IL PIANTO DI CORRADO JR RACCOLTO DAL FAZZOLETTO DELLA VOCE DI PARMA: “I GIORNALISTI NON MI CHIAMANO PIU’… C’E’ CLIMA OSTILE NEI NOSTRI CONFRONTI”

(gmajo) – La scorsa settimana, più o meno a quest’ora si era consumato il mezzogiorno di fuoco con la gogna dedicatami dai Corrado’s durante un incontro pubblico che avrebbe dovuto essere la presentazione del progetto Magico Parma, e che in realtà si era trasformato in una sorta di comizio alla Cetto La Qualunque style (ci mancava un bel pane e f. per tutti…) con la elargizione di patenti di buoni e cattivi (tanto per non far rimpiangere Ghirardi e Leonardi…) dai Curastars ai giornalisti. Già, i giornalisti, non solo il sottoscritto, ma anche altri: e ora, dopo una settimana, sfruttando l’esclusivo fazzoletto della Voce di Parma (al imagesettimanale anti-Upi diretto da Fabrizio Castellini non sarà parso vero di mettere nel mirino gli storici nemici, sfruttando l’assist calcio, con titolazione hard in prima – “Pizzarotti & Barilla, giù le mani dal Parma Calcio e dal Comune” – e in terza, inserendo tra l’altro un virgolettato più che malizioso e mai pronunziato – “Barilla e Pizzarotti mostrano i muscoli al Tardini: “Il Parma è cosa nostra” – ma cadendo anche in qualche errore, intanto perché è vero che il gotha degli industriali fa parte di Nuovo Inizio srl, ma la stessa non è stata formata in seno all’associazione diretta da  Mister Pipa  Azzali, bensì grazie alla  volontà di Marco Ferrari, che è il vero deus ex machina, e non Giorgio Orlandini come lo contrabbanda il giornale non convenzionale. Urlanden, assieme a qualche altro Cocoon, ma non solo, fa parte di Parma Partecipazioni Calcistiche, la newco2 che imagedeterrà tra il 35% e il 40% quale socio di minoranza di Parma Calcio 1913, mentre tra il 60% e il 65% si attesta la quota di maggioranza di Nuovo Inizio, ossia la newco1), ecco l’incredibile pianto di Giovanni Corrado, il quale si sente trascurato dai giornalisti, visto che l’unico a chiamarlo, a suo dire, è stato appunto Castellini che non ha esitato a dargli Voce. E ha pure il coraggio, Giovannone, lui che con Papino Giuseppe è un regalo alla comunità ducale del caro presidente federale Carlo Tavecchio, di sperare che per la scelta dell’assegnazione del titolo sportivo per una società dilettantistica chi deve decidere non sia soggetto a pressioni esterne, anche di tipo mediatico, ma che le valutazioni siano obiettivamente fatte esclusivamente sui progetti e sui programmi”. I programmi? Per fare una vera e propria operazione trasparenza i Corrado’s potrebbero pubblicare (noi di StadioTardini.it siamo indubbiamente dei cattivoni, ma se lo desidera siamo a disposizione per ospitarlo…) il loro progetto, che da soli si dicono essere “ottimo”. Ecco, comunque, la risposta che abbiamo ritenuto più interessante di Giovanni Corrado nella conversazione con la Voce di Parma:

“Ribadisco che noi siamo perfettamente convinti di avere le competenze tecniche per andare avanti anche se ci rendiamo conto di un clima ostile nei nostri confronti. Voglio pensare, però, che in un momento come questo in cui il mondo del calcio è già sconvolto da scandali di ogni genere, da partite truccate e da ogni sorta di corruzione, almeno a livello di scelta dell’assegnazione del titolo
sportivo per una società dilettantistica chi deve decidere non sia soggetto a pressioni esterne,
anche di tipo mediatico, ma che le valutazioni siano obiettivamente fatte esclusivamente sui progetti e sui programmi. Certo è che l’impressione che improvvisamente sia cambiata l’atmosfera intorno a noi è ben avvertita. E per comprendere meglio le faccio questo esempio. Lei è il primo giornalista che mi chiama in questi giorni, mentre nelle settimane precedenti eravamo letteralmente tempestati dai suoi colleghi non solo della Gazzetta di Parma, ma anche dalle testate di ogni parte d’Italia. Certe testate non le ho più sentite, a cominciare dalla Gazzetta di Parma. Devo dire che questo  s i l e n z i o  m e d i a t i c o  improvvisamente calato sulla nostra proposta mi fa pensare che qualcosa sia accaduto rispetto a pochi giorni fa anche riguardo a questo specifico settore dell’informazione.”

In prima pagina, invece, sulla Voce di Parma, l’editoriale di Fabrizio Castellini, indubbiamente vergato prima che scoppiasse il caso del Ratto di Apolloni, se no il direttore, di discendenza da parte di madre lentigionese, avrebbe intinto ancor di più (se possibile) il pennino nel curaro. L’articolo di fondo si conclude così:

“Rimanendo in tema di campi di calcio, mi sovviene che a un tiro di schioppo dalla tenuta di
campagna di Paolo Pizzarotti in quel di Ozzano vi è un paesello che si chiama Collecchio. E
proprio qui vi è il centro sportivo che in questo momento rappresenta il solo tesoretto in mano ai curatori del fallimento Parma Calcio
(in realtà è nelle mani della curatela della ex controllante Eventi Sportivi, nda). E devo confessarvi, cari lettori, che, assistendo mercoledì scorso a quella surreale esibizione muscolare messa in mostra dagli industriali al Tardini, mi è venuto il dubbio che sia stato proprio quel sito del valore di dieci milioni di euro a scatenare l’irrefrenabile amore viscerale dei nostri imprenditori per il Parma calcio. Potrà essere comprato dai curatori per pochi euro e se quei campi di calcio non dovessero servire per gli allenamenti per vincere il derby con il Lentigione, gli si potrà dare qualche altra destinazione. Le vie (urbanisti che)del Signore sono infinite”.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA GOGNA RISERVATAMI DAI CORRADO’S E’ PEGGIO DI QUELLA DI GHIRARDI QUANDO MI BOLLO’ NEMICO DEL PARMA. MA GIOVANNI, AL CONTRARIO DI TOMMASO, ALMENO MI HA POI CHIAMATO PER SCUSARSI

L’ASSESSORE MARANI “OFFRE” L’EXIT STRATEGY AI CORRADO’S: “IL COMUNE CI NEGA IL TARDINI…” – I video della Conferenza Stampa a Villa Ducale

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

251 pensieri riguardo “IL PIANTO DI CORRADO JR RACCOLTO DAL FAZZOLETTO DELLA VOCE DI PARMA: “I GIORNALISTI NON MI CHIAMANO PIU’… C’E’ CLIMA OSTILE NEI NOSTRI CONFRONTI”

  • 4 Luglio 2015 in 13:54
    Permalink

    non è clima ostile, è indifferenza. sparire.

    • 4 Luglio 2015 in 14:31
      Permalink

      VOGLIAMO SPIEGARE QUALI SONO I CRITERI DI ASSEGNAZIONE DEL TITOLO SPORTIVO CHE VEDRÁ TAVECCHIO SCEGLIERE TRA UNA DELLE DUE CORDATE?
      CHI É PIÚ AMICO SUO VINCERÁ?? CI SONO DEI PARAMETRI SCRITTI, REGOLAMENTI, COSE MISURABILI, INCONTESTABILI ECC…? GRAZIE

      • 4 Luglio 2015 in 15:02
        Permalink

        Direi di no. Non credo ci sia giurisprudenza al riguardo. In passato col lodo Petrucci aveva rilevanza il ruolo del sindaco che avrebbe perso centralità con l’abrogazione dei relativi commi dalle noif, sicché temo che conti parecchio la soggettività.
        Cordialmente
        Gmajo

  • 4 Luglio 2015 in 14:02
    Permalink

    Ma bravo Corrado, l’unico modo che hai per avere quei tre sostenitori che ti ritrovi è screditare e fare insinuazione su l’operato di Parma1913. Ma inizia a parlare di programmi e portare fatti concreti!! Corrado lesa li e torna al rubentus stadium!

  • 4 Luglio 2015 in 14:02
    Permalink

    A fare i maliziosi spesso si dicono fregnacce. Dubito il Centro di Collecchio abbia il potenziale di essere trasformato in un complesso immobiliare di valore…e forse Pizzarotti fa affari ben migliori in contesti più qualificati…

    • 4 Luglio 2015 in 18:54
      Permalink

      Ma ancor di più è faziosa la premessa “a pochi km dalla tenuta in campagna di Pizzarotti”. Ma cosa vuol dire? Che dettaglio è per la vicenda del Nuovo Inizio srl?

      Ma perché questo astio nei confronti dei poteri forti cittadini? Io non conosco la redazione de la Voce, però sembra un manifesto contro a prescindere, insinuazioni sterili. Corrado Jr opinionista sportivo-politico-finanziario sul giornale?

  • 4 Luglio 2015 in 14:12
    Permalink

    A cred. Dopo quella magnifica conferenza stampa chi vot c’at ciama? Ometto se tu avessi un briciolo di intelligenza chiudi baracca e burattini e te ne torni al paesello. La frase non è casuale, a buon intenditor. ……

  • 4 Luglio 2015 in 14:16
    Permalink

    Cari Corrado, i giornalisti a ignorarvi vi fanno un gran favore perché ogni volta che vi interpellano dite delle sciocchezze.
    IL clima ostile lo avete creato voi facendo perdere tempo prezioso a chi vuole ricostruire il Parma, i quali fino a che eravate in corso per la B vi ha lasciato tutto lo spazio possibile (come era giusto che fosse).
    Avete avuto la vostra occasione (forse anche due), non l’aveta potuta o voluta cogliere e adesso levatevi dalle scatole.

  • 4 Luglio 2015 in 14:16
    Permalink

    Anche tu Majo xo sei un bel fenomeno prima pro Corrado ora pro UPI anche se tu dici che sei imparziale non é vero!! Perché Corrado ti ha detto quella frase in conferenza stampa poi scusandosi adesso sei dell UPI PERÓ LE GAFFES CHE HAI FATTO TU SU DI LORO DICENDO CHE LA COGNATA DI GIUSEPPE ZIA DI GIOVANNI ERA ASSISTENTE DI GUIOTTO LORO COSA AVREBBERO DOVUTO DIRTI?? Che SCHIFO LA STAMPA ITALIANA TRANNO PARMA FANZINE, APPENA SI MUOVE BARILLA TUTTI PER LUI!!!

    • 4 Luglio 2015 in 15:32
      Permalink

      Quando si è partigiani si hanno talmente gli occhi infarciti di prosciutto che si arrivano a scrivere colossali panzane come fai tu, prendendo degli abbagli della Madonna. L’esempio verte appunto sull’ aneddoto da te riportato circa la zia di corrado jr. Fui io, infatti, a correggere il tiro di parma quotidiano che aveva tirato a mano a vanvera che fosse una collaboratrice di guiotto, cercando di creare scandalo, mentre io rimisi le cose a posto, appunto spiegando che è la cognata di giuseppe, cioè la sorella di sua moglie. E fui l’unico a chiarirlo, e lo feci non tanto per fare un piacere a corrado, che sinceramente me ne impipo, quanto per mettere a posto le cose perché non mi piacciono le porcate e le cialtronate. E se fossi stato attento avresti notato che corrado jr non mi aveva certo imputato questa cosa in conferenza stampa, anzi ne approfittò per vantarsi di avermi dato uno scoop (sai che scoop…).
      A me del resto della stampa italiana non mi interessa, e sono sovente il primo ad essere critico con la categoria quando ne ravviso gli estremi, però respingo l’accusa di genuflettermi dinnanzi a Barilla appena si muove: mi spiace ma io non ho il culto della personalità né mi trovo a soggezione al cospetto del potente. Sono abituato a giudicare sui fatti e appunto in considerazione di questi sono pentito di aver concesso una apertura di credito importante ai corrados che mi hanno profondamente deluso.
      Imparziale? Da cronista lo sono, ma da opinionista, pur non amando schierarmi né i muro contro muro, talora so chiamato a prendere posizione. Ho concesso fiducia ai Corrado’s e mi sento tradito.
      Gmajo

      • 6 Luglio 2015 in 01:04
        Permalink

        È domani che si conosce la scelta della figc? L’ho letto da molte parti….

        • 6 Luglio 2015 in 08:25
          Permalink

          Così dicono, ma la figc potrebbe anche decidere di non decidere

  • 4 Luglio 2015 in 14:26
    Permalink

    Entrambe le cordate hanno aspetti positivi e altri negativi. Vediamo come va a finire.

    • 4 Luglio 2015 in 14:54
      Permalink

      Scusa, mi sono perso gli elementi positivi della cordata Corrado. Me li potresti cortesemente elencare? Grazie!

      • 4 Luglio 2015 in 17:49
        Permalink

        Il fatto che sembrano, ripeto sembrano, avere più disponibilità economica rispetto a Parma Calcio 1913.

        • 4 Luglio 2015 in 17:53
          Permalink

          Ma sei un agente delle tasse?
          Ma tu conosci il patrimonio personale non dico di Barilla, che non c’è partita, ma quello di Ferrari?
          Dai non scherziamo…
          Certo che incantare voi tifosi…

  • 4 Luglio 2015 in 14:37
    Permalink

    NON DICIAMO CAVOLATE, IL CENTRO DI COLLECCHIO É UN GIOIELLINO CHE NON VERRÁ DISTRUTTO, CI SERVIREBBE GIÁ DALLA EVENTUALE LEGA PRO, SERIE B….E MI FERMO.

  • 4 Luglio 2015 in 14:45
    Permalink

    Effettivamente in finale,la storia della barzelletta dell avvocato,si è rivelata più che adatta (ovviamente a livello generale,Majo,non si offenda,non ce l ho solo con lei)
    Ad ogni modo Parma ha già deciso e Corrado perde tempo… ed è strano si stupisca,perchè si è in linea con il passato.
    I paraculo e le paraculate stile remake hanno sempre molto successo con noi… di solito vengon dei film orribili,però a parma piacciono sempre.

    • 4 Luglio 2015 in 14:58
      Permalink

      Io la storia della barzelletta mica l’ho capita…

      • 4 Luglio 2015 in 15:03
        Permalink

        il concetto è tutti con Corrado fino alla possibilità della B,grandi persone,ottimo progetto,sicura affidabilità…. Adesso si palesa la tanto chiamata negli anni imprenditoria parmigiana e i Corrado sono diventati dei cialtroni all improvviso.
        E mi sembra sia perfettamente in linea con la barzelletta citata da Corrado Sr.
        Io poi,a parte il non apprezzare appunto la paraculata del remake,non ho nulla contro la cordata di Ferrari & Co. ai quali auguro di fare il bene del nostro Parma se saranno loro,come credo,ad avere il titolo sportivo.
        Però il totale cambio di atteggiamento della stampa tutta e dei tifosi su Corrado è quantomeno buffo.

        • 4 Luglio 2015 in 15:09
          Permalink

          Ognuno raccoglie quello che semina e personalmente sono pentito per aver in passato accreditato corrado, che per me è stata una enorme delusione.
          Io, al contrario di te, rilevo che parte della tifoseria che nella corsa per la b era infatuata per piazza e non godeva un cavolo lo juventino corrado, curiosamente ora lo abbia eletto idolo.
          La barzelletta, ribadisco, continuo a non capirla.
          Cordialmente
          Gmajo

          • 4 Luglio 2015 in 15:14
            Permalink

            Credo anche io che per la corsa verso la B il “popolo” avrebbe preferito Piazza,ma non credo che nessuno si sarebbe,in finale,lamentato di Corrado,al quale veniva appunto imputato come difetto l essere juventino,non l essere un interlocutore poco serio.
            E sia chiaro anche che non voglio nemmeno “eleggere a idolo” i Corrados,semplicemente lamento una forte disparità di trattamento. in quanto scemata la possibilità B TUTTE le testate italiane hanno dato i 1913 come già proprietari.

        • 4 Luglio 2015 in 15:15
          Permalink

          peta n’atim nani,parla a titolo personale quando spari minchiate eh ?

          questi qui son capaci di vendere pop corn al cine punto

  • 4 Luglio 2015 in 14:56
    Permalink

    Ha detto “deve essere successo qualcosa”, no veramente “può succedere” che mi colpisca un fulmine, non vi chiama più nessuno perché voi “avete fatto” una conferenza con cui avete perso la stima di tutti.

  • 4 Luglio 2015 in 15:10
    Permalink

    stile juve,ma fatti chiudere nello stanzino dell’arbitro con moggi
    e trovati un lavoro cazzo (cit)

  • 4 Luglio 2015 in 15:16
    Permalink

    Va sempre a finire che più che esporre le proprie idee finiscono per parlare male degli altri.

  • 4 Luglio 2015 in 15:17
    Permalink

    Corrado è l’ora del revival cm in disco, e noi balliamo, nn è ke puoi far staccare la musica. Ke l’UPIm lavora al nostro salvataggio in serie D da qnd eravamo in serie A e qnd ha la precedenza. Ma anke da prima qnd accoglievano il Ghiro e x il bene del Parma ci dicevano ke andava tt bene. Te invece dov’eri???? Ahhhh. Ke poi loro sn già avanti cn i lavori ke stanno già facendo la pila ai tifosi, secondo il modello tedesco, ke così nn falliremo mai + finkè ci sn tifosi ke ci mettono la pila. Ke è un pò cm la Grecia ma cn la bandiera tedesca. TUTTI SULLA KORRIERA DEL NUOVO PARMA 113!!!!

  • 4 Luglio 2015 in 15:17
    Permalink

    E ci aggiungo x sottolineare il concetto cn la biro rossa: https://www.youtube.com/watch?v=xiWtqVtd1Oo (Se il figone ke canta vi da fastidio e preferite una vekkia di moda negli anni 90 kiedete a PARMA113)

  • 4 Luglio 2015 in 15:18
    Permalink

    TRAGICO PARMA 113 (l’accordata del Marcello x il Lazzaronariato popolare) al contrattacco. Il Marcello della Parmigjanità sul taccuino di Lorenzo Fava: se loro cattano su dei vekki x fare del revival anni ’90, noi faremo la sede del Parma al Jumbo. Basta cn la bamba torniamo all’eroina!! E al posto della Laida di Verdi ci canteremo Vamos a la playa

  • 4 Luglio 2015 in 15:30
    Permalink

    Al di la’ di tutto quello che manca, o almeno non e’ di conoscenza pubblica, e’ il progetto.
    Se ce lo hanno, lo mostrino, ne parlino.
    Solo allora si potra’ valutare, dissentire o compiacersi.
    Senza l’elencazione anche minima di un progetto, tutto rimane molto fumoso e obiettivamente da un’immagine negativa.
    In soldoni: Corrado se hai un progetto parlane!!!

  • 4 Luglio 2015 in 15:34
    Permalink

    E’ molto semplice Corrados,
    la vostra supponenza, la vostra saccenza e la vostra boriosa tracotanza hanno schifato buona parte dei tifosi – fatti/e salvi/e i/le soliti/e in cerca di padrone, per essere dominati e non dover usare il loro cervello – che, pur avendo sicuramente alcune remore nei confronti degli industriali, hanno apprezzato le parole pronunciate con serenità ed i nomi – non solo Nevione Presidente ma anche Carra come DG – scelti per i vertici societari.
    Parma Calcio 1913 con Nuovo Inizio e Parma Partecipazioni Calcistiche, ha nomi e cognomi.
    Voi Corrados avete detto ad un tifoso: vai sul sito e pagati la visura. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso.

  • 4 Luglio 2015 in 15:36
    Permalink

    Ogni tanto fa bene anche un pò di gossip…!
    Riprendo il discorso di AL, quando ci stava la speranza della B, tutti a sperare in Corrado, a dirne ogni bene, che era comunque un imprenditore del posto ecc ecc, mi perdoni il termine improprio , che però ci sta tutto, ma delle vere e proprie ” LECCACULATE”…
    Per le ragioni che tutti sappiamo il salvataggio non è andato in porto e così Corrado adesso resta solo l’uomo di Tavecchio da “debilitare” agli occhi dei tifosi e dell’opinione pubblica ed i salvatori della Patria sono i facoltosi imprenditori UPI che del Parma se ne sono sempre fregati e che hanno sempre detto ” solo serie D “. Aggiungo che il parma 1913 è un parma che nasce ed acquista visibilità grazie agli specchietti per le allodole nella forma dei grandissimi del passato (massima stima per scala, apolloni ecc ). Anzichè intralciare Corrado, la campagna denigratoria andrebbe fatta solo ed esclusivamente contro Leonardi e contro coloro che gli permettono ancora adesso di lavorare in ambito calcistico.
    Se l’UPI avesse realmente cambiato idea sul parma e dovesse dimostrarlo ne sarei felicissima, ma siccome ricordo benissimo le parole dell’ing. Dallara che lei stesso Direttore pubblicò, ho fortissimo dubbi sulla forza economica del progetto.
    Strano però che lei cerchi in tutti i modi di smentire i Corrado ma che non riprenda quella frase di Dallara e la contestualizzi col parma 1913.
    Cordialmente LIA

    • 4 Luglio 2015 in 16:12
      Permalink

      Perché ho gia scritto mille altre volte che il maitre a penser di parma calcio 1913 non è certo l’ingegner dallara, il quale, assieme ai cocoon, ha fatto danni incalcolabili all’inizio del loro progetto, ufficialmente spiegato al pubblico solo l’altro giorno. Io ebbi modo di avere un colloquio conoscitivo con marco ferrari circa due mesi fa, appena prima che quelli della d si ritirassero in buon ordine per lasciare spazio a corrado quando scoppiò la b-mania e gli industriali si beccavano su dei piocioni perché avevano battezzato per impraticabile l’impresa del salvataggio.
      Corrado ha fatto perdere tempo a tutti trastullando i numeri in un fai da te che non ha portato alcun frutto sebbene i curastars persino con l’avallo del giudice rogato avessero ridotto il debito sportivo al budget indicato. Questi ottenero le richieste trattative dirette dopo ben sei aste fallimentari ma lo stesso non fecero uno straccio di offerta benché vantassero la protezione di tavecchio. Insomma fallita l’impresa avrebbero dovuto farsi da parte lasciando lavorare gli altri, che non avevano per nulla interferito con lui durante i suoi tentativi non andati a buon fine.
      Da parte mia sono sempre stato critico con gli industriali per il mancato impegno su questi e altri fronti in passato, ma credo che sia un grandissimo merito di portata davvero storica l’impresa di marco Ferrari di contagiare con il suo entusiasmo imprenditori amici su questo progetto da lui predisposto e articolato da mesi. E con la proverbiale onestà intellettuale che mi contraddistingue non posso che rimarcare il fenomeno.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 4 Luglio 2015 in 16:38
        Permalink

        il fatto che le abbiano provato tutte per mantenere la b ma non ci siano riusciti merita comunque un grazie perchè “altri” non ci hanno nemmeno provato, e credo che il parma nonostante i numeri negativi per l’acquisto una possibilità la meritasse, Corrado ci ha provato quindi per me merita un grazie. Non capisco poi perchè dovrebbe farsi da parte adesso? Solo per far fare bella figura a chi ha sempre snobbato il Parma? Meglio lottare fino alla fine sempre e comunque, un pò come fate voi giornalisti quando fate a gara a chi pubblica prima uno scoop o sbaglio?
        Siccome la stampa con Corrado non è stata al di sopra delle parti è suo sacrosanto diritto rilasciare le interviste a chi vuole, chissà se avesse scelto Lei, come avrebbe impostato l’articolo, se in modo egregio come per la presentazione del 1913 oppure in modo ironico come questo.
        La saluto cordialmente.

        • 4 Luglio 2015 in 16:53
          Permalink

          Guardi lia,
          Io sono stato il primo e a lungo l’unico a cui Giuseppe Corrado aveva rilasciato una intervista, quindi mi basta questo inarrivabile primato che indubbiamente mi frutterà il premio pulitzer…
          Comunque mi spiace che mi reputi così meschino da variare la mia cifra stilistica in base al fatto che un soggetto mi conceda udienza o meno. Vede, io sono abituato a formarmi un’idea ed esporla in base a fatti o contenuti. Né provo alcuna invidia perché corrado jr abbia scelto come interlocutore la voce di Parma, che peraltro da anni ospita miei scritti sul parma.
          Sulle circostanze che hanno portato al conclamato fallimento dell’acquisto dell’azienda sportiva parma fc con conseguente mantenimento della b da parte di corrado mi sono fatto una mia opinione (magari non corretta, ma la reputo la mia verità putativa) per cui non trovo affatto da ringraziare corrado per quello che non ha fatto.
          Anche a briscola il mazziere cambia, quindi le sue opportunità le avute (compresa la mia pazza idea poi da lui schifata perché qualche genio che voleva accreditarsi ai suoi occhi gli ha fatto credere che il mio fosse un cavallo di troia) adesso lasci spazio a chi il progetto d lo aveva studiato da tempo e in un modo più approfondito e curato del suo.
          Cordialmente
          Gmajo

  • 4 Luglio 2015 in 15:36
    Permalink

    Giovannino è un bambinetto viziato che a 26 anni e non avendo mai lavorato si sente manager per benedizione paterna. Chi lo conosce (ho alcuni conoscenti in comune) ne parla come di un figlio di papà, viziato, arrogante, che ti considera un pezzente se non hai almeno un’audi. Bene, io mi sono visto la conferenza stampa dei Corrado e ho pensato che i miei conoscenti hanno azzeccato la descrizione al 100%. Per gente come lui ci vorrebbe il militare, un anno di nonnismi se non due. Gli farebbe bene e capirebbe molto della vita.

  • 4 Luglio 2015 in 15:40
    Permalink

    Si è creato l’alibi x uscire di scena finalmente?

  • 4 Luglio 2015 in 15:46
    Permalink

    And the winner is: la risposta lunedì sera su Canale 5 dopo “Il Segreto”.

    • 4 Luglio 2015 in 16:16
      Permalink

      era meglio se c’era la barbara d’urso cosi ci fa su un telefilm quella donna li

  • 4 Luglio 2015 in 16:00
    Permalink

    Che deludione Corrado.Poteva uscire da questa vicenda dalla porta principale, con signorilità invece ora DEVE USCIRE DALLA FOGNATURA ATTRAVERSO IL POZZO NERO.

  • 4 Luglio 2015 in 16:01
    Permalink

    Ma Parma 1913 che programma ha espresso?????nessuno!e lo stesso Scala ha detto 20 volte che avevano iniziato a lavorare da 2 giorni!il progetto è controllare bene che nessuno rubi?ok e poi?che non faranno nero e che il tetto massimo saranno 33mila euro lordi senza nero?…. l attaccante del Rimini lo scorso anno prendeva 70mila. dai su siamo seri e obiettivi se no si scade nel ridicolo

    • 4 Luglio 2015 in 16:15
      Permalink

      Lasci perdere le risposte di scala e si senta l’articolata illustrazione di Ferrari. E provi a confrontarla col comizio dei suoi miti…
      Saluti
      Gmajo

      • 4 Luglio 2015 in 16:55
        Permalink

        Me lo ricordi lei visto che io non ne ho memoria di quale sia il programma illustrato da Ferrari a parte gli organi di controllo e il calcio pulito. Ma argomenti non dia taglioni quando non è d’accordo

        • 4 Luglio 2015 in 17:30
          Permalink

          Io argomento anche troppo le mie risposte, specie con chi ha desiderio di dialogare anche partendo da diversi presupposti. Meno con i partigiani coi paraocchi.
          Il programma di Ferrari? Ribadisco, si riascolti la registrazione direttamente

          • 4 Luglio 2015 in 17:59
            Permalink

            Risposta che dimostra come dialoga e argomenta. D mi spiega il programma di Ferrari mi fa un favore perché io non l ho colto. Quello che vorrei è che si usasse lo stesso metro di giudizio con tutti

          • 4 Luglio 2015 in 18:06
            Permalink

            Io lo stesso metro lo utilizzo sempre con tutti. Poi però mi costruisco delle opinioni che legittimamente offro agli altri e chi mi legge è libero di condividere o meno. Ho già spiegato anche troppo i motivi per cui sono deluso da corrado. I programmi di ferrari? Ho fatto un video della conferenza se vuole se lo guarda. Se no vada su parmafanzine che trova pure la trascrizione. Di tempo gliene ho già dedicato parecchio né sono il public relation man di parma calcio 1913.
            Adesso si goda il we. Non ha una famiglia o una morosa?

  • 4 Luglio 2015 in 16:10
    Permalink

    Che tristezza i corrado… So al pensiero di poter finire in mano loro mi viene l ansia.. Spero solo che tavecchio e company abbiano capito che a Parma potrebbe nascere qualcuna di molti bello e unico in Italia e la stragrande maggioranza dei tifosi spera che si possa realizzare. Di buffoni a Parma ne abbiamo avuti già abbastanza, e ora che torniamo in mano a gente seria e che ama veramente i nostri colori!Corrado padre e figlio un po’ di coerenza e toglietevi gentilmente dal cazzo! Ps: la nuova sigla di calcio e calcio mi carica da bestia..

  • 4 Luglio 2015 in 16:15
    Permalink

    “Ognuno raccoglie quello che semina” cit. direttore stadio tardino.it Gabriele Majo

  • 4 Luglio 2015 in 16:16
    Permalink

    E questo di StadioTardini me lo chiamate giornalismo? Ridiamo 🙂

  • 4 Luglio 2015 in 16:20
    Permalink

    Majo ma co dit che i Corrado non hanno presentato un offerta in busta l offerta c era ma vincolante!! Che schifo sei passato dall upi anche tu

    • 4 Luglio 2015 in 16:31
      Permalink

      Io sono dalla parte dell’onesta’ e della trasparenza, ed è da ignoranti come le capre dire che sono dalla parte dell’upi perché ho scritto che non hanno presentato un’offerta vincolante.
      Il problema è che bisognerebbe cavarsi gli occhiali della prevenzione da partigiani sfegatati senza cervello. Nella mia risposta a lia mi riferivo a che corrado non avesse presentato uno straccio di offerta dopo aver ottenuto le trattative private.
      Ero stato il primo a specificare, temporibus illis, che era stato un piacere quello della curatela di contrabbandare per mera dichiarazione d’interesse quella che era una offerta altrimenti invalidabile poiché appunto vincolata e non conforme al disciplinare di gara. Se avessero considerata respinta
      l’offerta probabilmente non avrebbero neppure potuto prender parte alle trattative private.
      Saluti
      Gmajo

    • 4 Luglio 2015 in 17:06
      Permalink

      bela pajaseda,ma co sit imbambi’ ?

  • 4 Luglio 2015 in 16:27
    Permalink

    Ormai nemmeno più giornalista 😉 Chi tocca Corrado è fregato 🙂

  • 4 Luglio 2015 in 17:01
    Permalink

    Il mio desiderio da tifoso e’ che il Parma finisca in mani serie e con disponibilità’ economiche che lo riportino in serie A.
    Parma 1913 mi ispira per la serietà ma ho dubbi sulla volontà di investire adeguatamente.
    Magico Parma ha tentato di prendere il Parma per la B è ciò’ dovrebbe significare che le disponibilità economiche ci siano. In quanto a serietà, dopo la conferenza di sabato, hanno sicuramente perso dei punti.
    Mi da l’idea che con Parma 1913 si investa sul sicuro e sulla stabilità ma che più di un tanto non ti possa dare mentre con magico Parma si rischia di più in termini di serietà e stabilità ma che se va bene si possa ottenere molto di più.

    • 4 Luglio 2015 in 17:27
      Permalink

      Allora richiamiamo Ghirardi e Leonardi… Con loro eravamo sempre dalla parte sinistra della classifica…

      • 4 Luglio 2015 in 17:31
        Permalink

        Nn e’ una gran risposta 🙂

        • 4 Luglio 2015 in 17:38
          Permalink

          Alle 17 30 del sabato dalla piscina è già anche troppo, specie perché il peggior sordo è chi non vuol sentire…

          • 4 Luglio 2015 in 17:41
            Permalink

            Occhio al sole

          • 4 Luglio 2015 in 19:00
            Permalink

            ma c’e’ anche la Rosy?

      • 4 Luglio 2015 in 17:48
        Permalink

        Ecco si..m prova a chiamarli e chiedigli un po di cose. .. che pensano della vicenda, che fanno ora, programmi futuri….se stanno arrivando cause…
        E magari senti pure Manenti…Così. ..per completezza di informazione. …sta ancora ai domiciliari a casa di mamma’…?..Quando terminano, col calcio ha chiuso oppure con la carta clonata pensa di pigliarsi altro?….
        Sono interrogativi…..

        • 4 Luglio 2015 in 19:10
          Permalink

          ..e tu Ghirardello prova a chiamare uno specialista…

        • 4 Luglio 2015 in 20:03
          Permalink

          Mortadello T.S.O.

        • 4 Luglio 2015 in 21:34
          Permalink

          questi qua sotto o sono afasici o non ci arrivano.

          a meno che siano amici del ghiro e di leo

  • 4 Luglio 2015 in 17:40
    Permalink

    Chi nn vuole 1913 chi nn vuole corrado
    tutte per motivazioni o proiezione nn suffragate da fatti
    solo sensazioni e in mancanza di certezze tutto si basa su questo
    ma proprio perche’ nn c sono certezze bisognerebbe essere maggiormente prudenti e apertoli ad ogni situazione.

    Non capisco quelli che esaltano 1913 sui programmi ed obbiettivi che nn sono mai stati comunicati ……

    Nessuno ha veramente ascoltato le parole dei corrado o 1913
    ma vede solo quello che vuole vedere che gli fa comodo

    • 4 Luglio 2015 in 20:02
      Permalink

      Te non hai visto le conferenze, i Corrado hanno raccontato barzellette farcite di parolacce, offeso gli astanti ed hanno detto a chiare lettere che in quel giorno non avrebbero spiegato il progetto, Ferrari l’ha spiegato e tutti i presenti sono stati educati con i giornalisti ed i tifosi mentre i Corrado hanno parlato da un piedistallo come se chi stesse di sotto era un pezzente in debito, tipo: “io so’ io e voi nun siete un cazzo”.

      • 5 Luglio 2015 in 06:23
        Permalink

        Mi sono visto conferenze e letto interviste nulla di specifico tutto generico
        nn giudico l’esposizione ma il contenuto e lo ritengo lacunoso
        poi se uno vuole vederci tutto e il contrario di tutto….
        la differenza 1913 presenta una struttura societaria a differenza di corrado ma nulla d+
        i corrado pur dicendo che il programma sara lo stesso esposto a figc e lo comunicheranno solo se verranno scelti parlano piu specificamente del programma sportivo e obbiettivi

        Poi so anche chi ha scelto la figc 1913

  • 4 Luglio 2015 in 17:52
    Permalink

    la stampa di parma e italiana ha sicuramente dimostrato che le pari opportunità non esistono. Vince l’arroganza e la prepotenza dei piu forti (industriali) che solo per essere evocati plagiano tutto il palinsesto mediadico….. mi auguro sinceramente che vinca la crdata dei Corrado, Qui a parma si scordano fatti e episodi in molta fretta,,,speriamo di non fare la fine dell areoporto di Parma fallito 1000 volte e gestito sempre dalla solita cricca di persone

    • 4 Luglio 2015 in 18:29
      Permalink

      bravo meglio stare con dei pluripregiudicati come tavecchio

      clap clap clap

      • 5 Luglio 2015 in 06:25
        Permalink

        C stsi comun que ingenuo

  • 4 Luglio 2015 in 17:55
    Permalink

    Direttore, giovedì prossimo potrebbe dire a Boni che Lucarelli è stato cercato anche da Parma Calcio 1913?

    • 4 Luglio 2015 in 18:51
      Permalink

      Io mi auguro che poi non arrivi, dentro Parma 1913, perché lo ritengo in parte colpevole di ciò che è accaduto (ha firmato anche lui la lettera del “Torna presidente”), oltre che essere un uomo corradiano. Molto meglio prendere dei parmigiani doc come Marco Rossi e Alberto Galuppo in difesa.
      Se si volesse dare un segnale netto di separazione con il Parma Made in Carpenedolo, l’uomo da prendere è uno solo: Gedeone. Che lei sappia è stato contattato per un qualsiasi ruolo? Ma soprattutto come vede questa situazione il Gede?

      • 4 Luglio 2015 in 19:01
        Permalink

        Non gliene ho parlato, ma penso che il gede sia giustamente impegnato a fare il monno. Capisco la nostalgia, ma non esageriamo…

      • 5 Luglio 2015 in 06:27
        Permalink

        Rinnovamento
        aiutoooo

  • 4 Luglio 2015 in 18:18
    Permalink

    Direttore, le mie erano considerazioni generali. Io non so chi possa essere meglio per il Parma come penso non possa saperlo nessuno adesso. Quindi le sue risposte credo che derivino dal caldo odierno
    Concordo con cevols.

    • 4 Luglio 2015 in 19:15
      Permalink

      Le mie risposte derivano dal fatto che reputo una grave iattura l’ostinata pervicacia dei Corrado’s nei quali non ho per nulla fiducia.
      Al caldo sto bene e mi ricarico. E le assicuro di avere la stessa lucidità di sempre. La stessa che mi aveva concesso di dirvi con anni di anticipo che la gestione del ghileo non era poi così virtuosa. Però ero io che ero un nemico del parma…
      Cordialmente
      Gmajo

      • 5 Luglio 2015 in 06:30
        Permalink

        Il fatto che aveva ragione nn e’ ora tutto quello che dice sia x forza legge

        • 5 Luglio 2015 in 09:51
          Permalink

          Indubbiamente, ma per capire di che pasta è fatta certa gente non dovrei essere utile io…

  • 4 Luglio 2015 in 18:28
    Permalink

    Notizia da ” sota l’ombarlò “Mike Piazza interessato al Como (Cit TMW) Figa ma quanta pila cha oh !!! Tutto il lago ??? Ce l’avrà detto il suo amico George Clooney….
    Inno di Van Der Sfroos: Pulènta e galèna frègia.

    • 4 Luglio 2015 in 19:24
      Permalink

      Pare stia facendo (sempre dal Venice bar ovviamente) un pensierino pure al Grosseto. …..

    • 4 Luglio 2015 in 20:07
      Permalink

      L’inno del Parma non si discute ma quello del Como è un capolavoro assoluto, chi non conoscesse quella canzone di Davide Van De Sfroos è pregato di riempire il buco culturale.

  • 4 Luglio 2015 in 18:30
    Permalink

    Giovanni Corrado Giuseppe Corrado Replichi alle accuse e a questo titolo offensivo

      • 4 Luglio 2015 in 19:38
        Permalink

        non penso che Corrado si sia messo a piangere

        • 4 Luglio 2015 in 19:42
          Permalink

          Ah no?
          È un piagnisteo continuo… Povero incompreso

          • 4 Luglio 2015 in 19:51
            Permalink

            Quel titolo è umiliante e offensivo… lui contesta, non piange

          • 5 Luglio 2015 in 00:17
            Permalink

            Piango io. Poveretti)

          • 5 Luglio 2015 in 12:13
            Permalink

            Concordo con marco. Sembra che ormai sia diventato sport nazionale denigrare gli avversari. Oltretutto un giornalista dovrebbe essere imparziale e riportare le notizie, a volte invece sembra di leggere “il giornale” che ogni qualvolta vanno contro berlusconi il titolo è: “attentato a berlusconi”.

    • 5 Luglio 2015 in 17:25
      Permalink

      mo va a cagher taro’

  • 4 Luglio 2015 in 18:30
    Permalink

    Entro domani sapremo se ci sarà la possibilità di levarci dai cojoni sti due tipi?

    • 4 Luglio 2015 in 19:11
      Permalink

      Secondo me no.
      Ci tengo anche a precisare che io non sono tra coloro che danno per scontato che sarà Parma calcio 1913 a raccogliere l’eredità del defunto Parma fc, reputabdo sempre in corsa (purtroppo) anche i Corrado’s
      Cordialmente
      Gmajo

  • 4 Luglio 2015 in 18:33
    Permalink

    In conferenza stampa attacca esplicitamente,o implicitamente, e poi pretende che le stesse lo ricontattino? Non mi sembra un gran ragionamento…..poi se Majo o la GDP l’avessero chiamato cosa avrebbe detto? Per me un bel “Voi siete cattivi con me, con voi non parlo”. Comunque sabato scorso aveva elogiato Parmafanzine, e ora nemmeno Fabris lo ha contattato? E in tema di siti di informazione, che fine ha fatto “L’Alba di una nuova idea”? Anche loro colpiti dal “tocco di Majo” come Ghirardi?
    In caso di mancato accesso alla D Parma Calcio 1913 tornerebbe a casa mentre cosa avrebbe intenzione di fare Magico Parma? Da loro mi aspetto che non mollino di una virgola e che facciano di tutto per mettere i bastoni tra le ruote a Parma Calcio 1913: ricorso contro una decisione a loro contraria (lo potrebbero fare?); acquistare il titolo sportivo di una squadra e poi comprare i titoli sportivi del Parma FC e altro…

    • 4 Luglio 2015 in 18:41
      Permalink

      dimenticavo: tettoia disabili? Sotto la pioggia fino a quando non si torna in A?

      • 4 Luglio 2015 in 19:05
        Permalink

        Non mi fregare i miei cavalli di battaglia. Ovviamente chi raccoglierà l’eredità del Parma sarà da me stimolato a risolvere l’annoso problema. Credo che problemi di spazio non ce ne saranno

    • 4 Luglio 2015 in 19:19
      Permalink

      Non ho idea di cosa possa frullare nei cervelletti…

      Con squarcia da mesi abbiamo sotterato l’ascia di guerra.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 5 Luglio 2015 in 06:34
      Permalink

      Tanti giornalisti………
      la caduta di stile verso Majo molti giornalisti la hanno pure goduta
      cole al solito i filtri sono sempre in funzione

      • 5 Luglio 2015 in 11:04
        Permalink

        Non mi riferisco a lei Majo

  • 4 Luglio 2015 in 18:40
    Permalink

    I Corrado’s sono i cultori della exit strategy o meglio per la PIAGNUCOLATA strategy. Adesso diranno che sono costretti a lasciare perché ci sono i lavori in corso in viale dei mille, il Bricoman ha adottato l’orario estivo e in ghiaia non ci sono più i negozi di una volta. Ma basta!!!! Avete rotto i coglioni, per nostra fortuna ma alle spese del Direttore abbiamo capito di che pasta sono fatti.

    • 5 Luglio 2015 in 06:36
      Permalink

      Ma basta con queste cazzate ripetere i pensieri d altri e’ fantastico

  • 4 Luglio 2015 in 18:49
    Permalink

    La prossima cridata sarà che ci hanno provato, che il loro progetto era migliore (non è dato a sapere un emerito cazzo del programma del secolo!!!), che loro avrebbero meritato da subito di andare in Champions ma che purtroppo la federazione, loro malgrado e con grande rammarico, ha scelto Parma 1913. Mi chiedevo, il piccolo Giovanni lavora a Milano e il grande Giuseppe gira l’Italia ma è spesso a Roma…perché non vi togliete dai coglioni?

  • 4 Luglio 2015 in 19:23
    Permalink

    Boni aveva ragione.Lo ammetto, nell’ultima puntsta mi è piaciuto.Era la prima volta.Tra probocatori ci si intende.

    • 4 Luglio 2015 in 19:46
      Permalink

      Tra nador ci si intende ancora meglio

  • 4 Luglio 2015 in 19:41
    Permalink

    Signori di Corrado ne sono passati e passeranno a centinaia a Parma ….. Il treno che porta Guido Barilla passa solo una volta…. E se perdiamo questo treno lo rimpiangeremo per un bel po’….. Preferisco avere una società con un conto corrente adeguato alla categoria che faremo ma con un fido illimitato per il futuro, a una con un conto corrente medio allto per la categoria ma senza nessun fido…. Se invece i Corrado hanno 100 milioni di euro a disposizione per gestire il Parma per i prossimi 10 anni ci dicano di chi sono e io lo quoterò….

    • 5 Luglio 2015 in 06:39
      Permalink

      Lo sanno tutti di chi sono e nn sono 100.
      x ora ha messo un 100.000euro e magari nn ne mette piu.
      x la D?

  • 4 Luglio 2015 in 19:57
    Permalink

    Catania chiede clemenza alla FIGC per via della questione partite comprate.

    E no…cari catanesi, noi siam finiti in D per fallimento, voi dovete finirci per aver alterato il campionato di B. No ai due pesi e alle due misure! No! No! E no!

  • 4 Luglio 2015 in 20:11
    Permalink

    CORRADO BASTA PIAGNISTEI HAI FALLITO TOGLITI DAI COGLIONI TU E TUTTI I GOBBI
    I TIFOSI DEL PARMA SONO CON PARMA CALCIO 1913 NON FAI ALTRO CHE PIANGERE RITIRATI SUBITO

    PARMA CALCIO 1913

    IO STO’ CON NEVIO SCALA

  • 4 Luglio 2015 in 20:31
    Permalink

    Hanno anche rincarato la dose all ansa: Parma 1913 cerca di influenzare la figc.
    In tanti secondo me non hanno ben chiaro che quando trattava x la b se ne stava zitto (tranne la famosa intervista, peraltro breve) mentre ora è un continuo di balle offese e autoreferenze. Non dovrebbe dunque meravigliare che tanti tifosi abbiano messo a fuoco i soggetti. Il proclama più sportivo che han fatto è quello sugli spettacoli al tardini.
    Dall altra parte c è un programma innovativo condiviso da gente che ha le risorse per coltivarlo, chi pretende ulteriori garanzie passi al real o alla Juventus.
    Corrado si lamenta che non lo cerca la stampa ma dovrebbe rallegrarsi che non lo cerchino i tifosi come avvenuto in molte piazze

    • 5 Luglio 2015 in 06:43
      Permalink

      Il fatto d fare mercato e renderlo pubblico significa implicitamente influenzarla
      poi nn c trovo nulla d male nn farlo come a corrado d dire cosi e farlo a sua volta

      Sveglia ogniuno fa i propri interessi nn esiste il bianco piu bianco i lenzioni sono uguali

      • 5 Luglio 2015 in 09:49
        Permalink

        Diciamo che corrado ha un coraggio da leone. Se allestire una squadra significa far pressioni sulla figc… E poi parla lui che è l’inviato speciale di tavecchio… Già quel tavecchio…

  • 4 Luglio 2015 in 20:40
    Permalink

    Ma la possibilità che alla fine saltino fuori due Parma è così remota?

    • 4 Luglio 2015 in 22:01
      Permalink

      Si.
      E se succedesse sarebbe l’ennesima situazione schifosa

      • 5 Luglio 2015 in 00:00
        Permalink

        Direttore si ricordi che un paio di settimane fa aveva bollato questa mia ipotesi come “corbelleria del giorno” e adesso mi dice “se succedesse….”??

    • 5 Luglio 2015 in 07:47
      Permalink

      Sono proprio l’embema della juventinità

  • 4 Luglio 2015 in 20:59
    Permalink

    Direttore lei è parecchio permaloso però….è bastato che Corrado dicesse la verità, e le ha anche poi chiesto scusa per i modi, che ha subito cambiato bandiera….. Dal Gruppo Corrado all’unione Parmensi Industriali…. Chissà perché……. Ha ragione il lettore Bax!

    • 4 Luglio 2015 in 21:57
      Permalink

      Guardi preferisco non cadere nel tranello di queste basse insinuazioni.
      Mi ha chiesto scusa?
      Non certo pubblicamente. Privatamente è da paraculi.
      Cmq mi hanno deluso profondamente per come si sono mossi in occasione della mancata acquisizione. E mi han deluso ben prima della schifosa gogna.
      Io non sono dalla parte dell’upi, che peraltro non c’entra una benedetta mazza, ma del buon senso.
      Circa il permaloso mi son rotto i coglioni di questo luogo comune speso dai muei detrattori. I quali pensano di pitersi permettere di trattarmi a pesci in faccia…

  • 4 Luglio 2015 in 21:06
    Permalink

    Prima dice:
    “La scelta della FIGC? La Federazione potrebbe pensare che chi ci ha provato sino in fondo per la B abbia qualche titolo in più per rilevare il Parma anche fra i dilettanti, o almeno, io farei questa considerazione se fossi in loro. Non volterei le spalle a chi, incoraggiato da me, ha provato fino in fondo a salvare il club”

    Poi questo… all’Ansa.
    Allora se imparasse a fare i “c…i suoi” sarebbe un piacere…non ne posso più!!!! Che faccia quello che deve fare PUNTO!!!!
    A basta…

  • 4 Luglio 2015 in 21:24
    Permalink

    Ioho letto che Corrado se lamentato che la cordata locale sta mettendo pressione alla figc e vero? E che non molla perché dice che la cordata locale ha già scelto allenatore ecc ecc

      • 4 Luglio 2015 in 22:04
        Permalink

        secondo me hanno sbagliato ok la serie b magari non era fattibile ma hanno sbagliato nella conferenza stampa la storia dello stadio tutta una menata

        • 4 Luglio 2015 in 22:25
          Permalink

          Secondo me e Terzo quello là !!!!

          Trà poco Nevikeràhahahah

          Avanti con il Tuttologo 2 !!!!

          Ke Panacol !!!!

          • 4 Luglio 2015 in 22:44
            Permalink

            Panacol? Kmq a mio avviso questo del Parma non ce né frega una Mazza meglio uno con meno soldi ma che ama la vostra squadra e non fa il furbo

          • 4 Luglio 2015 in 22:48
            Permalink

            Meno soldi? Ma ke l’avete preso per Rockefeller?

      • 4 Luglio 2015 in 22:59
        Permalink

        anzi debbo dire che il titolo di questo articolo è ben articolato è ideale per la situazione

          • 4 Luglio 2015 in 23:12
            Permalink

            prego ma io non capisco una cosa magari lei mi può rispondere perche il signor corrado sta facendo tutta sta menata prima vuole prendere il parma in b (salvando capre e cavoli ) poi non ci riesce perchè debito troppo alto allora punta alla serie d ma dopo ci ripensa perchè secondo lui il comune non li da lo stadio , salvo ripensandoci 24 ore dopo ritornando alla carica? io mi domando una squadra d calcio non è un giocattolo non si gioca sulle spalle dei tifosi lei che pensa?

          • 4 Luglio 2015 in 23:19
            Permalink

            Cosa frulla nei cervelletti non saprei. Ma temo nulla di buono

      • 4 Luglio 2015 in 23:27
        Permalink

        io spero per voi nulla che lo cacciate perchè quello un obbiettivo c’è la poi quando a ottenuto se ne lava le mani

        • 5 Luglio 2015 in 15:45
          Permalink

          Bravo…quando dici giusto non ho paura ad ammetterlo, reggiano o parmigiano che tu sia. ..

    • 4 Luglio 2015 in 22:57
      Permalink

      Gabriele era per dire mica sappiamo il conto corrente di corrado’s comunque a me corrado non piace , preferirei uno come barilla ma staremo a vedere ma ora corrado a messo pressione alla federazione piangendo

      • 4 Luglio 2015 in 23:10
        Permalink

        Appunto, le pressioni le fa Corrado col suo amichetto tavecchio e accusa gli altri. Livello sempre più infimo. Che schifo

        • 4 Luglio 2015 in 23:26
          Permalink

          io sono vostro rivale ma pensi mio padre lavorava a parma conosceva Zola Crippa Inzaghi parliamo dell’anno 1995 mi padre speriamo un giorno nel derby

        • 5 Luglio 2015 in 00:07
          Permalink

          Ecco…che schifo l’hai detto! Ma come fa ad avere tanto credito? Perchè non ha salvato il parma? Beh ero capace anch’io! È una semplificazione certo, ma continuo a pensare che ora stia agendo sull’emotività di una ripicca contro barilla, ferrari? Ma perchè insiste tanto per una D? Gli altri sono “locali,del posto” come li chiama pure lui..quindi è comprensibile che vogliano fare la squadra ler la loro città, ma lui perchè..????

          • 5 Luglio 2015 in 00:44
            Permalink

            Poi se parlo di regalino di tavecchio arrivano i loro fan a dire che non sono imparziale

          • 5 Luglio 2015 in 06:48
            Permalink

            Nn c stai capendo molto

        • 5 Luglio 2015 in 15:47
          Permalink

          Giustissimo! Sono d’accordo

      • 4 Luglio 2015 in 23:29
        Permalink

        dai la ragass.. da che a poc comincia la serie D un campioné cla fat Chiesa cul Fidensa l’an pasé anca se l’era falí.
        Qui forse nn ci si rende bene conto di cosa sia la serie D , che di romantico nn ha nulla e che a riflettori spenti sará un cimitero dell’oblio. Barilla, Corrado..ma per cosa? Per un campionato dove sopravvive il Fiorenzuola? Spegniamo i riflettori su questa pagliacciata…il parma é morto e sepolto..lasciamolo riposare in pace come é stato fatto x la Maxicono.

        • 4 Luglio 2015 in 23:43
          Permalink

          PS: Tavecchio e gli altri sono persone di un livello che nn ci compete piú. Cmq ci abitueremo a vivere senza calcio che conta, come hanno fatto i nostri cugini piacentini tra i quali vivo da qlc anno…tanti drammi e poi tutto passato e del calcio nessuno parla piú.

        • 4 Luglio 2015 in 23:44
          Permalink

          Non e’ forte chi non cade ma chi cade e’ si rialza te lo dice uno che li e morto il padre da tre mesi!

          • 5 Luglio 2015 in 02:33
            Permalink

            Homerun, perché non te ne vai a fare in culo tu, Piacenza e quella squadra di merda per la quale farai sicuramente il tifo?

            Majo, certa gente di merda può anche bannarla, visto che non contribuisce al dibattito ma rompe solo i coglioni.

            Ah, la squadra di merda è la stessa per cui tiene il presidentino nadarino figlio di paparino.

          • 5 Luglio 2015 in 15:50
            Permalink

            Condoglianze reggiano87…queste sono le cose davvero gravi della vita!

            Il Parma può tranquillamente rinascere…non si tratta di fare drammi ma di non arrendersi e riprovarci…

          • 6 Luglio 2015 in 01:12
            Permalink

            grazie cibbi ti ringrazio con tutto il cuore comunque non mollate verranno tempi migliori

  • 4 Luglio 2015 in 21:49
    Permalink

    Tetto massimo ingaggi 33.000 euro lordi.
    Queste sono le cose che fanno piacere alla alla nostra cordata millepiocion UPI. E infatti guai a infrangere le leggi…lo ha detto anche Scala. Dire a dei piocioni che in D il tetto massimo sono 33 mila lordi è stata la scintilla che ha fatto scattare l’innamoramento per la D. Il problema è che a 33 lordi ci staranno parecchio…
    Ferrari poi fa na scena che sembra abbia salvato il Parma..ci ha messo si è no 250 mila e 4 cene.
    Per me piocioni erano e piocioni restano.
    E sfidano un pagliaccio per avere la D.
    Siam messi bene…

    • 5 Luglio 2015 in 06:51
      Permalink

      Be il GRIGIO c’e se t do macchina e casa magari vitto a titolo gratuito e lo metto come spese d gestine io t do d+

  • 4 Luglio 2015 in 21:53
    Permalink

    Aggiungo che il povero Amadei fa da solo quello che qui fanno 8 INDUSTRIALI con tutte le maiuscole, una società di azionariato diffuso capeggiata da ottuagenari piocioni e non so forse anche il vescovo e il capitano dei carabinieri. Se aggiungono anche il Grande Puffo e Topolino forse si può aspirare alla Lega Pro.
    Piocioni

    • 4 Luglio 2015 in 22:24
      Permalink

      Certo che Corrado ne ha messi di soldi vero?
      ..col suo fondo che forse potrebbe esserci ma che per ora non c’è…per la B infatti non c’era…
      gli sono mancati i soldi.. che lo dica!
      Insomma Corrado si vanta tanto di averci provato per la B…e allora?…..Resta evidente che non l’ha fatto!
      Ha fallito l’ obiettivo!!!!!! Punto.
      questa è la sostanza..
      inutile che si dibatta cercando di rivoltare la frittata

      • 5 Luglio 2015 in 06:58
        Permalink

        Paola studia
        il fondo x la D nn c’e’
        X la B c’era ma il fatto che c siano i soldi nn vuol dire sputtanarli
        questi sono discorse del cazzo che mi fanno incazzaere
        ad ogni livello e in ogni ambito pur avendo le disponibilita’ economiche uno fa due conti

        Corrado nn intendeva buttare via i soldi me se fosse stato sicuro che oltre 22.6M nn si sarebbe poi dovuto pagarne altri 20M avrebbe preso il pama e se condo piani sarebbe rienteato in 5 anni di tutte le spese

        • 5 Luglio 2015 in 10:02
          Permalink

          Il fondo per la B non c’era. Loro stessi han detto che si era ritirato per mancanza di garanzie di rientro.

          Rimangono – e mi sa che sia la causa di questo accanimento – i 10 milioni circa stanziati dall’ottuagenario…

          • 5 Luglio 2015 in 13:57
            Permalink

            ….10 Milioni?. Per la D sono tanta roba!!

          • 5 Luglio 2015 in 18:09
            Permalink

            Questo chi lo dice 1913…..??

        • 5 Luglio 2015 in 18:25
          Permalink

          O guarda… e per capirlo ci ha messo 6 aste e la trattativa privata? Ma lo sapevamo anche noi qui che quelle erano le problematiche..doveva levare le tende prima di farci perdere tempo. Cmq se l’ obiettivo era salvare la B obliettivo mancato!!!!.. che se ne faccia una ragione. Un “detto” recita: è bene fare il passo che porta la gamba. Corrado ha misurato male qualcosa è evidente. Ora è fatta..che si tolga..accanirsi per la D a questo punto è quasi puerile..

  • 4 Luglio 2015 in 22:08
    Permalink

    Ragas, pr’al futbol con dl’anbisiò ag vol dì sold, bisogná investir. Dichiarino i sigg.ri contendenti obiettivi e relativi budget disponibili. Chi ci mette di più avrá la preferenza dalla FIGC. Dovrebbe essere così, è questione di soldi e di coerenza aziendale. Dura lex sed lex

  • 4 Luglio 2015 in 22:10
    Permalink

    E cosi il corradino è in piena crisi di astinenza….
    …da interviste ovviamente !

  • 4 Luglio 2015 in 22:12
    Permalink

    Figa che dó Bali chilù con ‘sto “piocioni”. Veh, a se incantè al tò CD? Metâ su la ciavetá USB se at ghe al bus in t’la machina.

  • 4 Luglio 2015 in 23:08
    Permalink

    Ma scusate? Come mai i miei interventi non vengono pubblicati e quelli di altri si….ripeto : Come mai? Ho detto qualcosa di offensivo?!? Perché io do informazioni che potrebbero essere utili ed il “filtro” non le passa quando invece altri utenti, con toni ed espressioni molto molto maleducate, vedono pubblicata la propria opinione?
    Adesso ho la conferma di tante cose; grazie.

    • 4 Luglio 2015 in 23:11
      Permalink

      Non ho mai censurato alcun suo commento, cerchi meglio

  • 4 Luglio 2015 in 23:11
    Permalink

    …… da fb giuseppe corrado 28 giugno alle ore 15.32
    “Se non vinceremo saremo comunque riusciti a far arrossire di vergogna chi avrà vinto attraverso parzialità non edificanti”
    ecco mi piacerebbe sapere a cosa si riferisce…qualcuno lo sa?

    queste mezze frasi.. queste accuse generiche e mirate nello stesso tempo mi ricordano tanto il ghiro…

      • 4 Luglio 2015 in 23:20
        Permalink

        Ma sai che comincio ad indispormi parecchio!!!
        Volevo restarne fuori il più possibile
        ma…
        Vedremo quale sarà la prossima boutade..

        hai letto l’intervista di lucarelli direttore?

        • 5 Luglio 2015 in 07:00
          Permalink

          Di mezze frasi ne volano tante…..

        • 5 Luglio 2015 in 16:00
          Permalink

          Mi dici dove posso trovare l’intervista? Grazie

          • 5 Luglio 2015 in 18:37
            Permalink

            L’intervista è su Parmafanzine

  • 4 Luglio 2015 in 23:18
    Permalink

    In effetti, apensarci bene, ci deve essere un complotto, tipo quello che ci escluse dall’Europa l’anno scorso.
    PS Perchè Corrado non ha scelto anche lui l’allenatore per condizionare maggiormente la FIGC?

    • 4 Luglio 2015 in 23:21
      Permalink

      Io spero che aprano gli occhi tutti quellu che si sono fatti ammaliare da questi incantatori

      • 4 Luglio 2015 in 23:38
        Permalink

        Gabriele usa il termine giusti: “volgarotti arricchiti “.
        Comunque inviterei tutti a non alzare polveroni o diatribe gratuite; nelle lotte di basso livello vincono sempre gli ignoranti e i tragattini perchè abituati e con piú esperienza….

    • 5 Luglio 2015 in 01:02
      Permalink

      io ho sentito che vuole mangia come allenatore

  • 4 Luglio 2015 in 23:38
    Permalink

    Ho cercato meglio e ne ho la conferma; mi ha censurato il commento. Perché era il link delle dichiarazioni di Giuseppe Corrado. Ottime parole, persona Seria, credevo lo fosse anche questo spazio sul web….ed invece mi devo ricredere.

    • 5 Luglio 2015 in 00:46
      Permalink

      Chiedo scusa ha ragione. Ma non sono graditi link di quel sito

      • 5 Luglio 2015 in 01:05
        Permalink

        comunque Gabriele state attenti a Corrado non mi piace sono furbi sia padre che figlio poi se sono cosi arroganti all’inizio figuriamoci se le cose non vanno come devono andare

        • 5 Luglio 2015 in 01:44
          Permalink

          Infatti speriamo proprio che il parma non finisca nelle loro grinfie

  • 5 Luglio 2015 in 00:22
    Permalink

    Corrado configura parma 1913 come cordata parmigiana, cordata locale….allora lui non lo è..
    quindi per la figc dovrebbe essere fuori.
    siamo nei dilettanti, vince chi è del territorio

    Beh..la faccio semplice.. ma è tardi. 😉

    • 5 Luglio 2015 in 07:05
      Permalink

      Cazzo ancora ?
      Magico parma dove ha sede legale???????
      E quello che importa
      Poi mi dicono che prendo le parti d c e nn e’ vero
      na se si scrivono cazzate a raffica….

      • 5 Luglio 2015 in 10:49
        Permalink

        ma vai a cagare, ma da dove cazzo arivano i soldi

        ma spagliati

        • 5 Luglio 2015 in 11:08
          Permalink

          I soldi possono venire anche da l monopoli

          • 5 Luglio 2015 in 16:01
            Permalink

            figa allora non ti scanti piu,’ va a vedor la juve ti e col gobbo ed merda del to sosi

      • 5 Luglio 2015 in 19:00
        Permalink

        Mo va là…
        e datti una calmatina 🙂
        Lo so che sei più intelligente di me…
        tu di cazzate non ne spari.. non preoccuparti
        Per tua fortuna ci sono delle stupide come me che ti permettono di brillare!

  • 5 Luglio 2015 in 00:35
    Permalink

    ma perche il Parma è così attraente per buffoni e imbecilli che abbamo gia visto innumerosi?

  • 5 Luglio 2015 in 00:51
    Permalink

    Se Higuain vale 95 milioni di euro, io smetto di seguire il calcio. Grande, grandissimo CILE!!!

  • 5 Luglio 2015 in 01:37
    Permalink

    Se ti si puo’ definire giornalista Cicciolina è vergine…Giornalaio so che non mi pubblichi ma il gusto di dirti quel che sei ce’ l’ho…poco serio!!!!!!!!!!!poco serio!!!!!!!!!!!!!!!!!!e nelllo stato passivo del parma calcio!!!!!!!!!!

    • 5 Luglio 2015 in 01:43
      Permalink

      Spazio per dimostrare quanto sei intelligente c’è sempre, vai tranquillo.

      • 5 Luglio 2015 in 02:09
        Permalink

        Vi prego liberiamoci di questi personaggi…ne abbiamo visti abbastanza…vedo spesso corrado jr in via 22 luglio ha una faccia da culo come pochi.Mi ricorda l’espressione di leonardi…..Stessa supponenza e saccenza.Ma comunque basta sentirli parlare alle conferenza stampa

    • 5 Luglio 2015 in 07:08
      Permalink

      Nn vuol dire nulla
      se vantassi un credito mi insinuerei pure io nello stato passivo e lo faresti pure tu
      basta con cazzate su cazzate farcite da falsi moralismi

      • 5 Luglio 2015 in 09:46
        Permalink

        Peraltro sono in grandissima compagnia, da san Lucarelli in giù. Ma questo è l’effetto della gogna cui sono stato vergognosamente sottoposto dai Corrado’s e il segnale palese ed evidente delle menti su cui riescono a far breccia

  • 5 Luglio 2015 in 09:03
    Permalink

    Scusa Gabriele ma volevo chiedere una cosa che non riguarda il dibattito! ( Anche perchè ormai basta con sto Corrado!!) in questi giorni cè polemica per i concerti in piazza Duomo! Ma volete spiegarmi perchè ( come in tutte le città) non usano il Tardini per i concerti? Cè un motivo? Io non mi ricordo di concerti nel nostro stadio…

    • 5 Luglio 2015 in 10:42
      Permalink

      Ciao Marco77

      e grazie per esser stato tra i numerosissimi spettatori della conversazione con Pallini ai Nostri Borghi l’altra sera…

      Io trovo naturale che in Piazza Duomo a Parma si possano tenere concerti di qualità come quelli inseriti nel cartellone di questa tormentata rassegna estiva e non capisco tutto il dibattito che si è sviluppato attorno. Ieri sera ero a Fidenza dove, come ben sa il Gallo di Castione, c’è un locale che è lo Scarlet che non una volta all’anno, ma spessissimo convive con la Curia suonando sino a notte fonda sotto la casa dei preti e iersera sparando anche i fuochi d’artificio… E non mi pare che il duomo di Fidenza sia meno di quello di Parma un sito da proteggere. Insomma: a pochi chilometri di distanza si passa da un eccesso all’altro. Penso che la Curia di Parma avrebbe dovuta essere un po’ più aperta, e che le istituzioni avrebbero dovuto affidarsi, per l’organizzazione, ad associazioni che non cadessero in pacchiani errori o tranelli. Io credo che il Duomo di Parma sia una risorsa da poter sfruttare e non un talento da nascondere.
      Detto questo: credo che in passato il Tardini non sia stato utilizzato per qualche vincolo con l’allora concessionario o per qualche pastoia burocratica. Certo i concerti non sono il massimo per un manto (magari come quello appena rifatto dell’Ennio), però almeno un paio di eventi l’anno si potrebbero anche ospitare come avviene altrove.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 5 Luglio 2015 in 13:39
        Permalink

        La città ha uno spazio recintato come la Cittadella che si presterebbe facilmnete per concerti ed è pure in centro. Cazzo! Mica ci vuole un mostro d’intellegenza per valorizzarlo…

      • 5 Luglio 2015 in 15:36
        Permalink

        Il Duomo è un luogo magico, unico e affascinante e per me si devono esibire solo aritsti di altissimo livello tipo Paul Simon, Ennio Morricone. Con tutto rispetto, ma Arbore, j aX, masini vanno bene per suonare nel parcheggio dell’eurotorri nelle rassegne che fanno in estate. Questa gente qui a Parma può venire o da turista o suonare in questi parcheggi. Il Duomo è per altri.

        • 5 Luglio 2015 in 15:42
          Permalink

          Purché lo sia di qualcuno. Il problema è il non capire che i talenti van valorizzati. Lo insegna anche l’omonima parabola

      • 5 Luglio 2015 in 16:31
        Permalink

        Grazie a voi che riuscite a fare questi incontri belli e popolari, come quelli svolti sotto l’ospedale vecchio qualche anno fa! Speriamo di rinascere presto col calcio con un progetto serio,che secondo me puó trascinare questa citta , che ormai è allo sbando, a rialzarsi in tutti i campi , perchè Parma è meravigliosa non abbandoniamola a se stessa!!! Tavecchio dai la dacci questa affiliazione

        • 5 Luglio 2015 in 22:09
          Permalink

          Mi aggancio x dire che ormao l’ospedale vecchio è ridotto malissimo…va restaurato e restituito alla città. Ma prima ancora andrebbe “ripulito ” fuori e ben illuminato x evitare che sia un luogo degradato e di bivacco… Quando lo vedo ridotto così mi piange il cuore

  • 5 Luglio 2015 in 09:18
    Permalink

    Pizzarotti (il sindaco) dovrebbe prendere su la cornetta e chiamare Tavecchio dicendogli che il 90% dei tifosi sta con la cordata locale, e siccome siamo in mano non a Taci e nemmeno a Manenti ma ad imprenditori con la I maiuscola, di scegliere nel bene di città e tifosi. Se poi saranno dei piocioni è tutto da vedere ma i nomi danno ampie garanzie.

  • 5 Luglio 2015 in 09:56
    Permalink

    maio sarai l’addetto stampa del Parma 1913 oppure farai il portavoce del uomo della pasta?….dici cose sui Corrado dettate dal fatto che ti hanno attaccato per la tua parzialita’…che lavoro fai oltre che avere un sito dove offendi la gente?

    • 5 Luglio 2015 in 10:01
      Permalink

      Io offendo la gente? Sempre più ridicolo…

      A proposito: come stile andresti benissimo per fare l’addetto stampa dei Corrado.

      Comunque se hai qualcosa da dirmi di personale il mio numero è 335.8400142.

      • 5 Luglio 2015 in 10:27
        Permalink

        direttore ascolta il mio consiglio lascia perdere questi provocatori sono solo quattro gatti amici del “cineasta” che probabilmente non sono neanche mai stati al Tardini a vedere una partita del Parma… ignorali… evita di pubblicare i loro post… tanto tra qualche giorno quando la figc darà l’affiliazione a Parma Calcio 1913 a questi qua del calcio parmense non gliene fregherà più niente… parliamo del futuro del nuovo Parma che sta nascendo che è meglio…
        buona domenica 🙂

        • 5 Luglio 2015 in 10:33
          Permalink

          Grazie Raffaello, ma vedi, io quei commenti non ho alcuna difficoltà a pubblicarli, perché si qualificano da soli e sono indice dello spessore di chi li posta. Non c’è neppure bisogno di incazzarsi per quanto sono ridicoli e da vigliacchi. Sul fatto che siano degli amici del cineasta non credo: purtroppo elementi così ce ne sono diversi in curva Nord: retaggio di precedenti campagne denigratorie nei miei confronti, anche se poi non si sono aggiornati sulle evoluzioni.

          Cordialmente

          Gmajo

    • 5 Luglio 2015 in 10:47
      Permalink

      Premetto che non concordo sempre con quel che dice Majo ma si vede che non ti ricordi bene che diceva Majo di Corrado qualche mese fa. Direi che fino al 22 giugno ci sperava e credeva nelle loro buone intenzioni a salvare la squadra in B. Anzi direi che, davanti ad alcuni lettori, li ha anche difesi. X cui prima di dire che è “portavoce dell’uomo della pasta” sarebbe meglio informarsi un po’ .

      • 5 Luglio 2015 in 10:53
        Permalink

        I faziosi han la memoria corta…
        Grazie per aver ricordato fatti concreti

    • 5 Luglio 2015 in 12:19
      Permalink

      I commenti sui Corrado sono dello stesso tenore sia qui che sulle varie pagine su Facebook, non solo non hanno seguito ma dopo quella conferenza stampa sono malvisti perché evidentemente inadeguati relazionalmente, come nella prima intervista dove venivano attaccati gli imprenditori di Parma anche nelle seguenti uscite si sono esposti come vittime parlando male di altri e tracciando l’altra cordata di essere in malafede, classico stile Berlusconiano. Questo per dare un parere, Majo di certo non avrebbe nemmeno bisogno di rispondere a cose di questo tipo.

  • 5 Luglio 2015 in 10:28
    Permalink

    E se l’addetto stampa del Parmas 1913 fosse BONI ?

    Non vi pare che Boni abbia troppa simpatia per la Nuova Compagine ?

    E la Pro Piacenza non interessa più i sogni del valido commentatore che tutti noi conosciamo e apprezziamo ?

    • 5 Luglio 2015 in 11:17
      Permalink

      Ironia?
      Tutti noi?????

  • 5 Luglio 2015 in 10:55
    Permalink

    Boni al massimo può fare l’addetto stampa della Longobarda di Oronzo Cana’

  • 5 Luglio 2015 in 11:04
    Permalink

    Caro majo credo che Corrado sia ora che la smetta di dire che i tifosi sono con lui. ( magari qualche piccolo gruppo) la stragrande maggioranza sia di tifosi organizzati sia della città in generale sono entusiasti del progetto parma 1913, e tu sai che te lo sta dicendo qualcuno bene informato.

  • 5 Luglio 2015 in 11:10
    Permalink

    CORRADO FORA DAL BALI

  • 5 Luglio 2015 in 11:15
    Permalink

    Premessa che mi andava bene Corrado per la B e ci speravo tanto….ora non ne posso più. Corrado e al. sono lamentati che gli imprenditori di Parma non volevano metterci i soldi per la B ma loro erano disposti salvo poi fare un offerta non consona all’ultima asta, andare a trattativa privata e tirarsi indietro….avevano mesi per vedere i numeri e capire a situazione, ma 24 ore prima delle nozze “capiscano” che non è da fare? Ma non sapevano già prima dei pregi e difetti del Parma? A parte contratti c’erano giocatori che erano molto appetibili e vendibili con la quale fare cassa. (Mauri, Cerri, Mirante, Galoppa, ecc) Di progetti non ne menzionano e fra l’altro si lamentano di tutto e sparano contro le conferenze dell’altra cordata e i loro motivi oscuri per la squadra in D.
    Mi è dispiaciuto per il fatto che gli imprenditori Pr fossero interessati nella D soltanto ma sono stati trasparente ed onesti dall’inizio…..Niente proclami, vogliono partire in un altro modo, vogliono puntare sui giovani e un calcio pulito.
    Per il passato e il fatto che non avessero sponsorizzato il Parma sono fatti loro e avranno le loro motivazioni, può darsi i progetti non andassero loro bene, (es settore giovanile stupendo e compri brocchi costosi e strapagati x giocare e mandi i nostri in Laga pro- B) fra l’altro credo che nel giro industriali di zona si avesse sentore che fornitori, ecc non venissero pagati.
    Ora, se dovesse scegliere sto con Parma 1913, innovativi, facce pulite, alcuni sono tifosi del Parma, ci mettono la faccia e il loro buon nome, e NESSUN proclamo, non voglio più sentire proclami del tipo “andiamo a riprendercela” e poi voglio un calcio più sostenibile a lungo termine….non voglio avere giocatori che non possiamo permettere e i “nostri” giovani dal vivaio che potrebbero giocare essere sempre mandati in giro per poi essere venduti per due lire quando valgono di più.

  • 5 Luglio 2015 in 12:07
    Permalink

    La Voce (con cui, peraltro, collabora anche lei, signor Majo) anche in questo caso, come spesso gli capita, mischia notizie vere con sciocchezze che, però, a volte servono per fare titoloni civetta e vendere qualche copia più delle 500 che mediamente e normalmente, forse, vende.
    La notizia vera è che effettivamente Collecchio è a pochi chilometri da Ozzano, dove Pizzarotti ha la azienda vinicola “Monte delle Vigne”, mentre la palese sciocchezza è che Paolo Piazzarotti sia entrato nell’azionariato di Parma Calcio 1913 per poter mettere le mani sul Centro Sportivo di Collecchielo.
    La ritengo una sciocchezza per i seguenti motivi:
    a) se proprio fosse interessato a quella struttura, poteva semplicemente fare un’offerta al Dott. Piazza, curatore della Eventi Sportivi, senza doversi imbarcare in questa operazione calcistica in serie D;
    b) se non erro, l’area di Collecchiello è stata “donata”, a suo tempo, dal Comune di Collecchio al Parma Fc (era Tanzi) affinchè potesse realizzare il centro sportivo, ma con rigidi vincoli di destinazione e, quindi, non dico sia impossibile, ma certamente non facile e sicuramente costoso, ottenere un cambio di destinazione;
    c) ma, anche se lo ottenesse, pensate davvero che l’impresa Pizzarotti (perchè, se non erro, Pizzarotti non è entrato nel Parma 1913 a titolo personale, ma direttamente con l’impresa di costruzioni), impegnata in appalti di centinaia di milioni di euro, sia davvero interessata a pochi ettari alle porte di Collecchio??? Non scherziamo, dai!
    Castellini è un buon giornalista, tuttavia con un evidente limite: da quando si è trasformato in editore o, se preferite, in editore/giornalista, quindi anche con un occhio (o tutti e due) anche al bilancio, cioè al numero di copie vendute, necessarie anche al pagamento del suo (lecito) compenso, si butta spesso in operazioni di abbellimento del suo prodotto (cioè della Voce), pompando vicende anche di piccolo cabotaggio o tirate per i capelli, come questa.
    Ma anche questo è marketing, quindi ci sta.
    Ma da qui a credere a queste notizie populiste ce ne passa.
    ps: a proposito di giornalisti/editori (o editori/giornalisti), signor Majo ci dà qualche info sui destini di questo blog? Grazie

    • 5 Luglio 2015 in 13:09
      Permalink

      Per esser precisi io non collaboravo con la voce: grazie ad una partnership con stadiotardini.it il settimanale riprendeva la mia opinione o altri articoli, ma non sono mai stato tecnicamente un collaboratore del giornale e men che meno ho percepito vompensi. Faceva parte di quel circolo virtuoso che avevo creato per dare maggior cassa di risonanza al mioa) pensiero durante… l’oscurantismo.

      Collaboratore o meno, però, ho valutato anch’io nel mio intimo, una corbelleria il sospetto insinuato da castellini del oresunto interessamento di pizzarotti quello vero per il direzionale di collecchio esattamente per gli stessi identici motivi da lei evidenziati. Al cobtrario di lei però non penso che la finalità fosse quella di vendere 500 copie in più quanto di poter dare addosso ai suoi nemici di sempre dell’upi.
      Per quanto concerne stadiotardini.it proseguiamo con questo esercizio provvisorio in attesa degli eventi. Tirar giù la saracinesca in questo momento sarebbe stato irrispettoso per i tantissimi lettori che han fiducia in me. Certo rimangono immutate le condizioni di insostenibilità precedentemente segnalate e all’origine dei miei pensieri sul futuro. Certo dovesse essere magico parma ad esser affiliato avrei numerosi stimoli ideologici a continuare l’attività perché ci sarebbe bisogno di uno come me, e avrebbe senza dubbio piacere beppe Corrado che è galvanizzato dai tempi come me e io da quelli come lui e suo figlio…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 5 Luglio 2015 in 12:37
    Permalink

    io l’unico corrado che conosco e corrado mantoni corrado l’altro e meglio che si levi dalle palle

  • 5 Luglio 2015 in 13:03
    Permalink

    Siamo veramente al paradosso. Corrado accusa la cordata Parma calcio 1913 di far pressioni sulla FIGC. Io ricordavo fosse lui l’amichetto di Tavecchio… E non dimentichiamo certe sue dichiarazioni allusive.
    Corrado deve smettere di dire che i tifosi del Parma sono con lui (a meno che quei 50 utenti Facebook che lo acclamano rappresentino tutta la tifoseria…). Il tifo organizzato si è schierato dall’altra parte, così come chi ha un po’ di sale in zucca.
    Corrado sta solamente mettendo i bastoni tra le ruote e complicando la rinascita del Parma e la programmazione della prossima stagione. Le sue dichiarazioni, inoltre, ricordano molto quelle del famigerato duo… Altro che ringraziarlo, bisognerebbe organizzare qualcosa per farlo desistere (anche su Facebook, sul quale il pargolo è molto attivo).
    P.S. Quale persona sana di mente preferirebbe come Presidente Giovanni Corrado (!) a Nevio Scala?

  • 5 Luglio 2015 in 15:54
    Permalink

    Quindi l’unico aspetto positivo che potrebbe emergere dalla scelta della figc in favore di Corrado è che stadiotardini.it non chiuderà la sarracinesca???

  • 5 Luglio 2015 in 16:40
    Permalink

    Ma potrebbe essere che resti aperto anche in caso contrario o no? Qualcosina la troveremo da criticare anche nei confronti di Barilla & co vero direttore?

    • 5 Luglio 2015 in 16:43
      Permalink

      Sono meno arrapanti… Non avrei mai pensato di trovare di meglio di Ghirardi e Leonardi, invece questi Corrado’s mi ridanno la giovinezza

  • 5 Luglio 2015 in 17:24
    Permalink

    Indubbiamente sono meno arrapanti.. ma la mia voleva essere una domanda implicita sulla chiusura del sito… cioè lo terrai aperto solo in caso di “vittoria”dei corrado o abbiamo buone speranze anche in caso contrario?

    • 5 Luglio 2015 in 17:35
      Permalink

      A parte che non ho affermato perentoriamente che lo terrò aperto nel caso vincano i corrados. Ho solo detto che ci sarebbe maggior bisogno. Poi, però, al di là degli stimoli o della buona volontà c’è da far i conti con la sostenibilità dell’impresa.
      Se vincessero, come di cuore mi auguro che accada, i Barilla’s dovrò fare le medesime valutazioni, ma con la consapevolezza che forse la mia opera sia un po’ meno necessaria…
      Cordialmente
      Gmajo

      • 5 Luglio 2015 in 17:47
        Permalink

        Sei estremamente necessario in tutti i casi. Dal estero come facciamo seguire la squadra in serie D?

          • 5 Luglio 2015 in 18:16
            Permalink

            Secondo me un business angel per il lancio definitivo della start up stadiotardini.it, credo che presto lo si troverà .Io sono fiducioso.

          • 5 Luglio 2015 in 18:32
            Permalink

            puoi fare un crowfunding. Secondo me diversi ti darebbero soldi che non è un’elemosina ma è un modo per sostenere un’idea e un progetto.

          • 5 Luglio 2015 in 18:45
            Permalink

            In effetti è una opportunità tra quelle che sto vagliando, ma preferirei l’azionariato diffuso. Cioè una piccola società editoriale dalla base con sguardo al futuro. Il crowfounding va bene per l’immediato, ma se davvero c’è bisogno di stadiotardini.it va pianificato un qualcosa di prospettiva…

          • 5 Luglio 2015 in 19:03
            Permalink

            ….. Tipo 1913..

          • 5 Luglio 2015 in 22:58
            Permalink

            Allora stiamo freschi…. 😐

  • 5 Luglio 2015 in 18:00
    Permalink

    Alora a semá a post 😉

  • 5 Luglio 2015 in 18:48
    Permalink

    Majo si dice ke i Parma 113 abbiano offerto un posto cm resp. ai rapporti cn i tifosi al Marcello della Parmigjanità , ke obbiettivamente, e lei se nn è proprio quel culanaccio ke andiamo in giro a dire, deve riconoscere ke sarebbe la persona + indicata. Secondo lei accetterà o rifiuterà x darsi della merda?

      • 5 Luglio 2015 in 19:28
        Permalink

        COMUNICATO ANOFFICJALE DEL MARCELLO DELLA PARMIGJANITA’

        Ho appreso dal sito di Majo ke sembra ke il PARMA 113 mi voglia assumere x fare della parmigjanità x la nostra gente cn l’incarico di irresp. dei tifosi, io ci avrei dell’altro da fare ke ho il bar, gli aperitivi, le makkinette, la bamba, l’Est Salamini e appunto la parmigjanità x quel culano del mio direttore (ke nn mi paga mentre continua ad arrikkirsi alle nostre spalle – ke io cmq le spalle nn gliele do x omofobia). Però se la città mi kiama sbrajando cosa faccio gli dico di no????? Ke io facevo la pila agli altri tifosi qnd l’azionariato diffuso nn sapevate neanke dove stava di casa.
        NOI DEL PONTE A NORD CANTEREMO COSì… EOOOO-OOOO

  • 5 Luglio 2015 in 19:42
    Permalink

    Non saremo ancora sotto la legge di Murphy ??
    (Se qualcosa può andar male, lo farà..)

  • 5 Luglio 2015 in 20:24
    Permalink

    MAJO, Magico o 1913 chi delle due viene esclusa può comprare i diritti di una squadra che nn si iscrive in D o lega pro E TRASFORMARLA IN PARMA SS AS O ALTRO NOME?y

    • 5 Luglio 2015 in 20:28
      Permalink

      I diritti nel calcio professionistico non sono in vendita

  • 5 Luglio 2015 in 21:23
    Permalink

    Ma dico…sei matto?……ma lo sai cosa costa il roaming internazionale? ….e chi lo pagherebbe? ….
    I contribuenti di Parma?….non scherziamo.. in questi momenti poi….

  • 5 Luglio 2015 in 22:17
    Permalink

    ..ancora che rompi..bfc fora di bal

  • 6 Luglio 2015 in 00:09
    Permalink

    Scusate veh, mo co el al “crauvfanding”? Me lo chiede anche mia zia che sta leggendo con me stadiotardinipuntoit. A vo belè dit che a io fat la tersa media, c’me tant chi dentor, o siv tut lauree….

    • 6 Luglio 2015 in 10:42
      Permalink

      Nonno….direi proprio di no….

  • 6 Luglio 2015 in 12:34
    Permalink

    ..appunto..bfc fora di bal..

  • 7 Luglio 2015 in 21:40
    Permalink

    Nonno? A chi, A me? No, non lo sono Wanda, anche se potrei esserlo, certo non tuo, nè per etá nè per fattori genetici. Io, ad esempio, non sono vanitoso e nemmeno invidioso di chi guadagna più di me (sarebbe un’impresa titanica). Due aspetti dozzinali in persona piuttosto intelligente come te, non sei socratico…,Wandello

    • 8 Luglio 2015 in 00:24
      Permalink

      Non era nonno…..socratico. ..
      Era no no…..
      Sti correttori fanno piu danni di Manenti…..

  • 8 Luglio 2015 in 21:26
    Permalink

    Figa, involontariamente mi hai beccato! Uno a zero x te

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI