PARMA CALCIO 1913, FAI BEI SOGNI… IERI SUL MONTE DELLE VIGNE CENA DI LAVORO CON BARILLA, PIZZAROTTI, FERRARI & C. IN CONTEMPORANEA ALLE RIPRESE DELL’ULTIMO FILM DI BELLOCCHIO

542ff5f058ebec5f684e3dfcdd1d5ddf(gmajo) – Caro Parma Calcio 1913, Fai bei sogni… L’auspicio è tratto dal titolo dell’ultimo  film del quotato regista Marco Bellocchio che da ieri si sta girando, proprio sul Monte delle Vigne a Ozzano Taro, pellicola, tra l’altro, sponsorizzata dal padrone di casa Paolo Pizzarotti e che vede tra i produttori anche un consocio di Marco Ferrari: insomma un po’ di Parma Calcio 1913 ha a che fare con il lungometraggio del cineasta nativo di Bobbio che mi vede impegnato nei panni di “figurazione”. Eh sì, perché dopo le precedenti fortunate esperienze in “Baciato dalla Fortuna” e “La Certosa di Parma”, sono stato scritturato per far parte del cast, va beh… delle comparse, di Fai bei sogni. Ieri, però, mentre ero sulla terrazza della cantina di Monte delle Vigne, in attesa di salire sul set allestito nella viciniore ex Bruciata completamente ristrutturata (e che ben conosco essendo stato spesso lì ospite in occasione delle cene degli sponsor e dei giornalisti del defunto Parma FC)  ero ben desto e non stavo sognando quando mi sono apparsi reali e non come un miraggio tutti i soci di Newco1 o Nuovo Inizio, a partire – al di là del padrone di casa Paolo Pizzarotti) con il figlio Pietro, alcuni altri ati dirigenti dell’impresa costruttrice e Andrea Ferrari, ad di Monte delle Vigne, da qualcuno scambiato per il nuovo dirigente dell’area tecnica Andrea Galassi, cui in effetti un po’ somiglia, ma ieri di “sportivi” non c’era nessuno, quindi niente Scala, Minotti, Apolloni, Pizzi, Manzani) – da Guido Barilla, per proseguire con Marco Ferrari, Angelo Gandolfi, l’avvocato Giacomo Malmesi, Mauro Del Rio, assente giustificato l’infortunato (per le complicanze di un male di stagione) Gian Paolo Dallara. Insomma una cena privata  tra vecchi amici – lo scatto fotografico “rubato” è stato effettuato durante l’aperitivo en plein air – già fissata da alcuni giorni, in cui si è fatto il punto sulla nuova avventura calcistica che li vede coinvolti, anche se non sono stati rivelati dettagli degli argomenti toccati.
Il film di Bellocchio è tratto da un commovente romanzo di enorme successo in Italia, Fai bei sogni, di Massimo Gramellini, che ha venduto più di un milione di copie: gran parte delle riprese vengono effettuate a Torino, a parte questa tre giorni a Ozzano Taro: chissà se mi capiterà un cameo come era stato nelle mie precedenti esperienze cinematografiche (tra cui quella come Dottor Catturo venuto a collisione con la focosa Asia Argento), ma i veri protagonisti sono la bravissima Bérénice Bejo candidata all’Oscar per The Artist, diretto dal marito Michel Hazanavicius, e vincitrice del premio come Miglior Attrice per Il passato a Cannes 2013), affiancata da Valerio Mastandrea, Fabrizio Gifuni, Guido Caprino e Barbara Ronchi. La scena girata ieri – agli ordini dell’implacabile Bellocchio – con la Bejo e Mastrandrea, riguardava dei festeggiamenti di nozze d’argento. Il mio impegno sarà anche oggi dalle 19 a notte fonda, e, salvo imprevisti, pure giovedì: circostanza per cui, in via eccezionale, dovrò dare forfait a Calcio & Calcio Più, che andrà in onda alle 21 con Michele Angella in conduzione, oltre al Saltimbanco Enrico Boni e come primo ospite l’avvocato Massimiliano Germi.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

MAJO “DOTTOR CATTURO” CON ASIA ARGENTO. IL VIDEO CON IL CAMEO DEL DIRETTORE DI STADIOTARDINI.IT NEL FILM “BACIATO DALLA FORTUNA”, IN ONDA GIOVEDI SU CANALE 5

TRAGEDIA DI LAMPEDUSA: CANALE 5 MODIFICA LA PROGRAMMAZIONE IN SEGNO DI LUTTO. AL POSTO DEL PREANNUNCIATO “BACIATO DALLA FORTUNA”, IL FILM DI AMELIO “LAMERICA”

MAJO “DOTTOR CATTURO” CON ASIA ARGENTO, STASERA ALLE 21.10 SU CANALE 5 IN “BACIATO DALLA FORTUNA”

CLICCA QUI PER RILEGGERE L’INTERVISTA DI MAJO A PARMA DAILY (2011)

FORZA PARMA ANCHE SUL SET DELLA CERTOSA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

139 pensieri riguardo “PARMA CALCIO 1913, FAI BEI SOGNI… IERI SUL MONTE DELLE VIGNE CENA DI LAVORO CON BARILLA, PIZZAROTTI, FERRARI & C. IN CONTEMPORANEA ALLE RIPRESE DELL’ULTIMO FILM DI BELLOCCHIO

  • 22 Luglio 2015 in 14:43
    Permalink

    Direttore facci avere qualche doc video delle tue comparsate!!

  • 22 Luglio 2015 in 15:06
    Permalink

    se tutto va bene ancora un paio di notti per sognare,poi da venerdi’ si lavorera’ su tre turni come da Barilla…..

    speriamo abbian fatto il militare nei bersaglieri..

  • 22 Luglio 2015 in 15:50
    Permalink

    Attenzione alla Camomilla !!!!

    IL corpo e la mente Brilla !!!!

  • 22 Luglio 2015 in 16:01
    Permalink

    Direttore crede che Tavecchio venerdì deciderà ?io credo che non avrebbe senso rimandare visto che ne ha avuto di tempo per decidere

  • 22 Luglio 2015 in 16:12
    Permalink

    Dottor catturo!!..cattura info x noi o noh?..quindi anche sotto strane vesti ti dai da fare..d’altronde quando si ha naso x certe cose..

  • 22 Luglio 2015 in 16:13
    Permalink

    Ma che bello seguire le gesta dei Principi da bravi feudatari…

    • 22 Luglio 2015 in 16:39
      Permalink

      disse il ciucciapiselli della famiglia agnelli

  • 22 Luglio 2015 in 16:16
    Permalink

    #povertàtime

  • 22 Luglio 2015 in 16:34
    Permalink

    Non la facevo “attore” 😀

  • 22 Luglio 2015 in 16:46
    Permalink

    ..majo nuovo dustin Hoffman

  • 22 Luglio 2015 in 17:23
    Permalink

    Majo chissà che non ti mettano anche addetto stampa!!

    • 22 Luglio 2015 in 17:45
      Permalink

      di fai dei bei. sogni? credo ce lo abbiano già..

    • 22 Luglio 2015 in 21:07
      Permalink

      Per lavorare con Ferrari il minimo sindacale è il driven-data marketing

  • 22 Luglio 2015 in 17:39
    Permalink

    ha letto che Arma il bomber del pisa ha rifiutato il parma per venire da noi a reggio? questione di categoria

    • 22 Luglio 2015 in 18:09
      Permalink

      Più che di categoria qui si parla di una squadra che esiste e di una che ancora non c’è…quindi la lotta è impari..
      ma aspetta … si sa mai che poi sto Arma debba pentirsi..(dritto per la via faccio dei bei sogni..)

      • 22 Luglio 2015 in 18:58
        Permalink

        scusa avevo dimenticato il punto di domanda , paola i giocatori sono tutti mercenari di merda stop

        • 22 Luglio 2015 in 23:01
          Permalink

          Sì. ..I giocatori il parma calcio 1913 non “può nemmeno prenderli” perchè può solo dire loro: se saremo noi il nuovo Parma ti vorremo con noi..capisci che non c’entra essere mercenari e perchè dico che la disputa è impari con le altre squadre? Perché il Parma può solo dire SE…SAREMO SCELTI.. senza la certezza quindi di proporre contratti reali e regolari…gli altri ESISTONO e possono fare contratti.

      • 22 Luglio 2015 in 19:31
        Permalink

        E soldi….

        • 22 Luglio 2015 in 19:33
          Permalink

          ma si guardate ibrahimovic

          • 22 Luglio 2015 in 20:33
            Permalink

            Ma Bevi un pò

            Di Latte delle

            Vakke Rosse

            Brùsa l’ òliva !!!!

        • 22 Luglio 2015 in 19:37
          Permalink

          anziché infangare. Parma. calcio. 191 cerca di riflettere sui 300000 euro non messi. da Corrado

          • 22 Luglio 2015 in 19:48
            Permalink

            Gabriele io anche se reggiano c’e lo con corrado perchè lo ritengo innafidabile poi magari i fatti mi smentiranno ma io la penso cosi

          • 22 Luglio 2015 in 21:53
            Permalink

            Cosa c’entra?torna a fare la comparsa almeno non sparii minchiate a vanvera.il caldo è un problema.
            Ps:non dico che non è vero ma non è pertinente

          • 22 Luglio 2015 in 22:40
            Permalink

            io son qui a far la comparsa ma ho il tempo per replicare alle tue minchiate. i trecento mila euro c’entrano eccome. e se non lo capisci dovresti preoccuparti…

        • 22 Luglio 2015 in 23:19
          Permalink

          Soldi…
          che fissa che hai…dai..
          Credi davvero che non abbiano i soldi?
          Ma davvero credi che sia una questione di soldi? Davvero credi che 8 eccellenze parmigiane si siano messe in questa impresa (la serie D!!!!!) per farsi “compatire”? Gente che paga per 6 mesi un giardiniere ciascuno a casa propria più di quello che serve per iscriversi? Ma dai..non ci credi nemmeno tu.

  • 22 Luglio 2015 in 17:56
    Permalink

    Beh Majo te lo meriteresti Addetto stampa sei di Parma giornalista professionista serio!! Chi mettono adetto/a stampa sec te?

    • 22 Luglio 2015 in 18:09
      Permalink

      addetto stampa e giornalista per certi versi sono due lavori in antitesi..
      cmq grazie per la preferenza.
      cordialmente
      gmajo

      • 22 Luglio 2015 in 20:32
        Permalink

        Io infatti ti preferisco qua fuori a metterci il naso e ad informarci senza freni e senza inibizioni anche se, purtroppo, questo vuol dire (al momento) non avere uno stipendio…

  • 22 Luglio 2015 in 18:04
    Permalink

    Ho letto il libro autobiografico di Massimo Gramellini. Leggendolo mi aveva stupito la dichiarazione che si trova alla fine del libro in cui l’autore rivela che ha impiegato 15 giorni a scriverlo e sei messi per correggerlo, apportare piccole modifiche ed eliminare le imperfezioni. Bello il libro, spero che lo sia anche il film.

  • 22 Luglio 2015 in 18:27
    Permalink

    l’inconcludente Tavecchio ci costringere ad aspettar i suoi comodi senza combinare un cacchio. Ci si da al vino, alle recite e tanti altri cazzeggiamenti vari … mentre i tifosi boccheggiano (non solo per il caldo).
    Una città che aspetta tranquilla “ad oltranza” i comodi del solito Tavecchio, uno che se la prende comoda ancora parecchio se nessuno gli rompe il cacchio (tanto per fare rima al quadrato).

    • 22 Luglio 2015 in 19:56
      Permalink

      tavecchio ha indubbiamente tante colpe, ma nel caso specifico e’ meglio se guardate la luna e non il dito

  • 22 Luglio 2015 in 18:30
    Permalink

    Boni(mba) o bonibomba ha ragione anche per il giudizio espresso su Tavecchio.

    Tavecchio dag un tai!

    • 22 Luglio 2015 in 19:53
      Permalink

      a parte l’acqua calda, il problema non e’ solo tavecchio…

  • 22 Luglio 2015 in 18:31
    Permalink

    Se Tavecchio continua a pistolare bisogna che qualcuno si incazzi!

    • 22 Luglio 2015 in 19:48
      Permalink

      incazzature sempre nel lecito checche se ne dica.. ma chi sta pistolando ce lo abbiamo piu vicino di tavecchio…

  • 22 Luglio 2015 in 18:40
    Permalink

    Mi piace la foto a corredo dell’articolo “catturata” da un anfratto scosceso sembra o dalla finestrella di uno sgabuzzino…mi piacerebbe sapere che vino stanno bevendo. Esprime bene un momento di rilassato raduno a maniche rimboccate, con i filari sullo sfondo…mi ricorda gli affreschi del Veronese a Villa Barbaro a Maser. Avrei voluto essere lì con loro….

    • 23 Luglio 2015 in 14:43
      Permalink

      Durante l’aperitivo da me immortalato erano serviti “Rubina Brut Rosè” e “Monte delle Vigne brut” di Monte delle Vigne. A cena anche il resto della produzione di casa, incluso il Nabucco.
      Sul set del film, purtroppo, il contenuto delle tante bottiglie in bella vista sulle tavole imbandite della scena delle nozze d’oro (stasera terza ed ultima sessione di riprese, agli ordini di Bellocchio) è stato sostituito con the freddò e succo di mirtillo…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 18:50
    Permalink

    Proporrei un referendum per Majo addetto stampa del nuovo Parma Calcio 1913! ! Chi è d’accordo?

    • 22 Luglio 2015 in 19:25
      Permalink

      Grazie. ma lasciate pur scegliere chi di dovere al momento opportuno senza esercitare pressioni
      cordialmente
      gmajo

      • 22 Luglio 2015 in 20:20
        Permalink

        Ma se lei diventa l’addetto stampa del Parma 1913, il sito che fine fa?

          • 22 Luglio 2015 in 21:09
            Permalink

            che. devo dirle… era lei ad aver scritto come farei con stadiotardini.it

  • 22 Luglio 2015 in 19:07
    Permalink

    Mentre Correggese e Piacenza si radunano per effettuare la preparazione, noi, per colpa dei Corrado siamo ancora al palo! Ma non hanno vergogna quelli del Magico Parma? Evidentemente no.

    • 22 Luglio 2015 in 19:25
      Permalink

      quando girano i soldi no

    • 22 Luglio 2015 in 19:33
      Permalink

      Magari dal suo punto d vista x colpa di 1913…

      • 22 Luglio 2015 in 19:44
        Permalink

        c’e’ un limite a tutto. quindi. cerca di non essere ridicolo. Parma calcio 1913 ha reso. pubblici tutti gli atti con le pratiche espletate. quindi dal suo punto di vista un cazzo. oltre al danno. la beffa

      • 22 Luglio 2015 in 22:12
        Permalink

        anche dinanzi all’evidenza c’è qualcuno che ha dei dubbi?!?

        corrado ha rotto!
        avresti dovuto ritirarti invece di farci perdere tempo! ma la sorti della ns squadra non ti sembrano interessare più di tanto a quanto pare… venerdì ultimo atto e di corrado non ne voglio sentir parlare piu!!!

      • 22 Luglio 2015 in 22:19
        Permalink

        Beh…negare che Corrado sta aspettando l’ultimo giorno utile (24 luglio) per coprire anche il punto 6 della documentazione richiesta (credo di ricordare) cmq quello dei soldi per intenderci … è ridicolo
        è lì davanti a tutti..quello che sta succedendo…
        guarda non dico neanche che fanno male..faranno i ca..i loro!!!… ma negare che a causa di questo siamo ancora qui senza squadra..ripeto è grottesco come dare viceversa la colpa a Parma calcio 1913 (che colpa poi?..ah..si una cospirazione) che per quel che può va avanti per la sua strada e Corrado non c’è l’hanno neanche in nota..

        Insomma che facciano pure i cazzi loro ma che la piantino di dare la colpa agli altri.

        • 22 Luglio 2015 in 23:01
          Permalink

          Cazzo ma nn ho detto che io la penso cosi….
          calmatevi travisate continuamente tutto.
          Corrado nn io nn puo’ pensare che se si ritirava 1913 la decisione sarebbe gia’ presa?
          Poi se la federazione lasciava il rermine al 6 sarebbe gia definito tutto….

          • 23 Luglio 2015 in 14:38
            Permalink

            Chi travisa la realtà, caro Andrea, sei proprio tu: come fai, se hai un minimo di intelletto, a sostenere che Corrado poteva pensare che sarebbe già stata presa una decisione dalla FIGC se si fosse ritirato Parma Calcio 1913? I fatti evidenziano che Parma Calcio 1913 aveva ottemperato per tempo tutte le pratiche per la iscrizione, cosa che non risulta affatto per Magico Parma. Mentre questi ultimi combattono assurde battaglie virtuali attaccando il mondo intero, altri, quelli di Parma Calcio 1913, si sono mossi in modo concreto su tutti i fronti, pur agendo in regime di clandestinità proprio perché l’iscrizione alla D non è mai arrivata, visto che c’era da aspettare i virtuali del mondo magico.
            Sul termine del 24 c’è da dire che la Figc si è probabilmente adeguata ad analoghi casi del passato: però, nel caso specifico, qui c’era chi si era mosso in anticipo ed era già pronto il 1° luglio. Appunto se non ci fossero stati i Corrado’s, che peraltro non sono pronti neppur adesso, l’affiliazione probabilmente sarebbe già stata fatta con il recupero di un mese di tempo, mese preziosissimo specie per chi non vuol derogare al già difficile compito di muoversi attenendosi a principi biologici.
            Una volta fissata la data al 24, però, Tavecchio avrebbe dovuto evitare di illudere la gente su altre date, il 17 e il 20, (amplificate dalla Gazzetta di Parma, forte delle sue dichiarazioni) specie al lume della non completa documentazione di Magico Parma.
            Saluti
            Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 21:18
    Permalink

    I calciatori mercenari? Sì, come tutti noi. Se lavoriamo per la ditta x, che ci dà 1.000 euro al mese, e la ditta y ce ne darebbe 2.000 corriamo nella ditta y. Se poi la società Gamma ce ne offrisse 3.000 corrremmo tutti nella Gamma, anche se nella y abbiamo trovato la morosa e nella x abbiamo fatto un giretto sulla moglie del capo. Lavoriamo tutti per soldi ed io per primo mi dichiaro mercenario in questo senso. Poi certo, non ci sono solo i soldi, ci sono i giorni di ferie, l’orario, la distanza da casa…

    • 23 Luglio 2015 in 00:38
      Permalink

      Stavolta non sono d accordo, calciatori mediamente molto più opportunisti. Arma è uno di quelli, ovviamente ha anche i suoi pregi. Io capisco che una società che deve risalire avrà necessità, nel bene o nel male, di cambiare parecchio ma non so quanto convenga andare a prendere chi ragiona in un certo modo

    • 23 Luglio 2015 in 13:34
      Permalink

      Diciamo che ogni giocatore da delle priorità a
      1) Il blasone della squadra
      2) Lo stipendio
      3 Il progetto
      4) La comodità
      A ognuna di queste priorità un giocatore da delle percentuali PER CENTO e poi decide.
      Ovviamente non tutte le priorità sono uguali per tutti.
      A qualcuno per esempio specialmente se giovane, non interessa il guadagno ma il progettto per lanciarsi e quindi da una percentuale alta al progetto e bassa al guadagno ad altri invece il contrario Ecco perchè fare la serie D è molto più rischioso che fare la LEGA PRO. Con la Lega Pro hai i playoff che ti possono salvato mentre in serie D o arrivi primo o sei fottuto.
      In LEGA PRO, puoi sbagliare il campionato, rimanere ancora per un altro anno in LEGA PRO e con l’esperienza dell’anno precedente tentare la scalata e poi se rimani per un altro anno in LEGA PRO è come aver vinto la serie D. Occhio e poi ancora occhio. Se ti viene offerta la LEGA PRO va presa al volo senza pensarci UN NANO SECONDO.

  • 22 Luglio 2015 in 21:53
    Permalink

    Io Tifo G. Majo e Parma 1913……spero che possono lavorare insieme..

  • 22 Luglio 2015 in 23:44
    Permalink

    Barilla,Pizzarotti,Rosi,Dallara?Questa è gente che per il Parma non si è mai spesa e ha aspettato il fallimento….sotto c’è qualcosa di strano…

    • 23 Luglio 2015 in 14:23
      Permalink

      Non c’è strano proprio niente, a parte le stupide dietrologiche preconcette.

      Personalmente ho seguito da vicino il difficile percorso intrapreso – forse persino in un modo un po’ utopico – da Marco Ferrari qualche mese fa, e debbo dire che è stato bravo a coinvolgere la creme della imprenditoria locale, arrivando a farli entusiasmare all’idea della rinascita come la Fenice, non più interpretata come una elemosina, ma come vera e propria progettualità industriale. Il fatto che Barilla, Pizzarotti, Rosi (che cavolo c’entra poi Rosi, che penso abbia altri problemi col concordato di Parmacotto), Dallara non si fossero mai spesi per il Parma, aspettando il fallimento è vero, ma d’altra parte non si capisce perché avrebbero dovuto pagare loro per i debiti fatti da Ghirardi.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 23 Luglio 2015 in 14:30
        Permalink

        Ghirardi deve andare in galera. Lei Majo non è d’accordo ne sono sicuro.

        • 23 Luglio 2015 in 14:44
          Permalink

          No. Non sono d’accordo perché lei non è un giudice della Repubblica Italiana, come non lo sono io, come non lo è nessuno dei nostri tifosi, sebbene giustamente incazzati, sempre nel lecito checché se ne dica.

  • 22 Luglio 2015 in 23:47
    Permalink

    Carissimo direttore! Mi ricordo ché scrivevi per Controcampo…! È vero ché Parma 1913 ha in mano i diritti Sky e Mediaset per la serie D? Ma siamo sicuri che con la influenza politica e finanziaria di Pietro nn possa mettere in atto meccanismi tali da riportarci in Lega Pro… Comunque in coppa Italia non ci siamo! E nn so sé sia un buon segno…o meno! Tesi mia è ché cè Lotito e l entourage di Tavecchio ché dà fastidio il calcio biologico! Ripeto il mio j accuse! Sono rappresentanti del calcio Frankenstein( o Ogm)! Io vorrei capire perchè si aspetta 300000 euro ché arrivano da dove!? Da casa Manenti!? Vorrei ché i passi seri della cordata ” biologica ” come la manifestazione d interesse x Collecchiello non sia vanificato dalla reggenza di una Figc dove stanno scappando i buoi al pascolo! E dirò d più cè qualche magagna su Tavecchio ché si scoprirà a breve! Continuamo con serietà e magari riprenderà il posto che ricopriva in ParmaFc visto che ha buoni rapporti con Nevio

    • 23 Luglio 2015 in 14:17
      Permalink

      Ciao Christiam,

      intanto una piccola correzione, in quanto su “Controcampo” non avevo mai scritto, giacché a Mediaset facevo lo stagionale estivo, per cui confezionavo, in redazione o come inviato, i servizi per Studio Sport, Tg5 e Tg4.

      Parma Calcio 1913 (cerchiamo di abituarci a chiamarlo con il suo nome e non semplicemente “Parma 1913” o, “Nuovo Parma 1913” come incredibilmente riescono a continuare a scrivere quelli della Gazzetta di Parma, proponendo uno strano mix tra la società di Mike Piazza “Nuovo Parma Calcio” e quella dei Barilla’s, cioè, appunto “Parma Calcio 1913”), quello che io posso sapere, so che ha avuto proficui abboccamenti con Sky, che vedremo a tempo opportuno che tipologia di accordo potrà far scaturire, anche se riguarderebbero nel caso solo il Parma e non la intera serie D, sempre nel rispetto, comunque dei regolamenti vigenti. Non credo, invece, ci siano stati incontri del genere con Mediaset Premium.

      Influenza politica e finanziaria di Pietro chi?

      Non siamo in Coppa Italia, né in D poiché non è stata ancora affiliata alcuna società da parte della FIGC. Aspettiamo le 12 di domani e sapremo, si spera subito dopo, l’anelato verdetto.

      Poi che il calcio biologico possa dare fastidio al sistema calcio può anche essere vero, ma il sistema calcio, se non vuole proprio ricorrere al ctrl-alt-canc auspicato da Tommasi (io sarei persino per la formattazione) non può che cercare di accettare embrioni positivi, che possano via via scalzare le tossine, anche se la mission di migliorarlo, a mio modo di vedere, sarà impossibile.

      Il discorso dei 300.000 euro di Corrado: io non ho mai detto che non li metteranno mai. Giovanni, tuttavia, in una telefonata col sottoscritto, della sera di venerdì 17, a mia precisa domanda in merito aveva risposto che loro non li avevano messi perché c’era tempo sino al 24. Al di là della flebile ritrattazione successiva, e delle promesse fatte alla Gazzetta di Parma che le aveva messe nero su bianco sul giornale di sabato scordo, non è mai stata pubblicata la ricevuta dell’assegno da parte della FIGC o del resto della documentazione. Certo: i tempi scadono alle 12 di venerdì 24, tuttavia una risposta al 17 o al 20 sarebbe stata possibile solo se la documentazione di Magico Parma fosse stata completata (quindi anche col versamento) prima del 17 o 20, date spese da Tavecchio con la Gazzetta di Parma.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 23 Luglio 2015 in 10:43
    Permalink

    Vedo che i soldi per andare a far festa li trovano, ma per andare in Lega Pro no…

    Comunque il problema non si pone tanto anche domani passerà come le altre date ‘importanti0 del Parma.

    E tranquilli , tanto siamo nelle mani di Tavecchio!

    • 23 Luglio 2015 in 13:40
      Permalink

      Egregio LucaB,

      con questa storia dei soldi che mancano voi corradiani avete un po’ tanto rotto le scatole con una faccia da bronzo da leoni.

      Intanto tutti gli adempimenti anche onerosi per il tentativo di iscrizione da Parma Calcio 1913 sono stati esperiti con coscienza e completamente, nei tempi stabiliti, anzi in anticipo. E i soldi per andare in Lega Pro ci sono, perché i signori Barilla & C. non sono certo dei morti di fame, e peraltro gestiscono soldi loro e non di altri.

      Io non so se quella di domani sarà una data importante che risulterà ininfluente come troppe altre da un anno a questa parte: pertanto non mi permetto di esprimere giudizi in anticipo sugli eventi e pronunziarmi, semmai dopo. Anche perché non è mai stata abitudine dare tutto per scontato e mi piace tenere un campo visivo esteso e non limitato con i paraocchi della partigianeria.

      Saluti

      Gmajo

  • 23 Luglio 2015 in 11:23
    Permalink

    Perchè mi ha bloccato il commento su Marco Ferrari ed il “driven-data marketing”? non era un’offesa è solo il suo lavoro come si evince dal sito next14.com (che tra l’altro ha registrato parmacalcio1913.com e parmacalcio1913.it).
    Volevo solo dire che occupandosi Ferrari stesso di comunicazione con questi nuovi sistemi sono curioso di vedere che genere di figure inserirà, tutto qua, converrà con me che difficilmente metterà un addetto stampa classico e basta quando ce ne sarà bisogno.

    • 23 Luglio 2015 in 13:01
      Permalink

      non ho bloccato alcun commento. sono solo in ritardo con la moderazione dei commenti in giacenza

  • 23 Luglio 2015 in 12:29
    Permalink

    Majo domani finalmente si chiuderà questa fola.Nel caso questo non sia possibile signifuca solo che Tavecchio non sa decidere tra la trasparenza di Parma calcio 1913 detta comunemente MILLEPIEDI E L nebulosità dei Corrado’s. Se così fosse significherebbe che la trasparenza in LEGA è MAL VISTA. A questo punto conssiglio a lei Majo di fare un azione simbolica. Chiudere per una giornata il sito per protesta o nella miglioredelle ipotesi togliersi quell’aureola di santo e scagliarsi su chi di dovere, almeno una volta.

    • 23 Luglio 2015 in 12:59
      Permalink

      Tu non sei VELENOSO sei radioattivo

      • 23 Luglio 2015 in 13:38
        Permalink

        Radioattivo? Bella questa, sai che se ci avessi pensato all’epoca, invece di VELENOSO mi sarei chiamato RADIOATTIVO ma ormai è tardi, non posso più cambiare.Majo s’incazzerebbe e NONNO NEVIO con il suo bastone di postura mi correrebbe dietro per fracassarmelo in testa. CIAO

  • 23 Luglio 2015 in 12:58
    Permalink

    Ragazzi state pronti perchè domani alle ore 12,00 scatta la nuova “cridata” dei Corrado’s. A questo proposito propongo una votazione:
    NON CI SIAMO POTUTI AFFILIARE….
    1) perchè Tavecchio ha detto che quelli di Parma Calcio 1913 sono più belli;
    2) perchè il direttore della banca è in ferie e non ci fanno l’assegno;
    3) perchè l’assegno lo abbiamo ma a Roma c’era traffico e siamo arrivati alle 12,01;
    4) perchè Majo ha costruito un cavallo di troia dicendoci che potevamo essere ripescati nella Liga Spagnola;
    5) perchè erano convinti di dover presentare tutta la documentazione alla UISP.
    Votate amici votate

    • 23 Luglio 2015 in 14:12
      Permalink

      Io voto n. 4! 😛
      Comunque se domani il Tav comunica ufficialmente che ha scelto Parma Calcio 1913 perché Corrado non ha versato gli €, Gio&Beppe si possono nascondere per sempre e considerarsi al pari di Manenti! Suicidio mediatico clamoroso, credibilità zero.

      • 23 Luglio 2015 in 16:37
        Permalink

        Non sono un veggente ma possiamo stare tranquilli che Corrado non ha nessuna intenzione di prendere il Parma, si saprebbero già eventuali nomi e cognomi di calciatori e dirigenti anche per loro a questo punto, a poco più di un mese dall’inizio del campionato non si sente niente a parte qualche schermaglia con Majo. Sicuramente troveranno scuse criticando gli altri e facendo le vittime come hanno fatto fino ad ora poi verranno ricordati in questa storia come Taci e Manenti cioè gente che ha portato chiacchiere e perdite di tempo.

    • 23 Luglio 2015 in 16:26
      Permalink

      Io voto 3,
      nel portare l’assegno negli uffici Figc si fermeranno in più localini vips a salutare amici e fare aperitivi con stuzzichini e bollicine, poi una volta saliti sulla limousine si troveranno incolonnati nel traffico nel centro della Capitale… a questo punto dovrebbero scendere e farsela a piedi ma c’è troppo caldo e rischiano di entrare negli uffici con le ascelle pezzate e si troverebbero di fronte all’obbiettivo di una delle talpe del nostro Direttore, pronto a pubblicare la foto su stadiotardini.it!!!
      pertanto..
      per evitare di avere un danno di immagine (ascella pezzata), resteranno in limousine e arriveranno troppo tardi..
      peccato.. (per loro!!!)

      dopo di che, spariranno definitivamente, e dei corrados ci ricorderemo solo a natale quando assorti saremo in coda alla biglietteria del cinema..

  • 23 Luglio 2015 in 13:48
    Permalink

    Lizard, ti sei dimenticato la sesta opzione se Parma Calcio 1913 non potrà essere affiliata
    6) perchè Parma Calcio 1913 è troppo seria, troppo trasparente, troppo per bene ed è un pugno nell’occhio nella Lega che preferisce a uno scenario trasparente, uno scenario torbido una notte senza stelle e senza luna dove nella nebbia si può fare in modo invisibile quello che uno vuole senza essere visti. Sotto il sole invece……

    • 23 Luglio 2015 in 15:05
      Permalink

      Velenoso per la prima volta hai scritto un commento con tutti i verbi giusti, la punteggiatura e addirittura i puntini di sospensione in fondo!!! Anche in questo caso mi tocca lanciare il sondaggio.
      Velenoso ha scritto il commento giusto perché:
      1) ha fatto copia e incolla da un commento di un altro;
      2) glielo ha scritto il vicino di casa;
      3) lo ha mandato in segreto a Majo che glielo ha corretto;
      4) è bipolare

      • 23 Luglio 2015 in 16:00
        Permalink

        Carissimo se vuoi Lizard du caz dopo le 18 ti posso dare lezionoi d’italiano e di….vita. Non ti
        faccio pagare niente, mi paghi soltanto se dimostri di essere un maleducao e mi paghi secondo la maleducazione che hai.Se non sei maleducato non mi paghi niente, se sei solo un poco maleducato mi paghi qualcosa se invece sei molto.maleducato pagherai secondo la maleducazionr che hai.
        il problema, maleducato come sei, per una mia lezione dovrai fare un mutuo….
        .

        • 23 Luglio 2015 in 16:25
          Permalink

          Evitiamo di usare lo spazio commenti per stupide diatribe tra lettori. Grazie.

          Velenoso, tu sei stra-recidivo con stra-diffida. Basta battibeccare con tutti. Grazie

          • 23 Luglio 2015 in 16:53
            Permalink

            Scusi Majo mi attaccano e io mi difendo.Basta che lei cestini chi mi attacca e vedrà che non sarò io a farlo. Quindi Majo io continuerò a difendermi se verrò attaccato.

        • 23 Luglio 2015 in 16:41
          Permalink

          Velenoso non volevo essere maleducato. Visto che ti sei paragonato a Charlie Hebdo pensavo che l’ironia ti piacesse ma a quanto pare sei permaloso.
          Tra l’altro mi sei anche simpatico.

  • 23 Luglio 2015 in 13:59
    Permalink

    Sono convinto anch’io che Corrado romperà ancora la minchia. Sono Arci convinto che si inventeranno qualcosa.

    • 23 Luglio 2015 in 17:56
      Permalink

      Intanto se vogliono rompere i coglioni debbono depositare 300000 sghei al momento non ancora pervenuti. C’e’ tempo fino a dimani ore 12. Ma ci vorra’ un corriere superfast e soprattutto i dobloni

      • 23 Luglio 2015 in 20:30
        Permalink

        ci sono rumor. secondo cui parrebbe che avessero provveduto oggi …

  • 23 Luglio 2015 in 15:05
    Permalink

    Pietro direttore è il Cavaliere Barilla! Parma Calcio 1913 è una realtà consolidata! Manca solo la “bolla ” di Tavecchio! Anch’io sono per il reset del sistema calcio! C sono tt gli elementi per tentare la resettazione basterebbe il volere del presidente Coni! Sono contento che sky abbia un certo interesse per noi! Ma Corrado’s se avesse l affiliazione è una realtà ché si gestirebbe sulla falsariga di Ghirardi? Del presidente padrone…intendo! Con che titolo si potrebbe scegliere una società che aspetta all ultimo x essere in regola!? Non volevo accusare nessuno anzi! Sono domande in cerca fi soluzione! Solo lei può darmele! Parma ricordo ché in alcunI servizi televisivi hanno dato l immagine di una tifoseria violenta e razzista..e mi dispiace perchè abbiamo vinto il premio fair play più volte! Il mio augurio che tifoseria e società siano in simbiosi e ché si continui sul calcio pulito e biologico! Domanda chi sponsorizza sulle Maglie il Parma Calcio 1913!? Il sogno con scritta Barilla è possibile?

    • 23 Luglio 2015 in 15:27
      Permalink

      Guardi che Pietro Barilla è deceduto: al momento le redini dell’omonima industria ce l’ha il figliO Guido assieme agli altri fratelli…

      Penso che sulla casacca ci possa essere, come second sponsor, uno dei marchi Barilla, ma non il principale. Sapevo di una probabile sponsorizzazione principale da parte di Parmalat.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 23 Luglio 2015 in 15:27
    Permalink

    ciao gabriele parlando di parchi giocatori ho sentito purtroppo che morrone nn sara il capitano in serie d come giocatore,ho sentito di marchionni prossimo al rientro in patria a patto che a me mi darebbe fastidio se venisse visto che anche se un suo diritto ,per rinunciare ai soldi ce ne voluto. volevo sapere se la cosa sta in piedi oppure non e mi chiedo perche a questo punto non prendono anche gasbarroni cosi facciamo la b 2008-2009(battuta a parte). ciao davide

    • 23 Luglio 2015 in 15:32
      Permalink

      Vedo che la pista Marchionni è molto pompata, – persino il titolone sulla Gazza – però non credo possa esser molto percorribile. Indubbiamente non si discutono le qualità del giocatore, però non va mai dimenticato che il dinamismo in serie D fa la differenza a dispetto delle doti tecniche. Ci aveva già stupito quando tornò qualche anno fa dopo l’inattività alla Fiorentina, ma non sempre i miracoli si ripetono, al di là della categoria. E poi mi pareva ci fosse stata qualche scoria di troppo con Sant’Ale ai tempi delle famose riduzioni, anche se immagino che i due, con intelligenza, potrebbero superarle.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 23 Luglio 2015 in 16:40
        Permalink

        Mariga che è svincolato e non lo vogliono nemmeno in Kenia, secondo me per 12.000 euro netti lo fa un campionato in D

  • 23 Luglio 2015 in 15:32
    Permalink

    lo sapete no che il prossimo consiglio direttivo della LND e’ il 31 luglio ?

    e lo sapete anche che sara’ quello il giorno in cui sapremo dove cazzo e se giocheremo ?

    • 23 Luglio 2015 in 18:20
      Permalink

      si io lo so ma a questo punto metto in dubbio persino quella data… ho letto anche che i boys hanno preso una posizione a favore di Parma calcio 1913… alleluia…

  • 23 Luglio 2015 in 15:42
    Permalink

    Caro direttorissimo, domandona di alleggerimento: quando durante la settimana si gioca la serie D? Tutte domenica ore 15 o sono previsti anticipi, posticipi, turni infra settimanali etc?

    • 23 Luglio 2015 in 15:43
      Permalink

      maggior parte alla domenica. Ma credo ci siano anche anticipi al sabato

      • 23 Luglio 2015 in 18:16
        Permalink

        ma per quale motivo ci sono gli anticipi ?

  • 23 Luglio 2015 in 15:43
    Permalink

    Al di là di tutto quando leggo certe dichiarazioni come quelle di Musiari (“Orgoglioso di vestire la maglia crociata per il 12° anno consecutivo”) mi viene quasi la pelle d poca.. Non so chi sia questo ragazzino ma gli auguro di realizzare il suo sogno.. Ce ne fossero

  • 23 Luglio 2015 in 15:54
    Permalink

    Visto che non si possono più fare commenti sulla piocioneria dei millepiedi, ma solo celebrare la loro SERIETA’, progettualità, biologicita’ e inchinarsi alla bravura di San Marco Ferrari capace di sciogliere (per ora ancora poco però) i portafogli dei grand’uomini di cui la nostra città si vanta di che cosa parliamo? Di Pera o della formazione del Lentigione?Anche il Ghiro è ormai tabù…si sa mai che si incazzi.
    Siamo ad eccitarci per aver visto 8 INDUSTRIALI fer na becheda…a sema mis mel.
    Propongo una specie di sito dove scrivere i nostri pensieri ed elogi per i nostri salvatori. Come in chiesa.

    • 23 Luglio 2015 in 16:26
      Permalink

      Ma scusa Davide stai poco bene?…hai una rabbia che non capisco.
      Ma dì pure tutto quello che vuoi contro chi vuoi..
      a noi però concedici la libertà eventualmente di non essere d’accordo

      😉

  • 23 Luglio 2015 in 15:56
    Permalink

    Direttore in realtà il mio era un link all’articolo…come mai non è venuto?

  • 23 Luglio 2015 in 15:56
    Permalink

    La serietà dei millepiedi assomiglia al leit motiv della sobrietà di Monti…tocchiamoci i coglioni

    • 23 Luglio 2015 in 16:06
      Permalink

      Purtroppo i COGLIONI molti pensano di averli ma non li hanno e sai perché? Semplice perché sono.COGLIONI

      • 23 Luglio 2015 in 18:34
        Permalink

        il solito discorso che fai davanti allo specchio

  • 23 Luglio 2015 in 16:15
    Permalink

    domanda stupida.se per ipotesi alcune trasferte verranno giocate al tardini per motivi di ordine publico.vale sempre l abbonamento o bisogna comprar il biglietto.ma cosa piu importante..domani ore 12 è finalmente la volta buona per l affiliazione?perche è da novembre ormai che si aspetta per un motivo o per l altro..

    • 23 Luglio 2015 in 16:24
      Permalink

      L’abbonamento vale solo per le partite “interne”: quelle eventualmente ospitate come “esterne” non rientrano e va corrisposto un biglietto, il cui incasso va alla squadra avversaria.

      Domani alle 12 scade il termine per la presentazione delle domande di iscrizione. Logica vorrebbe che decidessero immediatamente dopo. Ma abbiamo sempre a che fare con FIGC, Tavecchio, etc, per cui non do nulla per scontato, malgrado il grande ottimismo circa la definitiva soluzione del rebus

      Cordialmente

      Gmajo

      • 23 Luglio 2015 in 16:31
        Permalink

        Ma di quello che stanno facendo i Corrado non si sa proprio niente?….

    • 23 Luglio 2015 in 17:07
      Permalink

      Permettimi la correzione amico Pavel: qui si aspetta da Maggio 2014. Le prime lunghe attese sono state quelle per i ricorsi per la licenza Uefa.
      sono 14 mesi che aspettiamo una cosa o l’altra.
      Tornare a parlare di calcio (speriamo presto) sarà come togliersi 14mesi di peso dallo stomaco…

  • 23 Luglio 2015 in 16:48
    Permalink

    Salve direttore, io sono ormai convinto di una cosa e cioè che le cordate abbiano avuto comunicazione informale sulla probabile vincitrice e quindi i Corrado abbiano accantonato non solo il progetto (e ciò spiega l’immobilismo) mentre si sta sviluppano quello di Parma calcio , e che sia il motivo del mancato pagamento, ritenuto a questo punto inutile dai Corrado e quindi Tavecchio è costretto ad aspettare la scadenza ufficiale . E’ ovvio che avrebbero potuto comunicare la rinuncia per accelerare le cose ma si sono riservati questo dispetto per complicare le cose alla concorrenza vincitrice.

    • 24 Luglio 2015 in 00:26
      Permalink

      Credo che, al massimo, possano averlo comunicato al vincitore, allo sconfitto non sarebbe una grande idea.
      Corrado è fermo perché si rende conto che senza la letterina perde

      • 24 Luglio 2015 in 09:51
        Permalink

        Sarò “rintronata” ma a cosa servono 2 lettere? Praticamente si annullano ..non servono a un tubo.
        Uno non può scegliere 2 cose..è lapalissiano
        Allora..Cosa chiedono al sindaco se sono persone serie? Ma per favore..!!!

        Chi è Barilla e chi è Corrado Tavecchio lo sa

        quindi o chiede una lettera di PREFERENZA
        o è una stupida formalità ..
        inserita per non so cosa..
        ma tremo all’ipotesi che mi sta frullando in testa..

        • 24 Luglio 2015 in 10:28
          Permalink

          I corrado’s e i loro fan giocano sul fatto che sulla missiva figc non ci sia scritto una lettera di preferenza quanto di appoggio da parte della municipalità. Quindi democristianamente, pilatescamente, i municipali potrebbero liberarsi della patata bollente appoggiando entrambe passandola alla Figc…

  • 23 Luglio 2015 in 17:03
    Permalink

    Ah ho capito.. Non mi ricordavo il conflitto con quel sito.. Chiedo venia

  • 23 Luglio 2015 in 17:19
    Permalink

    direttore..oltre a non chiamarla i corrado manco scrivono piu’..speriamo domani finisca sta buffonata…ma come mai il sindaco non ha ancora chiamato il suo amico tavecchio per sollecitarlo?….qua non vorrei restassimo con il cerino in mano…c’e’ questo rischio?

    • 23 Luglio 2015 in 17:33
      Permalink

      non credo che tavecchio si amico di capitan pizza e cmq non e’ tempo di telefonate che se anche ci fossero sarebbero informali e non certo di pubblico dominio
      a noi non resta che rimanere fiduciosi in attesa
      cordialmente
      gmajo

  • 23 Luglio 2015 in 17:40
    Permalink

    in qualuità di socio..del nuovo parma 1913..ho quasi il terrore di vedere indietro i miei soldi….

  • 23 Luglio 2015 in 21:19
    Permalink

    Lo streaming di tele ducato non va..uffa capita a qualcun altro?

    • 23 Luglio 2015 in 21:27
      Permalink

      poii trasmetteremo differita su stadiotardini.it

      • 23 Luglio 2015 in 21:39
        Permalink

        Lo so ma col temporale… la serata noiosetta. .. se lo vedevo adesso era meglio…
        mi sono spostata a vedere un docum. sul vesuvio e sul supervulcano dei campi flegrei ..siamo letteralmente su una bomba..
        Sei in TV o sul set?

          • 23 Luglio 2015 in 22:42
            Permalink

            Beh…allora senza la tua presenza..non era calcio&calcio…:)

    • 23 Luglio 2015 in 22:02
      Permalink

      Si sarà bloccato per non sentire di Pera che va al Porto Tolle o delle nuove bonibombe

      • 23 Luglio 2015 in 22:19
        Permalink

        :)…. è stato detto qualcosa relativo alla legapro?

  • 23 Luglio 2015 in 21:35
    Permalink

    A me va

    • 23 Luglio 2015 in 22:31
      Permalink

      Dipende dalla zona penso…

  • 23 Luglio 2015 in 22:21
    Permalink

    qDirettore é vera la bomba che sky trasmetterà le partite del Parma in diretta?

      • 24 Luglio 2015 in 10:52
        Permalink

        Mi ricordo ancora quando dicevi che noi di Parma dovevamo ridimensionarci perchè avevamo più o meno il seguito di squadre come Carpi o Vicenza(anche noi piccola provinciale)…Secondo me è la prima volta che trasmettono sulla tv satellitare una squadra che non gioca tra i professionisti…

        • 24 Luglio 2015 in 11:08
          Permalink

          Il mio era un discorso fatto per cercare di renderci conto che in serie A noi avevamo vissuto situazioni “straordinarie” e non “normali”; mi riferisco alle gestioni Tanzi e Ghirardi. Del resto il prezzo di quest’ultima, sul territorio, può benissimo essere quantificata da quei 68 milioni, circa 10 all’anno, evidenziati nello stato passivo del Parma FC. Tutti soldi che vengono a gravare sul nostro già non messo benissimo sistema economico. Del resto è altrettanto vero che su 100 anni di storia solo 25 sono stati ad alto livello, ma è pure vero che sono stati gli ultimi 25 e questo, logicamente, pesa.
          Il fatto che venga trasmessa una società di dilettanti è in effetti un evento di portata storica. Ma, attenzione bene: l’accordo vale solo in caso di dilettanti. Se fossimo ripescati ciccia…
          Cordialmente
          Gmajo

  • 23 Luglio 2015 in 23:45
    Permalink

    Pardon allora…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI