STASERA ALLE 21 SU TELEDUCATO TORNA CALCIO & CALCIO PIU’. IN ARCHIVIO LA SIGLA-TORMENTONE CON L’ANDIAMOCELA A RIPRENDERE DI LEONARDI. GUARDA IN ANTEPRIMA LA NUOVA CON BARILLA & C

image(Evaristo Cipriani) – “Stasera h 21 Calcio & Calcio Più, Teleducato, diretta. In archivio profetica sigla “Buoni&cattivi” con P. Leonardi protagonista. Nuova sigla”. A rilanciare così la ripresa della trasmissione del giovedì di Teleducato è stato questa mattina su Twitter il conduttore Michele Angella, informando dunque come si appresti ad andare in archivio la sigla-tormentone della stagione 2014/15. Una sigla profetica in cui era stato scelto uno spezzone di una conferenza stampa dell’ex plenipotenziario crociato Pietro Loenardi, poco prima dell’inizio del campionato, in cui lo stesso Leonardi rilanciava l’incauto slogan dell’andiamocela a riprendere e sottolineava “l’incazzatura” sua e di tutto l’ambiente per la mancata concessione della Licenza Uefa. “E’ stato un modo per mettere in risalto la tracotanza e i toni un po’ grezzi di quella gestione – dice ora a  stadiotardini.it  Angella – che aggiunge “la sigla non piacque all’interessato e ci furono pressioni sul nostro direttore Pietro Ferraguti per bloccarne la messa in onda dopo la prima puntata, ma abbiamo resistito”.
“Qualcuno ci ha scritto
– racconta ancora Angella che la sigla ha portato sfortuna, in realtà per noi era un modo per far suonare, con il nostro stile un po’ ironico, un campanello di allarme e per mettere in correlazione parole e fatti”.  Piuttosto chiaro anche il imagesignificato del “Buoni & Cattivi” di Vasco Rossi usato come colonna sonora: “Il Parma di Ghirardi e Leonardi aveva diviso il mondo in due, i buoni e i cattivi, gli amici e i nemici, dove i cattivi e i nemici erano semplicemente coloro che magari ogni tanto muovevano qualche critica e non se le bevevano proprio tutte, speriamo che il nuovo corso del Parma sia più aperto, dialogante e senza permalosità, anche se una delle due società in corsa per l’affiliazione alla Figc, ossia Magico Parma dei Corrado, ha già dato segnali poco imageconfortanti in tal senso, prendendosela con il mondo intero e riservando ai giornalisti, specie al vostro direttore Gabriele Majo, attacchi degni del peggiore Ghi-Leo”.  La nuova sigla (ancora grezza e al netto delle grafiche), con la voce di Emma che canta Amami e le immagini della conferenza stampa di ieri di Parma Calcio 1913, con Guido Barilla, Nevio Scala, Marco Ferrari & C. è svelata in anteprima e in esclusiva ai lettori di StadioTardini.it.  Calcio & Calcio Più sarà in onda da stasera, ogni giovedì, alle 21 in diretta fino a fine luglio. La trasmissione del lunedì, dopo la puntata da record di ascolti del 22 giugno, è andata invece in vacanza. Evaristo Cipriani

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA GOGNA RISERVATAMI DAI CORRADO’S E’ PEGGIO DI QUELLA DI GHIRARDI QUANDO MI BOLLO’ NEMICO DEL PARMA. MA GIOVANNI, AL CONTRARIO DI TOMMASO, ALMENO MI HA POI CHIAMATO PER SCUSARSI

GHIRARDI: “MAJO, LEI E’ PERSONA SGRADITA E UN NEMICO DEL PARMA, PERCHE’ HA INTENTATO UNA CAUSA PER ARRICCHIRSI”

CALCIO & CALCIO / SOSTITUZIONE: ESCE TOTO’ ENTRA LEONARDI. L’ “ANDIAMOCELA A RIPRENDERE” E IL “SONO INCAZZATO” DEL PLENIPOTENZIARIO NELLA NUOVA SIGLA DEL TALK SHOW DI TELEDUCATO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

34 pensieri riguardo “STASERA ALLE 21 SU TELEDUCATO TORNA CALCIO & CALCIO PIU’. IN ARCHIVIO LA SIGLA-TORMENTONE CON L’ANDIAMOCELA A RIPRENDERE DI LEONARDI. GUARDA IN ANTEPRIMA LA NUOVA CON BARILLA & C

  • 2 Luglio 2015 in 16:09
    Permalink

    che figa!

  • 2 Luglio 2015 in 16:20
    Permalink

    Adesso Corrado si lamenterà che teleducato parteggia per Parma Calcio 1913. Quando vi farà pervenire la sua lamentela, mandatelo affanculo anche da parte mia.

  • 2 Luglio 2015 in 16:29
    Permalink

    Era ora! 😀

  • 2 Luglio 2015 in 16:29
    Permalink

    Visto che chi di dovere non ha ancora preso una decisione trovo la sigla un pó partidaria e sopratutto spero che non porti sfiga.
    Detto questo sono felice che torni calcio & calcio ma quello che mi preoccupa é se riusciró ancora a vedere la webregistrazione su stadiotardini.it.
    Non me ne voglia Angella che stimo ed apprezzo ma in questi mesi di delirio totale é stata fondamentale la presenza di giornalisti come Majo, persone che mettendoci molto del loro sia fisicamente che economicamente si sono distinti tra le 1000 telecamere che ronzavano nella nostra cittá ma temo possano “non sopravvivere” con il parma nei dilettanti.
    La loro presenza, dicevo, é stata fondamentale per noi poveri tifosi in primo luogo per capire cosa realmente stava accadendo alla nostra squadra del cuore ma anche per apprendere cos’é il giornalismo vero, quello fatto lontano dalle grandi industrie dell’informazione, quello fatto per passione e con passione.
    Quindi caro direttore ti chiedo, nel limite del possibile, di illustrarci i tuoi piani futuri e di permetterci di aiutarti in quello che potremo. Sparpagliati nei vari articoli di questo sito ci sono molti post in cui i lettori di questo giornale on-line si offrono in un modo o nell’altro di aiutarti, comunicaci per favore quali sono i tuoi principali problemi e insieme cercheremo di saltarci fuori.
    Forse mi son lasciato contagiare dall’insiememania della confernza di ieri ma che l’unione faccia la forza non é certo una novitá.

    • 2 Luglio 2015 in 20:10
      Permalink

      Grazie Simone. Bisognerebbe trovare un avvocato Piva della situazione in grado di raccogliere tutte le manifestazioni di interesse al sostegno di questo sito e insieme costruire una base allargata: editori popolari amici di stadiotardini.it potrebbe essere la compagine. Però vorrei che fosse un movimento spontaneo che si forma da solo senza dover essere io in prima persona a dovermene occupare non avendone né il tempo né le capacità di farlo. Io ho manifestato l’esigenza: quella, cioè, che il sito possa offrire una sostenibilità a chi lo cura, perché con la sola passione (che certo non manca) non si campa.

      Grazie delle tue parole

      Un abbraccio

      Gmajo

      • 3 Luglio 2015 in 01:17
        Permalink

        Direi che se c’è un avvocato tra i lettori o qualcuno che sappia muoversi nella direzione indicata da Majo, si faccia avanti senza fare il timido 🙂

    • 3 Luglio 2015 in 01:10
      Permalink

      Bravissimo…siamo tutti contagiati positivamente dalla conferenza stampa al tardini, ma anche sinceramente consapevoli della necessità di salvare il patrimonio rappresentato da stadiotardini…soprattutto ora che il tramonto della B rende tutto più complicato. Cmq insieme si può fare molto!

  • 2 Luglio 2015 in 16:32
    Permalink

    Era ora ! Quella sigla non si tollerava…

  • 2 Luglio 2015 in 16:34
    Permalink

    Ma la cordata Upi ha già ricevuto ufficialmente l`affiliazione dalla Figc? No perché tra la conferenza di ieri e questa cosa…probabilmente hanno canali di informazione privilegiati visto che la figc non ha fatto comunicati

    • 2 Luglio 2015 in 20:06
      Permalink

      Abbiamo dedicato un articolo noi stessi alla revoca della affiliazione del Parma FC che ogni addetto ai lavori (non so i Corrado) sapeva perfettamente sarebbe arrivata attorno al 30 giugno, essendo inevitabile dopo il fallimento. E quindi ci si è mossi di conseguenza nel rispetto di scadenza note.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 2 Luglio 2015 in 16:38
    Permalink

    direttore facendo questa sigla il signor corrado si offenderà raccontandole una barzelletta che non farà ridere

    • 2 Luglio 2015 in 17:27
      Permalink

      Vabbe che tutte le colpe debbano ricadere su di me, ma la sigla di calcio e calcio non opera mia.

      Cordialmente
      Gmajo

      • 2 Luglio 2015 in 17:31
        Permalink

        ….e meno male….

  • 2 Luglio 2015 in 16:47
    Permalink

    questa è una sigla l’altra era orrenda

  • 2 Luglio 2015 in 17:21
    Permalink

    Un po’ prematura come sigla però eh a mio parere… qui tutti danno per sicura “vincente” Parma 1913, anch’io in effetti, però aspetterei ancora un momentino.
    Speriamo non porti sfiga come l’altra…

  • 2 Luglio 2015 in 17:25
    Permalink

    era ora! 🙂

  • 2 Luglio 2015 in 17:46
    Permalink

    c’entra poco con questo argomento ma non so dove piazzare l’informazione:
    Come anticipato in un post anteriore ho contattato Jonathan Greci autore di un testo trascritto nell’articolo “LA TESTIMONIANZA / PERCHE’ HO COMPRATO LE QUOTE DEL PARMA CALCIO…” per avere informazioni a riguardo dell’azionariato diffuso. Dopo lo scambio di informazioni dell’altro giorno oggi mi ha scritto il seguente messaggio che credo interesserá a molta gente.
    “ciao, ho creato questo modulo temporaneo (non vincolante ovviamente) per raccogliere gli interessati. se vuoi puoi compilarlo e riceverai poi tutte le info”
    https://docs.google.com/forms/d/1d58iwMDDto0so4l7y4i3bnHg6z7dW9gm0h5E1f2iQCM/viewform?c=0&w=1

    • 2 Luglio 2015 in 18:17
      Permalink

      Perfetto. Poi vedrò di coordinarmi anch’io con lui per affidargli, se vorrà, il compito di tenervi aggiornati tramite stadiotardini.it

    • 3 Luglio 2015 in 01:23
      Permalink

      Grazie mille dell info 🙂

  • 2 Luglio 2015 in 17:54
    Permalink

    Secondo me invece la vecchia è stata un colpo di genio e una giusta presa per i fondelli

    • 3 Luglio 2015 in 01:19
      Permalink

      Anche a me piaceva!

  • 2 Luglio 2015 in 18:06
    Permalink

    pare che l’infante abbia consegnato la busta alla sede regionale della figc con la richesta di affiliazione,ma quanto gli piace portare le buste oh

    • 2 Luglio 2015 in 18:09
      Permalink

      trovasi in via alcide de gasperi a bologna,contattare subito ghirardello per il comitato di accoglienza

      • 2 Luglio 2015 in 18:18
        Permalink

        manenti manco all’esselunga ahahah

    • 2 Luglio 2015 in 18:18
      Permalink

      Speriamo che anche stavolta sia condizionata

  • 2 Luglio 2015 in 18:21
    Permalink

    chi c’e’ stasera da l’ancella ? voglio dire il divisore fra te e boni,
    stasera si stappano bocce di champagne ….
    chcche’ se ne dica

    • 2 Luglio 2015 in 20:03
      Permalink

      sempre nel lecito…

      Cmq non ho idea di chi abbia scritturato il dottor lancella…

  • 2 Luglio 2015 in 18:29
    Permalink

    Direttore mi sono fatto una teoria sulla scelta di Barilla di entrare a titolo personale e non con l’azienda, leggendo altre interviste in cui diceva che gli hanno sconsigliato di entrare nella cordata del Parma e considerando che il figlio che ha giocato con i Giovanissimi questo anno è il suo, non pensa che i sui fratelli non fossero d’accordo con Guido e quindi non hanno voluto entrare con l’azienda?

    • 2 Luglio 2015 in 20:02
      Permalink

      Non penso che il problema siano i fratelli, quanto non creare alcun tipo di turbativa all’interno dell’azienda con questa sua scelta, che, secondo la mia interpretazione, lo rende anche più libero di investire come meglio crede.

      Cordialmente

  • 2 Luglio 2015 in 18:31
    Permalink

    Ma i Corrado quando decidono di dare forfait? stanno diventando imbarazzanti e fastidiosi togllietegli i social network per favore.
    Ieri alcuni che ci mettono i soldi erano in conferenza stampa e degli altri sono stati fatti nomi e cognomi in totale trasparenza.
    I Corrado sono presi dal delirio di onnipotenza in stile Lotito con la differenza che non ci mettono manco loro il denaro.
    FIGC non renderti scandalosa per una volta nella tua esistenza.

  • 2 Luglio 2015 in 18:40
    Permalink

    Grazie x non aver pubblicato il mio commento

    • 2 Luglio 2015 in 19:07
      Permalink

      Ce ne sono circa 50 in giacenza alcuni dei quali da stamani. Se ha la compiacenza di attendere prima o poi troverà soddisfazione. Purtroppo non sono nembokid…

  • 2 Luglio 2015 in 19:47
    Permalink

    Penso di immaginare le parole del Leo per questo cambiamento:
    “Mi hanno cambiato la sigla e per questo sono incazzato! E questa rabbia la trasmetto alla gente: e per questo dico Andiamocela a riprendere… Io sono ancora incazzato: può darsi che a qualcuno gli è passata, a me non me passa! Perciò sono incazzato, e con me è incazzato il Presidente, con me sono incazzati i giocatori, e spero che siano incazzati, sempre nel lecito, checché se ne dica, tutti i nostri tifosi!”

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI