LA REVOCA DELL’AFFILIAZIONE DEL PARMA F.C. E’ STATA UFFICIALIZZATA DALLA FIGC E COMUNICATA ALLA LND. PARMA CALCIO 1913 HA GIA’ INOLTRATO RICHIESTA DI AFFILIAZIONE

(Alessandro Dondi) – E’ apparso ieri, sul sito della Lega Nazionale Dilettanti, il Comunicato Ufficiale, che riporta la data del 30 giugno, diramato dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio con il quale il Presidente Carlo Tavecchio ha deliberato – preso atto della dichiarazione di fallimento e visti gli artt.16 e 110 delle N.O.I.F..- la revoca dell’affiliazione del Parma F.C. con svincolo conseguente di tutti i tesserati. Il fatto che  tale comunicato – a protocollo FIGC con numero 323/A – sia stato recepito e di conseguenza pubblicato dalla LND costituisce un passaggio di sostanziale importanza: la “girata” della delibera da parte della Federazione alla Lega Dilettanti rappresenta una sorta di via libera alla ricezione da parte di quest’ultima delle domande di affiliazione dei soggetti candidati a raccogliere l’ “eredità” del defunto Parma F.C.

A StadioTardini.it risulta che nelle ultime ore sarebbe stata inoltrata alla Federazione la richiesta di affiliazione da parte della neonata  Parma Calcio1913  richiesta di affiliazione che va presentata al competente Comitato Regionale secondo le modalità disciplinate all’art.15 delle N.O.I.F.

 

image

image

image

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

52 pensieri riguardo “LA REVOCA DELL’AFFILIAZIONE DEL PARMA F.C. E’ STATA UFFICIALIZZATA DALLA FIGC E COMUNICATA ALLA LND. PARMA CALCIO 1913 HA GIA’ INOLTRATO RICHIESTA DI AFFILIAZIONE

  • 2 Luglio 2015 in 15:22
    Permalink

    Amen.

  • 2 Luglio 2015 in 15:25
    Permalink

    Ormai Parma Calcio 1913 ha vinto….io sono contento, Ferrari mi ha pienamente convinto, la persona giusta per far ripartire il Parma, sarà lui a tirare le redini della società!!!!
    se però tagliano fuori dal progetto Lucarelli sarebbe vergognoso!!! Majo sei d’accordo???

    • 2 Luglio 2015 in 15:27
      Permalink

      Non lo tagliano fuori, purché, come spiegato ieri da Ferrari in conferenza stampa, si accontenti dei parametri federali più benefit, ma senza additivi…

      sul fatto che Parma Calcio 1913 abbia vinto ci andrei caduto e non guferei…

    • 2 Luglio 2015 in 17:15
      Permalink

      Ora però manca la polpa: calciatori, allenatore e soldi.

  • 2 Luglio 2015 in 15:32
    Permalink

    I pro di Corrado sono rimasti 4 gatti, non penso sia uno stupido Beppe e si renda conto che è meglio farsi da parte!!!
    Riguardo a Lucarelli potrebbero fargli un contratto pluriennale con un futuro da dirigente!!!! Sarebbe un peccato perdere un ragazzo così!!!!

    • 2 Luglio 2015 in 15:59
      Permalink

      Siamo sicuri che Lucarelli possa (=riesca) giocare nei dilettanti? Ricordo che l’anno scorso ha fatto una partita con la primavera ed é uscito a pezzi dicendo qualcosa come “sti ragazzini corrono come dei disgraziati”.
      Quanto al possibile approdo in societá ok, anche se, per ora, piú che il sindacalista non saprei che fargli fare…

      • 2 Luglio 2015 in 16:24
        Permalink

        Beh…uno che dia peso allo spogliatoio piu di lui non so chi potrebbe essere…

        Chi ha giocato a calcio sa bene che quando si crea un gruppo nuovo..ci vuole un riferimento..un collante…un uomo spogliatoio…in modo che tutti remino nella stessa direzione, questo sarebbe il suo ruolo..al di la del campo dove spero di vederlo in formissima…

        In questo caso credo si dovrà creare un gruppo fatto di vecchie volpi di categoria mescolate a ruspanti giovinotti..per far si che i primi non mangino i secondi e i secondi siano rispettosi dei primi…serve un superpartes almeno…un capitano…Alessandro Lucarelli

      • 2 Luglio 2015 in 16:32
        Permalink

        i ragazzi della primavera sono una cosa i giocatori di serie d ti ricordo che la maggior parte lavora e si allenano alla sera… Lucarelli è da tutta la vita che si allena e basta

      • 2 Luglio 2015 in 18:26
        Permalink

        Infatti per me Lucarelli ha perso tantissimo dal punto di vista fisico. Non è più da A ma non sono certa sia neppure da D! Cmq a Nevio l’ardua sentenza

  • 2 Luglio 2015 in 15:36
    Permalink

    Quindi il braccio di ferro tra le 2 cordate si è chiuso ?

  • 2 Luglio 2015 in 15:44
    Permalink

    Egregio Signor Majo,
    Parma Calcio 1913 e Magico Parma hanno gia inviato la documentazione alla Figc ? Entro quando sapremo a chi verrà concessa l’affiliazione per iscrivere il Parma alla prossima Serie D ?

    • 2 Luglio 2015 in 16:22
      Permalink

      Di Magico Parma non saprei. Per Parma Calcio 1913 mi risulta che la richiesta di affiliazione sia avviata.

      Il rischio peggiore è che per la nota burocrazia, a fronte di due richieste di affiliazioni, la Figc possa prendere tempo, e questa sarebbe una vera iattura per l’allestimento della squadra.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 2 Luglio 2015 in 16:25
        Permalink

        Speriamo che stavolta giri in modo diverso !

        Grazie mille per la cortese risposta, Marco

      • 2 Luglio 2015 in 16:54
        Permalink

        Speravo accampassero nuove scuse ma sembra proprio che corrado stia consegnando la domanda di affiliazione come di vede nel suo profilo fb…

  • 2 Luglio 2015 in 15:47
    Permalink

    con tutto il rispetto per capitan lucarello a 39 anni se vuole ancora giocare con noi deve accettare..se no …e un suo problema non un ns problema….e personalmente non gli darei manco i benefit..o cosi o ti arrangi….stesso discorso per morrone…per noi averli sarebbe un onore ma non é detto che in d facciano la differenza (scorso anno onestamente perna a correggio la faceva)..però non spenderei troppi soldi per gente che é su con gli anni..in d serve un buon portiere..un buon centrocampista (selvatico?) e un ottima punta che la butta dentro..con la regola dei 4 giovani bisogna che siano 4 giovani buoni e io spero in qualche giovane di parma che era nel ns settore giovanile che magari resta oppure in qualche prestito da primavere di serie a (scorso anno sempre a correggio c’era portiere il 96 della juve volpe ora però andato all’estero)

    • 2 Luglio 2015 in 16:41
      Permalink

      In d lucarelli e morrone secondo me la differenza la fanno anche con la sigaretta in bocca..poi bisogna vedere se gradiscono di più altre destinazioni e/o compensi. Lucarelli son convinto che tornerà a livorno ma è solo un idea mia

  • 2 Luglio 2015 in 15:52
    Permalink

    Braccio di ferro?…non so quelli di parma calcio 1913 mi sembrano piuttosto calmi…ciò non toglie che l’altra parte sembra agitarsi per 2
    Tutto questo cmq farà male !!!!
    e quale che sia diciamo il vincitore questa “disputa” apre la strada maestra per future recriminazioni…di ogni tipo..

  • 2 Luglio 2015 in 16:34
    Permalink

    Chiedo una cosa perchè sono consapevole di non essere in grado di procurarmi una risposta a questo quesito.
    Non so se sono stato poco attento ma mi piacerebbe capire come funziona all’interno della FIGC una scelta come quella che deve essere fatta tra le due cordate, esiste un regolamento che specifica chi in particolare, in che modo e con quali linee guida va eseguita la scelta? esiste un documento pubblico dove si può capire esattamente come e da chi verrà svolta?

    Lei Majo ci sa spiegare questo “arcano”?

    • 2 Luglio 2015 in 23:38
      Permalink

      Credo che non ci sia giurisprudenza precisa al riguardo, in quanto, prima della abrogazione del Lodo Petrucci (avvenuta lo scorso anno) toccava al sindaco indicare la squadra erede della tradizione sportiva. Adesso il primo cittadino firma una sorta di “patronage”, ma, stando alle Noif, spetta solo alla Figc deliberare. In base a cosa? Quién sabe? E proprio per questo io non sono poi così certo che le cose vadano secondo logica, visto i soggetti con cui si ha a che fare…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 2 Luglio 2015 in 17:30
    Permalink

    Io credo che la tifoseria organizzata dovrebbe prendere una posizione chiara e dire a chiare lettere : Corrado No grazie

    • 2 Luglio 2015 in 18:34
      Permalink

      Mi pare che la tifoseria organizzata, se si intende il ccpc, si sia già schierata con parma calcio 1913. Non pervenuti i boys. Petitot mi pare preferiscano i corrados.
      Il problema è un altro, e cioè che sarebbe ora di smettere di reputare la tifoseria organizzata come indicatore della intera tifoseria. Non solo, un deciso passo avanti lo si farebbe se si considerasse l’intera città di cui la squadra è espressione. E in questo mi pare che parma calcio 1913 sia in netto vantaggio. Poi ci sono i tanti tifosi extra moenia che non mi pare siano mai particolarmente considerati. Cordialmente
      Gmajo

      • 2 Luglio 2015 in 18:49
        Permalink

        Il dottor Corrado aveva detto che sarebbero stati o tifosi a scegliere sapendo benissimo che non è così. Sono andato a rileggere la trascrizione del consiglio comunale dell’altro giorno e non mi è chiaro il passaggio in cui Vagnozzi dice che la FIGC aceva chiesto un parere urgente è stato dato questo parere? La paura che la spunti Corrado non mi da pace

        • 2 Luglio 2015 in 19:04
          Permalink

          Un conto è la disponibilità dello stadio, correttamente concesso a entrambi, un altro la lettera di patronage credo fatta solo per parma calcio 1913
          Cordialmente
          Gmajo

      • 2 Luglio 2015 in 19:08
        Permalink

        “sarebbe ora di smettere di reputare la tifoseria organizzata come indicatore della intera tifoseria”

        Pienamente d’accordo…

      • 2 Luglio 2015 in 21:46
        Permalink

        IL PROBLEMA CHE TORMENTA LE ANIME DI CIASCUN TIFOSO NEL DUALISMO TRA PARMA 1913 E I CORRADO É MOLTO SEMPLICE….NON SAPPIAMO CHI POTRÁ FARE MEGLIO…SAREMO TUTTI CONSAPEVOLI CHE QUALCOSA PERDEREMO IN OGNI CASO…

        CHI A PRIORI PUÓ DICHIARARE CON CERTEZZA CHE UNO SARÁ MEGLIO DELL’ALTRO, ECCO…PARADOSSALMENTE CI SIAMO RITROVATI A DOVER SCEGLIERE PER ABBONDANZA, MICA MALE…
        CONSIDERATO CHE, IL TIFOSO SI BASA SULLE SENSAZIONI, IL SENSO DI APPARTENENZA TERRITORIALE DEI NOSTRI INDUSTRIALI PARMENSI, NEVIO SCALA, ECC…SONO GIÁ UN FORTE MARCHIO VERO PARMA…I CORRADO NON ARRIVANDO CON QUESTI PUNTI DI FORZA PERDONO QUALCOSA DA QUESTO PUNTO DI VISTA…MA LO SAPPIAMO? LO SAPPIAMO COME SAREBBE ANCHE CON LORO?…BISOGNERÁ SCEGLIERE, MA SEMBRA DI FARE UN TORTO A QUALCUNO QUALUNQUE SIA LA SCELTA FINALE…

        • 2 Luglio 2015 in 22:49
          Permalink

          Io non ho alcun dubbio, invece. E questi problemi di abbondanza fanno solo male.
          Cordialmente
          Gmajo

  • 2 Luglio 2015 in 17:33
    Permalink

    Direttore una domanda…..ma una eventuale richiesta di affiliazione in lega pro….di Corrado? C’è questa voce. E’ possibile dal punto di vista normativo?
    La ringrazio

    • 2 Luglio 2015 in 18:23
      Permalink

      Assolutamente no.
      A meno che non acquistino qualcuno già in lega pro, ma sul territorio non mi pare ci sia alcuno, al di là del pro Piacenza fi boni. Ma non sarebbe certo il parma, né raccoglierebbero le ceneri del parma. A parte che hanno postato oggi la foto con la consegna manuale della domanda do affiliazione ai dilettanti. Poi in caso di ripescaggio bisognerà vedere chi la figc sceglierà tra magico parma e parma calcio 1913
      Cordialmente
      Gmajo

  • 2 Luglio 2015 in 18:06
    Permalink

    la cosa che non trovo giusto è che le squadre di serie a portano via i giovani delle squadre fallite che dovrebbero essere il futuro della societa ok fallire ma non lasciarle morire i giovani vanno protetti questo è un mio punto di vista posso capire il svincolo della prima rosa ma non trovo corretto il svincolo del settore giovanile

    • 2 Luglio 2015 in 20:02
      Permalink

      Il rischio è che si vada alle lunghe, proprio a causa della presentazione di due domande

  • 2 Luglio 2015 in 19:20
    Permalink

    Attenzione.
    Da quel che mi risulta solo 1 società potrà andare in serie D per meriti sportivi della città che rappresenta, mentre l’altra società potrebbe anche essere affiliata dalla federazione ma in terza categoria.
    Quindi, a meno di acquisti di diritti, non ci saranno 2 squadre di parma una in lega pro e l’altra in serie D.

    • 2 Luglio 2015 in 19:25
      Permalink

      Grazie per il supporto, ma è da un po’ che la meno che due squadre in D non ci possono essere. Lasciamo perdere i meriti sportivi che è una definizione impropria. Parliamo, piuttosto, di “eredità sportiva”. Che appunto toccherà a una e una sola squadra. Se no, come dici tu, una riparte dalla terza, o acquista altra società pre-esistente, tipo la Pro Piacenza, ma non è cosa così semplice. Specie tra i professionisti. Che hanno normativa differenti rispetto ai dilettanti.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 2 Luglio 2015 in 19:44
        Permalink

        PERO METTIAMO CASO CHE IL FIDENZA ERA IN D ALLORA POTEVATE FARLO ESATTO?

        • 2 Luglio 2015 in 19:57
          Permalink

          non lambicchiamoci troppo il cervello coi se e coi ma. Fusioni col Fidenza non erano in vista

          • 2 Luglio 2015 in 20:18
            Permalink

            MI PARE BONI HA DETTO CHE POTEVATE FARE LA FUSIONE CON LA PRO PIACENZA

    • 2 Luglio 2015 in 19:49
      Permalink

      Non è possibile nel calcio trasferire il diritto sportivo a tutt’oggi, in futuro non si sa. Considerate che la Correggese voleva giocare in LegaPro a Carpi ed è stata rifiutata perché si trattava di altra provincia.

    • 4 Luglio 2015 in 07:49
      Permalink

      Generoso e appassionato come gesto, (come spesso lo sono i tuoi), encomiabile e generosa questa tua volonta, ma mi pare che questa domando forse difetti di completezza…insomma non vorrei mai trovassero la maniera lorsignori di dire che manca qualcosa…

  • 2 Luglio 2015 in 19:48
    Permalink

    ” Il tempo è galantuomo e chi ha ragione l’avrà ”

    Non bisogna avere paura di niente se si fanno le cose in maniera onesta e per il bene di qualcuno/qualcosa senza ledere nessuno e senza mancare di rispetto.

  • 2 Luglio 2015 in 20:07
    Permalink

    Non si canti vittoria, Corrado credo goda di importanti conoscenze (appoggi) in FIGC, non lo darei ancora tagliato fuori, il Parma Calcio 1913 mi pare al momento poco introdotto a Roma, nonostante i nomi altisonanti. Non dimentichiamo che sará la federazione a scegliere l’eventuale squadra per la D. Se i tifosi sono per il PR CALCIO 1913 sarebbe opportuno che si facciano sentire, sempre nel lecito, checchè se ne dica.

    • 2 Luglio 2015 in 23:04
      Permalink

      scusate ma una parte di tifosi e per pc1913. tanti sono per i corrado pertanto non date per scontato la tifoseria di parma sia pro 1913, parere personale ,ma un gruppo di imp che si unisce per rilevare il parma in d mi lascia perplesso, meglio corrado forza magico parma

  • 2 Luglio 2015 in 21:12
    Permalink

    Hai notato Gabriele che avevo scritto “meriti sportivi” della città…. Per far notare ai più attenti che non c’entra il vecchio parma Fc, bensì c’entra il calcio di parma che è fatto anche del vecchio parma ac.
    Quindi….meritI o eredità, ma della città!

  • 2 Luglio 2015 in 21:24
    Permalink

    PER CURIOSITA’ IL PROFILO FACEBOOK DEI CORRADO’S?

  • 2 Luglio 2015 in 22:25
    Permalink

    Direttore voci a Parma dicono che Corrado vada avanti perché pare che tavecchio abbia promesso di dare a loro l’affiliazione (in quanto è stato lo stesso tavecchio a chiamare qualche mese fa Corrado proponendogli di salvare il Parma). Lei ne sa qualcosa? La ritiene una cosa possibile?
    Io ho paura. I Corrado nel Parma sarebbe una sconfitta per la città di Parma e i suoi tifosi.

      • 3 Luglio 2015 in 12:22
        Permalink

        Ecco…questo sia da monito a chi dice che non importa chi viene scelto, tifo Parma lo stesso,ecc.
        Ok tutto ma che vinca la minoranza (i Corrado,checché ne dicano i suoi sostenitori ) perché lo decide arbitrariamente la Figc -che ha molte colpe x tutto il marcio del mondo del calcio italiano- a me non va assolutamente giù e sarebbe sufficiente x desiderare di prendersi una pausa dal deludente mondo del pallone! Se scegliessero i Corrado un motivo ci sarebbe : quello di mantenere l’attuale status quo..patron padrone e i tifosi pecore ad applaudire qualsiasi cosa succeda a livello societario.
        Speriamo che vada tutto x il meglio. ..finora mi sono goduta la possibilità di una rinascita pulita partendo dalla base,ma se la Figc si mette di traverso sarebbe gravissimo.
        Paradossalmente la conferenza stampa al tardini potrebbe essere stata bellissima x i tifosi ma un autogol nell ottica del non scoprire troppo le carte con la Figc …non credo godranno molto una società coi valori sbandierati in conferenza.
        Altro appunto : bisognava aprire le sottoscrizioni di quote a tutti! Era la prima cosa da fare! Se fossimo mille o più con già in mano le quote , la Figc dovrebbe x forza tenerne conto! Duecento tifosi sottoscrittori temo siano troppo pochi xche vengano tenuti in considerazione

  • 3 Luglio 2015 in 00:06
    Permalink

    Mi sono visto con Giuseppe Corrado. E’ l’amministratore delegato di ‘The Space’. E’ venuto da me dicendo che intendeva occuparsi di quella che era la sua città.: queste sono le parole di Tavecchio sulla gazzetta dello sport in marzo…ma siamo sicuri che corrado non ha invertito la “situazione” eccedendo in presunzione..?

    Bohhhhh!!!!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI