PARMA CALCIO 1913 HA AVANZATO UNA PROPOSTA PER L’UTILIZZO DEL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO ALLA CURATELA DI EVENTI SPORTIVI, CHE SOLLECITA ALTRE MANIFESTAZIONI D’INTERESSE

image(Comunicato Stampa) – Il curatore fallimentare della società Eventi Sportivi S.p.A., dott. Vincenzo Piazza, comunica di essere stato autorizzato ad una “sollecitazione di manifestazioni di interesse per l’utilizzo del Centro Sportivo di Collecchio”.
Le eventuali proposte dovranno essere irrevocabili, accompagnate da deposito cauzionale o fideiussione bancaria e tra l’altro dovranno assicurare la manutenzione ordinaria dei campi da calcio e la conservazione di tutti gli immobili. Il deposito delle proposte dovrà avvenire entro le ore 18.00 del giorno 27 luglio 2015 presso lo studio del curatore in Viale Mentana n. 45 a Parma.
Il fallimento EVENTI SPORTIVI SPA si riserva quindi di accettare entro il 31/07/2015 la proposta che sarà ritenuta più vantaggiosa tra quelle pervenute.
I dettagli indispensabili per la validità delle proposte saranno resi noti nei prossimi giorni sul sito dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Parma.
La curatela rende inoltre noto di aver già ricevuto una offerta irrevocabile con scadenza 31/07/2015 per l’utilizzo e la gestione del Centro Sportivo di Collecchio fino al 30/06/2017.
La finalità della operazione è quella di assicurare la conservazione del Centro Sportivo in attesa di giungere al suo definitivo trasferimento.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

55 pensieri riguardo “PARMA CALCIO 1913 HA AVANZATO UNA PROPOSTA PER L’UTILIZZO DEL CENTRO SPORTIVO DI COLLECCHIO ALLA CURATELA DI EVENTI SPORTIVI, CHE SOLLECITA ALTRE MANIFESTAZIONI D’INTERESSE

  • 22 Luglio 2015 in 10:55
    Permalink

    direttore ma cè perchè Parma Calcio 1913 corre così tanto se ancora non si sa chi rileverà il defunto Parma?come la metteranno se tavecchio deciderà che toccherà ai corrados farsi carico della nuova società di Parma? l’immobilismo dei Corrados cosa può lasciare presagire?

    • 22 Luglio 2015 in 12:49
      Permalink

      Se Tavecchio dovesse scegliere i Corrado’s Parma Calcio 1913 si scioglierebbe. Ma dal momento che Parma Calcio 1913 ha in testa un progetto VERO, è ovvio che si dia da fare per perseguirlo, senza buttare via tempo inutilmente e procedendo spedito con la propria scaletta di lavoro, dando la precedenza alle priorità, facendo fatti e senza lasciarsi andare a esternazioni.
      L’immobilismo dei Corrado’s, sempre ammesso siano immobili, è la dimostrazione della diversa tipologia di progetto e di modus operandi.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 11:02
    Permalink

    Bene….. Bene….. Bene…. Bene ……

  • 22 Luglio 2015 in 11:03
    Permalink

    Stanno dimostrando tanta serietà, è si sta avverando tutto quello che diceva lei direttore dal giocare al tardini, alla volontà di riacquistare il marchio e ora la volontà di prendere collecchio ( e credo proprio che in futuro il centro venga acquistato direttamente) grazie mille per tutte le risposte sono di Napoli come sa ma grazie a lei sono aggiornato sulla mia squadra come se fossi di Parma

  • 22 Luglio 2015 in 11:10
    Permalink

    si pero’ anca lu co vot solleciter,chi lo prenderebbe in affitto se non la nuova societa’, daila’ par piaser stema mighe comincer la fola ed l’oca eh ?

    • 22 Luglio 2015 in 12:39
      Permalink

      Caro assioma, purtroppo ci sono anche delle procedure da rispettare, dal momento che il bene immobile in questione è appunto di un fallimento e non di un privato…
      Ora: è palese che per mantenere una struttura di quel tipo, senza che questa deperisca, necessiti di continua manutenzione, pena il suo deterioramento: ecco, dunque, l’idea di Parma Calcio 1913 di offrire alla curatela di Eventi Sportivi di occuparsi della manutenzione, previo la disponibilità all’utilizzo a fronte anche di un canone. E’chiaro, però, che per logiche di trasparenza correlate alle leggi fallimentari, prima di stringere un accordo del genere con il singolo soggetto che finora ha manifestato interesse, si deve offrire l’opportunità anche ad altri. Poi, ovviamente, starà al curatore scegliere l’offerta migliore.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 11:33
    Permalink

    Direttore che certezze ci sono che la proposta sia effettivamente di Parma Calcio 1913?

  • 22 Luglio 2015 in 11:58
    Permalink

    Ottimo!

  • 22 Luglio 2015 in 12:08
    Permalink

    Leggerissima…se ce ne fosse ancora bisogno…dimostrazione di “serietà” nel modus operandi in Parma Calcio 1913.
    Che si perde in poche chiacchiere e propone fatti.
    Speriamo sia di esempio…

  • 22 Luglio 2015 in 12:34
    Permalink

    ciao gabriele volevo sapere siccome ci sono piu manifestazioni di interesse oltre al parma 1913, parma 1913 avra piu preferenze -vantaggio rispetti agli altri (mi ricollego a quando il parma lottava per mantenere la b che chi la acquistava aveva vantaggio sugli altri per il centro sportivo) oppure saranno tutte sulle stesso piano isto che il parma di oggi e una societa completamente nuova.grazie saluti

    • 22 Luglio 2015 in 12:43
      Permalink

      Chi lo ha detto che ci sono più manifestazione di interesse? Per il momento sul piatto della bilancia ce n’è una sola, alias quella di Parma Calcio 1913, peraltro limitata ad una sorta di affitto della struttura (certo prodromico all’acquisto).
      Quando si andrà alle aste, tuttavia, non credo potrà beneficiare della prelazione concessa a chi avrebbe acquistato l’azienda sportiva, appunto perché trattasi di fattispecie diversa da prima.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 12:40
    Permalink

    Direttore Gianluca Di Marzio parla di un possibile ritorno di Marco Marchionni come giocatore nel nuovo Parma. Lei ha indizi in tal senso?

      • 22 Luglio 2015 in 14:00
        Permalink

        Scusi direttore ,senza voler entrare in temi troppo tecnici ma Reginaldo e Marchionni ad oggi giocano in ruoli diversi e non sono incompatibili…sono ormai anni che Marchionni gioca centrale a centrocampo mentre Reginaldo credo giochi sempre sulla fascia!

        • 22 Luglio 2015 in 15:30
          Permalink

          Ultimamente Reginaldo si stava disimpegnando nel ruolo di libero…

      • 22 Luglio 2015 in 14:06
        Permalink

        Reginaldo é nato il 31 Luglio, la notizia é scappata con 10 giorni di anticipo… AHAHAH

      • 22 Luglio 2015 in 14:38
        Permalink

        Ma Reginaldo in genere non gioca come attaccante esterno? e Marchionni era un esterno ma diventato poi centrocampista…possono coesistere in linea teorica…

        • 22 Luglio 2015 in 15:20
          Permalink

          Ma sì, era una risposta per svicolare la domanda…

          • 22 Luglio 2015 in 15:47
            Permalink

            🙂 …

    • 22 Luglio 2015 in 14:05
      Permalink

      oggi 22 luglio é il compleanno di Marchionni, secondo me a Di Marzio é suonato l’allarme compleanno e ha deciso fargli un “regalo” tirandolo in ballo con il mercato… Poi oh, sarei felicissimo di rivederlo con la crociata!

  • 22 Luglio 2015 in 12:41
    Permalink

    Assioma ha ragione, chi altri dovrebbe manifestare interesse? Il Fidenza o magari Corrado? ( MALEDETTO ROMPICOGLIONI)

    Saluti.

    • 22 Luglio 2015 in 20:27
      Permalink

      Maurizio,ASSIOMA non ha mai ragione, se pensi che ce l’abbia,hai preso un abbaglio.

  • 22 Luglio 2015 in 12:43
    Permalink

    E sempre Di Marzio dice che Morrone ha definitivamente rifiutato la proposta di giocare. Quindi presumo allenerà gli allievi.

    • 22 Luglio 2015 in 13:27
      Permalink

      Di Marzio temo che stavolta sia arrivato buon ultimo, visto che era stato lo stesso morrone lunedì sera a dirlo nel collegamento con tv parma.

      Mi resta poco chiaro, però, questo cambio di idea, dal momento che al vertice di lozzo atestino era chiaramente emerso che avrebbe giocato. Boh…

      • 22 Luglio 2015 in 14:41
        Permalink

        C’entra un pò la “presenza ingombrante” di Lucarelli?

        • 22 Luglio 2015 in 15:19
          Permalink

          Non credo. Pensavo andassero in campo entrambi: così pareva fino a scorsa settimana. Poi non avevo più seguito il caso perché pensavo, sbagliando, fosse già chiuso.

          Cordialmente

          Gmajo

          • 22 Luglio 2015 in 15:27
            Permalink

            e non potrebbe essere in questo senso proprio Marchionni a prendere le redini del centrocampo che sarebbero state di morrone?anziche pestare i piedi sulla fascia con reginaldo…

            Quindi Reginaldo sarebbe sulla barca al pari di Lucarelli?

          • 22 Luglio 2015 in 15:30
            Permalink

            Lo dicevo per dire… Era una indiscrezione apparsa sulla stampa. Ma che sia vero è tutto da dimostrare—

  • 22 Luglio 2015 in 13:00
    Permalink

    Direttore grazie in anticipo.
    Ma potrebbe farne richiesta anche le società estranee al calcio esempio una società di servizi e poi sub affittarlo? O la curatela ha stabilito solo società sportive?

    • 22 Luglio 2015 in 13:25
      Permalink

      Non saprei, anche perché la curatela, nella nota di ieri, ha specificato: “I dettagli indispensabili per la validità delle proposte saranno resi noti nei prossimi giorni sul sito dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Parma”, sicché i dettagli mi mancano…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 13:18
    Permalink

    Buongiorno direttore, poco fa volevo scrivere la mia preoccupazione per il mercato che potrà fare il parma visto le problematiche di affiliazione. Quando mio figlio che stava guardando sky mi chiama e mi dice che c’è il Parma che gioca. Ma co dit la mia risposta e lui: vieni, vieni, vado e cosa mi”tocca” vedere la finale di coppa uefa 1998/99 Parma -Marsiglia vinta 3-0. Dopo questo,cosa vuoi parlare di mercato che se ci penso non conosco nemmeno un giocatore che milita in D e per dirla tutta nemmeno in lega pro!!! Mi scuso per lo sclero ma oggi va così…..!!! Forza Parma

  • 22 Luglio 2015 in 13:27
    Permalink

    Come se niente fosse, si gioca al Tardini, allenamenti a Collecchio e fiammanti fuoriserie che sfrecciano in via Spezia.
    Secondo me sono tutti ancora sotto choc.

    • 22 Luglio 2015 in 13:29
      Permalink

      Non penso che i prossimi atleti potranno avere fiammanti fuoriserie che sfreccino in via Spezia…

      • 22 Luglio 2015 in 14:35
        Permalink

        Infatti il capitano sfreccerà con la sua Opel Mokka!

  • 22 Luglio 2015 in 14:31
    Permalink

    Direttore questa notizia, aggiunte a quelle di un interessamento x Arma e Marchionni (giocatori sproporzionati x la D), non le fanno pensare che ci sia buona probabilità di un ripescaggio il lega pro?

    • 22 Luglio 2015 in 15:21
      Permalink

      magari ci stanno anche pensando… Chissà se ne han parlato ieri sera sul Monte delle Vigne: però in D come in C non credo servano troppi prodotti strastagionati della A…

      • 22 Luglio 2015 in 15:30
        Permalink

        Direttore sono d’accordo, ma costruire una bella spina dorsale…non sarebbe cosi male…uno prende 4 o 5 giocatori di questo spessore…e vi affianca 15 giovanotti vogliosi di arare il prato….

        • 22 Luglio 2015 in 16:13
          Permalink

          Pisseri Lucarelli Marchionni Regi Pera! Mica male come spina dorsale..

      • 22 Luglio 2015 in 18:52
        Permalink

        Concordo. In molti non hanno ben presente quanto si corra in questa categoria. Balordi, ma si corre. E per me il ritiro di Morrone è una buona notizia. Reginaldo lasciatelo dov’è, per carità…

  • 22 Luglio 2015 in 15:49
    Permalink

    Una buona notizia.
    Alla luce di questo comunicato è quindi superata l’intenzione di fare un bando di vendita? Se non erro il centro era stato periziato proprio in quell’ottica ma presumo che sia stato quantificato anche un eventuale canone di utilizzo

    • 22 Luglio 2015 in 16:39
      Permalink

      mentre aspettano di venderlo almeno lo affittano e lo tengono in vita

      • 22 Luglio 2015 in 17:51
        Permalink

        E’ giusto, credevo che almeno provassero prima a venderlo.. Per Parma 1913 meglio cosi, l’acquisto non è una priorità

        • 22 Luglio 2015 in 18:03
          Permalink

          non e’ cosi. per Parma calcio 1913 (per favore chiamiamolo col suono nome) l’acquisto sarebbe prioritario, però nell’attesa delle aste al fine di assicurarne lo stato attuale di cura, ha proposto un affitto con manutenzione. poi quando ci saranno le aste partecipera’ secondo il disciplinare e i tempi stabiliti dalla curatela.
          cordialmente
          gmajo

  • 22 Luglio 2015 in 16:23
    Permalink

    Corrado sei il nulla parma odia la juve quindi ritirati hai rotto il cazzo a tutti i veri tifosi del parma e alla citta’ fuori dai coglioni non ti caga nessuno anzi hai ostacolato il lavoro di parma calcio 1913.
    Il Parma non ha bisogno di fighetti o di promesse come il maiale di carpenedolo ma di persone serie con programmi seri fuori dall
    e balle falliti.

    CRUSADER ULTRAS SUPPORTERS

  • 22 Luglio 2015 in 17:13
    Permalink

    E noi nuova guardia non abbiamo bisogno di voi VECCHIA GUARDIA
    che fino a ieri avete leccato il culo al cicciobello e al romano.
    E che non avete avuto il coraggio di andare a CARPENEDOLO…
    Siete solo dei bamboggi…
    Ora avete i Big da leccare….continuate così…
    TIFOSI DA LEGA PRO A VITA!!!

    • 22 Luglio 2015 in 17:55
      Permalink

      tel chi al terun,mo va a ca tova siochett vai a farti il bagno a mondello taro’

  • 22 Luglio 2015 in 18:14
    Permalink

    Nuova guardia sei un idiota io non ho mai leccato il culo a nessuno imbecille

  • 22 Luglio 2015 in 20:17
    Permalink

    Ma quando c’era da protestare a Collecchio tu a fare la grigliata a Carpenedolo! Un’altra tifoseria si sarebbe comportata diversamente! Sei una bambola nelle mani degli industriali! Vergognati…

    • 22 Luglio 2015 in 20:54
      Permalink

      Onestamente non ho mai capito perché a Carpenedolo si è ballato in piazza quasi a omaggiare il panzone.Questo per me è incomprendibile.
      C’è qualcuno che mi sa spiegare questa “gita fuori porta”?
      Un altra domanda
      A Carpenedolo non si doveva andare per contestare?
      Come mai ci siamo ridotti ala Fantozzi a ballare?
      MANCANZA DI PALLE?

  • 23 Luglio 2015 in 09:48
    Permalink

    MANCANZA DI PALLE!!!

  • 23 Luglio 2015 in 11:31
    Permalink

    NUOVA GUARDIA LE HAI TU LE PALLE COGLIONE SECONDO ME’ SEI UN GOBBO NON CRITICARE UNA TIFOSERIA CHE NON CONOSCI IO TIFO PARMA DAL 1974 TU CHI CAZZO SEI?
    UN ULTRAS DA TASTIERA CHE LEONE CHE SEI .

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI