PIZZAROTTI A TELEDUCATO SUL PATRONAGE CONCESSO A PARMA CALCIO 1913: “TRA PIU’ CONCORRENTI NE PASSA UNO: STA A CHI E’ ESCLUSO PRENDERNE ATTO CON MATURITA’ E SERIETA’”

PIZZAROTTI A TELEDUCATO SUL PATRONAGE CONCESSO A PARMA CALCIO 1913: “TRA PIU’ CONCORRENTI NE PASSA UNO: STA A CHI E’ ESCLUSO PRENDERNE ATTO CON MATURITA’ E SERIETA’”

Video clip tratta dalla trasmissione “Parma Europa/ Primo Piano” di Pietro Adrasto Ferraguti del 07.07.2015

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

69 pensieri riguardo “PIZZAROTTI A TELEDUCATO SUL PATRONAGE CONCESSO A PARMA CALCIO 1913: “TRA PIU’ CONCORRENTI NE PASSA UNO: STA A CHI E’ ESCLUSO PRENDERNE ATTO CON MATURITA’ E SERIETA’”

  • 8 Luglio 2015 in 13:00
    Permalink

    Ero per Corrado, però adesso mi basta avere una società per ripartire. Basta con questi tira e molla.

    • 8 Luglio 2015 in 15:30
      Permalink

      Sempre Meglio di Zerola Brillantelllo Tuttologo miami !!!!

      Meglio la Radioconferenza di Radio Nettuno dai làhahahah

      NON solo el Peso !! NON siete Nessuno !!!!

  • 8 Luglio 2015 in 13:27
    Permalink

    Oooohhh…e’ tornato il figlio prodigo…benone!!!
    Mi aspettavo una teleconferenza da “El paso”…e’ invece e’ negli studi di Teleducato…si fanno passi avanti…si si…passi avanti…

    • 8 Luglio 2015 in 14:18
      Permalink

      Set ghirardello cat si propria stupid?!?!

      • 8 Luglio 2015 in 15:30
        Permalink

        Se hai notato caro Michele (tu che sicuramente stupido non sei..) e’ proprio la chiosa inziale che ha fatto l’intervistatore…mentre lei sindaco era via…mentre lei era in America qua succedevano cose importanti…e si e’ visto tutto l’imbarazzo nel volto di Pizzarotti….
        Poi se tu vuoi vederci delle stupidate liberissimo….io continuo a credere che in un momento del genere con tutto quel che accadeva sia stata una stupidata ancor piu’ grossa starsene in America per conferenze 20 giorni…
        Neanche il ministro degli esteri (cui compete la politica estera ovviamente) sta in missione cosi’ a lungo…
        Robe da chiodi….altroche’….
        Altroche’ stupid….

        • 8 Luglio 2015 in 16:41
          Permalink

          No no. Atsi propria stupid. Mo stupid dabon.

  • 8 Luglio 2015 in 14:10
    Permalink

    Buongiorno

    Può farci qualche nome di giocatori vicini o bloccati dalla cordata?Tipo pisseri, galuppo, galli e pera?
    Ha altri nomi? Grazie mille

    • 8 Luglio 2015 in 14:27
      Permalink

      Calma, ragazzi…

      Ancora non si sa quale sarà la società, c’è stata solo ieri una prima riunione tecnica, è tutto in divenire. E poi qui mica stiamo parlando di Messi o Ibrahimovic: gente di categoria non so quanto sia conosciuto al grande pubblico che da 25 anni mastica la A…

      Comunque Pisseri mi risulta tra quelli che interessano. Sugli altri sono più accostamenti giornalistici…

      • 8 Luglio 2015 in 15:06
        Permalink

        Pisseri è molto bravo, fa l’elettricista La domenica si diletta a dare 4 calci a un pallone.

      • 8 Luglio 2015 in 17:04
        Permalink

        Pisseri per la D sarebbe un portierone, per me meriterebbe molto di più, ma se ci pensa meglio tenerlo stretto

  • 8 Luglio 2015 in 14:34
    Permalink

    Faccio presente a lei dottor Majo che fino a quando quei due se dichiarati colpeboli dalla magisttatura non saranno consegnati alla giustizia cambio in via eccezionale il mio nick mame Quando scriverò fdi quei due, mi firmero’.BOYS DOVE SONO I FORCONI?

  • 8 Luglio 2015 in 14:35
    Permalink

    Non si potrebbe invitare Corrado a far parte della società Parma 2013 ?

    • 8 Luglio 2015 in 15:42
      Permalink

      Corrado, che sicuramente ha piú soldi di me e che se volesse potrebbe farlo, non ha intenzione di cacciare la pila in prima persona. Ha altresí intenzione di gestire la pila degli altri quindi, eventualmente, bisognerebbe invitare Ricci, veccio amico di Barilla, a partecipare a Parma 2013.

    • 8 Luglio 2015 in 15:50
      Permalink

      Si certo, magari chiedendolo anche come favore..
      Ormai ha meno seguaci del partito dell’amore, non si leva di mezzo lui ci penseranno altri, seppur tramite scaricabarile

  • 8 Luglio 2015 in 14:50
    Permalink

    Fantastico..Pisseri, Pera..il mercato dei piocioni immagino farà vendere centinaia di copie della velina confindustriale. Secondo me qualcuno non ha fatto i conti con la realtà. Non siamo più agli anni 70 e la poesia delle trasferte a San Remo con pane e salame non esiste più. Ci sono state almeno 3 generazioni in mezzo e se mai i nostri illuminati industriali pensavano di fare la D generando entusiasmo solo con le loro belle facce mi sa che hanno pestato un bel merdone. A parte qualche ottuagenerio piocione,retorico e da sempre bastian contrario, 4 boys e qualche masochista amante della catarsi non li cagherà nessuno. Possono chiamare anche Brolin (se viene gratis ovvio) ma il risultato non cambia. Il progetto di risultare salvatori della patria senza spendere un cazzo mi sa tanto che è fallito.

    • 8 Luglio 2015 in 15:38
      Permalink

      Allora dilli tu i nomi visto che sei cosí furbo… Chi si deve comprare per vincere la D?

      • 8 Luglio 2015 in 15:56
        Permalink

        Sai lui è uno di quelli che aspetta messi e ibra, che il progetto è già fallito, che tutto è dovuto, che bisogna vincere il campionato di lega pro e poi quello di b.
        L’unico problema è che non staranno a casa e verranno a rompere le scatole anche al campo continuando con la solita solfa

    • 8 Luglio 2015 in 17:19
      Permalink

      Davide stai dicendo cazzate. Questa volenti o nolenti mi pare l’unico gruppo serio per fare calcio a Parma.
      Dai tempo e aspetta gli eventi(e i risultati) poi potrai parlare

  • 8 Luglio 2015 in 15:02
    Permalink

    Siete andati a Carpenedolo a ballare Era meglio ve ne andavate a cagare
    Non avete portato i FORCONI
    Perchè siete solo dei coglioni.
    Vi siete comportati da bambini
    facendo la figura dei cioccolatini
    Ora capite di aver sbagliato e non sapete cosa fare
    Ve lo dico io cosa dovete fare, andate a cagare,

      • 8 Luglio 2015 in 15:09
        Permalink

        Ragazzi, anche il mitico Gabriele si firma VELENOSO.Ha apprezzato la mia fola,

        • 8 Luglio 2015 in 15:44
          Permalink

          Non hai capito bene: firmato velenoso era il tuo commento. Non una mia sottoscrizion

          • 8 Luglio 2015 in 16:55
            Permalink

            Ma Majo lo so. lei mi sottovaluta,l’avevo capito.Certo se non rispondeba…

      • 8 Luglio 2015 in 15:19
        Permalink

        Un fine e stimato latinista….

      • 8 Luglio 2015 in 15:37
        Permalink

        Avevo letto “fermato Velenoso” e avevo gioito… peccato.

    • 8 Luglio 2015 in 15:28
      Permalink

      Velenoso tu non stai bene
      e non sto parlando del tuo calcolo al rene
      non puoi dire solo minchiate
      e sperare che vengano ascoltate
      sei come una una banderuola
      che oggi ringrazia e domani non perdona
      ti sacrificheremo in nome dei Corrado
      che tu sia per sempre fustigato
      e dacci un taglio coi piocioni
      perchè se ti cuccano ti tritano i coglioni

      • 8 Luglio 2015 in 17:25
        Permalink

        The celebrations. etc etc.etc…..ti rispondo
        Caro amico.
        Tu non capisci proprio un fico
        Il calcolo non ce l’hai nel rene
        Ma ce l’hai nel tuo pene
        l tuoi dei si chiamano Tommaso e Pietro
        OH testaquadra vade retro
        Non sai nemmeno cos’è un FORCONE
        Sei solo in bamboccione.
        Ma non hai niente da fare?
        Gallima da brodo vai a lavorare.

    • 8 Luglio 2015 in 16:33
      Permalink

      Ok, l’abbiamo capito, dovevamo andare coi forconi a Carpenedolo..e poi? Ci avrebbero fatto tirar su le balle di fieno. A me le vendette o le minacce non piacciono, nemmeno contro personaggi di bassissima lega come Ghirardi. Ora guardiamo al futuro che del passato ormai è inutile piangere recriminare e continuare ad incazzarsi. Ah tengo a precisare che non faccio parte dei Boys, né di altre forme di tifo organizzato.

  • 8 Luglio 2015 in 15:56
    Permalink

    serve per forza far parte del gruppo boys per andare a Carpenedolo?
    no perchè non ho visto forconi da nessuna parte,mica solo dai boys…

  • 8 Luglio 2015 in 16:03
    Permalink

    Majo secondo lei il giorno 17 finirà questa storia o rimanderanno ancora?

      • 8 Luglio 2015 in 16:37
        Permalink

        Ironia della sorte si e’ dimesso l’altro giorno Macalli presidente di legapro….dopo “solio” 18 anni di permanenza…faccenda questa che temo possa complicare certe operazioni..

  • 8 Luglio 2015 in 16:35
    Permalink

    Ma dato che è palese che il titolo sportivo andrà a Parma 1913 (ovviamente la lega non si metterebbe contro tutta l opinione pubblica,anche SE il progetto dei corrado FOSSE migliore),
    perchè perdere tutto quest tempo?
    E ANCHE SE non fosse così scontata la fine della storia,perchè tutto questo tempo?

    • 8 Luglio 2015 in 17:16
      Permalink

      Siamo precisi, parliamo di tradizione sportiva o eredità sportiva, poiché jl titolo sportivo del parma fc è estinto.

      La società nuova si chiama Parma calcio 1913.a

      Tutto il tempo la figc se lo è preso nel rispetto dei contendenti, ma visto che questi si erano già mossi da tempo, la cosa migliore nel rispetto di tutti, specie i tifosi e la città, sarebbe auspicabile che il presidente federale desse il via libera prima del 24.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 8 Luglio 2015 in 17:00
    Permalink

    Gabriele volendo ci sarebbero le possibilità di una fusione tra le 2 cordate,e questa fusione se veniva fatta anche con la pazza idea serie b se non con Barilla almeno con piazza c’erano possibilità di salvare la b o era comunque inutile grazie saluti

    • 8 Luglio 2015 in 17:23
      Permalink

      Acqua passata non macina più.
      Comunque era palese che non ci fosse gente smaniosa di pagare i debiti ghirardiani, sebbene assai ridotti dai curastars.
      Idealmente l’unione delle forze è preferibile alla divisione, ma trovo poco realistico fondere insieme progetti diversi tra loro e incommensurabili.
      Cordialmente
      Gmajo

    • 8 Luglio 2015 in 20:16
      Permalink

      Inutile dopo un analisi approfondita

  • 8 Luglio 2015 in 17:04
    Permalink

    SINDACO DICA ALMENO LA VERITA’ UNA BUONA VOLTA….
    COME MAI HA SCELTO PARMA 1913???
    1) HA CAPO DELLA MUNICIPALITA’ DEL COMUNE C’E’ UN AVVOCATO ASSAI FAMOSO CHE HA ACQUISTATO LE QUETE DELLA NEWCO2
    2) DUE DEPUTATI LOCALI CHE A ROMA CONTANO UN 2
    MA CHE A PARMA FANNO I LEADER HANNO ACQUISTATO LE QUOTE DELLA NEWCO2
    3) CI SAREBBE QUALORA IL PARMA 1913 CON IL RIPESCAGGIO IN C O QUANTO MENO L’ANNO PROSSIMO DOPO AVER VINTO LA D,
    LA POSSIBILITA’ DI RICHIEDERE IL FINANZIAMENTO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEL TARDINI AL CREDITO SPORTIVO…
    CREDITO STIMATO MILIONI E MILIONI DI EURO!!!
    QUANTO GODREBBE IL BIG DEI PREFABBRICATI???
    UN BARILLA CENTER E NOGOZI A GO GO…
    SINDACO NON E’ PIU’ CREDIBILE….E NON LE SIETE VOI TIFOSI
    CHE VIVETE ANCORA DI RICORDI CON SCALA CONTADINO
    AL TIMONE…

    • 8 Luglio 2015 in 17:22
      Permalink

      Mi sai dire il piano di Corrado?

          • 8 Luglio 2015 in 18:36
            Permalink

            Te sei abituato bene…con la rosy al river…
            Ma per il resto del mondo questo e’ grasso che cola…

      • 8 Luglio 2015 in 20:21
        Permalink

        Mi spiegate il progetto sportivo di parma 1913?
        no scusate il vostro progetto visto che parma 1913 nn l’ ha mai comunicato

        • 8 Luglio 2015 in 20:26
          Permalink

          Andrea taca miga a spacher gtropa il bali perché il progetto di parma calcio 1913 è stato illustrato seriamente in una conferenza stampa ben diversa da un altro comizio. Te lo riascolti per bene ed eviti di venire qui a reiterare messaggi postati 1000 volte che non stanno né in cielo né in terra.

          Un po’ va bene, ma poi il troppo storpia

          • 9 Luglio 2015 in 00:06
            Permalink

            veramente Majo, scusa se ti rompo il cazzo, ma il progetto SPORTIVO non è mai stato spiegato…va bhe, ci penserò io: B in tre anni poi entrata di un socio forte che però potrebbe anche già essere uno della cordata (detto da Piva)

    • 8 Luglio 2015 in 17:27
      Permalink

      Esercizio dietrologico nel quale non mi riconosco.

  • 8 Luglio 2015 in 17:31
    Permalink

    Il Parma é stao ASSASSINATO
    L’asassino deve essere CONDANNATO

    • 8 Luglio 2015 in 17:38
      Permalink

      Come veggente ho fatto quei riti voodoo che conosco per sapere una buona volta se a vincere saranno i MILLEPIEDI o Corrado.il responso è stato chiarissimo e se non dovessi indovinare vi do il permesso di offendermi. iIo vi garantisco che chiuderei la mia bottega di mago a Fidenza. DUNQUE VINCERANNO SICURAMENTE I MILLEPIEDI per cui possono fare il mercato che vogliono.DO QUESTA NOTIZIA SICURA NON AL 99 % ma al 100%.

  • 8 Luglio 2015 in 18:03
    Permalink

    PERCHE’ VOI LO AVETE CHIESTO A CORRADO IL PROGRAMMA??
    AVETE SOLO APPREZZATO I BUONTEMPONI DEI BIG…
    CHE DAVANTI ALLA TAVOLA ROTONDA SI SONO SEDUTI
    FUMATI UN SIGARO E HANNO INIZIATO A PIANIFICARE
    IL VERO PROGETTO PARMA 1913….
    NON QUELLO RESO PUBBLICO (CMQ SOLO PER POCHI)
    PERCHE’ SE CHIEDO AD UN TIFOSO CHE HA SGANCIATO
    I FAMOSI 500€ QUALE’ IL PROGRAMMA NON LO SA….
    RIMASTO ABBAGLIATO DAL SORRISO DEL MARCOS
    IL FERRARIS (EX DI GHIRARDI RICORDIAMOLO BENE)
    E DALLA PARLANTINA DELL’AVVUCAT PIVA L’OLI D’ULIVA..
    CON LA COMPLICITA’ DELLA GEZZETTA DEL PO’ CHE SERVE
    SOLO AD ISPIRARSI QUANDO SI VA IN TOILETTE!
    E ASSISTERE POI ALLA PRESENTAZIONE DEL PARMA 1913
    RIPETO NON ANCORA AFFILIATO E NON ANCORA CON UN
    PROGETTO SERIO DAVANTI AI TIFOSI DEL DOPO GUERRA.
    AD APPLAUDIRE IL MULINO BIANCO MANCO SE FOSSE OBAMA!
    MA QUANTO MENO AVETE CAPITO QUELLO HA DETTO??
    UN SINDACO CHE FA TUTTO TRANNE IL SINDACO…
    STA PIU’ ORE SUL PC A TWUITTARE CHE IN COMUNE..
    SIAMO DIVENTATI IL CIRCO ORFEI…D’ITALIA…

    • 8 Luglio 2015 in 18:21
      Permalink

      Dì le tue cosine senza urlare…

      (in stampatello sul web equivale ad urlare)

      • 8 Luglio 2015 in 18:38
        Permalink

        …e che contenuti poi….”la complicita’ della gazzetta che serve solo ad ispirarsi quando si va in toilette”….epico !

  • 8 Luglio 2015 in 18:16
    Permalink

    Speriamo che non scelgano venerdi 17 porta una sfiga tremenda

  • 8 Luglio 2015 in 19:29
    Permalink

    Sindaco fai solo ridere….sei un mito! Qui sono tutti dei buontemponi che fino a ieri si sono fatti inchiappettare dal duo lescano e che dora in poi si inchineranno ancora a 360 gradi.
    Godono a leggere la gazzetta godono ad ascoltare le televisioni locali godono a farsi prendere in giro. Che ci vuoi fare sono dei masochisti nati. Ci vediamo tra un anno e vedremo chi riderà ancora. Io da abbonato storico ( sono 25 anni di tesseramento) chiudo bottega. Questo calcio mi ha schifato!

  • 8 Luglio 2015 in 20:43
    Permalink

    Eh sì, dietro al Parma1913 ci sono industriali giá straricchi che vogliono arricchirsi ancora di più alle spalle dei “veri” tifosi che affluiranno in massa nel nuovo stadio con negozi e ristoranti e pagheranno profumatamente il biglietto per vedere il derby col Lentigione, e via pizze e birre, kebab e tortillas, o almeno tortafrità e lambrusch. Saranno più di 500 questi tifosi, spennati a sangue dai poteri forti, dall’UPI che porterá i soldi all’UBS con i camioncini marroni dell’UPS col beneplacito della FIGC. Dietro alla scrivania Guido Barilla col sigaro (che non respira per andar forte in bici) osserverá il monitor con gli incassi in tempo reale (real time per gli anglofoni) e che prima o poi non vorrá più condividere con gli altri piocioni soci. E poi i diritti televisivi? Slurp anche quelli, TV Parma, Telereggio, Teleducato: tutti arraffati dagli 8 pidocchiosi, insieme alla pubblicitá della pizzeria BellaPosillipo, della pettinatrice (hair styling per gli anglofili) Bruna di Pontetaro e l’idraulico Pigorini Ezio di Stradella. Speriamo vinca Corrado cavolo, che invece vuole bene al Parma e ci investirá fin da subito i 22 + 4 milioni stanziati per la B. Sarà un attimo risalire alla A e dare ai tifosi (che diventeranno oltre 1.500) ciò che meritano (?).

    • 9 Luglio 2015 in 00:06
      Permalink

      Applausi !

  • 8 Luglio 2015 in 21:11
    Permalink

    Dia x favore il progetto sportivo di 1913 chime lo espone?
    Quello vero

    • 8 Luglio 2015 in 21:15
      Permalink

      Guardati il video della conferenza.

      Ed è quello vero. Piantiamola lì con le stupide dietrologie che fan solo dei danni.

      • 9 Luglio 2015 in 07:41
        Permalink

        Li di programmi sportivi nn c’e’ traccia ma tutti parlano di programmi …..

        Danni? I danni si stanno facendo in altri modi

        Poi come conferenza stampa apprezzata da tutti avrei visto bene alcune domande ….. mai poste

          • 9 Luglio 2015 in 10:11
            Permalink

            … tra tutti i giornalisti qualche domanda diciamo scomoda si poteva fare…….
            Sono cose che tutti si chiedono o altri danno x scontato ma cosi nn e’

          • 9 Luglio 2015 in 11:35
            Permalink

            Secondo gli osservatori superficiali io avrei persino preso su anche da Barilla…

          • 9 Luglio 2015 in 10:15
            Permalink

            Nn mi faccia far polemica sul patentino….
            come in tutti i settori nn basta avere un abilitazione x dire di essere bravi nel proprio mestiere..
            e nn mi riferisco a lei.
            e nn si vive d rendita.

  • 8 Luglio 2015 in 22:35
    Permalink

    I DANNI MAIO LI FAI TU…QUANDO PARLI,QUANDO STAI ZITTO,QUANDO PENSI.SEMPRE.MAIO L’UNICA COSA CHE MI FA’ STAR BENE E’ CHE TU SEI L’UNICA COSA CHE METTE D’ACCORDO I 2 PARMA….SEI ….R I D I …..COLO

      • 9 Luglio 2015 in 08:11
        Permalink

        Fai anche ste’ cose Majo?…

  • 9 Luglio 2015 in 08:50
    Permalink

    Mah, visto l’accanimento di quell’individuo non saprei trovare altre spiegazioni…

    • 9 Luglio 2015 in 12:19
      Permalink

      In ogni caso se ancora non hai cominciato ce n’e’ a sufficienza per darsi da fare con solerzia ….e davvero non importa il livello di avvenenza della suddetta…direi che proprio non importa….

  • 9 Luglio 2015 in 21:45
    Permalink

    Ragazzi, prendiamocela con chi scrive se vogliamo, ma non con le loro vere o presunte compagne, cazzo!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI