seguiti i fatti…sono d’accordo nel dire che se ci fosse l’occasione di provare la lega pro la prenderei…ma il Parma calcio 1913 sta riaccendendo molto del mio entusiasmo…lo sento molto vicino a noi tifosi..e quindi accettare le decisioni della società per me non sarà un problema 😉

  • 26 Luglio 2015 in 08:52
    Permalink

    Buongiorno signor Majo

    E difficile pensare che le non sia di parte e patteggio per la cordata MILLETASCHE .

    E comprensibile visto quello che le hanno offerto…

    Io che cerco di essere più neutrale , se la Gazzetta patteggia per qualcuno so già quale è la strada da prendere…

    • 26 Luglio 2015 in 10:01
      Permalink

      lei neutrale? questa e’ davvero divertente. certo io da quando sarà iscritto il Parma calcio 1913 alla serie d indossero’ una divisa.
      sono sempre stato estraneo al sistema degli industriali spesso criticandoli aspramente, ma già il fatto che siano venuti a cercare uno non convenzionale come me penso sia un segnale positivo, di grande apertura e cambiamento. non bisogna avere paraocchi ma cercare di aprirsi al nuovo.
      cordialmente
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 14:36
        Permalink

        Penso che essere imprenditori voglia dire prima di tutto essere lungimiranti e visionari. Prima regola della stabilità: hai un potenziale “nemico” o potenziale detrattore che ha il potere di fomentare le folle? Vedi di cosa necessita e chiediti se puoi darglielo, e se puoi, daglielo. Così il potenziale nemico diventa alleato. Un mezzo di controllo infallibile: ti assumo e quindi ti controllo, non solo tu ma di conseguenza anche il sito, creando all’istante una moderazione subconscia di ogni commentatore. La sua probabile assunzione Majo è pari all’acquisto di un bravo regista di campo. Mossa azzeccata di Parma Calcio 1913. Se ciò porterà benessere a tutte le parti, è una gran cosa. Anche se inevitabilmente si perderà per strada il carattere contestatorio, ovvero: “contesti, stimoli, diverti.”

        • 26 Luglio 2015 in 15:01
          Permalink

          avessero voluto zittirmi non mi avrebbero concesso il mantenimento di proprietà e direzione di stadiotardini.it questo, unitamente alla mia scelta poco convenzionale, vuol dire accettare di buon grado il dialogo e la critica intelligente. ma dovremo essere bravi tutti a sfruttare l’opportunita’. prendere Majo pensando di cambiarlo sarebbe un errore madornale per tutti.
          cordialmente
          gmajo

          • 26 Luglio 2015 in 16:54
            Permalink

            Ho letto che anche Squarcia sara’ responsabile della comunicazione. Ma e’ possibile? Due addetti alla comunicazione ? E poi in serie D?
            Non posso crederci

          • 26 Luglio 2015 in 17:06
            Permalink

            la gazzetta di Parma e’ stata imprecisa: responsabile dell’ufficio stampa sarà uno solo ovvero il sottoscritto. Giuseppe squarciagola collaborerà con me come faceva l’anno scorso con la rancati, ma in pianta organica risulterà ancora come slo, cioè responsabile per i rapporti con i tifosi. nella struttura comunicazione ci sarà anche jonathan greci per strategie circa i new media.
            cordialmente
            gmajo

          • 26 Luglio 2015 in 19:14
            Permalink

            A suo tempo ti lancero’ allora una ideuzza sui new media…una app stile quella proposta dalla fiorentina.
            Ma nee riparleremo

          • 27 Luglio 2015 in 08:08
            Permalink

            Ti faccio (mi permetto l’utilizzo del “tu” non autorizzato vista l’ ormai vetusta frequentazione del sito) i complimenti per il nuovo incarico che ti è stato affidato. Te lo meriti e sono felice per te. Il fatto che il sito stadiotardini.it possa continuare la propria opera di divulgazione e dibattito fra tifosi mi fa estremamente piacere. Un’unica curiosità: come pensi di mediare il tuo ruolo quando si tratterà di dipanarsi fra notizie “ufficiali” che caratterizzano inderogabilmente le news di un official site, rispetto a quelle spesso ufficiose che costituiscono il sale e il pepe di un sito come stadiotardini.it?
            Un saluto

          • 27 Luglio 2015 in 12:07
            Permalink

            Ciao Gianfranco, il “tu” è autorizzatissimo, non ti preoccupare, giacché è inutile mantenere le distanze tra di noi, vista l’assidua e graditissima frequentazione di StadioTardini.it

            Non sarà semplice e occorrerà molta intelligenza e coraggio da parte di tutti i protagonisti coinvolti, ma sono convinto che StadioTardini.it potrà rivelarsi una preziosissima opportunità per Parma Calcio 1913, anche dovesse mantenere un taglio “critico” e di civile confronto e scambio di idee come è stato fino ad oggi al di là del cambio di ruolo del direttore, ora componente di una squadra e non più battitore libero. E’ chiaro, tuttavia, che sarebbe penalizzante per me e per la società che mi ha scelto, se diventassi la brutta copia di quello che sono sempre stato, poiché perderei ogni credibilità (e di conseguenza anche chi mi ha voluto). Anche per ragioni di tempo, oltre che di opportunità, io su StadioTardini.it apparirò molto meno a livello di articoli, continuerò a mantenere il dialogo con i lettori (i quali dovranno però sempre ricordare che chi gli risponde non è più il giornalista “libero” di prima, ma il portavoce della società, quindi non farà propriamente “informazione”, ma “comunicazione”, sia pure biologica e trasparente). Sarà mia intenzione, comunque, far sì che gli autori della testata – aperta al contributo di tutti i lettori – utilizzino questa palestra come spazio pensatoio, monitorato dalla società che magari potrà trarre spunto per la propria stessa attività, più che come contenitore o diffusore di notizie o semplici spifferi. La linea, quindi, sarà sempre quell’approfondimento divulgativo-propositivo, anche se è palese che sono cambiati un po’ tutti gli orizzonti. Insomma: proprio anche per un quieto vivere con gli altri media non ci metteremo a fare concorrenza a loro, restando uno strumento diverso e complementare.

            Cordialmente
            Gmajo

    • 26 Luglio 2015 in 10:48
      Permalink

      solo una osservazione diciamo “linguistica”
      Lei dice :
      “Io che cerco di essere più neutrale , se la Gazzetta patteggia per qualcuno so già quale è la strada da prendere…”
      Già questo “preconcetto” dice che lei non è neutrale…

      ma questo non è importante..
      nessuno ormai è completamente neutrale per un motivo o per un altro.
      siamo entrati dentro un vortice e ciascuno di noi col suo bagaglio di conoscenze esperienze motivazioni cerca di uscirne come meglio può ..
      quindi teniamoci le nostre convinzioni e non diamo nè a noi nè ad altri “patentini” di neutralità, serietà, intelligenza..ecc
      My opinion of course

  • 26 Luglio 2015 in 09:26
    Permalink

    Le osservazioni del mercatologo sono in buona parte condivisibili. Se però fosse messa in campo una squadra raffazzonata (per i noti motivi) e poi magari retrocedesse…

    • 26 Luglio 2015 in 10:08
      Permalink

      che ottimismo… cmq fallire l promozione sarebbe altrettanto un disastro
      ed e’ piu facile raffazzonare una squadra di d in pochi giorni che di c.
      ovviamente questa e’ una mia tesi personale che non rispecchia il pensiero di Parma calcio 1913
      cordialmente
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 10:33
        Permalink

        Majo ammettiamo che andiamo in LEGA PRO.Non vinciamo il campionato,non facciamo nemmeno i play off e rimaniamo per un altr’anno in LEGA PRO.
        È come aver vinto la serie D, ti ritroveresti in Lega Pro con il vantaggio di aver fatto un anno in Lega Pro e aver acquisito esperienza per mirare alla serie B l’anno dopo.Ma lei Majo non ha pensato che che se non vinciamo la D al primo anno come immagine facciamo la figura d’incompetenti e il calcio biologico sarebbe deriso da tutt’Italia? PER UNA VOLTA SIA MAJO ANCHE LEI UN VINCENTE E ABBANDONI LA PALUDE LA MELMA LA MERDA E LA TRAPPOLA DELLA SERIE D

      • 26 Luglio 2015 in 10:34
        Permalink

        Il ragionamento che facevo io prevedeva un’iscrizione alla D, l’allestimento di una formazione di D e quindi un inserimento eventuale in Lega Pro per un completamento degli organici dei campionati. Naturalmente se fra un paio di giorni ci si trovasse in Lega Pro potrebbe essere allestita una formazione con meno problemi di età ecc. per un campionato di transizione.

  • 26 Luglio 2015 in 10:03
    Permalink

    Condivido in toto l’opinione del mercatologo ma il mio dubbio è ci concedessero di giocare il lega pro saranno in grado Minotti e Galassi ( la cordata corrado mi rifiuto di prenderla in considerazione) di attrezzare una squadra all’altezza in così poco tempo?

    • 26 Luglio 2015 in 12:40
      Permalink

      la mia opinione personale, a prescindere dalla linea di Parma calcio 1913, e’ che in tempi brevi sia piu’ semplice allestire una squadra di lega pro che da d ove e’ tassativo vincere il campionato.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 10:22
    Permalink

    ________________INCREDIBILE ARTICOLO_______________________
    Cazzo e poi ancora CAZZO,questo è un articolo che giudico IL MIGLIORE da quando sono su questo sito.________IL MIGLIORE DI TUTTI I TEMPI___________CONDIVIDO TUTTO, anche le virgole, tutto di tutto. maproprio TUTTO. Anch’io tempo fa avevo accennato alla stessa cosa.CHI HA SCRITTO QUESTO ARTICOLO È UNO CHE HA SALE IN ZUCCA.Diciamo in modo sicuro che non è un “GRAMMI 4,8 “MA UN “chilogrammi 4,8 ” FINALMENTE UN ARTICOLO SENSATO E INTELLIGENTE.BRAVO E CHAPEAU dieci cento mille volte per cui
    ________________SUPER CHAPEAU______________

  • 26 Luglio 2015 in 10:32
    Permalink

    Devo dire che le argomentazioni sono convincenti.
    Io temo che dati i tempi non ci sia appunto tempo….
    le corse che stan facendo per trovare i calciatori per la D.. tutti i contatti coi calciatori..promesse forse già fatte o ottenute…insomma bisognerebbe rimettere tutto in movimento per la Lega Pro. .

    Si può riuscire?

    Insomma se fosse possibile FIRMEREI SUBITO per la lega pro!!!!!!
    Preferirei stare un anno in più in lega pro piuttosto che in D…

    • 26 Luglio 2015 in 13:14
      Permalink

      Quoto al 100% meglio un giro a vuoto in lega pro che un giro a vuoto meno probabile ma nemmeno impossibile in serie D

  • 26 Luglio 2015 in 11:00
    Permalink

    Seguo le orme del “mercatologo”…già da me precorse qualche giorno fa : ripartire dal livello più alto possibile, scongiura l’ipotesi di “figuracce”; anche nel caso della disputa di un campionato a medio livello (cioè senza promozione). Quindi se c’è l’opportunità di essere da subito iscritti alla serie “C” ovvero bypassando la serie “D” meglio approfittare. E nell’immobilismo casalingo che ben vengano le cordate (ahimè) “straniere”. Il nuovo Parma dovrà giocarsela comunque sul campo (la permanenza o la promozione).

  • 26 Luglio 2015 in 11:07
    Permalink

    io tra parma calcio 1913 e magico parma preferisco il parma in seri A…..lo avessi scritto io sarebbe stato considerato trash.
    e ti diro’ di piu’ fra la mazzamauro e la maggiulli preferisco la mazzamauro.

  • 26 Luglio 2015 in 11:08
    Permalink

    Attenzione : un conto è rimanere in d, con costi da d, un conto è retrocedere dalla lega pro in d ma con costi da lega pro. In d Parma calcio 1913 si propone di fare contratti annuali proprio in virtù del fatto che la promozione non è scontata ed è necessario evitare di accollarsi contratti pluriennali che rischiano di creare passivi che poi gli azionisti dovrebbero ripianare. In lega pro, dovresti per forza fare contratti pluriennali, con il rischio di ricreare un debito futuro insostenibile per la società, soprattutto nella newco2. Insomma, l’obiettivo primario è evitare un nuovo crack e per farlo bisogna muoversi con cautela….

    • 27 Luglio 2015 in 12:05
      Permalink

      Ciao omonimo, secondo me hai un po’ di confusione: cosa c’entra il debito di newco2 ? Le controllanti non c’entrano semmai i debiti di Parma1913 con gestioni poco virtuose

  • 26 Luglio 2015 in 11:09
    Permalink

    Gran bell’ articolo!!! Compimenti. Condivido pienamente. Sembra essere anche super partes.
    In lega pro ci sarebbe la fila di giocatori, altro che pera e banana!

  • 26 Luglio 2015 in 11:11
    Permalink

    Salve direttore, prima di tutto in bocca al lupo per il nuovo eventuale incarico nella speranza che tutto vada come deve andare, dopodiché direttore parlandoci direttamente che impressioni ha sulla possibilità di richiesta della compagine di ripescaggio in lega pro? Ha intravisto un minimo di apertura o nessuna possibilità?
    Cordialmente e di nuovo in bocca al lupo
    Tommaso Pinto

    • 26 Luglio 2015 in 11:32
      Permalink

      Grazie mille.
      un minimo di apertura, ma proprio un minimo, c’e’, anche se la priorità e’ il rispetto della biologicita’. e’ chdiaro, però, che non bisogna essere talebani in questo, ad esempio reputo. stolto pensare che il ripelscaggio equivale a scendere a patti con tavecchio e che il core business di una azienda sportiva e’ tendere al miglior risultato possibile che e’ poi quello che chiedono i tifosi cioè il target di riferimento dell’attività.
      cordialmente
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 12:51
        Permalink

        Se il ripescaggio non è a “danno” di qualcuno che problema c’è? Non dovremmo mica inchinarci per chiedere un favore in questo caso.. ma esercitare mio un diritto
        non scordiamoci che siamo il Parma
        spero che riflettono bene su questo

        • 26 Luglio 2015 in 12:53
          Permalink

          Correzione : Spero che riflettano. .
          non posso lasciare un verbo sbagliato

      • 26 Luglio 2015 in 13:17
        Permalink

        Direttore è passata la Rosy? Ha mischiato un po di tasti sulla tastiera? Ahahah

        • 26 Luglio 2015 in 13:41
          Permalink

          eh scusate ma non so bene cosa sia successo… cmq anche la parte barrata e’ parte integrante del ragionamento. poi quando saro’ davanti al PC e non col Micro telefono muletto vedro’ se riuscirò ad aggiustarlo.
          cordialmente
          gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 11:22
    Permalink

    Ma scusate: le domande per il rispescaggio in Lega Pro non erano da presentare entro venerdì?

  • 26 Luglio 2015 in 11:40
    Permalink

    Anche io non mi spiego perchè vogliano a tutti i costi ripartire dalla D….è solo per i soldi?Ma…se vogliono (vogliamo) vincere in D l’ anno dopo…sei in C e quindi…i soldi devi metterceli lo stesso….quindi…..”risparmieresti” un anno……BOH……

    • 26 Luglio 2015 in 11:51
      Permalink

      infatti quello dei soldi e’ solo uno stucchevole luogo comune alimentato da chi preferisce dileggiare gli altri anziché lavorare a testa bassa sulla propria proposta.
      i soldi non sono un problema : la questione e’ di natura organizzativa e ideologica.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 11:41
    Permalink

    Articolo che secondo me scopre l’acqua calda per il semplice fatto che la stragrande maggioranza preferisca ripartire dalla lega pro piuttosto che dalla d secondo me. Chi pretende una ripartenza dalla lega pro non deve pretendere una promozione immediata però. La banalissima osservazione dell’essere ad agosto e del non avere ancora una squadra è tristemente ovvia quanto fondamentale. L’idea di ripartire dalla lega pro a mio parere porterebbe alla formazione quest’anno di una squadra che non rischi le zone basse ma che probabilmente non riuscirebbe a salire. Una squadra senza infamia e senza lode che però potrebbe garantire la certezza di giocare in lega pro il prossimo anno (con la possibilità di allestire una squadra di tutto rispetto l’estate prossima), cosa che purtroppo non è per nulla scontata ripartendo dalla d dove però, pur con poco tempo a disposizione si lotterebbe per il vertice.

  • 26 Luglio 2015 in 12:03
    Permalink

    Majo vado un attimo off-topic…mi è venuta in mente questa cosa vedendo Piazza interessato al como…ma i tuoi amici quatarioti?!?! Che prima trattavano il Parma, poi il genoa, poi erano finiti ad Avellino con l’idea di fare lo stadio da 15.000 posti che fine hanno fatto? Eni tornè in quatar?

    • 26 Luglio 2015 in 13:30
      Permalink

      ne ho da un po’ perso traccia. da quando si erano ritirati dalla corsa al Parma poco mi hanno interessato i loro movimenti.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 12:20
    Permalink

    Ce l avete tt con il sig corrado quando per me il meglio x noi sarebbe lui..e sai che vi dico che domani la lega nn si pronuncerà. Sapete perche il sistema marcio ci mandera in lega pro!almeno la lega si lavera le mani con i barilla e company x decidere a chi dare affilazione

    • 26 Luglio 2015 in 13:26
      Permalink

      che accozzaglia di corbellerie…
      chi decide per la iscrizione e’ il presidente federale e non la lega che c’entra una benedetta mazza.
      intanto ci si iscrive alla d. il ripescaggio in lega pro e’ un eventuale livello successivo.
      infine: de gustibus non disputandum est. ma potrebbe fare opera di divulgazione spiegando ai lettori i motivi per i quali lei asserisce che i Corrado’s siano il meglio per il Parma?
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 12:23
    Permalink

    Buongiorno direttorissimo, cosa c’è di vero sul fatto che Parma Calcio 1913 per abbia già bloccato 20 giocatori? E come questa eventualità sarebbe da leggere in ottica Lega Pro? Mi spiego: questi 20 bloccati (in pratica tutta la squadra) farebbero al caso nostro anche in caso di Lega Pro? O vuole proprio dire, all’opposto, che la Lega Pro ce la dobbiamo scordare in caso di Parma Calcio 1913?

    • 26 Luglio 2015 in 13:15
      Permalink

      quella dei 20 giocatori bloccati mi pare fantasia. ma nel caso sarebbero per la d che manco e’ una certezza quella figurarsi la c…

  • 26 Luglio 2015 in 12:27
    Permalink

    Direttorissimo, altra domanda (a questo punto per entrambe le cordate) in caso di Lega Pro, secondo lei, si punterebbe a vincerla o si cercherebbe di fare il possibile per poi tentare la risalita l’anno successivo?

    • 26 Luglio 2015 in 13:10
      Permalink

      non saprei, ma certo non ci sarebbe l’imperativo di vincerla come la d.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 12:39
    Permalink

    LA Lega Pro va preferita alla SERIE D per i seguenti motivi

    1 ) Ormai è tardi per allestire una squadra competitiva. La CREMA della categoria è andat su altre piazze non certamente biologiche ma attualmente più vincenti della nostra.

    2) In Lega Pro, potresti fare un a nno di esperienza, non sei obbligato nonostante i play off a venire subito in seie B, faresti un anno di esperienza che ti verrebbe buono l’anno dopo se vuoi spiccare il salto verso la B

    3) i TIFOSI se invece si dovesse rimanere in serie D, vorrebbero la vittoria de lgirone. NON ACCETTEREBBERO UN VERDETTO DIVERSO DA QUESTO

    4) i giocatori più giovani se la partenza dovesse essere stentata sarebbero quelli che subirebbero l’impatto emotivo maggiore sentendo la presssione.

    5) Guido Barilla sarebbe, se il campionato dovesse andare male, il più attaccato perchè inutile nasconderci dietro a un dito, lui è il capo della cordata, lui è il capo di tutto. Se si vince, avrà vinto lui, se si perde avrà perso lui e quindi fare un campionato di D CHE HA MOLTE INCOGNITE E TRABOCCHETTI NON GLI CONVIENE ASSOLUTAMENTE. Se si perde non si guarda a Scala o a altri che sono suoi dipendenti ma solo e unicamente a lui.

    6) Se facessimo la Lega PRO E NON RIUSCISSIMO A SALIRE, SAREBBE COME AVER VINTO LA SERIE D, ci ritroveremmo dopo un anno sempre in Lega Pro, con un vantaggio, non dovremmo rifare completamente la squadra perchè è notorio che una squadra di dilettanti non può fare anche la Lega Pro mentre se fossimo già in Lega Pro, i giocatori migliori potremmo tenerli per la scalata in serie B L’ANNO SUCCESSIVO.

    Qualcuno sul sito diceva tempo fa che preferiva la serie D PER PARTIRE DA ZERO e non avere aiuti così dalla federazione ma questo dimentica che un favore la federazione ce lo sta già facendo iscrivendoci alla serie D, AVREMMO DOVUTO PARTIRE DALLA TERZA CATEGORIA per cui visto che solo quest’anno possiamo prendere questo salvagente per la LEGA PRO, prendiamolo senza pensarci un attimo perchè le paludi della serie D SONO MELMOSE, sono piene d’incognite e di….sabbie mobili.

    • 26 Luglio 2015 in 12:46
      Permalink

      questo e’ il commento del secolo di velenoso. complimenti per l’analisi per una volta lucida e condivisibile.
      cordialmente
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 12:58
        Permalink

        Concordo… bravo velenoso 🙂

      • 27 Luglio 2015 in 11:31
        Permalink

        Si coi pro alla lega pro … ma fare la lega PRO con una squadra poco competitiva e perdere i derby con la regia e rimanere sotto in classifica sarebbe una grossa umiliazione.

        Meglio la D che l’umiliazione di essere inferiori ai cugini cubetti!

  • 26 Luglio 2015 in 12:51
    Permalink

    Dimenticavo di dire una cosa. Le squadre quest’anno che saranno in D nel girone del Parma si sono enormemente rinforzate sapendo che il Parma è la squadra più blasonata da battere. Ovviamente questi giocatori bravi che in categoria faranno la differenza sono stati oliati con olio di Palma e non certamente con del biologico olio di oliva. Nei dilettanti saremmo la Juventus della serie D PER CUI TUTTI LOTTERANNO CONTRO DI NOI ALLA MORTE E SE NON HAI la crema della categoria non ce la potrai mai fare a vincere il girone. Se vai in un ristorante e vuoi un primo volendo spendere al massimo 3 euro, ti serviranno lo stesso il primo da te rischiesto ma non puoi pretendere che nel soffritto ci sia olio biologico extravergine di oliva DOP ma se ti andrà bene ci sarà come condimento del pessimo olio di Palma e come pasta mangerai quella cinese, poi magari avrai problemi di stomaco ma capirai, hai speso 3 euro e non 10 e gli effetti secondari sono i tuoi, dovevi prevederlo mangiando delle porcate per spendere meno. A buon intenditor, poche parole. Ciao.

  • 26 Luglio 2015 in 13:11
    Permalink

    Bravo bravissimo … Gabriele e Velonoso ….
    l’analisi… impecabile ……
    Adesso se vede piú chiaro tutto …
    Forza Parma

  • 26 Luglio 2015 in 13:12
    Permalink

    Direttore una domanda: ma se domani una delle due si iscrive ufficialmente in D, entro quando si potrà richiedere il ripescaggio in Pro?

    • 26 Luglio 2015 in 13:43
      Permalink

      con precisione non so anche perché la situazione e’ fluida

  • 26 Luglio 2015 in 13:27
    Permalink

    “Mi chiedo come sia possibile che società senza morale e/o senza soldi possano fare i propri interessi approfittando del sistema. Un esempio per tutti è il Parma, una società fallita che ha potuto comunque giocare il campionato, falsandolo, per poi uscire dai giochi”.

    Parole di Renzo Rosso, patron del Bassano, una cui lettera è stata ospitata stamani dalla Gazzetta dello Sport. Se battere la Juventus, pareggiare con Roma e Napoli e superare la Fiorentina significa falsare il campionato, allora questo strano figuro che è a capo del Bassano, di sport non capisce un CAZZO.

    • 26 Luglio 2015 in 14:09
      Permalink

      Luca Russo ti sei dimenticato che abbiamo battuto anche l’Inter al Tardini e pareggiato a Milano . Si ha ragione Majo megliodi gran lunga i reggiani che questi bavosi e ipocriti personaggi che hanno e stanno rovinando il calcio italiano.

    • 26 Luglio 2015 in 14:30
      Permalink

      Altro ke Falsato NON doveva cominciare il Campionato

      IL sig.Rosso Patron del Bassano ne Capisce Eccome

      Solidarietà x ki Tenta di Cambiare lo Skifo nel Calcio !!!!

  • 26 Luglio 2015 in 13:28
    Permalink

    Ma é tempo perso Majo star li a far scrivere il mercatologo e tu a commentare alle domande!! Sia l avv Malvisi che Pacciani hanno detto che le regole per dare l affiliazione in D bisogna avere la lettera del sindaco il sindaco l ha fatta per I tuoi futuri datori di lavoro che hanno fatto capire che il ripescaggio non lo vogliono , basta ascoltare il tuo video fatto a Luca Carra alla festa del cordinamento la set scorsa, poi nella Newco 2 ci sn quelli del coordinamento che vogliono ripartire puliti seza favori ecc idem I Boys la pensano come loro poi Parma 1913 ha bloccato tt giocatori da D e nonostante Non Lo richiederanno le due tifoserie non vogliono ripescaggi si Sta ancora parlando di Ripescaggio. .. MAH!!!
    CMQ MAGARI PARMA CALCIO UPI 1913 LO RICHIEDESSE!!!!

    • 26 Luglio 2015 in 17:57
      Permalink

      Dandoci la serie D la federazione ci fa un favore altrimenti avremmo dovuto ripartire dalla terza categoria e quindi la fola di ripartire dalla D puliti e candidi per non avere favori dalla federazione, NON REGGE.Allora se non si vogliono favori SE UNO È COERENTE e non un buffone, DOVREBBE dire “Favori non ne vogliamo dalla federazione e ripartoiamo senza aiuti dalla terza categoria”Allora sarebbe credibile ma così….. DIMENTICAVO PUOI PARTIRE PULITO ANCHE DALLA LEGA PRO quindi a questa fola diamoci in taglio e diciamo le vose come stammo.NON SI VUOLE SPENDERE.Girate10la come volete ma è così.

      • 26 Luglio 2015 in 18:26
        Permalink

        che do bali. sei proprio de coccio. il problema non e’ il voler non spendere. e te l’ho già scritto troppe volte e non ce ne sarà un’altra…

        • 26 Luglio 2015 in 19:27
          Permalink

          E allora qual’e?Lo dica una buona volta non IN POLITICHESE.

          • 26 Luglio 2015 in 20:57
            Permalink

            Topo belen dir. mo basta. non puoi monopolizzare reiterando sempre le stesse cose

  • 26 Luglio 2015 in 13:35
    Permalink

    Ammettiamo che l’affiliazione venga vinta da Parma Calcio 1913 e da. martedì o mercoledi parta la campagna abbonamenti.Se in un secondo tempo la federazione accetta il Parma in Lega Pro il prezzo degli abbonamenti rimarrebbe lo stesso o salendo di categoria, dovrebbe aumentare? In questo caso quale è la prassi? Chi ha già pagato cosa dovrebbe fare ? Lei mi dirà che sto correndo troppo ma dando risposte precise non ci faremo cogliere impreparati all’evolversi degli avvenimenti.Anche questa è programmazione…..biologica.

    • 26 Luglio 2015 in 14:30
      Permalink

      la programmazione biologica procede per step. ora nel planing c’e’ da completare tutto per la d. al momento non vi sono certezze di possibilita’ di ripescaggio. se l’8 agosto verrà fuori questa opportunità la si vagliera’ a tempo opportuno. adesso e’ tutto predisposto per la d, inclusa la campagna abbonamenti.
      cordialmente
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 18:03
        Permalink

        Tanto in Lega Pro i MILLEPIEDI non ci vogliono andare e quindi la programmazione per il salto di categoria al di la di dichiarazioni di facciata non viene presa nemmeno in tiepidissima considerazione
        Smentisce maestro?

  • 26 Luglio 2015 in 13:49
    Permalink

    Scusatemi,
    Ma il comunicato con l’affiliazione non viene dato una volta che la figc ha visionato tutti i progetti di tutte le squadre che hanno richiesto l’affiliazione? Perchè se è così, la reggina deve ancora presentare il suo progetto al sindaco. Io so che uscirà un solo comunicato della figc dove tutte le squadre avranno un affiliazione (o non). Conferma? oppure uscirà un comunicato per ogni squadra?

    • 26 Luglio 2015 in 14:21
      Permalink

      la decisione e’ del presidente federale di concerto con quello della lnd. i tempi di risposta se singoli o individuali al momento non li so.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 13:54
    Permalink

    Questi discorsi sulla lega pro non hanno alcun senso! Intanto non abbiamo ancora una squadra…non siamo neanche nemmeno iscritti alla serie D…e tutti i regolamenti dicono che il Parma non ha diritto al ripescaggio! E stiamo qui a discutere sul perché parma calcio 1913 non vuole andare in lega Pro!! Intanto bisogna iscriversi alla D…poi eventualmente se si creeranno i presupposti si potrà ragionare cosa sarà meglio per il Parma! Non è che Parma calcio 1913 non vuole la lega pro per soldi o per partito preso…semplicemente vuole fare un passo alla volta!

  • 26 Luglio 2015 in 14:05
    Permalink

    La squadra ovviamente non è mia ma dei MILLEPIEDI per cui se, come probabile, dovessero essere affiliati, Parma Calcio 1913 avrà la possibilità di scegliere che strada intraprendere, se quella meno dispendiosa della serie D ma più tortuosa o quella più dispendiosa della Lega Pro in cui però non c’è l’obbligo di vincerla al orimo anno. A Parma Calcio1913 noi abbiamo dato consigli, abbiamo voluto che ragionassero dei Pro e dei Contro che in queste due categorie ci sono. La totalità dei tifosi ha scelto la LEGA PRO per motivi che ho già elencato sopra per cui sta a loro scegliere. Una cosa però si devono ricordare e imptrimere a fuoco nella loro mente. In Lega Pro accetteremmo un anno di transiszione per studiare la categoria e per spiccare il volo verso la B l’anno dopo mentre se la cordata MILLEPIEDI alias Parma Calcio 1913 dovesse optare ( e questo è nel loro diritto) di rimanere nell’inferno della serie D
    QUESTA CORDATA, CAPEGGIATA DA GUIDO BARILLA
    SAPPIA
    che accetteremo anche la serie D, su questo non abbiamo problemiMA NON ACCETTEREMO MAI DI ARRIVARE SECONDI NEL GIRONE.
    DOVREMO VINCERLO SE NON A MANI BASSE QUASI.
    ALTRE OPZIONI DIVERSE DAL PRIMO POSTO NON ESISTONO.
    Non ci saranno ne “se” nè “ma”, si dovraà vincere E BASTA.
    Questo G.B. & Company lo devono sapere.
    Aumentateci pure anche l’abbonamento in curva, se il saLto di categoria è dovuto a mancanza di fondi, a noi non importa, l’importante, se si rimane tra i dilettanti è
    VINCERE IL CAMPIONATO.
    ALTRE SOLUZIONI, dai tifosi sono CATEGORICAMENTE
    RESPINTE
    ed ora che sapete cosa vi può aspettare, nel bene e nel male sceglierete con più calma e spero con cognizione e inteligenza.

  • 26 Luglio 2015 in 14:34
    Permalink

    Così terrorizzi Guido Barilla e Pizzarotti!

    • 26 Luglio 2015 in 15:12
      Permalink

      Se fanno la D per vivacchiare e per vivacchiare intendo dire arrivare secondi caro Pencroff il terrore sarà per Barilla e Pizzarotti la loro quotidiana amica

  • 26 Luglio 2015 in 15:50
    Permalink

    Sarà il caso di ricordarsi che a tutt’oggi non è possibile il ripescaggio in LegaPro e che non si sa cosa decideranno in federazione se ci saranno dei posti liberi.

  • 26 Luglio 2015 in 16:26
    Permalink

    Si ma se ti fai vedere interessato anche la Federazione ha interesse avere una squadra con il blasone del Parma in Lega Pro piuttosto che in serie D e col terremoto che ci sarà nei campionati questa non è utopia.Io penso invece che i MILLEPIEDI l’opzione di andare subito in Lega Pro sia vista come dell’aglio sventolato davanti a un vampiro.Loro non ci vogliono andare pensando che partire dai dilettanti sia tutto semplice ma si sbagliano e se ne accorgeranno.Ammettendo per assurdo che i MILLEPIEDI per loro volere rimangano in serie D e vincano il campionato,il prossimo anno si troveranno con una squadra completamente da rifare quindi avranno gli stessi problemi che avranno ora con l’aggravante che dovranno spendere molto di piu e non avranno quell’esperienza che avrebbero se quest’anno partissero dalla Lega/ Pro

  • 26 Luglio 2015 in 16:38
    Permalink

    la serie d la vince chi ha più soldi è un campionato semi professionistico anche solo aver la possibilità di fare un allenamento in più o fare i ritiri fa la differenza, comunque a me risulta che parma 1913 stia cercando giocatori di lega pro, poi se dovessimo partire dalla lega pro e facessimo un campionato da metà classifica i corradiani sarebbero pronti a denigrare parma 1913 e si perderebbe comunque entusiasmo e poi partendo da zero è piùù facile costruire una squadra di d che non di lega pro contando che bisogna creare anche le giovanili

  • 26 Luglio 2015 in 16:41
    Permalink

    A tutt’oggi Parma non ha una squadra. Anch’io sarei d’accordo con la legapro, vero che si spende di più subito ma intanto si supera lo scoglio di un’insidiosissima serie D, nella quale il Parma sarà lo “squadrone” da battere, mentre in legapro i crociati partirebbero con un basso profilo ed unica ambizione, solo per il primo anno s’intende, della salvezza mentre si fa le ossa. Tutto questo al di là dell’ammissibilità del ripescaggio, ovviamente. Ma prima deve essere costituita una squadra, ed è già tardi per la sua amalgama almeno parziale. Io, se fossi allenatore, non garantirei la promozione dalla D senza nemmeno aver visto in campo 10-11 giocatori su 24 o 25. Una squadra non è un avglomerato di giovanotti dai piedi più o meno buoni, bensì un ente collettivo con un proprio spirito. Se ho torto significa che degli sport di squadra non ho capito un tubo ma ne sarei contento per il Parma.

  • 26 Luglio 2015 in 17:07
    Permalink

    Direttore che pensa domani arriva la risposta?

    • 26 Luglio 2015 in 17:18
      Permalink

      avverto molto ottimismo in squadra, anche perché mordono il freno, giustamente, dopo settimane di intenso lavoro clandestino. io, però, sono un vecchio scaramantico col naso lungo e quindi mantengo, considerato gli eventi e gli attori, la mia proverbiale prudenza.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 17:22
    Permalink

    Beh se uno non garantisce la promozione partendo dai dilettanti e dovendo fare quindi per due ann . come minimo la serie D allora tanto vale partire dalla Lega Pro e fare due anni in Lega Pro.Per me il problema anche se Majo s’incazzera’ come una bestia sono i soldi.Ricordiamoci che i MILLEPIEDI hanno otto teste, c’e chi vuol spendere e chi no,chi i soldi li ha e chi non li ha per cui sia se rimaniamo in serie D e sia se andiamo in Lega Pro tra le otto teste dei MILLEPIEDI ci saranno sempre degli scontenti. La gente pensa che la serie D la vinceremo a mani basse.Prevedo un campionato in cui ancora una volta,noi poveri tifosi del Parma c’incazzeremo ancora una volta come aquile.IN SERIE D C’E SOLO UN OBIETTIVO DA PERSEGUIRE.IL PRIMO POSTO senza penare.TUTTO IL RESTO È NOIA.

    • 26 Luglio 2015 in 17:50
      Permalink

      io non e’ che mi incazzo come una bestia per niente, ma per qualche valido motivo sempre.
      mi stanno sulle scatole gli stupidi infondati e superficiali luoghi comuni.
      insistere con la storia dei soldi, malafede di chi ci marcia a parte, significa non avere la consapevolezza delle cose e parlare a vanvera.
      ho già spiegato a te e ai lettori che questo szpett

      • 26 Luglio 2015 in 18:28
        Permalink

        Ma se non è per denaro allora perché rifiutare questa manna dal cielo? Se si è coerenti si deve partire da zero, dalla terza categoria, ripartendo dalla D, non si riparte da zero e allora mio maestro per quale motivo si rifiuta la Lega Pro se non per il Dio denaro? È questo un luogo comune? E allora mi risponda visto che questa domanda gliela fanno in molti ma non sa o non vuole rispondere rifugiandosi dietro al “luogo comune” che non merita risposta…Anch’io vorrei farle le mie più sentite felicitazioni per l’incarico che dovrebbe avere nei MILLEPIEDI ma aspetto a farglieli ad affiliazione avvenuta evitando così che le mie felicitazioni si trasformassero in gufate INVOLONTARIE MA SEMPRE GUFATE visto che non ha ancora la certezaz di questo. A presto maestro

        • 26 Luglio 2015 in 18:50
          Permalink

          motivi ideologici e lí pur da eretico sono d’accordo con lei dovrebbero essere superati (vero quel che argomenta sulla terza categoria) ma anche organizzativi e pratici. l’accordo con sky può aver validità solo in d e certe sponsorizzazioni mega puoi averle solo con la visibilita’ di Sky.
          poi a Parma calcio 1913 ragionano per Step e per certezze senza cavalcare il populismo a vanvera della lega pro. questo non significa ignorare la possibilità ma soppesare pro e contro che non sono solo quelli di natura sportiva cui pensano i tifosi.
          cordialmente
          gmajo

          • 26 Luglio 2015 in 19:34
            Permalink

            Adesso ho finalmente capito ma non condivido.Se siamo biologici e si preferiscono al superamento della categoria i soldi delle sponsorizzazioni e quelli di Sky, non è più CALCIO BIOLOGICO ma calcio normale.

          • 26 Luglio 2015 in 20:54
            Permalink

            calcio biologico significa senza ricchi scemi o lestofanti. la squadra di calcio dovrebbe potersi sostenere il piu possibile con le sue forze e le sponsorizzazioni sono una fonte primaria di sostentamento
            saluti
            gmajo

          • 26 Luglio 2015 in 19:40
            Permalink

            Se non sono quelli di natura sportiva, i problemi quali sono?

          • 26 Luglio 2015 in 20:41
            Permalink

            te l’ho già scritto prima. non farmi ripetere sempre le stesse cose. Grazie

  • 26 Luglio 2015 in 17:35
    Permalink

    Non mi dica Mano che i MILLEPIEDI gradirebbero la Lega Pro invece della D.Sarebbe una balla colossale e se è Q
    questa e’ la verità allora è inutile dannarsi.Certo, se fai la D e non la vinci caro il mio Guido Barilla saranno cavoli amari e secondo me i MILLEPIEDI saranno sbeffeggiati da tutt’Italia perché il Parma è il Parma anche se morto e non può vivacchiare nei dilettanti con squadre come il doplavoro ferroviario di Nola. NO G.B.BISOGNA VINCERE BILOGICAMENTE O NO MA IN SERIE D LA VITTORIA È OBBLIGATA.

    • 26 Luglio 2015 in 18:36
      Permalink

      E uffa… velenoso…. calmati per un pò dai… 🙂

    • 26 Luglio 2015 in 19:06
      Permalink

      Avevano “lodato” solo Parmafanzine però… in una conferenza stampa… l’avevo trovato di cattivo gusto e direi imbarazzante..

      • 26 Luglio 2015 in 19:08
        Permalink

        Posto sbagliato… c’è qualche errore sul sito… ma pazienza..era una risposta alla tua delle 18.36

  • 26 Luglio 2015 in 18:14
    Permalink

    ciao gabriele ma secondo te la federazione ha gia contattato la futura proprieta che il parma e “suo”, ho verra detto domani qualche ora prima del comunicato ufficiale, e quale sono le indiscrezione che trapelano riguardo a domani, e se tu hai avuto a che fare anche con i corrado riguardo ufficio stampa .cordialmente Davide

    • 26 Luglio 2015 in 18:36
      Permalink

      con i Corrados non ho mai parlato di ufficio stampa.
      un paio di loro inqualificabili fan mi avevano veicolari il messaggio, prima della conferenza comizio, che se li avessi aiutati quella posizione avrebbe potuto essere mia. ma io mi sono sempre mosso secondo coscienza anche perché non e’ che sbavassi per quella posizione.
      per quanto riguarda le comunicazioni unofficial tra federazione e candidati eredi immagino ne siano intercorse, ma non darei peso a chi fa il gioco delle tre carte.
      cordialmente
      gmajo

  • 26 Luglio 2015 in 19:41
    Permalink

    Caro Direttore, in bocca al lupo per il potenziale nuovo ruolo.Il G8 ha ora bloccato tutte le bocche da fuoco giornalistiche come già fatto in passato da altri.Speriamo che la scelta della Figc avvenga domani per mettere fine a questo strazio.
    Ps:Mi auguro che i collaboratori della nuova societa (soprattutto quelli che avevano già lavorato con Ghirardi & co.) abbiano sempre un atteggiamento vigile e non da “non vedo non sento e non parlo”come successo nel recente passato.
    Cordialmente,
    Davide

    • 26 Luglio 2015 in 20:38
      Permalink

      Grazie. chi sarebbero le bocche da fuoco fermate? saluti
      gmajo

      • 26 Luglio 2015 in 21:03
        Permalink

        Caro Direttore,non faccia lo gnorry….
        I giornalisti che hanno sempre cercato di fare una informazione completa e,in alcuni casi, pungente non sono molti sulla piazza di Parma e quei pochi sono stati ingaggiati dal G8.Ad un posto di lavoro non si dice mai di no,quindi nessuna critica a chi è stato ingaggiato.Voto 10 per la mossa politica della società.Mi auguro solo che ci sia la stessa arguzia nel portare avanti i programmi sportivi

          • 27 Luglio 2015 in 09:44
            Permalink

            Mi fa piacere per Lei e mi dispiace per la critica sportiva locale perda un esponente lucido ,puntuale e ficcante.
            In bocca al lupo

          • 28 Luglio 2015 in 03:46
            Permalink

            grazie di cuore davide, speriamo ora che nel giornalismo attivo non serva uno come me

            Cordialmente

            Gmajo

    • 26 Luglio 2015 in 20:51
      Permalink

      Giornalisti e collaboratori comprati e messi a tacere…Mio dio neanche parlassimo della cia..o della guerra fredda
      il Parma non è stato il primo a fallire e non sarà purtroppo l’ultimo…certo ci si augura di essere vigili attenti critici… ma cavoli che drammatizzazione …. a volte nella vita le cose brutte capitano nonostante la nostra buona volontà

      • 26 Luglio 2015 in 21:01
        Permalink

        e poi tirarsi in casa una rasa come me e’ un atto coraggioso nel segno della trasparenza…

  • 26 Luglio 2015 in 19:57
    Permalink

    Tutto GIUSTISSIMO comprese le mie paure

    Che dovrebbero avere tutti compreso Maji

    • 26 Luglio 2015 in 20:56
      Permalink

      Il prossimo passo sarà il coprifuoco….
      Mo dai…

      • 26 Luglio 2015 in 21:11
        Permalink

        Cara Paola,hai ragione ma abbiamo tutti criticato il sistema poiché ha coperto le malefatte del duo innominabile.Impariamo dagli errori e stiamo con le antenne dritte

        • 27 Luglio 2015 in 10:30
          Permalink

          Certo su questo hai ragione..infatti tutti ce lo auspichiamo..ovvio
          ma ripeto a volte corriamo il rischio di pensare di essere i depositari dell’unica verità..per cui il mio era un democratico invito a non dare patenti di buoni o cattivi.. in questa situazione poi se è vero che Corrado è stato scelto da Tavecchio e se Tavecchio adesso sceglierà Corrado sarà sempre COME AL SOLITO. Decisioni di palazzo, quelle che tu sembri non gradire. Poi questo lo penso io e non ho nessuna intenzione di convincere nessuno. Ognuno sente per esperienza, motivazioni, ideologie varie quello che più gli si confà.
          Ciao 🙂

      • 26 Luglio 2015 in 21:44
        Permalink

        Liberissima di sognare e spero sia cosi ma gli indizi e nn solo mi fanno paura

        • 27 Luglio 2015 in 10:21
          Permalink

          sarebbe bene che anziché fare vaghe e complottistiche insinuazioni cominciassi a parlare chiaro..così capisco anche io.
          Ricordo cmq che stiamo parlando di Calcio e mi piacerebbe che non si perdesse di vista la realtà.
          Aspetto tue spiegazioni chiarificatrici su quello che intendi..grazie

          P.S: non sogno … credimi..questo privilegio lo lascio ai più giovani come te

  • 26 Luglio 2015 in 20:55
    Permalink

    Basta con stà Storia del Ripescaggio e altre Bufale !!!!

    La Città Vuole una Seria Società dai là !!!!

    NOI E VOI UNITI X UN GRANDE PARMA

    CON IL PARMA NEL BENE E NEL MALE

    NEL CAMPIONATO SIAM LA GLORIA

    FORZA PARMA ALTRO KE STORIA !!!!

  • 26 Luglio 2015 in 21:05
    Permalink

    Se e’ vero che i Corrado hanno un organigramma pronto, hanno toppato alla grande nella strategia marketing (vendere “apparenza” e fare “del cinema” dovrebbe essere una loro specialita’) ed invece di puntare su gente competente ma non immediatamente spendibile avrebbero dovuto mettere in campo un’operazione contro-nostalgica (magari con nomi fine anni ’90). Aver perso sul loro stesso terreno mi fa dubitare molto su quello che potrebbero essere gli skill calcistici.

    Detto questo il dibattito D o Lega Pro mi lascia indifferente, come lo era tra B e D, non vedo l’ora di tornare a tifare per il parma a prescindere, e la mia voglia di tifare e cosi tanta che probabilmente ne tiferei anche due..

  • 26 Luglio 2015 in 21:47
    Permalink

    Ferrari e’ uscito mantenendo la sua quota?
    se e’ cosi potrebbero esserci problemi……

    • 26 Luglio 2015 in 23:59
      Permalink

      Non ci sono problemi di sorta. Stop alle diffamzioni e alle insinuazioni. Minchia che gioco sporco. Che schifo

    • 27 Luglio 2015 in 14:35
      Permalink

      Cevolis, ma tu fai parte del minculpop dei Corrado?

  • 26 Luglio 2015 in 22:35
    Permalink

    Sì può ipotizzare un orario per domani per la decisione di Tavecchio ?

  • 26 Luglio 2015 in 23:12
    Permalink

    Buonasera signor Majo
    lei che è ben informato Sa Quando la cordata MILLETASCHE ha messo come ultima data per avere una risposta per l affiliazione?
    vorrei fare partire il conto alla rovescia….

  • 27 Luglio 2015 in 00:43
    Permalink

    Corrado ha garantito che farà richiesta per la lega pro. L’altra cordata invece continua a parlare di serie D

    • 27 Luglio 2015 in 11:02
      Permalink

      Beh… fare richiesta… che significa? È un proclama per il momento che tutti possono fare..
      non costa niente ma accende gli animi
      a parte che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare..
      quando sarà iscritto alla D vedremo tutto il potenziale di Corrado..no? E lo stesso per Parma calcio 1913…
      Per adesso stiamo parlando del “sesso degli angeli”

  • 27 Luglio 2015 in 00:44
    Permalink

    Chiunque la spunti tra Parma calcio 1913 e Magico Parma deve farci ripartire dalla lega pro e vincerla senza passare per i play off!! Il Parma con il glorioso passato che ha merita altri palcoscenici nel breve termine(entro due anni). Qui non si tratta del Venezia o Reggina o Monza qui si parla del Parma!!! Queste società non vantano un passato glorioso come il nostro

  • 27 Luglio 2015 in 01:05
    Permalink

    Carissimo VELENOSO ma i MILLEPIEDI vogliono tornare in A sì o no? Perché se ci ripescano in Lega Pro come paventi tu, va vinta e anche subito.. Un anno di transizione non lo vuole fare nessuno.. Subito in B l’anno dopo.. Tanto più che senza tetto salariale si possono offrire tanti soldi ai migliori..

    • 27 Luglio 2015 in 09:06
      Permalink

      Gentile Genna14,

      forse non ha capito che la proposta di Parma Calcio 1913 intende essere in totale discontinuità con gli schemi classici del calcio cui è evidentemente abituato. Quindi il tetto salariale non è vissuto come una limitazione, ma come una opportunità. Quindi non credo sia lecito attendersi che vengano offerti tanti soldi ai migliori, quanto il giusto. Nella consapevolezza che le legittime aspettative dei tifosi vadano accontentate, ma nel rispetto della propria policy,

      Saluti

      Gmajo

      • 27 Luglio 2015 in 11:17
        Permalink

        Majo..non è perché ti chiami Barilla che allora cambi il calcio…se pensate veramente che un attaccante da doppia cifra in D venga per 33.000€ lordi possiamo rimanere in D a vita…che poi quella cifra è anche sbagliata perché il massimo previsto è anche un po meno di 30.000.
        Tra l’altro in D i giocatori sono ancora più attaccati ai soldi che in lega pro…perché? Perché in lega pro sei tra i professionisti e quindi ti maturano gli anni per avere la pensione da calciatore, in D invece non maturi nemmeno quelli

      • 27 Luglio 2015 in 13:41
        Permalink

        È un calcio lodevole quello dei MILLEPIEDI, un calcio impossibile da attuare però nel calcio di oggi. È come lanciare un cigno in un mare popolato di squali.Immaginatevi che fine farà il povero cigno.Col calcio biologico la vittoria in serie D è PURA UTOPIA.

    • 27 Luglio 2015 in 12:28
      Permalink

      Caro Genna, lei si ricorda del tanto decantato virtuosismo del Napoli, di cui lo stesso Napoli si è vantato fino all’altro ieri? Ecco, per il secondo anno consecutivo, per effetto di un monte ingaggi che è vistosamente cresciuto nel corso delle ultime stagioni e dei mancati introiti da Champions League (bello fare i virtuosi coi soldi degli altri) , il Napoli chiuderà il bilancio in rosso. E, parere mio, se non dovesse cedere adesso i suoi pezzi migliori, anche al prossimo giro chiuderà con un bel passivo. E pensa che il Napoli sarebbe la società messa meglio quanto a casse. Ecco, è esattamente questa la fine che noi NON dobbiamo fare: annunciarsi virtuosi, ma non esserlo. Quindi, che ben venga il tetto salariale. E lunga vita ad esso…

  • 27 Luglio 2015 in 07:50
    Permalink

    Ecco l’importante è che si cominci a parlare di un’unico obbiettivo, da dove ricominciare, ovvero la lega pro. E che ci siano i “mezzi” disponibili per farlo. Che una cordata pittosto che l’altra ad aggiudicarsi il testimone, poco rileva. E’ necessario a questo punto “ripartire” e che sia fatta una volta per tutte chiarezza sui progetti e sugli artefici. Senza più le solite congetture…chiacchierate

  • 27 Luglio 2015 in 08:10
    Permalink

    Se abbiamo la possibilità della Lega Pro con i Corrado’s e i MILLEPIEDI invece la vogliono rifiutare allora l’opzione Corrado’s non è da scartare del tutto.Noi vogliamo vincere del resto ce ne frega poco

    • 27 Luglio 2015 in 09:59
      Permalink

      Parla per te stesso e non per gli altri visto che nessuno ti ha eletto portavoce di qualcuno.

      Secondo: evitiamo di diffondere inesattezze e falsità, dal momento che non corrisponde al vero il fatto che Parma Calcio 1913 intenda rifiutare l’opzione. A dispetto di chi la cavalca, l’opportunità sarà vagliata nel momento in cui sarà possibile. E A OGGI NON E’ POSSIBILE.

      E’ vero che al momento in Lega Pro sono iscritte circa 50 squadre su 60, ma è più facile che si vada incontro a una ulteriore riduzione del format.

      Un paio di settimane fa erano uscite le graduatorie per i ripescaggi con indicate 17 squadre con criteri secondo il principio dell’alternanza, anche se è lecito attendersi che solo poche possano essere interessate a farlo essendo particolarmente oneroso il versamento di 500.000 euro. La domanda andrebbe inoltrata entro le 19 di oggi, lunedì 27 luglio.

      Qualsiasi sia il Parma iscritto – sempre ammesso che oggi venga iscritto – al momento non credo possa inoltrare la domanda non avendo la totalità dei requisiti attualmente previsti.

      Se saranno stabiliti nuovi meccanismi di riammissione e non di ripescaggio (e la riammissione non sarebbe a titolo oneroso, per cui si eviterebbe l’esborso di 500.000 euro) lo si capirà attraverso modifiche delle Noif nei prossimi consigli federali, per cui tra una decina di giorni circa e non prima.

      Ora è giusto fare di tutto sul “reale” e sull’ “attuale”, vale a dire (si spera) la serie D: poi, senza tanti capitoletti di due righe da sbandierare sulla Lega Pro, se al momento opportuno ci sarà lo spiraglio Parma Calcio 1913 farà le valutazioni del caso.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 27 Luglio 2015 in 10:25
        Permalink

        Mi permetto di dissentire su un punto: non è immaginabile che chi a tutt’oggi ha i requisiti debba pagare 500k e in un ipotetica riapertura questi non vengano richiesti perché a quel punto chi ha pagato e chi non ha presentato domanda bloccato dalla richiesta economica protesterebbe subito. Sarebbe una presa in giro.

      • 27 Luglio 2015 in 11:20
        Permalink

        Mi inserisco su questo commento. Perdonate l’intrusione. Capisco il desiderio di vincere, ma non è detto che partendo dalla D questo sia escluso. Se vengono confermate le indiscrezioni sull’accordo con Sky, allora il progetto di Parma Calcio 1913 assume dei contorni più chiari e, soprattutto, lungimiranti.
        L’interesse della Tv è finalizzato alla speranza (ma potrebbe essere anche qualcosa di più) di seguire da vicino ed in esclusiva una favola. Partire dai bassifondi per tornare in alto. In questo senso capirei la pianificazione prudente della cordata: inutile bruciare le tappe quando si può scrivere la storia. E l’appeal di un’impresa del genere potrebbe ripristinare le simpatie che merita la piazza. Con conseguente incremento di sponsor e, perchè no, tifosi simpatizzanti.
        Quindi il marchio, oltre ai successi sportivi, potrebbe diventare garanzia di serietà e porterebbe vantaggi a tutti.
        Naturalmente penso siano queste le intenzioni. E non credo sia un fare i conti senza l’oste. Ma, al contrario, penso che siano veramente sicuri delle mosse da fare. E, con un lavoro mirato, anche gli imprevisti arrecano meno danni.

        Ps: Direttore Majo, penso che la scaramanzia sia d’obbligo, tuttavia, qualora dovessero confermarle l’incarico, credo che sia dimostrazione della lungimiranza delle menti che hanno ideato il progetto. Dimostrerebbero di apprezzare le qualità e le competenze che lei ha.

    • 27 Luglio 2015 in 14:39
      Permalink

      Velenoso parla per te. Io voglio una societa’ seria e affidabile. Punto. Finora Corrado non ha dimostrato una beneamata mazza di tutto questo. Sai che ne faccio della Lefa Pro se poi ho un cialtrone come presidente? Ti rispondo come Toto’: ci si pulisca il culo!!

  • 27 Luglio 2015 in 09:49
    Permalink

    Buongiorno signor Majo, anch’io volevo fare i complimenti all’autore dell’articolo.
    Tra le righe si legge quello che chi non si lascia condizionare dalla Gazzetta o da interessi personali vede.

    Barilla si è mosso per fare lavorare ancora l’allenatore di suo figlio…
    ma a lui interessano solo le giovanili che costano un po’ più dell’abbonamento a Sky, ma non come una serie A B o C.

    Gli altri lo fanno per interessi personali o di immagine, vedi i vari Pizzarotti o i ‘politici’ del PD.

    Si è visto da subito a chi interessa veramente il Parma

    Certo andare a rilevare una squadra con 200 milioni di debiti sarebbe stato veramente una cosa da Pazzi.

    Quindi se è vero che oggi sarà l’ultimo giorno dei MILLETASCHE che finisca molto alla svelta allora , in fondo mancano solo 14 ore…

    • 27 Luglio 2015 in 10:02
      Permalink

      Non sarà l’ultimo giorno di Parma Calcio 1913, tranquillo…

    • 27 Luglio 2015 in 10:53
      Permalink

      Dici: “Si è visto da subito a chi interessa veramente il Parma
      Certo andare a rilevare una squadra con 200 milioni di debiti sarebbe stato veramente una cosa da Pazzi”

      Quindi?…siccome lo si sapeva cosa si son messi a fare in una impresa del genere? Forse per interessi personali..pubblicità..immagine…cioè gli stessi motivi che imputi a Pizzarotti & Co? Non lo so .. io non lo dico ma tu usa almeno lo stesso metro di giudizio..
      mah…..

  • 27 Luglio 2015 in 09:53
    Permalink

    Tavecchio si esprimerà in serata .. Così mi dicono le ragazze che dovrebbero aggregarsi a Parma Calcio 1913 squadra femminile

    • 27 Luglio 2015 in 10:01
      Permalink

      E le ragazze hanno contatti con Tavecchio in persona?

      • 27 Luglio 2015 in 10:32
        Permalink

        per fare una battuta se ci sono le ragazze attento che non ci rimane secco , deve usare la pozione magica ahah

      • 27 Luglio 2015 in 10:33
        Permalink

        Hanno contatti con la federazione a livello di lnd.. È’ un rumor e nulla di più

  • 27 Luglio 2015 in 10:23
    Permalink

    Cavolo signor Majo ma prima mi illude con una bella notizia e poi se la rimangia?
    Ieri sera aveva detto che oggi poteva essere l’ultimo giorno delle MILLESACCOCCIE e adesso la allunghiamo ancora?

  • 27 Luglio 2015 in 10:34
    Permalink

    Oggi ho letto su ParmaFanzine una disamina che ritengo molto corretta.
    Al di la’ di 1913(che personalmente p re diligo per la chiarezza delle mosse) o dei Corrados(la cui ambiguità’ mi lascia perplesso) il vero cialtrone della vicenda non è’ altro che la FIGC ed il suo Presidente testa di calcio Tavecchio

  • 27 Luglio 2015 in 10:37
    Permalink

    be sai Belloli e’ culo e camicia con costui…….

    tavecchio e’ uomo di ampie vedute e di esperienza ha fatto tre anni di militare a cuneo

  • 27 Luglio 2015 in 10:41
    Permalink

    Per la cronaca ieri la maggior parte delle squadre della serie D hanno iniziato la preparazione, tutte le altre lo faranno entro la settimana. Ditemi voi cosa si può fare in questa situazione.
    Secondo me c’è aria di terza categoria in Cittadella.

  • 27 Luglio 2015 in 10:42
    Permalink

    e poi caro mercatologo chi e’ che ha contribuito al tuo nome

    fino ad ora ? no perche’ di mercato dell’altra combriccola manco l’ombra…..

  • 27 Luglio 2015 in 10:44
    Permalink

    se aspetti di disquisire di mercato di lega pro con chilor le mej cat ve a cater su di tomachi

  • 27 Luglio 2015 in 10:56
    Permalink

    Direttore,
    ho letto in un articolo che se i Corrados non ottenessero l’affiliiazione del defunto Parma Fc, opterebbero (avendo liquidità economica da investire) su un altro progetto in un altra città italiana…

    considerato che,

    il progetto Parma Calcio 1913 coinvolge come sappiamo la creme dell’imprenditoria locale…

    taVECCHIO affiliando il Parma a Parma Calcio 1913 otterrebbe 2 piccioni con una fava!!!
    nel senso che i Corrados investirebbero altrove mettendo comunque capitali nel calcio, mentre diversamente l’altra cordata locale (interessata solo al Parma) si sfalderebbe se perdesse l’affiliazione.

    inoltre, il progetto Parma Calcio 1913 mi sembra già delineato, sotto tutti gli aspetti, compreso il centro sportivo.

    detto questo,
    per il bene del calcio, e del calcio a Parma, taVECCHIO non dovrebbe avere molti dubbi…
    il Parma a Parma Calcio 1913 e via libera ai Corrados per investire altrove..

    che ne pensa?

  • 27 Luglio 2015 in 10:57
    Permalink

    Mi fa ridere pensare che gli unici sostenitori di magico Parma sono gli amici e i compagni di squadra di Corrado junior….peccato che la metà di questi sono juventini e l’altra metà la domenica pomeriggio sarà a forte dei marmi….e allo stadio ci saranno due gatti!

  • 27 Luglio 2015 in 11:08
    Permalink

    Majo lei sa ke l’ho sempre difesa in questi anni. ke a parte sputtanarla e criticarla, o qualke piccola digressione tipo all’avtogrill, o averle sabotato la bici, le ho sempre portato del rispetto. Ke la insultavamo, ma cn il rispetto. Ke le sbraivamo ma cn il rispetto. Ke io poi l’ho solo sbuttonata, ke qnd mi dovrebbe ringraziare ke nn le abbiamo dato. Adesso se la prendono al Parma 113, io sono felicje, xò dopo ci dica lei a ki possiamo dare. Possiamo dare a Lorenzo Fava? Per me è ok, però mi sembra si debba ancora fare gli ossi. E poi se entra si ricordi degli ammici. Ke io nn dico niente…. ma la facciamo la PARMIGJANITA’ o no? Se c’è da tirare su due bor, con tt quello ke ho speso alle makkinette cercando di vincere i soldi x salvare il Parma (#SaveParma), nn sarebbe il caso di sburlare dentro anke me? Cmq vedete voi ke io nn dico niente xkè sn un signiore. Dopo xò se volete andare all’Est Salamini o a prendere il rincostituente in via Trento, dopo ve la strigate. Ke nn è ke io posso fare tt a-macca, brut scrocò. PS: Majo fino a ke giorno possiamo darle prima ke la prendano al 113? Grz.

    • 28 Luglio 2015 in 03:43
      Permalink

      ormai è andata, e hanno perso l’occasione di darmele… O me le daranno più volentieri?

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 11:36
    Permalink

    BREAKING NEWS: Tavecchio & Co sono andati da sabato scorso in villeggiatura ed hanno chiuso baracca e burattini. I povor ragas di Parma 1913 e Magico Parma rimarranno attaccati sino al ritorno di lor signori a fine agosto. La Beaking sembrerebbe una bufala ma c’è da aspettarsi solo anche questo.

    CHI LOR I SAN GNAN CAGHE’! Scusate l’espressione poco signorile ma appropriata per l’adeguata coloritura.

  • 27 Luglio 2015 in 11:38
    Permalink

    Hanno detto che probabilmente la decisione sara’ presa il 31/07/2015. Troppo simili i progetti per decidere….

    • 27 Luglio 2015 in 12:59
      Permalink

      Ma chi lo ha detto?

      Troppo simili i progetti? Cough cough…

      • 27 Luglio 2015 in 14:42
        Permalink

        Io temo, come gia’ detto, che testa di calcio Tavecchio, rigiri la patata alla riunione di LND del 31/7.
        Sara’ per far perdere la pazienza a qualcuno?
        Allora rispondo come il famoso scrittore: Resistere, resistere, resistere!!!

        • 27 Luglio 2015 in 15:38
          Permalink

          Anche la gdp sostiene che sta per arrivare il verdetto…

  • 27 Luglio 2015 in 11:40
    Permalink

    L’impressione iniziale non è buona e mi fa pensare a una società dilettantistica nell’animo ! Il direttore sportivo del Parma , invece di cercare giocatori , sta a commentare la Juventus su sky, roba che non si può vedere

  • 27 Luglio 2015 in 12:24
    Permalink

    buongiorno Majo
    innanzitutto complimenti per il suo nuovo ruolo (meritato!)
    parto allegando un Link di Parmatoday
    http://www.parmatoday.it/sport/magico-parma-corrado-the-space-calcio-lega-pro.html
    Premetto che non sono sosteniture di nessuna cordata ma mi sto semplicemente affezionando ad un storia, quella del Parma calcio, che merita più di una semplice attenzione.
    Fino a quando la federazione non si esprimerà, ci troveremo a parlare solo di aspetti giuriditi o fantamercato ma quello che sembra essere la “domanda dell’estate” per il tifoso parmigiano è o meglio sono:
    – E’ possibile chiedere un ripescaggio?
    – se fosse possibile quali sono le reali intenzioni delle due cordate?
    – il fatto di non richiederlo non può essere sinonimo o allarme che indica poca voglia di investire denari in questo progetto?
    – chiedere ripescaggio non è una scorciatoia ma un’opportunità, e stando al regolamento l’ultima, perchè non ridare subito la piazza del campionato professionistico ad un città che lo merita?

    scusi le troppe domande ma credo che si stia evitando di affrontare l’argomento spinoso.

    grazie e ancora complimenti

    • 27 Luglio 2015 in 14:58
      Permalink

      Gentile Luca,

      intanto grazie e aspettiamo l’attesa iscrizione alla D.

      Il ripescaggio potrà essere una opportunità, semmai, più avanti, e non certo oggi. A Parma Calcio 1913 non interessa far proclami quanto agire sulle certezze e secondo gli step di lavoro programmati: e per le info in possesso di Parma Calcio 1913 al momento attuale, o anche dopo l’immediata iscrizione di oggi, qualora arrivasse, non ci sarebbero i requisiti, a meno di revisione dei meccanismi di ripescaggio. Copio incollo qui di seguito una mia precedente risposta a Velenoso, che penso possa essere meglio esplicativa della situazione:

      A dispetto di chi la cavalca, l’opportunità sarà vagliata nel momento in cui sarà possibile. E A OGGI NON E’ POSSIBILE.

      E’ vero che al momento in Lega Pro sono iscritte circa 50 squadre su 60, ma è più facile che si vada incontro a una ulteriore riduzione del format.

      Un paio di settimane fa erano uscite le graduatorie per i ripescaggi con indicate 17 squadre con criteri secondo il principio dell’alternanza, anche se è lecito attendersi che solo poche possano essere interessate a farlo essendo particolarmente oneroso il versamento di 500.000 euro. La domanda andrebbe inoltrata entro le 19 di oggi, lunedì 27 luglio.

      Qualsiasi sia il Parma iscritto – sempre ammesso che oggi venga iscritto – al momento non credo possa inoltrare la domanda non avendo la totalità dei requisiti attualmente previsti.

      Se saranno stabiliti nuovi meccanismi di riammissione e non di ripescaggio (e la riammissione non sarebbe a titolo oneroso, per cui si eviterebbe l’esborso di 500.000 euro) lo si capirà attraverso modifiche delle Noif nei prossimi consigli federali, per cui tra una decina di giorni circa e non prima.

      Ora è giusto fare di tutto sul “reale” e sull’ “attuale”, vale a dire (si spera) la serie D: poi, senza tanti capitoletti di due righe da sbandierare sulla Lega Pro, se al momento opportuno ci sarà lo spiraglio Parma Calcio 1913 farà le valutazioni del caso.

      Io, visto il nuovo incarico del quale sono stato investito non posso certo risponderle per Magico Parma.
      Comunque le posso assicurare che eventualmente non richiederlo (ma ripeto la valutazione sarà fatta a fronte di cose certe e non chiacchiericcio come è adesso) non è sinonimo di poca voglia di investire denari nel progetto, se no il progetto stesso non sarebbe stato fatto. Sul fatto dei meriti del Parma potremmo argomentare a ragione che meriteremmo la serie A, ma è chiaro che bisogna fare di necessità virtù…

      Grazie ancora

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 12:28
    Permalink

    deduco che non vi sia alcuna certezza nemmeno oggi?

    • 27 Luglio 2015 in 12:57
      Permalink

      aspettiamo il pomeriggio. Come si suol dire: calma & gesso…

  • 27 Luglio 2015 in 12:56
    Permalink

    Venerdì a quest’ora direttore già ci avviso che non se ne faceva nulla,ora che ci può dire?

  • 27 Luglio 2015 in 13:02
    Permalink

    Direttore per favore…………………porta sempre sfortuna quella

    frase…….. almeno questo ormai è certo……

  • 27 Luglio 2015 in 13:06
    Permalink

    Buongiorno Gabriele,
    posso dire di essere un tuo vecchio lettore di questo (per fortuna) spazio libero. Innanzitutto vorrei poterti fare i più sinceri complimenti per l’eventuale nuovo incarico in seno a Parma Calcio 1913.Spero di attendere ancora poco per questo.
    Avrei però una domanda da farti, sai se c’è stata quantomeno una conferma che l’avvenuta affiliazione della nuova società di Parma ci possa essere davvero oggi? sai se tra l’entourage di Parma Calcio 1913 o dell’altra cordata è stata davvero fatta da organi competenti questa data? Lo dico perchè credo che a noi parmigiani si sia fatta scontare troppa pena. Dopo tutto quello che è successo sembra non vedersi mai una fine. Mi auguro che davvero oggi succeda qualcosa, noi tutti ne abbiamo bisogno per tornare ad una “normalità” che manca come l’aria qui a Parma.
    Grazie per un tuo eventuale commento in merito.

    • 27 Luglio 2015 in 14:05
      Permalink

      Ciao Arcadia e grazie per le tue parole.

      In seno a Parma Calcio 1913 c’è un fondato ottimismo circa l’affiliazione odierna. E non ci sarebbe da aspettare parecchio. Io mantengo sempre la mia tradizionale prudenza per via delle comuni esperienze passate.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 13:43
    Permalink

    Sport parma dice alle 18 il verdetto. È’ attendibile?

  • 27 Luglio 2015 in 13:44
    Permalink

    Mi fa ridere pensare che gli unici sostenitori di magico Parma sono gli amici e i compagni di squadra di Corrado junior….peccato che la metà di questi sono juventini e l’altra metà la domenica pomeriggio sarà a forte dei marmi….e allo stadio ci saranno due gatti!

  • 27 Luglio 2015 in 13:46
    Permalink

    E’ quel 31/07 con il consiglio federale che mi fa dormire sonni poco tranquilli..ci vuole una risposta oggi, se no veramente si fa dura fare una squadra decente persino per la D..e sarebbe veramente il colmo!
    Se oggi non ci sono risposte, Parma Calcio 1913 ha in mente risposte “clamorose” (tipo ritirarsi dalla corsa) oppure proseguirà sino a quando non saranno sciolte le riserve? L’anno scorso il Siena quando ha ricevuto l’affiliazione? E quanto prima rispetto all’inizio del campionato?
    Grazie

    • 27 Luglio 2015 in 14:03
      Permalink

      aspettiamo fiduciosi ancora un po’, poi vedremo.

  • 27 Luglio 2015 in 13:51
    Permalink

    Vedo che è tornata fuori la notizia del 31 ma fidatevi è ancora troppo presto!

    Speriamo che le MILLETASCHE intanto se ne vadano come promesso …

    Comunque meglio guardare la partita su Sky in serie C da Forte dei Marmi che vedere il PARMA in D a vita!

    • 27 Luglio 2015 in 14:09
      Permalink

      Classico ragionamento da finto tifoso!! Tranquillo che Parma non ha bisogno di tifosi come te…che non seguono la squadra allo stadio e sono sempre pronti a criticare! sempre che tu lo sia un tifoso del parma…

    • 27 Luglio 2015 in 14:48
      Permalink

      Sai che le tue parole e i tuoi pensierii fanno pensare che in Italia siam proprio messi male? Ti ci vedo al Firte tutto azzimato a cercar di trombare qlc sfigata mentre ti fai uno sprizz dietro l’altro davanti a Sky. Sicuro non hai mai letto un libro, non sai chi era e cosa ha fatto Cavour( e non cercarlo su wikipedia), nemmeno riconosci la parola illuminismo.
      Sei anche tu un gran testa di calcio

  • 27 Luglio 2015 in 13:58
    Permalink

    Quando qualcuno ha ipotizzato che entro mezzogiorno si sarebbe saputo chi la federazione avrebbe affiliato m’è venuto da ridere.Prima delle 18 non si saprà niente.Certo se dopo le 18 niente trapelera’ significherà solo una cosa. Significherà che la Federazoone è con i Corrado’s.A QUESTO PUNTO MAJO DOVRÀ TIRARE FUORI LE PALLE e mettere nel cassetto quel perbenismo interessato e ATTACCARE COME UN BISONTE la federazione.Tutti tacciono, non facciamo paura ea nessuno e sistematicamente noi cigni veniamo divorati dagli squali.Dalle 18 inpoi fuoco e fiamme maestro, sia un mostro sputafuoco e vincente

    • 27 Luglio 2015 in 15:07
      Permalink

      Gli squali non mangiano i cigni, per ovvi motivi di differenza territoriale.
      Gli squali non mangiano nemmeno i merli, soprattutto quelli che riescono a volare, ma i merluzzi!

      • 27 Luglio 2015 in 16:13
        Permalink

        Era una metafora, ovvio che i cigni che mi abbiamo nel laghetto qui a Salsomaggiore invidiato da tutt’Europa, non vivrebbero nell’acqua salata dove vivono gli squali per cui la metafora è questa, il calcio malato non può convivere con il calcio pulito e biologico.Se non l’hai capito,fatti un tagliando.Ciao.

    • 27 Luglio 2015 in 15:11
      Permalink

      Bla bla bla

    • 27 Luglio 2015 in 15:13
      Permalink

      Speriamo che l’affiliazione la decidano per quest’anno (prima dell’inizio del campionato) e non per l’anno prossimo.

      Parma fallito, rimandato e poi bocciato all’anno prossimo dal preside Tavecchio. Un caso unico, senza precedenti, destinato a fare scuola nel mondo del calcio gestito dai somari.

  • 27 Luglio 2015 in 14:06
    Permalink

    Non si fanno valutazione del caso per la lega pro, ci si va e basta, sennò che senso ha entrare nel mondo del calcio dove lo spirito non è quello di partecipare ma di vincere!!!

  • 27 Luglio 2015 in 14:48
    Permalink

    Ora capirà maestro perché non volevo che lei spifferasse il suo nuovo incarico dai MILLEPIEDI da lei definito un tempo Coocon cioè DA OSPIZIO.Spifferando il suo nuovo incarico ha ATTIVATO LA SFIGA. Tutti quegli elogi anche se chi glieli ha fatto non lo sapeva erano come POTENTI GUFATE che poi lei ringraziando ha potenziato ancora di più. MA BENEDETTO UOMO COSA LE È VENUTO IN MENTE? .Io vede non gli ho fatto felicitazioni ma gliele farò quando tutto sarà sistemato ( Ci spero ma .e sottolineo ma…………………………….) Allora le mie felicitazioni non saranno gufate ma sincere FELICITAZIONI. Majo….Majo….benedetto uomo.Che te possino acceca’………

    • 27 Luglio 2015 in 15:38
      Permalink

      Le ho già detto che io non ho spifferato proprio un accidente. E la sfiga, semmai, l’ha attivata chi ha messo in circolo la news gufando

      Cordialmente

      Gmajo

      • 27 Luglio 2015 in 16:18
        Permalink

        Si ma lei ha ringraziato e quindi ha accettato e accettando ha attivato la sfiga.Maestro le do un consiglio.Al prossimo elogio ancora campato in aria SI TOCCHI DI BRUTTO.

        • 27 Luglio 2015 in 16:19
          Permalink

          sì, intanto, ora c’è l’ufficialità. Alla faccia delle gufate… Urrà!

  • 27 Luglio 2015 in 15:02
    Permalink

    Oggi alla 18. si saprà finalmmente qualcosa,ANCHE SE NON SI SAPRÀ NULLA infatti non ricevendo niente la cordata,MILLEPIEDI sarà costretta a gettare la spugna perché anche continuando questa srucchevole fola, i MILLEPIEDI hanno capito che dalla federazione essendo trasparenti ev
    onesti, non sono i benvenuti tra gli squali del calcio italiano.
    I tempi sono scaduti ed anche se lo faranno in modo soft si ritireranno.È DA TEMPO CHE VE LO DICO CHE I CORRADO’S VOGLIONO FARLI CROLLARE PER SFINIMENTO.PREPARATEVI ALTERNATIVE PER LE DOMENICHE CHE VERRANNO PERCHÉ ORMAI MOLTICON i Corrado’s NON FARANNO PIÙ L’ABBONAMENTO.Si è oltrepassata la misura. SE
    FOSSI MAJO saprei cosa direMA PURTROPPO LUI È UN SANTO……SPERIAMO IN BONI..

    • 27 Luglio 2015 in 15:16
      Permalink

      basta fantascenari.

      Tra non molto ci sarà the end.

      Aspettiamo il momento opportuno senza fare i grafomani. Anche perché d’ora in poi non avrò il tempo di rispondere a tutti i commenti. Specie di commenti reiterati.

      Grazie

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 15:23
    Permalink

    Ciao Direttore,
    cosa ne pensi di Minotti che commenta un’inutile partita amichevole della Juve? Non sarebbe il caso di concentrarsi sul Parma,dato che D o Lega Pro,dobbiamo costruire una squadra da zero? Da quasi responsabile della comunicazione non trovi che non sia una bella immagine?

    • 27 Luglio 2015 in 15:50
      Permalink

      Non penso sia un problema se Minotti prosegue la precedente attività di commentatore televisivo su Sky. Del resto anche capitan Lucarelli avrà una dispensa per fare lo stesso su un altro network. Al livello in cui siamo (i dilettanti) è fisiologico che ci sia anche una ulteriore fonte di entrata o cimuqneu spazi esistenziali per chi proviene da categorie superiori. E’ chiaro che se il Parma fosse in A non consentirebbe al proprio capo dell’area tecnica di commentare una partita di un altro club, né glielo chiederebbe Sky. Viceversa le apparizioni in tv trovo siano d’immagine per il Parma Calcio 1913. E non penso che sia perdendo due ore a commentare una partita che si rovini qualcosa per il Parma o che Minotti perda concentrazione sull’impegno principale.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 27 Luglio 2015 in 16:05
        Permalink

        Domanda…ma l’eventuale sconosciuto addetto stampa, avrebbe voce in capitolo anche su queste cose? Intendo dire, la gestione della mediaticità del club è mansione dell’addetto stampa? (non parlo necessariamente del parma)

        sono d’accordo, tutto ciò che può portarci visibilità e peso mediatico deve essere visto bene…

        • 27 Luglio 2015 in 16:08
          Permalink

          Se il responsabile dell’ufficio stampa è anche responsabile della Comunicazione sì.

          • 27 Luglio 2015 in 16:09
            Permalink

            Capito…grazie per il chiarimento

  • 27 Luglio 2015 in 15:28
    Permalink

    Majo, il tuo nuovo incarico te lo preannunciai 2 mesi fa, come ti ricorderai bene, il tuo cambio repentino di rotta era troppo imparziale, la successiva trappola a Corrado e chi più ne ha più ne metta.

    Capisco che il vil denaro (come lo chiamo Callisto, nel corso della cessione di Mutu al Chelsea) non fa schifo a nessuno, me compreso, e quindi ti appoggio pienamente nel tuo nuovo ruolo!!!

    Se un team manager in serie D è ridondante penso anche un responsabile della comunicazione/addetto stampa.

    Comunque Gabri in bocca al lupo, prometti di operare sempre secondo coscienza, e non piegarti alla gazzetta di parma e a chi la finanzia, anche se sono i tuoi capi!!!!!
    Dai che è ora di andare in ritiro, Tavecchio spajot!!!!!

    • 27 Luglio 2015 in 16:07
      Permalink

      Scusami Simone, ma il tuo commento non lo trovo per nulla gradevole. Anzi è pure calunnioso della mia onestà intellettuale, della mia persona prima ancora che della mia professionalità.

      Quella che tu chiami “trappola a Corrado” era l’estremo tentativo di mantenere la serie B attraverso un escamotage che mi era venuto in mente sfruttando la finestra dei giovanissimi, pur dopo la interruzione dell’esercizio provvisorio. E se i Corrado ci avessero davvero tenuto, al di là delle problematiche, avrebbero potuto sfruttare l’idea da me proposta a loro e a Piazza. Non solo: Giovanni, offeso perché avevo detto in Tv che ero rimasto da loro deluso (e grazie al cavolo: dopo che Rogato gli aveva timbrato il debito sportivo come da budget fissato, poi ritirarsi senza uno straccio di offerta, pur avendo ottenuto le trattative dirette, mi pare che la delusione sia più che giustificata!) ha buttato via due giorni prima che io ne parlassi con suo papà il giovedì successivo.

      Quindi quello non era affatto un cavallo di troia, ma un disperato tentativo di mantenere la serie B per il Parna. E l’idea l’avevo lanciata quando già mi era stato chiesto se mi fosse interessato occuparmi dell’ufficio stampa dalla cordata delle Fenice: quindi andando contro i miei interessi o quello che tu dici vil denaro. Peraltro dimostrando per l’ennesima volta, pur frequentando il sito da tempo immemore, che di me non hai capito nulla, perché se mi fosse interessato il vil denaro avrei sviluppato in modo differente la mia carriera. Se ho accettato la proposta di Parma calcio 1913 non è certo per vil denaro.

      Preciso, inoltre, che non c’è stato alcun cambio di rotta repentino, perché se l’accordo l’ho raggiunto il 24 luglio, la disponibilità mi venne chiesta ben prima del fallimento del Parma. Nonostante questo io continuai a dare il mio appoggio a chi tentava di salvare la B, peraltro pur mantenendo equilibrio nutrendo maggiore fiducia nei Corrado che da tempo sembrava lavorassero attorno a quel progetto, appunto a discapito di possibili interessi personali.

      La mia onestà intellettuale ha fatto sì che non venissero risparmiati spunti critici anche nei confronti di Parma Calcio 1913, con il rischio di ricevere il benservito ben prima del benvenuto. Per cui respingo con tutta la mia forza le accuse.

      Il paragone con il team manager non sta affatto in piedi ed è solamente pretestuoso farlo.

      Saluti

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 15:45
    Permalink

    bravo direttore…non sarebbe male inziare a fare anche il censore…ma secondo lei per che ora ci sarà la fatidica speriamo decisione?

    • 27 Luglio 2015 in 16:35
      Permalink

      come hai visto abbiamo ufficializzato poco dopo le 16, allorquando è giunta la pec della Figc con il lieto annunzio e Marco ferrari ha fatto la cinguettata rivelatrice (e per certi versi liberatrice).

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 15:48
    Permalink

    ufficiale..parma 1913!

  • 27 Luglio 2015 in 15:51
    Permalink

    Buongiorno signor Majo

    Sono le 16 e tutto va secondo i piani…

    • 27 Luglio 2015 in 16:40
      Permalink

      E adesso?va sempre tutto secondo i piani sacco di merda?

  • 27 Luglio 2015 in 15:57
    Permalink

    Certo Majo che anche lei a rispondere ad ogni commento di velenoso…Non dico di cestinarlo poveraccio, ma nemmeno reggergli il gioco…Non finirà mai così di sparare cagate

    • 27 Luglio 2015 in 16:09
      Permalink

      Sì, appunto. Ma adesso, e il ragionamento vale anche per gli altri, bisognerà che ci sia un maggiore coinvolgimento tra utenti anche per una semplice questione di tempo, dovendomi occupare anche del mio nuovo lavoro

      • 27 Luglio 2015 in 16:12
        Permalink

        tra le righe è già un annuncio? 😀

      • 27 Luglio 2015 in 16:12
        Permalink

        a volte velenoso mi sembra boni

      • 27 Luglio 2015 in 16:18
        Permalink

        Buon lavoro e congratulazioni!!
        Ma non abbandoni il sito!!!

        • 27 Luglio 2015 in 16:23
          Permalink

          Grazie, vedremo di farcela tutti insieme se saremo intelligenti, la missione è difficile ma non impossibile. Intendo quella di mantenere il sito e questo spazio, pur con un mio incarico professionale all’ìnterno della società

    • 27 Luglio 2015 in 16:46
      Permalink

      Non avevo tempo per risponderti ma Simone Tonti su 174 interventi prima che Majo annunciasse la lieta novella, tu hai scritto solo una volta sparando veleno. Guarda che su 174 interventi, li ho contati e i miei sono 24 quindi se qualcuno li pubblica significa che possono essere pubblicati, tu magari ne hai scritti più di me ma si vede che ilmaestro non li ha resi degni della lettura ma adesso pussa via che bisogna festeggiare Majo. E’ lui il vincitore, è riuscito perfino a battere la sfiga ma ( e questo non dovrei dirlo ma toh lo dico lo stesso ) grazie a miei intrugli antisfiga che gli ho fatto perchè se li merita. Non ci fossero stati i miei intrugli……ma come dicevo Majo è persona, disponibile, è un padre, un nonno, un amico, in parole povere UN GRANDE.

  • 27 Luglio 2015 in 16:13
    Permalink

    Ormai l’attesa è snervante, se avremo aspettato Manenti sarebbero arrivati prima i suoi soldi e poi la decisione di Tavecchio.. (sono ironico)
    Comunque anche Magico Parma ha presentato da pochi minuti un’offerta per Collecchio (come dicono alcuni siti).

    • 27 Luglio 2015 in 16:26
      Permalink

      Grazie della notizia. Evito di chiosare perché nella mia nuova veste di appartenente a Parma Calcio 1913 non è corretto far polemica…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 27 Luglio 2015 in 16:15
    Permalink

    Ho aspettato fino ad ora per farLE (vedi sono passato al LEI superlativo!) un grandissimo in bocca al lupo per il nuovo lavoro…complimenti!

    • 27 Luglio 2015 in 16:24
      Permalink

      Grazie mille. Mantieni pure il tu, se vuoi. Anche se in questo momento di felicità e di liberazione il primo pensiero è il nostro Parma. Io vengo dopo, e ne sono solo una conseguenza

  • 27 Luglio 2015 in 16:17
    Permalink

    Ma allora lei sa già chi ha vinto…

      • 27 Luglio 2015 in 16:25
        Permalink

        HA VINTO CHI E’ ARRIVATO PRIMO

    • 27 Luglio 2015 in 17:55
      Permalink

      Beh LucaB at fini ad dir dil stupide di adesca?
      Va al Cino con Corrado stasera

  • 27 Luglio 2015 in 16:21
    Permalink

    se il Direttore stà lavorando… allora è fatta!!! 🙂

  • 27 Luglio 2015 in 16:22
    Permalink

    Ferrari ha già annunciato la nascita del nuovo Parma…

  • 27 Luglio 2015 in 16:24
    Permalink

    Parma Calcio 1913! Granda Majo, si incomincia!!

  • 27 Luglio 2015 in 16:27
    Permalink

    Comunque volevo farle anche gli auguri per il suo nuovo incarico!
    Se lo merita davvero 🙂

      • 27 Luglio 2015 in 16:47
        Permalink

        Adesso che è fatta per l’iscrizione alla serie D del “Parma calcio 1913, le faccio anch’io i complimenti per il nuovo incarico, (sicuramente la persona giusta al posto giusto)

  • 27 Luglio 2015 in 16:29
    Permalink

    CORRADO HA PERSO AHAHA SONO CONTENTO PER MAJO

  • 27 Luglio 2015 in 16:40
    Permalink

    stavolta l’avevo anticipata..tra l’altro ho anche un altro scoop :-)..ma questo oramai non posso passarglielo..e un mio dipendente essendo io socio :-)….buon lavoro director!

  • 27 Luglio 2015 in 16:44
    Permalink

    Dove si va in ritiro???
    folgaria????

    • 28 Luglio 2015 in 03:33
      Permalink

      Non penso. credo sarà valorizzato il nostro territorio

  • 27 Luglio 2015 in 17:01
    Permalink

    Direttore al di là di tutto auguri e complimenti per il nuovo incarico.
    Sarà divertente (soprattutto per lei)

  • 27 Luglio 2015 in 17:14
    Permalink

    Guten neue arbeit, Herr Direktor!

  • 27 Luglio 2015 in 17:17
    Permalink

    Mi escono le lacrime dalla gioia.. è finito un incubo!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI