mercoledì, Febbraio 21, 2024
In EvidenzaNews

IL BORSINO DOPO IL QUARTO TURNO, di Mauro Moroni

mauro morosky moroni(Mauro “Morosky” Moroni) –  …Devo esser sincero, prima di questa gara, non decisiva in quanto ne mancano ancora 34, temevo il pericolo di una sconfitta (visto che gli avversari, esperti, forti e quotati, erano dati come la squadra antagonista per la lotta al vertice ): una sconfitta che ci poteva pure stare ma… non so con quali contraccolpi psicologici. Anche se, a volte, le battute d’arresto possono fare bene facendo pure riflettere, squadra e staff tecnico sugli eventuali errori commessi. Tutto questo non è successo e abbiamo messo in campo, credo, la miglior partita dell’inizio stagione: solita disposizione con maggior copertura difensiva (Saporetti esterno e Ricci avanzato con licenza di affondare e tirare), solito centrocampo ordinato, lucido, pressante e propositivo … e, davanti, un trio di tiratori che, una volta inquadrato lo specchio… si caveranno parecchie soddisfazioni, per la squadra e x i tifosi…

Ancora una volta Mastro Lindo, il bionico lettone Zommers, ha compiuto una prodezza, d’istinto, che ha salvato il 2-0 mantenendo la rete nuovamente inviolata grazie alla granitica difesa ed al valore globale della squadra che poco concede agli avversari…

… non conoscendo squadra né singoli, un’altra cosa che temevo, di origine tattica, era il fatto del centrocampo a 2, ma viste le cose in campo, anche per effetto della gran mole di lavoro dei trequartisti che, si, attaccano in possesso di palla, ma coprono e difendono pure in fase di ripiegamento a protezione…

Siamo al comando, i tecnici fanno finta di stupirsi di questo primato, che la tifoseria sogna, vede ed immagina che continui fino a maggio, con l’apoteosi finale della promozione…

…se son rose …,biologiche naturalmente, …fioriranno ..

_2531Un caloroso saluto a tutta la tifoseria… un applauso alla CURVA NORD …( e Parma siete voi…e Parma siete voi)… degna di questa città, meritevole di altri palcoscenici, festante, chiassosa, “ educata”…e , se mi permettete, una volta banditi i cori anti Reggiana e il ricordo negativo dell’ex presidente (recentemente scomparso…dai teleschermi) siete e sarete una cornice di pubblico meravigliosa….bravi e FORZA BOYS…e la CURVA sia con voi…andate in pace…..in LEGA PRO ….

Con simpatia …

Mauro “Morosky” Moroni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “IL BORSINO DOPO IL QUARTO TURNO, di Mauro Moroni

  • Sarebbero da abolire i cori contro la Reggiana? Suvvia, sono un tratto caratteristico dei Boys 🙂
    P.s: ma Moroni è un tifoso del Parma?

I commenti sono chiusi.