“INDOVINA IL CROCIATO”, IL CONCORSO PRESENTATO ALLA FESTA GIALLOBLU’ DEL CENTRO DI COORDINAMENTO PRESTO SARA’ UNA RUBRICA DI STADIOTARDINI.IT

DSC07568(Massimo Zannoni) – Il concorso “Indovina il crociato” è stato presentato alla Festa del Centro di Coordinamento Parma Club, svoltasi a Sala Baganza.
I partecipanti dovevano indicare il nome di cinque giocatori del Parma di cui erano esposte le foto in bianco e nero (al fine di evitare che il colore agevolasse l’individuazione).
Questo il sintetico regolamento

  • P7170722Fra tutti coloro che avranno raggiunto il punteggio più alto verrà estratto a sorte un abbonamento in Curva Nord per la stagione 2015-2016.
    Fra tutti coloro che non avranno individuato alcun giocatore verrà estratta a sorte la fotografia (senza autografo) di un ex presidente del Parma originario della provincia di Brescia
    Il concorso ha messo a dura prova i concorrenti tanto è vero che solo uno (Paolo Conti, foto a lato) ha raggiunto quota 4.
    Nessuno ha comunque totalizzato zero punti per cui non sono state consegnate foto dell’ex presidente al quale, comunque, era stato interdetto l’accesso alla Festa.

Concorso indovina il crociatoQuesti i nominativi dei cinque giocatori
1) Lamberto Boranga
2) Alberto Paloschi
3) Massimo Agostini
4) Janos Fuzer
5) Renzo Sassi
Ovviamente il giocatore più difficile da individuare è stato l’ungherese Fuzer il quale è ricordato (si fa per dire) perché giunto a Parma, nel campionato 1950-51, con la fama di implacabile rigorista sbagliò due penalty proprio nella gara d’esordio. Renzo Sassi, ancorché parmigiano, è stato invece confuso con Benedetto e persino con Spanio. Massimo Zannoni

P7170699(gmajo) – Il lodevole concorso, teso a ricordare chi ha scritto pagine della centenaria storia del Parma Calcio, avrà presto un seguito su StadioTardini.it: il professor Massimo Zannoni, autore dell’iniziativa che ha caratterizzato la 7^ edizione della Festa Gialloblù del CCPC a Sala Baganza ha infatti accettato la nostra proposta di dare vita a una analoga rubrica sul nostro quotidiano on line di cui presto avvieremo le pubblicazioni. StadioTardini.it ringrazia di cuore il professor Zannoni per la disponibilità.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DA “ANDIAMOCELA A RIPRENDERE” AD “ANDIAMOLI A RIPRENDERE”: SULLA CONSUETA T SHIRT ESTIVA LA METAMORFOSI DEL CCPC UN ANNO DOPO – Fotogallery amatoriale dalla 7^ Festa Gialloblù a Sala Baganza

“ANDIAMOCELA A RIPRENDERE”: LO SLOGAN LEONARDIANO E’ ORA UNA T SHIRT DEL CCPC IN VENDITA ALLA FESTA GIALLOBLU’ A SALA BAGANZA – La fotogallery amatoriale della prima serata

OPINIONISTA PER UN GIORNO / PAOLO CONTI E’ PER L’ANDIAMOCELA A RIPRENDERE

LA SANTA LUCIA DI PAOLO CONTI A CAPITAN LUCARELLI, CON LA GRAPPA NATALIZIA “SOLO PER GLI AMICI”. E PER IL BAROMETRO CASSANO IO SONO “MANLIO”…

LUCA CARRA A STADIOTARDINI.IT: “AL MOMENTO IL PARMA NON E’ SOCIETA’ CHE POSSA ESSERE RIPESCATO IN LEGA PRO: GIA’ E’ UNA AGEVOLAZIONE ESSERE IN D”– video intervista di G.Majo

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

56 pensieri riguardo ““INDOVINA IL CROCIATO”, IL CONCORSO PRESENTATO ALLA FESTA GIALLOBLU’ DEL CENTRO DI COORDINAMENTO PRESTO SARA’ UNA RUBRICA DI STADIOTARDINI.IT

  • 20 Luglio 2015 in 01:26
    Permalink

    Mamma mia come siamo ridotti male.Adesso anche gli AMARCORD con le figurie.Addirittura una ribrica sul sito..Che SQUALLORE

    • 20 Luglio 2015 in 08:51
      Permalink

      di squallido qui abbiamo solo i tuoi commenti trash

      • 20 Luglio 2015 in 12:49
        Permalink

        Commenti trash che riescono a far sorridere qualcuno e a far andare giù di testa qualcun altro per cui posso dire MISSIONE COMPIUTA.. Molti schiattano, e Alfredo con il Deca sono due mie vittime

        • 20 Luglio 2015 in 18:11
          Permalink

          Beh senza offesa ma a me sei totalmente indifferente..scontato..di costruttivo niente e discussione manco l’ombra! ..

          • 20 Luglio 2015 in 19:18
            Permalink

            Se ti sono indifferente lasciami perdere,non ce l’ho con te ma con DECA

  • 20 Luglio 2015 in 07:34
    Permalink

    Direttore, la sua punizione sara` la foto di un ex AD laziale? 😀

  • 20 Luglio 2015 in 09:36
    Permalink

    buongiorno signor Majo, quindi se sta pensando a iniziative di lungo respiro, significa che stadiotardini.it continua? Allarme rientrato? Ci faccia sapere, grazie

    • 20 Luglio 2015 in 10:10
      Permalink

      No, l’allarme non è rientrato, però c’è qualche speranza in più poiché si è fatto vivo un candidato sponsor che ci potrebbe consentire di respirare un po’. Ma è ancora tutto in alto mare e in divenire. Rimane il fatto che questo spazio virtuale avrà senso nel minuto in cui ci fosse una base allargata che contribuisca al suo sostentamento a lungo nel tempo, anche perché, terminata l’emergenza, bisognerà ridare una missione e un significato a questo spazio che dovrebbe essere sempre di più degli sportivi e non solo a immagine e somiglianza del direttore.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 20 Luglio 2015 in 09:44
    Permalink

    Bella idea!
    …è la nostra storia. .

  • 20 Luglio 2015 in 09:53
    Permalink

    ciao gabriele ho letto su un giornale sportivo del possibile ritorno di reginaldo pero siccome credo solo a te volevo sapere se ci sono stati dei contatti, io poi sono un po preoccupato perche i corrado’s li vedo troppo tranquilli speriamo che stasera ci diranno qualcosa. ciao

    • 20 Luglio 2015 in 10:07
      Permalink

      Io spero invece che oggi non ci dicano proprio nulla: se sulla missiva c’era scritto il 24 alle ore 12, a soli 4 giorni dalla scadenza naturale è inutile anticipare. Non per pensare male, ma ormai di fair play, in questa vicenda, mi sa che non ce ne sia, per cui un anticipo, che avrebbe avuto senso se tutte le componenti (i due candidati eredi e la Figc) si fossero trovati d’accordo sul decidere anzitempo rispetto alla scadenza fissata del 24. Insomma: sento puzza di trappolone. Se per caso oggi dovesse avvenire la scelta sarebbe per poi far fare ricorso alla esclusa…
      Quindi armiamoci di santa pazienza: ma arrivati a ‘sto punto è meglio far le cose secondo gli scritti, al fine di evitare spiacevoli sorprese. Poi rimane il fatto che la Figc avrebbe potuto scegliere una scadenza più ravvicinata, ben sapendo che, almeno a parole, i due candidati eredi avevano già tutto pronto, ma tant’è.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 20 Luglio 2015 in 11:29
        Permalink

        Bravo Majo…

  • 20 Luglio 2015 in 10:31
    Permalink

    per gli ultimi due manco il prof Zannoni ci saltava fuori.

      • 20 Luglio 2015 in 11:25
        Permalink

        lo so 😉 ,lo conosco da fine anni 70 ,ero arbitro di pallavolo del CSI

  • 20 Luglio 2015 in 11:48
    Permalink

    Io spero invece che tavecchio decida oggi,perché qui ogni giorno diventa fondamentale! Poi se anche i Corrado dovessero presentare una qualche sorta di ricorso che facciano pure! Intanto noi cominciamo ad avere una squadra….i Corrado invece farebbero ancora una volta una brutta figura! E poi possono anche andare avanti all’infinito con i ricorsi per quanto mi riguarda…come Leonardi con la licenza uefa!

    • 20 Luglio 2015 in 12:17
      Permalink

      Sì, appunto. Però dal 20 al 24 non cambia più di tanto, ormai. Meglio andare sul sicuro.

      • 20 Luglio 2015 in 12:42
        Permalink

        Lei pensa che il 24 sia sicuro? Metterebbe su questo “nuovamente” la mano sul fuoco rischiando il moncherino?

        • 20 Luglio 2015 in 13:28
          Permalink

          No, con gli attori di questa telenovela preferisco tenermi cari tutti i miei arti…

          Però il 24 è scritto in un documento ufficiale: eventuali anticipi, anche se disposti dal presidente federale, e di cui lui aveva parlato, sono decisamente opinabili e contestabili. Quindi meglio evitare rogne

          • 20 Luglio 2015 in 14:22
            Permalink

            Cero però ch se il 24 la telenovela continua….c’è puzza di bruciato

  • 20 Luglio 2015 in 12:27
    Permalink

    Ma oggi non c’era l’udienza per lo stato passivo dei creditori “normali”? Penso sia una cosa importante. Non si legge nulla da nessuna parte. Ok i media nazionali che come anche i cani sapevano passato il 31 avrebberp dimenticato il Parma ma i media locali dove sono?Alla festa del Manfro a fare una beccata e un brindisi felici per la D?

  • 20 Luglio 2015 in 12:46
    Permalink

    Un concorso simile c’è già da anni su un forum dei tifosi russi del Parma

    • 20 Luglio 2015 in 13:27
      Permalink

      bene, tu quale ambasciatrice diffondi anche a loro il verbo di stadiotardini.it 🙂

      • 20 Luglio 2015 in 17:10
        Permalink

        Sponsor petrolifici su stadiotardini.it….finisce che te lo compri il parma Majo!! 😀

  • 20 Luglio 2015 in 13:05
    Permalink

    Majo dopo la tua risposta/precisazione sulla gazza ti aspetti un controcomunicato su fb ?

    • 20 Luglio 2015 in 13:26
      Permalink

      Vediamo se tirano fuori lo scontrino… Do you remember?

      • 20 Luglio 2015 in 13:42
        Permalink

        i remeber i remeber ,that man shows the scontrino in latina now, ******** , we come back to get it !

        • 20 Luglio 2015 in 14:37
          Permalink

          Il Tas di Losanna darà ragione ai Corrado’s, come ha fatto per il Ghiro…o ricordo male?! 😛
          Comunque Corrado ha fatto, giorno dopo giorno, un suicidio mediatico clamoroso..direttore secondo te perché? Credi ci siano rimasti dentro no calcolando l’impatto mediatico o che ne potranno uscire in qualche modo con buona pubblicità?ai miei occhi hanno perso credibilità anche nel mondo extra calcio con questa farsa dei complotti e dei pagamenti…

    • 20 Luglio 2015 in 15:13
      Permalink

      di quale precisazione parlate? c’è un link?

      • 20 Luglio 2015 in 15:37
        Permalink

        no. e’ sulla cartacea.cmq in linea di massima e’ la stessa chiosa che feci qui

  • 20 Luglio 2015 in 14:09
    Permalink

    si ma infatti ovvio non mi riferivo a Lei, anzi lei fa anche troppo!!! Ma alla velina dell’UPI ad esempio. Visto che tra la’ltro parecchi dei fottuti dalla coppia magica sono per altro soci UPI. Detto foglio di carta da cesso chiamato giornale da spazio a Pagliari che sostiene che sarebbe a rischio l’indagine penale sul Parma per mancanza di organico in tribunale e dall’altro non si degna nemmeno di ricordare una cosa imporante come l’udienza fallimentare. Sembra quasi che si voglia mettere una pietra sopra a tutta la merda. Poi si legge della festa del Manfro (vorrei sapere cosa c’è da festeggiare) e a me girano parecchio le palle. Oltre al debito sportivo c’è anche gente come me che è stata fregata per decine di migliaia di euro e non vedrà mai un centesimo. Almeno cara UPI diamo le notizie o vi vergognate di quanto avete fatto? Infine un piccolo inciso. Per la storia fallimento, esercizio provvisorio per consentire di fare la pagliacciata di finire il campionato il tribunale è andato a velocità supersonica, curatori, giudice, tutte le strade spianate. Adesso che ci sarebbe da fare giustizia e cercare di rispondere a chi ci ha rimesso mesi di lavoro, non si danno le notizie, pagliari dice che non c’è organico, i curastar mi risulta non hanno ancora depositato la relazione art. 33 che sarebbe fondamentale per attestare responsabilità, etc. etc. etc. Mi sa che curatori e giudice anche loro han lavorato per tavecchio e non per i creditori.
    Che schifo

  • 20 Luglio 2015 in 14:17
    Permalink

    Tavecchio ci hai rotto il cacchio! … così tanto da fare rima!

  • 20 Luglio 2015 in 14:18
    Permalink

    Non hanno presentato nessun assegno, né penso che lo presenteranno. Probabilmente si sono riservati di poter integrare ulteriore documentazione entro il 24 luglio e questo blocca effettivamente la decisione. La sola mancanza dell’assegno, a fronte di documentazione completata, non sarebbe probabilmente bastata. Questo il senso del loro ipocrita comunicato.
    Credo che, come ultimo sfregio, non presenteranno più  nulla… piagnucolando e facendo, ancora una volta, la parte delle vittime dei…”poteri forti”.  
    Per fortuna saranno solo i loro  ultimi rantoli …

  • 20 Luglio 2015 in 14:20
    Permalink

    Dai ke è la Volta Buona della Sceneggiata Finale !!!!

    IL bello stà x Arrivare Ragaz !!!! Ke Spettacolo !!!!

    Giù le Mani dal Glorioso Vekkio Caro ENNIO TARDINI !!!!

    FORZA PARMA !!!! Esserci Malgrado Tutto !!!!

    PAGHERETE TUTTO PAGHERETE CARO !!!!

  • 20 Luglio 2015 in 14:27
    Permalink

    Buongiorno signor Majo.

    Quindi non solo ha chiuso il Parma ma rischia anche di chiudere uno dei siti che ne Parla di più..

    Beh è il piano perfetto , faceva cosi anche il buon vecchio Stalin

    Quando voleva fare sparire qualcuno, prima si occupava della persona indesiderata e poi di tutti quelli che lo conoscevano…

    • 20 Luglio 2015 in 15:40
      Permalink

      niente stalin e niente complotti. ho solo finito le risorse

      • 20 Luglio 2015 in 17:13
        Permalink

        ok ma attiviamoci prima che sia tardi….

  • 20 Luglio 2015 in 16:12
    Permalink

    Majo, che sensazioni ha? Questa quiete mi preoccupa un po’..

    • 20 Luglio 2015 in 18:16
      Permalink

      io aspetterei con calma il 24 nel rispetto della condizioni del bando. dispiace il tempo perso. ma meglio evitare ulteriori papocchi

  • 20 Luglio 2015 in 16:32
    Permalink

    Nessun complotto, secondo me, solo qualche trama ciabattona, sciatta e furbina. Tra furbizia e strategia c’è un’enorme differenza. La vicenda Parma calcio ci ha insegnato che le date considerate insuperabili vengono tranquillamente passate e sostituite da altre altrettanto irrevocabili, e via così, sciabattando con le infradito della mancanza di ogni etica morale. Questo non è problema del Parma ma del Paese, non dei tifosi ma dei cittadini, non delle NOIF ma della legge, che esplica efficacia solo su pochi coglioni, come me che pago persino il canone RAI ed arrivo puntuale agli appuntamenti spippolando solitario per 40 minuti in attesa che arrivino gli altri, che a loro volta terranno il cellulare acceso durante la finalmente iniziata riunione.

  • 20 Luglio 2015 in 17:32
    Permalink

    Ricordo che il sig pagliari pd senatore della repubblica lui e il suo partito facciano leggi per incrementare gli organici dei tribunali aumentare le forze dell ordine e non tagliare i fondi alla sicurezza controllare il territorio
    usare i soldi delle tasse degli italiani per aiutari i piu deboli italiani pensionati con la minima disoccupati cassaintegrati e non ospitare negli alberghi a 4 stelle clandestini e non finti profughi di guerra.
    E facile lamentarsi ma chi ha potere in politica deve usare lo stesso per aiutare non per criticare.

  • 20 Luglio 2015 in 19:20
    Permalink

    Peró mi chiedo….. Perchè Tavecchio deve fare il brillante dicendo che venerdì o al massimo lunedì si decide sul Parma se sa benissimo che anticipando la decisione puó incorrere in eventuali ricorsi della cordata scartata! Ditemi voi il senso della sua sparata! Che gente ragas! Pensare che dovrebbe essere lui a dare il buon esempio di lealtà e correttezza. Non potrà mai andare bene il calcio in Italia.

    • 20 Luglio 2015 in 20:14
      Permalink

      se lo avesse detto a me (e non alla gazzetta di parma) come minimo mi sentirei preso per l culo non poco, ma in gazzetta ci sono abituati ad essere perculati e forse quasi quasi ci godono saranno masochisti 🙂 o forse sono solo tonti…

  • 20 Luglio 2015 in 20:05
    Permalink

    OT: perchè altri lettori riescono ad inserire le emoticons ed io no? Cosa manca nel mio iPhone 6 apenna comprè?

    • 20 Luglio 2015 in 20:50
      Permalink

      Non sono molto tecnologico, non saprei aiutarti…

    • 20 Luglio 2015 in 21:23
      Permalink

      Le mie emoticons le faccio ..esempio due punti parentesi ecc..
      Quelle che ho sulla tastiera del tablet e sono tantissime non me le prende proprio il sito stadiotardini..

      • 20 Luglio 2015 in 21:36
        Permalink

        Prova:

        dal tablet

        😉 🙂 🙁 le classiche fatte coi due punti e le parentesi

        • 20 Luglio 2015 in 21:37
          Permalink

          Ecco quelle del tablet non le ha “prese”

    • 20 Luglio 2015 in 21:45
      Permalink

      Le bele vec..hi hi

    • 21 Luglio 2015 in 19:17
      Permalink

      neanch’io lo riesco con ipad

  • 20 Luglio 2015 in 20:29
    Permalink

    Certo che i Corrado’s si stanno comportando veramente male IN MODO DEVASTANTE e anche i pochissimissimi afecionados che ancora avevano nonostante il loro comportamento distruttivo verso il Parma, stanno fuggendo al grido “si salvi vhi può” I CORRADO’S pur sapendo che hanno quasi zero possibilità di farcela, nonostante questo, FANNO OSTRUZIONISMO per danneggiare il Parma. Giorno dopo giorno si fanno veramente odiare DA TUTTI, avendo capito CHE QUESTO LORO ATTEGGIAMENTO NON E’ PER VOLERE ILPARMA MA SOLO PER DANNEGGIARE L’ALTRA CORDATA. GIà IMMAGINO COME GUFERANNO I CORRADO’S DI NASCOSTO QUANDO GIOCHEREMO ma vedrete avranno la faccia di bronzo di dire che loro tifano per il Parma 1913.L’ho detto e lo ripeto, se Corrado dovesse vincere, e ci sta pure quest’opzione, anche se remotissima, presumo che lo stadio sarà sempre vuoto perchè finora tutti quelli che ho sentito e che l’hanno scorso erano abbonati per il Parma, mi hanno detto, testuali parole ALL’UNISONO “Se vincono i Corrado’s allo stadio non andiamo PIU’ se vince Parma calcio 1913, ANDIAMO DI CORSA”

  • 20 Luglio 2015 in 20:58
    Permalink

    e cosi’ il progetto di far scomparire il calcio da parma sarebbe giunto al suo compimento

  • 20 Luglio 2015 in 21:16
    Permalink

    Mo che progetto dailà su, piantemla ed crider, vacocá

  • 20 Luglio 2015 in 21:29
    Permalink

    A questo punto, siccome abbiamo da tempo valicato i confini dell’assurdo, mi chiedo perché quelli di Parma 1913, per ingannare l’attesa del responso e mettere un po’ di pressione a Tavecchio, intanto non chiedano, che ne so, alla FFF (federazione di calcio francese) cosa ne penserebbero circa la concessione di un’affiliazione ad un loro campionato, di un’altra squadra straniera oltre al Monaco…pensa se dicessero ok, parliamone…pensa che bella grana potresti far scoppiare, che bel precedente…pensa come si sbrigherebbero a quel punto giù a Roma a quel punto a darti la tanto agognata rispostina…

  • 21 Luglio 2015 in 22:22
    Permalink

    Questa notte ho fatto un sogno orrendo: ero a cena con Tavecchio, l’eterno baffo che si considera il capo dei tifosi pramzà, il figlio di Corrado, Frigerib ed Al Bano. Mi sono svegliato matido di sudore ed ho subito cercato le foto al River Maja del nostro Direktor con la Rosy, così, tanto per riavermi, fiiiiiiiii

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI