TAVECCHIO NON HA ANCORA DECISO CHI SARA’ L’EREDE DELL’ESTINTO PARMA F.C. PERCHE’ MAGICO PARMA NON HA ACCOMPAGNATO LA RICHIESTA DI AMMISSIONE CON L’ASSEGNO DI 300.000 EURO

(gmajo) – Se il presidente federale Carlo Tavecchio non ha ancora deciso chi sarà l’erede dell’estinto Parma F.C. è perché Magico Parma non ha (ancora) accompagnato la richiesta di ammissione alla serie D con il previsto assegno circolare di 300.000 euro non trasferibile intestato alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, a titolo di contributo ex art.52, comma 10 delle Noif, A confermarlo a StadioTardini.it, nel corso della serata di ieri, durante una conversazione telefonica informale, è stato lo stesso Giovanni Corrado, il quale, a nostra specifica richiesta al riguardo, ha spiegato come il termine per il versamento di quella somma, previsto dalla missiva pervenuta al sindaco dalla FIGC e poi girata agli interessati siano le ore 12 del 24 luglio 2015.
imageIl versamento di detta somma, tuttavia, è parte integrante della richiesta di ammissione: senza quel versamento, dunque, la documentazione è da intendersi incompleta e per questo motivo, la FIGC (meglio: il presidente federale, cui compete l’onere della decisione d’intesa con il presidente della LND) non ha potuto scegliere in anticipo sui tempi previsti (appunto il 24 luglio), benché Tavecchio avesse dichiarato alla Gazzetta di Parma che avrebbe deciso entro oggi, massimo entro lunedì 20 luglio.
imageL’altra cordata, Parma Calcio 1913, alla nostra medesima domanda circa la completezza della domanda presentata agli organi federali preposti, per ottenere l’ammissione della proprietà società al campionato nazionale di serie D (stagione sportiva 2015/16, ai sensi dell’art.52, comma 10 delle N.O.I.F.) in rappresentanza della città di Parma, ci ha fatto pervenire in serata la seguente risposta scritta, corredata da copia della documentazione inviata a firma del presidente Nevio Scala: “Per quanto ci riguarda, Parma Calcio 1913 conferma che tutta la documentazione richiesta – incluso il relativo assegno circolare – è stata consegnata a Roma il 9 luglio, come da verbale di deposito allegato e anticipata via PEC l’8 luglio”.
Che il 24 luglio fosse il termine ultimo per la presentazione della imagedomanda (completa in ogni sua parte, versamento dell’assegno circolare da 300.000 euro incluso) era noto già dal 6 luglio scorso, allorché le due compagini aveevan ricevuto, tramite il Comune di Parma, la circolare prot. 118/SS 15-16 dalla segreteria federale della FIGC, tuttavia se, come apparso sugli organi di stampa, entrambe le candidate, e non solo una come è avvenuto, avessero inoltrato la domanda completa (anche dei 300.000 euro) in anticipo sui tempi, una decisione sulla iscrizione in serie D sarebbe potuta arrivare prima (non a caso Tavecchio, alla Gazzetta di Parma, aveva riferito che avrebbe deciso il 17 luglio, massimo il 20): ma sic stantibus rebus non rimane che attendere i termini previsti sulla circolare (il 24 luglio). A meno che Magico Parma non decida prima di completare la propria domanda con l’assegno circolare previsto da 300.000 euro.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL CONSIGLIO FEDERALE DI VENERDI’ 17 E’ TERMINATO, MA NON RISULTA PRESA ALCUNA DECISIONE SULLA EREDITA’ SPORTIVA DEL PARMA FC. PERCHE’ ?

SCARAMANZIA / IL CONSIGLIO FEDERALE NON SOLO E’ FISSATO PER OGGI, VENERDI 17, MA L’ORARIO DI INIZIO E’ LE 13…

TAVECCHIO ALLA GAZZETTA DI PARMA: “PRENDEREMO LA DECISIONE SU QUALE SQUADRA DI PARMA GIOCHERA’ LA SERIE D VENERDI 17. O AL MASSIMO LUNEDI 20”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

135 pensieri riguardo “TAVECCHIO NON HA ANCORA DECISO CHI SARA’ L’EREDE DELL’ESTINTO PARMA F.C. PERCHE’ MAGICO PARMA NON HA ACCOMPAGNATO LA RICHIESTA DI AMMISSIONE CON L’ASSEGNO DI 300.000 EURO

  • 18 Luglio 2015 in 04:47
    Permalink

    E’ una vergogna!

  • 18 Luglio 2015 in 06:53
    Permalink

    Buongiorno Direttore, mi scusi, ma se i termini della presentazione sono entro il 24/07/2015, come può Tavecchio esprimersi prima? Non potrebbe un ipotetico nuovo soggetto presentare tutta la documentazione, il 24/07/2015 alle 11:59:00??
    Oppure il limite temporale è riferito solo al l’assegno circolare di 300.000,00 €??
    Ed infine potrebbe Tavecchio interpretare come una rinuncia, l’invio di tutta la documentazione senza il previsto assegno?
    Grazie

    • 18 Luglio 2015 in 09:52
      Permalink

      La missiva federale contenente la possibilità di sostituire il defunto Parma FC è stata inviata dal sindaco ai soli due soggetti che avevano manifestato interesse in quel senso cioè Magico Parma e Parma Calcio 1913. Quindi escluderei la possibilità di inserimento di un terzo in extremis.

      Appunto sapendo che i soggetti erano due si sarebbe potuto anticipare i tempi previsti (il 24 luglio) se con fair play entrambe avessero completato la procedura di iscrizione prima, del resto come mi sembrava, leggendo gli articoli di stampa, avrebbe potuto accadere.

      I fatti dimostrano che il 9 luglio Parma Calcio 1913 aveva già depositato tutto, 300.000 euro incluso, mentre ieri sera, Giovanni Corrado a me ha detto che i 300.000 euro Magico Parma non li aveva messi, perché, appunto, c’era tempo sino al 24.

      Il limite temporale del 24 luglio è relativo alla domanda completa (e per completa si intende anche il versamento di 300.000 euro).

      Non penso che Tavecchio possa fare interpretazioni di quel tipo. Certo non avrebbe senso una domanda senza il previsto assegno…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 18 Luglio 2015 in 06:55
    Permalink

    La domanda da porre ai Corrado sarebbe: “Perchè non è stato ancora dato questo assegno circolare?”
    Non è un’operazione complessa.

      • 18 Luglio 2015 in 08:01
        Permalink

        chiedo scusa, ora sono un po’ più sveglio ed ho letto meglio.

      • 18 Luglio 2015 in 09:07
        Permalink

        Beh Majo per dirla in stile Juventino-Corradiano: “Gombloddo!!!”

  • 18 Luglio 2015 in 07:22
    Permalink

    C’è solo da dirti grazie direttore per questo preciso chiarimento e precisazione. Inoltre mi viene proprio da dire Corrado VATTENE!

    • 18 Luglio 2015 in 09:46
      Permalink

      Grazie. Quello che è strano è la estrema naturalezza con cui ieri sera, quando mi aveva chiamato, Corrado mi aveva candidamente ammesso di non avere messo i 300.000 perché secondo lui non dovuti, quando è palese, leggendo la lettera di figc/sindaco che i quattrini andavano messi contestualmente alla domanda. Certo lui ha ragione nel dire che vanno messi entro il 24, ma è palese che così non si snelliva di certo l’operazione accelerando i tempi rispetto a quelli indicati.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 18 Luglio 2015 in 11:03
        Permalink

        “non dovuti” mi ricorda un po’ qualcuno che giusto un anno fa diceva la stessa cosa riguardo la non ammissione alla EL
        Ma a parte questo ormai mi sembra chiaro a tutti che i corrado sapendo che perderanno l’affiliazione stanno intralciando il più possibile l’altra cordata… i li chiamerei dispetti infantili di un bambino viziato ma che prima o poi sbatterà contro un muro che lo riporterà alla realtà delle cose…

  • 18 Luglio 2015 in 07:32
    Permalink

    Questi Corrado ci stanno facendo solo perdere tempo prezioso, non riesco a capire la loro strategia .. Fossi nel
    Sindaco li pregherei gentilmente di farsi da parte

  • 18 Luglio 2015 in 08:01
    Permalink

    Quindi neanche lunedì sapremo qualche cosa se Corrado non invia l’assegno in questo week end?

    • 18 Luglio 2015 in 09:43
      Permalink

      C’è la convinzione, nell’ambiente, che comunque Tavecchio voglia decidere il 20, ma glia vvocati federali starebbero frenando. In effetti leggendo le carte non vorrei che una eventuale decisione in anticipo rispetto ai tempi indicati possa poi avere complicanze come ricorsi etc…

      • 18 Luglio 2015 in 13:10
        Permalink

        sì, ma un eventuale ricorso di Magico Parma non farebbe che confermare l’intento esclusivamente “disturbatore” di questa pseudo-cordata che, francamente, inizia davvero a stare antipatica (per non dire peggio) a tutti
        quanto a Corrado Jr, fa quasi tenerezza questa improvvisa love story che sta intrattenendo con lei (Majo), che è rimasto l’unico a concedergli (inutilmente, mi verrebbe da dire) spazio

        • 18 Luglio 2015 in 13:13
          Permalink

          Io non concedo spazio. Io, come mio esplicito dovere di giornalista professionista, raccolgono informazioni e diffondo notizie. E alle volte chioso con dei commenti. Io sento volentieri tutti, perché ho sete di notizie e informazioni da veicolare al pubblico.

          Cordialmente

          Gmajo

  • 18 Luglio 2015 in 08:45
    Permalink

    gabriele perdiamo ancora tempo sta diventando una barzalletta.

  • 18 Luglio 2015 in 08:46
    Permalink

    Che stress infinito… Aspettiamo e aspettiamo…e respiriamo…comunque tutto questo è assurdo…

  • 18 Luglio 2015 in 08:46
    Permalink

    GOBBO DI **** ! VATTENE DA PARMA

  • 18 Luglio 2015 in 08:50
    Permalink

    No la risposta non c’è. O meglio è una risposta parziale (“perché potevo mandare l’assegno dopo”), cui avrebbe dovuto seguire una domanda sulle motivazioni che spingono a rimandare la costruzione di una squadra. Perché il succo è questo, non le noif.
    Cordialmente

    • 18 Luglio 2015 in 09:39
      Permalink

      Ieri sera, quando GioCorrado mi ha telefonato, mi aveva tenuto una lezioncina per spiegarmi che i soldi non andavano versati adesso, ma che avrebbero dovuto esser versati dopo.Lui mi diceva che bastavano i 50.000 già messi, anche perché poi si trattatava di vedere all’atto della iscrizione se mettere i 300.000 per la D, i 100.000 per l’eccellemza, o niente per gli altri campionati dilettantistici minori. Una volta letta la lettera di FIGC/sindaco a me è parso chiaro, invece, che se volevi snellire la procedura (cioè prima del 24) avrebbe dovuto versare i 300.000 contestualmente alla domanda.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 18 Luglio 2015 in 13:41
        Permalink

        Grazie. Allora o’è ignoranza o è malafede. Spero – ma neanche tanto – nella prima….
        Vecchioalle

  • 18 Luglio 2015 in 08:52
    Permalink

    Bravo Majo. Ottimo articolo.

  • 18 Luglio 2015 in 08:53
    Permalink

    Aggiungo che in tutto questo a farci una figura da pover’uomo ( cui peraltro non è nuovo) è l’ ineffabile presidente federale…

  • 18 Luglio 2015 in 09:06
    Permalink

    Ovvio che se i Corrados avessero ancora una minina volontà  di aggiudicarsi la scelta, avrebbero la stessa necessità dei competitor di ottenere una rapida decisione, per organizzare la squadra.
    Evidentemente si sono arresi da tempo ed ora il loro unico lucido progetto, con cattiveria e rancore, è  di sabotare il futuro del Parma calcio e della città. Vogliono soltanto , soltanto “avvelenare i pozzi”. 
    Lascio ogni commento ai loro sparuti residui fans.
    La città  è  tollerante e potranno impunemente continuare a pavoneggiarsi per le vie del centro, ma non  credo che il male che già  hanno fatto e che sembra vogliano continuare a fare possa essere facilmente dimenticato.

  • 18 Luglio 2015 in 09:11
    Permalink

    Majo gliela manderò un poco diversa ma quella battuta su quel presunto giocatore del Parma che dovrebbe arrivare Christo è troppo riuscita. L’ho raccontata e stanno ancora ridendo. Cerchero’ di smussarla un poco anche se non penso fosse offensivaLei che l’ha letta cosa ne pensa?Cavolo potevo raccontargliela ieri sera….

  • 18 Luglio 2015 in 09:13
    Permalink

    I conti della serva per la serie c : 300 mila per affiliarsi, 500 mila per il ripescaggio, 600 mila la fideiussione e poi 3 milioni almeno per fare una squadra per salvarsi. Sicuri che qualcuno c’è li mette questi soldi?

  • 18 Luglio 2015 in 09:15
    Permalink

    Buongiorno Majo, se pensassi che Corrado, consapevole di non essere scelto, stesse ritardando il pagamento solo per complicare le cose agli altri, una sorta di ripicca, sarei un cinico oppure a pensar male a volte si azzecca?

      • 18 Luglio 2015 in 10:21
        Permalink

        …di presunzione…….

      • 18 Luglio 2015 in 10:58
        Permalink

        Direttore se fosse un errore allora nella telfonata avrebbe affermato di procedere immediatamente all’emissione del circolare, cosa che non le ha detto

        • 18 Luglio 2015 in 13:45
          Permalink

          Ho letto l’articolo di Parma Fanzine su questa vicenda e vedo che riporta l’interpretazione, per me errata, dei Corrado’s (anche se Fabris non la attribuisce a loro direttamente, accennando a non meglio specificati “altri”) secondo cui i 300.000 euro (per l’interregionale) o 100.000 euro (per l’Eccellenza) potrebbero essere versati dopo. Ma io credo che non ci sia tanto da interpretare quando l’elenco dei requisiti è chiaro ed evidente e si legge, come abbiamo pubblicato nell’articolo con tanto di foto in evidenza, che in caso di domanda questa debba essere completata dall’assegno. A parte che non bisogna complicare le cose semplici: è vero che Corrado ha tempo sino alle 12 del 24 luglio, e questo nessuno lo nega, ma se il 10 luglio alla Gazzetta di Parma parla di dichiarazione completata e inviata, e il 17 si scopre (ed è lui stesso ad averlo ammesso parlando con me) che non ha versato l’assegno la domanda è incompleta. Insomma: per snellire la pratica e consentire alla Figc di decidere prima, la sua domanda avrebbe dovuta essere completa. Cosa che non la era. Magari la completa ad andare al 24, ma è palese che non ha fatto nulla per sveltire la cosa.
          Cordialmente
          Gmajo

    • 18 Luglio 2015 in 10:35
      Permalink

      Pensare male in questo caso potrebbe essere lecito??? Non mi piace niente il loro modo operanti…se uno è serio è vuole fare la squadra lo vuole fare nei termini più veloci possibili per cui domanda con tutto allegato.
      Non mi ricordo bene ma prima del prolungamento al 24 che era stato inoltrato il lunedì-martedì alle rispettive cordate la scadenza era in quei giorni per cui uno avrebbe dovuto avere tutto comunque pronto.
      Un modo di fare dei Corrado’s che non mi piace per niente.

    • 18 Luglio 2015 in 11:16
      Permalink

      Sospetto più che legittimo a questo punto!!

      avrebbero dovuto avere tutto l’interesse come gli altri ad accelerare i tempi…almeno provarci.

      La spiegazione è “cavillosa”

  • 18 Luglio 2015 in 09:23
    Permalink

    Questo Corrado lo detesto in modo acuto.FA DI TUTTO PER RALLENTARE.Sa che la cordata MILEPIEDI l’ha surclassato e vinto e cerca di fare ostruzionismo per penalizzare Parma Calcio 1013. Corrado non vincerà mai ma se TAVECCHIO dovesse dare ai CORRADO’S l’affliliazione io giuro che l’abbonamento non lo faccio per una ragione semplice. SE CORRADO VINCESSE SIGNIFIcHEREBBE SOLO UNA COSA. Ci verrebbe imposta una proprieta DALL’ALTO CHE NOI NON VOGLIAMO e allora se il calcio è questo,SE LO TENGA TAVECCHIO.

    • 18 Luglio 2015 in 14:44
      Permalink

      Velenoso vado a riprendermi i tuoi commenti in cui Corrado era il numero 1 dell’universo e i millepiedi la feccia del mondo? Anche se i miei preferiti erano quelli in cui dicevi che ti saresti eclissato…

      • 18 Luglio 2015 in 15:51
        Permalink

        Ma io cambio opinione, non sono COME TE, un pecorone un testardo e un “grammi 4,8″.Nessuno ti ha mai detto che se fai cazzate passi dalla ragione al torto? Corrado ha fatto questo.
        KNon hai mai pensatoto a
        questo? Presumo di no ma dimentocavo tu sei un ” grammi 4,8″ hai la sindrome da gallina da brodo. NON SCAPPO, deca, tu invece nasconditi nel vaso e poi fai che qualcuno tiri l’acqua….

        • 18 Luglio 2015 in 19:23
          Permalink

          Cambiare opinione è lecito. Magari non ogni 5 minuti.

          • 19 Luglio 2015 in 10:26
            Permalink

            Si cambia v opinione anche alla velocità dela luce se la situazione cambia…..alla velocità della luce

  • 18 Luglio 2015 in 09:30
    Permalink

    Come volevasi dimostrare, ce n’è sempre una!
    Comunque quella di magico parma è una mossa alla Manenti!
    Non c’è uno straccio di prova che stiano facendo operazioni per l’ingaggio di giocatori o di membri dello staff, non hanno versato l’assegno, l’unica prova concreta di vita è data dai loghi provvisori.
    Attenderanno il 24 per presentare una busta con le loro condizioni non conformi come al solito? Perchè si comportano cosi? A chi giova?
    Basta con sti giochini non se ne può più!

  • 18 Luglio 2015 in 09:41
    Permalink

    i Ma.Gi.Co’s anzichè trovare popolarità trovano dei gran accidenti. si ritirino dalla competizione e passino delle serene domeniche davanti a Sky a guardare i gobbi. L’arroganza e la presunzione di legare l’acronimo di famiglia alla città di Parma va punito. Fora da’l bali

  • 18 Luglio 2015 in 09:43
    Permalink

    Secondo me la strategia di Tavecchio è quella di far passare tempo,per poi decidere di dare l’affiliazione a Corrado….è risaputo che è dalla loro parte….non c’è altro motivo….

    • 18 Luglio 2015 in 09:53
      Permalink

      Se legge bene l’articolo penso capirà che la strategia non è tanto di Tavecchio…

    • 18 Luglio 2015 in 11:20
      Permalink

      Questa volta non c’entra Tavecchio, su dai!!!
      Concordo con Moontalk… e richiedo: a chi giova ?

      • 18 Luglio 2015 in 12:32
        Permalink

        O forse ci sarebbe da chiedere:
        A chi NON giova?

  • 18 Luglio 2015 in 09:57
    Permalink

    Io comunque la smetterei di dare del gobbo o dello juventino di m a Corrado. Ho quasi la sensazione che sia questo aspetto a dar fastidio più del fatto che stiano facendo perder prezioso tempo al Parma che verrà. Fosse stato tifoso della Fiorentina, credo che tanti tifosi crociati avrebbero avuto da ridire sul suo ostruzionismo e non sulla sua juventinità. Ma si sa: l’unico problema degli italiani non è la mancanza di lavoro, le corna della moglie o della fidanzata, l’associazione da pagare, ma la Juventus. Vabbè…

    Essendo Corrado un uomo portato dalla federazione, mi vien da pensare che chi meglio di lui poteva conoscere l’iter per essere ammessi alla D? Ergo, non vorrei che queste sue manovre ostruzionistiche altro non fossero che manovre federali. Fatte con uno scopo che a me però risulta ancora oscuro, specie se si considera che a Lega, Federazione e via dicendo abbiam salvato le chiappe continuano a scendere in campo durante la scorsa stagione. Insomma, ci dovrebbero un favore, quelli.

    • 18 Luglio 2015 in 16:54
      Permalink

      caro Luca, io penso Che a dar noia alla gente sia lo stile agnellesco e berlusconiano che ha contraddistinto la loro linea guida. Torbida come la palude e fine come la carta-vetrata.
      Poi corrado Giuseppe a Wembley vorrei vedere se c’era veramente Mercoledi 12 maggio 1993 o se il suo cartellino è stato timbrato in barilla tal giorno…..
      Tu sei libero di dare credito a chi vuoi ma qua è palese che ci troviamo nelle mani di gente “inesperta” (per non dire altro) come Giovanni Corrado e cinici come Giuseppe Corrado.

    • 18 Luglio 2015 in 18:58
      Permalink

      Anche a me sembrano manovre federali, sembra quasi che nei piani alti abbiano paura della struttura solida di Parma 1913 e della presenza nella cordata di G. Barilla. Insomma, il Parma, per il palazzo, deve essere una piccola senza velleità e senza ambizioni, che possa sottostare alle logiche delle grandi senza rompere i così detti..

    • 18 Luglio 2015 in 19:52
      Permalink

      @Luca Russo l’altro giorno hai paragonato il Parma ai gobbi dicendo ‘capiremo come sarà essere la Juventus, nel senso di essere la squadra da battere’ e adesso ti concentri sul fatto che la gente attacca i Corrado più per la loro gobbaggine che per il loro ostruzionismo. Non posso sapere il perché di questo tuo atteggiamento benevolo nei confronti della squadra che ricordiamo ci ha privato di uno scudetto ma una cosa la so per certo, un vero tifoso del Parma non scrive queste cose. E in tutta onestà mi hai anche stufato.

      • 19 Luglio 2015 in 00:07
        Permalink

        Semplicemente perché seguo il calcio a 360°, o meglio cerco di seguirlo in questo modo. E so, perché presto attenzione anche alle cose che non sono particolarmente mediatiche, che la Juventus non è l’unico male del calcio italiano. Non sarò mai antijuventino né mai nasconderò questa mia idea. Ti ho stufato? Son problemi tuoi e solamente tuoi. Se dobbiamo discutere di scudetti privati, parliamo anche di retrocessioni che noi abbiamo inflitto a qualche ‘squadretta’ del sud che gioca in riva allo Stretto. Vedi? Alla fine si ritorna sempre sui soliti discorsi: ci fa comodo parlare dei presunti torti subiti, ma guai a fare un mezzo riferimento a quelli che noi abbiamo fatto agli altri.

        Ho saputo di società che truccavano le partite ben prima che scoppiasse Calciopoli (che è stato lo scandalo anche di Milan, Reggina, Lazio, Fiorentina e via dicendo); ho letto di cocainomani che han vinto un mondiale con un gol di mano e scudetti grazie ad una monetina (e ai controlli antidoping elusi con la complicità del sistema); ho visto l’Inter vincere lo scudetto nel 2008 grazie a diverse sviste arbitrali, e pare che tutt se ne siano dimenticati; e una formazione saltare dalla C2 alla B per in un solo anno per meriti sportivi. Potrei andare avanti per ore, ma so che io resterò della mia idea e tu della tua.

        Però una cosa devo aggiungerla: se in ogni posto di lavoro ci fossero degli juventini da battere quanto a produttività, l’Italia diventerebbe come la Svizzera. Quasi quasi lo propongo a Renzi, anche lui orgogliosamente antijuventino, sebbene tifoso di una squadra che non ha alcun diritto di fare la morale alle altre.

  • 18 Luglio 2015 in 10:19
    Permalink

    secondo me, i Corrados sanno di essere fuori dai giochi e di non avere il consenso dei tifosi; a questo punto per ripicca stanno facendo di tutto per farci perdere tempo, farci perdere tutti gli ultimi (impazienti di accasarsi) ragazzini delle giovanili ed i possibili obiettivi di mercato per la D.

    questa la strategia dei Corrados a mio modo di vedere..

    daltronde sono gobbi,
    non possiamo aspettarci chissà cosa..

  • 18 Luglio 2015 in 10:20
    Permalink

    Io penso che i Corrado non abbiano nessuna voglia di mettere dei soldi in una causa che sanno già di aver perso! In più sapendo che questo può ritardare e complicare il lavoro di Parma calcio 19 13 se la staranno ridendo alla grossa alla faccia di noi tifosi!!

  • 18 Luglio 2015 in 10:20
    Permalink

    Beh, complimenti Corrado! Con questa decisione ti sei definitivamente giocato il mio appoggio.

  • 18 Luglio 2015 in 11:10
    Permalink

    Guardando meglio possono emergere, da questa squallida telenovela, anche elementi molto positivi.
    I corrados non fanno più paura… hanno gettato la spugna..probabilmente non completeranno mai la documentazione e ..Parma Calcio 1913 avrà certamente l’affiliazione, anche se solo il 24 luglio.
    E da quel momento. e per tanti tanti anni a venire , non ci sarà più alcuno spazio, sulla passerella del Parma calcio, per i tanti truffatori, millantatori e cialtroni che hanno potuto occuparla per troppo tempo.

  • 18 Luglio 2015 in 11:12
    Permalink

    Secondo me con un po’ di logica la FIGC avrebbe dovuto anticipare la scadenza delle iscrizioni, anche per organizzare in anticipo (e meglio) i campionati. Su Corrado. Prima dice il Parma Calcio 1913 ha già vinto la serie D, poi ostacola il riconoscimento e quindi l’allestimento della squadra che avrebbe dovuto vincere facilmente la serie D. Diceva qualcuno che pensar male è peccato ma che qualche volta ci si azzecca…

  • 18 Luglio 2015 in 11:27
    Permalink

    O Corrado non ce li ha, quei soldi (o meglio, non è sicuro dell’investimento o non sono sicuri gli investitori che stanno con lui) oppure ha bisogno di tutto il tempo, fino al 24, per organizzarsi (riuscendo così a ostacolare/rallentare Parma 1913, che da quello che sento non aspetta altro che staccare il freno a mano, ma che ha il motore già bello acceso). Strana però anche la posizione di Tav. Perché dire O venerdì o lunedì. Che cosa poteva esserci in mezzo? Solo un problema di uffici stampa? Non penso.

    Che ne pensa, Majo?

    • 18 Luglio 2015 in 13:30
      Permalink

      Penso che questo gioco delle date sia comunque un papocchio.

      I fatti certi certificano che alla data del 9 luglio (ma in realtà una domanda COMPLETA in ogni punto era già stata inoltrata il 2) Parma Calcio 1913 ha presentato la propria richiesta di iscrizione completa di ogni requisito richiesto. Viceversa, stando a quanto riferitomi ieri sera da Giovanni Corrado (anche se stamattina mi ha già un po’ cambiato versione preannunciandomi un intervento del suo avvocato, che io volentieri ospiterò ai sensi della Legge sulla Stampa, e facendomi credere che l’elemento mancante della domanda di Magico Parma è l’endorsement del sindaco, che a suo dire potrebbe integrare una volta che sono stati scelti, sempre secondo una bizzarra interpretazione dei requisiti richiesti che sono, viceversa, chiari e lampanti) la domanda da lui presentata non era corredata dei 300.000 euro.

      Io ritengo che il termine fissato dalla Federazione del 24 luglio fosse troppo avanzato, dal momento che ben sapevano che i due competitor sarebbero stati pronti prima: Parma Calcio 1913 già il 3 luglio. In soldoni: non ci fosse stato Magico Parma, Parma Calcio 1913 avrebbe già potuto essere iscritto da giorni. E invece c’è da aspettare il verdetto del 24, che a questo punto, essendo palese la mancanza di fair play, non potrà essere anticipato nonostante la disponibilità in questo senso espressa da Tavecchio alla Gazzetta di Parma, al 17 o al 20.

      Che Corrado non abbia i soldi non lo credo affatto, visto che stamani mi ha ribadito per l’ennesima volta che sul conto ci sono sempre i 950.000 euro già a suo tempo impegnati con la Curatela per partecipare alle trattative dirette per la serie B. Però non basta che i soldi siano lì: i punti indicati dalla FIGC sono molto chiari e vanno rispettati tutti: incluso l’assegno circolare da 300.000 euro.

      Un anticipo al 20, a questo punto, non avrebbe senso: meglio aspettare il 24 anche per evitare ricorsi. Chiaro, però, che così facendo si è ostacolato il lavoro di chi, con i fatti concreti, si è dimostrato muoversi seriamente per l’obiettivo della iscrizione in serie D.

      Gli uffici stampa? Credo non c’entrino nulla in questo discorso.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 18 Luglio 2015 in 12:15
    Permalink

    La risposta a questo caos forse e’ la più semplice di tutte e quella più logica. Magico parma ha interesse solo alla lega pro e non è per nulla interessata alla D. Per cui sta temporeggiando per provare a conoscere in anticipo le sorti dei ripescaggi. Questo però dimostra anche che ‘non gliene po frega de meno del parma’!

    • 18 Luglio 2015 in 13:15
      Permalink

      Ricordo sempre che per poter essere ripescati in Lega Pro occorre, comunque, essere iscritti alla Serie D: quindi il suo teorema non sta in piedi

      Cordialmente

      Gmajo

  • 18 Luglio 2015 in 12:18
    Permalink

    Allora il 24 decidono punto ! Faremo come si puo tanto si sapeva anche prima! È inutile che la Gazzetta scriva cose che puntualmente deve smentire! A questo gioco non ci sto piu mi hanno rotto i c…. Basta a questo punto aspetto venerdi e poi sabato leggeró quanto sarà e lunedi spero abbonarmi! Ormei nin pos pu!

  • 18 Luglio 2015 in 12:34
    Permalink

    e mi tocca pure legger su intertent i fans di corrado che parlano di ennesima bufala di majo per infangare magico parma..sostenendo che neanche parma calcio 1913 ha pagato e poi c è tempo fino al 24..io non ho piu parole..forse ci meritiamo di sparire solo per questa gente qua

    • 18 Luglio 2015 in 13:10
      Permalink

      Della domanda COMPLETA in ogni punto presentata da Parma Calcio 1913 e firmata da Nevio Scala ho prodotto copia nell’articolo pubblicato.

      Dei fan di Corrado che parlano di mia ennesima bufala me ne impipo perché magari sono gli stessi che mi dicevano che ero il nemico del Parma quando riferivo delle magagne di Ghirardi e Leonardi, sicché si qualificano da soli. Io ho riportato quanto ieri sera Giovanni Corrado, alla mia precisa domanda (avete versato i 300.000 euro), aveva risposto. E cioè: “No”. Siccome la lettera della Figc inoltrata tramite il sindaco mi pare inequivocabile nell’indicare il versamento dei 300.000 come elemento essenziale, e avendo Giovanni Corrado al telefono con me detto di non averli versati, c’è poco da tergiversare. Se poi sono scemo io che ho capito male o lui che non si è spiegato bene, non so: ma per tagliare la testa al toro mandasse la documentazione inviata e vediamo se tutti i punti richiesti ci sono, incluso i 300.000 euro, magari con la ricevuta di presa d’atto della Figc.
      Che ci sia tempo sino al 24 lo so bene, ed è anche specificato nell’articolo: però è palese che, al contrario di quanto avevano dichiarato, sia pure informalmente, alla Gazzetta di Parma (edizione del 10 luglio) la documentazione inoltrata sino ad ora E’ INCOMPLETA, per cui, come correttamente ho titolato io, la Figc non poteva prendere in anticipo una decisione. Decisione che si sarebbe potuta eventualmente prendere in anticipo sui tempi se entrambe le domande fossero pervenute COMPLETE (quindi anche con i 300.000 euro versati) prima. Poi non sta a me giudicare perché i Corrado’s non abbiano voluto presentare in anticipo sui tempi la documentazione completa che hanno tutto il diritto di presentare entro le 12 del 24, ma era palese che senza aver presentato la domanda completa prima la FIGC non poteva anticipare i tempi della sua decisione malgrado i propositi in questo senso di Tavecchio che aveva parlato di venerdì 17 come giorno decisivo, o massimo il 20.
      Questi sono fatti: poi i fan di Corrado’s si divertano pure a fare le barricate o a infangarmi, tanto ho le spalle larghe dopo essermele forgiate in sei o sette anni di dominazione Ghirardi/Leonardi. E come spesso ripeto con chi è partigiano e ha gli occhiali scuri della prevenzione inforcati è esercizio inutile dialogare. Credano pure ai gombloddi e alle favole come un anno fa con la Europa League… Che pena…
      Cordialmente

      Gmajo

      • 18 Luglio 2015 in 19:13
        Permalink

        Ma come può essere l’elemento mancante la lettera del sindaco se con l’abolizione del lodo petrucci non è più richiesta (obbligatoria)? Bohhhhh..

  • 18 Luglio 2015 in 12:46
    Permalink

    direttore ma alla domanda posta ai Corrado ” quando hanno intenzione di metterli sti 300.000 € ” non è che per caso Le hanno risposto:”è tutto predisposto”, Sa, ultimamente ci siamo un po’ abituati a queste risposte. Detto ciò, ormai è chiaro che, avendo i Corrado preso coscienza di non essere gli eletti, stanno facendo ostruzionismo ad oltranza e soprattutto pubblicità ( negativa) gratuita. Pensavo che con Manenti avevamo toccato il fondo, ma qui si sta toccando qualcosa chiamata DIGNITÀ’. Mi verrebbe da suggerirle Direttore di non interloquire più con questa gente, ma siccome lei è un professionista serio e fa benissimo il suo lavoro , fa bene a chiamarli, almeno così potrà smascherare questa gente

  • 18 Luglio 2015 in 12:57
    Permalink

    Corrado fatti da parte, gobbo di m….

  • 18 Luglio 2015 in 13:48
    Permalink

    Scusi Maio, ma c’è qualcosa che non torna. Premesso che di tutta questa tiritera siamo tutti stufi e che non vediamo l’ora che venga concessa l’iscrizione alla serie D all’unica realtà credibile in campo (Parma Calcio 1913), tuttavia se la vogliamo mettere in punta di diritto, forse si è omesso di chiarire una cosa essenziale. Se c’è un regolamento che dice che la richesta di affiliazione con annessa documentazione va prodotta entro il 24, per nessun motivo Tavecchio può prendere una decisione prima di quella data perchè nulla impedisce, in via teorica, che spunti un altro soggetto entro il 24 a dire ‘ci sono anch’io’ . Può non essere logico ma le regole del diritto funzionano così. Tavecchio sarà anche il presidente della Federcalcio ma non ha i poteri di un dittatore e può fare quello che vuole fino ad un certo punto. Se si specificasse chiaramente questa cosa, tutti si metterebbero l’anima in pace fino al 24 e terminerebbe questa agonia quotiidiana del ‘decide’ / ‘non decide’. Adesso questo articolo scatenerà una sequenza di insulti di popolo nei confronti dei Corrado; in parte se li meritano anche ma ribadisco, se i giornalisti e lo stesso Tavecchio contribuissero a non creare caos inutle, ne guadagneremmo tutti. Ho scritto quanto sopra nell’ottica di una critica costruttiva e spero sia interpretata come tale.

    • 18 Luglio 2015 in 14:09
      Permalink

      Guardi, con me lei sfonda una porta aperta perché sono il primo a sostenere che se in una missiva ufficiale viene indicata una data, nella fattispecie il 24 luglio, questa data deve essere rispettata.
      Poi possiamo dibattere se la data fissata dalla FIGC fosse giusta o meno: a me, ad esempio, sembrava fosse un po’ troppo in là, giacché era stata scritta il 3 luglio quando in Federazione ben sapevano che c’erano già due soggetti virtualmente già pronti (c’era, infatti, chi si aspettava già a inizio luglio l’affiliazione).
      La stessa Federazione, però, deve essersi accorta di aver allungato troppo i tempi, se, informalmente, aveva manifestato la disponibilità a decidere prima, ove fossero giunte prima entrambe le richieste.
      Il presidente federale Tavecchio aveva dichiarato alla Gazzetta di Parma che avrebbe deciso venerdì 17 o al massimo lunedì 20: è palese, però, che se una delle due società interessate a raccogliere l’eredità dell’estinto Parma FC, alias Magico Parma, e fa flanella presentando documentazioni incomplete, un anticipo che già giuridicamente sarebbe stato poco in piedi, ma attuabile con il pieno accordo di tutte le parti in causa, si presterebbe ad ulteriori ricorsi.
      Non sono d’accordo, invece, circa il fatto che un terzo soggetto avrebbe potuto inserirsi. Il Sindaco di Parma, infatti, ha girato la missiva ricevuta dalla FIGC ai due soggetti che gli era noto fossero interessati a raccogliere la tradizione sportiva della vecchia società che aveva perso l’affiliazione. Spazi per un terzo incomodo, dunque, a mio modo di vedere, non ci sarebbero, anche se giuridicamente parlando il garbuglio potrebbe essere azzeccato…
      I giornalisti creano caos inutile? Probabilmente sì perché purtroppo si stanno occupando di questa vicenda con troppa superficialità e qualcuno anche con palesa mancanza di preparazione specifica. Tavecchio? Beh, sappiamo bene che dice tutto e il contrario di tutto, visto che i famosi 5 milioni a me aveva detto – in una pubblica conferenza stampa nel Palazzo Municipale – che non andavano restituiti… Sulla data del 17, se ci fosse stata la piena disponibilità e l’accordo di tutti i soggetti coinvolti, si sarebbe anche potuto sbilanciare: ma visto come sono andate le cose era meglio se avesse taciuto. Ora credo che sia meglio mettersi il cuore in pace e aspettare il 24, perché non vorrei che un eventuale decisione prima (il 20) potesse a propria volta causare successivi ritardi per eventuali impugnazioni.
      E’ chiaro che chi, come Parma Calcio 1913, sta aspettando l’ok per siglare i contratti sinora solo verbali, morda il freno, anche perché mentre noi siamo qui a perdere del tempo tra tiri incrociati e burocrazie tutte le altre squadre si stanno già allestendo, accaparrandosi i migliori elementi di categoria.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 18 Luglio 2015 in 14:37
        Permalink

        Corradp a Parma è odiato per tutta la perdita di tempo fatta IN MALAFEDE.-________Ma questo Corrado se ne vuole andare con le buone o dobbiamo farlo con le cattive? CORRAFO FORA DAL BALI. Non vedi Corrado che è un plebiscito

  • 18 Luglio 2015 in 13:55
    Permalink

    Comunque fare una squadra completamente nuova dal 25 luglio e buttarla in campo il 6 di settembre per la prima di campionato sarà un’impresa ardua! Amalgama zero! Prevedo che sia D o lega pro un’inizio di campionato assai tribolato. Spero di sbagliarmi

  • 18 Luglio 2015 in 13:57
    Permalink

    Senza Corrado tra i piedi avremmo giá fatto la squadra un mese fa

  • 18 Luglio 2015 in 13:57
    Permalink

    Ogni giorno che passa i Corrado non fanno altro che alimentare l’idea che loro stanno gareggiando unicamente per mettere i bastoni fra le ruote a Parma Calcio 1913. Può essere che la mia antipatia nei loro confronti non mi permetta di giudicarli con occhio critico, ma io inizio ad avere seri dubbi sulle buone intenzioni di questi signori. Intanto, come si è detto più volte, Giuseppe Corrado è un manager, non un imprenditore, quindi dipende da qualcuno, sembra ormai appurato dal signor Ricci, il quale per qualche motivo ha promesso 10 milioni di euro al manager per l’operazione Parma, da quanto ho appreso da questo sito. Bene ma 10 milioni non sono di certo sufficenti a riportare il Parma nemmeno in serie B, quindi con loro bisognerà per forza sperare che Ricci ogni anno aumenti il budget a disposizione dei torinesi. Io non sarei così sicuro che questo passaggio sia automatico, cioè promozione uguale aumento di capitale, e qui nascono i miei dubbi su Ma.Gi.Co. Parma. Oltretutto i Corrado si sono in questi mesi dimostrati non capaci dal punto di vista della comunicazione e sono riusciti a raccogliere le antipatie degli imprenditori locali e del Comune (maggioranza ed opposizione), dai quali non si può presiedere se si vuole fare calcio a Parma. Sono molto preoccupato da questi personaggi e spero che al più presto essi possano tornare alle loro consuete mansioni e lasciare così il Parma in mane più affidabili. Speremà ben

  • 18 Luglio 2015 in 14:09
    Permalink

    CORRADO TOGLI DALLE PALLE TUTTA PARMA E’ CONTRO DI TE’ CI HAI FATTO PERDERE LA PAZIENZA ADESSO BASTA SE PER ASSURDO IL PARMA VENISSE AFFIDATO A TE’ NON FAI PIU DI 200 ABBONATI.

    RITIRATI SUBITO PARMA NON TI VUOLE

    PAROLE TANTE FATTI ZERO

  • 18 Luglio 2015 in 14:11
    Permalink

    SINDACO SPAIOT CHIAMA TAVECCHIO FAI QUALCOSA DI UTILE FATTI SENTIRE LA LETTERINA DI APPOGGIO NON BASTA.

    • 18 Luglio 2015 in 14:49
      Permalink

      Sindaco? Abbiamo un sindaco? E da quando?
      Direttore lasciamelo dire abbiamo delle istituzioni a Parma veramente inadeguate…

  • 18 Luglio 2015 in 14:14
    Permalink

    Scusate, ma i fans di corrado dove sono? Io non ne vedo più. Saranno rimasti 4 buffoni, gli stessi 4 che volevano la maglia gialloblù dicendo di rappresentare tutta la curva.

  • 18 Luglio 2015 in 14:21
    Permalink

    Cerchiamo di fare un pochino di ordine e valutare in modo asettico il comportamento del duo delle meraviglie:
    – Corrado junior viene intercettato sul portone del notaio Almansi e dice di essere andato a salutarlo e invece ha consegnato una busta con una “manifestazione di interesse” non conforme e non corredata del deposito cauzionale;
    – alla conferenza stampa che sarebbe dovuta servire per presentare la nuova compagine si presentano con delle giustificazioni imbarazzanti, con dei loghi indegni ma soprattutto sparando a zero contro il direttore colpevole solo di avergli suggerito un ulteriore escamotage per riprendersi il Parma in B;
    – a tutt’oggi non è dato a sapere il loro progetto e non azzardatevi a chiederglielo perché pare che solo gli ispettori dell’ONU ne abbiano accesso;
    – dopo varie piagnucolate inoltrano la richiesta di affiliazione ma ancora una volta non conforme in quanto mancante dell’assegno circolare perché probabilmente 5 giorni in più sul conto corrente sono più vantaggiosi di una figura da cioccolataio.
    La prossima che attendo con ansia è il perché non hai mai fatto l’università nonostante sia il rampollo della nobile stirpe dei Corrado ma ho troppa paura della risposta. Non è che per caso non gli avevano detto che doveva pagare le tasse universitarie?
    Corrado’s vi do un consiglio: i parmigiani sono brava gente, forse un po snob ma tutto sommato è un dettaglio trascurabile, non tirare troppo la corda perché già a questo punto avete veramente stracciato i maroni.

    • 18 Luglio 2015 in 14:32
      Permalink

      Giovanni Corrado mi risulta che sia laureato, del resto come la sorellina che di recente lo ha fatto con votazione 104, mentre la busta consegnata al notaio Almansi era una “manifestazione di interessi” secondo l’interpretazione della Curatela, ma nei fatti una offerta, sia pure non conforme al disciplinare di gara, essendo vincolata.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 18 Luglio 2015 in 14:45
        Permalink

        Accidenti 104 che votone! Come diceva Boskov, testa di Corrado buona solo per portare cappello

    • 18 Luglio 2015 in 14:47
      Permalink

      bravo i parmigiani sono brava gente,pero’ qualcuno che gli tira due pattone vai tranquillo che lo trova,tempo al tempo

      • 18 Luglio 2015 in 16:34
        Permalink

        Appunto, il concetto era quello. Le dre’ riscer na ma’d bianc!!

    • 18 Luglio 2015 in 17:23
      Permalink

      Parole sante

  • 18 Luglio 2015 in 14:28
    Permalink

    Corrado sta facendo OSTRUZIONISMO per far peredere tempo a Barilla & Co. Spero, se disgraziatamente vincesse Corrado, ci sia LO SCIOPERO DEL TIFO E DEGLI ABBONAMENTI.Io l’abbonamento non lo faccio di sicuro per Corrado.

  • 18 Luglio 2015 in 14:43
    Permalink

    Cioé, fatemi capire, Corrado jr era in via Farini ed è stato fatto tornare a casa illeso? Ringrazia che sei a Parma e non da un’altra parte, in altre piazze saresti uscito orizzontale

    • 18 Luglio 2015 in 15:06
      Permalink

      be luca se era a salerno o avellino andava a casa ma dritto e dentro una cassa fidati

    • 18 Luglio 2015 in 16:06
      Permalink

      Corrado jr è TUTTI i venerdi sera in via Farini…non è una novità! comunque se vuoi andargli a parlare lo trovi davanti al bar all’inizio di via Farini

    • 18 Luglio 2015 in 17:08
      Permalink

      Ti dirò di più…ieri sera aveva delle braghe inguardabili che neanche majo si sarebbe messo…

  • 18 Luglio 2015 in 15:01
    Permalink

    Carissimo direttore! I Corrado’s mi sembrano come i Soprano”s ! Mi sembra qualcosa di già vissuto con Manenti e Ghirardi! I soldi non cè l hanno per prenderci a zero euro ( ma con un debito sportivo pauroso cè da dirlo) e prenderci in D! Secondo me cè la consapevolezza che ci siamo illusi dell ennesimo salvatore della patria! Come poteva o può un simile illusionista mandare in ipnosi anche esperti giornalisti e giornalisti televisivi!? Io non mi fido del Tavecchio perchè rappresenta un calcio Frankenstein (o OGM) sporco e pieno di personaggi loschi e sul mafioso andante (come Lotito) secondo me è un moggiano e Corrado non può non seguire da buon discepolo l esercito Gea! Io mi chiedo come mai Palazzi ci affossava ogni volta con le penalizzazioni facendoci giocare all Oca durante la serie A! E la Covisoc controllava noi quando la Lazio,Roma,Inter,Milan hanno ancora bilanci spaventosi?

  • 18 Luglio 2015 in 15:44
    Permalink

    Majo,
    Convinciamo Morfeo a fare un anno in D, gli permettiamo gli allenamenti facoltativi, almeno godiamo un po’….dopo un anno a veder Lila, Coda, Acquah ecc

    Dai fai una campagna facciamo godere i tifosi dopo un anno orribilis, diamo la 10 a Mimmo Morfeo!!!!!!!!!!!!!!!!

    • 18 Luglio 2015 in 23:56
      Permalink

      I gusti son gusti, ma secondo me hai fatto i nomi di gente che tutto sommato era e sarebbe anche abbastanza godibile. Però, ripeto, dove c’è gusto, non c’è perdenza.

  • 18 Luglio 2015 in 15:52
    Permalink

    Ma sto gobbo di m….. Perché non sponsorizza la Juve e si leva dai coiones. Io personalmente se il Parma diventa di Corrado non mi abbono.Sono stanco di gente come Ghirardi

  • 18 Luglio 2015 in 16:35
    Permalink

    Io ero uno dei pro corrado o meglio inizialmente preferivo la cordata dei corrado a quella dell’upi.
    Tralasciando i motivi che mi hanno portato ad avere una visione diversa delle due cordate, nella fattispecie penso che questo “ritardo” sia dovuto al fatto di voler mettere i bastoni tra le ruote alla cordata che molto probabilmente vincerà la posta in palio.
    Se non si trattasse del Parma me ne fregherebbe poco ma in questo modo si fa il male della squadra che si vorrebbe rifondare e a me questo sta sul cazzo e molto.
    Va da sè che sarebbe auspicabile che Corrado lasciasse il campo a Parma 1913 se non altro perchè ora come ora è inviso a praticamente tutta la potenziale tifoseria del nuovo Parma….

  • 18 Luglio 2015 in 16:37
    Permalink

    Stupirsi perchè Corrado junior puó girare in via Farini illeso è da incivili, non so direttore perchè pubblichi una cazzata del genere, pur’anche indirettamente minacciosa. Siamo a Parma, se non ti piace vattene in altri lidi.

    • 18 Luglio 2015 in 16:50
      Permalink

      È notorio che io sia contrario a ogni forma di violenza per cui mi dissocio da chi auspica o paventa pattone. Pensavo fosse sottinteso. Pubblicare commenti non significa condividerne i contenuti.

  • 18 Luglio 2015 in 17:01
    Permalink

    Cari signori so per certo che dietro a sti due gobbi (corrado) ci sono moggi e giraudo ……smettiamola con questo ricci & co
    Non posso ovviamente citare la fonte ma e cosi ….volevano/vogliono servirsi delle disgrazie della nostra squadra per rientrare indirettamente nel calcio ….

    Aprite gli occhi !!

  • 18 Luglio 2015 in 17:03
    Permalink

    Majo cosa ne pensi dell’articolo della Devincenzi?

  • 18 Luglio 2015 in 17:19
    Permalink

    Se Corrado prende il Parma i soldi del mio abbonamento se li sogna,
    Basta ritiratevi!!!!

    • 18 Luglio 2015 in 18:02
      Permalink

      Se Corrados ruba il Parma ai parmigiani, chi andrà allo stadio sarà un FRESCONE, uno senza dignità, senza cuore, un parassita, un coglione, un balordo, un’infame, un traditore, una persona senza ideali, una scrofa,un testaquadra un ” grammi 4,8″. Chi va ad abbonarsi o va ad assistere a partite del magico Parma non è degno di chiamarsi giallobu’ o crociato

      • 18 Luglio 2015 in 18:40
        Permalink

        VELENOSO stessa cosa noi con barilli se lui se ne va dalle palle andiamo se no non si entra comunque su corrado quello e il classico personaggio che ha la puzza sotto il naso chi non ha soldi lo tratta come uno zerbino il classico figlio di papa’ che non ha mai lavorato in tutta la sua inutile vita

  • 18 Luglio 2015 in 18:04
    Permalink

    MAGICO PARMA dovevano chiamarlo MALEDETTO PARMA e maledetti i Corrado’s . Majo fuori le palle, si schieri in MODO DRASTICO.

    • 18 Luglio 2015 in 19:10
      Permalink

      questa volta, e solo questa, quoto in pieno @velenoso: Mayo è tempo che anche lei, oltre al naso, ci metta anche la faccia e dica apertamente per quale delle due cordate tifa
      e una volta svelato il mistero, si schieri apertamente affinchè quella vinca
      ne abbiamo le scatole piene di equilibristi, forza, su!

      • 18 Luglio 2015 in 19:57
        Permalink

        Ragazzi è abbastanza chiaro per quale cordata il direttorissimo propenda, ma perchè tirarlo per la giacchetta? Non serve a nulla che si esponga più di quanto già fatto e fra l’altro potrebbe essere anche controproducente per l’informazione che cerca di produrre.

        • 18 Luglio 2015 in 22:51
          Permalink

          Come al solito mei tuoi post non si capisce un cazzo.È buona la grappa?

      • 18 Luglio 2015 in 22:53
        Permalink

        Leggi i miei post che ho fatto dopo questo Scommettiamo che mi quoti sempre?

  • 18 Luglio 2015 in 18:04
    Permalink

    Corrado hai rotto il c…o siamo stufi

  • 18 Luglio 2015 in 19:17
    Permalink

    Più si ritarda…più a lungo se ne parla. Non erano stati loro a dire : “Se i tifosi lo vorranno noi ci proveremo sino alla fine”. Ma chi cazzo li vuole porca troia!!!!!!!!!

  • 18 Luglio 2015 in 19:45
    Permalink

    Direttore se come sembra Parmalat entrerà in società sarà lei a comparire sulle maglie?

  • 18 Luglio 2015 in 19:47
    Permalink

    Se Corrado, non ci avesse messo i bastoni tra le ruote, ora avremmo una squadra fatta e vincente.
    Finora Corrado si è dimostrato un nemico giurato del Parma. NON AVREBBE POTUTO FARE DI PEGGIO.
    Ha chiesto trattativa privata pur sapendo che mai avrebbe preso il Parma.
    L’ha fatto solo per farci perdere tempo, questa è la mia convinzione.
    Lui vuole stare in paradiso a dispetto dei santi.
    Ma la vuole capire benedetto uomo che qui a Parma CI STA SULLE PALLE?
    Non sappiamo più come dimostrarglielo.
    Siamo civile e glielo abbiamo fatto capire civilmente.
    NOI NEL MAGICO PARMA NON CI RITROVIAMO PER NIENTE.
    Per noi MAGICO PARMA è una società che niente ha a che fare col nostro passato, col nostro presente e col nostro futuro. Noi abbiamo fatto una scelta e va rispettata.
    Per me i CORRADO’S assomigliano a quegli amanti che vengono respinti da quella che loro pensavano fosse la loro donna ma non si rassegnano e piuttosto che perdere la ” loro
    proprietà” fanno un femminicidio.
    Corrado sta facendo un PARMACIDIO perchè respinto dai tifosi ora fa di tutto per ammazzarci.
    Vorrei che su questo sito saltasse fuori un pro Corrado, di nascosto gli farei avere un bel T.S.O.
    ANCH’IO UN TEMPO PARTEGGIAVO PER I CORRADO MA GIORNO DOPO GIORNO HANNO DIMOSTRATO CHE LORO DEL PARMA SE NE FREGAVANO E SE NE FREGANO TUTT’ORA e io ho preso le distanze da loro,
    ABISSALI DISTANZE.

  • 18 Luglio 2015 in 19:56
    Permalink

    Ennesimo pianto su facebook del bamboccio…

  • 18 Luglio 2015 in 20:00
    Permalink

    Majo è giunto il momento di scherarsi.
    Basta tenere due piedi in una scarpa.
    I veri uomini fanno così.
    SI SCHIERANO
    Basta, i tifosi parmigiani, odiano le arrampicate sugli specchi.
    Basta glissare non dicendo sul sito”CORRADO’s FORA DAL BALI” questi sono come i TACI’S, hanno lo stesso DNA
    Majo, sia lei il nostro paladino
    Non si nasconda dietro un perbenismo interessato
    Ci metta non solo il naso ma anche la faccia.
    Non permetta un Parmicidio
    Dica a Tavecchio cosa ne pensano i tifosi delle due cordate
    Sia finalmente il DRAGO SPUTAFUOCO delle favole.
    Noi la vogliamo così.
    IMPAVIDO GUERRIERO

  • 18 Luglio 2015 in 20:00
    Permalink

    Spero che i Corrado’s non ce la facciano (ammesso che ci provino seriamente), anche se non mi entusiasma nemmeno il Parma 1913 che pare un album Panini degli anni 90.Tuttavia osservo che qui ci sono tanti leoni da tastiera, chissà se messi di fronte alle persone, de visu, ‘stì leoni ruggirebbero allo stesso modo….

    • 18 Luglio 2015 in 22:47
      Permalink

      Se uno ha le palle ruggirebbe come un leone, se inbece uno è un pusillanime, belerebbe come una pecora

  • 18 Luglio 2015 in 20:03
    Permalink

    L’impressione è che i Corrado non abbiano perso il vizietto..si stanno comportando esattamente come durante le aste…loro manifestano interesse, ma soldi non ne mettono…insomma non fanno le cose per bene.

    Io non credo che loro abbiano piu nessuna voglia di prendere il parma, credo però che non vogliano ritirarsi fino alla porta in faccia di tavecchio, cosi ancora una volta…non sarà colpa loro…(perche loro pensano che qualcuno li accuserebbe di qualcosa se si levassero dagli zebedei..dall’alto della loro arroganza)…e questo modus operandi mi ricorda da vicino quello del cicciobello

    c’è anche l’ipotesi che siano stati piazzati li da qualcuno a fare le “teste di legno” ben pagate..dopotutto Corrado è tutta la vita che campa gestendo i soldi degli altri…la paura è che ora sia una pedina in mano alla FIGC…la quale però non sa come sbilanciarsi di fronte all’organizzazione massiccia dell’altra compagine…

    detto ciò…Tavecchio può decidere quello che vuole quando vuole entro il 24…se quando decide la documentazione fornita non sarà completa da parte di Corrado…beh avrà solo di che mangiarsi le mani.

  • 18 Luglio 2015 in 20:06
    Permalink

    CORRADO
    PER FAVORE
    SALVA IL SALVABILE E
    RITIRATI ADESSO!!!
    CHIAMA TAVECCHIO E COMUNICA CHE TE NE VAI!!!
    TI RINGRAZIA UNA CITTA’ INTERA.

    PERO’… FALLO ADESSO!!!

  • 18 Luglio 2015 in 20:11
    Permalink

    ecco cosa sotiene su facebook corrado :

    “Magico Parma vuole precisare la notizia errata, e probabilmente frutto di un malinteso, contenuta nel titolo dell’articolo di Gabriele Majo pubblicato oggi, secondo cui “Tavecchio non ha ancora deciso chi sarà l’erede dell’estinto Parma FC perché Magico Parma non ha accompagnato la richiesta di ammissione con l’assegno di 300.000 Euro”. Prendiamo atto dell’ennesimo tentativo di portare discredito a Magico Parma per giustificare un’eventuale (ricordiamo che il termine ultimo stabilito dalla comunicato-corradoFIGC è il 24 luglio) allungamento dei tempi di decisione da parte della FIGC.
    Se questa fosse la situazione reale, la decisione da parte della Federazione sarebbe già stata presa a vantaggio di Parma 1913. La realtà è diversa.
    Primo: La Federazione Italiana Giuoco Calcio prende decisioni solo in base ai contenuti e alla validità del progetto.
    Secondo: Il 6 luglio scorso la nostra Società ha presentato alla Lega Nazionale Dilettanti tutta la documentazione richiesta, ma la Lega – sulla base della lettera che la FIGC aveva inviato il 3 luglio al Sindaco di Parma – ha richiesto il deposito contemporaneo anche della “lettera motivata del Sindaco di Parma di accreditamento della Società, con la quale l’Amministrazione comunale manifesta il gradimento al progetto e ne conferma la serietà”. Come è noto, Magico Parma non ha la lettera di accreditamento (e non di preferenza) del Sindaco ed è questo l’unico documento che Magico Parma non ha potuto presentare.
    Forse, invece, sarebbe stato più opportuno chiedersi quali potrebbero essere le reali ragioni per le quali la Federazione non ha ancora espresso un giudizio. Certo, queste non debbono essere ricercate o attribuite a Magico Parma.
    Battere Magico Parma non è una cosa semplice, ma screditare il lavoro fatto non è la strada migliore.
    Magico Parma”

    • 18 Luglio 2015 in 21:09
      Permalink

      QUESTI SONO PEGGIO DI TACI E MANENTI MESSI INSIEME

      • 19 Luglio 2015 in 00:58
        Permalink

        ma lascia stare manenti che manco è normale , che non si lava mai

  • 18 Luglio 2015 in 20:14
    Permalink

    Majo, non le riporto il link perché so che non ha piacere, ma nel sito dei copia incollatori é apparso da qualche minuto un comunicato dei Corrado con ennesimo attacco nei suoi confronti. OramI i Corrado parlano solo di lei!

    Giovanni e Giuseppe gobbi di merda, juventini di merda

    • 18 Luglio 2015 in 21:05
      Permalink

      I copia incollatori? Puah. Oggi han rimosso la notizia sui Corrado’s dopo che avevo scritto loro per lamentarmi giacché non avevano citato la fonte primaria (stadiotardini.it) bensì chi prima di loro ci aveva ripresi (alias Teleducato; trucchetto che fan sempre per evitare di menzionare stadiotardini.it) e adesso lasciano il mio nome nel comunicato di corrado… Patetici…

    • 18 Luglio 2015 in 22:44
      Permalink

      Con certi personaggi, il buonismpo NON PAGA..Se lo ricordi Majo

  • 18 Luglio 2015 in 20:16
    Permalink

    Comunicato di giovanni corrado sul suo profilo fb

  • 18 Luglio 2015 in 20:19
    Permalink

    Buonasera signor Majo
    Come vede sta andando tutto come previsto.
    Si ricordi che il 24 non è detto che finisca,
    La voce del 3 è sempre più forte e io penso che se riescono a farci saltare la iscrizione al campionato saranno molto contenti…

  • 18 Luglio 2015 in 20:23
    Permalink

    Attacco durissimo di Corrado jr al suo articolo; dice che racconta bufale per screditare Magico Parma.
    Urge risposta rapida

  • 18 Luglio 2015 in 20:30
    Permalink

    E’ uscito un comunicato ufficiale di Magico Parma, emesso sul proprio profilo Facebook, Giovanni Corrado, in cui si afferma che il 6 luglio scorso la Società ha presentato alla Lega Nazionale Dilettanti tutta la documentazione richiesta eccetto il deposito contemporaneo della lettera motivata del Sindaco di Parma di accreditamento della Società, con la quale l’Amministrazione comunale manifesta il gradimento al progetto e ne conferma la serietà. Però nel comunicato magico Parma non si fa cenno al deposito dei 300.000 euro che avrebbero dovuto accompagnare la richiesta d’iscriiozne al campionato di serie D che invece Parma Calcio 1913 ha già depositato. Il comunicato si conclude con la frase: “Battere Magico Parma non è una cosa semplice….”
    Cielo! Ma questi Corrado in che mondo vivono? Tornatevene a tifare la Juve e lasciateci in pace. Pussa via!!!

  • 18 Luglio 2015 in 23:29
    Permalink

    Direttorissimo, le risulta un interessamento di Parma Calcio 1913 per Reginaldo?

  • 19 Luglio 2015 in 01:13
    Permalink

    caro majo sei masocjista? piu ti scudiscano e piu godi….non vedi che giovanni corrado ti becca per il culo ti da notizie tendenziose e ci caschi sempre ? se hai le palle e ora che rispondi

    • 19 Luglio 2015 in 01:17
      Permalink

      La sua lettura è molto superficiale. Corrado non mi ha beccato per il culo e non mi ha dato alcune notizia tendenziosa. E soprattutto non ci sono cascato. E non ho da dimostrare niente a nessuno, né tirare fuori le palle. La mia storia parla per me.
      Saluti
      Gmajo

      • 19 Luglio 2015 in 09:21
        Permalink

        signor Mayo, siamo addirittura alla “storia” adesso, suvvia….un minimo di modestia in più le farebbe onore

  • 19 Luglio 2015 in 01:14
    Permalink

    I CORRADOS FACCINO IL TORNO DELLE PARUCCHIERE VISTO CHE LA MAMMA E’ UNA PARUCCHIERA

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI