LUCIANO FOSCHI E I SEGRETI DELLA SERIE D (E DELLA LEGA PRO). IL TECNICO OSPITE STASERA A CALCIO & CALIO PIU’ ESTATE (TELEDUCATO, ORE 21, DIRETTA)

(Evaristo Cipriani) – La serie D l’ha vinta nel 2002 alla guida dell’Olbia, poi ha conosciuto tanta Lega Pro: ha vinto la C2 l’anno successivo, nel 2003, con il Novara. Si è seduto sulle panchine di Reggiana, Teramo, Torres e più recentemente su quelle di Savona e Pordenone. In serie A è stato l’assistente di Domenico Di Carlo nel Chievo e a Livorno. Luciano Foschi, allenatore professionista, classe 1967, romano, trapiantato da anni in Emilia, sarà ospite questa sera in diretta alle 21 negli studi di Teleducato per partecipare al dibattito di Calcio & Calcio Più Estate. Foschi potrà dunque fornire interessanti spunti di riflessione e magari anche qualche consiglio utile per l’allestimento di una rosa vincente in serie D, avendo una conoscenza approfondita sia dei colleghi che dei calciatori.

Foschi è un personaggio noto ai telespettatori dell’emittente di via Barilli, in quanto da anni, di tanto in tanto, risponde presente agli inviti del conduttore Michele Angella. Il quale ci informa che la puntata di questa sera vedrà al centro dell’attenzione oltre al mercato gialloblu, anche le posizioni di Morrone e Lucarelli, la scelta di Lorenzo Minotti come direttore sportivo che ha dunque vinto il ballottaggio con il più esperto Nereo Bonato, il capitolo nuovo logo: il tutto, naturalmente, nell’imminenza della decisione della Figc che si riunirà domani a Roma per prendere in esame l’argomento iscrizioni ai campionati e che si pronuncerà anche sul caso Parma, scegliendo quale delle società che hanno presentato domanda di iscrizione, avrà il via libera per partecipare alla serie D. Evaristo Cipriani

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

55 pensieri riguardo “LUCIANO FOSCHI E I SEGRETI DELLA SERIE D (E DELLA LEGA PRO). IL TECNICO OSPITE STASERA A CALCIO & CALIO PIU’ ESTATE (TELEDUCATO, ORE 21, DIRETTA)

  • 16 Luglio 2015 in 11:33
    Permalink

    Vi invio la seconda e ultima lirica scritta all’epoca su Tanzi

    CALISTO ORMAI A FRETTA

    Calisto ormai ha fretta
    la galera gli sta stretta
    Finge di avere un ischemia
    per poter scappare via

    Ma Calisto ha il cuore di un ventenne
    La galera non avrà però le sue penne
    Il professore che lui ha tangentato
    gli arresti domiciliari gli ha dato

    A Collecchio l’han saputo verso sera
    che Calisto stava uscendo di galera
    Chi lo voleva festeggiare, chi lo voleva già beato
    Ma lui era già partito col suo veliero privato

    L’ha messa in quel posto a tutti quanti
    Professori risparmiatori, giudici e santi
    Ora si trova a spasso per i mari
    per spendere quelle distrazioni di denari

    Il suo passato era al fresco
    a Parma in Via Burla, a San Francesco
    Il suo futuro invece è con Ciriaco de Mita
    sul suo veliero in capo al mondo a godersi la vita

    ———————————-

    • 16 Luglio 2015 in 12:06
      Permalink

      Mi dissocio. Anche perché sulle malattie non si gioca

      • 16 Luglio 2015 in 13:47
        Permalink

        Majo, ma è stata scritta questa lirica anni fa dopo lo scoppio del bubbone quando Tanzi stava bene. Ovvio che ora….mi dissocio anch’io.

    • 16 Luglio 2015 in 13:42
      Permalink

      Velenoso sei un deficiente

      • 16 Luglio 2015 in 13:49
        Permalink

        Tu invece Alfredo non sei un deficiente, sei tre gradini sotto, hai la sindrome dei “grammi 4,8” Non dico altro

      • 16 Luglio 2015 in 14:16
        Permalink

        Confermo. Velenoso stra- nador

        • 16 Luglio 2015 in 14:55
          Permalink

          Complimenti Michele tu invece sei “solo” un gradino sopra ad Afrefo ma sei sempre um GrAMMI 4,8

          • 16 Luglio 2015 in 16:06
            Permalink

            Post ridicolo come quasi tutti gli altri

      • 16 Luglio 2015 in 18:20
        Permalink

        Ripeto sei un deficiente quisquipedale.
        Che vuol dire: e’ stata scritta tempo fa; tu deficiente l’hai pubblicata oggi.
        Sparisci asnon

        • 16 Luglio 2015 in 19:25
          Permalink

          Vedot miga clé gnan bon ed scrivor cl’ imbastig li?

  • 16 Luglio 2015 in 11:40
    Permalink

    Immagino le rosicate di Boni, visto che Parma Calcio 1913 sta andando contro i suoi voleri (e anche giustamente).

    • 16 Luglio 2015 in 11:46
      Permalink

      Beh, la notizia di oggi è che Lucarelli, secondo quanto riportato da un portale specializzato in calcio dilettantistico, starebbe per dire no appunto a Parma Calcio 1913, poiché desideroso di intraprendere la carriera di opinionista tv. E quindi credo che Boni possa esser soddisfatto…

      • 16 Luglio 2015 in 11:55
        Permalink

        Noooooo ! Ma da dove salta fuori questa notizia ?! Speriamo sia una cavolata !

      • 16 Luglio 2015 in 11:55
        Permalink

        Ma questo portale specializzato è il Vangelo?? Aspettiamo prima di giudicare il Capitano! Calma e gesso…

        • 16 Luglio 2015 in 12:03
          Permalink

          Beh, diciamo che i rumors del portale specializzato collimano con gli stessi spifferi che abbiamo raccolto noi di stadiotardini.it

          Certo, calma e gesso, per carità, ma tutto sto tintognamento dopo che ti avevano aperto le porte, nonostante la sua bandiera fosse stata ampiamente brandita e sfruttata da altri, beh, insomma, non è proprio il massimo…

          Cordialmente

          Gmajo

          • 16 Luglio 2015 in 12:16
            Permalink

            Caspita, personalmente spero rimanga con noi!
            Certo che l’attesa per l’affiliazione è proprio snervante..speriamo che, nonostante la data infausta, domani si abbia già una risposta.
            Seguirò con attenzione la trasmissione di stasera. Buona giornata e grazie mille per il supporto ! Marco

      • 16 Luglio 2015 in 11:56
        Permalink

        Veramente complimenti al “capitano”. Uomo di parola e dai principi saldissimi.
        Che pena, a volte è meglio stare zitti e andare per la propria strada piuttosto che fare proclami.

        • 16 Luglio 2015 in 12:25
          Permalink

          Ognuno insegue i suoi sogni,
          magari da bambino sognava di fare il commentatore televisivo.
          Oppure invece di 33000 euro lordi gliene hanno offerti 100000 netti ed allora fa la scelta giusta, magari poteva essere più trasparente prima e dire che se non aveva offerte allettanti sarebbe stato disponibile piuttosto che dichiarare che ci sarebbe stato ad ogni costo.

          • 16 Luglio 2015 in 16:22
            Permalink

            Ma togliti quel nick name del cazzo…….

      • 16 Luglio 2015 in 13:22
        Permalink

        Nooooooooooooooooo! 🙁

  • 16 Luglio 2015 in 11:52
    Permalink

    Senza Capitano???? No dai..sarebbe stato molto bello vedergli onorare la promessa di scendere in D col Parma..se cambia idea è legittimo ma un pò mi delude…

    • 16 Luglio 2015 in 11:56
      Permalink

      Di bandiere, secondo me, ce ne sono pure troppe. Non è per fare l’iconoclasta, ma penso che sia meglio puntare a chi ha ben capito le logiche vere della serie D: ho la sensazione che in troppi stiano ancora ragionando da serie A. In termini economici, ma non solo…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Luglio 2015 in 13:04
    Permalink

    Per quanto riguarda il tetto salariale dei dilettanti che per qualcuno potrebbe essere un problema per il Parma calcio 19 13 io credo invece che lo sia relativamente. È vero che i migliori giocatori della serie D possano percepire di più ma non credo siano la maggioranza. Inoltre un giocatore che viene a giocare a Parma non lo fa solamente per un discorso economico ma soprattutto per Il blasone della squadra, per avere la possibilità di giocare un campionato di alto livello con la possibilità di salire di categoria…cosa che poi farà rivedere contratti e stipendi.

    • 16 Luglio 2015 in 13:07
      Permalink

      Per gli elementi di prospettiva il discorso sta in piedi, per quelli di categoria no. A un Pera, ad esempio, non puoi fare promesse per il futuro, ma accontentarlo nel presente

  • 16 Luglio 2015 in 13:06
    Permalink

    Dottor Majo, la ringrazio sentitamente per avermi bannato la scorsa settimana una bellissima e divertentissima oltre che molto sentita dichiarazione d’amore che in effetti, a ben guardare, mi avrebbe messo un pò in difficoltà diciamo, e imbarazzato assai. Ma me se sono accorto dopo che aveva ragione lei, lì per lì ci sono rimasto un pò male. E’ che io seguo il flusso dell’ispirazione, bisogna prendermi quando arrivo e mollarmi quando vado, approfittare sempre di quando ci sono perché poi mi cambia la luna molto velocemente da buon licantropo e sparisco. E’ poi è estate, le notizie languono e ci sta pure qualche intermezzo ludico.
    E io non sono uno che ha sempre tante cose da dire, già parlo poco di mio, però ora ho una comunicazione importante da fare all’amministratore delegato del The Space Cinema, che sono sicuro prenderà nota: ” Egregio Sig. Corrado, la scorsa domenica sono stato a vedere Jurassic World al The Space di Silea in provincia di Treviso e ho preso come sono solito fare i pop corn al caramello, però ci sono rimasto un pò male perché diversamente dal solito, facevano proprio schifo, sembravano polistirolo secco e il caramello era latitante. Quindi, Sig. Corrado, io capisco che in estate i pop corn vanno meno, però, visto che il recipiente in vetrina che li conteneva era pieno, magari fatene meno ma freschi ogni giorno specialmente la domenica, capisco fosse stato un mercoledì…”
    Detto questo, a me non interessa chi si aggiudicherà la D entro lunedì, ma anche il mio gatto sa già il responso…Quindi Sig. Corrado & Son vi capisco che siete un pò sull’incazzoso. Approfitto per salutare l’Antonella che amo tanto. Perdonami Antonella, hai ragione tu, sono uno stronzo lunatico… ma ti adoro. Lo sai.

    • 16 Luglio 2015 in 13:14
      Permalink

      Ogni volta che cestino un commento mi piange il cuore, tant’è che alle volte ci ripenso e lo ritiro fuori dal rudo. Però, quale tenutario del sito, alle volte debbo farlo, specie quando non voglio alimentare ulteriori acredini tra utenti. Ad esempio, per dirla tua, la tua storiella sull’elettrodomestico avrei fatto bene a gettarla via, vista la reazione di Cibbi che giustamente si è offesa, sentendosi toccata sul vivo, anziché prenderla come una battuta. Il risultato è che lei ha salutato la compagnia, e la cosa indubbiamente mi dispiace.

      Saluti

      Gmajo

      • 16 Luglio 2015 in 15:00
        Permalink

        La satira bisogna saperla fare altromenti se fatta male,questa può tramutarsi in un insulto.A volte anch’io sbaglio e supero certi limiti ma Majo capisce il fine e giustamente lascia correre.

      • 16 Luglio 2015 in 15:42
        Permalink

        Mettiamola così Majo: io sono un tipo molto buono d’animo, una “Schoene Seele”, visto che si parla tanto di modello tedesco, e non attacco mai per primo, ci deve sempre essere un motivo scatenante. Basta solo non schiacciarmi mai la coda perché divento mordace. Poi sta all’altra parte cavalcare la mia ironia che ne scaturisce o soccomberne.
        Lei che ne sa forse più di me, qual’è il participio passato si “soccombere”: soccombuto, o non si usa? Beh allora diciamo che l’innominabile è “soccombuta” troppo facilmente per i miei gusti, e qui a Stadiotardini ha lasciato una profonda eco, talmente tanta che in Piazza Garibaldi è comparsa una targa in mio onore con le testuali parole:
        “LORENZO MK
        SEMPLICEMENTE
        GRAZIE!”

      • 16 Luglio 2015 in 16:17
        Permalink

        Lorenzo Mk16 luglio 2015 alle 15:42
        Mettiamola così Majo: io sono un tipo molto buono d’animo, una “Schoene Seele”, visto che si parla tanto di modello tedesco, e non attacco mai per primo, ci deve sempre essere un motivo scatenante. Basta solo non schiacciarmi mai la coda perché divento mordace. Poi sta all’altra parte cavalcare la mia ironia che ne scaturisce o soccomberne.
        Lei che ne sa forse più di me, qual’è il participio passato si “soccombere”: soccombuto, o non si usa? Beh allora diciamo che l’innominabile è “soccombuta” troppo facilmente per i miei gusti.
        E visto che siamo su un forum e non su un custom care per prodotti per l’infanzia, doveva “attrezzarsi” che la logorroica e il petulantismo non le mancavano di certo. Però io non ne sento la mancanza.
        Va ben cosi Dottor Majo? Ultimamente sto collezionando “cestinamenti”da parte sua. Ma dopo un pò, vinco qualcosa?

  • 16 Luglio 2015 in 13:09
    Permalink

    Direttore oltre a Morrone si sa chi rimane?
    qua son mesi che non si parla più o poco di calcio giocato.

    • 16 Luglio 2015 in 13:17
      Permalink

      Morrone non mi è ben chiaro se abbia poi deciso di giocare o di fare l’allenatore delle giovanili.

      Ma, come dicevo prima, non penso sia razionale star qui attaccati alle bandiere, che mi sa che di icone ce ne siano anche troppo in gioco. Pensiamo alle cose concrete. Ad esempio: ma siamo così sicuri che un Morrone o un Lucarelli possano fare la differenza in serie D? Capisco l’aspetto romantico, per carità, però non vorrei che si pensasse troppo alle figurine…

      Cordialmente

      Gmajo

      • 16 Luglio 2015 in 13:32
        Permalink

        Dal punto di vista tecnico, forse no, nel senso che pur avendo, per forza di cose, un tasso tecnico più alto, sarebbero stati in ruoli in cui il non fai granchè la differenza, casomai un Cassano dietro due punte che la fa già in A, in D ti darebbe talmente tanti assist che dai e dai, partiresti con un 2-0 in partenza. Il carisma in campo però avrebbe avuto il suo peso così come nello spogliatoio. La componente romantica, razionalmente sarebbe stata per me parziale, in quanto al primo liscio di Lucarelli, un vaffa non glielo avrei risparmiato. A mio avviso sarebbero stati una ricchezza in più in campo, che avessereo spostato gli equilibri, forse no. Se davvero Pera è quello che si legge nelle statistiche, allora sì uno così ti cambia la vita, Morrone e Lucarelli sarrebbero stati forse un collante, ma non i due giocatori determinanti. Meglio gente che in campo in D ha già vinto o ha le carte in regola per farlo.

      • 16 Luglio 2015 in 13:47
        Permalink

        Beh sai in D qualcuno un po’ su con gli anni ma con buone capacita’ non guasta: vedi Suena con le sue bandiere Vergassola e Portanova.
        Determinante rinane la scelta, che deve essere ottimale, dei giovani

      • 16 Luglio 2015 in 14:08
        Permalink

        Va beh che l’ultima stagione Alessandro non l’ha proprio giocata alla Maldini, però, anche se è passato, qualche anno in Serie B Lucarelli ha fatto la differenza dietro e non scordiamoci che due stagioni fa è stato per me uno dei centrali di difesa migliori della Serie A. Sono certo che Ale la differenza in D la farebbe eccome, e come lui Morrone dai, non era forse fra i migliori in A, però in Serie B il suo apporto era stato fondamentale, in D questi due le ‘concorrenti’ se li sognano.

        • 16 Luglio 2015 in 14:10
          Permalink

          Mah… Sarà che oggi sono iconoclasta, ma alla fine penso che bisognerebbe avere il coraggio di affrontare la dura realtà, anziché attaccarsi ai simboli per sognare… Tenendo a mente che l’obiettivo è solo uno: tornare il prima possibile dove compete al Parma…

          Cordialmente

          Gmajo

  • 16 Luglio 2015 in 13:32
    Permalink

    Abbonamenti : curva 25 tribuna?
    X Morrone lo vedo molto indecido dalle ultime smette ma…..
    Strano x Lucarelli …. vedremo

    • 16 Luglio 2015 in 13:53
      Permalink

      Abbonamenti: sì, il prezzo base sono 25 euro per intera stagione in Curva Nord: però anche in quel settore si arriva quasi ad aggiungere uno zero con una serie di servizi aggiuntivi (più adatti, secondo me, per chi va in tribuna, per l’upper class che non per i popolari, ma tant’è).

      Su Lucarelli mi sono già abbondantemente espresso e vorrei evitare di aggiungere altro.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Luglio 2015 in 13:35
    Permalink

    Secondo me un Morrone per il suo carisma ,tenacia, corsa e impegno farebbe molto comodo ,soprattutto all’interno dello spogliatoio! Potrebbe essere un esempio per i compagni, soprattutto i più giovani! Soprattutto potrebbe insegnare come si onora la maglia!

  • 16 Luglio 2015 in 14:16
    Permalink

    Da Lucarelli rimango molto deluso, aveva giurato fedeltà , direttore quando sapremo la risposta di Lucarelli?

    • 16 Luglio 2015 in 14:20
      Permalink

      Non saprei. Magari attende il responso della figc…

  • 16 Luglio 2015 in 14:35
    Permalink

    Direttore da alcune notizie che ho io Morrone sarà il prossimo allenatore della squadra allievi. E Simone Barone allenatore della Juniores. Lei ha conferme in tal senso??

    • 16 Luglio 2015 in 14:54
      Permalink

      So che entrambi rientrano nei piani tecnici delle giovanili come “mister”. Nel caso di Morrone, però, era ancora aperta la chance da giocatore. Prospettiva che avrebbe ancor più senso se, come ipotizzato dal portale del manso stamani, Sant’Ale dovesse decidere di rinunciare alla proposta di Parma Calcio 1913

      Cordialmente

      Gmajo

  • 16 Luglio 2015 in 14:41
    Permalink

    concordo con Alessandropr78. che sia D o LegaPro la differenza la fa uno la davanti anche datato. mi trovo d’ accordo anche con Ciccio che in mezzo un Morrone anche in ruolo di chiocciola per i giovani potrebbe essere utile. infine un ruolo chiave potrebbe averlo il portiere. se Pavarini non smetteva un annetto poteva esser utile.

    • 16 Luglio 2015 in 14:53
      Permalink

      chiocciola? Nel senso di lumaca? 😛

      Per quanto concerne il ruolo del portiere vedo che anche tu, come me, ragioni ancora in stile serie A: gli esperti dei dilettanti asseriscono che per via dell’obbligo di schierare dei giovani, di solito finisce che vengo scelti due guardiani in età per non sprecarli in altri ruolo chiave. Boh… Comunque Pavarini ha smesso da secoli ormai…

  • 16 Luglio 2015 in 15:07
    Permalink

    ciao gabriele stavate parlando di portieri secondo me uno che e stato vicino al parma gia a gennaio mi pare e che possa aiutare in d sia amelia concordi e fattibile o fantascienza.

  • 16 Luglio 2015 in 15:12
    Permalink

    Molto carina quella della lumaca!!!
    Direttore qua tutti si ha bisogno di calcio che sia che categoria sia. siamo esausti di quando successo e al 16 luglio pesano troppo le poche certezze. tutte le altre stanno cominciando a correre e qua siamo ancora al logo e a tutto il resto che ben conosciamo.

  • 16 Luglio 2015 in 15:43
    Permalink

    Piuttosto che parlare di Lucarelli e Morrone, stasera chiederei a Luciano Foschi notizie circa tale Luca Mora, parmigianissimo centrocampista classe ’88, fresco campione del mondo, da protagonista, con la nazionale universitaria, di proprietà dell’Alessandria (in scadenza nel 2016), lunga esperienza alle spalle tra dilettanti e lega pro…sarebbe un buon tassello per ripartire…

  • 16 Luglio 2015 in 16:30
    Permalink

    Il problema maggiore per chi ora deve costruire la squadra è come impostarla non il tempo o si fa una squadra per vincere la serie D, ma poi come sta succedendo al Siena non si hanno giocatori validi per la Lega Pro e si dovrà rifare completamente la squadra, oppure, in vista della modifica dei campionati maggiori che entreranno in vigore il prossimo anno, si investe sul futuro della squadra puntando su giovani forti di categoria superiore con pochissimi giocatori maturi e di serie D.
    Personalmente preferisco una squadra di giovani.

  • 16 Luglio 2015 in 17:07
    Permalink

    Il Ribelle ha tesserato come portiere Calderoni ex Atalanta 38 anni

  • 16 Luglio 2015 in 18:40
    Permalink

    Maio potevi mettere Cacio & Caglio….ma va bene lo stesso,
    purtroppo ci tcchera’ parlare di scamorze da qui in avanti 😀

I commenti sono chiusi.