CARMINA PARMA / IL BELLO DELLA DIRETTA: CRONACA DI UN POMERIGGIO AL CARDIO…PARMA

(Luca Savarese) – A Milano ci sono 36 gradi, manca solo il mare e poi, ci si potrebbe tuffare. Bagno di tre punti, lo hanno fatto invece entrambe le milanesi, quella rossonera vincendo, grazie al Bed end Breakfast Bonaventura e Bacca contro il Palermo, quella nerazzurra grazie ad uno squillo di Maurito Icardi, che la lancia sola, per ora, in vetta alla classifica. Sarà mini fuga? Quello che è in fuga, nella città della Madonnina, sembra essere l’autunno, dentro un sano prolungamento estivo. Fa così caldo che la vista quasi s’inceppa, come in un fumo di sole. Mentre mi sto recando a casa, alla guida della macchina, con aria condizionata a bomba nemmeno fosse il 5 agosto, scorgo l’autobus diretto a piazzale Baracca, e, forse pensando alle giocate del Milan, mi sembra di leggere Bacca invece di Baracca…Sono reduce dalla festa di Padre Pio, evento che vuole onorare il santo campano con bancarelle di natura P9201168gastronomica e folcloristica e spettacolini teatrali, davvero invitanti. Ore 13.30 dopo aver gustato panini con salamelle e wurstel con tanto di crauti (retaggio di tanti bocconi dal sapore teutonico gustati col senior all’uscita da San Siro…), ed essermi ristorato presso il chioschetto Rosetum gestito dai miei genitori, do un’occhiata a dei presepi (passione personale) realizzati su tronchi di alberi, con pastori molto piccoli, quasi omini del Subbuteo. Ore 14.15, arrivo a casa. Silenzio e sole mi accolgono. Non riservano la stessa accoglienza i cavi del decoder Sky, dove, stranamente, il colore del bottoncino d’accensione, al solito sul giallo, è rosso, tinta che significa off. La cosa, penso, sarà passeggera. Tolgo le spine, le lascio un attimo respirare, come un giocatore dopo uno scatto, concedo loro, un attimo di sosta. Niente, tutto tace e niente s’accende. I minuti passano, sono le 14.55, il Parma sta per iniziare la sua quarta sfida nel suo nuovo campionato. Accendo la radio, ma Cucchi e company, non forniscono aggiornamenti dal Tardini. Provo a resettare tutto. Aspetto, sudo, scalpito, sono una sola cosa coi telecomandi, ma sia quello di Sky, che quello della tv, sembrano due indolenti attaccanti. Ore 15.10, niente. Decido di chiamare il tecnico. Numero occupato, poi attenzione, libero: parte una musichetta, più lunga di una manovra del Lugano di Zeman. Un momento il pc? Già potrei accendere il pc e seguire il live dei crociati. Si, perché no? Il pc, però, è dalla Pietrafesa, la mia ragazza, dalla quale, in questi solatii giorni settembrini, mi trovo. Sono completamente all’oscuro delle vicende del mio Parma. Evento, che, dall’anno di grazia 1992, quando decisi di seguire questa squadra, non mi era mai capitato. Riprovo a maneggiare telecomandi, cavi, parabole e compagnia vedente. Non vedo, non sento il Parma, mi manca un po’ il respiro. Spalanco le finestre, sono fradicio, come neppure dopo due ripetute imposte da Mihajlovic. Ore 15.40, prendo una decisione. Raggiungere la postazione pc, dove, almeno, il live è garantito. La macchina però, essendoci la festa del quartiere, l’ho parcheggiata lontana da casa quanto il Tardini dalla stazione di Parma. Corro, chiedo zampe di velluto alla Bolt, la gente, malpensante, mi guarda strana, forse, pensa, che me la dia a gambe, dopo aver rubato qualcosa. Tranquilli, non ho rubato nulla, il caso mi sta solo rubando la possibilità di seguire il Parma. Mi ferma un ragazzo indiano, “Amico prendi rose, oggi venduto niente”. “Anche io oggi veduto niente, non sono ancora riuscito a vedere il Parma”. Gli rispondo. “Parma prosciutto?” mi dice? “No, la squadra di calcio”, gli rispondo, accelerando il passo, e quasi dribblando i suoi mazzetti con le sue rose. 16.05. Arrivo alla macchina, è bollente, più della sabbia durante la canicola. Accendo l’aria, accendo Tutto il calcio, almeno qualcosa di calcio riesco a sentirla. “Lamanna è scesa per la Juve”, la battuta di Dotto, che con un gioco di parole notifica il vantaggio di madama a Genova, mi fa sorridere. Alcuni radiocronisti, a volte, sembrano prenderti per mano. Le strade intanto sono intasate. Transenne dovunque. Trovo una scorciatoia, pensando intensamente a Baraye, Lauria e compagnia crociata, chiamata a tirare un colpo basso (dicitura made in Patruno questa) all’Altovicentino. Madido di sudore, finalmente, dopo che Salah ha pareggiato i conti tra Roma e Sassuolo, arrivo a casa di Maria Teresa. Simile ad un leone della foresta affamato di nuove da Parma, mi precipito davanti al pc, azionando la chiavetta internet. Ricciii seguito da alcuni punti esclamativi!!!! Melandri seguito da tanti punti esclamativi!!!!!!!!!!!!! La mia acqua gelida, il mio refrigerio. Ricci, non Antonio, regista di Striscia la Notizia, ma Giacomo, fluidificante tutto campo, che, nel viaggio di ritorno da Borgo San Lorenzo, mercoledì pomeriggio, dopo la partita, ho apprezzato fuori dallo stadio toscano, mentre si rilassava con gli scarpini in mano e salutava alcuni suoi amici, mi ha regalato altro che Striscia la notizia ma la notizia che desideravo sapere, il motivo della mia maratona di questa domenica pomeriggio al cardio…parma. La connessione una tantum (la prossima, ecco, spero che capiti quando saremo tornati in cadetteria…), può saltare, ciò che salta invece dentro, adrenalinica altalena griffata Parma, è la tensione cerebrale e cardiaca, per quello che sta facendo il Parma, che nessuna parabola, credo, potrà mai ricreare, perché viaggia senza fili, unita ad un filo gialloblù che si sente e si vede anche quando non si riesce a sentire e a vedere nulla. Fede da tifoso, avventurosa sfida da reporter. Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

37 pensieri riguardo “CARMINA PARMA / IL BELLO DELLA DIRETTA: CRONACA DI UN POMERIGGIO AL CARDIO…PARMA

  • 21 Settembre 2015 in 00:59
    Permalink

    Tanta roba!!!

  • 21 Settembre 2015 in 09:53
    Permalink

    Ora tutti concentrati sulla sulla gara in trasferta col Marzolara.
    Bisogna vincere facile!

  • 21 Settembre 2015 in 10:17
    Permalink

    Cosa non si fa per il Parma! 😀

  • 21 Settembre 2015 in 12:00
    Permalink

    direttore come mai il Forlì ha giocato solo una partita? anche quella di domenica è stata sospesa….

    • 21 Settembre 2015 in 12:47
      Permalink

      Per via di un ricorso pendente sono state sospese precauzionalmente tutte le gare di cui è protagonista

      • 21 Settembre 2015 in 13:40
        Permalink

        Capperi, in pratica il Forlì è ancora a punteggio pieno e in teoria potrebbe appaiarci in testa alla classifica. Non sarebbe male se lo ripescassero in lega pro, così almeno ci togliamo dalle scatole una pretendente al primo posto.

  • 21 Settembre 2015 in 12:16
    Permalink

    Ma non avevi almeno uno smarthphone sarebbe stato tutto piu’ facile ehh ehh

    • 21 Settembre 2015 in 12:46
      Permalink

      Non sapevo che tu fossi aperto alle moderne tecnologie… Ti facevo assai tradizionalista…

  • 21 Settembre 2015 in 12:26
    Permalink

    Ma se uno volesse vedere gli highlights della partita come fa?in rete non trovo nessun sito che li ripropone…qualcuno sa darmi una mano?

      • 21 Settembre 2015 in 13:41
        Permalink

        Sarebbe bello vederli anche su stadiotardini.it.
        Si può fare?

        • 21 Settembre 2015 in 13:57
          Permalink

          Stadiotardini.it è a disposizione di tutti i media che vogliono condividere i propri contenuti, ma il gruppo gazzetta di parma si sente sufficientemente forte e preferisce non creare sinergie.
          Peraltro stadiotardini, al momento, non è in grado di produrre sintesi del genere. E in ogni caso la normativa della lnd non e regola i diritti televisivi internet.
          Cordialmente
          Gmajo

  • 21 Settembre 2015 in 12:37
    Permalink

    Attiva Skygo.aiuta.

  • 21 Settembre 2015 in 13:37
    Permalink

    Solo si TV Parma? Quindi uno li può vedere solo quando vogliono loro? Non capisco perché non c’è nessun sito che pubblichi la sintesi… È molto scomoda la cosa..

    • 21 Settembre 2015 in 13:40
      Permalink

      I diritti Internet non sono previsti e quindi non regolamentati dalla lnd

      • 21 Settembre 2015 in 13:47
        Permalink

        In simultanea avevo chiesto la stessa cosa. Peccato perchè con tv parma ci vuole un colpo di fortuna per vedere qualcosa. Bisogna cogliere l’attimo per vedere 2 minuti di highlights in mezzo a mezze ore di pubblicità. Una grandissima rottura di cojones che io ho abbandonato da tempo eliminando il canile dalla lista del mio telecomando!

        • 21 Settembre 2015 in 13:59
          Permalink

          Secondo me navigando sui loro siti qualcosa si trova…

  • 21 Settembre 2015 in 13:43
    Permalink

    Questa sera a calcio&calcio su teleducato ci sarà il mitico Boni?

    • 21 Settembre 2015 in 13:47
      Permalink

      Secondo me no. Però potrei anche sbagliarmi… Ma non credo proprio che gli sia passato il mal di pancia…

      • 21 Settembre 2015 in 13:57
        Permalink

        Speriamo allora che abbia la cagaglia per tutto l’anno…

        • 21 Settembre 2015 in 14:22
          Permalink

          Così Calcio e Calcio chiude i battenti, da quando non ci sono più Gabriele e adesso Boni è diventata la camomilla perfetta quella trasmissione… 30 minuti e sei già nel letto a ronfare!!

          • 21 Settembre 2015 in 16:27
            Permalink

            Sono d’accordo con te Alex. Boni è in grado di agitare ed insaporire le acque chete di una trasmissione senza pepe. Anche contraddicendo, provocando e facendo acrobazie si risveglia lo spettatore. Altrimenti, se tutto è tranquillo e scontato, ci si addormenta – un po’ come mi capita con chi magnò ed TV Paerma.

      • 21 Settembre 2015 in 21:49
        Permalink

        Angella ha appena detto che ad Enricone Boni sta passando il mal di pancia e dovrebbe essere guarito per giovedì prossimo. 🙂

        FORZA ENRICO!

        • 21 Settembre 2015 in 21:54
          Permalink

          A me il suo medico l’ha raccontata diversamente…
          Penso che l’accanimento terapeutico sia peggio della malattia…

    • 21 Settembre 2015 in 16:18
      Permalink

      Grazie per il link. Cmq qelli di TV Parma una sintesi più sintetica di così non la potrebbero fare … SI vedono a malapena le due reti. Probabilmente la tengono molto corta per avere più tempo per gli spots pubblicitari.

  • 21 Settembre 2015 in 16:07
    Permalink

    Non per raffreddare gli entusiasmi, ma ricordo che lo scorso anno il padova ha vinto le prime 8 partite in fila e ha finito il campionato con 85 punti…. Siamo ancora nel riscaldamento….

    • 21 Settembre 2015 in 20:36
      Permalink

      Hai detto cotica…85 punti…il secondo ne aveva fatti 70!

  • 21 Settembre 2015 in 16:55
    Permalink

    Grazie Luca.. Comunque trovo veramente assurdo che sia l unica fonte a cui attingere. se uno x una qualsiasi sfiga non dovesse riuscire ad assistere alla partita e non riuscisse a cogliere l Istante in cui TV Parma trasmette le immagini non riesce in alcun modo a rivedere le immagini della partita. L unico modo è vedere in rete lo spezzone del TG Parma… Mah…

  • 21 Settembre 2015 in 20:08
    Permalink

    Invece di essere Contenti del Primato del Parma

    Parlate di Boni e trasmissioni varie fa ti

    FORZA PARMA FORZA CROCIATI

    DA SEMPRE VINCENTI E ONORATI

    • 21 Settembre 2015 in 20:10
      Permalink

      non credo che parlar di boni possa essere messo in contrapposizione col parlare del parma

  • 21 Settembre 2015 in 21:19
    Permalink

    Magnifico Mara Majo(nchi), quegli “spotS” e “PaErma” rivelano studi classici o esagero? Marco: pù che vensor co polol faer al Paerma? Va bé la prudensa di cui sono, nel mio piccolo, testimonial, ma ti sta miga porter sfigae…

    • 21 Settembre 2015 in 21:46
      Permalink

      Esageri, sono andata a scuola dalla Dirce col cucchiaio e la forchetta. SI mangava bene si studiava poco.

  • 21 Settembre 2015 in 22:17
    Permalink

    Quindi…eravamo compagni di scuola, forse eri tu quella biondina di cui ero cotto mache non mi ….ava neanche di striscio…. Ah, la femminae… Sempre che tu non sia la versione edipica del nostro inarrivabile Herr Direktor, nel qual caso mi scuso e me ne fuggo, a ne Sa mei al dì d’incò.,,

  • 22 Settembre 2015 in 21:38
    Permalink

    Ok, infatti non mi parevi uno edipicato, ma quel Majo(nchi) lì unito a “Mara” mi ha sempre un po’ (poco veh) preoccupato e non volevo correre il rischio di farti un’ammissione di antico amore sbagliando totalmente target. Ti chiedo pubblicamente venia per questo mio bieco pensiero

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI