ARIA CONDIZIONATA, di Luca Savarese / RITIRI 2.0: DALLE LUNGHE CORSE BOSCHIVE AGLI SCATTI BREVI E VELOCI CON TANTO LAVORO CON LA PALLA. COM’E’ CAMBIATA LA PREPARAZIONE ESTIVA

(Luca Savarese) – Anno 1976, la quarta Roma targata Nils Liedholm passa i giorni del suo ritiro estivo a Norcia, ridente cittadina umbra. Tra corse in alta montagna, si fa in tempo a gustare anche un piatto di penne alla norcina, con tanto di salsiccia, che ingentiliscono il palato di Bruno Conti, Picchio De Sisti, Levico5_668175467Agostino Di Bartolemei ed anche di Walter Sabatini, attento dirigente giallorosso oggi ed ieri giocatore della Roma, che anch’egli sudava sette camicie tra i monti. Questo accadeva tanti anni fa, quando i ritiri volevano dire uscita dal mondo del pallone ed entrata nell’universo della fatica. Oggi le cose sono cambiate, il ritiro ha modificato un pochino il suo programma: ha tolto le discese ardite e le risalite ed ha introdotto scatti, corse brevi, lavoro col pallone, miniritiro, e, per le squadre più blasonate e fortunate, viaggi aerei lunghissimi e tournèe estere. Questo passaggio si evince molto bene da un articolo apparso su Tuttosport.it del 28 luglio 2015 a firma Stefano Piccheri e che coglie il punto di vista sui novi ritiri del presidente AIPAC, l’associazione italiana dei preparatori atletici del calcio, Stefano Fiorini. Oggi le cose, anzi le corse, hanno acquisito qualità ed hanno lasciato perdere la quantità eccessiva. «Il lavoro del preparatore è cambiato in maniera sostanziale, nell’approccio rispetto al singolo calciatore e a tutta la squadra. Prima c’era il singolo professionista per tutti, ora ci sono varie professionalità a servizio del singolo calciatore. Il lavoro è sempre più individualizzato e fatto al di fuori dell’allenamento tecnico tattico. Quello che si vede in campo è quasi esclusivamente la parte tecnica e tattica gestita dall’allenatore, ma la parte atletica viene curata prima o dopo all’interno del centro sportivo» dice Fiorini. Le mete rimangono le montagne, più spesso le colline, dove l’aria è più fresca e permette un recupero più breve delle energie spese. Il Parma di Scala ed alcune edizioni successive, avevano fatto di Folgaria, in Trentino, la propria cittadella estiva. Prova ne sia questo riferimento che attesta l’assegnazione delle camere alla squadra crociata nell’estate del 2007, in rosa figurava anche il nostro direttore. http://parmafans.forumcommunity.net. «La montagna serve a recuperare meglio con temperature gradevoli. Ma allenarsi a Milanello con attrezzature di altissimo livello e strutture con aria condizionata dal pieno confort è ottimale. L’importante è un buon recupero notturno e tra le varie sedute di allenamento» chiarisce sempre lo stesso Fiorini all’interno del medesimo pezzo sopracitato. Il ritiro estivo in fondo è la parte che più permette ai giocatori di tornare ad una dimensione di contatto con la natura, in cui anche i loro mille tatuaggi devono arrendersi alle cascate, ai laghetti ed al profumo di terra. Qui, nel silenzio delle pinete si può ripensare alla stagione passata e programmare dentro di sé, la nuova. “Ora non esiste più la suddivisione tra periodo di preparazione e quello di competizione. Ora è sempre competizione: dopo 4 giorni ora si vola in giro per il mondo per gare ad altissimo livello, in cui a nessuno piace perdere. Ormai i calciatori che arrivano con vari chili di sovrappeso sono casi rari. Prima per farli correre e sprintare si aspettavano dei giorni, ma con le nuove tecniche già corri con la palla da subito. Non esiste più il concetto di corsa lunga. Devi far cose correlate al tipo di sport a cui ti riferisci: i calciatori in partita sono chiamati a scatti e corse brevi, ma intense. E allora si fanno lavori su spazi ridotti, a velocità variabile e attraverso Gps e cardiofrequenzimetri controlli il livello del singolo” sentenzia Fiorini. Questo è quello che ho avuto modo di vedere en plain air ad Acquapartita, giovedì 30 luglio, quando, nel bel mezzo di un tour romagnolo che sto gustando in questi giorni con mia sorella, un amico di famiglia romagnolo e la mia fidanzata, in camper ai piedi del fiume Savio, ho assistito dal vivo ad un’intera seduta di allenamento estivo del Cesena, nel mentre del suo ritiro, in collina. Clima famigliare, volti distesi e muscoli tesi, quelli dei ragazzi agli ordini di mister Drago, che con il suo staff, ha catechizzato i bianconeri ad affrontare i giusti carichi di lavoro quotidiani per farsi trovare pronti al via della serie cadetta. Il giorno prima i bianconeri romagnoli erano reduci dall’amichevole, vinta di misura, contro il Sant’Arcangelo. Una quarantina di ripetute ben dosate, una trentina di minuti di partitella a metà campo, dove ha ben impressionato il neo-acquisto Antonino Ragusa e dove Milan Djuric, lo spilungone di turno, si è inventato un palo-gol da urlo. Al termine, alcuni giocatori si sono rilassati mescendo le proprie gambe in grosse bacinelle colme di acqua gelida, altri si sono dedicati ad una piacevole camminatina attorno al lago ed altri ancora, con tanto di cuffie e cellulari, si sono divisi tra chiamate ai parenti, simpatico un primavera che salutava la nonna augurandole buona serata, ed un ritorno nelle camere dell’Hotel lì accanto dove soggiorna l’intera squadra. Ritiri di oggi ritiri di ieri, l’antipasto alla stagione che viene, il serbatoio della benzina delle gambe, il luogo dove iniziare a socializzare o scoprire delle affinità con compagni che per alcune stagioni, non si aveva mai calcolato più di tanto. Buon ritiro, nuovo Parma! Luca Savarese

19 pensieri riguardo “ARIA CONDIZIONATA, di Luca Savarese / RITIRI 2.0: DALLE LUNGHE CORSE BOSCHIVE AGLI SCATTI BREVI E VELOCI CON TANTO LAVORO CON LA PALLA. COM’E’ CAMBIATA LA PREPARAZIONE ESTIVA

  • 2 Agosto 2015 in 12:13
    Permalink

    Si sa già la sede del ritiro?

    • 2 Agosto 2015 in 12:39
      Permalink

      Il Parma Calcio 1913 si allenerà a partire da martedì con un “temporary camp” a Collecchio in cui saranno impiegati una decina di calciatori da subito e altri in prova, anche se nessuno di questi è al momento contrattualizzato. Da metà settimana si delineerà meglio la situazione.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 2 Agosto 2015 in 15:30
    Permalink

    L’importante è che la preparazione sia buona, anzi ottima. Ci conto dato che l’allenatore quest’anno non è Donadoni (rimasto disoccupato come avevo previsto).
    L’anno scorso tutti quegli infortuni e gli scarsi risultati penso avessero una causa anche nella preparazione estiva inadeguata…

    • 2 Agosto 2015 in 19:05
      Permalink

      L’anno scorso e’ meglio dimenticarlo. Donadoni di colpe ne ha in percentuale proprio minima. Trovera’ una squadra di buon livello da allenare molto presto. A provocare il disastro e’ stato il dinamico duo con tutti i ripetuti inadempimenti nei confronti dei giocatori ed una lunga sequela di bugie. Nel girone di andata il rendimento e’ stato bassissimo causa demotivazione.

      • 2 Agosto 2015 in 19:57
        Permalink

        Mah… Secondo me Donadoni, invece, come rendimento tecnico della squadra nella fase iniziale del campionato ne aveva, eccome. I fatti dicono che fino a novembre eravamo ultimi con una caterva di gare perse, tra cui ignominiosamente, però la certezza del mancato pagamento degli stipendi è arrivata a metà novembre con la stagione sostanzialmente già compromessa. A me Prandelli non sta molto simpatico, ma è indubbi che il suo Parma, nonostante ci fosse una “situazione strana”, non ebbe cali di rendimento e anche altre squadre di società fallende non avevano avuto cadute così precipitose. Il dinamico duo ha responsabilità di altro tipo, ma un allenatore come si prende i meriti dei successi è altrettanto giusto si prenda le responsabilità degli insuccessi.

        Cordialmente

        Gmajo

  • 2 Agosto 2015 in 15:41
    Permalink

    Si puó venire a fare un provino? Nn sono piú giovanissimo ma in D ci ho giocato per anni e con l’attuale livello potrei ancora dire la mia…previo duro allenamento.
    Se strappassi un contratto al parma tornerei immediatamente a casa dalla Cina…
    Naturalmente sto scherzando!
    Saluti e buon inizio dell’avventura oltre a tanti complimenti x il suo nuovo ruolo; se lo é meritato tutto!!
    Luca

  • 2 Agosto 2015 in 15:43
    Permalink

    Tra tre settimane c’è la coppa Italia e siamo in 10 gatti. Dobbiamo scegliere i nuovi per completare la rosa, allenarli e amalgamarli.Io non dico nirnte altrimenti Majo mi dice che sono un disfattista….

    • 2 Agosto 2015 in 16:06
      Permalink

      Non dico che sei disfattista in questo caso anche perchè è la pura verità. Purtroppo non abbiamo ancora un numero di matricola e non siamo in grado di far firmare contatti federali. Quando parlavo di perdite di tempo burocratiche tu davi dei piocioni. Questa è la triste realtà che ci ha anche fatto perdere pera altro che ingaggi biologici. Danni incalcolabili sull’altare di non si capisce cosa. Forse al di la di sterili polemiche sarebbe bene ricordarsi l’andamento di questa storia.
      Cordialmente
      Gmajo

      • 2 Agosto 2015 in 16:53
        Permalink

        Come ogni cosa all’italiana! Decreti l’affiliazione? perfetto nello stesso momento assegni anche il numero di matricola, poi deciderai in che girone metterci, ma il minimo per rendere “ufficiale” una società lo devi pur fare.
        Si sa quanto ci vuole per avere sto benedetto numero di matricola? non mi sembra una pratica così complicata, se no ci vado io in Federazione, apro il cassetto, tiro fuori il registro e guardo l’ultimo numero assegnato! 😉 🙂

      • 2 Agosto 2015 in 18:11
        Permalink

        Siamo sinceri e non prendiamoci in giro.DANNI INCALCOLABILI LI HA FATTI CORRADO. Non ci avesse messo il bastone tra le ruote con il solo scopo di damneggiarci ora ci troveremmo in una situazione diversa ma col pubblico che avremo ogni domenica al Tardini, giocheremo in 12 e VINCEREMO IL CAMPIONATO.

        • 2 Agosto 2015 in 18:47
          Permalink

          velenoso il tuo commento mi è piaciuto forse la prima volta che mi trovo d’accordo con te, corrado vi ha danneggiati poi su pera è un buon giocatore ma ha scelto rovigo comunque i giocatori ci sono basta cacciare fuori soldi

          • 2 Agosto 2015 in 19:11
            Permalink

            Peggio x Pera sinceramente. .. Cmq se Apolloni ha detto che come personaggio non lo convinceva del tutto (il succo del discorso mi pareva fosse questo), forse è stato meglio cosi.
            Ricordo i danni fatti da Stoickov al Parma tanti anni fa nonostante fosse pallone d’oro e nonostante le buone intenzioni…
            Ciò non toglie che Corrado ha fatto danni incalcolabili ma gli è anche stato permesso dall’alto di farli

  • 2 Agosto 2015 in 16:44
    Permalink

    Ritiri the best!

  • 2 Agosto 2015 in 18:10
    Permalink

    La vedo dura ma voglio restare fiduciosa..non conosco i giocatori di serie D per cui sentendo tanti commenti che virano al pessimismo soprattutto sulla composizione della rosa..aggiungiamo che ancora non si è potuto far firmare nessuno per intoppo “burocratico” comincio a temere il “contagio” anche se per “forma mentis” tendo a vedere il bicchiere mezzo pieno..

    • 2 Agosto 2015 in 19:13
      Permalink

      Cmq l’affiliazione c’è e chi non si è tirato indietro prima non credo lo farà ora… il Parma è sempre il Parma e penso sia palese x i giocatori che potrebbe essere una opportunità irripetibile.

      • 2 Agosto 2015 in 20:02
        Permalink

        TI SBAGLI i giocatori guardano hai soldi

        • 3 Agosto 2015 in 02:27
          Permalink

          QUESTO LO DICI TU…dato che vuoi urlare, urliamo pure…
          Se l’accordo economico c’è e c’è pure l’affiliazione, non ha senso cercare di accasarsi ora in una altra squadra dal nome meno altisonante….
          Se a vincere in campionato sarà il Parma, Pera si mangerà le mani e continuerà a giocare in D probabilmente invece di fare il salto di categoria …
          Cmq non so neanche xche ti rispondo dato che non ammetterai mai che una piazza come il parma è ambita un milione di volte più della reggiana…

          • 3 Agosto 2015 in 12:50
            Permalink

            cibbi purtroppo i calciatori, in queste categorie, guardano al “vil denaro” e poco gli importa del blasone della squadra. Tieni presente che se Pera non ha mai fatto stabilmente il salto di categoria forse è perchè non è all’altezza. A Pera se vince il campionato il Parma non gliene fotte niente perchè comunque non farebbe parte della squadra di futura Lega Pro. A lui interessa di più portare a casa il triplo del compenso che avrebbe preso al Parma

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI